Quando il dominio è troppo salace

Un noto presentatore televisivo statunitense preso di mira dall'anonimo gestore di un sito poco incline alla sua verve oratoria. Il nome del dominio viene messo sotto accusa per diffamazione e violazione del trademark

Roma – Può il semplice nome di un dominio risultare diffamatorio nei confronti di qualcuno? È il quesito su cui si fonda una recente querelle scatenatasi tra Glenn Beck , popolare volto televisivo statunitense, e un sito molto particolare: glennbeckrapeandmurderedayounggirlin1990.com . Insinuazioni troppo pesanti sul conto del presentatore di Fox News Channel , che ha prontamente avvisato i suoi legali per una causa da depositare presso la World Intellectual Property Organization (WIPO) in Svizzera.

Beck non avrebbe, ovviamente, violentato e ucciso nessuna ragazza nell’anno indicato (né tantomeno in altri), affidando ai suoi avvocati il compito di rivolgersi all’Organizzazione per quella che, a suo parere, sarebbe un’ evidente violazione del trademark legato al suo nome . La storia che ha portato a questa accesa disputa legale è stata ricostruita da Arstechnica che ha avuto contatti con il gestore anonimo del sito in questione, fermo sulla convinzione di aver creato un dominio dal sapore satirico e non diffamatorio.

A far partire la controversia sono state alcune discussioni intraprese da utenti registrati nel forum di Fark , comunità online che riunisce opinioni e commenti su notizie provenienti da varie fonti web. Il sito non aderisce a nessuna ideologia in particolare, rimanendo neutrale e non temendo reazioni da parte delle fazioni politiche più opposte. I cosiddetti farker hanno nel tempo dimostrato di apprezzare particolarmente gli eccessi dei comedy show notturni statunitensi, tra cui quelli del Comedy Central Roast of Bob Saget .

Una gag in particolare sembra aver attirato l’attenzione degli utenti di Fark, riguardante una provocazione di dubbio gusto sullo stupro e omicidio di una ragazza da parte dello stesso Saget. Un farker anonimo ha successivamente ripreso le forti dichiarazioni , scagliandole contro un inesistente passato del conservatore Beck, già sostenitore di tesi poco ortodosse sul gradimento del Presidente Obama verso i cittadini dalla pelle bianca. La retorica del presentatore Beck è stata, quindi, messa alla berlina dal lancio del dominio che, appena una settimana dopo, ne ha scatenato le ire.

“Noi non stiamo accusando Glenn Beck di aver violentato e ucciso una ragazza nel 1990 – si legge nel sito – infatti pensiamo che non l’abbia fatto. Perché, tuttavia, non è riuscito a negare queste orribili accuse?”. Il gestore del dominio ha spiegato, in un disclaimer in fondo alla pagina, che le sue intenzioni sono di natura satirico/parodistica , ma questo non ha fermato i legali di Beck che hanno contattato il sito, costringendolo a cambiare nome. Il nuovo si chiama semplicemente gb1990.com e pare che questo non vada a ledere la reputazione del presentatore televisivo.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    siete bestie, e lo sappiamo
    troppo figo il modo in cui il tipo di AMD presenta la cosa: prima blandisce i clienti (Oggi i consumatori prestano la massima attenzione a ciò che possono fare con il PC e bla bla bla)poi si fa paladino della semplicita', e impedisce che i tre neuroni funzionanti dei cliente sianio sofraccaricati di inutili pensieri ("senza essere costretti a comprendere il significato di gigahertz e gigabyte").In poche parole, 1- siete bestie e lo sappiamo2- noi mettiamo tre etichette, voi limitatevi a fare anghingo' per scelgire e poi comprate.bellissimo.
  • ruppolo scrive:
    Un computer deve essere un computer
    Se un computer non è in grado di elaborare le informazioni, ovvero in tempi moderni elaborare foto e montare filmati, non è un computer, ma un player.La questione è la stessa di quando fu coniato il termine "computer multimediale" per indicare un computer con lettore CD e casse. Quello non era un computer multimediale ma un player, adatto a fruire i prodotti multimediali, non a produrli. Ricordo il test eseguito da Altroconsumo, dove insieme ai PC multimediali fu messo a confronto un Mac all-in-one: il risultato fu che il Mac costava troppo. Peccato che il Mac era in grado, out-of-the-box, di produrre contenuti multimediali, dotato sia dell'hardware (entrate e uscite audio/video) che del software, preinstallato. In effetti il Mac era l'unico computer multimediale del gruppo.Come il solito il mondo PC non fa che prendere in giro la gente.
    • pinco pallino scrive:
      Re: Un computer deve essere un computer
      - Scritto da: ruppolo
      Se un computer non è in grado di elaborare le
      informazioni, ovvero in tempi moderni elaborare
      foto e montare filmati, non è un computer, ma un
      player.

      La questione è la stessa di quando fu coniato il
      termine "computer multimediale" per indicare un
      computer con lettore CD e casse. Quello non era
      un computer multimediale ma un player, adatto a
      fruire i prodotti multimediali, non a produrli.
      Ricordo il test eseguito da Altroconsumo, dove
      insieme ai PC multimediali fu messo a confronto
      un Mac all-in-one: il risultato fu che il Mac
      costava troppo. Peccato che il Mac era in grado,
      out-of-the-box, di produrre contenuti
      multimediali, dotato sia dell'hardware (entrate e
      uscite audio/video) che del software,
      preinstallato. In effetti il Mac era l'unico
      computer multimediale del
      gruppo.
      Come il solito il mondo PC non fa che prendere in
      giro la
      gente.Hai scritto un mare di sciocchezze.Fin da quando è stato inventato il personal computer lo si è sempre scelto in base all'utilizzo per cui le sue caratteristichelo rendono adatto.
    • DarkSchneider scrive:
      Re: Un computer deve essere un computer
      Permetti?In questo articolo Apple non c'entra proprio niente.Fino a prova contraria usa CPU Intel e non AMD, quindi non puoi chiamare in causa la mela nemmeno lontanamente.
    • DarkOne scrive:
      Re: Un computer deve essere un computer
      - Scritto da: ruppolo
      Se un computer non è in grado di elaborare le
      informazioni, ovvero in tempi moderni elaborare
      foto e montare filmati, non è un computer, ma un
      player.
      E questa fesseria abominevole è frutto della tua sola testa, oppure c'hai studiato per tirarla fuori?
      La questione è la stessa di quando fu coniato il
      termine "computer multimediale" per indicare un
      computer con lettore CD e casse. Quello non era
      un computer multimediale ma un player, adatto a
      fruire i prodotti multimediali, non a produrli.
      Ricordo il test eseguito da Altroconsumo, dove
      insieme ai PC multimediali fu messo a confronto
      un Mac all-in-one: il risultato fu che il Mac
      costava troppo. Peccato che il Mac era in grado,
      out-of-the-box, di produrre contenuti
      multimediali, dotato sia dell'hardware (entrate e
      uscite audio/video) che del software,
      preinstallato. In effetti il Mac era l'unico
      computer multimediale del
      gruppo.
      In effetti il mac costava e costa ancora una barca di soldi, mentre il pc uno lo prende base e lo amplia a seconda delle sue necessità.Quindi secondo la tua distorta logica, i normalissimi pc che utilizziamo in ufficio sono dei "player"?Ma te ne vai o no? :D
      Come il solito il mondo PC non fa che prendere in
      giro la
      gente.E tu come al solito non cogli occasione per dire una marea di scemenze senza senso...
  • Marco Francavill a scrive:
    Ottimo
    Mi spiace per AMD ho avuto diversi proXXXXXri AMDma con questi nomi e questa confusione è destinata a decrementare ancora di piu le vendite
    • Funz scrive:
      Re: Ottimo
      - Scritto da: Marco Francavill a
      Mi spiace per AMD
      ho avuto diversi proXXXXXri AMD
      ma con questi nomi e questa confusione è
      destinata a decrementare ancora di piu le
      venditePoi abbiamo veramente bisogno del modello più pompato per registrare la TV, fare fotoritocco avanzato, modificare / mixare la musica, creare podcast?Ultime notizie: si faceva già più di 10 anni fa con i PC di allora
      • zidagar scrive:
        Re: Ottimo
        - Scritto da: Funz
        Poi abbiamo veramente bisogno del modello più
        pompato per registrare la TV, fare fotoritocco
        avanzato, modificare / mixare la musica, creare
        podcast?
        Ultime notizie: si faceva già più di 10 anni fa
        con i PC di
        alloraAnche 30 anni fa c'erano le automobili...Ma che discorsi sono?!Sicuramente non è essenziale avere una macchina di ultima generazione per fare video editing ecc, però una macchina più "pompata" come dici tu offre sicuramente prestazioni migliori e più adatte ad un uso del genere dove la potenza di calcolo non è mai troppa ;)My 2 Cents
        • KaysiX scrive:
          Re: Ottimo
          Avete ragione entrambi; per elaborazioni non in tempo reale su vecchi sistemi è solo questione di aspettare di più, ma l'aumento delle risorse non fa mai male.Quanto al tempo reale, invece, un minimo di hardware è imprescindibile; ultimamente ho sperimentato un po' di programmi per la produzione musicale disponibili su Debian Sid, su un PC sicuramente inadeguato:Athlon XP 2200+ con 1 Giga di RAM, Kernel senza patch per il realtime.Qtractor come midi/audio master, ZynAddSubFX come soft synth, Qsynth per caricare i soundfont .sf2, Audacity per registrare.Senza esagerare con le tracce midi o con gli effetti (riverbero, chorus, etc), l'ascolto era pulito ma in fase di registrazione l'audio "strappava"; "ok, esperimento interessante, ci posso tornare quando mi riassemblerò un pc" ma, poco tempo dopo...Arriva un aggiornamento di Jack con supporto al realtime anche su kernel non patchati; mi aspetto un miglioramento solo marginale, riprovo lo stesso, e ora anche in registrazione tutto fila liscio.Ragione quindi a Funz per il fatto che anche un catorcio può ancora dire la sua; ma se esagerassi col numero di tracce ed effetti, tornerebbero gli strappi, quindi ragione anche a zidagar sull'abbondanza di risorse ;)
          • zidagar scrive:
            Re: Ottimo
            Sicuramente è così...soprattutto se uno usa OS Linux based, si può accorgere come un "vecchio" catorcio possa ancora fare molto se il software è scritto bene e se si riesce a sfruttare tutto l'hw fino all'ultimo bit.Ma ovvio che se uno vuole lavorare seriamente e non "arrangiare", gli serve un hw che gli dia certezze. Giustamente ci vuole anche un bel pacco di sw attorno che funzioni bene e permetta di sfruttare l'hw a disposizione.PS: Ottimo sapere che Jack possa girare senza troppi problemi anche su un hw non realtime...mhmh, ora mi vado a documentare che me la sono persa questa :)
          • KaysiX scrive:
            Re: Ottimo
            Infatti mi stavo già arrendendo all'idea di installare 64 Studio o Ubuntu Studio che hanno kernel con soft realtime, e invece per ora tutto bene così :) Se mai ne uscirà qualcosa di decente, rilascerò sotto Creative Commons ;)
          • zidagar scrive:
            Re: Ottimo
            Bravo! CC e via ;)
        • attonito scrive:
          Re: Ottimo
          - Scritto da: zidagar
          - Scritto da: Funz

          Poi abbiamo veramente bisogno del modello più

          pompato per registrare la TV, fare fotoritocco

          avanzato, modificare / mixare la musica, creare

          podcast?

          Ultime notizie: si faceva già più di 10 anni fa

          con i PC di

          allora
          Anche 30 anni fa c'erano le automobili...
          Ma che discorsi sono?!
          Sicuramente non è essenziale avere una macchina
          di ultima generazione per fare video editing ecc,
          però una macchina più "pompata" come dici tu
          offre sicuramente prestazioni migliori e più
          adatte ad un uso del genere dove la potenza di
          calcolo non è mai troppa
          ;)

          My 2 Centsa nessuno passa per la testa che una volta i soft erano ottimizzati meltre oggi si compensa si compra hardware potente solo per compensare carenze nel software? (vedi i vari Vista e combriccolame vario)
          • zidagar scrive:
            Re: Ottimo
            - Scritto da: attonito
            a nessuno passa per la testa che una volta i soft
            erano ottimizzati meltre oggi si compensa si
            compra hardware potente solo per compensare
            carenze nel software? (vedi i vari Vista e
            combriccolame
            vario)Ah, di certo non lo metto in dubbio questo! Molte aziende sfornano sw come se fossero panini, e di certo ne risentono l'ottimizzazione e la qualità.Però, se hai un sw decente, l'hardware in più di certo non è disprezzato soprattutto se vuoi lavorare bene e senza troppe preoccupazioni.
      • pinco pallino scrive:
        Re: Ottimo
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: Marco Francavill a

        Mi spiace per AMD

        ho avuto diversi proXXXXXri AMD

        ma con questi nomi e questa confusione è

        destinata a decrementare ancora di piu le

        vendite

        Poi abbiamo veramente bisogno del modello più
        pompato per registrare la TV, fare fotoritocco
        avanzato, modificare / mixare la musica, creare
        podcast?Solo se editi filmati in MP4 AVCHD almeno a 1280x720 60p.Altrimenti se sei in bassa risoluzione ti va bene anche un pcmodesto (modesto di questo periodo o uno molto pompato di 8 anni fa, non 10)
    • James Kirk scrive:
      Re: Ottimo

      Mi spiace per AMD
      ho avuto diversi proXXXXXri AMD
      ma con questi nomi e questa confusione è
      destinata a decrementare ancora di piu le
      venditeBeh dal vizio di rinominare roba esistente non sfugge nessuno, neppure Intel e Nvidia.
Chiudi i commenti