Quando il monitor fa male

Ne parla uno studio di alcuni ricercatori americani secondo cui l'atto di socchiudere gli occhi, praticato da molti utenti per vedere meglio i particolari visualizzati a schermo, può far male


Los Angeles (USA) – Che l’uso intensivo di monitor e schermi possa affaticare gli occhi è cosa risaputa e ben sperimentata da milioni di utenti di personal computer. Ora pare che un utilizzo “distratto” del monitor possa portare a qualche antipatica conseguenza.

Ad affermarlo sono alcuni scienziati della Ohio State University secondo cui le persone che socchiudono gli occhi mentre lavorano al computer rischiano di appesantire i propri organi e pervenire ad una condizione che viene definita di “occhi asciutti”.

L’azione del socchiudere gli occhi sarebbe molto diffusa, secondo i ricercatori, soprattutto in quegli utenti che si trovano spesso a che fare con grafiche particolari, modelli tridimensionali ed altri elementi che richiedono una grande attenzione visiva: l’atto consente infatti spesso di mettere più facilmente a fuoco particolari e oggetti di dimensioni ridotte.

L’occhio asciutto, che deriva da un calo drastico della frequenza di chiusura della palpebra, da 15 volte al minuto fino a 7,5, in sé non è una patologia ma può portare ad irritazioni e sensazioni di fastidio. Protratta nel tempo, questa condizione può evidentemente portare a delle conseguenze sulla salute, sebbene siano ancora tutte da determinare.

Per arrivare a questa conclusione, gli studiosi hanno analizzato un campione di 10 volontari. A questi è stato chiesto di focalizzare l’attenzione su un punto nero sullo schermo, provocando la reazione istintiva dell’occhio socchiuso: chi vi ha fatto ricorso più intensamente ha visto scendere il “refresh” delle palpebre fino a quattro volte al minuto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Di serie sulla prossima panda
    A patto che ruote, volante e pedali diventino optional ;)
  • Anonimo scrive:
    in italia esiste da anni
    In Italia servizi identici esistono da anni. Credo li abbiamo inventati noi. Non faccio nomi per non fare pubblicità.Li ho personalmente sperimentati sulla mia vettura che e' stata ritrovata dopo un furto in tre ore.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: in italia esiste da anni
      - Scritto da: Anonimo
      In Italia servizi identici esistono da anni.
      Credo li abbiamo inventati noi. Non faccio nomi
      per non fare pubblicità.
      Li ho personalmente sperimentati sulla mia
      vettura che e' stata ritrovata dopo un furto in
      tre ore.Parli del sistema napoletano? Ovvero prima te la fregano e poi te la ritrovano paganto il "distrubo"?
  • Anonimo scrive:
    Anche sul loro sito
    non si capisce un cazzo.Ma dove minchia sta sto tag del piffero ?O me lo mettono sotto pelle, altrimenti a che cazzo serve ?Se me lo devo portare in giro come le chiavi allora e' inutile.Ma che stronzata e' ? Vogliono fallire per forza ?Burp
  • Anonimo scrive:
    Mah...
    è esattamente come gli antifurto satellitari.Poi mettono la macchina in un camion piombato o in un box schermato e ciao ciao.
  • AnyFile scrive:
    cosa c'entra l'inizio ...
    Ma cosa c'entra l'inzio dell'articolo ...anzi con questo sistema non potrai piu' usare l'auto nonsolo se perdi le chiavi ma anche se perdi questo aggeggino ....
  • Anonimo scrive:
    E dov'è la novità?
    L'antifurto satellitare che ho sulla mia macchina (da due anni) fa le stesse identiche cose.Il portachiavi è il trasponder.
  • Anonimo scrive:
    Non ho capito la notizia...
    Ma non funzionava gia' cosi' da anni???Che si sono inventati di nuovo questi inglesi?iPuddu
  • Anonimo scrive:
    Scusate ma...
    ... così non solo è rintracciabile la macchina, ma sei rintracciabile anche tu!
    • rumenta scrive:
      Re: Scusate ma...
      - Scritto da: Anonimo
      ... così non solo è rintracciabile la macchina,
      ma sei rintracciabile anche tu!ma LOL... vedo che hai colto il succo della questione :Dquando poi lo spacceranno come il metodo per diminuire i costi delle assicurazioni vedrai che bello.....in inghilterra poi è allo studio un sistema di pagamento a percorrenza stradale basato sul satellite.... gli faranno pagare 2 volte per le stesse strade, la prima attraverso le tasse normali, la seconda così... ci voleva blair per inventarsi una cosa del genere ;)
      • AnyFile scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: rumenta

        - Scritto da: Anonimo

        ... così non solo è rintracciabile la macchina,

        ma sei rintracciabile anche tu!

        ma LOL... vedo che hai colto il succo della
        questione :D
        quando poi lo spacceranno come il metodo per
        diminuire i costi delle assicurazioni vedrai che
        bello.....
        in inghilterra poi è allo studio un sistema di
        pagamento a percorrenza stradale basato sul
        satellite.... gli faranno pagare 2 volte per le
        stesse strade, la prima attraverso le tasse
        normali, la seconda così... ci voleva blair per
        inventarsi una cosa del genere ;)Se ho capito bene (ma puo' darsi che non sia esattamente cosi': alterimenti doeve starebbe la fregatura) vogliono sostituire la tassa di circolazione (quello che noi chiamiamo bollo) con questa nuova tassa basata sulla percorrenza.Una domandina a proposito: come la mettiamo con le auto straniere?
        • rumenta scrive:
          Re: Scusate ma...
          - Scritto da: AnyFile

          - Scritto da: rumenta



          - Scritto da: Anonimo


          ... così non solo è rintracciabile la
          macchina,


          ma sei rintracciabile anche tu!



          ma LOL... vedo che hai colto il succo della

          questione :D

          quando poi lo spacceranno come il metodo per

          diminuire i costi delle assicurazioni vedrai che

          bello.....

          in inghilterra poi è allo studio un sistema di

          pagamento a percorrenza stradale basato sul

          satellite.... gli faranno pagare 2 volte per le

          stesse strade, la prima attraverso le tasse

          normali, la seconda così... ci voleva blair per

          inventarsi una cosa del genere ;)

          Se ho capito bene (ma puo' darsi che non sia
          esattamente cosi': alterimenti doeve starebbe la
          fregatura) vogliono sostituire la tassa di
          circolazione (quello che noi chiamiamo bollo) con
          questa nuova tassa basata sulla percorrenza.non solo, purtroppo.qui, se hai voglia di leggere un pò di materiale, una raccolta di link interessanti sull'argomento, con riportate le fonti:http://xiaodongpeople.blogspot.com/2005/06/satellite-toll-plan-to-make-drivers.html

          Una domandina a proposito: come la mettiamo con
          le auto straniere?e di che ti preoccupi.... tranquillo, dopo la data retention questo sarà il prossimo passo dei "soloni" europei (rotfl)
          • AnyFile scrive:
            Re: Scusate ma...
            - Scritto da: rumenta

            - Scritto da: AnyFile



            Una domandina a proposito: come la mettiamo con

            le auto straniere?

            e di che ti preoccupi.... tranquillo, dopo la
            data retention questo sarà il prossimo passo dei
            "soloni" europei (rotfl)Io mi riferivo alla tassa di circolazione: in base a vecchissimi accordi (stupisce che per certe cose siano arrivati gia' tantissimo tempo fa ad accordi fatti in sede ONU che valgono in quasi tutto il mondo, mentre si fa moltissima fatica per altri accordi limitati ad un numero ristretto di nazione, evidentemente fanno solo gli accordi che gli interessano) che riguardano la circolazione internazionale, la patente internazionale, ecc. chi viaggia con una macchina straniera per un breve periodo (sotto certe condizioni) e' esentato dal pagamento della tassa di circolazione (che ora da noi si chiam tassa di possesso) purche' l'abbia pagata nello stato d'origine. Ora se gli Inglesi sostituissero del tutto la tssa di circolazione con questa tassa al kilomentro (o meglio al miglio) un Inglese mentre e' all'estero non pagherebbe la tassa di circolazione, mentre un Italiano dopo averla pagata in Italia dovrebbe anche pagare in Inghilterra ogni miglio percorso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusate ma...
        - Scritto da: rumenta
        - Scritto da: Anonimo

        ... così non solo è rintracciabile la macchina,

        ma sei rintracciabile anche tu!
        ma LOL... vedo che hai colto il succo della
        questione :DSolo mentre sei in macchina, furbastro 1 e 2Burp
        • rumenta scrive:
          Re: Scusate ma...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: rumenta

          - Scritto da: Anonimo


          ... così non solo è rintracciabile la
          macchina,


          ma sei rintracciabile anche tu!


          ma LOL... vedo che hai colto il succo della

          questione :D

          Solo mentre sei in macchina, furbastro 1 e 2

          Burpcerto, certo.....e intanto hanno tracciato tutti gli spostamenti che fai in auto....ma già, chi non ha nulla da nascondere... vero furbacchione??che pena infinita.....
  • Anonimo scrive:
    Mi sfugge qualcosa
    Tutti gli antifurti satellitari funzionano gia' cosi'! Porti un transponder (che puo' essere il portachiavi, o altro)... non serve piu' il codice, se l'auto si mette in movimento senza questo, si attiva l'antifurto e vengono inviate le coordinate alla centrale, via GSM. La novita', in questo caso, quale sarebbe?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sfugge qualcosa
      - Scritto da: Anonimo
      Tutti gli antifurti satellitari funzionano gia'
      cosi'! Porti un transponder (che puo' essere il
      portachiavi, o altro)... non serve piu' il
      codice, se l'auto si mette in movimento senza
      questo, si attiva l'antifurto e vengono inviate
      le coordinate alla centrale, via GSM. La novita',
      in questo caso, quale sarebbe?Che il tag lo ingoi.
  • Dark-Angel scrive:
    la trovo una discreta idiozia
    a parte i costi, ridicoli (nel senso negativo)... ma se è pensata per coloro che perdono le chiavi dei vari antifurti, chi ci assicura che non si perda anche questa? :)
    • AnyFile scrive:
      Re: la trovo una discreta idiozia
      Da quello che ho capito io l'inizio dell'articolo e' del tutto sbagliato.il dispossitivo e' contro i furti
  • MaurizioB scrive:
    "A patto che..."
    Ok, io sono sbadato di natura. Ma non sono certo l'unico automobilista al mondo che lo sia.Se già capita spesso di dimenticare le chiavi in giro (non dico perderle, proprio dimenticarle, a casa, in ufficio, sul tavolo accanto alla frutta), cosa succederebbe così?Quando arrivi alla macchina, se hai dimenticato le chiavi te lo ricordi, più che altro perché senza chiavi di sicuro non la apri. Sarò scettico io, ma dubito che un sistema del genere prenda piede. Ha più senso il vecchio sistema a codice, a mio parere: quello non puoi certo dimenticarlo a casa...Saluti
    • gatsu99 scrive:
      Re: "A patto che..."
      inoltre se vogliamo sottilizzare come sistema è sommamente idiota . Se uno x trova l'aggegginodimenticato sul tavolo o chissa dove in pratica l'auto è suanon esiste di fatto un sistema di controllo individuale .Sece l'hai è la tua macchina .In effetti il vecchio sistema acodice era meglio a parte il fatto che costa un fottioe poi per fottere la macchina basta un camion piombatoe schermato . In pratoca anno scoperto l'acqua calda !! :s :s :s :s==================================Modificato dall'autore il 03/12/2005 10.05.10
Chiudi i commenti