Quale flat vuoi? Sondaggio di Active Network

Dopo le difficoltà delle scorse settimane, i primi risultati di un sondaggio online offrono al provider viterbese l'opportunità per rivedere completamente la propria offerta flat. Risultati interessanti e ritocchi consistenti
Dopo le difficoltà delle scorse settimane, i primi risultati di un sondaggio online offrono al provider viterbese l'opportunità per rivedere completamente la propria offerta flat. Risultati interessanti e ritocchi consistenti


Roma – Sono circa 3.400 coloro che hanno risposto al sondaggio pubblicato in queste settimane sulla home page di Active Network , provider fornitore di servizi flat-rate.

Un sondaggio pensato per comprendere quali sono le aspettative degli utenti rispetto ad un servizio del genere, quanto si è disposti a pagarlo e quali caratteristiche dovrebbe avere.

Secondo Active Network, che ha fornito in anteprima a Punto Informatico i risultati di questa prima fase del lavoro di analisi dei dati, dalle risposte emerge una netta predilezione per la formula dell’offerta flat “pura”, cioè accesso all’americana senza limiti preventivi di orario in cambio di un canone mensile (87 per cento). Il rapporto modem-utenti percepito come ottimale è di un modem ogni cinque utenti (rapporto “appoggiato” dal 59 per cento dei partecipanti al sondaggio).

Inoltre – hanno spiegato i responsabili dell’azienda a Punto Informatico – il canone annuale complessivo che l’utente sembra disponibile a pagare si attesta mediamente sulle 619mila lire al netto dell’Iva ma solo in cambio di un “servizio di qualità”. Questa viene definita non solo come capacità di banda e quindi velocità in navigazione o download ma anche di numero dei tentativi di accesso.

Grazie ai commenti degli utenti, Active Network ha anche potuto indagare sulla consapevolezza degli stessi della differenza tra una linea permanente dedicata e una flat (quindi dial-up). Secondo l’azienda, in generale c’è chiarezza sulla differenza sostanziale del servizio, dove la flat-rate viene concepita sì come possibilità di collegarsi a lungo senza temere la bolletta del telefono ma non emerge la pretesa di farlo in modo continuativo e permanente.

Dunque, afferma l’azienda, l’utente sembra disponibile ad accettare una “disconnessione forzata” ogni 2,5 ore di connessione. Disconnessione che per un provider significa poter “liberare modem” e consentire un “turn-over” tra gli utenti che accedono al servizio.


Di segnale completamente opposto è quanto espresso dagli utenti relativamente a un “monte ore mensile” di connessione, ovvero un pacchetto flat che dia la possibilità di collegarsi solo per un certo numero massimo di ore nel giro di un mese. Si tratta di un metodo adottato da alcuni provider che, però, al 79 per cento di coloro che hanno partecipato al sondaggio di Active Network, non sembra praticabile.

Sulla base di questi primi risultati del sondaggio, che proseguirà a raccogliere informazioni anche nelle prossime settimane, Active Network ha messo a punto cinque nuove offerte di servizio che rimodulano le proposte precedenti. Active Network, infatti, essendo stata finora legata alla connettività di Edi&Sons, e ha dunque subito i problemi già noti sorti tra Edi&Sons e Telecom Italia, ha ora la possibilità di rilanciare i propri servizi in un ambito di maggiore autonomia.

STANDARD RATE
Questa soluzione offre connessione via numero verde anche via ISDN, una mailbox senza limiti di spazio, velocità media garantita di 32 Kbps, disconnessione forzata dopo 6 minuti di non utilizzo della linea o dopo 3 ore di connessione continuata, nessun limite al numero di connessioni effettuabili nell’arco della giornata.
Il canone annuale di 598.800 lire (Iva inclusa) può essere pagato ogni due o sei mesi, oppure anticipato nel suo intero importo.

Queste le offerte.
QUALITY OF SURFING
Dedicato a chi usa Internet per lavoro, offre l’accesso tramite numero verde nazionale, sia ISDN che analogico (56 Kbps v.90), da utilizzare a qualsiasi ora del giorno, mailbox senza limiti di spazio, velocità media garantita di 32 Kbps, disconnessione con le stesse modalità di Standard Rate, nessun limite al numero di connessioni in un giorno. Il canone annuale da pagare in anticipo, bimestralmente od ogni sei mesi, è di 699.600 lire (Iva inclusa).


NIGHT FLY
Le modalità di connessione, la velocità media e le altre condizioni equivalgono a quelle di Standard Rate se non fosse per una diversità di orario, limitato tra le 21 e 30 e le 8 ad eccezione del sabato e della domenica, giorni durante i quali si può sfruttare la flat a qualsiasi ora. Il canone annuale con le condizioni già viste per le precedenti offerte è di 295.200 lire (Iva inclusa).

SUNSET
L’accesso e le condizioni sono quelle di Standard Rate ma ci si può connettere solo tra le 18 e 30 e le 21 e 30 di tutti i giorni, compresi sabato e domenica. Il canone annuale dell’abbonamento è di 180mila lire (Iva inclusa).

BUSINESS
L’offerta è pensata soprattutto per l’utenza professionale, che utilizza la connessione Internet principalmente durante l’orario lavorativo.
L’accesso avviene, anche in questo caso, via numero verde e ci si può connettere tra le 8 e le 18,30 di tutti i giorni e tra le 8 e le 12 del sabato. La domenica non si può utilizzare questo servizio.
La velocità media garantita è di 32 Kbps con disconnessione, anche in questo caso, dopo 6 minuti di inattività o 3 ore continuative. Il canone annuale, da pagare con le medesime modalità delle altre offerte, è di 499.200 lire (Iva inclusa).

Active Network ha anche preannunciato che presto vedrà la luce il servizio “e-fone”, che permetterà di “ascoltare” le email arrivate nella propria mailbox via telefono.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 03 2001
Link copiato negli appunti