Quelle tariffe telefoniche sono troppo alte

Guerra aperta tra Telecom Italia e l'Authority: il monopolio non si è spezzato del tutto? La polemica non è destinata a chiudersi rapidamente. Ecco le ultime novità


Roma – Chi temeva di pagare troppo per la telefonia fissa e mobile, ha ora una conferma dei propri timori in quanto affermato dal commissario di un organo ufficialmente super partes. Silvio Traversa, commissario dell’Authority TLC, ritiene infatti necessaria una separazione societaria, non solo contabile (com’è tuttora), per la gestione delle reti telefoniche di Telecom Italia, separazione che dovrebbe portare ad una riduzione delle tariffe. Com’è noto, le altre società di telefonia fissa e mobile concorrenti sono comunque costrette a pagare l’affitto per l’usufrutto di reti Telecom; questo si riflette sulle spese finali a carico dell’utente.

Le dichiarazioni di Traversa rientrano nel quadro di una polemica sulla “questione tariffe” che da diversi giorni sta incendiando i rapporti tra Autorità e Telecom Italia e tra quest’ultima e gli altri gestori telefonici.

Per l’Authority la suddivisione sarà necessaria per indebolire ulteriormente “il regime di monopolio”. Secondo il commissario Alessandro Luciano, inoltre, le tariffe sono ancora troppo alte, “a conferma” che la concorrenza, tra le società telefoniche, in Italia non è ancora sui livelli europei. Forse l’Authority costringerà Telecom a prendere provvedimenti.

Telecom Italia ha finora risposto duramente alle critiche, osservando che le affermazioni dei commissari non sono soltanto errate, ma violano anche il regolamento etico dell’Autorità di Garanzia, in quanto anticipano decisioni che spettano in realtà all’organo collegiale. La fine del “dibattito”, dunque, non sembra vicina…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    DUE CONTI IN TASCA ALLE POSTE...
    UFFICIO POSTALEServizio inefficiente agli sportelli,impiegati malpagati,code,confusione,disinformazione.Ufficio postale con 6 o più sportelli,due aperti, 40/50 persone in coda.E'la situazione tipica.SERVIZIO ON LINEInvio telematico a costi assurdi, non giustificatida alcunchè, dato che se ben impostato il serviziopuò addirittura avere una spesa per l'aziendavicino allo zero ( costi di impostazione a parte, ma chi intraprende, deve investire).E poi, la riscossione, al solito sportello, con la solita coda e i soliti casini...e dove diavolo è la grande innovazione...???.ENNESIMA PRESA PER I FONDELLI !!!VOTATE BENE...E' L'ULTIMA OCCASIONE !Un Italiano
  • Anonimo scrive:
    Ovvero... Come fare una gran confusione....
    Per chi non lo sapesse in pratica il vaglia postale vero e proprio è SPARITO.Come molti di voi avranno visto, le poste italiane, sono diventate ormai, come delle vere e proprie banche.Da qui, la necessità delle poste di rendere tutto, più FISCALE, o meglio FISCALIZZABILE..Sta di fatto che il vaglia almeno per il nome rimane lo stesso nella versione di base, anche se la cedola che viene consegnata al destinatario, ha la forma di un vero e proprio ASSEGNO...Spariscono infatti anche gli assegni o meglio POSTAGIRO, che non saranno più utilizzabili e che un correntista deve restituire.Ma la novità allora qual'è???IL VAGLIA ON LINE!!A noi Navigatori, il nome lascia presumere la possibilità di fare un vaglia ON LINE...E invece no!!!E' una sorta di "informatizzazione" del POVERO UTENTE... Ed in pratica ti fa pagare un servizio circa il 50% in più...Ecco come funziona:UN VAGLIA NORMALE:SVANTAGGI:Non puoi più ritirarlo SUBITO, ma solo nelle successive 48 ore dalla ricezione.VANTAGGI:Puoi ritirarlo in qualsiasi ufficio postaleVAGLIA ON LINE:La novità:Puoi ritirare SUBITO il DENARO dove sta la novità???... Mi sono chiesto io?Ah...Eccola...UNA BELLA PASSWORD!!! Non virtuale no...Altrimenti che kakkiata sarebbe...COME FUNZIONA IL VAGLIA ON LINE:Il mittente si reca in posta, e fa questo benedetto vaglia on line...L'impiegato (ammesso che sia in grado di farlo ed abbia fatto un corso di aggiornamento), dovrà consegnare al mittente un CODICE SEGRETO...A questo punto, IL MITTENTE, deve comunicare al DESTINATARIO, il codice SEGRETO, che gli permetterà, recandosi presso un qualsiasi ufficio postale (ammesso che i terminali siano funzionanti e l'operatore sia in grado di effettuare l'operazione), e comunicando IL CODICE di ritirare IMMEDIATAMENTE IL DENARO...Ma vi rendete conto???Io che con le poste CI VIVO, in questo ultimo anno, posso dire di aver apprezzato le novità a livello finanziario, come il Bancoposta e la gestione del conto corrente on line,ma quando ho sentito parlare di VAGLIA ON LINE, e quattro degli operatori di 4 diversi uffici postali, mi hanno spiegato, che in pratica non serve all'UTENTE, ma alle POSTE, mi sono messo a ridere...CONCLUSIONI:Secondo me, quando si tratta di ritirare i soldi (versamenti su c/cp, pagamenti vari etc...etc...) le poste FUNZIONANO SEMPRE,...Ma se tenti di fare un operazione in tempo reale, ritirare un vaglia o comunque incassare dei soldi, come minimo trovi un operatore in difficoltà nel maneggiare le nuove TECNOLOGIE (nemmeno se avessero in mano una navicella spaziale...) e come minimo del minimo il TERMINALE NON FUNZIONA...E' MOSTRUOOOOOOSOOOOO!!!!W IL VAGLIA ON LINE... Che ON LINE, non fa proprio NIENTE!Complimenti a chi ha avuto questa fantastica idea, davvero geniale...Daltronte... Se si vuole informatizzare il popolo italiano, bisogna fargli credere di essere già ON LINE....Smetto se no gli do pure l'idea per il prossimo SPOT per il VAGLIA ON LINE...VAGLIA ON LINE... Il futuro senza PC, coast to coast, porta a porta, (Vespa escluso), per ritirare il denaro SUBITO e per imparare a RICORDARTI CODICI, (che se li perdi, so k@kki tuoi)...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ovvero... Come fare una gran confusione....
      Ma non dimenticate, che in pratica con il VAGLIA ON LINE, pagate circa il 50% in più, un servizio (il vaglia di prima che ora non esiste più), che prima pagavate il 50% in meno...Capito???Prima il vaglia lo facevi in posta e il destinatario poteva ritirare subito i soldi nell'ufficio postale,ora se vuoi rititare i TUOI soldi SUBITO, devi pagare il 50% in più, utilizzando il nuovo e velocissimo servizio delle poste italiane VAGLIA ON LINE...Ma che kavolo fanno???Che senso ha???In pratica, prima potevi ritirare subito i soldi, ma solo presso l'ufficio postale del tuo comune.Ora con il vaglia, puoi inkassare in qualsiasi ufficio (tanto per darci lo zukkerino) ma solo dopo 48 ore (che cavolo di tempo reale è, non lo so...)...Ma se vuoi il massimo... appunto... Usi il VAGLIA ON LINE...Ma chi lo spiega a mia nonna, che ha 60 anni, vive con 600.000 lire di pensione, che quando gli mando qualcosa per tirare avanti, deve aspettare 48 ore???E chi gli spiega a mia nonna che i CODICI servono per ritirare il vaglia???Non che mia nonna sia rinko, ma visto che l'italia è un paese di ANZIANI, ai giovani non gli si da una mazza di una mazza, il minimo che le poste potessero fare era;UN SERVIZIO RAPIDO, magari con la consegna del denaro a DOMICILIO...Kissa... Forse due o tremila disoccupati, avrebbero trovato posto nelle poste, come guardie giurate....Ma almeno i soldi del VAGLIA ON LINE, sarebbero serviti anche a NOI CITTADINI...Che schifo!
Chiudi i commenti