Raggi di calore disperderanno le folle

Il Dipartimento della Difesa USA ha presentato finalmente ai media l'arma non-letale del futuro: il phaser di cui si parla da anni potrebbe entrare a far parte dell'equipaggiamento dei militari nel 2010

Moody Air Force Base (USA) – Un catafalco eretto sopra un massiccio Humvee sostiene un’antenna che punta minacciosa verso una folla che brulica, si spintona. Basta un attimo, e la calca si disperde repentina come in un battito d’ali.

Già. L’Humvee ha indirizzato verso la folla di volontari, inferocita per contratto, un raggio di calore generato dall’ Active Denial System (ADS), una sorta di phaser di trekkiana memoria, capace di colpire il target inquadrato da una telecamera a infrarossi anche a cinquecento metri di distanza. È questa la prima dimostrazione offerta ai media di una tecnologia di cui si discute da anni, sviluppata dal Joint Non-Lethal Weapon Program del Pentagono , una tecnologia che funge da arma non letale .

Una sensazione di calore improvvisa, dolorosa e terrorizzante come se i vestiti, anche i più pesanti, cominciassero ad incendiarsi. Un intenso calore però che non lascia alcun segno: il raggio elettromagnetico ad una frequenza di 95 GHz penetra solamente attraverso gli strati più superficiali dell’epidermide, per meno di mezzo millimetro. Quanto basta a colpire le terminazioni nervose facendo percepire la sensazione del contatto con un corpo a temperatura di cinquanta gradi. Nessuna conseguenza, assicurano i militari, se non il deflusso di una folla spaventata.

“È una tecnologia rivoluzionaria”, ha dichiarato Theodore Barna, del Dipartimento della Difesa USA: “Ci aspettiamo che possa aggiungersi agli equipaggiamenti dei militari, entro il 2010”. Sarà utile per disperdere le folle nelle manifestazioni che volgono alla violenza, oppure presso i checkpoint in zone a rischio guerriglia, servirà a confinare delle aree delimitandole con fasci di raggi, ma potrà costituire una risorsa preziosa anche in situazioni di guerra , in Iraq o in Afghanistan, prevedono le autorità militari.

L’arma è stata testata su oltre diecimila volontari nel giro di dodici anni, e durante gli ultimi cinque anni non si sono riscontrati danni o lesioni degni di attenzione. Le preoccupazioni , riguardo alle quali l’osservatorio The Sunshine Project si interrogava già nel 2005, sembrano essere state fugate almeno per quanto riguarda le possibili conseguenze per gli occhi: si è verificato, mediante test su animali, che i riflessi inducono a distogliere lo sguardo prima che l’irraggiamento possa provocare danni. Wired News , fra gli altri, lo scorso anno avanzava il dubbio che l’arma potesse favorire l’insorgere di cancro, ma non si hanno conferme in merito agli effetti a lungo termine dell’esposizione ai raggi.

Un altro ordine di preoccupazioni è rappresentato dai potenziali modi di armeggiare con l’ADS. Se infatti l’ Active Denial System è considerato, almeno nell’immediatezza, non letale, un uso improprio potrebbe trasformarlo in un’arma offensiva a tutti gli effetti, tutt’altro che umana. In spazi angusti in cui la fuga è poco praticabile, o nel caso in cui fosse utilizzato a distanze ravvicinate, puntato contro persone impossibilitate a muoversi, l’ADS potrebbe rivelarsi fatale per il target.

Il Pentagono ha investito sessanta milioni di dollari per la progettazione avanzata del dispositivo. La tecnologia è stata sviluppata in collaborazione con Raytheon, che con il suo Silent Guardian , un ADS su scala ridotta, spera di poter accogliere una domanda che, in una società dominata dal rischio, sembra farsi sempre più pressante.

Gaia Bottà

qui sotto un video da YouTube su precedenti test del… phaser :

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ED-209
    Che dite.. sarà sufficiente ? :)http://unclerummy.com/photos/ED209.jpg
  • Anonimo scrive:
    MGS4
    wow certo che Kojima è un genio....Metal gear solid 4 anticipa esattamente lo scenario futuro, in cui si vedono enormi droni metà biologici e metà meccanici combattere nei centri urbani....non temete presto arriveranno anche gli Arm Slave http://en.wikipedia.org/wiki/Arm_Slave :D
  • Anonimo scrive:
    Mezzo milione di euri?!?
    A parte dubbi morali etc.... a voi sembra che mezzo milione di euro siano una ricompensa allettante per inventare una cosa che è attualmente ancora fantascienza?Io credo che chi riuscisse ad inventare un cyborg totalmente autonomo si vedrebbe arrivare ben altre offerte... voglio dire... han venduto youtube per 1.9 miliardi di euro!!! (idem per skype e idem per myspace) (cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mezzo milione di euri?!?

      I carri USA hanno
      ancora un uomo il cui compito è quasi solo quello
      di caricare il cannone perchè i Russi a fare un
      autoloader che non si inceppi ci hanno messo più
      di dieci
      anni)Si inceppa ancora, e la cadenza di tiro è inferiore a quella garantita da un servente umano. Il Leclerc francese invece ha una cadenza di tiro di 12 colpi al minuto, ma ha dovuto essere progettato interamente intorno al sistema di caricamento automatico. Inoltre non permette di cambiare il colpo in canna se si decide di passare ad un altro tipo di munizione (sai che bello se hai caricato uno HEAT e ti serve un APFSDS perchè c'é un MBT che ti arriva addosso).Preferisco il caro vecchio Leo 2.
  • Anonimo scrive:
    Questo è solo l'inizio...
    ...e presto i robot prenderanno il sopravvento sui loro creatori umani e domineranno il mondo! (cylon)(cylon)(cylon)(cylon)(cylon)
  • Anonimo scrive:
    ohhh, che bello
    già me lo vedo il mondo di domani.quattro ricconi su di un isola, e noi a lavorare controllati da robot e telecamere.non dovranno neanche scervellarsi più per inventare strane leggi che obblighino altri esseri umani a credere che difendano uno staus quo per il bene di tutti.ahhh, che lusso.
    • Gatto Selvaggio scrive:
      Re: Welcome to the New World
      - Scritto da:
      già me lo vedo il mondo di domani.
      quattro ricconi su di un isola, e noi a lavorare
      controllati da robot e
      telecamere.
      non dovranno neanche scervellarsi più per
      inventare strane leggi che obblighino altri
      esseri umani a credere che difendano uno staus
      quo per il bene di
      tutti.

      ahhh, che lusso.Oligarchia mondiale al potere.Ricconi dipendenti dall'oligarchia sull'isola.Relativamente fortunati a lavorare sotto il controllo di robot e telecamere per controllare il lavoro di altri robot.Robot che lavorano a tutto spiano.Masse senza lavoro. Masse clientelarmente legate al potere mantenute dal lavoro dei robot a un tenore di vita sufficiente a consumare, a mantenere una parvenza formale di democrazia.Chi non sarà d'accordo verrà 'tenuto sotto controllo' da droni, robot, microonde, ultrasuoni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Welcome to the New World
        - Scritto da: Gatto Selvaggio

        Robot che lavorano a tutto spiano.The Cylons were created by Man.They rebelled.They evolved.They look and feel like us.There are many copies.And they have a plan."Are you alive?"(cylon)(cylon)(cylon)
  • Anonimo scrive:
    Sarà ma...
    Fino ad ora non c'e' nulla di più flessibile,adattabile,versatile,veloce,intelligente di un uomo addestrato a questo compito, oggi anche i più sofisticati robot basta una spintonata per farli cadere e metterli fuori uso od un calcio assestato su parti non troppo protette per causare grossi danni.Infatti non capisco il mito dei robot che sono "invicibili", sono si più "resistenti" di noi ma sono anche più fragili, essendo macchinari di una complicatezza hardware e software unici.Inoltre a meno di non essere radiocomandati (che comunque sono inutili visto la complessità e lentezza nel produrre una serie di comandi non preimpostati che non sarebbe adatta in situazioni dove devi decidere ed agire in pochi secondi)dovrebbero avere un intelligenza artificiale migliaia di volte più avanzata di quella attuale anche solo in campi specifici non supera quella di uno scarafaggio lobotomizzato.
  • Anonimo scrive:
    Sempre più scemi
    Ormai la scemenza dilaga.
  • Anonimo scrive:
    Ma nessuno legge Shirow?
    O forse lo leggono troppo, e pensano che coi robot da guerriglia fatalmente seguiranno i LandMate e le cyborg gnocche.Ci rido su perchè la cosa è tecnologicamente così lontana che mi sembra folle... non sono ancora riusciti a fare un caarrarmato che si guidi da solo e questi vogliono roba da manga?
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Ma nessuno legge Shirow?
      Automi grossolani senza spirito nel guscio, già.....Vallo a dire ai genialoidi di Singapore però :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma nessuno legge Shirow?
      - Scritto da:
      O forse lo leggono troppo, e pensano che coi
      robot da guerriglia fatalmente seguiranno i
      LandMate e le cyborg
      gnocche.

      Ci rido su perchè la cosa è tecnologicamente così
      lontana che mi sembra folle... non sono ancora
      riusciti a fare un caarrarmato che si guidi da
      solo e questi vogliono roba da
      manga?Carroarmamto forse no, ma auto che si guida da sola in un circuito urbano si.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma nessuno legge Shirow?
      Si è parlato di robotica per anni senza che uscisse dalle fabbriche, da qualche parte si deve pur iniziare, anche se le applicazioni sono a dir poco discutibili.. Le applicazioni militari di solito sono il primo impiego di ogni nuova tecnologia, segue un processo di implementazione e ottimizzazione che poi rende fruibili le medesime tecnologie in ambito civile. E' triste, ma è così.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma nessuno legge Shirow?
        - Scritto da:
        Si è parlato di robotica per anni senza che
        uscisse dalle fabbriche, da qualche parte si deve
        pur iniziare, anche se le applicazioni sono a dir
        poco discutibili.. Le applicazioni militari di
        solito sono il primo impiego di ogni nuova
        tecnologia, segue un processo di implementazione
        e ottimizzazione che poi rende fruibili le
        medesime tecnologie in ambito civile. E' triste,
        ma è
        così.Internet è nata così
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma nessuno legge Shirow?

          Internet è nata cosìNon dirlo ai nerd sinistrorsi di PI, loro vogliono sentirsi dire che:- Internet è stata inventata dai no-global- Internet è stata inventata da europei- E questi no-global europei erano tutti adolescenti.Il resto è una cospirazione di Bush & Co.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma nessuno legge Shirow?
            E quelli come te sanno tutto della vita!Complimentoni, veramente...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma nessuno legge Shirow?

            Potevi anche risparmiartela una trollata così di
            basso
            livello.
            Non sono egoista come voi: le mie trollate le condivido con la manica di perdenti sfigati che popola questo forum, così da mettervi a confronto con l'immensità della vostra irrilevanza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma nessuno legge Shirow?
            - Scritto da:


            Potevi anche risparmiartela una trollata così di

            basso

            livello.



            Non sono egoista come voi: le mie trollate le
            condivido con la manica di perdenti sfigati che
            popola questo forum, così da mettervi a confronto
            con l'immensità della vostra
            irrilevanza.povero buffone, sei ridicolo
      • alexmario scrive:
        Re: Ma nessuno legge Shirow?
        - Scritto da:
        Si è parlato di robotica per anni senza che
        uscisse dalle fabbriche, da qualche parte si deve
        pur iniziare, anche se le applicazioni sono a dir
        poco discutibili.. Le applicazioni militari di
        solito sono il primo impiego di ogni nuova
        tecnologia, segue un processo di implementazione
        e ottimizzazione che poi rende fruibili le
        medesime tecnologie in ambito civile. E' triste,
        ma è
        così.In prima battuta direi che il confinamento della robotica era dovuto alla "debolezza" dei modelli disponibili.In secondo luogo, l'europa e anche gli Usa hanno rinunciato allo sviluppo della robotica industriale togliendo fondi a partire dal 1980.Oggi, l'Asia costituisce il motore trainante di questo sviluppo.La Corea del Sud, ad esempio, sta finanziando un progetto per introdurre droni nelle case dei cittadini, come domestici.In Giappone si cerca di realizzare automi che aiutino gli anziani ad essere autonomi.Certo l'impiego militare grazie alla fantascienza appare un campo scontato per la robotica. Io credo che non sia poi così vero.Credo che gli ufficiali non vedano di buon'occhio questi marchingegni, anche perché sono notevolmente limitati in questa fase.Poi la richiesta di Singapore riguarda l'area urbana, ma credo che in Australia si stiano sperimentando droni da combattimento già da un paio d'anni.A mio avviso, il settore dove la robotica può svilupparsi in maniera migliore e più proficua è l'esplorazione spaziale.Gli Usa, però, stanno puntando sul ritorno dell'esplorazione umana... Il che leverà fondi alla progettazione di sonde automatizzate.Speriamo nell'Esa.Anche se il ritardo rispetto alla Nasa è notevole, anche per via della differenza abnorme nei fondi.
  • mikeUS scrive:
    I for one...
    ...welcome our warfare cyborg overlords
  • Anonimo scrive:
    Inizio a preccuparmi...
    ma sanno qualcosa che non sappiamo?telecamere dappertutto...cannoni a raggi solari che ti cuociono..robot per guerrgilia urbana...etc..etc..ma che bolle in pentola?arrivano gli ufo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Inizio a preccuparmi...
      - Scritto da:
      ma sanno qualcosa che non sappiamo?
      telecamere dappertutto...cannoni a raggi solari
      che ti cuociono..robot per guerrgilia
      urbana...etc..etc..
      ma che bolle in pentola?
      arrivano gli ufo?Sono già qui da prima di Roswell.. per ora non hanno iniziato la mattanza come in ID4 o Guerra dei Mondi... ma è molto probabile che stiano per iniziare...
    • castigo scrive:
      Re: Inizio a preccuparmi...
      - Scritto da:
      ma sanno qualcosa che non sappiamo?
      telecamere dappertutto...cannoni a raggi solari
      che ti cuociono..robot per guerrgilia
      urbana...etc..etc..
      ma che bolle in pentola?
      arrivano gli ufo?niente di così complicato.semplicemente sta arrivando lo stato di polizia.
      • Gatto Selvaggio scrive:
        Re: Inizio a preccuparmi...


        ma sanno qualcosa che non sappiamo?

        telecamere dappertutto...cannoni a raggi solari

        che ti cuociono..robot per guerrgilia

        urbana...etc..etc..

        ma che bolle in pentola?

        arrivano gli ufo?
        niente di così complicato.
        semplicemente sta arrivando lo stato di polizia.Sta arrivando la bancarotta.Anno di grazia 2019."Romano, il popolo è in rivolta. Non hanno più soldi!""Se non hanno soldi, facciano un finanziamento!"Per gestire le folle inferocite servirà lo stato di polizia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Inizio a preccuparmi...
          -
          Anno di grazia 2019.
          "Romano, il popolo è in rivolta. Non hanno più
          soldi!"
          "Se non hanno soldi, facciano un finanziamento!"

          Per gestire le folle inferocite servirà lo stato
          di
          polizia.non serve arrivare al 2019.........lo stato di polizia esiste gia'...e in modo distorto..cioe' i potenti e nache i delinquenti da strada passano impuniti nelle maglie della "giustizia" sempre di piu'..per mia fortuna non abito in una grande citta',penso che l'aria li sia sempre piu' pesante ( intendo in zone specifiche ovviamente non tutta la citta')mi ricordo ancora l'unica volta che sono stato a Torino,quando andai via ,c'erano dei ragazzotti che con delle mazze da baeball sfasciavano le macchine,cosi' a caso..questa e' vita?Poveri Torinesi!!
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: Inizio a preccuparmi...

            mi ricordo ancora l'unica volta che sono stato a
            Torino,quando andai via ,c'erano dei ragazzotti
            che con delle mazze da baeball sfasciavano le macchineMa quand'è che sei stato a Torino? :|Torino più che altro mi pare sporca, impoverita, ingrigita. Gli studenti delle scuole vestiti alla moda come straccioni, i pensionati ex operai Fiat con logore giacche a vento e i sacchetti di plastica della spesa, uno per mano. Nei negozi non c'è niente che mi venga voglia di comprare. Merde di cane dappertutto. Una volta era una città elegante.
          • Anonimo scrive:
            Re: Inizio a preccuparmi...
            Allora devi andare a fare una bella passeggiata a Bologna, che rumore, sporcizia, squotteroni e grigiume ovunque.... che schifo!Christian - Rimini
Chiudi i commenti