Professioni web, Caltanet sotto accusa

Il sindacato dei giornalisti se la prende con Caltanet-Copianet per come impiega i suoi redattori. Serventi Longhi accusa Copianet di non rispettare le leggi. E chiede uguaglianza tra gli editori che vogliono i soldi pubblici


Roma – Non ci sta la Federazione Nazionale della Stampa (FNSI), il sindacato dei giornalisti, a far sì che vi siano redattori impiegati in grandi realtà editoriali che non godano dei diritti in più previsti dai contratti giornalistici ma siano impiegati con il contratto dei metalmeccanici. Il segretario della FNSI , Paolo Serventi Longhi, ha avvertito ieri degli squilibri che ci sono negli impieghi nelle diverse realtà editoriali online e dei rischi che questa situazione a suo parere comporta.

In particolare Serventi Longhi e il segretario dell’Associazione Stampa Romana Silvia Garambois se la sono presa con Caltanet ( aka Copianet ), il portalinzo del Gruppo Caltagirone.

“Se il Governo – ha tuonato il segretario FNSI – decide di accogliere la richiesta di Montezemolo (a capo della Federazione degli Editori, ndr) di provvedere a sostenere finanziariamente il settore della carta stampata a causa dell’aggravarsi della crisi della pubblicità e delle vendite, da queste provvidenze sia esclusa Caltanet e tutti i gruppi che non rispettano le leggi e i contratti”.

“Tra questi – ha continuato Serventi Longhi – anche il gruppo Riffeser che ci ha presentato uno stato di crisi a nostro giudizio chiaramente falso in base al quale ha chiesto il licenziamento di 60 giornalisti”. Secondo il segretario FNSI il settore su web è in un “regime di sperimentalità” che non giustifica però certe situazioni. “Se il gruppo Caracciolo – ha affermato – con Kataweb ha fatto decine di contratti giornalisti in web è inconcepibile che Caltagirone con grande disponibilità cash non rispetti la legge”.

Il punto riguarda quanto determinato dalla legge sull’editoria, cioè le agevolazioni pubbliche per le imprese editoriali online. “I grandi gruppi editoriali – ha specificato Serventi Longhi – che hanno le testate registrate e sono quindi dentro l’editoria devono registrare anche i portali on line (non riferendosi alle stesse testate della carta stampata) su cui fanno informazione. Per gli altri gruppi medi e piccoli, si puo’ trovare una soluzione”.

Secondo Serventi Longhi c’è un problema di leggi, “cioè di interpretarle in modo corretto per evitare che l’editoria on line sia drogata rispetto a quella tradizionale e quindi violi le regole della competizione”. A suo parere “è inconcepibile che chiedano quattrini alla stesso modo gli editori corretti e quelli che drogano il mercato”.

Accuse durissime, dunque, a cui si sommano quelle di Garambois, secondo cui da due anni Copianet paga 21 dipendenti e tra questi alcuni giornalisti secondo quanto previsto dal contratto dei metalmeccanici.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • VsJmaGRPgOt CsNeRrMp scrive:
    GZxTeViHLisoW
    comment1,
  • kQJmtAJNavo e scrive:
    CFGbdWUEdQgYfXklg
    comment4,
  • kUtjLuEWbb scrive:
    MAEYnmgTpHOwzvfTp
    comment2,
  • uQExciiNGI scrive:
    wFlFYpofHeAwotYiE
    comment6,
  • uQExciiNGI scrive:
    wFlFYpofHeAwotYiE
    comment6,
  • WgFspTimbJl Rx scrive:
    uAnlgaMiPwnMgCBQKP
    comment2,
  • lWFkzYHJMH scrive:
    bYXKgQkblTdQgdQC
    comment4,
  • JyWxxllSVKW H scrive:
    FKJwmFvhDHx
    comment3,
  • Anonimo scrive:
    equazioni ..O_O''
    cracker = terrorista -
    ergastolocracker = ruba denaro(a limite)terrorista = uccideruba denaro = uccidere soldi = persone .. quindi gli americani danno un prezzo alle vita umana.se volete sapere esattamente quanto, prendete la stima dperdita economica dovuta a un cracker ergastolano e dividetela per il numero di morti dovuti ad un terrorista ergastolano.le uniche persone rette sono quelle che sfruttano il lavoro altrui per arricchirsi, che sembra nella storia non siano mai mancate(ne abbiano mai mancato alla loro rettitudine).probabilmente se lo chiederanno anche le generazioni future, nei lunghi periodi in cui dovranno rimanere nelle loro case sottoterra, in attesa che sostanze tossiche nell'aria, nel mare e sulla superficie della terra si disperdano..^____^don't worry..be happy! l'inquinamento non esiste! l'effetto serra lo hanno inventato gli operai.idem il buko nell'ozono.ogni tanto si desertifica un pezzo d'italia, ma non e' grave.. tanto quando si scioglieranno i poli(speriamo anche quello della liberta')sara' sommersa dalle acque sempre che non evaporino prima.ogni tanto ci sono sconvolgimenti climatici mai visti, ma e' normale.specie se giochi a sime@rth(i politici sono dei grandi appassionati).molti giornalisti non sanno neppure le cose che dicono, ma naturlamente gli spettatori/lettori(?) sono tropop ignoranti per accorgersene, quindi secondo massime di orwelliana memoria, quale e' la storia? quale e' la verita'?se ci sono delle persone vicine alla verita', probabilmente esse sono le persone che interagiscono nelle universita', i ricercatori.si puo' dire quindi che in italia tali verita' possono essere pure prodotte dai giornalisti, visto che ottenere sovvenzioni per qualcosa che non produca direttamente denaro, e' come vendere gelati al polo nord(prima che si sciogliesse).ma in italia la ricerca non serve: qui e' tutto fai da te. societa' di semianalfabeti che ti fanno il sito, poi qualcuno si sorprende che glielo hackerano in 2 minuti, oppure che spontaneamente crolla a pezzi.vi svelo il segreto: fate una colletta e vestitevi bene, specie se avete un colloquio con gente che internet non sa cosa e'.non capiranno mai perche' le cose crollano! direte che sono pirati, hacker, cracker, i raccoglitori di funghi da yuggoth che minacciano il sito.gli hacker , giusto. che schifezze che fanno! hanno solo portato avanti l'idea del pc quando la ibm era lungimirante come un proteo(wozniak) hanno tutelato il diritto di avere software libero e liberamente distribuibile senza che qualcuno privasse gli altri delle liberta' che lui stesso aveva ricevuto senza impegno(stallman), hanno creato kernel liberi, che hanno dato la spinta a produrre una alternativa a windows, a dare possibilita' di scelta(torvalds),hanno ideato e portato avanti le idee della biblioteca globale, che ora vive come www(ted nelson, tim berners lee).tanenbaum, professore universalmente conosciuto nelle facolta' di informatica, per dare idea agli studenti di come fosse realmente fatto un sistema operativo(il codice sorgente e' sotto copyright, quindi nessuno puo' riprodurlo ne utilizzarlo liberamente per i suoi scopi), ha prodotto minix, che e' stato la base per linux.l'informatica e' sempre stata uno scopo. un fine. non un mezzo per fare soldi. una arte.proprio la gente che e' venuta a specularci la ha resa piena di skifezza, di banalita', la ha resa un giocattolo e la ha messa nelle mani dei politici, che con l'inganno possono ora usarla per manipolare la gente.io penso non ci sia nulla di piu' schifoso che un politico imprenditore, perche' raccoglie in se le peggiori caratteristiche del genere umano: la speculazione sul lavoro altrui e la menzogna.ora queste persone che sostengono che la rete e' piena di skifezza violenza e terrorismo, sono le stesse persone che ce li hanno portati. sono questi ipocriti, gente che vede internet come un televisore piu' grande e passibile delle stesse censure, che hanno svenduto una risorsa cosi' preziosa (che non era certo solo loro) a gente che specula sulla conoscienza e sulla liberta'. la gente che censura i cartoni animati ma tradisce il marito, le brave famigliole che rubano al fisco, le persone integerrime perche' ingoiano i manici di scopa, la gente che guarda le apparenze ma trascura la meritocrazia.certo, perche': cosa credete? la gente che stupra, ruba, uccide, sono mika di un altro pianeta. sebbene non vi faccia godere ammetterlo, e con una sorta di bispensiero lo contenete nella vostra mente e gli impedite di diffondersi a livello conscio, sono i vostri figli, mariti, vicini, nuore e nipoti.siete voi. per cui non venite a raccontarmi str*nzate sui criminali in internet e sulla necessita' di privacy.siete(siamo?) una tribu' di lotek, di gente con un basso livello di intelligenza, gente poco ragionevole, che se si fermasse a pensare per un momento, piuttosto che tentare di non pensare del tutto dormendo vedendo la partita o facendo shopping o giocando a pallavolo in spiaggia, forse capirebbe quanto poco senso ha la propria vita. non per niente siete facile preda di partiti politici e chiese mistiche, vi fate buddisti perche' il requisito minimo e' essere nel giusto e voi pensate sempre di esservi.potessi fare una palla di tutti voi e sbattervi nel cesso, comprese le parti peggiori di me che ancora non riesco a estirpare, liquami pruriginosi diventati carne e sangue che avvelenano senza sosta il desiderio di migliorare se stessi.siete voi la scusa che permette ad altri di sentirsi impotenti, riversate la vostra mediocrita' sugli altri facendola diventare mura enormi, cosi' che giusto i sadici, la gente che non ha nulla da perdere, tenta la scalata.certo, e questi sembrano ovviamente gente poco sana, ovviamente gente troppo idealista, ovviamente gente poco pratica, perche' tutte le persone meno motivate dal puro idealismo(cio' che rimane dopo la vostra(la mia?) stupidita' filtrante), decide di rinchiudersi nelle oscurita' delle proprie case, di lasciare perdere e di conformarsi. e' inutile che fate finta che non sia successo nulla di nuovo, il mondo sta marcendo.non vi bastera' il deodorante piu' forte di questa terra per non sentirlo.la capite la differenza tra la realta' e il sogno? l'inquinamento non smettera' di progredire perche' voi non ci pensate. i poli non smetteranno di sciogliersi perche' non ci pensate.che vi faccia piacere o no, certe cose esistono, e sono le uniche portabandiera della realta' in questo mondo di sogno per alcuni, di incubo per me, in cui senza il mio permesso(col mio silenzio) qualcuno mi ha infilato.io sono sicuro che ci sara' lo str*nzo che mi vorra replicare al post dicendomi: ma piantala di drogarti! ma tu sei fuori di testa! ebbene: io rispondo a questi : se fosse cosi, io ne sarei sollevato.spero per voi che sia cosi'.forse siete voi, pero', che vi drogate o che non vi siete ancora svegliati, da quando siete nati. pensate bene da che parte schierarvi, sempre che sia ancora impor
  • Anonimo scrive:
    "Lamar"... Smith...
    "fino a quando non rendiamo sicura la nostra infrastruttura telematica, pochi comandi e una connessione ad internet saranno sufficienti per danneggiare l'economia e mettere vite in pericolo". "Un mouse può essere pericoloso quanto un proiettile o una bomba".... questo non è altro che un newbie del ca**o, sicuramente seguace di winzoz, ke ha tentato invano di configurarsi una qualsiasi release di linux, e per questo si accanisce contro quello che voleva essere... un cracker appunto!Tux Rulez =)
  • Anonimo scrive:
    Perche' Cracker e non Hacker
    E' semplice, l'idea maturata nella gente riguardo agli Hacker non e' completamente negativa, film telefilm giornali ecc han oramai fissato nel colletivo un idea se non positiva comunque ambigua, di sicuro non tale da giustificare l'ergastolo.Visto che l'obiettivo del signor Bush e' invece giustificare un controllo PESANTE su tutto cio' che viene fatto, da tutti, serviva un nuovo termine, vergine, da fissare nella testa della gente come un cattivone, un pericolo...un terrorista.Presto arriveranno nuovi telefilm, nuovi INPUT in cui i terribili Cracker fan soffrire mamme famiglie nazioni ecc....e pian piano la gente associera' al termine un immagine negativa...e quando gli diranno: CONTROLLIAMO TUTTO CIO' CHE FAI PER IL TUO BENE, PERCHE' BISOGNA STARE ATTENTI..CI SONO I CRACKER! diranno evviva...meno male :DBush BOIA
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' Cracker e non Hacker
      mi viene da risponderti con una brutta parola ma penso sarebbero cmq bytes sprecati... Immaginati l'ingiuria che ti sei preso
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' Cracker e non Hacker
        - Scritto da: xing
        mi viene da risponderti con una brutta
        parola ma penso sarebbero cmq bytes
        sprecati... Immaginati l'ingiuria che ti sei
        presoL'ingiuria posso immaginarla, i motivi mi restano oscuri....vuoi spiegarli?
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' Cracker e non Hacker
          - Scritto da: ufufu

          L'ingiuria posso immaginarla, i motivi mi
          restano oscuri....vuoi spiegarli?Gnurant.E non e' un'ingiuria.
  • Anonimo scrive:
    Occorre dire a Bush che...
    Occorre dire a Bush che i talebani si sono schiantati sulle torri a bordo di un aereo non bordo di un pc "crakkato".E per le compagnie aeree che cosa e' cambiato? poco o nulla, ma si e' presa la palla al balzo per cambiare tante altre cose che non centrano nulla.Se la Microsoft produceva WC adesso dovremmo comprare solo i WC microsoft gli unici certificati che non possono essere utilizzati dai "nemici della liberta'".
  • Anonimo scrive:
    E quando il cracker e' straniero?
    Che fanno?Gli mandano il killer?
    • Anonimo scrive:
      Re: E quando il cracker e' straniero?
      - Scritto da: Killer
      Che fanno?
      Gli mandano il killer?nah gli fanno il check.in ;-)and out...
  • Anonimo scrive:
    e pena di morte a chi ha idee contrarie al partito
    così smorziamo le idee pericolose sul nascere.Io sono convinto che sia una cosa giusta e umanamente consigliabile a tutti i capi di governo.Chi non lo fa è evidentemente contrario al buon senso comune e va bombardato con le atomiche.In questo modo ci difenderemo dalla pazzia dilagante di chi non la pensa come noi....Ma sono tutti fuori di zucca?
    • Anonimo scrive:
      Re: e pena di morte a chi ha idee contrarie al partito
      Come dicevo prima: secondo me i nazi l'hanno vinta la guerra nel '46 e non persa.
      • Anonimo scrive:
        Re: e pena di morte a chi ha idee contrarie al partito
        - Scritto da: Da fckr
        Come dicevo prima: secondo me i nazi l'hanno
        vinta la guerra nel '46 e non persa.I nazi l'hanno persa quella guerra, ma quello che pochi considerano è che in Germania erano andati al potere sull'onda dell'entusiasmo popolare e con delle elezioni.E' sbagliato ritenere che fosse un problema solo tedesco.La triste realta è che in determinate condizioni la maggior parte della popolazione è disposta a dare credito alle peggiori soluzioni.Nel 29 hanno dato spazio al nazismo ma sia prima che in seguito hanno appoggiato delle soluzioni ignomignose credendo che fossero le soluzioni draconiane ai problemi.No al nazismo. No al fascismo. No al razzismo. No al totalitarismo. No alle riduzioni di libertà.
        • Anonimo scrive:
          Re: e pena di morte a chi ha idee contrarie al partito
          guarda che lui intendeva gli americani... (nazi=usa=vinto guerra)
        • Anonimo scrive:
          Re: e pena di morte a chi ha idee contrarie al par

          No al nazismo. No al fascismo. No al
          razzismo. No al totalitarismo. No alle
          riduzioni di libertà.aggiungo anche no al comunismo
    • Anonimo scrive:
      Re: e pena di morte a chi ha idee contrarie al partito
      è bello avere la mente chiusa al confronto, no?è + che costruttivo mi pare!è imponendo che si formano le rivoluzioni, è sempre stato così...
  • Anonimo scrive:
    L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
    No agli Hacker......
    • Anonimo scrive:
      Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
      Veramente per i crimini di cui si è macchiato la legislazione prevederebbe la pena capitale.Comunque visto che sono contro quella legislazione , contro la pena di morte e contro l'ergastolo mi andrebbero bene anche 30 anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
      - Scritto da: alien
      No agli Hacker......Anche tu con questi luoghi comuni, alien? Allora: l'HACKER programma e studia i sistemi informatici x passione, ha un etica e semmai crea e non distrugge o rovina proprio nulla. I CRACKER (molti dei quali lamer) se ne sbattono di tutto e tutti, fanno cose illecite e finalizzate tutte al danno.Un hacker non farà mai nulla che possa danneggiare i sistemi dell'egregio sig. bush, semmai il contrario...Do you understand?
    • Anonimo scrive:
      Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
      - Scritto da: alien
      No agli Hacker......Ah! Ma allora non dici più che i craker e gli hacher non sono la stessa cosa....o si tratta forse di un lapsus Freudiano?
      • Anonimo scrive:
        Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
        Mamma mia, mamma miaaaa... Guarda come hai scritto "hacker" e vergongnati.
        • Anonimo scrive:
          Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
          - Scritto da: Tomcat
          Mamma mia, mamma miaaaa... Guarda come hai
          scritto "hacker" e vergongnati.si si..."vergongnati"...mi vengono i conati:-))
    • Anonimo scrive:
      Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
      Bush, meglio noto come "il boia del texas" ha basato la sua campagna elettorale sulla liberalizzazione delle armi e sulla pena di morte.. per cui andrebbe condannato alla pena di morte.. per fucilazione.. mi sembra coerente.. :D
      • Anonimo scrive:
        Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
        - Scritto da: Buatt
        Bush, meglio noto come "il boia del texas"
        ha basato la sua campagna elettorale sulla
        liberalizzazione delle armi e sulla pena di
        morte.. per cui andrebbe condannato alla
        pena di morte.. per fucilazione.. mi sembra
        coerente.. :DE per comminargliera dovrebbero basarsi sulle legislazioni antiterrorismo che lui sta promuovendo.
        • Anonimo scrive:
          Re: L' ERGASTOLO LO DOVREBBERO DARE A Bush.....
          invece per i comunisti coglioni come voi dovrebbero riaprire i gulagma andate a remare!!!
  • Anonimo scrive:
    385 si 3 no
    Mi piacerebbe sapere se i tre che hanno votato no sono indipendenti come credo o se appartengonmo a uno dei due partiti maggiori.In ogni caso questi imbarbarimenti votati all'unanimità da Democratici e Repubblicani mostrano chiaramente a che cosa porta una democrazia bloccata con 2 schieramenti "moderati" che si rincorrono sulla demagogia.In Italia tristemente stiamo facendo la stessa fine a passi rapidi con Ulivo e CDL che ci stanno portando iniziativa dopo iniziativa, proposta dopo proposta, legge dopo legge a un regresso e a una società sempre più chiusa e intollerante.Se ci sono ancora spiragli per impedire che Ulivo e CDL si radicalizzino e diventi completamnte impossibile sperare in un alternativa diversa vale la pena di cercare di allargarli (gli spiragli).Un mondo diverso è possibile ma uno peggiore è propabile se continuamo a guardare passivi e rassegnati :(
  • Anonimo scrive:
    W il Capro Espiatorio
    .. quando l'america incapace di trovare i colpevili dovrà dimostrare ai suoi cittadini che i reati informatici saranno puniti.... bhè allora puniranno qualcun altro... tanto la maggior parte della gente non sarà in grado di capire ma il finto esempio sarà dato... funziona cosìCi hanno distrutto il mondo informaticosono entrati di prepotenza è hanno voluto mettere di prepotenza le loro stupide leggiinternet era bella perchè anarchica...ora sarà come la RAI: assolutamente inutile.
    • Anonimo scrive:
      Re: W il Capro Espiatorio
      D'accordo al 100%. Anche la rete, a causa delle loro fottute leggi, si sta globalizzando e uniformando nei contenuti e un qualunque sito contrario al loro modo di pensare è troncato e censurato immediatamente. Secondo me i nazi l'hanno vinta la guerra nel '46 e non persa..
  • Anonimo scrive:
    In Italia non và in galera neanche chi ammazza...
    Figuriamoci in Italia non vanno in galera chi commette reati ben peggiori...
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia non và in galera neanche chi ammazza
      appunto per controbilanciare a livello mondiale gli americaniO_O!
  • Anonimo scrive:
    Applichiamo la legge Islamica !!!!
    Ma secondo me sono troppo leggere come penesono favorevole ad una sostanziale modifica delle leggi islamiche con l'introduzione della punizionecorporale mediante l'amputazione di un dito per ogni copia craccata distribuita.Arrivati a 20 copie si amputano altre appendici...Che bello un mondo libero senza libertà......
  • Anonimo scrive:
    Tra sette giorni...
    ...passera' la legge che dara' a tutti i cracker l'ergastolo e tra settantasette giorni la pena di morte alle patate fritte!
  • Anonimo scrive:
    COME L'ERGASTOLO???
    ma la massima pena negli IU ESS EI non e' LA PENA DI MORTE??? e allora ammazziamoli tutti!!!!(dalla serie "ne ammazza piu' il mouse che le risate")
  • Anonimo scrive:
    la migliore secondo me è:
    "renda personale il vostro tavolo con le nostre carte da parati del mib"ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahgheeeeeeeeeee
    • Anonimo scrive:
      Re: la migliore secondo me è:
      scusate ma ho sbagliato notiziaè che ho 5 finestre aperte ed ho fatto un po di confusione scusgheeeeeeeee
  • Anonimo scrive:
    Tze...
    E dire che io mi sono quasi sempre schierato a favore degli usa......ma non credo sia cosi' difficile capire che aumentare le pene e' inutile, se non si rafforza la sicurezza TECNICA della cosa...E' come punire piu' duramente un bambino per aver mangiato la marmellata dopo che gli si e' porto e si continua a porgere il vasetto aperto!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tze...
      - Scritto da: mikeUS
      E dire che io mi sono quasi sempre schierato
      a favore degli usa...Anche io, inizialmente, poi si guarda attentamente e si scopre che in qualcosa sono migliori di noi e in altre hanno un governo ladro (come il/i nostro/i) e meschino.
  • Anonimo scrive:
    due pesi due misure
    I cracker che rovinano il lavoro delle sane industrie americane vanno all'ergastolo.I manager che presentano bilanci falsi e rovinano i sani risparmi degli investitori in borsa cosa rischiano?Due pesi e due misure negli Stati Uniti post 11 settembre, staremo a vedere gli sviluppi.Scarlight
  • Anonimo scrive:
    Capacità delle forze dell'ordine.
    "Ed è imperativo che le sanzioni e le capacità delle forze dell'ordine siano adeguate alla prevenzione e repressione di tali attacchi"."..."Tra gli istituti previsti dal CSEA c'è la possibilità di ottenere un certo livello di monitoraggio delle comunicazioni elettroniche da parte della polizia anche senza il mandato della magistratura"Quindi alla polizia permettiamo di agire in modo illegale per garantire la legalità? Bah
  • Anonimo scrive:
    ..arrivera' anche qui quella legge......
    ..vedrete , vedrete.Qui intanto , se non lo ferma nessuno, c'è un certo Dott. Fini che senza che si sia udito un lamento vuole reintrodurre una pratica di 50 anni fa.....le impronte digitali di tutti gli italiani...voi direte, ma che c'entra con l'ergastolo per gli hacker in America......vedrete vedrete.....
    • Anonimo scrive:
      Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
      - Scritto da: wow
      ..vedrete , vedrete.
      Qui intanto , se non lo ferma nessuno, c'è
      un certo Dott. Fini che senza che si sia
      udito un lamento vuole reintrodurre una
      pratica di 50 anni fa.....le impronte
      digitali di tutti gli italiani...voi direte,
      ma che c'entra con l'ergastolo per gli
      hacker in America...
      ...vedrete vedrete.....l3unica salvezza è che si tratta della solita manovrina: non c'è neppure una lira per istituire i controlli, comperare le attrezzature, istruire il personale. Come al solito, è tutta aria fritta
    • Anonimo scrive:
      Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
      Ma pure qui la politica?!?!?!?!
      • Anonimo scrive:
        Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
        - Scritto da: BSD_like
        Ma pure qui la politica?!?!?!?! Secondo te la legge americana sull'ergastolo agli hacker l'ha approvata la Camera di Commercio??..stiamo parlando di leggi POLITICHE per controllarci
      • Anonimo scrive:
        Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
        - Scritto da: BSD_like
        Ma pure qui la politica?!?!?!?!Ben svegliato... internet non è più un luogo di libero scambio di idee e cultura. E' un campo di battaglia fra interessi commerciali e politica. E se te ne sei accorto gli spazi per i liberi scambi di cui sopra vanno sempre più scemando.. Molti vorrebbero una internet come la tv. Da guardare e basta.
    • Anonimo scrive:
      Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
      ecco un altro genio..che forse nn ricorda di aver donato "volontariamente" le proprie impronte digitali alla visita di leva,come tutti gli italiani maschi.Perchè parli?Perchè non stai zitto?
      • Anonimo scrive:
        Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
        Se anche la gente comune comincia a non distinguere tra militare e civile, credo che siamo *gia'* nei guai.
    • Anonimo scrive:
      Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
      ROTFLin Italia? non danno l'ergastolo neanche agli assassini...
      • Anonimo scrive:
        Re: ..arrivera' anche qui quella legge......
        volevo solo dire che il fatto delle impronte digitali è come metterci una stella a 6 punte sulla spalla , un metodo semplice di catalogarci ...ancora di piu ....Si è pero usciti dal discorso iniziale ...ora dico la mia ... è giusto il controllo ma non bisogna generalizzare .... c'è chi merita di essere punito tra gli hacker ma non tutti certamente vanno a mettere sottosopra i sistemi operativi della NASA e della CIA ....
  • Anonimo scrive:
    Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
    ...brigate rosse, saddam hussein, internet sicurezza e virus...tutte str*.. sono solo pretesti per saziare la fame di denaro e potere dei soliti maiali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
      Hai ragione da vendere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
        - Scritto da: Walter
        Hai ragione da vendere.Io non gliela compro di certo :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
      Ammiro per tanti versi gli USA, ma l'altro giorno ho letto una frase molto significativa di uno studioso americano che condivido pienamente:- Bisogna ricordare che gli Stati Uniti non sono affatto una democrazia, sono una Repubblica, il che è molto diverso. Oggigiorno se lì la pensi diversamente da quello che è il pensiero "dominante" rischi di passare seri guai..- Scritto da: buatt
      ...brigate rosse, saddam hussein, internet
      sicurezza e virus...
      tutte str*.. sono solo pretesti per saziare
      la fame di denaro e potere dei soliti
      maiali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
      e vogliamo parlare pure degli emendamenti del governo sull'immunità parlamentare? I parlamentari potranno rubare truffare stuprare e fare quello che gli pare mentre al ragazzino smaliziato che si è fatto prendere troppo la mano e che con uno script trovato in rete butta giù un server gestito da un imbecille gli diamo l'ergastolo?Ah... per non dimenticare sulla legge USA che prevede o prevederà la possibilità per le major discografiche di eseguire atti di pirateria informatica (intrusione e cancellazione di file) "per la salvaguardia dei propri interessi commerciali".Qui stiamo perdendo il senso della ragione..
      • Anonimo scrive:
        Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
        Perfettamente d'accordo.Non lo so, ma ho la sensazione che tutte queste misure "straordinarie" possano in qualche maniera dare una batosta allo sviluppo di Internet (e non vorrei che in fondo fosse proprio questo l'obiettivo).Per carità, non voglio dire che tutto debba essere permesso, ma in molti casi stiamo veramente rasentando il ridicolo.Purtroppo la rete sta perdendo gran parte del suo fascino, che era quello di poter esprimere e condividere liberamente le proprie opinioni. Ormai si deve aver paura di scrivere qualcosa, di entrare in un particolare sito, di scaricare un brano o un filmato, perchè potresti trovarti in un mare di guai anche solo per il sospetto che tu stia commettendo qualcosa di illecito.Potrà sembrare assurdo, ma molti paesi "civili", passatemi questo brutto termine, si stanno allineando a quegli Stati che fino a ieri venivano criticati per le censure applicate alla rete.Ah beh...scusate...ma questa non è censura, noi siamo stati democratici, gli altri no..Ripeto, se le misure vengono prese per ragioni di sicurezza ben vengano. In effetti non è ammissibile che un provider si rifiuti, in nome delle libertà, di fornire il log nel quale potrebbe comparire il terrorista che ha mandato in tilt il sistema di sicurezza di un aeroporto.Ma qui stiamo andando oltre e stiamo uscendo dal seminato.Scusate lo sfogo...Saluti.
        Qui stiamo perdendo il senso della ragione..
        • Anonimo scrive:
          Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
          Beh...in effetti è esattamente come hai detto tu, e cioè che una volta si poteva dire quello che si voleva, ora no.Ho iniziato a navigare nel 1999 (mi pare, o forse era il 98?), e mi ricordo che si poteva fare veramente DI TUTTO. Non ricordo di nessuno che rompeva le balle se facevi qualcosa che non andava. Poi penso che c'è stata un crisi economica, e ora stanno tutti più attenti, e non si può fare praticamente niente che si è subito colpiti.Mr.Wolf
          • Anonimo scrive:
            Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
            vengo dal 96 gran bei tempitempi di irc war nukers e risatema ad un terrorista se ne frega dell'ergastolonon glienefrega della sua vitache gli interessa se in usa danno l'ergastolochiedono l'estradizione si a suon di bombea bin ladenun attcco veramente serio lo fai da un pc portatile con la fottitura di un paio di sat e gli metti in crisi la spina dorsaleper via dei bassi costi di internet tutto passa attraverso essaquanto costa stare 10 ore con un americano al telefono e quante con netmeeting via internetvuoi sicurezza staccare tutto da internete' piuche normale che internet sia oggetto di attacchi e solo un mezzo di comunicazione non un sistema di gestione dati da remotoo per transazioni di denaroadesso devono fare le leggi per correre ai ripari (non so che ripari ci siano quando un sistema e' in crisi e ha fatto i suoi danni poi devi anche prenderlo e se questo e' bin laden ...col c@zzo che prendi bin ladenma se non hanno preso bin laden come fanno a dare l'ergastolo
        • Anonimo scrive:
          Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...

          Non lo so, ma ho la sensazione che tutte
          queste misure "straordinarie" possano in
          qualche maniera dare una batosta allo
          sviluppo di Internet (e non vorrei che in
          fondo fosse proprio questo l'obiettivo).in quale altro modo io e te che non ci conosciamo avremmo potuto scambiare le nostre idee e renderle visibili ad altre decine o centinaia di persone che visitano questo sito?... pensaci un attimo su..
          Ormai si deve aver paura
          di scrivere qualcosa, di entrare in un
          particolare sito, di scaricare un brano o un
          filmato, perchè potresti trovarti in un mare
          di guai anche solo per il sospetto che tu
          stia commettendo qualcosa di illecito.per il solo "pretesto"...
          Ripeto, se le misure vengono prese per
          ragioni di sicurezza ben vengano. In effetti
          non è ammissibile che un provider si
          rifiuti, in nome delle libertà, di fornire
          il log nel quale potrebbe comparire il
          terrorista che ha mandato in tilt il sistema
          di sicurezza di un aeroporto.attenzione.. la "sicurezza" è un pretesto che ci si è inventati per appesantire la mano sulla censura.. cosa c'entra il ragazzino che per mezz'ora fa comparire uno smile sulla homepage di cnn.com con chi ha pilotato gli aerei contro le twin towers? sicurezza negli aereoporti = sicurezza di un sito web ??!?!?! cracking = terrorismo islamico ?!?!?! Forse si vuole strumentalizzare quello che è successo alle twin towers per imbavagliare internet e le "voci scomode" della rete..
          Ma qui stiamo andando oltre e stiamo uscendo
          dal seminato.quel che riguarda la nostra vita presente e futura non è mai Off Topic.. può esserlo il contesto (PI) ma gli editori del sito ci consentano l'abuso del mezzo se è ormai una delle poche oasi in un deserto incombente..
      • Anonimo scrive:
        Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
        - Scritto da: Buatt
        al ragazzino smaliziato che si è fatto
        prendere troppo la mano e che con uno script
        trovato in rete butta giù un server gestito
        da un imbecille gli diamo l'ergastolo?
        la possibilità per
        le major discografiche di eseguire atti di
        pirateria informatica mmm sarebbe divertente se un giurista riuscisse a far condannare i secondi con la legge fatta per i primi :)I Boss della rccia al gabbio e le serrature saldate :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
      non è fare fantapolitica sostenere che al GOTA americano l'11 settembre gli è s...fuggito di mano e non pensavano mai che succedesse un disastro simile(Pearl Harbour docet e al gran Capo gli sono venuti i capelli bianchi,che tanto si vantava di non avere:anzi ha fatto la campagna elettorale dicendo di un certo rivale che aveva i capelli bianchi perchè non valeva.....)e che tutta questa storia è stata studiata a tavolino e che quindi non meravigliamoci di niente.....è solo il Dio Soldo che conta la vecchia Storia che non muore maie poi ci dicono che non siamo realistie intanto LORO ci scavano la FOSSAe quindi l'ergastolo che è in confronto a quei morti dell'11 settembre è solo il Dio Soldo che conta dragheno
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
      saranno anche cazzate ma dietro ci sono interessi ben più grandi che nn si possono riassumere in frasi così semplicistiche.... nn credi??
    • Anonimo scrive:
      Re: Terrorismo, 11 settembre, hacker e cracker...
      - Scritto da: buatt
      ...brigate rosse, saddam hussein, internet
      sicurezza e virus...
      tutte str*.. sono solo pretesti per saziare
      la fame di denaro e potere dei soliti
      maiali.Lo sapevate che per dire "la politica e' tutta un magna magna" bastano 18 anni? pero' poi al governo c'e' il piu' grosso magnone della storia d'italia.
  • Anonimo scrive:
    Amerikaner raus !
    Se lo facciano sul loro territorio !E` tempo di ricacciare le politiche *statunitensi* (da non confondere con quelle Americane) a casa propria.
  • Anonimo scrive:
    Ma che monitorano nei Dos??
    Nell' articolo si dice che monitoreranno i sitemi colpiti da dos, quindi monitorano i 1000-2000 computer con dentro un bel trojan che stanno pingando a manetta i server?? Mah..
    • Anonimo scrive:
      E poi li condannano tutti?
      Tutti quelli che hanno avuto la scarogna di beccarsi il worm che effettua il DoS?
      • Anonimo scrive:
        Re: E poi li condannano tutti?
        - Scritto da: alex¸tg
        Tutti quelli che hanno avuto la scarogna di
        beccarsi il worm che effettua il DoS?L'importante è dare risposte esemplari.Se ci saranno vittime innocenti queste saranno da addebbitare ai terroristi cracker che hanno iniziato una guerra sporca a cui noi dobbiamo rispondere con la massima severità possibile.Ma vinceremo la guerra!Sarà questa fermezza a permetterci di vincere la guerra.E quando l'avremo vinta e anche gli eventuali innocenti finiti in galera potranno godere da dietro le sbarre le gioie di un mondo più libero e più giusto.
  • Anonimo scrive:
    Teoria del deterrente
    Negli USA sono rimasti qualche decennio indietro sulle teorie criminologiche...lo sanno tutti ormai che quella del deterrente non funziona.Da noi lo sapeva gia' un certo Beccaria un paio di secoli fa!
    • Anonimo scrive:
      Re: Teoria del deterrente
      - Scritto da: Garak
      Negli USA sono rimasti qualche decennio
      indietro sulle teorie criminologiche...lo
      sanno tutti ormai che quella del deterrente
      non funziona.
      Da noi lo sapeva gia' un certo Beccaria un
      paio di secoli fa!Vuoi dire che i tipi che eventualmente prenderanno l'ergastolo riusciranno a compiere attacchi informatici dal carcere?
      • Anonimo scrive:
        Re: Teoria del deterrente
        no vuole dire che la prospettiva di un ergastolo non scoraggia chi ha intenzione di commettere reati informatici, come anche la pena di morte non scoraggia gli assassini in USA.
        • Anonimo scrive:
          Re: Teoria del deterrente
          - Scritto da: z2
          no vuole dire che la prospettiva di un
          ergastolo non scoraggia chi ha intenzione di
          commettere reati informatici, come anche la
          pena di morte non scoraggia gli assassini in
          USA.non hai risposto al mio post:"Vuoi dire che i tipi che eventualmente prenderanno l'ergastolo riusciranno a compiere attacchi informatici dal carcere?"
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            certo che no ma se non sono loro saranno altri e che hai risolto? Produci semplicemente un sovraffollamento del sistema carcerario a spese dello stato senza risolvere il problema.
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            - Scritto da: eh?

            - Scritto da: z2

            no vuole dire che la prospettiva di un

            ergastolo non scoraggia chi ha intenzione
            di

            commettere reati informatici, come anche
            la

            pena di morte non scoraggia gli assassini
            in

            USA.

            non hai risposto al mio post:

            "Vuoi dire che i tipi che eventualmente
            prenderanno l'ergastolo riusciranno a
            compiere attacchi informatici dal carcere?"Però ti ha detto che quelli sottoposti a condanna a morte non saranno scoraggiati da assassinare ancora...
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            no ho scitto che la prospettiva della pena di morte non scoraggia un potenziale assassino (nonostante tale pena gli omicidi in USA non sembrano calare, anzi)
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            - Scritto da: z2
            no ho scitto che la prospettiva della pena
            di morte non scoraggia un potenziale
            assassino (nonostante tale pena gli omicidi
            in USA non sembrano calare, anzi)Insisto:Mi sembra che anche se non risolve il problema in generale, risolve QUELLA PARTICOLARE ISTANZA del problema.Che sia giusto o no, non entro nella questione.Che sia efficace nei termini da me descritti mi sembra talmente palese...Allo stesso modo un'assassino che prende 10 anni, può uscire di prigione ed uccidere ancora (ed è successo tante volte), mentre per uno condannato a morte ho qualche dubbio...Poi anch'io sono contro la pena di morte... ci mancherebbe.
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            scusa non ho capito, ma lo scopo e' ridurre il numero dei delitti o punire in un determinato modo una persona? Fatto sta' che facendo in questo modo anche se la singola persona in questione non potra' piu' uccidere il numero di questo tipo di reati aumenta, vedi te se conviene...
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            - Scritto da: z2
            scusa non ho capito, ma lo scopo e' ridurre
            il numero dei delitti o punire in un
            determinato modo una persona? Fatto sta' che
            facendo in questo modo anche se la singola
            persona in questione non potra' piu'
            uccidere il numero di questo tipo di reati
            aumenta, vedi te se conviene...Esempio senza ergastolo:-x uccide una persona-x prende 10 anni -x esce di galera-x uccide un'altra persona-x prende l'ergastolo-x non uccide piùtotale morti 2Esempio con ergastolo:-x uccide una persona-x prende l'ergastolo-x non uccide piùtotale morti 1sai quanto fa 2 meno 1?
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            non esiste solo x in una societa' e per un x che piglia l'ergastolo ci sono altri 10 x che commettono lo stesso delitto, considera poi che le risorse carcerarie di uno stato sono per forza di cose limitate e forse capirai che inasprire le pene non serve a nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            - Scritto da: z2
            non esiste solo x in una societa' e per un x
            che piglia l'ergastolo ci sono altri 10 x
            che commettono lo stesso delitto, considera
            poi che le risorse carcerarie di uno stato
            sono per forza di cose limitate e forse
            capirai che inasprire le pene non serve a
            nulla.Considero solo che davanti all'evidenza (ho detto più volte che non sono d'accordo nè con la pena di morte nè con l'ergastolo facile), alcune persone fanno finta di non capire...Ti ricordo: 2 meno 1 = 1Una persona viva in più...poi puoi dire quello che ti pare ma quello è un fatto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            - Scritto da: eh?
            Allo stesso modo un'assassino che prende 10
            anni, può uscire di prigione ed uccidere
            ancora (ed è successo tante volte), mentre
            per uno condannato a morte ho qualche
            dubbio...Complimenti, bel modo di ragionare.Quindi secondo te, per qualsiasi reato venga commesso, e' ragionevole dare l'ergastolo perche' in questo modo si eviterebbe che la stessa persona potrebbe compierlo una seconda volta.Complimenti!!Una pena deve essere giusta innanzitutto, cioe'commisurata al reato. A volte si puo' pensaredi dare una pena piu' pesante come deterrente:z2 sostiene, e io penso lo stesso, che questonon serve a niente; tu rispondi chiedendose la persona condannata all'ergastolo puo'ripetere lo stesso reato, e non avresti potutodire cosa piu' stupida (anche perche' nonc'entrava nulla).
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            - Scritto da: ste
            Quindi secondo te, per qualsiasi reato venga
            commesso, e' ragionevole dare l'ergastolo
            perche' in questo modo si eviterebbe che la
            stessa persona potrebbe compierlo una
            seconda volta.No
            Complimenti!!Non hai capito niente
            Una pena deve essere giusta innanzitutto,Sì
            cioe'
            commisurata al reato. A volte si puo' pensare
            di dare una pena piu' pesante come
            deterrente:
            z2 sostiene, e io penso lo stesso, che questo
            non serve a niente; Bene.
            tu rispondi chiedendo
            se la persona condannata all'ergastolo puo'
            ripetere lo stesso reato, e non avresti
            potuto
            dire cosa piu' stupida (anche perche' non
            c'entrava nulla).Fai pure finta di non capire... non intrerverrò più in questo thread.
          • Anonimo scrive:
            Re: Teoria del deterrente
            - Scritto da: z2
            no ho scitto che la prospettiva della pena
            di morte non scoraggia un potenziale
            assassino (nonostante tale pena gli omicidi
            in USA non sembrano calare, anzi) Io una cosa vorrei tanto sapere da Te: Che Tu mi spiegassi come fai a dire, in tutta coscenza e onesta', che gli omicidi negli USA non vengono commessi in maggior numero di quello attuale non a causa della deterrenza data dalla pena di morte incombente??? E Bada bene che non ti sto dicendo che negli USA non vengono commessi omicidi, ma ti sto dicendo che il loro numero, gia' estremamente alto, non aumenta "anche" perche' comunque la pena di morte costituisce un deterrente. Parla di percentuali di mancati omicidi in funzione della pena applicabile, e sarai piu' vicino alla realta'.Ti saluto
        • Anonimo scrive:
          Re: Teoria del deterrente

          la prospettiva di un
          ergastolo non scoraggia chi ha intenzione di
          commettere reati informatici, come anche la
          pena di morte non scoraggia gli assassini in
          USA.Infatti.Anzi al contrario la pena di morte in un certo senso alimenta gli omicidi, perchè uno stato che giudica lecito comminare a chi sbaglia la morte non crea un rispetto del valore della vita e porta a formare nei deviati (nel senso di devianti dalla legalità) quando si ergono loro a giudici delle loro vittime lo stesso tipo di mentalità dei giudizi legali.Se tu sbagli io ti punisco in modo rigidissimo, con la differenza che il potere prima di stare dalla parte dello stato nei confronti dei criminali passa dalla parte dei criminali nel confronto delle vittime.In più il deviato sociale più sà che la sua vita ha poca importanza e potrebbe finire presto più ne da di meno alla vita degli altri.Le statistiche dimostrano che i paesi che hanno la pena di morte hanno un incidenza maggiore di omicidi e di crimini gravi rispetto a quelli dove questa è assente.Instaurare un clima di terrore per prevenire porta invece a risposte terroristiche (come stanno [non] imparando gli istraeliani ad esempio che più aumentano la spinta repressiva in palestina e più ne subiscono attentati sempre più efferati in ritorsione).
    • Anonimo scrive:
      Re: Teoria del deterrente
      Non solo: il nonno di Manzoni sosteneva anche la proporzionalità fra crimine e pena.saluti.- Scritto da: Garak
      Negli USA sono rimasti qualche decennio
      indietro sulle teorie criminologiche...lo
      sanno tutti ormai che quella del deterrente
      non funziona.
      Da noi lo sapeva gia' un certo Beccaria un
      paio di secoli fa!
  • Anonimo scrive:
    Grazie infinite ai Tre "B"
    Grazie a te Bin Laden, per aver dato a Bush il pretesto per far dare un bel paio di giri di vite alle nostre democrazie.Ed ecco che un'altro risultato, positivo solo per te s'intende, si colloca in un cantoncino nella tua ampia saccoccia di target raggiunti.Grazie a te Bush, per aver dato a Bill la possibilita' di propagandare ai quattro venti, la soluzione a tutti i ns. mali, ovvero quella cosa delirante e antidemocratica chiamata "Palladium". La liberta' di scelta, ringrazia ancora una volta.Grazie, a te Bill Gates che ci farai credere una volta di piu' che Microsoft sia indispensabile, ed inevitabile, per il nuovo avvenire.Perche' Microsoft e' progresso, tuo s'intende, mal'importante e' crederci, si sa'.Un grazie, infine, anche a coloro, e son sicuro saranno tanti, che con la loro indifferenza o con il loro miope plauso, agevoleranno la costruzione di quella bella e ampia strada lastricata di buone intenzioni che ci portera tutti a realizzare un bel mondo d'ispirazione orwelliana, dove pochi sapranno, sempre, tutto di tutti e molti nulla di nessuno.Un grazie di cuore ai tre B.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie infinite ai Tre "B"

      dove pochi sapranno, sempre, tutto di tutti e
      molti nulla di nessuno.Da quale foresta salti fuori? no non te la prendere non ti voglio attaccare...volevo solo farti notare che questo tuo "warning" e' tardivo perche lo scenario e' gia' in atto da tempo prima delle varie B.Ti ricordo poi che anche se stai con la panza a prendere il sole (l'america e quindi anche noi) stiamo in guerra con il pericolo che qualche figlio di allah maniaco depresso che ha studiato informatica al MIT s'inventi qualche trucco per farti cascare addosso un'aereo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie infinite ai Tre "B"
        - Scritto da: Oxxo
        Ti ricordo poi che anche se stai con la
        panza a prendere il sole (l'america e quindi
        anche noi) stiamo in guerra con il pericolo
        che qualche figlio di allah maniaco depresso
        che ha studiato informatica al MIT
        s'inventi qualche trucco per farti cascare
        addosso un'aereo.E questo a causa/per merito di chi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie infinite ai Tre "B"
        "siamo" in guerra? per quanto mi riguarda siamo colonia americana da 50 anni, colonia di un popolo di terroristi e criminali che ci sta' annientando culturalmente; se qualcuno decide di farla pagare agli americani facendogli cascare addosso un aereo non mi riguarda.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie infinite ai Tre "B"
          Volevo postare che questa legge era iniqua e sbagliata , ma dopo aver letto il tuo post mi convinco che poi forse tanto errata non sia.saluti.- Scritto da: z2
          "siamo" in guerra? per quanto mi riguarda
          siamo colonia americana da 50 anni, colonia
          di un popolo di terroristi e criminali che
          ci sta' annientando culturalmente; se
          qualcuno decide di farla pagare agli
          americani facendogli cascare addosso un
          aereo non mi riguarda.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            vallo a raccontare ai parenti delle vittime del Cermis e gia' che ci sei digli che gli assassini dei loro famialiari non marciscono in galera ma gli hanno addirittura dato una medaglia (per altri motivi), sei uno schiavo, come tutti noi essendo colonia americana; attualmente ci occupano militarmente dato che non hanno smantellato le loro basi (basi USA non NATO) il cui mandato e' scaduto dal 1995 e nessuno dei nostri politici dice mezza parola dato che loro sono qui per "proteggerci". Hanno fatto a pezzi la nostra cultura e queste sono solo poche cose che hanno fatto a noi, in giro per il mondo hanno fatto moooolto peggio.Evidentemente valuti maggiormente i piccoli privilegi che ti derivano da questa situazione della tua liberta'e quella dei tuoi figli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            Questa è paranoia pura...Visto che due piloti di caccia hanno ucciso per errore delle persone, allora tutto le persone dello stato da cui vengono sono assassini?Beh, se è così, allora tutti gli esseri umani sono assassini, secondo il tuo punto di vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            era solo un esempio, ovviamente non posso mettermi ad elencare ogni singola atrocita' commessa da quel popolo bastardo in tutto il mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            P.S. chissa' perche' gli USA sono stati tra i pochissimi stati che si sono opposti alla creazione di un tribunale internazionale permanente contro i crimini di guerra...
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            Di atrocità ne hanno commesse tutti i popoli.Comunque, il fatto è proprio che è un popolo bastardo, in senso letterale, e ti ricordo che è composto anche da una buona parte di italiani.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            se ci facciamo 2 conti vediamo che il rapporto di atrocita' commesse da USA e altri paesi non torna.La 'buona parte' di italiani di cui parli non e' predominante nella classe dirigente, che e' composta per la gran parte da anglosassoni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            Non guardare solo i cognomi (molti "inglesizzati" da parte degli emigranti), ma anche la discendenza.Comunque fammi un paio di calcoli e presentami le statistiche delle atrocità, così magari riesco a convincermi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            basti pensare al utilizzo della bomba atomica per vaporizzare centinaia di migliaia di civili giapponesi a guerra gia' praticamente vinta (ai giapponesi rimaneva ben poco) su obiettivi civili e non militari, poi passiamo al vietnam, arriviamo al bombardamento di citta' jugoslave (tra parentesi hanno fatto fuori mi pare 213 scuole e l'ambasciata cinese con bombe il cui margine di errore sono pochi metri...) (perche' non bombardano israele che sta' commettendo le medesime atrocita' con la differenza che nemmeno sono a casa loro?), l'embargo per l'iraq che ha prodotto fame, miseria e morte tra la pololazione civile, l'attacco e il conseguente bombardamento al afghanistan su villaggi di civili la cui unica colpa era essere nati li; e questi sono solo pochi esempi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            - Scritto da: z2
            basti pensare al utilizzo della bomba[...]
            sono solo pochi esempi.In Afghanistan hanno bombardato dei magazzini della Croce Rossa che contenevano generi di primo conforto, alimentari, ecc... Ma non era esplicitamente vietato dalla convenzione di Ginevra? Mah!
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            torna indietro e rileggi il mio post:non ti ho chiesto qualche esempio riguardo gli USA, scelti da una persona decisamente prevenuta; ti ho chiesto di quantificare anche ciò che hanno fatto tutti gli altri e confrontare ciò che ottieni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            - Scritto da: The Sanity Assassin
            torna indietro e rileggi il mio post:
            non ti ho chiesto qualche esempio riguardo
            gli USA, scelti da una persona decisamente
            prevenuta; ti ho chiesto di quantificare
            anche ciò che hanno fatto tutti gli altri e
            confrontare ciò che ottieni."quantificare anche ciò che hanno fatto tutti gli altri" presi singolo stato con singolo stato non arriveranno mai alla somma dei delitti commessi dagli americani (sono sufficienti gli esempi riportati da z2).Il confronto è nettamente sbilanciato e anche un bimbo se ne accorge.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            ottengo una grossa sproporzione, mi sembra palese, nessun altro stato negli ultimi 50 anni e' riuscito a collezionare la quantita' di crimini e massacri che ha fatto l'america.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            in base a cosa affermi che sono prevenuto? Perche' la penso diversamente da te o perche' do' addosso a quel fulgido esempio di democrazia e liberta' che e' l'america?
          • Anonimo scrive:
            ERRORE??????
            Ah ora sorvolare a bassissima quota sopra i cavi delle funivie (anzi mi pare anche SOTTO tali cavi) si chiama ERRORE?Dei piloti che commettono "ERRORI" come questi non dovrebbero guidare nemmeno degli alianti a pedali...Va da se che ERRORE forse e' stato definito per comodita' di qualcuno ma certamente e' stato causato da una BRAVATA.Altrimenti potrei dire che Quel camionista, ad alta velocita' e fuori gli orari consentiti, ha divelto il Bus con i ragazzi per ERRORE.L' errore non sta nel aver causato l' incidente ma nel non aver (volutamente) rispettato le regole che avrebbero evitato tale disastro (non si passa accanto a dei cavi della funivia per ERRORE).Senno' tutto diventa scusabile.. EH NO!Cazzarola...- Scritto da: The Sanity Assassin
            Questa è paranoia pura...
            Visto che due piloti di caccia hanno ucciso
            per errore delle persone, allora tutto le
            persone dello stato da cui vengono sono
            assassini?
            Beh, se è così, allora tutti gli esseri
            umani sono assassini, secondo il tuo punto
            di vista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie infinite ai Tre "B"
            - Scritto da: The Sanity Assassin
            Questa è paranoia pura...
            Visto che due piloti di caccia hanno ucciso
            per errore delle persone, allora tutto le
            persone dello stato da cui vengono sono
            assassini?Non sono d'accordo con quello che dice z2, mae' vero che sia molto significativo il fattoche se militari statunitensi causano la mortedi decine di cittadini italiani non vengonocondannati per la loro colpa.Con quanta facilita' riescono a fare crederecosa sia necessario e primario fare (tipolotta al terrorismo) e su cosa invecesi puo' sorvolare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie infinite ai Tre "B"
      - Scritto da: Simplex
      Grazie a te Bin Laden, per aver dato a BushMagari Bin Laden non c'entra nulla, era un'operazione coperta dei servizi segreti... proprio per ottenere fra gli altri questi vantaggi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie infinite ai Tre "B"
        - Scritto da: ma forse


        - Scritto da: Simplex

        Grazie a te Bin Laden, per aver dato a
        Bush

        Magari Bin Laden non c'entra nulla, era
        un'operazione coperta dei servizi segreti...
        proprio per ottenere fra gli altri questi
        vantaggi.vedo che c'è ancora qualcuno che non crede alle favole! credevo di essere il solo
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie infinite ai Tre "B"
      - Scritto da: Simplex
      Grazie a te Bin Laden, per aver dato a Bush
      [...]Ti manca Berlusconi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie infinite ai Tre "B"
        - Scritto da: eh?

        - Scritto da: Simplex

        Grazie a te Bin Laden, per aver dato a
        Bush

        [...]

        Ti manca Berlusconi.anche Bertinotti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie infinite ai Tre "B"
          - Scritto da: uh?


          - Scritto da: eh?



          - Scritto da: Simplex


          Grazie a te Bin Laden, per aver dato a

          Bush


          [...]



          Ti manca Berlusconi.

          anche Bertinotti.e Barbara Bushet
  • Anonimo scrive:
    figuriamoci...
    Maddaiiii...se un ragazzino è più intelligente della media e fa una bravata entrando in un computer della NASA prende l'ergastolo, mentre l'amministratore che ha lasciato a tutto il mondo informazioni riservate niente.Se un ragazzino fa una rapina in banca, o spara ad un compagno, può darsi che nel giro di qualche anno sia fuori (sicuramente non gli danno l'ergastolo).Mr.Wolf
    • Anonimo scrive:
      Re: figuriamoci...
      Non conosci la regolina del three times you're out ? :DIn America se rubi tre volte un pomodoro hai l'ergastolo :p
    • Anonimo scrive:
      Re: figuriamoci...
      - Scritto da: MrWolf
      Maddaiiii...se un ragazzino è più
      intelligente della media e fa una bravata
      entrando in un computer della NASA prende
      l'ergastolo, mentre l'amministratore che ha
      lasciato a tutto il mondo informazioni
      riservate niente.
      Se un ragazzino fa una rapina in banca, o
      spara ad un compagno, può darsi che nel giro
      di qualche anno sia fuori (sicuramente non
      gli danno l'ergastolo).
      Mr.WolfL' ergastolo è una pena eccessiva, ma il carcere mi sembra un' ottima soluzione. Il cracking è un fenomeno molto grave, visto che i ragazzini che compiono questi crimini contro istituti di credito, assicurazioni, ecc. sono perfettamente consapevoli di quello che stanno facendo.
      • Anonimo scrive:
        Re: figuriamoci...

        che i ragazzini che compiono questi crimini
        contro istituti di credito, assicurazioni,
        ecc. sono perfettamente consapevoli di
        quello che stanno facendo.ahla sicurezza delle proprie idee...
      • Anonimo scrive:
        Re: figuriamoci...

        L' ergastolo è una pena eccessiva, ma il
        carcere mi sembra un' ottima soluzione. Il
        cracking è un fenomeno molto grave, visto
        che i ragazzini che compiono questi crimini
        contro istituti di credito, assicurazioni,
        ecc. sono perfettamente consapevoli di
        quello che stanno facendo. Paese che vai usanze che trovi... qua piu' rubi piu' vai in alto nella gerarchia politica
        :)
    • Anonimo scrive:
      Re: figuriamoci...
      - Scritto da: MrWolf
      Maddaiiii...se un ragazzino è più
      intelligente della media e fa una bravata
      entrando in un computer della NASA prende
      l'ergastolo, mentre l'amministratore che ha
      lasciato a tutto il mondo informazioni
      riservate niente.
      Se un ragazzino fa una rapina in banca, o
      spara ad un compagno, può darsi che nel giro
      di qualche anno sia fuori (sicuramente non
      gli danno l'ergastolo).
      Mr.WolfQuesto ti dice cos'è che preoccupa veramente i potenti. Non certo l'ordine pubblico, non certo la criminalità (che peraltro sono solo dei loro colleghi ;)), non certo gli omicidi...Quello che li preoccupa, è l'essere toccati nei loro potenti interessi economici.
    • Anonimo scrive:
      Re: figuriamoci...
      Parla di ergastolo nei casi estremi, non per tutti i cracker.Comunque negli USA condannano a morte anche i ragazzini se ammazzano qualcuno...
      • Anonimo scrive:
        Re: figuriamoci...
        Beh, condannano a morte i ragazzini se ammazzano qualcuno sì...comunque non è detta l'ultima parola.E poi, io avevo detto "se spara ad un compagno". So che è una frase che non si capisce molto, ma intendevo dire solo ferire molto molto gravemente. Con un colpo di pistola non è detto che si muoia (proprio l'altro giorno qua nella mia città c'è stata una sparatoria e un tizio è rimasto ferito e se la cava in 20 giorni).Mr.Wolf
  • Anonimo scrive:
    perplesso
    nonostante la gravita' di alcune azioni di cracking sono molto perplesso dalla sproporzione della pena tra un crimine che puo' colpire nella maggior parte dei casi attivita' finanziarie ed un altro come l'omicidio o l'attivita' mafiosa che troppo spesso incide invece direttamente sui cittadini qualunque, e questo non solo negli USA.
    • Anonimo scrive:
      Re: perplesso
      Ma l'ergastolo è contemplato nel caso che l'azione del cracker metta in pericolo la vita di qualcuno, dice l'articolo. Insomma, la pena dovrebbe essere commisurata all'entità dell'azione.
    • Anonimo scrive:
      Re: perplesso
      io invece sono daccordissimo con te e per un motivo molto semplice: i livelli di sicurezza degli 'enti' a rischio sono ancora cosi' scarsi che e' possibile da una rete (mi si passi il termine) aperta come una puttana - di creare sfasci tali da implicare l'ergastolo. Che siano "loro" invece a darsi da fare a creare dei sistemi sicuri e allora si' che se uno li crakka merita di finire in galera!piuttosto a me questa pare tutta una montatura per far cagare sotto chi osa intaccare il dominio incontrastato di zio billy e gli altri ciucciasangue...
Chiudi i commenti