Punto Informatico 8.0.0

Veste grafica rinnovata, nuovo motore di gestione degli archivi, nuova engine dei forum e una serie di novità per la Community. Così cambia il quotidiano dell'IT, su internet dal 1996. Tutti i dettagli


Roma – Si chiama Punto Informatico 8.0.0 la nuova “versione” del quotidiano di informatica, telematica e comunicazione che dal febbraio 1996 ad oggi ha superato una lunga serie di cambiamenti, evoluzioni, tanto nel layout delle pagine quanto nelle tecnologie di gestione del sito.

Dopo circa due anni durante i quali vi sono state aggiunte e modifiche alla precedente versione, Punto Informatico da poche ore si presenta con alcune vistose novità grafiche, pensate per mettere ordine ad una massa di contenuti che, complici le migliaia di commenti lasciati ogni giorno sui forum del giornale, rischiava nella vecchia versione di far “esplodere” il sito.

PI 8.0.0 ha arricchito la home page dando maggiore visibilità da un lato a notizie, articoli, editoriali e commenti maggiormente pregnanti (“da non perdere”), dall’altro a quella serie di strumenti che vengono ormai utilizzati da una parte consistente dei lettori di PI, come quelli della MailBox e della Community, i Forum innanzitutto.

La home page, come si vedrà con il passare dei giorni, è oggi più flessibile di quella precedente e consente di gestire priorità, evidenziazioni e rilevanza nella presentazione delle news a tutto beneficio della consultazione del giornale.

Nelle pagine delle news è stata data maggiore evidenza ai Canali che consentono di porre tutte le novità nel giusto contesto “storico” dell’argomento a cui appartengono.
Un risalto più spiccato in quelle pagine anche al Sommario del giorno, posizionato sulla sinistra per consentire un facile passaggio da una notizia all’altra. Sopra il Sommario, oltre al motore di ricerca, anche il potenziamento di Time Warp, la funzionalità che consente di passare ad un numero precedente di PI tratto dall’archivio. Provare per credere.

Una prima significativa rivoluzione l’ha subita anche Directory, che oggi raccoglie quasi 5mila siti recensiti dalla redazione di questo giornale e ora organizzati in canali tematici più facilmente consultabili. Rimane sempre attivo, naturalmente, anche il motore di ricerca specializzato.

L’attuale risoluzione di presentazione del sito è pensata per venire incontro alle necessità della grande maggioranza dei lettori ma è già in cantiere una versione del layout di Punto Informatico adatta alle risoluzioni più alte. Sarà messa a disposizione nella release PI 8.0.1 che conterrà anche altre piccole innovazioni.

Ad ogni modo, le novità più significative di PI 8.0.0 sono senz’altro quelle legate ai Forum e alla Community. Vediamole nel dettaglio.


PI 8.0.0 ha razionalizzato in modo nuovo l’intera fase della registrazione alla Community e ai servizi aggiuntivi, come la MailBox, rendendo il tutto più semplice e sempre nell’ottica di ridurre al minimo i tempi di registrazione nonché i dati necessari per effettuarla.

Il nuovo PI spera di agevolare i contatti tra i membri della Community con una piccola “rivoluzione” dei servizi di messaggistica interni. Una novità imperniata sulla segnalazione via web dell’arrivo di nuovi messaggi e sulla sostanziale semplificazione dell’accesso al sistema di messaging PI box. Testare per controllare;-)

Con PI 8.0.0 è stata introdotta un’altra importante caratteristica che permette ai membri della community di PI di scrivere messaggi sui forum e in PI box sfruttando alcuni “tag” HTML. In questo modo è possibile organizzare al meglio i propri interventi potendo sfruttare elementi di enfatizzazione dei propri scritti, quali, ad esempio, il neretto e il corsivo, ma anche i link degli indirizzi Internet.

Community e Forum sono saldamente legati. Con PI 8.0.0, come sempre, chiunque può pubblicare i propri commenti sulle pagine di Punto Informatico ma deve farlo come “Anonimo” se non ha registrato un proprio nickname nella Community. Non si tratta di una scelta impositiva ma di una delle misure fortemente richieste dai partecipanti ai Forum e intraprese per continuare a godere noi tutti di Forum liberi e aperti senza che questo ne comprometta l’utilità ma ne sia invece il motore.

Una importante novità anche in questo caso richiesta a gran voce dagli utenti è nel sistema di moderazione dei Forum. Dei singoli commenti che dovessero essere spostati da un Forum ad un altro per le tematiche affrontate rimane comunque sempre traccia nel Forum dove sono apparsi in origine. Nel messaggio spostato viene invece esplicitato lo spostamento e quale sia il Forum di origine. Il tutto è contrassegnato da una “X” blu che fa il verso alla “X” rossa, quella che avverte della presenza in un messaggio di contenuti che non avrebbero mai dovuto essere postati.

Tutti i Forum rimangono liberamente accessibili con l’unica eccezione, fortemente voluta dai lettori, e solo per quanto riguarda il diritto alla pubblicazione di nuovi messaggi, del Forum Community e di Forum X. Quest’ultimo è un nuovo forum aperto a qualsiasi tema si trovi al centro degli interessi dei membri della Community.

Cambia anche il Forum degli OT, divenuto il Forum degli OT e dei troll. Lì finiranno i flame e i battibecchi off-topic che talvolta avvelenano i Forum delle notizie. Nessun cambiamento, infine, per il Forum delle Segnalazioni e il Forum a tema libero, che, come tutti i Forum, sono accessibili direttamente dalla home page.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ancora gratis...
    IO HO ANCORA IL BB.B GRATIS...ME LO DIEDERO A SETTEMBRE 2001 IN PROVA GRATUITA PER 2 MESI, MA VEDO CHE QUESTI 2 MESI SONO DIVENTATI + DI 12CIAO
  • Anonimo scrive:
    ancora gratis...
    IO HO ANCORA IL BB.B GRATIS...ME LO DIEDERO A SETTEMBRE 2001 IN PROVA GRATUITA PER 2 MESI, MA VEDO CHE QUESTI 2 MESI SONO DIVENTATI + DI 12CIAO
  • Anonimo scrive:
    eh, non parlate di Infostrada
    Io ho disdetto un contratto della pessima Infostrada, ed ho richiesto l'attivazione di Alice da Telecom Italia.Oggi a piu' di un mese dal termine del contratto ADSL Infostrada il contratto con Telecom non puo' venir aperto perche' la linea risulta ancora impegnata...Telefono al 155 per chiedere delucidazioni e sollecitare l'intervento (1 ora e mezza di attesa con la musichetta... avete provato???) e dopo il passaggio tra sette operatori (tra un po' parlavo anche col direttore della compagnia...) ena signorina (gentile) afferma che la linea secondo loro risulta gia' libera... Si sono dimenticati di me o mi prendono in giro?
    • Anonimo scrive:
      Re: eh, non parlate di Infostrada

      ena signorina (gentile) afferma che la linea secondo loro risulta gia' libera... Si sono dimenticati di me o mi prendono in giro?Si sono dimenticati di te.A me è successo a giugno di quest'anno. Avevo chiesto l'attivazione della loro ADSL: fino a luglio tutto OK, le telefonate agli operatori del 155 mi assicuravano che tutto era in ordine e che la pratica stava procedendo; addirittura mi fornivano lo stato dell'iter ("il tal giorno Telecom ha dato l'OK").Poi, un giorno, ad una mia telefonata di verifica (4a o 5a, sono un tipo impaziente :)) l'operatore cade dalla nuvole. Nessuna pratica era stata mai aperta a mio nome (notare che sono pure cliente Infostrada).Risultato: si sono persi ogni traccia delle mie telefonate, del mio contratto, della mia attivazione.Col senno di poi mi sono reso conto che è stata la mia fortuna: ho fatto il contratto con Atlanet e la mia ADSL va da dio, mentre quella di Infostrada/Wind, leggo nei forum, fa pena.Morale: saranno pure il secondo gruppo di telefonia fissa in Italia, ma non stupiamoci della loro disaorganizzazione da quando sono stati assorbiti da Wind.
  • Anonimo scrive:
    Io ho avuto il problema inverso!
    Ho ordinato un servizio ADSL a Tiscali, il giorno dopo ho chiesto l'annullamento per ordinare a Telecom Italia un servizio ADSL.Risultato, dopo 30 giorni di completo buio e scaricabarili ho dovuto annullare la richiesta a Telecom Italia e ripristinare qualla di Tiscali (sperando in uno sblocco della linea perchè sulla mia linea era attiva la richiesta di Tiscali).Confermo che tutt'oggi sono in attesa senza alcuna risposta da nessuna delle parti. Tiscali può solo attendere la risposta di Telecom Italia e Telecom Italia buio completo.Confermo che la mia zona è coperta da ADSL.Era meglio quando c'era il monopolio Telecom che questo modo di funzionare così inefficente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ho avuto il problema inverso!

      Ho ordinato un servizio ADSL a Tiscali, il
      giorno dopo ho chiesto l'annullamento per
      ordinare a Telecom Italia un servizio ADSL.scusa, perchè questo scarto tra fornitori in un solo giorno ?
  • Anonimo scrive:
    Odiate telecom italia
    Odiate telecom italia e non dategli una lira
  • Anonimo scrive:
    No, non si puo'...
    Non si puo' nemmeno chiedere l'ADSL alla concorrenza: dato che e' Telecom che delibera sulle connessioni, nessuno puo' installare una ADSL finche' la precedente situazione non viene risolta cancellando il vecchio contratto che era irrealizzabile dai gestionali Telecom a Roma.Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Modem ADSL
    Tranquillo che nel caso tu disdica il modem te lo vengono a prendere immantinente!Non commento per non essere censurato.Marco
    • Anonimo scrive:
      Re: Modem ADSL
      In realtà non è sempre vero. Per esempio, nel mio caso, ho disdetto ormai più di un anno fa per passare a FastWeb, e il modem di BBB (che tra l'altro più che una ADSL sembrava una ISDN) ce l'ho ancora in casa. Evidentemente non gliene frega più di tanto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Modem ADSL
      figurarsi, io ho ancora il modem (e i filtri) a + di 1 anno e mezzo dalla disdetta....che gente......
  • Mariobusy scrive:
    Telecom disorganizzatissima!
    Che tristezza:se poi in questo caso si volesse passare a Tiscali Adslla pratica risulterebbe bloccata x via dell'attivazione in corso dell'altra Adsl Alice/BBBChe tristezza il perenne Monopolio Telecoma
Chiudi i commenti