Psystar licenzia Apple

Terze parti potranno utilizzare la tecnologia sviluppata dal clone. Almeno secondo quanto dichiarato dall'azienda che ha sfidato Cupertino
Terze parti potranno utilizzare la tecnologia sviluppata dal clone. Almeno secondo quanto dichiarato dall'azienda che ha sfidato Cupertino

Psystar ha annunciato di voler rendere disponibile sotto licenza le proprie tecnologie di virtualizzazione grazie alle quali è possibile far girare Mac OSX anche in computer non prodotti da Apple.

Hardware certificato dal clone di Cupertino sul quale altre aziende potranno utilizzare Darwin Universal Boot Loader , il programma spesso al centro della disputa legale fra le due aziende.

Da Apple ancora non giungono commenti in merito, ma Psystar sembra voler fare sul serio: “La nostra idea – spiega l’azienda in una nota – è quella di fornire all’utente finale la libertà di scegliere quale sistema operativo utilizzare sul proprio computer”.

Il licensing program avviato da Psystar prevede in effetti il supporto per Windows 7 , Vista, varie distro Linux e, ovviamente, anche per Snow Leopard.

Non sono ancora stati definiti i costi dell’operazione ma è indubbio che Apple risponderà in quale modo, andando ad infoltire gli incartamenti presenti nei tribunali. Da tempo, ormai, terreno di scontro prediletto tra Psystar e la Mela originale.

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 10 2009
Link copiato negli appunti