Quanti feeders hai? Ti dirò chi sei

Con l'introduzione delle statistiche degli iscritti ai feed RSS dei siti e dei blog, Google sta facendo rinascere il fenomeno della superclassifica: tabelle a go-go

Roma – La mania (o fobia?) delle statistiche contagia anche blogger e piccoli webmaster , nella speranza di una provvidenziale e rigogliosa crescita. Come molti ricorderanno, verso l’inizio dell’anno Google ha inserito nel suo Webmaster Tools , il portale dedicato ai Webmaster per la gestione del rapporto tra il motore di ricerca e il proprio sito, il conteggio di iscritti ai propri feed tramite Google Reader . Tale funzione si aggiunge a quelle abituali di invio della mappa del sito, cancellazione e reinclusione di pagine o intere directory nell’indice e altre accessorie.

Sulla scorta di questo conteggio di iscritti , dal carattere un po’ Google-centric , si sta delineando in rete un nuovo trend : quello di stilare classifiche dei siti e dei blog più ricchi di iscrizioni ai propri feed . Occorre ricordare che in Webmaster Tools sono elencate esclusivamente le iscrizioni ai feed effettuate tramite Google Reader, iGoogle o Orkut (vedi immagine), mentre i lettori che ricevono i feed con programmi di aggregazione diversi dalle applicazioni Google (es. RSSBandit o aggregatori online quali Newsgator o Keypivot ), nell’elenco non vengono conteggiati.

Ciò nonostante, il trend prende subito piede : con eleganza, TechCrunch immediatamente pubblica la lista dei Top Blogs on Google Reader , contenente una vera e propria tabella in formato Excel, con l’aiuto di Zoho.com (che converte le tabelle da formato Excel a HTML e viceversa). Ma ha la sua storia.

Già alla fine dello scorso anno il quotidiano inglese The Guardian pubblicò un articolo , intitolato The new 100 most useful sites (i nuovi 100 siti più utili), in cui si delineavano i cambiamenti introdotti dall’avvento del Web 2.0 rispetto a due anni prima. Il quotidiano cercò di offrire, con quell’articolo, utili riferimenti per dotarsi di strumenti all’altezza dei cambiamenti epocali in atto: spaziò dai nomi di siti da frequentare ai mezzi per tenersi aggiornati. Soprattutto, però, diede quel segnale che oggi viene dato quasi per scontato: spostare il centro delle applicazioni sul Web . Dice l’articolo: “Perché far girare un’applicazione nel proprio browser ? Perché per compiti condivisi tra persone in luoghi diversi, dà modo di accedere a porzioni di lavoro da dovunque, con la protezione di una password”.

Questa è stata la chiave di volta che ha dato alla luce, nella sua interezza, il Web 2.0 e ne ha determinato un’elevata rilevanza, al punto da far parlare di Blogging Journalism , il giornalismo via blog, già anticipato da alcuni nel corso del 2005 e ormai accettato per forza di cose . La velocità della rete e dei blogger spesso supera, anche di molto, quella del giornalista tradizionale, dando notizie con tale anticipo che spesso i grandi quotidiani danno spazio al blogging come parte integrante e naturale dello spazio dei propri contenuti: emblematico può essere il New York Times , conosciuto dagli anglosassoni come la Old Gray Lady (la vecchia signora in grigio) che, secondo l’andreottiana filosofia, non potendo annientare il nemico cerca di farselo amico . Ed è anche il motivo che si pone alla base di questo nuovo trend : i siti e i blog più “dotati” di iscrizioni diventano fonti appetibili , spesso altamente specializzate e in certi casi temibili (un nuovo telefono cellulare, biasimato su Engadget o su Gizmodo , non ha buone prospettive), sulle quali si riversano proventi pubblicitari e a cui attingono, in certi casi, anche i grandi Wire Services .

Spiritosamente, un blogger intervistato via e-mail riguardo alla nuova tendenza, ha detto: “Lo stato di salute economica di un bar si misura a chili di caffè per giorno. L’appetibilità del Web 2.0 si misura a numero di lettori di feed RSS”.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Le Chat Noir scrive:
    OT: Rivoglio Shining!
    Non mi piace la nuova foto di Luca Annunziata! E' invecchiato di colpo! Rivoglio quella dove era ragazzino e sembrava Shining (come ha fatto notare qualcuno). ;)
    • Bastard Inside scrive:
      Re: OT: Rivoglio Shining!
      - Scritto da: Le Chat Noir
      Non mi piace la nuova foto di Luca Annunziata! E'
      invecchiato di colpo! Rivoglio quella dove era
      ragazzino e sembrava Shining (come ha fatto
      notare
      qualcuno).
      ;)A me quella attuale in cui sembra il fratello psicotico di Tom Petty non dispiace! :D
  • regaynten scrive:
    allora avevate torto.....
    quando dicevo che i 600 e passa euro me li sarei spesi in grappa, mi dicevate che sbagliavo. Che è meglio la sana passione per la tecnologia che quella devastante per l'alchol.2-3 bicchierini di grappa alla sera fanno meno male dell'iphone. a te e al pianeta.!!! il vetro che rimane è riciclabile AL NOVANTACINQUE PER CENTO!!!E poi suvvia, vogliamo parlare della qualità e dell'eccellenza applicata alla COMUNICAZIONE!?sai come comunichi bene con giù 3 gintonic!!, altro che sti sms, mms, mail, tvb, www, fdp ecc
  • Bastard Inside scrive:
    Infertilità: Stallman entusiasta.
    Lui è contrario a qualsiasi forma di riproduzione che non sia quella del codice sorgente (geek)
  • cazzo spari scrive:
    Certo che è verde
    come dimostrato in questo video[yt]POiNqP4savI[/yt]sì, verde marcio
  • Cpt_Crunch scrive:
    "Dentro" l'iPhone?
    In realtà la sostanza incriminata, e comunque in quantità legali, NON è "dentro" l'iPhone ma nelle cuffie, prodotte da Sennheiser...
    • cazzo spari scrive:
      Re: "Dentro" l'iPhone?
      Anche perchè dentro l'iPhone c'è giàil tritolo per l'autodistruzione,nel caso in cui qualcuno tentasse di sbirciare ;)
    • Virgult scrive:
      Re: "Dentro" l'iPhone?
      - Scritto da: Cpt_Crunch
      In realtà la sostanza incriminata, e comunque in
      quantità legali, NON è "dentro" l'iPhone ma nelle
      cuffie, prodotte da
      Sennheiser.......Sennheiser?!? E allora perchè le cuffie dell'iPod fan cagare?
  • alessio scrive:
    ecco perche' ce l'ho piccolo!!!
    "Invece, nelle cuffie dell'iPhone si trova ancora un composto del benzene, lo ftalato (lontano parente della naftalina), che in Europa è classificato come sostanza "tossica per la riproduzione di tipo 2". Causerebbe problemi allo sviluppo dei caratteri sessuali, specie nei giovani maschi, e la direttiva 2005/84 vieta il suo utilizzo nella costruzione dei prodotti per l'infanzia"
    • FP____ scrive:
      Re: ecco perche' ce l'ho piccolo!!!
      - Scritto da: alessio
      e la direttiva 2005/84 vieta il
      suo utilizzo nella costruzione dei prodotti per
      l'infanzia"Nooooooo ! , pensavo di regalare un Iphone a mio nipotino di 10 mesi, accipicchia. (cylon)
      • Categorico scrive:
        Re: ecco perche' ce l'ho piccolo!!!
        - Scritto da: FP____
        - Scritto da: alessio

        e la direttiva 2005/84 vieta il

        suo utilizzo nella costruzione dei prodotti per

        l'infanzia"

        Nooooooo ! , pensavo di regalare un Iphone a mio
        nipotino di 10 mesi, accipicchia.
        (cylon)Altro che iPhone, una volta lo mettevano in ciucci e tettarelle di biberon :|E agli inizi della sua folgorazione per l'ecologia Grillo s'era fissato con le bottiglie per l'acqua in PVC, che anche senza ftalati è comunque meno sicuro di PET, PE e PP per gli alimenti e se smaltito in maniera non corretta, al contrario di PET, PE e PP, produce diossina.
      • Iphon scrive:
        Re: ecco perche' ce l'ho piccolo!!!
        - Scritto da: FP____ pensavo di regalare un Iphone a mio
        nipotino di 10 mesi, accipicchia.Vorrà dire che da grande diventerà una bella fighetta, d' altra parte si sapeva già che i fanatici dell' Ipod-Iphone sono delle fighette/i
        • FP____ scrive:
          Re: ecco perche' ce l'ho piccolo!!!
          - Scritto da: Iphon
          - Scritto da: FP____
          pensavo di regalare un Iphone a mio

          nipotino di 10 mesi, accipicchia.

          Vorrà dire che da grande diventerà una bella
          fighetta, d' altra parte si sapeva già che i
          fanatici dell' Ipod-Iphone sono delle
          fighette/iSai vero cosa ne penserebbe Freud di questa tua affermazione ?
          • FP____ scrive:
            Re: ecco perche' ce l'ho piccolo!!!
            - Scritto da: FP____
            - Scritto da: Iphon

            - Scritto da: FP____

            pensavo di regalare un Iphone a mio


            nipotino di 10 mesi, accipicchia.



            Vorrà dire che da grande diventerà una bella

            fighetta, d' altra parte si sapeva già che i

            fanatici dell' Ipod-Iphone sono delle

            fighette/i

            Sai vero cosa ne penserebbe Freud di questa tua
            affermazione
            ?Che poi , secondo me manco hai capito l'antifona....
  • MecOsIcs scrive:
    E i 2 anni di garanzia?
    Anche in Italia Apple si crede forse al di sopra delle leggi: si limita infatti a fornire 1 anno di garanzia sui suoi prodotti quando la legge italiana ne prevede 2.Inoltre i prodotti inviati all'assistenza Apple non vengono riparati, ma diventano proprietà di Apple e sostituiti con altri prodotti equivalenti, USATI o RIGENERATI.Ovvero se spedisco in assistenza il mio iPod/iPhone non mi ritorna il MIO dispositivo riparato, ma mi inviano un iPod usato da qualcun altro, che potrebbe quindi avere la batteria più consumata del mio, essere caduto, strisciato, ecc.Anche su questo punto la legge italiana prevede invece che le modalità di riparazione devono essere concordate con il cliente, che ha la discrezione di richiedere la riparazione del SUO dispositivo o, nel caso sia troppo onerosa, il produttore può proporgli la sostituzione con un prodotto NUOVO di prezzo uguale o superiore.Questo diritto viene fatto decadere con una clausola vessatoria ad hoc inserita nel contratto di garanzia Apple.http://www.ilsalvagente.it/modules.php?name=News&file=article&sid=78
    • Vee scrive:
      Re: E i 2 anni di garanzia?
      - Scritto da: MecOsIcs
      Anche in Italia Apple si crede forse al di sopra
      delle leggi: si limita infatti a fornire 1 anno
      di garanzia sui suoi prodotti quando la legge
      italiana ne prevede
      2.La legge nazionale prevale sui contratti.Anche sulla garanzia.Se leggessi i contratti di garanzia scopriresti che è sempre citata la normativa nazionale.Scrivono chiaramente che se il contratto (che spesso è uno per tutto il mondo) è difforme rispetto alla normativa locale, la normativa locale prevale.Nel caso della garanzia di cui parli, i Italia e nel resto d'Europa la garanzia è di 1 anno.Nel secondo anno siamo noi a dover dimostrare che il difetto era presente all'origine.E questo vale per Apple, per Nokia e per qualsiasi altra azienda.Di che ti lamenti?
      • MecOsIcs scrive:
        Re: E i 2 anni di garanzia?
        - Scritto da: Vee
        La legge nazionale prevale sui contratti.
        Anche sulla garanzia.Si ma con Apple per far valere la legge nazionale dopo il primo anno, devi come minimo far mandare la lettera firmata da un avvocato. Hai letto l'articolo citato?
        Se leggessi i contratti di garanzia scopriresti
        che è sempre citata la normativa
        nazionale.
        Scrivono chiaramente che se il contratto (che
        spesso è uno per tutto il mondo) è difforme
        rispetto alla normativa locale, la normativa
        locale
        prevale.Allora vai sul sito del supporto italiano di Apple ed inserisci il numero di serie di un prodotto apple comprato da più di un anno. Ti dice che la garanzia è scaduta e che non puoi quindi mandare il prodotto in assistenza. Punto. Nessun riferimento alla normativa locale.
        Nel caso della garanzia di cui parli, i Italia e
        nel resto d'Europa la garanzia è di 1
        anno.
        Nel secondo anno siamo noi a dover dimostrare che
        il difetto era presente
        all'origine.
        E questo vale per Apple, per Nokia e per
        qualsiasi altra
        azienda.Tutte le aziende che tengono seriamente ai loro clienti applicano la garanzia di 24 mesi senza appigliarsi alla scarsa chiarezza normativa. Ad esempio la Nokia che hai citato applica 24 mesi di garanzia volontaria:http://www.nokia.it/A4191065Invece aziende alla ricerca di escamotage legali reclamano l'onere della prova dopo il primo anno o semplicemente se ne lavano le mani facendo ricadere la responsabilità di garanzia sui venditori:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1320705
        Di che ti lamenti?Se ti stà bene che qualcuno pesti deliberatamente i tuoi diritti sei libero di non lamentarti. Poi però se e quando avrai un prodotto Apple inutilizzabile comprato da appena 1 anno buttalo via senza lamentarti.
        • FP____ scrive:
          Re: E i 2 anni di garanzia?
          Non mi sembra che Sony Ericsson si comporti diversamente.Ho cercato la garanzia del mio telefonino e SONY ERICSSON dá 1 anno di garanzia.http://www.sonyericsson.com/downloads/LimitedWarranty_R1c_IT.pdfSONY come APPLE scaduto l'anno ti riparano comunque il pezzo, lo paghi ma te lo riparano.Ma volete per forza dimostrare che APPLE é la Spectre fate pure, se volete vi dico anche avete ragione.
          • Visualizza emoticon scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            - Scritto da: FP____
            Non mi sembra che Sony Ericsson si comporti
            diversamente.E allora?? Si sta parlando di Sony? No.In qualsiasi caso una fregatura da entrambe!
          • FP____ scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            - Scritto da: Visualizza emoticon
            - Scritto da: FP____

            Non mi sembra che Sony Ericsson si comporti

            diversamente.
            E allora?? Si sta parlando di Sony? No.
            In qualsiasi caso una fregatura da entrambe!Ok, ma non guardare la pagliuzza che ho nell'occhio ....Se lo facesse solo APPLE sarei incazzato con APPLE, se lo fanno tutti mi incazzo col SISTEMA, ma che ci vuoi fare.Sputare su APPLE ultimamente é uno sport molto praticato e ti assicuro che a Cupertino sono ben felici sia che si parli bene (tanti), sia che se parli male (tutti gli altri).Pochi prodotti fanno parlare come i prodotti APPLE.
          • Visualizza emoticon scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            - Scritto da: FP____
            Se lo facesse solo APPLE sarei incazzato con
            APPLE, se lo fanno tutti mi incazzo col SISTEMA,
            ma che ci vuoi
            fare.Non lo fanno tutte! Quindi mi incazzo con Sony e con Apple!
            Sputare su APPLE ultimamente é uno sport molto
            praticato e ti assicuro che a Cupertino sono ben
            felici sia che si parli bene (tanti), sia che se
            parli male (tutti gli
            altri).

            Pochi prodotti fanno parlare come i prodotti
            APPLE.Questo vittimismo potevi anche risparmiartelo....
          • Sky scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            Non è vittimismo, hai capito male: è una vecchia legge del marketing (stra abusata da tanti, Microsoft in primis) "bene O male, purchè se ne parli".
          • FP____ scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            - Scritto da: Visualizza emoticon
            - Scritto da: FP____


            Se lo facesse solo APPLE sarei incazzato con

            APPLE, se lo fanno tutti mi incazzo col SISTEMA,

            ma che ci vuoi

            fare.

            Non lo fanno tutte! Quindi mi incazzo con Sony e
            con
            Apple!


            Sputare su APPLE ultimamente é uno sport molto

            praticato e ti assicuro che a Cupertino sono ben

            felici sia che si parli bene (tanti), sia che se

            parli male (tutti gli

            altri).



            Pochi prodotti fanno parlare come i prodotti

            APPLE.

            Questo vittimismo potevi anche risparmiartelo....Vittimismo??? No no, parlatene **zzo.Ripeto, Cupertino alle tue critiche risponderebbero: "Grazie ! Perché non pubblica un articolo su FT a riguardo ?!" , secondo me ti pagherebbero anche omaggiandoti con un Iphone.
          • Visualizza emoticon scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            Quali critiche scusa??Mettere in evidenza un dato di fatto quale la durata della garanzia?Il problema non è se a Cupertino dia fastidio o meno un commento critico, il problema è che TU dai di matto quando uno fa un apprezzamento su Apple e poi in altri post vai anche a tirar fuori Freud......a proposito di pagliuzza nell'occhio, vero?
          • FP__ scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            - Scritto da: Visualizza emoticon
            Quali critiche scusa??
            Mettere in evidenza un dato di fatto quale la
            durata della
            garanzia?
            Il problema non è se a Cupertino dia fastidio o
            meno un commento critico, il problema è che TU
            dai di matto quando uno fa un apprezzamento su
            Apple e poi in altri post vai anche a tirar fuori
            Freud......a proposito di pagliuzza nell'occhio,
            vero?Sto impazzendo , guarda ..
          • Yeppo scrive:
            Re: E i 2 anni di garanzia?
            - Scritto da: Visualizza emoticon
            Quali critiche scusa??
            Mettere in evidenza un dato di fatto quale la
            durata della
            garanzia?
            Il problema non è se a Cupertino dia fastidio o
            meno un commento critico, il problema è che TU
            dai di matto quando uno fa un apprezzamento su
            Apple e poi in altri post vai anche a tirar fuori
            Freud......a proposito di pagliuzza nell'occhio,
            vero?se non leggi e non ti informi e quindi non ne capisci na cippa non dare almeno la colpa agli altri.bah falla finita con le fregnacce
        • Vee scrive:
          Re: E i 2 anni di garanzia?
          - Scritto da: MecOsIcs
          - Scritto da: Vee

          La legge nazionale prevale sui contratti.

          Anche sulla garanzia.
          Allora vai sul sito del supporto italiano di
          Apple ed inserisci il numero di serie di un
          prodotto apple comprato da più di un anno. Ti
          dice che la garanzia è scadutaLa garanzia completa scade dopo un anno.E' giusto quel che è scritto.Nel secondo anno la garanzia vale solo per difetti già presenti all'origine e tali difetti vanno dimostrari dall'acquirente.La normativa è così, Apple si attiene a questa normativa, ma tu che altro vuoi?Vuoi la garanzia biennale completa? Apple ne ha una triennale, ma la fa pagare a parte. Se la vuoi bene, se non la vuoi non la compri.Altri produttori hanno una garanzia biennale completa: buon per loro.Ma Apple non viola nessuna legge. (altrimenti falle causa).Apple offre un servizio in più e lo offre a pagamento (e su eBay costa pure poco).Detto questo, io sono un utente Nokia, mi trovo bene coi loro telefonini e spero che mantenga la leadership che ha nel mondo perché se lo meritano.
          Tutte le aziende che tengono seriamente ai loro
          clienti applicano la garanzia di 24 mesi senza
          appigliarsi alla scarsa chiarezza normativa.Fammi capire, il tuo problema è che la normativa non è chiara?Oppure che Apple non rispetta la normativa?Chiarisciti le idee.
          Invece aziende alla ricerca di escamotage legaliNon sono escamotage.Se l'Europa avesse voluto una garanzia obbligatoria biennale e completa, bastava scrivere quello. Se hanno fatto una differenza fra primo e secondo anno, un motivo ci sarà. Le imprese si conformano al diritto locale (europeo e italiano), non fanno nulla di sbagliato.
          Se ti stà bene che qualcuno pesti deliberatamente"sta" va senza accento.
          i tuoi diritti sei libero di non lamentarti.Ma quali diritti avrebbero pestato? Hanno una garanzia conforme a quanto richiesto in Europa, non pestano nessun diritto.
  • ranyah scrive:
    Questa è l'era di Greenpeace e di Al
    CDOsono loro i veri padroni del mondo contemporaneo, ci sono riusciti, a loro i miei complimentioggi è sufficiente opporti parzialmente a certe isteriche tesi della nuova morale ecologica che vieni subito targato da eretico e miscredentela mela ha fatto di tutto per accaparrarsi la loro simpatia, sapeva che se non ti tuffavi nel carro di Al Gore saresti caduto nel peccato, rischiavi il linciaggio mediatico e giudiziarioevidentemente steve non ha sufficientemente finanaziato questi nuovi preti contemporanei, oppure è solo un capo espiatorioe in italia?In italia c'è pecoraro, anche lui ormai ha il potere assoluto, ultimamente blocca di tutto: dai pannelli solari ai mulini a vento... però sbrigati alfonso... sembra che presto arriverà una perturbazione e la temperaturà scenderà di diversi gradi, la geniale teoria sul surriscaldamento globale potrebbe perdere il suo effetto psicologico
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
      Mi spiegi come mai tutti gli altri giacciai perenni diminuiscono anche di KILOMETRI?
      • Abramo scrive:
        Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
        Mi spieghi perché nel medioevo in Inghilterra coltivavano l'uva?E in Groenlandia allevavano il bestiame e coltivavano i cereali?
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
          Mi spieghi perchè parli di secoli fa quando gli ultimi cambiamenti climatici sono avvenuti in pochi decenni?La CO2 che immettiamo in atmosfera è veramente tanta, e scentificamente non si può dire che non possa fare nulla al clima. E naturalmente non è l'unico tipo di inquinamento in questione.
      • Sdrandis scrive:
        Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
        - Scritto da: Anonimo
        Mi spiegi come mai tutti gli altri giacciai
        perenni diminuiscono anche di
        KILOMETRI?Perché il Monte Bianco è un dissidente. Tra vent'anni Venezia sarà sott'acqua, l'Everest una piantagione di banane e a Torino coltiveremo i datteri, ma basterà fare pochi chilometri per andare in ghiacciaia.Ti rigiro la domanda: come mai il Monte Bianco ha più ghiaccio di prima? L'hai letto tutto l'articolo di Repubblica? No di sicuro, se no una possibile spiegazione lì c'era. Invece ti basta rilanciare sui titoli.Comunque il punto, ragazzi miei, è che solo DUE ANNI FA nessuno avrebbe scommesso una lira sull'aumento di volume di questo ghiacciaio dissidente. Nessuno. Eppure è successo (l'han detto gli scienziati francesi, mica quei fascisti degli amerikani).Questo fa pensare che tutti i cervelloni che ascoltiamo (sia "verdi" che "grigi") non possono conoscere tutti i meccanismi della Natura, e men che meno fare previsioni a 20-30 anni (Al Gore anyone?).Come fai a fare simulazioni del genere se non sai prevedere un fenomeno che succederà tra DUE anni?T'immagini se tra altri due anni una dozzina di altri alti ghiacciai volessero seguire l'esempio del Monte Bianco e fare i dissidenti pure loro? E oggi chi potrebbe prevederlo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
          Intanto i grandi ghiacciai perenni sono diminuiti di Kilometri, ripeto chilomentri veri, rispetto a quanto erano lunghi mezzo secolo fa. E non sono gli unici. Non sono certo loro i dissidenti.Non so te ma io non direi che siano tutte balle solo perchè la Repubblica da la notizia che le nevicate sul monte Bianco ci sono.Se proprio vuoi dire che non esistono cambiamenti climatici...
          • Sdrandis scrive:
            Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
            - Scritto da: Anonimo
            Intanto i grandi ghiacciai perenni sono diminuiti
            di Kilometri, ripeto chilomentri veri, rispetto a
            quanto erano lunghi mezzo secolo fa. E non sono
            gli unici. Non sono certo loro i
            dissidenti.
            Non so te ma io non direi che siano tutte balle
            solo perchè la Repubblica da la notizia che le
            nevicate sul monte Bianco ci
            sono.

            Se proprio vuoi dire che non esistono cambiamenti
            climatici...E chi ha detto che non esistono i cambiamenti climatici? Sono *sempre* esistiti, questo è il punto, o Anonimo.Comunque la risposta alla tua preoccupazione per i ghiacciai sta nell'uva (vedi sopra).
          • Anonimo scrive:
            Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
            Vedi sopra anche tu, il cambiamento climatico corrente non è minimamente comparabile a quelli del passato. E che si sappia non ci sono catastrofi naturali a provocarlo.Non dare per scontato che non possano esistere cambiamenti climatici artificiali solo perchè ce ne sono stati di naturali. E' troppo superficiale.
        • Sky scrive:
          Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
          Li si può sempre bombardare per farli tornare alla Sana Democrazia eh... quella per cui l'amerikano medio paga! :D(non importa se non è suolo USA: questi problemi quando si parla di democrazia sono trascurabili ;))
          • ndr scrive:
            Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
            Ragazzi, voi che dramatizzate tanto sul cambiamento climatico globale...ricordatevi che in natura l'unica cosa che è costante è proprio il cambiamento...uno dei principi base dell'ecologia.L'ecosistema più ricco non è certo quello che ha raggiunto lo stato di climax....E, per inciso, finitela con questa presunzione antropocentrica che quello che fa l'uomo è una cosa a parte, "innaturale". Noi siamo parte della natura tanto quanto una qualsiasi altra specie. Ed allo stesso modo lo sono le nostre azioni e le conseguenze che queste portano.
          • Sky scrive:
            Re: Questa è l'era di Greenpeace e di Al
            Immagino tu abbia risposto al mio post per prenderne uno qualsiasi, dato che altrimenti sarebbe un non sequitur (tecnicamente: parlavo d'altro ;)). A parte l'incipit, sono completamente d'accordo con te: la mancanza di cambiamenti significa "stasi" che, tradotto in "naturese", significa "morte". Non è un buon motivo per inquinare, smerdare ecc. ecc. però credo sia necessario, come dici giustamente, un distinguo: il riscaldamento globale può esser un problema "per l'uomo", ma non lo è per "la Terra": la Terra è passata dal vuoto interstellare (polvere eravamo...) al vulcanismo (...e polvere torneremo ad essere ;)), da questo alla copertura globale di acqua (waterworld!!!), al verde, alle glaciazioni, alla desertificazione ed ancora alle glaciazioni... in sostanza SE NE FREGA di qualche chilo di CO2: semplicemente ci lasceremo le penne tutti quanti (forse) e sarà un problema nostro, non un problema suo (della Terra).Probabilmente diventerà un problema suo quando il Sole uscirà dalla sequenza principale ed espandendosi a gigante rossa distruggerà/fonderà completamente il povero, piccolo, terzo pianeta... ma fino a quel momento penso che le cose continueranno come da 5 miliardi di anni a questa parte: con un pò di umanità in meno, magari, e con qualche altro animale (o vegetale :D) a far da razza dominante... ed a porsi il problema "ma che caxxo di gas usavano, quegli scimmioni, per raffreddare la birra?". :D
  • Adrianotiger scrive:
    centinaia di morti/anno: causa Apple
    Questa notizia non sorprende per niente.Quando Nokia, Ericsson e Dell, dopo che l'utente ha utilizzato e non ncessita più dell'apparecchio, lo ritirano gratuitamente per estrarre tutte le parti pericolose e reciclarle in maniera ONESTA, Apple non lo fa!1 anno fa la Greenpeace ha scoperto un fosso in cina:Questi bastardi (e altre parole sarebbero un complimento), della Apple si sono comprati un paio di km2 in cina, in un posto pieno di persone senza tetto e hanno scavato un fosso. Tutti i Mac, iPod & Co. vecchi, la Apple li spediva in cina e li buttava in questo fosso.Queste povere persone, disperati al punto di bruciare i mac per potersi scaldare, morivano per i gas velenosi che si liberavano dai resti della Apple.Passato 1 anno, la Apple non è migliorata!
    • Nome & Cognome scrive:
      Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
      - Scritto da: Adrianotiger
      1 anno fa la Greenpeace ha scoperto un fosso in
      cina:
      Questi bastardi (e altre parole sarebbero un
      complimento), della Apple si sono comprati un
      paio di km2 in cina, in un posto pieno di persone
      senza tetto e hanno scavato un fosso. Tutti i
      Mac, iPod & Co. vecchi, la Apple li spediva in
      cina e li buttava in questo
      fosso.
      Queste povere persone, disperati al punto di
      bruciare i mac per potersi scaldare, morivano per
      i gas velenosi che si liberavano dai resti della
      Apple.

      Passato 1 anno, la Apple non è migliorata!Interessante... immagino che tu abbia fonti sicure e prove certe di quello che affermi, perché in caso contrario temo che gli avvocati di Apple saranno felici di farti un "Lato B" quadro...
    • Sdrandis scrive:
      Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
      - Scritto da: Adrianotiger
      Questa notizia non sorprende per niente.

      Quando Nokia, Ericsson e Dell, dopo che l'utente
      ha utilizzato e non ncessita più
      dell'apparecchio, lo ritirano gratuitamente per
      estrarre tutte le parti pericolose e reciclarle
      in maniera ONESTA, Apple non lo
      fa!

      1 anno fa la Greenpeace ha scoperto un fosso in
      cina:
      Questi bastardi (e altre parole sarebbero un
      complimento), della Apple si sono comprati un
      paio di km2 in cina, in un posto pieno di persone
      senza tetto e hanno scavato un fosso. Tutti i
      Mac, iPod & Co. vecchi, la Apple li spediva in
      cina e li buttava in questo
      fosso.
      Queste povere persone, disperati al punto di
      bruciare i mac per potersi scaldare, morivano per
      i gas velenosi che si liberavano dai resti della
      Apple.

      Passato 1 anno, la Apple non è migliorata!Adriano, innanzitutto "get a life", su.E poi dicci, sei sicuro che nessuno dei tuoi rifiuti (in una vita lunga e attiva ne produrrai a quintali, a meno che tu non viva in una caverna) finirà in Cina? O in Somalia?Sei sicuro che se sparisse la Apple il mondo sarebbe ancor più popolato?Alcuni titoli dal Corriere della Sera del settembre 2012:"Siamo troppi: la Terra non ce la fa più""50 miliardi di persone e poche risorse""Dappertutto carestie e rivoluzioni""Putin chiede perdono: Se non avessimo bombardato Cupertino a quest'ora ci sarebbero 5 miliardi di persone in meno""Greenpeace dichiara: anche se non c'è più (R.I.P.) è comunque colpa di Apple":-DFinisco con un: love, fratello. Ad ogni modo fai bene a spronare Apple a essere più verde (e questo lo dico seriamente).Però uno sguardo un po' più ampio ed equilibrato sul mondo non guasterebbe.
      • Visualizza emoticon scrive:
        Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
        - Scritto da: Sdrandis
        Però uno sguardo un po' più ampio ed equilibrato
        sul mondo non
        guasterebbe.Quoto. Ma l'articolo è su Apple, quindi si parla di Apple!!
      • Adrianotiger scrive:
        Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
        Scusami, mi ero fatto prendere dalla rabbia di Apple (come un anno fa).Ci sono paesi come la svizzera, dove ogni apparecchio elettronico viene smaltito e all'acquisto di questo apparecchio si paga una tassa. Altri paesi non lo fanno e devono inviarlo al venditore perché all'interno di ogni computer ci sono elementi altamente tossici.Quello che fa Apple é una porcata! Le fonti? Leggi l'articolo di 1 anno fa della greenpeace e poi lo vedi.Io non sono un verde, tantomeno mi faccio problemi per il futuro del pianeta, ma quando vedi ditte come la Apple che ti vendono un computer al doppio del prezzo di quello che fa Dell (solo perché ha il marchio Apple??) e poi lo smaltiscono in questa maniera (e allora dove vanno a finire tutti i soldi guadagnati?) e uccidono centinaia di persone che non ne possono niente, mi fa incazzare!Non é solo Apple, anche Motorola fa lo stesso!
        • Cpt_Crunch scrive:
          Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
          - Scritto da: Adrianotiger
          Quello che fa Apple é una porcata! Le fonti?
          Leggi l'articolo di 1 anno fa della greenpeace e
          poi lo
          vedi.Tu posta un link e io ne posto uno in cui una simpatica affiliata di Greenpeace confessava come gli attacchi a Apple fossero mirati e pilotati... ;)
          quando
          vedi ditte come la Apple che ti vendono un
          computer al doppio del prezzo di quello che fa
          Dell (solo perché ha il marchio Apple??) Adriano Adriano Adriano... siamo ancora qui? Siamo ancora alle bufale da elementari?Se è così dillo, evitiamo di prendere in considerazione i tuoi post.Se invece hai voglia di discutere seriamente, voglio vedere lo stesso accanimento e pretendo che tu attacchi la VolksWagen perché la Golf costa più della Punto.Come? Non sono nella stessa categoria? (rotfl)Aaaaaaaah.... (rotfl)Ora prova a configurare sul sito Dell un desktop con le STESSE caratteristiche (assenza TOTALE di cavi, 4 bay per HD a caldo, silezioso come la morte)) di un MacPro Apple e vedi da te che il Dell COSTA DI PIÙ. ;)Fai la stessa cosa con il MacBookPro, prendi un Dell EQUIVALENTE e vedi che COSTA DI PIÙ. ;)Basta guardare i listini UFFICIALI, non ci vuole molto.Non puoi barare, i prezzi sono PUBBLICI, e quelli di Apple sono iva e trasporto compresi, mentre Dell si diverte ancora ad aggiungere il trasporto solo alla fine...Certo che se continui a paragonare un laptop Apple (sottile, leggero, in alluminio, con tastiera retroilluminata automatica, slot loading, cpu a 2.33GHz etc etc etc) con un cassonetto di plastica pesante 5 Kg, batteria da un'ora, cpu "core solo" da 1,66Ghz è OVVIO che i conti non tornino... nel tuo cervello.Golf con Golf...
          • Visualizza emoticon scrive:
            Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
            LOL!! Dici sempre le stesse cose....
          • Adrianotiger scrive:
            Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
            E' inutile che inserisco i links, alla fine o é il giornale che non é attendibile o lo scrittore che non é attendibile... vero?[img]http://www.greenpeace.de/typo3temp/GB/ebc96a4202.jpg[/img]Perché 1 immagine vale più di 1000 parole!
    • Immanuel scrive:
      Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
      - Scritto da: Adrianotiger
      Questa notizia non sorprende per niente.

      Quando Nokia, Ericsson e Dell, dopo che l'utente
      ha utilizzato e non ncessita più
      dell'apparecchio, lo ritirano gratuitamente per
      estrarre tutte le parti pericolose e reciclarle
      in maniera ONESTA, Apple non lo
      fa!

      1 anno fa la Greenpeace ha scoperto un fosso in
      cina:
      Questi bastardi (e altre parole sarebbero un
      complimento), della Apple si sono comprati un
      paio di km2 in cina, in un posto pieno di persone
      senza tetto e hanno scavato un fosso. Tutti i
      Mac, iPod & Co. vecchi, la Apple li spediva in
      cina e li buttava in questo
      fosso.
      Queste povere persone, disperati al punto di
      bruciare i mac per potersi scaldare, morivano per
      i gas velenosi che si liberavano dai resti della
      Apple.

      Passato 1 anno, la Apple non è migliorata!Meriti una risposta solo per la fantasia dimostrata nel post! :)Per curiosità..potresti citare la fonte (una fonte attendibile possibilmente..)?
    • Sky scrive:
      Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
      - Scritto da: Adrianotiger
      Queste povere persone, disperati al punto di
      bruciare i mac per potersi scaldare, morivano per
      i gas velenosi che si liberavano dai resti della
      Apple.MA LOL!!!E per fortuna non sono andati in una polveriera, questi poveri, tremanti cinesi, a bruciare TRITOLO: ti assicuro che il problema di "inalare" non si poneva. :D(per cortesia: evitiamo pietosi pietismi, peraltro assurdi ed inutili alla discussione)
      • ndr scrive:
        Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
        A proposito, una sola cosa da dire a chi cita un articolo di greenpeace come una "fonte" attestante la veridicità delle affermazioni: ..............MA LOOOOOOOOL!!!!!
        • Sky scrive:
          Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
          In fondo puoi sempre:1) chiedere all'oste se il vino è buono2) chiedere ad un astemio se è cattivo:D
    • alexjenn scrive:
      Re: centinaia di morti/anno: causa Apple
      Per caso hai letto gli altri articoli di Greenpeace, dove sostengono di essersi sbagliati?Vedi, basta una qualsiasi notizia data in giro e ci cascano milioni di pecore come te.
  • Categorico scrive:
    No problem!
    Ora Stìv Giòbs lancerà sul mercato l'"even greener iPhone", che costerà un po' di più, ma andrà a ruba fra fricchettoni verdi, genitori preoccupati, figli di papà e pure di mammà :p"Un pollo in ogni pentola e un iPhone in ogni... be', ficcatevelo un po' dove ve pare, a noi che cce frega, basta che 'o pagate" (idea) O) :D
  • Sdrandis scrive:
    Smontare un Nokia e un Blackberry no?
    Però per essere completo e veramente comparativo il rapporto di Greenpeace dovrebbe prevedere anche lo smontaggio e l'analisi di altri telefonini (Nokia, Blackberry, ecc.) o altre cose tipo palmari o PSP.Perché si sa, al giorno d'oggi tra il dirlo e il farlo ci corre parecchio. Come una delle classifiche di Greenpeace, dove HP e Dell erano chilometri sopra Apple in quanto a "verdità" solo perché avevano messo per iscritto che entro il 2010 avrebbero eliminato dai loro PC un paio di sostanze che nei Mac non ci sono più già oggi. Ma insomma...E siccome a pensare male si sbaglia di rado, viene in mente che Greenpeace abbia scelto il bersaglio più facile e visibile, quello che garantisce pubblicità immediata (ci sono titoli dappertutto già oggi, ed entro due giorni lo scriveranno anche sul Gazzettino del Mugello che l'iPhone "rende infertili i giovani maschi").Meno male che non sono più un giovane maschio! Cioè, maschio un pochino ancora sì, ma giovane, beh, mica tanto.:-D
    • pallopinko scrive:
      Re: Smontare un Nokia e un Blackberry no?
      - Scritto da: pallopinko
      lo hanno fatto: nokia guida la classifica dei
      prodotti meno tossici, apple è sempre stata
      (molto) indietro (aveva il processo lead free due ^ ops: nokia aveva...
      anni prima della direttiva europea). del resto,
    • Adrianotiger scrive:
      Re: Smontare un Nokia e un Blackberry no?
      @Sdrandis:Ignorante!Guardati la pagina del greenpeace prima di scrivere...Nokia e SonyEricsson non utilizzano materiali dannosi da anni!Lasciatelo dire: IGNORANTE! Lo dici per invidia o perché te la prendi con l'unica ditta che smantella il cellulare pezzo per pezzo??? Ora apro un nuovo thread, così vedi cosa fa la tua cara apple!
Chiudi i commenti