Random.052/ Avanti... c'è un posto

Cosa vorrà dire se nei programmi della scuola media si trovano corsi sullo stack TCP/IP e la gestione di una LAN. O perché si lavori sull'MS DOS. In equilibrio tra tre I e molti punti di domanda


Roma – Si continua a parlare tanto a proposito (ma anche a sproposito…) della necessità di preparare persone alle sfide della rivoluzione tecnologica, della necessità di formare tecnici capaci di aggiornarsi quotidianamente. Della carenza di personale specializzato in grado di ricoprire quelle nuove figure professionali tanto care soprattutto ai compilatori di fantastiche statistiche sulle necessità delle imprese ed agli inventori di roboanti qualifiche di lavoro, tutte rigorosamente in lingua inglese.

Si continua anche ad affermare – ad ogni livello – che le strutture dell’istruzione (soprattutto quelle pubbliche) devono svecchiarsi, mettersi al passo coi tempi ed aggiornare i loro programmi, a partire dalla scuola materna, per contribuire a preparare i cittadini del futuro alle sfide di un mondo nuovo. Si continua a discutere, in paludati convegni, del “Digital divide” e il Governo attualmente in carica ha condotto una serrata campagna elettorale a suon delle tre “I”, una delle quali era proprio “Internet”.

I soliti maligni hanno continuato a scuotere il capo sentenziando sulle tante belle parole spese e dei pochi fatti che di solito le hanno seguite. E la recente presa di posizione dell’Assinform non è che una tardiva conferma di questa certezza.

Ma tutto questo ormai è passato, e gli scettici ad oltranza avranno ben presto molte buone ragioni per abbandonare la loro filosofia. Ecco, infatti, quello che oggi viene richiesto ad un concorrente in possesso del diploma di scuola media inferiore, vale a dire della classica licenza di terza media, per partecipare ad un concorso per un incarico, naturalmente a tempo determinato:

“Costituiscono requisiti per l’ammissione alla selezione:
a) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea;
b) possesso della licenza di scuola media inferiore o di un titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto equipollente dalle vigenti disposizioni. È cura del candidato dimostrare l’equipollenza, mediante la produzione del provvedimento che la riconosca;
c) conoscenza delle attrezzature hardware e software su cui sono svolte le attività di registrazione e mantenimento dei nomi a dominio sotto il country code TLD “it”; capacità di gestire una rete locale basata sul protocollo TCP/IP e di controllarne il collegamento ad Internet; capacità di utilizzare i sistemi operativi MS DOS, WINDOWS, UNIX; conoscenza delle tecniche di rilegatura e stampa dei documenti;
d) conoscenza della lingua inglese;
e) conoscenza della lingua italiana per i candidati appartenenti ad uno degli Stati membri della Unione europea.
I predetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza dell’avviso di selezione.”

Siamo sicuri che a questo punto molti si chiederanno da quando nei programmi di studio della scuola media inferiore sia stato introdotto anche lo studio dello stack TCP/IP e della gestione di una LAN, ed anche perché (ma questo è un altro discorso…) facciano ancora studiare l’MS DOS. Confessiamo la nostra ignoranza; tempo fa il termine “Rete” indicava solo quella dei campi di calcio o dei pescatori e non siamo informati sul grado di aggiornamento degli attuali programmi di studio a proposito dei problemi del mantenimento dei nomi a dominio.it.

Letture del genere fanno solo venire in mente scontate riflessioni riguardanti la solita, vecchia, furba, scorciatoia utilizzata in mancanza di meglio per assumere – naturalmente con un contratto precario – uno specialista e pagarlo con lo stipendio di un bidello, e mai che avvenga il contrario…. e questo nonostante il continuo chiacchierare di cui si scriveva all’inizio.

Il bando del concorso in questione è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.70 del 3/9/02 ed è visibile sul relativo sito a questo lunghissimo url:

http://www.gazzettaufficiale.it/gurifulcrum/testoarticolo? service=3&dataGazzetta=2002-09-03&redazione=02E06994 &numgu=70&numeroarticolo=1&versione=1&subarticolo=1 &progressivo=0&validitadal=&numeroatti=1&posizione=0

Giuseppe

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    le mani del monopolio microsoft sulla politica
    a chi dubita riguardo al coinvolgimento del monopolio microsoft nelle attività di finanziamento ai partiti USA, ecco un simpatico sito che ne pubblica i dati relativihttp://www.opensecrets.org/orgs/summary.asp?ID=D000000115&Name=Microsoft+Corpun piccolo sunto che raccoglie totali e % relative ai diversi anni di elezioni ai due partiti maggiori (democratici e Repubblicani):Anno - tot.$ - Dem. - Rep. - %Dem - %Rep2002* 3036704 1117098 1918106 37% 63%2000 4616353 2134991 2460043 46% 53%1998 1394521 513703 876318 37% 63%1996 251474 136424 110000 54% 44%1994 105702 75516 30186 71% 29%1992 59733 45733 11750 77% 20%1990 3800 2500 1300 66% 34%TOT 9468287 4026965 5407703 43% 57%*= (FINORA)è interessante notare come il monopolio microsoft abbia incrementato progressivamente i "versamenti" in misura del proprio coinvolgimento nelle note beghe legali che l'hanno condotta (poverina) alla condanna per abuso di posizione dominante in condizioni (ormai acclarate) di monopolio ("Microsoft enjoys monopoly power").Ciò che risulta interessante, inoltre, è che microsoft è tra i 100 "donatori" maggiori e che è l'UNICA azienda attiva in informatica a entrare in questo particolare guinness:http://www.opensecrets.org/pubs/toporgs/sector.aspquindi in questa categoria dei maggiori donatori non rientrano i molti avversari dei monopolisti di Redmond, come IBM, Sun, Oracle ecc.Ma chi vuole potrà consolarsi comunque, e coltivare il dubbio che tali "donazioni" siano state devolute per spirito patriotticoDi certo qui l'innovazione però non c'entra: le "donazioni" sono già state inventate millenni fa e microsoft questa volta non riuscirà a farsi passare per innovatrice in questo campo.
  • Anonimo scrive:
    basta con sta storia!!
    piuttosto che essere controllato e limitato preferisco tornare 20anni indietro...quando esistevano ancora le schede perforatevuoi facilitarti la vita con un computer? prima impara ad usarlo veramente e poi trai tutti i benefici che ti offre...mica ste puttanate....
  • Anonimo scrive:
    Assurdo
    Mai lette tante sciocchezze, soprattutto da chi lavora nel settore.Sono un medico radiologo e penso a quale sarebbe oggi la "diagnostica per immagini" senza l'apporto del PC o dell'informatico in senso generale: cosucce come la Tomografia Computerizzata (TAC), la Risonanza Magnetica, l'Ecografia con applicazioni color-doppler e 3-D, angiografia digitalizzata, etc.Insomma sarei proiettato direttamente agli anni 60.E le attività bancarie? Niente bancomat, POS, pagamenti on-line.Un saluto a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo
      - Scritto da: Roentgen
      Mai lette tante sciocchezze, soprattutto da
      chi lavora nel settore.
      Sono un medico radiologo e penso a quale
      sarebbe oggi la "diagnostica per immagini"
      senza l'apporto del PC o dell'informatico in
      senso generale: cosucce come la Tomografia
      Computerizzata (TAC), la Risonanza
      Magnetica, l'Ecografia con applicazioni
      color-doppler e 3-D, angiografia
      digitalizzata, etc.
      Insomma sarei proiettato direttamente agli
      anni 60.
      E le attività bancarie? Niente bancomat,
      POS, pagamenti on-line.
      Un saluto a tutti.Quello e` un discorso del marketing, in esso non hanno posto, e non lo avranno mai, le applicazioni del computer in cui microsoft non e` presente.Comunque se ci pensate e` abbastanza inquietante quello che dice: "renderemo i nostri prodotti indispensabili per l'utente, al punto che non potra` piu` farne a meno e li usera senza neppure accorgersene". MIO DIO!!!
  • Anonimo scrive:
    WIN in ogni dove *nix al rogo
    Vai MS pervadi tutti gli stumenti informatici con i tuoi potenti SO, e fai sparire per sempre ogni altro SO./*la tua rete cade allora impara a gestirla utonto*/
    • Anonimo scrive:
      Re: WIN in ogni dove *nix al rogo
      - Scritto da: microtost
      Vai MS pervadi tutti gli stumenti
      informatici con i tuoi potenti SO, e fai
      sparire per sempre ogni altro SO.

      /*la tua rete cade allora impara a gestirla
      utonto*/Complimenti, proprio un bel post il tuo, penso che tu ti sia tostato anche il cervello!!!Ma la Microsozz vi riduce così ????Che pena :-(
  • Anonimo scrive:
    automobile
  • Anonimo scrive:
    utontismo
    c'è gente che sa a memorie le funzioni del cellulare infilate in menù illogici, diversissimi da marca a marca e spesso da modello a modello della stessa cas, quasi sempre prevalentemente testuali (e molto sintetici, quando non con vere e proprie abbreviazioni che rendono ancor meno leggibile il tutto) e che non riesce a lavorare se gli sposti l'icona di word...che tristezza!
    • Anonimo scrive:
      Re: utontismo
      Sono semplicemente persone ke non passano molto tempo davanti al PC, magari anziane. Bei commenti produttivi...
  • Anonimo scrive:
    pc troppo brutto
    o pc che fa troppe cose?non fa piacere che la massa possegga un qualcosa che può fare qualsiasi cosa, meglio dei dispositivi che fanno il loro lavoro senza possibilità di far altro , omeglio di fargli fare altro!L'utente deve avere un qualcosa di facile da usare e non "controllabile". L'utente è uno stu_pido. Non facciamo crescere l'utente, facciamo uno scatolozzo magico a prova di idiota. L'utente sarà contento e noi sapremo esattamente ciò che può e ciò che non può fare. Ergo controllo.Un "affare" col quale copi software, mixi musica, o ti scrivi un programma che faccia quel che vuoi tu, è PERICOLOSO, per loro.
  • Anonimo scrive:
    La MS sempre più potente e lungimirante, cosa inve
    nteranno la IBM (la scusa della rete che non cade non si potra più usare perche installeranno linux e qundi bisognerà lavorare anche il weekend per tenerla su eheheheheheh), SUN, oracle, per darle fastidio.Bo linux ormai è inflazionato ed un emerito flop, troveranno qualche altra cosa, ad esempio un loro so, ma tanto MS vivra per sempre vai bill.
    • Anonimo scrive:
      Re: La MS sempre più potente e lungimirante, cosa inve
      - Scritto da: microtost
      nteranno la IBM (la scusa della rete che non
      cade non si potra più usare perche
      installeranno linux e qundi bisognerà
      lavorare anche il weekend per tenerla su
      eheheheheheh), SUN, oracle, per darle
      fastidio.

      Bo linux ormai è inflazionato ed un emerito
      flop, troveranno qualche altra cosa, ad
      esempio un loro so, ma tanto MS vivra per
      sempre vai bill.Quando ti leggo non riesco a capire cosa ti spinge ad amare un monopolio. Non riesco a credere che esistano persone tanto fesse. Per me non puoi esistere.
      • Anonimo scrive:
        Re: La MS sempre più potente e lungimirante, cosa
        - Scritto da: Nando


        - Scritto da: microtost

        nteranno la IBM (la scusa della rete che
        non

        cade non si potra più usare perche

        installeranno linux e qundi bisognerà

        lavorare anche il weekend per tenerla su

        eheheheheheh), SUN, oracle, per darle

        fastidio.



        Bo linux ormai è inflazionato ed un
        emerito

        flop, troveranno qualche altra cosa, ad

        esempio un loro so, ma tanto MS vivra per

        sempre vai bill.


        Quando ti leggo non riesco a capire cosa ti
        spinge ad amare un monopolio. Non riesco a
        credere che esistano persone tanto fesse.
        Per me non puoi esistere.Neanche per me possono esistere persone che votano Berlusconi, eppure...Forse chi ha voluto il suffragio universale ha valutato troppo ottimisticamente la penetrazione della stupidità umana...
        • Anonimo scrive:
          Re: La MS sempre più potente e lungimirante, cosa
          - Scritto da: ..
          Forse chi ha voluto il suffragio universale
          ha valutato troppo ottimisticamente la
          penetrazione della stupidità umana..."Sai che differenza c'è tra il genio e la stupidità? Il genio ha i suoi limiti..." A. Einstein
    • Anonimo scrive:
      Re: La MS sempre più potente e lungimirante, cosa
      - Scritto da: microtost
      nteranno... qundi... ma tanto MS vivra per
      sempre vai bill.Due suggerimenti: scrivi bene e la prossima volta accendi il cervello.
  • Anonimo scrive:
    il PC e' troppo "OPEN" per bill
    ci si puo' installare qualsiasi sistema diverso di windows ;) meglio un bell HW proprietario che faccia girare solo il SW microzozzo vero ?magari congegnato un po' meglio della XBox altrimenti :DD
    • Anonimo scrive:
      Re: il PC e' troppo "OPEN" per bill
      - Scritto da: Ale
      ci si puo' installare qualsiasi sistema
      diverso di windows ;) meglio un bell HW
      proprietario che faccia girare solo il SW
      microzozzo vero ?"Il PC e' troppo OPEN"Bastano 5 parole x sintetizzare quello che c'e' dietro a una delle piu' grandi imprese della Microsoft, ovvero... Palladium !Non credo serva aggiungere altro.Ciao
  • Anonimo scrive:
    scheramta blu
    ...più o meno come disse qualcuno in questo forum alcuni mesi fa:già mi immagino le pareti della casa tingersi di blu, mentre mi sto bollendo dell'acqua per farmi una pasta, all'accenzione di un secondo fornello e mentre, in bagno la lavatrice sta facendo un bucato...IL SISTEMA E' DIVENTATO INSTABILEe niente da fare....dovrai buttare il bucato come capita ora per un cd che stai masterizzando, e rimettere l'acua sul fuoco... dopo ovviamente aver riavviato tutto.......anche lo sciacquone!arghhhh!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: scheramta blu

      già mi immagino le pareti della casa
      tingersi di blu, mentre mi sto bollendo
      dell'acqua per farmi una pasta,
      all'accenzione di un secondo fornello e
      mentre, in bagno la lavatrice sta facendo un
      bucato...No, stai tranquillo!Troveranno qualche azienda che fa dei kernel ottimi per quel tipo di applicazioni, la compreranno innondando i titolari di $, ci metteranno sopra il loro marchio, e diranno che l'hanno inventato loro...Per lo meno funzionerà bene!
  • Anonimo scrive:
    No, non voglio dominare il mondo...
    ...mi basta tenerlo sotto controllo! - William Gates III -
  • Anonimo scrive:
    Analisi un po' superficiale
    Cito dal testo dell'articolo:?Proviamo ad immaginare un mondo in cui il computer non sia stato neppure inventato?, ha proposto Paolucci. ?Il mondo reale non sarebbe molto diverso da come lo vediamo oggi e, per la maggior parte della gente, la routine quotidiana sarebbe più o meno la stessa."Non mi pare che l'affermazione sia vera. Forse per molte persone l'uso o meno di un pc non cambierebbe la vita, ma ormai quasi ogni cosa e` gestita direttamente o indirettamente da pc o sistemi di elaboratori.Penso alla rete elettriche, idriche, i trasporti, l'informazione (giornali, tv), il sistema bancario, la progettazione di palazzi, auto, elettrodomestici, ecc.Si vivrebbe lo stesso, ma come si viveva 20 o 30 anni fa - o peggio, visto l'aumento della popolazione."Se invece paragoniamo questo scenario a quello di un mondo in cui non sia stata ancora inventata l?automobile - ha proseguito Paolucci -, scopriamo che in quel caso tutta la nostra vita sarebbe radicalmente diversa: dalla giornata tipo, all?architettura delle case o all?urbanistica."In realta` gran parte delle citta` sono il risultato di secoli di urbanistica che con l'automobile non hanno nulla a che fare. Forse l'affermazione puo` valere per alcune citta` pianificate recentemente (penso a citta` come Atlanta o Los Angeles), ma non credo che una cittadina italiana, francese o europea in generale sarebbe molto diversa senza l'auto.
  • Anonimo scrive:
    Come Negroponte...
    ...che Negropontifica, anche Paolucci vuole comunicarci la sua visione del futuro...Entrambi visionari.Suggerirei loro di sospendere gli psicofarmaci...
  • Anonimo scrive:
    Sparirà prima Microsoft...
    Che i nuovi dispositivi siano nati attorno a Windows è tutto da dimostrare: per quello che so Palm e PalmOS, tablet PC, console per videogiochi e telefoni con funzionalità avanzate sono nati *prima* che MS se ne accorgesse decidesse di infilargli dentro Windows. Che poi il marketing di MS decida di diffondere l'idea che loro sono stati i primi per inculcare l'idea che loro sono "innovators" è un altra faccenda, finché la gente abbocca...Il successo del PC è dovuto proprio al fatto di essere "general purpose" - se per fare le stesse cose che faccio con un PC dovessi comprare numerosi dispositivi (e pagarli profumatamente), probabilmente non lo farei. Capisco che per i produttori è un'idea affascinante, per gli utenti un po' meno.Ed è ora di finirla con questa storia che il PC è difficile: sono gli utenti che sono tonti e non vogliono imparare il minimo necessario per usarlo correttamente. O lo semplificheranno a tal punto da renderlo inutile, o rimarrà abbastanza complesso da spazzare gli utenti che non vorranno crescere.Comunque Microsoft ricordi che nulla è eterno, e che anche le compagnie più grosse prima o poi possono sparire: chi ricorda RCA?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sparirà prima Microsoft...
      - Scritto da: ldsandon
      Che i nuovi dispositivi siano nati attorno a[...]
      "innovators" è un altra faccenda, finché la
      gente abbocca...E qui i casi in cui l'hanno già fatto in passato non si contano.
      Il successo del PC è dovuto proprio al fatto
      di essere "general purpose" - se per fare leIn effetti... probabilmente non mi comprerei mai una workstation grafica per rielaborare le immagini della fotocamera digitale (visto che in quell'ambito tutto sono tranne che un professionista)... ma neanche a 1000 lire... Con il PC invece lo faccio così come faccio le altre 800 cose per cui non pagherei una lira per un sistema dedicato!
      Ed è ora di finirla con questa storia che il
      PC è difficile: sono gli utenti che sono
      tonti e non vogliono imparare il minimo
      necessario per usarlo correttamente. O lo
      semplificheranno a tal punto da renderlo
      inutile, o rimarrà abbastanza complesso da
      spazzare gli utenti che non vorranno
      crescere.Concordo al 100%E' come cercare di fare automobili che guidano da sole per evitare il problema di dover fare la patente... Esiste la patente obbligatoria solo perchè il rischio reale è ben diverso nei due casi (e mi par giusto) ma la sostanza è la stessa.E comunque IMHO è una questione di cultura delle masse: automobile = patente è un concetto già digerito, PC = oggetto da imparare ad usare sembra un'eresia.
      Comunque Microsoft ricordi che nulla è
      eterno, e che anche le compagnie più grosse
      prima o poi possono sparire: chi ricorda
      RCA?E' morta ?Sapevo mica!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sparirà prima Microsoft...
        - Scritto da: Nic

        E' come cercare di fare automobili che
        guidano da sole per evitare il problema di
        dover fare la patente... Da quanto in qua la patente si "fa". A me risulta che la patente si "prende"!Si prende la patente, il diploma, la licenza, ecc.AH AH AH AH AH AH AH AHScommetto che sei del Nord!AH AH AH AH AH AH AH AH
        • Anonimo scrive:
          Re: Sparirà prima Microsoft...

          Da quanto in qua la patente si "fa". A me
          risulta che la patente si "prende"!
          Si prende la patente, il diploma, la
          licenza, ecc.
          AH AH AH AH AH AH AH AH
          Scommetto che sei del Nord!
          AH AH AH AH AH AH AH AHVeramente si consegue!Ride bene chi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sparirà prima Microsoft...

        E' morta ?
        Sapevo mica!Sì, qualche anno fa. Nel 1986 è stata acquistata da General Electric, dopo che fra il '70 e l'80 aveva cominciato a dismettere parecchie attività.Eppure fra il '30 e il '60 era il big delle telecomunicazioni negli USA.http://www.museum.tv/archives/etv/R/htmlR/radiocorpora/radiocorpora.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Sparirà prima Microsoft...
      - Scritto da: ldsandon
      Ed è ora di finirla con questa storia che il
      PC è difficile: sono gli utenti che sono
      tonti e non vogliono imparare il minimo
      necessario per usarlo correttamente. La tua è una insopportabile dimostrazione di arroganza.L'utilizzo PC, per l'utente medio, è MOLTO complicato. Anche se usa Windows XP o Mac (ancora più semplice).In casa mia io e mio figlio siamo gli unici a saper usare un PC. Mia moglie, i miei genitori, zii, suoceri non sono capaci. E non perché siano stupidi, ma semplicemente perché il concetto di *interfacciare* al di fuori del nostro mondo informatico, significa *parlare*. Hai mai visto un non informatico usare il mouse? Ti consiglio di farlo, prima di pensare che il mouse sia una device tanto "naturale". Finché non sarà possibile *dire* al computer "fai questo" o "fai quello", non si raggiungerà mai la massa degli utenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sparirà prima Microsoft...

        L'utilizzo PC, per l'utente medio, è MOLTO
        complicato. Anche se usa Windows XP o Mac
        (ancora più semplice).Per sopravvivere DEVI fare delle cose tipo respirare e mangiare e la natura ti ha messo in grado di farle senza imparare niente.Se VUOI fare altro ti devi adattare ad imparare a farlo.Non ci vedo niente di diverso dall'imparare a scrivere, sinceramente!
        • Anonimo scrive:
          Re: Sparirà prima Microsoft...
          Perfettamente d'accordo con Nic.Viviamo in un mondo in continua evoluzione.La mia giovinezza digitale lo passata dietro a un C64 (ahhh.. dolci ricordi) e in seguito nelle scuole superiori quando ancora passavano i primi Olivetti M20 con DOS e un Turbo Pascal (blah) da imparare.Un adolescente di oggi parte in un mondo più digitalizzato di come lo vissuto io o di come lo ha vissuto mio padre, sia nella vita di tutti i giorni che nell'ambito scolastico ed è naturale che siano più preddisposti all'informatizzazione.Basta vedere mio padre che ogni volta che cambia un cellulare devo spiegargli le nuove funzioni e il loro utilizzo...E' solo una questione di "evoluzione mentale" e non credo che abbia nulla a che vedere con la semplicità o meno dei Personal Computer...
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...
            Sono d'accordo ! Nella mia famiglia il più "esperto" è un mio zio di circa 35 anni, il quale, i computers era tanto se li vedeva a scuola. Averli a casa, era impossibile quando studiava. con notevoli sacrifici, mi racconta, è riuscito ad acquistare un PC nei primi anni '80. Quando ero più piccolo io (ho 23 anni), si era (molto) fortunati a possedere un A500. Il mio cuginetto di 12 anni aveva "accesso limitato" al PC del padre. Un mio futuro cuginetto che nascerà tra qualche mese, troverà già sulla scrivania il suo bel P4 ... Solo che avrà già una copia di Windows dentro. Più si va avanti, più scegliere sarà difficile, purtroppo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sparirà prima Microsoft...
          - Scritto da: Nic
          Non ci vedo niente di diverso dall'imparare
          a scrivere, sinceramente!Con la differenza che l'uomo scrive da migliaia di anni, e quindi qualunque persona inserita in un mondo civile ha tutte le opportunità per imparare a scrivere. Il PC è roba del 1980. Cosa facciamo? Uccidiamo tutti quelli nati prima del 1980?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...

            Con la differenza che l'uomo scrive da
            migliaia di anni, e quindi qualunque persona
            inserita in un mondo civile ha tutte le
            opportunità per imparare a scrivere. Il PC è
            roba del 1980. Cosa facciamo? Uccidiamo
            tutti quelli nati prima del 1980?si, esattamente come nel 1920 sono stati uccisi tutti quelli nati prima dell'invenzione dell'automobile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...

            Con la differenza che l'uomo scrive da
            migliaia di anni, e quindi qualunque persona
            inserita in un mondo civile ha tutte le
            opportunità per imparare a scrivere. Il PC è
            roba del 1980. Cosa facciamo? Uccidiamo
            tutti quelli nati prima del 1980?L'analfabetismo in Italia prima della guerra era una cosa devastante...Potremmo paragonarlo all'informatica di oggi.Nessuno è stato ucciso (guerra a parte :-( ) ma oggi siamo quasi tutti in grado di leggere e scrivere.Miracolo ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...
            - Scritto da: Nic
            L'analfabetismo in Italia prima della guerra
            era una cosa devastante...
            Potremmo paragonarlo all'informatica di oggi.
            Nessuno è stato ucciso (guerra a parte :-( )
            ma oggi siamo quasi tutti in grado di
            leggere e scrivere.
            Miracolo ?Certo che non è un miracolo. Il problema è che tutto il discorso è nato in risposta a chi scrive chi scrive che "se uno non sa usare un PC è un tonto perché usare il PC è facile".Non è facile né naturale, così come non è facile né naturale scrivere. Lo è molto di più disegnare/scarabocchiare perché non ci sono regole o formalismi da rispettare.Non puoi dare del tonto a uno che non sa fare una cosa non naturale perché non gli è mai stata insegnata. Così come non puoi dare del tonto a uno che vive in italia e non conosce il danese.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...

            Certo che non è un miracolo. Il problema è
            che tutto il discorso è nato in risposta a
            chi scrive chi scrive che "se uno non sa
            usare un PC è un tonto perché usare il PC è
            facile".

            Non è facile né naturale, così come non è
            facile né naturale scrivere. Lo è molto di
            più disegnare/scarabocchiare perché non ci
            sono regole o formalismi da rispettare.Che non sia facile lo sostengo io per primo.Ma permetti che mi incazzo quando uno mi dice "Come si fa a fare quella cosa?" e la frase dopo, mentre stai spiegando, "Ah, no io di quello non voglio saperne niente!"Riassumo tutto il discorso anche dell'altro post in una frase: "Riconosco che non è facile ma se VUOI (verbo volere: nessuno ti obbliga) usarlo degnati di imparare a farlo!!"Esattamente come faresti con i frullatori da 500 multifunzioni che ci sono in giro adesso, con l'automobile & patente, ecc...La patente era un esempio come un'altro... alla fine pretendere di patentare l'utente informatico aggiungerebbe solo menate burocratiche e andrebbe a finire come al solito che si deve distinguere tra "patentati bravi" e "patentati cattivi".
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...
            - Scritto da: Nic andrebbe a finire come al
            solito che si deve distinguere tra
            "patentati bravi" e "patentati cattivi".......a punti
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...

            Con la differenza che l'uomo scrive da
            migliaia di anni, e quindi qualunque persona
            inserita in un mondo civile ha tutte le
            opportunità per imparare a scrivere. Il PC è
            roba del 1980. Cosa facciamo? Uccidiamo
            tutti quelli nati prima del 1980?E aggiungo anche questo all'altro post...Se ti rifiuti di studiare per la patente della macchina non vai in giro a dire "voglio la macchina fatta apposta per me". NON GUIDI! PUNTO! E la cosa ti sembra perfettamente normale.Perchè se non vuoi studiare informatica (almeno a livello hobbistico) pretendi di usare un PC???
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...
            - Scritto da: Nic
            Se ti rifiuti di studiare per la patente
            della macchina non vai in giro a dire
            "voglio la macchina fatta apposta per me".
            NON GUIDI! PUNTO! E la cosa ti sembra
            perfettamente normale.

            Perchè se non vuoi studiare informatica
            (almeno a livello hobbistico) pretendi di
            usare un PC???Ricordati che nell'informatica siamo al paradosso che se gestisco qualcuno in qualche modo cracca il mio sito e fa dei danni (Nimda, Code Red, etc.), la colpa non è del figlio di buona donna che ha scritto quel sw per fare dei danni, ma è di Microsoft che produce il sistema operativo. E' come se, per fare un paragone, in casa mia entrassero i ladri e io invece di incolpare loro incolpassi la Mottura. Quindi l'ordine di ciò che è "normale" viene sovvertito spesso.Ad ogni modo per chi non è dentro il campo, il PC è uno strumento esattamente come il TV o il frullatore. E non devi avere patenti per usare il frullatore.Qui si innesta il discorso: è pensabile istituire una "patente" per usare il PC? Secondo me non sarebbe una cattiva idea. Ma si va OT.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...
            - Scritto da: ..........
            Ricordati che nell'informatica siamo al
            paradosso che se gestisco qualcuno in
            qualche modo cracca il mio sito e fa dei
            danni (Nimda, Code Red, etc.), la colpa non
            è del figlio di buona donna che ha scritto
            quel sw per fare dei danni, ma è di
            Microsoft che produce il sistema operativo.
            E' come se, per fare un paragone, in casa
            mia entrassero i ladri e io invece di
            incolpare loro incolpassi la Mottura. Quindi
            l'ordine di ciò che è "normale" viene
            sovvertito spesso.No. La colpa è dei ladri.Però poi io cambio serratura....
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...
            - Scritto da: ...
            Qui si innesta il discorso: è pensabile
            istituire una "patente" per usare il PC?
            Secondo me non sarebbe una cattiva idea. Ma
            si va OT.... chi sarebbe l'autorità adibita al rilascio della "patente"? microsoft? il ministero de che?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sparirà prima Microsoft...
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Nic

            Se ti rifiuti di studiare per la patente

            della macchina non vai in giro a dire

            "voglio la macchina fatta apposta per me".

            NON GUIDI! PUNTO! E la cosa ti sembra

            perfettamente normale.



            Perchè se non vuoi studiare informatica

            (almeno a livello hobbistico) pretendi di

            usare un PC???

            Ricordati che nell'informatica siamo al
            paradosso che se gestisco qualcuno in
            qualche modo cracca il mio sito e fa dei
            danni (Nimda, Code Red, etc.), la colpa non
            è del figlio di buona donna che ha scritto
            quel sw per fare dei danni, ma è di
            Microsoft che produce il sistema operativo.
            E' come se, per fare un paragone, in casa
            mia entrassero i ladri e io invece di
            incolpare loro incolpassi la Mottura. Quindi
            l'ordine di ciò che è "normale" viene
            sovvertito spesso.

            Ad ogni modo per chi non è dentro il campo,
            il PC è uno strumento esattamente come il TV
            o il frullatore. E non devi avere patenti
            per usare il frullatore.

            Qui si innesta il discorso: è pensabile
            istituire una "patente" per usare il PC?
            Secondo me non sarebbe una cattiva idea. Ma
            si va OT.se qualcuno cracca il tuo sito anche se tu lo hai protetto a dovere è colpa delle protezioni non di chi te lo a craccato perchè tu ti sei protetto a dovere sono le protezioni a non essere state all'altezza di ciò che le hai pagate.mentre se un ladro entra in casa tua perchè l'antifurto lo hai lasciato spento è colpa tua e non dei ladri.p.s.una patente del computer c'è già da alcuni anni ed è riconoscita a livello eurpeo l'ECDL che attesta che sei in grado di riscire ad usare un pc nelle sue funzioni base (gestire i file,saper usare internet e le e-mail,saper usare i più famosi applicativi per l'ufficio e conoscere le nozioni teoriche fondamentali di base sui pc)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sparirà prima Microsoft...
        Però quando un PC si gestirà con gli impulsi cerebrali......
        • Anonimo scrive:
          Re: Sparirà prima Microsoft...
          - Scritto da: iosonoiotuseitu
          Però quando un PC si gestirà con gli impulsi
          cerebrali......Palladium ti scansionerà pure la memoria del tuo cervello oltre a quelle principali e di massa del tuo PC. No grazie.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sparirà prima Microsoft...

          Però quando un PC si gestirà con gli impulsi
          cerebrali......allora saranno tutti spenti...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sparirà prima Microsoft...

        La tua è una insopportabile dimostrazione di
        arroganza.No, è una constatazione. Troppe persone partono dal presupposto che il PC è difficile da usare e si rifiutano di imparare. Sono "tonti" nel senso che hanno l'approccio sbagliato.Quanta gente c'è che non sa programmare il videoregistratore o il forno a microonde? Sono dispositivi troppo complessi o è l'atteggiamento sbagliato?Ricordo che per "semplificare" la programmazione dei videoregistratori si erano inventati i lettori di barcode, peccato che se il giornale dei programmi non ha il barcode, devi cercare il foglio con i codici di ora di inizio, fine e data e passarci sopra il lettore... è una semplificazione o è più facile digitare direttamente i dati? Idem per lo ShowView.Vedo anche gente che si fa cambiare la pellicola nella macchina fotografica dal commesso del laboratorio di sviluppo - non mi sembra una cosa così complessa, mi sa tanto di "pigrizia mentale".Mio nonno era in grado di usare qualsiasi nuovo aggeggio gli capitasse fra le mani, mio padre fa fatica ad usare il cellulare. È una questione di apertura mentale, di voler cambiare, anche a costo di qualche sforzo.Inevitabilmente, l'aumento di funzionalità si paga con una maggiore complessità. Non è tatnto l'interfaccia, mouse o tastiera, a rendere complicato il PC. Certo, non trovare il tasto o non riuscire a mettere il puntatore dove si vuole è irritante - ma chi di noi è andato in bicicletta al primo tentativo, o a scrivere? - ma il vero ostacolo è usare le applicazioni, e nemmeno i comandi vocali possono aiutare più di tanto. Puoi imparare a fare le lettere, ma imparare a scrivere bene richiede molto più tempo e fatica...Ogni rivoluzione tecnologica ha richiesto una crescita delle capacità delle persone. Il PC non è diverso, anche se capisco la frustrazione di chi rimane indietro.È giusto cercare di rendere il più semplice possibile l'utilizzo, ma non a scapito delle funzionalità, e non vorrei trovarni con "interfacce giocattolo" per bambini troppo cresiuti. Già quella di XP è abbastanza ridicola.
  • Anonimo scrive:
    Volare con XP
    Sarei curioso di sapere se Paolucci volerebbe con aereo il cui sistema di navigazione e controllo e' basato su kernel di XP........Inoltre mi chiedo (cambiando discorso) se una massaia riesce a scrivere il VBA per personalizzare il lavaggio della propria lavatrice.
    • Anonimo scrive:
      Re: Volare con XP

      Inoltre mi chiedo (cambiando discorso) se
      una massaia riesce a scrivere il VBA per
      personalizzare il lavaggio della propria
      lavatrice.Ma no che cosa hai capito :-DLa vera innovazione starà nel fatto che la massaia non dovrà più avere la lavastoviglie ne tanto meno dovrà saperla usare...Farà tutto Bill Gates via satellite...:-D
  • Anonimo scrive:
    Degno allievo
    Certo che Paolucci è un degno seguace del suo capo cialtrone Ballmer :-)Ma i dirigenti M$ li fanno con lo stesso stampino in tutto il mondo? Se è il caso, sarebbe ora di buttarlo via...Oppure hanno clonato Ballmer :-YKK
    • Anonimo scrive:
      Re: Degno allievo
      - Scritto da: YKK
      Certo che Paolucci è un degno seguace del
      suo capo cialtrone Ballmer :-)

      Ma i dirigenti M$ li fanno con lo stesso
      stampino in tutto il mondo? Se è il caso,Nooo...Come ogni buona grande azienda che si rispetti se non sei ruffiano leccaculo nullacapente non fai carriera...
      • Anonimo scrive:
        Re: Degno allievo
        - Scritto da: Bill Gates


        - Scritto da: YKK

        Ma i dirigenti M$ li fanno con lo stesso

        stampino in tutto il mondo?

        Nooo...

        Come ogni buona grande azienda che si
        rispetti se non sei r*** lecc***
        n*** non fai carriera...Non date retta a questi qui, che approfittano dell'arretratezza del panorama informatico odiero. Quando verrà Palladium poi se ne riparla di certe idee in libertà... E stiamo pensando anche ad un sistema per moralizzare i contenuti. La verità è che alla Micr$oft siamo dei sinceri filantropi, che lavorano solo per il bene dell'umanità. Tutti i nostri dipendenti sono liberi di dire tutto quel che vogliono circa la bontà dei nostri prodotti. Credetemi. Ed è un'ingiustizia che nesuno voglia darmi il Nobel per la pace.
  • Anonimo scrive:
    E' tutto vero.
    Appoggio pienamente il discorso dell'omino Microsoft. Secondo me il futuro è nel televisore e nei dispositivi wireless.Il PC rimarrà solo per i programmatori. Ahimè!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutto vero.
      L' importante e' che rimanga senza costare una cifra esagerata e senza il palladio.Penso saranno anni d'oro per il mercato dell' usato.- Scritto da: JP
      Appoggio pienamente il discorso dell'omino
      Microsoft. Secondo me il futuro è nel
      televisore e nei dispositivi wireless.
      Il PC rimarrà solo per i programmatori.
      Ahimè!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tutto vero.
      Hi hi hi....Il futuro é nel televisore?E chi sei, Negroponte?O forse Virgilio De Giovanni?(sto scherzando, eh? Non ti offendere, però l'ultimo che ha agito pensando che il futuro è nel televisore vede le sue azioni in borsa galleggiare vicino allo zero assoluto...)- Scritto da: JP
      Appoggio pienamente il discorso dell'omino
      Microsoft. Secondo me il futuro è nel
      televisore e nei dispositivi wireless.
      Il PC rimarrà solo per i programmatori.
      Ahimè!
      • Anonimo scrive:
        Re: E' tutto vero.
        Renato Zero 20 anni aveva la mentalità di oggi... 20 anni fa lo trattavano come un co**ione oggi lo trattano come un mito (successo meritato, IMHO). Come vedi le mentalità e i modi di vedere le cose cambiano!!!- Scritto da: Ottav(i)o Nano
        Hi hi hi....
        Il futuro é nel televisore?
        E chi sei, Negroponte?
        O forse Virgilio De Giovanni?
        (sto scherzando, eh? Non ti offendere, però
        l'ultimo che ha agito pensando che il futuro
        è nel televisore vede le sue azioni in borsa
        galleggiare vicino allo zero assoluto...)

        - Scritto da: JP

        Appoggio pienamente il discorso dell'omino

        Microsoft. Secondo me il futuro è nel

        televisore e nei dispositivi wireless.

        Il PC rimarrà solo per i programmatori.

        Ahimè!
        • Anonimo scrive:
          Re: E' tutto vero.
          - Scritto da: JP
          Renato Zero 20 anni aveva la mentalità di
          oggi... 20 anni fa lo trattavano come un
          co**ione oggi lo trattano come un mito
          (successo meritato, IMHO). Come vedi le
          mentalità e i modi di vedere le cose
          cambiano!!!Eh?
        • Anonimo scrive:
          Re: E' tutto vero.
          E allora come la mettiamo con Rommmel, la volpe del deserto, e i suoi sette pilastri della saggezza, che comunque è tutto vero si: gli ufo,il wireless, renato zero, la mistica aziendale e steve balmer che balla il tango nudo sulla propria scrivania...hai proprio ragione tu si!
      • Anonimo scrive:
        Re: E' tutto vero.
        Sì andiamo in rete via televisore.....sai che navigazioni tramite telecomando
  • Anonimo scrive:
    Bill Gates dice...
    ...che a comandare sara' il software. Dunque, siccome ritiene che Microsoft e' il software (e in un certo senso questo e' vero), si puo' interpretare questa affermazione come: signori, a comandare qui' siamo noi! Quindi, anche l'hardware diventa Cosa Nostra.
  • Anonimo scrive:
    Sparirà prima Paolucci, scommettiamo?? :)
    Linux embedded.. e non esistono paragoni.Comunque lasciamo che M$ passi a questi apparecchietti, così finalmente smetterà di infettare i PC :)[cut]
    ...con due fra i suoi più grossi e ambiziosi
    progetti, Palladium e Trustworting Computing,
    paroline magiche che, più di ogni altre,
    potrebbero incidere profondamente sul futuro dei
    PC e di ciò che verrà dopo.Secondo me potrebbero incidere più che altro sul futuro dei consumatori :)[cut]
    ...Bill Gates ammise che il personal computer è
    ormai uno strumento superato: troppo difficile
    da gestire, troppo complesso, troppo
    problematico. AZZO.... allora io sono un vero mago!! superato, ma sempre un mago!!se la gente finalmente capisse che le cose che si usano è *necessario* IMPARARE ad usarle....mah!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sparirà prima Paolucci, scommettiamo?? :)

      Ti faccio notare che tranne le piattaforme
      "tradizionali" su cui gira linux (alpha,
      x86, powerpc etc) non esiste alcuna versione
      del kernel in grado di girare su pocketpc o
      su piattaforme embedded,no dico ti sei drogato? che kernel usano per l'ipaq o lo zaurus allosa? non si
      riesce a fare un kernel in grado di girare
      su un pocketpc ARM e neanche gcc ha una
      versione del compilatore per questi
      aggeggetti (se esiste un compilatore open
      source per pocketpc sarei grado se me lo
      facciate sapere vi supplico!).non sei riuscito manco a trovare un compilatore arm? complimenti... netbsd lo hanno compilato su arm con la forza del pensiero ovviamente...fatti curare, che tra questa risposta e il delirio delirio puro dall'altra parte hai dimostrato di averne bisogno...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sparirà prima Paolucci, scommettiamo?? :)
      - Scritto da: Z.e.r.o
      Ti faccio notare che tranne le piattaforme
      "tradizionali" su cui gira linux (alpha,
      x86, powerpc etc) non esiste alcuna versione
      del kernel in grado di girare su pocketpc o
      su piattaforme embedded, tanto è vero chehttp://www.linuxdevices.com/
    • Anonimo scrive:
      Re: Sparirà prima Paolucci, scommettiamo?? :)
      - Scritto da: per(p)lesso

      AZZO.... allora io sono un vero mago!!
      superato, ma sempre un mago!!
      se la gente finalmente capisse che le cose
      che si usano è *necessario* IMPARARE ad
      usarle....
      mah!!
      La gente è stufa di passare la vita a leggere manuali. E questo vale per il videoregistratore, per il telefonino, per il televisore, per il decoder, per il software, per i fax.....Ben venga la facilità d'uso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sparirà prima Paolucci, scommettiamo?? :)
        - Scritto da: Alberto


        La gente è stufa di passare la vita a
        leggere manuali. E questo vale per il
        videoregistratore, per il telefonino, per il
        televisore, per il decoder, per il software,
        per i fax.....
        Ben venga la facilità d'uso.Come a dire: smettiamo di sviluppare il cervello umano.. a cosa serve imparare? a cosa serve ragionare? l'importante è che ci sia qualcuno che lo fa per noi..se "facilità d'uso" = "ignoranza" dubito che questo mondo abbia belle prospettive future..e non solo in questo preciso campo.Io ho letto il manuale del videoregistratore, ho faticato un pò.. poi ho letto quello del telefonino, ho faticato di meno.. poi ho letto quello del decoder e mi sono accorto che lo capivo senza problemi.. e così i successivi.Non capisco perchè in questo mondo imparare qualcosa sembra diventato uno sforzo inutile.ignoranza = palladium
  • Anonimo scrive:
    incubi mistici del monopolista ?
    se il PC sparirà non sarà certo per merito di microsoft, troppo intenta a divorare il pasto del monopolista per poter o voler modificare qualcosa del mondo che la circonda.Del resto il monopolio microsoft non si è mai distinto per aver innovato, fatta salval'innovazione di tipo legale, che microsoft ha "prodotto" di malavoglia nei tribunali delle 3 corti che l'hanno condannata.Rimarrebbe da considerare l'impegno nel marketing, che è sempre stato il fiore (marcio) all'occhiello del monopolio, ma sembra che anche su questo fronte la microsoft sia in decadenza: certi interventi di promozione sembrano siano stati conditi con LSD:"un mondo fino a ieri così mistico, esclusivo, e distante come quello delle console da gioco..."
  • Anonimo scrive:
    Non far mai fare ad un computer....
    quello che puoi fare altrettanto bene senza.
  • Anonimo scrive:
    Ipse dixit
    - "Il PC sparirà": si, dalla vostra vita.- "Un decennio digitale di cui Microsoft vuole esser guida e musa ispiratrice": si cercherà di non lasciare le sue stesse impronte marroni.- "a comandare, in questo decennio, sarà il software [...] Microsoft lo ha dimostrato con la piattaforma Pocket PC, con quella Tablet PC e con gli smartphone": infatti dovunque vada squillano degli smartfon; quando chiedo che ora è, tirano fuori il pochetpiccì; "Soccia che gnocca! Chissà quanti tablet avrà a casa..."- "Le potenzialità sono infinite e, fino ad oggi, si è solo scherzato": diglielo a chi ha speso dei milioni nei prodotti maicrosoft... "sai, era tutto uno scherzo, per questo non funziava nulla! Ah ah ah, ti è piaciuto?"- "Il mondo reale non sarebbe molto diverso da come lo vediamo oggi": vero: gli schermi sarebbero stati meno blu e basta.- "i computer sono ancora prevalentemente dispositivi destinati ad un limitato numero di funzionalità": fammi indovinare che sistema operativo usa...- "Parlando di evoluzione informatica il dirigente Microsoft ha citato tecnologie come XML": ehilà, l'XML! Ma questi sono troppo avanti! Con l'XML non ce ne sarà più per nessuno!- "un mondo fino a ieri così mistico, esclusivo, e distante come quello delle console da gioco": mistico? questo quando prende in mano una console da gioco si mette in contatto con DioTit.
  • Anonimo scrive:
    Calmi! Calmi!
    Ho visto la conferenza in diretta e vi posso assicurare che questo tizio è stato il più soporifero di tutti. Mi stupisce che punto-informatico sia riuscita a sopravvivere e tirar giù un articolo, probabilmente in redazione vanno forte di cafeina
    • Anonimo scrive:
      Re: Calmi! Calmi!
      fanno fatica anche alla microsoft a trovare altri come ballmer evidentemente!!per fortuna!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Calmi! Calmi!
      - Scritto da: ioc'ero
      Ho visto la conferenza in diretta e vi posso
      assicurare che questo tizio è stato il più
      soporifero di tutti. Mi stupisce che
      punto-informatico sia riuscita a
      sopravvivere e tirar giù un articolo,
      probabilmente in redazione vanno forte di
      cafeinabeh è il più alto dirigente Microsoft in Europa, è normale che abbiano riportato le sue cazzate
  • Anonimo scrive:
    roba da matti

    un mercato che vedrà un processore ed un
    sistema operativo installati in qualsiasi
    dispositivo intelligente, sia esso il
    climatizzatore, la lavatrice, l'orologio o lo
    stereodovremo acquistare una licenza di winzozz anche per la lavatrice? e quando si pianta? ti macchia di blu tutti i vestiti?ma ci vogliono fare impazzire?ma nessuno che ha mandato a quel paese questo signore allo smau?
  • Anonimo scrive:
    L'"elettrodomestico" computer
    Ci sono ancora almeno 2 ostacoli perchè il computer diventi un elettrodomestico come tutti gli altri:1) Il rumore: Le ventole danno fastidio, e con l'aumentare dei Mhz dei processori aumenta anche la necessità di raffreddarli. Non posso, nè voglio, tenere in salotto un eletrodomestico che non mi permette di sentire la TV, o di parlare, perchè fa troppo rumore la ventola. E' come se dovessi tenere in salotto il frigorifero, o la lavatrice.2) I tempi di boot: L'elettrodomestico per definizione deve essere disponibile quando lo accendi. Subito!Ho appena cambiato telefonino. All'accensione ci mette 5 secondi ad inizializzarsi, durante i quali mi fa vedere una animazione. Beh, già 5 secondi di attesa mi stanno sulle palle. Figurati i 2 minuti abbondanti per far partire Windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'"elettrodomestico" computer
      psst... prova con un imac, e' silenzioso, e non lo spegni mai, lo mandi a dormire e si riprende in 2 secondi, inoltre risparmi un mucchio di soldi perche` non devi comperare antivirus e utility per mantenerlo in forma
      • Anonimo scrive:
        Ma non avete sentito mai parlare di Embedded OS ?
        Tutti noi ci siamo sempre immaginati e immaginiamo un futuro come quello descritto da Paolucci.Dove il SOFTWARE e i vari device invaderanno la nostra vita.Li abbiamo visti nei film ..in un lontano 2050 per esempio.Vi ricordate i primi organizer ?In quanto tempo siamo arrivati a Pocket PC o a Smart Phone ?E non fatemi ridere con le battute sul boot.Voi con pocket pc, che ha il kernel di W2000, quanto tempo aspettate quando lo accendete ? Insomma...Negli ultimi 5 anni abbiamo assistito ad una accellerazione notevole della tecnologia e una sempre piu' forte diffusione di internet.E non si puo' negare che in tutto questo il merito è stato di MS.Comunque....Sarebbe bello vedere discussioni un po' piu' intelligenti di quelle scritte da sti anarchici dell'open source che non sanno fare altro che criticare Microsoft.Si vince sul campo... non a parole.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non avete sentito mai parlare di Embedded O

          E non si puo' negare che in tutto questo il
          merito è stato di MS.si puo negare eccome...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non avete sentito mai parlare di Embedded O
          - Scritto da: cesare
          Tutti noi ci siamo sempre immaginati e
          immaginiamo un futuro come quello descritto
          da Paolucci.
          Dove il SOFTWARE e i vari device invaderanno
          la nostra vita.va bene...
          Negli ultimi 5 anni abbiamo assistito ad una
          accellerazione notevole della tecnologia e
          una sempre piu' forte diffusione di
          internet.
          E non si puo' negare che in tutto questo il
          merito è stato di MS.non mi risulta. L'abbassamento dei prezzi dei pc e delle device e' stato il "la" della diffusione del mercato informatico. Abbassamento che e' derivato da migliori tecnologie in campo hardware che sono dovute a ricerca in cui microsoft ha ben poco da dire. La diffusione di internet e' dovuta ai suoi contenuti, contenuti che, ahime', vengono forniti con protocolli e da applicativi open.
          Comunque....
          Sarebbe bello vedere discussioni un po' piu'
          intelligenti di quelle scritte da sti
          anarchici dell'open source che non sanno
          fare altro che criticare Microsoft.l'anarchia e' tutta un'altra cosa. Come al solito si vede la pochezza di certe persone che vogliono per forza dare un connotato politico alla scelta di un prodotto. Presto se compri FIAT sarai un fascista, se compri volkswagen sarai un nazista, se compri ford sarai un guerrafondaio...me lo aspetto ormai...
          Si vince sul campo... non a parole.si vince sul campo in un mercato libero. Cisco non ha mai impedito l'utilizzo di router diversi dai propri rendendoli deliberatamente incompatibili. Cio' nonostante Cisco ha il meritato 90% dei router di internet, ma se nella tua azienda vuoi mettere i router pincopallo, non ti trovi tagliato fuori da internet.Microsoft ha il 90% dei pc? problemi suoi, problemi tuoi. Io voglio usare un altro prodotto. Che te ne frega a te? Perche' mi devi obbligare a comperare quello che vuoi tu?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'"elettrodomestico" computer

      1) Il rumore: Le ventole danno fastidio, e
      lavatrice.vero, pero' imho il problema si risolve con radiatori ad acqua.
      2) I tempi di boot: L'elettrodomestico per
      definizione deve essere disponibile quando
      lo accendi. Subito!con un sistema operativo stabile, si potrebbe tenere sempre acceso il pc, mettendono in standby, come i vcr.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'"elettrodomestico" computer
        - Scritto da: Vertigo
        con un sistema operativo stabile, si
        potrebbe tenere sempre acceso il pc,
        mettendono in standby, come i vcr.Infatti con Windows XP io faccio così. E il PC si riprende in 3 secondi. L'unico momento in cui faccio shutdown è quando vado in vacanza o quando devo aggiornare il sistema operativo.
        • Anonimo scrive:
          AHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHA
          Forse ti sei confuso e volevi dire "con Linux" !!!- Scritto da: ...
          - Scritto da: Vertigo

          con un sistema operativo stabile, si

          potrebbe tenere sempre acceso il pc,

          mettendono in standby, come i vcr.

          Infatti con Windows XP io faccio così. E il
          PC si riprende in 3 secondi. L'unico momento
          in cui faccio shutdown è quando vado in
          vacanza o quando devo aggiornare il sistema
          operativo.
          • Anonimo scrive:
            Re: AHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHA

            Forse ti sei confuso e volevi dire "con
            Linux" !!!no, con linux non devi riavviare per aggiornare il sistema...
          • Anonimo scrive:
            Re: AHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHA
            con Linux ci si fà le crepes..........
      • Anonimo scrive:
        Re: L'"elettrodomestico" computer
        - Scritto da: Vertigo
        vero, pero' imho il problema si risolve con
        radiatori ad acqua.e i radiatori come li raffreddi? a scoregge?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'"elettrodomestico" computer
      Figurati i 2 minuti
      abbondanti per far partire Windows.2 MINUTI ABBONDANTI ma che processore hai un 133 Mhz percaso.Io quando accendo conto fino a dieci
      • Anonimo scrive:
        Re: L'"elettrodomestico" computer
        Fai prima ad avviare un Windows 95 ben configurato su un 486DX/2 che un Windows XP lasciato a sè stesso (con quindicimila porcate inutili che partono insieme alla GUI) su un P4 a 5 GHz ...
  • Anonimo scrive:
    ma non avete guadagnato abbastanza ?????
    ritiratevi e smettete di fare danni...le utilizzeremo costantemente senza neppure accorgercene?.=====si pero a fine mese quando arriva la ricevuta della carta di credito (ovviamente m$) te ne accorgi...
  • Anonimo scrive:
    Parlare a vanvera
    Ma questi qua devono sempre dire la loro sul futurodell'informatica.Ma chi sono per trarre conclusioni?E` solo pane per giornalisti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlare a vanvera
      - Scritto da: sigh!
      Ma questi qua devono sempre dire la loro sul
      futuro
      dell'informatica.Ovvio. Tranquillo, sono speciali per prendere gli abbagli: "640 k basteranno per sempre!", "Linux è solo una moda!", ecc.
      Ma chi sono per trarre conclusioni?

      E` solo pane per giornalisti.Appunto, perché non devono dire anche loro delle ca22ate?Tit.
      • Anonimo scrive:
        Re: Parlare a vanvera
        aggiungerei:"Internet? naah.. è solo un fenomeno passeggero"eh invece MSN network è durata tanto! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Parlare a vanvera
      - Scritto da: sigh!
      Ma questi qua devono sempre dire la loro sul
      futuro
      dell'informatica.
      Ma chi sono per trarre conclusioni?Sono persone che hanno datto il più grande contributo alla diffusione del PC e di Internet.Bill Gates - La strada che porta a domani - MondadoriChi è questo qui per parlare del domani?Ma e semplice, no! E' Bill Gates! Un nome che non ha bisogno di presentazioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Parlare a vanvera
        - Scritto da: Edo
        Sono persone che hanno datto il più grande
        contributo alla diffusione del PC e di
        Internet.Ahahahahaha... Dimmi che stai scherzando... Perchè stai scherzando vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: Parlare a vanvera
          - Scritto da: HotEngine
          - Scritto da: Edo


          Sono persone che hanno datto il più grande

          contributo alla diffusione del PC e di

          Internet.

          Ahahahahaha... Dimmi che stai scherzando...
          Perchè stai scherzando vero?Beh, dai... in parte ha ragione.I PC si sono diffusi un bel pò grazie ai loro OS.Sulla dichiarazione che abbiano diffuso internet è meglio stendere un velo pietoso...
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: Nic

            Beh, dai... in parte ha ragione.
            I PC si sono diffusi un bel pò grazie ai
            loro OS.
            Sulla dichiarazione che abbiano diffuso
            internet è meglio stendere un velo
            pietoso...Perché, non è forse vero che internet si diffonde anche grazie al messenger! Facilissimo da usare?Tanto per fare uno degli innumerevoli esempi che si potrebbero fare.Forza ridete, su.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera

            Perché, non è forse vero che internet si
            diffonde anche grazie al messenger!
            Facilissimo da usare?
            Tanto per fare uno degli innumerevoli esempi
            che si potrebbero fare.
            Forza ridete, su.L'unica cosa che merita di essere citata è che microsoft ha cercato di affossare internet per proporre la sua rete privata a pagamento.Per fortuna non ci è riuscita.Questo non è promuovere internet: è l'esatta antitesi. Stop.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: edo....
            Perché, non è forse vero che internet si
            diffonde anche grazie al messenger!
            Facilissimo da usare?
            Tanto per fare uno degli innumerevoli esempi
            che si potrebbero fare.
            Forza ridete, su.AHAHAHAHAHAH....Per il resto leggiti l'altra risposta...
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: edo
            Perché, non è forse vero che internet si
            diffonde anche grazie al messenger!
            Facilissimo da usare?Al messenger??????? Uhauhauhua!!!!!!!MS è sempre stata ABILE a copiare le idee altrui. MOOOOOLTO prima di messenger nasceva ICQ... Molto prima di IE nasceva MOSAIC e successivamente NETSCAPE...
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: HotEngine
            - Scritto da: edo


            Perché, non è forse vero che internet si

            diffonde anche grazie al messenger!

            Facilissimo da usare?

            Al messenger??????? Uhauhauhua!!!!!!!
            MS è sempre stata ABILE a copiare le idee
            altrui. MOOOOOLTO prima di messenger nasceva
            ICQ... Molto prima di IE nasceva MOSAIC e
            successivamente NETSCAPE... Certo...secondo te se non ci fosse stato ICQ, e prima ancora altri programmi di messaggistica, nessuno avrebbe mai pensato di farne uno, vero?:-) La stessa cosa ovviamente vale per Mosaic.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera

            Certo...secondo te se non ci fosse stato
            ICQ, e prima ancora altri programmi di
            messaggistica, nessuno avrebbe mai pensato
            di farne uno, vero?:-) La stessa cosa
            ovviamente vale per Mosaic.se internet non ci fosse stato, l'avrebbe inventato microsoft. quindi ringraziamo microsoft...
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: qweasdzxc

            Certo...secondo te se non ci fosse stato

            ICQ, e prima ancora altri programmi di

            messaggistica, nessuno avrebbe mai pensato

            di farne uno, vero?:-) La stessa cosa

            ovviamente vale per Mosaic.

            se internet non ci fosse stato, l'avrebbe
            inventato microsoft. quindi ringraziamo
            microsoft... Il punto non è questo.Il punto è che mentre ICQ era ed è per iniziati, che sanno che esistono programmi del genere, che sanno andare a vedere sul sito dove scaricare, che sanno usarlo, Messenger se lo ritrovano già appena comprano il computer, nell'angolino in basso a destra.Basta aprire il micromanualetto di Windows OEM incluso nel computer ed ecco lì, sul piatto d'argento, spiegato cos'è un istant messenger!Ma sapete quanta gente ora vede internet sotto un'ottica diversa, solo per questo modo di comunicare?Insisto sempre nel dire che molti ancora non hanno capito che internet è diventato un fenomeno di massa, di costume, di consumo. E la "famiglia" che compra il computer al centro commerciale non ne vuole sapere, né di linux, né di ICQ.Non si vuole impegnare a capire, vuole cose semplici.Ora si potrà obiettare che Microsoft fa un abuso ad inserire messenger nel suo Windows e sono d'accordo. Però è proprio grazie a questi programmini accessori e a Windows stesso che il computer diventa più interessante alla gente.Perché anche l'occhio vuole la sua parte.Windows XP è bello, tutto colorato!Nella società non conta solo la sostanza, ma soprattutto la forma, e Microsoft l'ha capito da tempo.Ma a me non dispiace tutto ciò perché contribuisce alla diffusione dei computer. E più computer si producono e più il costo unitario scende, a vantaggio degli utenti finali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera

            Windows XP è bello, tutto colorato!hai toccato il fondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: qweasdzxc

            Windows XP è bello, tutto colorato!

            hai toccato il fondo.Dici? Leggi un po' qua."E? il design l?arma vincente per differenziare l?offerta e rendere più appetibile la tecnologia."tratto da:http://www.ilnuovo.it/nuovo/foglia/0,1007,157138,00.htmlE anche qua:"Modding mania La vera ?novità? di Smau 2002 ? se effettivamente tale si può definire ? è il clamoroso successo del modding. Con questo termine, in pratica, si indica la tendenza verso la personalizzazione sfrenata del case per computer desktop: da molti considerata una vera e propria arte, questa pratica ha come risultato la creazione di vere e proprie ?sculture?, spesso al confine tra trash e puro divertimento. Il tipico ?modder? utilizza i metodi più svariati, come lastre di plexiglass che sostituiscono le pareti del case (è sempre emozionante sapere cosa accade all?interno del proprio PC), neon variopinti e bizzarri, luci fosforescenti e/o stroboscopiche, led verdi della componentistica interna, come dischi fissi e lettori ottici, che vengono sostituiti da punti luminosi bluastri, decisamente più trendy.Altro percorso parallelo è la mano d?artista sulla superficie del case, che annulla il beige e regala superfici giaguarate, pinup aerografate, pelli mutanti disegnate con bombole spray. Per non parlare della forma del computer: spopola il modello finto Apple in simil alluminio, oppure in plastica traslucida e semitrasparente: il led bluastro è sempre di rigore."Stessa fonte.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            ma per favore, e che razza di fonte sarebbe???eppoi, se fosse vero, perche i mac non hanno il 90% del mercato?
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: qweasdzxc

            Windows XP è bello, tutto colorato!
            hai toccato il fondo.Credo che edo volesse sintetizzare il pensiero dell'utonto comune, quello che fa numero.Prova a dimenticare chi sei e che cosa sai dei computer, prova a immedesimarti nel classico acquirente da ipermercato che si porta a casa il suo bel pc celeron (UN GHz!) pagato 1200?uro ma senza neanche sapere che ha solo 128MB di ram, nessuna scheda di rete, nessuna firewire, scheda video da 16MB, motherboard Pizzeffichi e neanche il masterizzatore.....ma con un bellissimo, coloratissimo e avanzatissimo Uindos Icspì.Bisogna fare come Bill Gates: ricordarsi chi è il tuo pollo...
            sarebbe???
            eppoi, se fosse vero, perche i mac non hanno
            il 90% del mercato?No, e per gli stessi motivi per cui "UindosIcspì" vende tanto: la gente comune non sa nemmeno cosa sta comprando. Fatti un giro da Mediaworld o in un qualunque ipermercato...Ho visto "offerte speciali" che spacciavano per miracoli della tecnica moderna degli accrocchi con pochissima ram, processori celeron da nemmeno un GHz e a malapena una scheda audio ma con Uindos Icspì in bella evidenza a 1400?uro!!!. Poi l'utonto arriva a casa, si accorge che così com'è il suo pc non va bene per giocare e comincia la scalata all'upgrade, cambia la scheda video, aumenta la ram, aggiunge un lettore DVD, cambia la motherboard perché non supporta la nuova scheda video, cambia il processore perché "un'amico mi ha detto che...", ricambia la motherboard perché con il nuovo processore la vecchia non va più bene, cambia la scheda audio perché non va con la nuova motherboard.....e così avanti fino a scoprire che se avesse preso un mac avrebbe risparmiato soldi, tempo e co6lioni spappolati.Bill queste cose le sa, perciò li fa tutti "belli & colorati", come gli specchietti per le allodole.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            Non importa comprare un mac. Basta comprare un computer con un minimo di intelligenza, informandosi prima da qualcuno che sa come si comprano i computer. E soprattutto avere un'idea precisa di quello che ci si vorra' fare. In questo modo il computer ti basta quanto vuoi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: E(X)
            Non importa comprare un mac. Basta comprare
            un computer con un minimo di intelligenza,
            informandosi prima da qualcuno che sa come
            si comprano i computer. E soprattutto avere
            un'idea precisa di quello che ci si vorra'
            fare. In questo modo il computer ti basta
            quanto vuoi.Tu, io e quasi tutti quelli che postano qui (perfino ziobill...) siamo in grado di "scegliere" ma la massa, quelli che fanno il famoso 95%, prendono un pc qualsiasi con WinXP perché è bello & colorato.Te lo ripeto: Gates & Ballmer conoscono i loro polli...
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: zioX
            Credo che edo volesse sintetizzare il
            pensiero dell'utonto comune, quello che fa
            numero.
            Prova a dimenticare chi sei e che cosa sai
            dei computer, prova a immedesimarti nel
            classico acquirente da ipermercato che si
            porta a casa il suo bel pc celeron (UN GHz!)
            pagato 1200?uroQualche anno fa all'ipermercato non si trovava nemmeno quello. Non si trovavano proprio i computer! E perché? Perché non erano diffusi.Allora ecco dove voglio arrivare: al punto che i computer siano così diffusi che all'ipermercato si trova anche il PC di fascia alta. Fascia alta si, ma prezzo basso. E' infatti noto che l'ipermercato vende in genere ad un prezzo inferiore rispetto al normale negozio.Avete visto le stampanti A4 come costano poco? Avete visto il crollo dei prezzi negli ultimi anni? E le stampanti A3? Non si trovano, all'ipermercato non si trovano. Perché la "famiglia" non le compra! E se uno vuole una stampante A3 cosa deve fare. O va nel negozio o, casomai la trova da MediaWorld la paga almeno 400 euro, contro gli 80 euro di una stampante A4 di fascia bassa.Spero di essere riuscito ad esprimere il mio pensiero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: Edo
            Ma a me non dispiace tutto ciò perché
            contribuisce alla diffusione dei computer. E
            più computer si producono e più il costo
            unitario scende, a vantaggio degli utenti
            finali.Certo. Peccato che microsoft non contribuisca alla diffusione di UTENZA del computer ma alla diffusione di IDIOTI del computer. Oltretutto pur sapendo di fornire un prodotto usatissimo a livello mondiale lo fa sfornando programmi zeppi di INCREDIBILI BUG che hanno più di una volta messo in ginocchio un gran numero di aziende... La diffusione di parecchi virus nefasti è la diretta conseguenza delle VORAGINI di OE, per esempio... Ora, pensare di fornire sistemi operativi sempre più dotati di programmi e farlo distribuendo un manualetto di 20 pagine è da criminali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: HotEngine
            Ora, pensare di fornire
            sistemi operativi sempre più dotati di
            programmi e farlo distribuendo un manualetto
            di 20 pagine è da criminali.E chi l'ha detto. E chi sei tu per affermare ciò.Al manualetto che dici è affiancato una guida in linea che, se stampata, diventerebbe di 2000 pagine!Il manualetto serve solo per permettere all'utente medio di accendere il computer.Poi se la deve vedere con la guida in linea. Se vuole imparare a usare Windows.Che senso avrebbe fornire un cosiddetto manuale "Guida all'uso" di 2000 pagine, come del resto si faceva una volta, all'epoca del mitico "Word 6"? Immagini lo spreco di carta e i costi di distribuzione a milioni di persone?
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: HotEngine
            Certo. Peccato che microsoft non
            contribuisca alla diffusione di UTENZA del
            computer ma alla diffusione di IDIOTI del
            computer.Sbagliato!Windows è per tutti.E' facile per gli utonti, è avanzato per gli esperti.
            Oltretutto pur sapendo di fornire
            un prodotto usatissimo a livello mondiale lo
            fa sfornando programmi zeppi di INCREDIBILI
            BUG che hanno più di una volta messo in
            ginocchio un gran numero di aziende...Sbagliato! Windows 98 SE non era poi male. E poi le aziende non dovrebbero usare gli OS consumer ma quelli professional. Windows NT 4.0 ha messo in ginocchio aziende? Non ci credo.Ad ogni modo credo che oggi, all'epoca di Win XP SP1, questa lagna dei bug vada finendo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera

            Sbagliato! Windows 98 SE non era poi male.si, anche il dos aveva i suoi pregi...
            Ad ogni modo credo che oggi, all'epoca di
            Win XP SP1, questa lagna dei bug vada
            finendo.credici, se te lo dicono loro... piu il software diventa complesso, piu bug contiene, fisiologicamente. ma se loro ti dicono che ci staranno piu attenti allora cambia tutto, certo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: qweasdzxc
            credici, se te lo dicono loro... lo dicono loro ma l'ho anche constatato io.
            piu il
            software diventa complesso, piu bug
            contiene, fisiologicamente.più il software viene progettato per un numero alto di copie e più viene testato. E neno bug ha.E siccome oggi il computer sta arrivando "su ogni scrivania", stai sicuro che i bug saranno un ricordo del passato. Quando il computer era un prodotto di nicchia.
            ma se loro ti
            dicono che ci staranno piu attenti allora
            cambia tutto, certo...Se un giornalista deve scrivere su un giornale che fa un milione di copie, credo che starà più attento di quando scrive su un giornale che fa solo una cinquantina di copie! O no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera


            credici, se te lo dicono loro...

            lo dicono loro ma l'ho anche constatato io.hai contato i bug...
            più il software viene progettato per un
            numero alto di copie e più viene testato. E
            neno bug ha.e uno scherzo? ma cosa ti hanno ficcato in testa in tutti questi anni? allora win95 dovrebbe avere meno bug di win2000, visto che era progettato per un numero piu alto di copie.
            E siccome oggi il computer sta arrivando "su
            ogni scrivania", stai sicuro che i bug
            saranno un ricordo del passato. guarda che i computer sono gia arrivati sulla scrivania. e sono pieni di bug. per i computer da scrivania microsoft non ha mai avuto il minimo riguardo per quanto riguarda la sicurezza. tu continua a farti fare il lavaggio del cervello intanto.
            Se un giornalista deve scrivere su un
            giornale che fa un milione di copie, credo
            che starà più attento di quando scrive su un
            giornale che fa solo una cinquantina di
            copie! O no?se un giornalista deve scrivere qualcosa con le proporzioni della divina commedia, commette errori anche se ci sta attento. e poiche finora non ci e stato attento, pur avendone vendute centinaia di milioni di copie, preferisco leggere il giornale di qualcun altro. tu intanto continua a comprare il giornale di chi ha affermato pubblicamente che non ci stava attento, sperando che da adesso in avanti ci stia attento...
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: qweasdzxc


            credici, se te lo dicono loro...



            lo dicono loro ma l'ho anche constatato
            io.

            hai contato i bug...Non li ho contati, ho fatto una stima!

            più il software viene progettato per un

            numero alto di copie e più viene testato.
            E

            neno bug ha.

            e uno scherzo? ma cosa ti hanno ficcato in
            testa in tutti questi anni? allora win95
            dovrebbe avere meno bug di win2000, visto
            che era progettato per un numero piu alto di
            copie.A parità di altri parametri o variabili, è sottinteso!O ti si deve spiegare tutto col cucchiaino!

            E siccome oggi il computer sta arrivando
            "su

            ogni scrivania", stai sicuro che i bug

            saranno un ricordo del passato.

            guarda che i computer sono gia arrivati
            sulla scrivania. e sono pieni di bug. per i
            computer da scrivania microsoft non ha mai
            avuto il minimo riguardo per quanto riguarda
            la sicurezza. tu continua a farti fare il
            lavaggio del cervello intanto.


            Se un giornalista deve scrivere su un

            giornale che fa un milione di copie, credo

            che starà più attento di quando scrive su
            un

            giornale che fa solo una cinquantina di

            copie! O no?

            se un giornalista deve scrivere qualcosa con
            le proporzioni della divina commedia,
            commette errori anche se ci sta attento. e
            poiche finora non ci e stato attento, pur
            avendone vendute centinaia di milioni di
            copie, preferisco leggere il giornale di
            qualcun altro. tu intanto continua a
            comprare il giornale di chi ha affermato
            pubblicamente che non ci stava attento,
            sperando che da adesso in avanti ci stia
            attento... ??????????Cerca di scrivere in modo più chiaro.E poi il mio discorso è generale, non ho mica detto che uso Win XP! Sto solo facendo delle constatazioni. E le sto facendo nel modo più obiettivo possibile, non per partito preso.Che sia Windows o Linux il sistema operativo del futuro, o tutti e due, per me non fa differenza.Anzi, se sono tutti e due meglio! C'è più concorrenza.Quello che è importante per me è che i computer scendano di prezzo e che si diffondano il più possibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Parlare a vanvera
          Beh, l'hanno dato il contributo (per la parte pc).Molto più di marketing e commerciale che tecnico, ma è pur sempre un contributo.Per quanto riguarda la morte del pc, sono almeno 10 anni che lo dicono...
      • Anonimo scrive:
        Re: Parlare a vanvera
        - Scritto da: Edo


        - Scritto da: sigh!

        Ma questi qua devono sempre dire la loro
        sul

        futuro

        dell'informatica.

        Ma chi sono per trarre conclusioni?

        Sono persone che hanno datto il più grande
        contributo alla diffusione del PC e di
        Internet.AHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!
        Bill Gates - La strada che porta a domani -
        MondadoriSi. Oltre 300 pagine scritte nel '95 sul futuro dell'informatica. Numero di volte che compare la parola "internet" in tutto il testo: ZERO !
        Chi è questo qui per parlare del domani?
        Ma e semplice, no! E' Bill Gates! Un nome
        che non ha bisogno di presentazioni.Poco ma sicuro...
        • Anonimo scrive:
          Re: Parlare a vanvera
          - Scritto da: Circe


          Bill Gates - La strada che porta a domani

          Si. Oltre 300 pagine scritte nel '95 sul
          futuro dell'informatica. Numero di volte che
          compare la parola "internet" in tutto il
          testo: ZERO !Balle!
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: edo


            - Scritto da: Circe




            Bill Gates - La strada che porta a
            domani



            Si. Oltre 300 pagine scritte nel '95 sul

            futuro dell'informatica. Numero di volte
            che

            compare la parola "internet" in tutto il

            testo: ZERO !

            Balle!No. E' vero, e in questo caso, come si dice: "carta canta..."
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: zioX


            - Scritto da: edo





            - Scritto da: Circe






            Bill Gates - La strada che porta a

            domani





            Si. Oltre 300 pagine scritte nel '95
            sul


            futuro dell'informatica. Numero di
            volte

            che


            compare la parola "internet" in tutto
            il


            testo: ZERO !



            Balle!


            No. E' vero, e in questo caso, come si dice:
            "carta canta..."Ma se ricordo che ne parlava sempre.Parlava di "cicli di reazione positiva" e tutto il resto.Parlava di "attrito della comunicazione" ridotto dalla posta elettronica e da internet.E di tante altre cose che facevano riferimento a internet."Carta canta", appunto!
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            Tu devi essere uno che usa Visual Basic e crede di essere uno sviluppatore.Ma secondo te, perché il Service Pack di Windows XP è di 130 Mb? Per aggiungere nuove funzionalità oppure per risolvere INNUMEREVOLI bug e cazzate implementate in un sistema operativo fatto in fretta e furia per abbindolare milioni di utenti, in attesa del prossimo OS (in fase di sviluppo da 10 anni)??Quando si è visto mai che un service pack abbia dimensioni pari al 20-25% dell'intero sistema operativo??Semplicemente significa che il 20-25% del sistema operativo è fallato e presenta delle carenze a livello strutturale non da poco, e se consideri che OGNI GIORNO continuano a uscire patch di aggiornamento e bug fix, allora alla MS stanno proprio messi malaccio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Parlare a vanvera
            - Scritto da: unocheragiona
            Tu devi essere uno che usa Visual Basic e
            crede di essere uno sviluppatore.Non sono uno sviluppatore.
            Ma secondo te, perché il Service Pack di
            Windows XP è di 130 Mb? Per aggiungere nuove
            funzionalità oppure per risolvere
            INNUMEREVOLI bug e cazzate implementate in
            un sistema operativo fatto in fretta e furia
            per abbindolare milioni di utenti, in attesa
            del prossimo OS (in fase di sviluppo da 10
            anni)??E anche se così fosse. Non è meglio avere un OS con qualche bug anziché non averlo proprio?
            Quando si è visto mai che un service pack
            abbia dimensioni pari al 20-25% dell'intero
            sistema operativo??Infatti le dimensioni sono notevoli.E allora era meglio aspettare un altro po' di tempo, metterci dentro qualche altra piccola novità e rilasciare una nuova versione di Windows, a pagamento!!!Così nessuno si lamentava?O nemmno andava bene?
            Semplicemente significa che il 20-25% del
            sistema operativo è fallato e presenta delle
            carenze a livello strutturale non da poco, e
            se consideri che OGNI GIORNO continuano a
            uscire patch di aggiornamento e bug fix,
            allora alla MS stanno proprio messi
            malaccio.No, significa che tutto è in evoluzione, che tutto cambia, che nulla è statico.
Chiudi i commenti