Proposta free software, l'appoggio dai DS

L'associazione telematica dei DS appoggia la proposta dei Verdi sull'introduzione dell'open source e del free software nelle istituzioni italiane
L'associazione telematica dei DS appoggia la proposta dei Verdi sull'introduzione dell'open source e del free software nelle istituzioni italiane


Roma – Aumentano le speranze per la proposta di legge che sarà presto presentata dai Verdi in Senato e che chiede l’introduzione dell’open source e del free software nelle istituzioni italiane. Aumentano, con l’appoggio che viene dato alla proposta da netWork, l’associazione telematica dei Democratici di Sinistra.

La proposta , nata su iniziativa del consigliere comunale dei Verdi a Firenze Alessio Papini, è intitolata: “Norme in materia di pluralismo informatico, sulla adozione e la diffusione del software libero e sulla portabilità dei documenti informatici nella Pubblica Amministrazione”.

Al Comma 1 dell’articolo 2 la proposta recita: “La Pubblica Amministrazione, nella scelta dei programmi per elaboratore elettronico necessari alla propria attività, privilegia sistemi operativi, applicativi e programmi in genere che appartengano alla categoria del software libero o, in seconda battuta, a codice sorgente aperto”.

Si tratta dunque di una proposta di grande rilievo che dovrà essere discussa in Parlamento e sulla quale, prima della sua introduzione, i proponenti stanno cercando di coalizzare il maggior numero possibile di energie.

L’associazione telematica dei DS in una nota ha spiegato di ritenere “che occorra con urgenza liberare lo Stato italiano dalla soggezione di fatto verso il software proprietario e verso il soggetto dominante sul mercato del software”. E ha sottolineato che Linux è ormai stabile e facile quanto i software proprietari e “dal lato della sicurezza, d’altro canto, il software libero e Open Source ha da sempre surclassato gli analoghi programmi proprietari”.

“NetWork – spiega la nota diffusa ieri – chiede ai gruppi parlamentari dei DS di appoggiare il progetto di legge sul software libero e Open Source e si mette a disposizione per supportare il suo percorso legislativo”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 03 2002
Link copiato negli appunti