Quella brandizzazione di 3

Tra le segnalazioni su 3 che stanno giungendo in redazione dopo l'articolo di Marco Calamari su Vodafone ne pubblichiamo una particolarmente approfondita
Tra le segnalazioni su 3 che stanno giungendo in redazione dopo l'articolo di Marco Calamari su Vodafone ne pubblichiamo una particolarmente approfondita


Roma – Vi scrivo dopo aver letto la mail di un utente indignato per le limitazioni imposte dalla personalizzazione Vodafone dello Sharp gx30 da lui acquistato.

La 3 è in tal caso molto più drastica, infatti oltre ad essere l’unica in Italia ad utilizzare il sim lock, ovvero i suoi telefoni funzionano solo con la scheda sim con cui sono venduti. Una pratica tutto sommato ammissibile, visto anche che proprio per accaparrarsi clienti vende a prezzi veramente concorrenziali ottimi videofonini e mette ben in evidenza la limitazione addirittura con sigilli alle confezioni. Ma effettua anche altre personalizzazioni meno trasparenti.

Ho recentemente acquistato un LG u8810 allettato dall’ottimo prezzo ma purtroppo ho dovuto constatare che oltre alle limitazioni sull’uso della sola sim allegata ve ne sono molte altre assolutamente non documentate e soprattutto non evidenziate sulla confezione.

Il telefono in questione infatti, come indicato sulle caratteristiche tecniche chiaramente visibili anche sul sito www.tre.it, è munito di porta infrarossi. Peccato che questa sia disabilitata se non per l’utilizzo del telefono come mobile modem, operazione costosissima: l’utilizzo della stessa porta per l’invio o ricezione di foto, suonerie o altro risulta impossibile.

Il telefonino in questione inoltre è dotato di compatibilità java ma purtroppo anche in questo caso si assiste ad un blocco della possibilità di caricare applicazioni di questo genere non solo tramite la già citata porta infrarossi ma addirittura anche tramite il cavo dati.

In poche parole il solo metodo per caricare sul cellulare applicazioni java è di scaricarle dalla rete utilizzando un collegamento dati a pagamento, tra l’altro come già detto molto salato.

Mi chiedo quindi fino a che punto sia legale ed ammissibile il comportamento del gestore che vende anche se a prezzi concorrenziali ottimi apparecchi castrati in alcune delle loro funzionalità senza specificarlo chiaramente.

Posso anche essere d’accordo sul blocco di funzionamento con la sola sim nella confezione ma queste limitazioni mi sembrano senz’altro discutibili, in quanto oltre a costringere l’utente ad un esborso di denaro non previsto limitano considerevolmente le possibilità di utilizzo dell’apparecchio.

Un esempio su tutti: molti fotografi permettono ormai di stampare su carta fotografica le foto fatte con il telefonino in pochi minuti grazie al trasferimento ad infrarossi. Con l’ottimo lg u8810 della 3 questo non è possibile nonostante sia dotato di infrarossi: l’unico sistema per farlo è trasferire le foto su pc tramite cavo e poi masterizzarle su di un cd per farle stampare.

Perfino con il mio ormai vetusto SonyEricsson t610 brandizzato Vodafone con tutte le limitazioni del caso, prima fra tutte l’odiato tasto Vodafone Live, potevo inviare le foto via infrarossi mentre con il “gioiellino” della LG non posso grazie alle limitazioni imposte ma non dichiarate dalla 3.

Luca C.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 08 2004
Link copiato negli appunti