RadioPAZ e condivisione dei Pareri

Nuova iniziativa


Roma – “In un ottica di condivisione e promozione, RadioPAZ presenta una nuova modalità di “circolazione delle idee”: CONDIVISIONE DEI PARERI”. Si presenta così una nota con la quale l’emittente web presenta una novità rivolta ai musicisti indipendenti.

“Sul sito della radio – afferma la nota – è possibile cioè ascoltare brani musicali di gruppi emergenti salentini e non, e con un semplice sistema di “commento” viene data la possibilità agli utenti-ascoltatori, di recensire, commentare o criticare liberamente e senza censure ciò che si è ascoltato”.

“Tutti i gruppi emergenti – continua la radio – saranno poi introdotti a una licenza Creative Commons al fine di far conoscere da subito alle band indipendenti che esistono possibilità diverse di produrre contenuti e soprattutto di condividerli. L’idea è anche quella di far interagire gli ascoltatori, farli discutere intorno a una proposta musicale, farli entrare in contatto diretto con le band e promuovere così un nuovo modo di fare musica indipendente”.

Per saperne di più, il sito di RadioPAZ è qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    partito telecom
    spiace metterla in politica, ma fino a quando il ministero telecomunicazioni sara' in mano ad AN possiamo scordarci tutto cio' che va incontro ai consumatori e che e' gia' attivo in altri paesi, dagli operatori virtuali al wifi.d'altronde ci sono legami storici veramente difficili da tagliare...
    • Anonimo scrive:
      Re: partito telecom
      Veramente Telecom è in quota "sinistra" (il DAlema e il TronchettiProvera sono compagni di merende).A parte questo ricorda: non esistono "partiti politici" ma "cordate politico affaristiche" che fanno finta di scannarsi in tivù ad uso e consumo degli idioti, per poi spartirsi la torta in privato.
      • manta scrive:
        Re: partito telecom

        A parte questo ricorda: non esistono "partiti
        politici" ma "cordate politico affaristiche" che
        fanno finta di scannarsi in tivù ad uso e consumo
        degli idioti, per poi spartirsi la torta in
        privato.grande verità..rido al fatto di berlusconi e rutelli che si sbeffeggiano a porta a porta e poi vanno fuori a cena insieme subito dopo...
Chiudi i commenti