Real Time Rome, la capitale vive in digitale

Telecom è il maggiore sponsor di un progetto del MIT per la Biennale di Venezia, per visualizzare in tempo reale la vita urbana di Roma: dal traffico dei mezzi di trasporto pubblico all'uso dei cellulari da parte della popolazione

Roma – La città eterna diventa una città digitale che prende vita sul monitor: è il progetto Real Time Rome , presentato alla Biennale di Venezia e creato da un gruppo di ricercatori del MIT . L’iniziativa, strutturata attorno all’analisi software dei dati GPS forniti dai mezzi pubblici e delle centrali di telefonia mobile Telecom Italia , vede la partecipazione di altri big come Google : l’obiettivo è quello di poter visualizzare l’essenza vitale di una grande metropoli.

I rilevamenti vengono condotti in modo rigorosamente anonimo , specialmente per quanto riguarda la telefonia mobile. “Monitoreremo solo i flussi aggregati”, ha rivelato l’assessore alla mobilità di Roma, Mauro Calamante, “e non i singoli spostamenti, per tutelare la privacy di ciascun cittadino”. In pratica, Real Time Rome permetterà di vedere i “flussi di movimento” della popolazione capitolina. Il software contestualizza in modo automatico i dati a seconda della loro posizione geografica: il tutto avviene in tempo reale e la mappa di Roma prende così vita.

“Nel mondo d’oggi”, ha dichiarato il direttore del progetto Carlo Ratti, “i mezzi di comunicazione stanno plasmando nuovi tipi di interconnessione tra le persone, i luoghi e le infrastrutture urbane: il nostro obiettivo è di capire come funzionano le città moderne attraverso il monitoraggio di queste nuove modalità di connessione tra cose e persone”. L’installazione presso la Biennale è un padiglione con sette grandi mappe animate. Uno schermo serve per visualizzare il traffico stradale , grazie alla collaborazione del Comune di Roma, mentre un altro mostra i movimenti di autobus e taxi.

Altri monitor sono interamente dedicati alle registrazioni dell’attività romana durante due importanti eventi che hanno segnato la vita notturna della capitale: la “Notte Bianca” di sabato scorso e la grande festa popolare per la vittoria della Coppa del Mondo di calcio da parte della squadra azzurra. “Siamo onorati di condurre questo tipo d’esperimento a Roma”, ha dichiarato Ratti. “Questa è la città dove Gianbattista Nolli gettò le basi della moderna cartografia nel 1748”, ha concluso Ratti, “ed in futuro avremo sempre più informazioni per creare mappe, a partire dalle evoluzioni nella tecnologia RFID “.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fuck scrive:
    fuck
    fuck
  • uguccione500 scrive:
    AH BEH, ALLORA...
    Dicevo, allora basta che continuo a piratare anche Vista per favorire lo zio Bill...dunque non si sognerebbe mai di farmi denuncia se spiratazzo ad amici Vista o XP funzionante con il crack e il seriale inclusi! Grazie zio Bill, proprio mi sento un benefattore adesso...
  • matro scrive:
    sono entrambi datati
    io penso che entrambi rispecchiano una realtà differente da quella che si prospetta: il futuro è online, fatto di servizi.oggi abbiamo gmail, flickr, meebo e tanti altri. a cosa servono le tonnellate di applicativi che vengono installati insieme al sistema operativo? perché continuiamo ad essere costretti ad organizzare i file gerarchicamente?il prossimo sistema operativo dovrà tornare al suo mestiere originale - il governo delle periferiche - puntando alla semplicità ed all'automatismo. un bel fat-client come stanno diventando i browser e basta, il resto è su internet.sia Vista che Linux non vanno in questa direzione: secondo me ci vuole qualcosa di veramente nuovo.
  • Anonimo scrive:
    E la libertà di scelta?

    "Microsoft parte sempre con il vantaggio di avere il proprio sistema operativo già installato e funzionante sulle macchine, azzerando la necessità di sforzi da parte degli utenti"
    • Anonimo scrive:
      Re: E la libertà di scelta?
      Allora vogliamo far arrivare il software su linux, ovvero software professionale, quello richiesto dalla gente che lavora enon blande imitazioni open source ?Bene, standarizziamo linux. Set di librerie ed unità di sviluppo così che chi vuole convertire e programmare sul pinguino possa farlo con la visione di poter vendere il suo prodotto non a quattro gatti per distro ma a milioni di utenti.
  • Anonimo scrive:
    Dedicato ai sostenitori di Linux
    Vediamo adesso se qualcuno fa il solito commento che la ricerca non e' attendibile perche' sponsorizzata da MS. Sara' il 10 studio che conferma la stessa visione e tutte le volte c'e' qualcuno che lo mette in dubbio dicendo che e' di parte perche' pagato/sostenuto da MS. Ma non vi volete proprio rassegnare all'evidenza??!!In ogni caso sono contento che esista Linux perche' gli utenti devono poter scegliere e MS e' costretta a migliore Windows. Viva la concorrenza ma prendiamo atto di come vanno e andranno le cose...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dedicato ai sostenitori di Linux
      - Scritto da:
      Vediamo adesso se qualcuno fa il solito commento
      che la ricerca non e' attendibile perche'
      sponsorizzata da MS.


      Sara' il 10 studio che conferma la stessa visione
      e tutte le volte c'e' qualcuno che lo mette in
      dubbio dicendo che e' di parte perche'
      pagato/sostenuto da MS. Ma non vi volete proprio
      rassegnare
      all'evidenza??!!

      In ogni caso sono contento che esista Linux
      perche' gli utenti devono poter scegliere e MS e'
      costretta a migliore Windows.


      Viva la concorrenza ma prendiamo atto di come
      vanno e andranno le
      cose...Assolutamente no, non nego l'attendibilità dell'articolo, anzi, da linaro/winaro dual boot, in verità, in verità ti dico: E' TUTTO VERO. PER ORA.
  • Anonimo scrive:
    Get the facts
    Nel corso della valutazione dei costi e dei rischi di Windows e Linux, occorre tenere in considerazione che: un numero sempre maggiore di analisti indipendenti e di aziende leader ritengono che Windows Server System batta Linux in termini di costo totale di proprietà (TCO), affidabilità e sicurezza. Valuta i fatti e prendi la decisione giusta per il tuo business.http://www.microsoft.com/italy/windowsserversystem/facts/default.mspx
    • longinous scrive:
      [OT] x la redazione
      Hei, Redazione!Lo spam non dovrebbe essere proibito? :@ :@ :@Altrimenti mi metto pure io a fare pubblicità a siti che mi piacciono! :Un po' di buonsenso e di umiltà non farebbe male! (questa era per il troll qua sopra) : : :
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quale comunità unità...

    Falso. Linux non è una comunità globale. Può
    esserlo una specifica distribuzione, kernel.org o
    un progetto come mesa o
    xgl.
    Ci sono circa 5 varianti differenti di xgl che si menano quotidianamente se è meglio infilare le cose dentro il kernel o il tacchino del 4 luglio.

    Non capisco. Quando c'e' una cosa che non sò fare
    posto la domanda sul forum della mia distro e al
    99% delle volte mi rispondono altri utilizzatori
    (e io stesso rispondo a domande di altri):
    avrebbe senso postare su un'altra distro? E' come
    dire: ho un problema con windows xp e posto su un
    forum di windows nt o windows 95... ma non vorrei
    parlare di anarchia
    eh?Hai capito benissimo. L'anarchia sta nelle differenze idiote che passano tra le varie distro che non migliorano nè risolvono il problema ma portano solo casini quando qualcuno vuole programmarci sopra senza chiudersi dentro i confini di una sola distro (e ovviamente rimane così legato a chiccherie quale la linea di comando)
    Scusa chi copia chi? Se il codice è open...
    Yum vs Apt ti dice niente ?Fanno entrambi le stesse identiche cose.



    Maaaa vogliamo un esempio pratico a prova di

    scimmia

    ?




    http://www.nero.com/ita/NeroLINUX_System_Requireme



    E dovè il problema? Scarichi la versione per il
    tuo sistema, doppio click e installi: non si
    chiama .exe o .msi ma .deb o
    .rpmNella lista delle distro non vedo mandrake, xandros, ubuntu tanto per sparare tre nomi famosi. Che dici... andranno comunque ?Ti va di rischiare ? Linux non è BeOS o MacClassic che un programma si installa in una sola cartella e non va spasso. Se un'installazione fallisce sotto linux, esattamente come in windows c'è da rimboccarsi le maniche e pulire a manina. Per carità, forse a te sti brividi danno un maggiore senso alla vita, io ne preferisco altri che non riguardino lo strumento che uso per lavorare.
    ps. ci sono sw migliori x masterizzare, ad
    esempio
    :-)
    Indubbiamente ma quello che mi premeva era mettere in mostra i requisiti di sistema classici di un programma per windows e quelli per andare su linux
    Lista della spesa? Forse, non conosco nerolinux,
    ma non è che per caso è scritto tutto in inglese
    il sito e tu di inglese ne mastichi
    poco?
    Alla riga OS: un programma per windows o anche mac, quanto è lunga la descrizione ?1 riga: nome sistema + versioneMacOSX 10.4 / Windows Xp SP2Quanto è lunga la descrizione per linux ?N righe.Hai mai visto un programma per windows che nei requisiti ti chieda di controllare la versione di kernel.dll ?
    Non per deluderti, ma la stragrande maggioranza
    dei driver sotto le distro è già implementato nel
    kernel e quindi quando ci attacchi una periferica
    il sistema la riconosce senza l'ausilio di
    installare driver da cd. Non per deluderti ma si tratta di programmilli artigianali di studenti e hobbysti. Visto che quando compro una periferica o un hardware pago un produttore desidero trovarci il supporto anche per linux.Non tiriamo in ballo la solita storiella di microsoft che paga di sottobanco per non far supportare linux perchè qualunque cifra che possa tirare fuori non sarebbe mai quella che il produttore guadagnerebbe se estendesse il suo supporto ad un altro os.Anzi diciamo pure che se ci fosse una maggiore e più furba standarizzazione all'interno del pinguino questi produttori sarebbero i primi a supportare linux visto che potrebbero ragionare nell'ottica di vendere i propri prodotti a milioni di utenti e non a poche migliaia per distro.Ad ogni modo puoi sempre
    utilizzare una Live (gratuitamente) PRIMA di
    installarla sul tuo pc, di modo che puoi
    verificare direttamente se hai dedi device
    incompatibili.Quindi ogni volta che aggiorno un componente hardware infilo una live, testo, poi formatto tutto l'ambaradan e reinstallo tutto ?Ma non era windows il sistema che andava formattato una volta al mese ?
  • Anonimo scrive:
    HAIKU batterà Windows!
    (rotfl)(rotfl)E vabbeh, non si può neppure scherzare?Comunque per quel che ho potuto provare io (Zeta), ci sarebbero altri sistemi derivanti dall'ottimo (imho) BeOs che sarebbero molto più adatti per il desktop rispetto a Linux (e senza considerare che le fondamenta sono tecnicamente avanti rispetto a questo). Sono d'accordo con quanti sostengono che avere una conoscenza approfondita del system porti, nel tempo, i suoi vantaggi, ma essere obbligati a tale conoscenza e nel contempo produrre diventa un pelo snervante. Io non vedo male una soluzione che (come MacOs X) abbia un approccio da utonto in superficie, ma lasci la porta aperta nel retro bottega per chi vuole approfondire.Col mercato nelle condizioni attuali però vedo difficile l'imporsi di un'alternativa a Windows. Soprattutto se è a pagamento, seppur molto valida, come Zeta (sorvolo appositamente su MacOs che fa "feudo" a parte). Aspetto di vedere come sarà (se sarà) HAIKU, anche se molti denigrano tale impresa. Ma credo che comunque la strada da percorrere per imporre un sistema che sfondi sul desktop sia questa (molto semplice da usare ma che lasci la possibilità di approfondire agli smanettoni).
    • TADsince1995 scrive:
      Re: HAIKU batterà Windows!
      - Scritto da:
      (rotfl)(rotfl)
      E vabbeh, non si può neppure scherzare?
      Comunque per quel che ho potuto provare io
      (Zeta), ci sarebbero altri sistemi derivanti
      dall'ottimo (imho) BeOs che sarebbero molto più
      adatti per il desktop rispetto a Linux (e senza
      considerare che le fondamenta sono tecnicamente
      avanti rispetto a questo).Purtroppo devi darti ragione, lo ammetto per amore del vero. Linux è un sistema meraviglioso e oggi sempre più semplice da utilizzare, ma fino a quando non verrà fatta una vera standardizzazione e una ripulitura generale dovuta al "caos" con cui si è velocemente evoluto, difficilmente si potrà affermare come sistema per utonti, e non per utenti smaliziati come è ora.Io stesso provai BeOS parecchi anni fa su un Pentium 200 e ne rimasi assolutamente allucinato, una velocità e una reattività sconcertante.
      Sono d'accordo con
      quanti sostengono che avere una conoscenza
      approfondita del system porti, nel tempo, i suoi
      vantaggi, ma essere obbligati a tale conoscenza e
      nel contempo produrre diventa un pelo snervante.Non è essere obbligati, solo essere "accompagnati" e non preclusi.
      Io non vedo male una soluzione che (come MacOs X)
      abbia un approccio da utonto in superficie, ma
      lasci la porta aperta nel retro bottega per chi
      vuole
      approfondire.Esatto. Come ho scritto prima, un sistema come AmigaOS, un perfetto mix tra semplicità e tecnicismo.
      Aspetto di vedere come
      sarà (se sarà) HAIKU, anche se molti denigrano
      tale impresa. Ma credo che comunque la strada da
      percorrere per imporre un sistema che sfondi sul
      desktop sia questa (molto semplice da usare ma
      che lasci la possibilità di approfondire agli
      smanettoni).Anche io aspetto con grande interesse Haiku, derivato da BeOS. Un sistema CONCEPITO per il desktop (cosa che linux non è, ma ci si sta sforzando di renderlo adatto) e il cui sviluppo segua delle regole di design e delle API ben definite. L'unico vero problema di linux, che causa le difficoltà a renderlo immediato nel desktop, è proprio il fatto che si è evoluto velocemente, ma in modo scomposto.TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: HAIKU batterà Windows!

        Io stesso provai BeOS parecchi anni fa su un
        Pentium 200 e ne rimasi assolutamente allucinato,
        una velocità e una reattività
        sconcertante.Eh, ha fatto cadere diverse mascelle a chi ha avuto la fortuna di provarlo o vederlo in azione. ;)
        Anche io aspetto con grande interesse Haiku,
        derivato da BeOS. Beh, siamo già in due allora, TAD.Comunque vedo che la pensiamo abbastanza allo stesso modo. Speriamo bene per il futuro, le iniziative non mancano. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: HAIKU batterà Windows!
          - Scritto da:


          Io stesso provai BeOS parecchi anni fa su un

          Pentium 200 e ne rimasi assolutamente
          allucinato,

          una velocità e una reattività

          sconcertante.

          Eh, ha fatto cadere diverse mascelle a chi ha
          avuto la fortuna di provarlo o vederlo in
          azione.
          ;)


          Anche io aspetto con grande interesse Haiku,

          derivato da BeOS.

          Beh, siamo già in due allora, TAD.
          Comunque vedo che la pensiamo abbastanza allo
          stesso modo. Speriamo bene per il futuro, le
          iniziative non mancano.
          :DMi aveter appe na dato una grande idea per avere la moglie piena e la botte ubriaca :D :D :DTa-Daaaaaaaaaaaaah!!!! HAIKUX!!! (idea)(idea)(idea)(geek)(geek)(geek) O) O) O)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • TADsince1995 scrive:
          Re: HAIKU batterà Windows!

          Eh, ha fatto cadere diverse mascelle a chi ha
          avuto la fortuna di provarlo o vederlo in
          azione.
          ;)Provai un liveCD preso da una rivista, quando lo vidi pregai perchè avesse successo, non aveva neanche il minimo rallentamento, aprivi 15 finestre con player mpeg e tanta altra roba e tutto filava liscio senza intoppi su un P200 con 48 Mega di ram, non dava neanche l'impressione del carico sulla CPU. Assolutamente incredibile.

          Anche io aspetto con grande interesse Haiku,

          derivato da BeOS.

          Beh, siamo già in due allora, TAD.
          Comunque vedo che la pensiamo abbastanza allo
          stesso modo. Speriamo bene per il futuro, le
          iniziative non mancano.
          :DSì, ne sono convinto. E per gli amighisti che si sono rotti di aspettare i comodi di Eyetech e Hyperion c'è AROS che negli ultimi tempi ha avuto progressi incredibili, se si pensa alla piccola quantità di sviluppatori che ci lavora.http://www.aros.org/TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: HAIKU batterà Windows!
        Un sistema CONCEPITO per ildesktop (cosa che linux non è, ma ci si sta
        sforzando di renderlo adatto)Sforzando come ?Infilando KDE e openoffice al posto di apache ?Allora se prendo apache e lo piazzo su win98 ho creato un Server con la esse maiuscola ?
        • TADsince1995 scrive:
          Re: HAIKU batterà Windows!
          - Scritto da:
          Un sistema CONCEPITO per il
          desktop (cosa che linux non è, ma ci si sta

          sforzando di renderlo adatto)

          Sforzando come ?

          Infilando KDE e openoffice al posto di apache ?
          Allora se prendo apache e lo piazzo su win98 ho
          creato un Server con la esse maiuscola
          ?Guarda la prima volta che installai linux fu un impresa abbastanza complessa. Oggi è una sciocchezza.Dal 98 a oggi sono stati fatti passi giganteschi per portare linux alla "portata di tutti" (quanto odio quest'espressione) e la strada ormai è quella giusta ma, come dicevo prima, un sistema operativo nuovo e CONCEPITO per il desktop avrebbe la strada spianata.TAD
  • Anonimo scrive:
    P4RR|_|((()||1 |/|4573R1ZZ471!
    //1n50zz 5uxx4, L1nux ru|3zz4! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: P4RR|_|((()||1 |/|4573R1ZZ471!
      - Scritto da:
      //1n50zz 5uxx4, L1nux ru|3zz4!
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)linari siete fottuti, tra manco un anno di voi resteranno solo due trafiletti in un libro di storia proletaria (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: Linux batterà Windows !
    oddio ! cioe' secondo te deve essere il computer a dire cosa fare all'utente e non il viceversa ...si hai ,ragione : certe cose neo lee capiremo mai.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux batterà Windows !
      - Scritto da:
      oddio ! cioe' secondo te deve essere il computer
      a dire cosa fare all'utente e non il viceversa
      ...
      si hai ,ragione : certe cose neo lee capiremo mai.come volevasi dimostrare (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    beh, io uso già ubuntu edgy
    date un'occhiata al video quihttp://sky.netsons.org/index.php?mod=read&id=1157965881personalmente posso solo confermare: più veloce di dapper, probabilmente a causadell'ottimizzazione di gnome 2.16winbug ?!?! ahahaha!!!!!!!!!!!!!!e chi lo vuole....
    • Anonimo scrive:
      Re: beh, io uso già ubuntu edgy
      - Scritto da:
      date un'occhiata al video qui
      http://sky.netsons.org/index.php?mod=read&id=11579
      personalmente posso solo confermare:
      più veloce di dapper, probabilmente a causa
      dell'ottimizzazione di gnome 2.16

      winbug ?!?! ahahaha!!!!!!!!!!!!!!

      e chi lo vuole....tutti tranne te!
      • Anonimo scrive:
        Re: beh, io uso già ubuntu edgy
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        date un'occhiata al video qui


        http://sky.netsons.org/index.php?mod=read&id=11579

        personalmente posso solo confermare:

        più veloce di dapper, probabilmente a causa

        dell'ottimizzazione di gnome 2.16



        winbug ?!?! ahahaha!!!!!!!!!!!!!!



        e chi lo vuole....
        tutti tranne te!No almeno in due, ci sono anch'io.
    • Anonimo scrive:
      Re: beh, io uso già ubuntu edgy
      - Scritto da:
      date un'occhiata al video qui
      http://sky.netsons.org/index.php?mod=read&id=11579
      personalmente posso solo confermare:
      più veloce di dapper, probabilmente a causa
      dell'ottimizzazione di gnome 2.16sarà ma ha me ha letteralmente messo K.O. un pentium 3Ghz. Ci devono essere mostruosi bug
      • Anonimo scrive:
        Re: beh, io uso già ubuntu edgy
        - Scritto da:
        sarà ma ha me ha letteralmente messo K.O. un
        pentium 3Ghz. Ci devono essere mostruosi
        bugè che diventa sempre più pesante a forza di infarcire di qua e di la...
      • Anonimo scrive:
        Re: beh, io uso già ubuntu edgy
        sarà ma il mio portatile asus con win si arroventava e con ubuntu va a meraviglia...
        sarà ma ha me ha letteralmente messo K.O. un
        pentium 3Ghz. Ci devono essere mostruosi
        bug
  • Anonimo scrive:
    Re: Senza che vi scanniate...
    - Scritto da:
    Secondo voi, in termini di produttività nel breve
    periodo, risultano più adeguati Windows o Linux
    (non vi ho chiesto quale sistema vi piace di
    più)?

    Offrite un parere, se vi va, partendo dai
    seguenti spunti
    :a mio parere un grosso scoglio e' che parecchio software linux non e' in lingua italiana o comunque per farlo girare in "ITALIANO" si devono eseguire dei pacchetti che ancora non sono alla portata di un utente medio "ms".Detto cio' dubito fortemente che professori o comunque capoufficio si convertino a Linux senza una adeguata contropartita in termini di soldi-ore dati alla riconversione.Esiste poi a mio avviso una grande fascia di aziende e di pubbliche amministrazioni che non pagano le licenze ms azzerando costi che sono alla base della "diversità" di windows e linux, non parliamo di autocad e di dreamweaver o prodotti acrobat ......., la mia particolare scheda di regia
    non funzionerà mai col pinguino e per una scheda
    wireless USB Edimax Atheros EW7315UG sto perdendo
    la testa.Provato a farla girare con freespire scaricanto i pacchetti per il programma software con synaptic ? come so non e' granche' di innovativo ma fino ad ora mi ha riconosciuto tutto al primo tentativo.....

    (d) - Le menti di un "ufficio tipo" che devono
    fermarsi per far imparare al personale qualcosa
    di nuovo, penseranno sempre di "buttare" nel
    pattume i soldi delle giornate di formazione.
    Purtroppo nel breve periodo si è portati a
    immaginare un calo della produttività e se
    fantastico su alcuni miei clienti (es. studi di
    progettazione CAD), non gli sembrerebbe
    plausibile abbandonare il loro Autocad 2006 ed i
    progetti da consegnare entro il mese, per cercare
    alternative software valide. un po' c'e' anche la pigrizia mentale di usare software non "ms" vedi openoffice ma se c'e' ancora gente che vuole pagare 500 euro per fare un .doc siamo in un paese libero.
    (f) - Le interfacce di Windows sono indubbiamente
    intuitive. Bisognera' vedere come interagisce vista con xp nelle aziende e nelle p.a. a livello di utenti ma gia' prevedo che i nuovi pc verranno immessi al lavoro con l'interfaccia xp.
    Sono solo pareri. Attendo i vostri.
    Ciaoooo!

    Olius
    -----------Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza che vi scanniate...

      Esiste poi a mio avviso una grande fascia di
      aziende e di pubbliche amministrazioni che non
      pagano le licenze ms azzerando costi che sono
      alla base della "diversità" di windows e linux,
      non parliamo di autocad e di dreamweaver o
      prodotti acrobat
      .......Ma intendi che non le paghino piratando?In uno studio presso cui ho lavorato hanno fatto pelo e contropelo al titolare, dopo un controllo. Ahi ahi ahi!
      Provato a farla girare con freespire scaricanto i
      pacchetti per il programma software con synaptic
      ? come so non e' granche' di innovativo ma fino
      ad ora mi ha riconosciuto tutto al primo
      tentativo.....Ho usato synaptic su debian, ma nel recipient c'è la versione di ndiswrapper di un tot di tempo fa che aveva problemi di incompatibilità con le Atheros USB.Proverò freespire. Grazie mille del consiglio!Olius-----------
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza che vi scanniate...
        - Scritto da:


        Ma intendi che non le paghino piratando?
        In uno studio presso cui ho lavorato hanno fatto
        pelo e contropelo al titolare, dopo un controllo.
        Ahi ahi
        ahi!gia' obbiettiamente a stento pagano i praticanti , mi vien da supporre se TUTTI i professionisti e "non" pagano le licenze su ogni macchina che hanno negli studi.....

        Ho usato synaptic su debian, ma nel recipient c'è
        la versione di ndiswrapper di un tot di tempo fa
        che aveva problemi di incompatibilità con le
        Atheros
        USB.
        Proverò freespire. Grazie mille del consiglio!

        Olius
        -----------attento pero' puo' riconoscere l'hardware ma per farlo girare .......
  • Anonimo scrive:
    denunciamo i vinari morti di fame
    propongo una campagna per denunciare chiunquepirati le schifezze di mr gates, così queimorti di fame scrocconi dei vinari si mettonoad adorare rms e ad accendere ceri per il solo fatto che esiste
  • Anonimo scrive:
    Linux è vecchio e macchinoso
    Linux è ancora troppo ancorato con i retaggi del passato e per questo lo rendono poco user-friendly e gli utenti che lo usano devono volenti o nolenti conoscerne il suo funzionamento.Finchè linux rimarrà così, nessuno se lo piglierà... IMHO linux è vecchio e obsoleto
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è vecchio e macchinoso
      - Scritto da:
      Linux è ancora troppo ancorato con i retaggi del
      passato e per questo lo rendono poco
      user-friendly e gli utenti che lo usano devono
      volenti o nolenti conoscerne il suo
      funzionamento.
      Finchè linux rimarrà così, nessuno se lo
      piglierà... IMHO linux è vecchio e
      obsoletoALLA FINE LINUX E L'OPEN SOURCE TRIONFERANNO E REDMOND SARA' SCONFITTA(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è vecchio e macchinoso
        - Scritto da:
        ALLA FINE LINUX E L'OPEN SOURCE TRIONFERANNO E
        REDMOND SARA'
        SCONFITTA

        (linux)(linux)(linux)(linux)(linux)è bello crederci...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è vecchio e macchinoso
      - Scritto da:
      Linux è ancora troppo ancorato con i retaggi del
      passato e per questo lo rendono poco
      user-friendly e gli utenti che lo usano devono
      volenti o nolenti conoscerne il suo
      funzionamento.
      Finchè linux rimarrà così, nessuno se lo
      piglierà... IMHO linux è vecchio e
      obsoletoconcordo pienamente su quanto dici.Ma quando i linari avranno permessi che vanno oltre a Read, Write, Execute?Le group policy di Windows Vista gli fanno una pippa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux è vecchio e macchinoso

        Ma quando i linari avranno permessi che vanno
        oltre a Read, Write,
        Execute?
        Le group policy di Windows Vista gli fanno una
        pippa...Sei mal documentato figliuolo. Ti sfido a trovare qualcosa che puoi finalmente fare con le group policies di vista e che non puoi fare con un qualsiasi sistema UNIX da almeno 20 anni.Più fatti, meno chiacchiere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux è vecchio e macchinoso
          - Scritto da:
          Sei mal documentato figliuolo. Ti sfido a trovare
          qualcosa che puoi finalmente fare con le group
          policies di vista e che non puoi fare con un
          qualsiasi sistema UNIX da almeno 20
          anni.
          Più fatti, meno chiacchiere.certo devi scrivere tonnellate di script... Auguroni... Io con un semplice permesso in Vista faccio tutto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è vecchio e macchinoso
            Anche disabilitare le funzioni Trusted Computing?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux è vecchio e macchinoso
            - Scritto da:
            Anche disabilitare le funzioni Trusted Computing?Risposta senza senso da quattro soldi. In un'azienda non gliene frega niente a nessuno se ci sono DRM e TCPA. Invece chi deve fare assistenza e configurazione di certo non gioisce a doversi scrivere script osceni per fare quello che con un'interfaccia grafica decente si fa con un paio di click, ed il tutto perchè "la comunità opensource" non ha voglia di fare un cavolo di sensato a parte far scena e complicare le cose più banali già risolte da decenni da Microsoft ed Apple.
          • longinous scrive:
            Re: Linux è vecchio e macchinoso

            cose
            più banali già risolte da decenni da Microsoft ed
            Apple.(newbie)(newbie)(newbie)questa me la segno...se ho mai trovato difficoltà con qualcosa è windows!Linux è un trattore!Non lo fermi nemmeno se gli spari alla MOBO! (ironico!)e il "trattore" che sto usando come server in questo momento è stato quanto di più facile potessi configurare!A momenti mi chiedeva a voce cosa volessi sommariamente e me lo faceva lui!Sarà che ho avuto culo con la distro, non lo so!Sta di fatto che le stesse cose con windows non solo non le saprei fare, ma nemmeno so se le potrei fare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è vecchio e macchinoso

      Finchè linux rimarrà così, nessuno se lo
      piglierà... IMHO linux è vecchio e
      obsoleto(troll2)(troll2)(troll2)
    • Ubu re scrive:
      Re: Linux funziona
      - Scritto da:
      Linux è ancora troppo ancorato con i retaggi del
      passato e per questo lo rendono poco
      user-friendly e gli utenti che lo usano devono
      volenti o nolenti conoscerne il suo
      funzionamento.Guarda che è veramente difficile prenderti in considerazione.Dici una cosa condivisibile, ne giusta ne sbagliata, ma condivisibile e termini con la stupidaggine:
      Finchè linux rimarrà così, nessuno se lo
      piglierà... IMHO linux è vecchio e
      obsoletoLinux non è obsoleto, ne vecchio, semplicemente i suoi realizzatori sono rivolti più alle funzionalità che alla semplicità di utilizzo o alla sua ergonomia.Molti dei programmi di utilizzo comune sono senza interfaccia. Molti settaggi vanno fatti in file di testo.Se cambia questa impostazione linux diventerà immediatamente piacevole e desiderabile. Se non cambia rimarrà all'incirca a queste quote, come sta rimanendo 'inspiegabilmente' da parecchio tempo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux è vecchio e macchinoso
      E la BERNARDA di assorrete com' è? :|
  • adriano284 scrive:
    Purtroppo dobbiamo aspettare.....
    .... che ci siano mezzi sufficienti a migrare su risorse low-cost.Windows a parità di costo (100 € in su) offre la sicurezza di utilizzare programmi base come IE e scrittura (anche se qui c'è da considerare il costo i W-Office).La gente comune - dal dentista che vede le mie Rx sul monitor, al parrucchiere che si registra l'appuntamento per la sua cliente - non vuole sapere a cosa serve un PC oltre quello che abitualemnte ci fa perchè gli basta fare quello che gli serve.Installare una stampante andare in Internet e leggere la posta o gli estratti conto online. Se chi fa SW non capisce la portata di questo principio tra pochi anni grazie al TC avremo il pc che funziona come una lavatrice o peggio la lavatrice che si usa con Windows.Agli esperti e non agli smanettoni il compito di creare un Os accattivante per quasti user.Ma la strada è ancora in salita perchè Linux .... ha Man e tutti dovrebbero usarlo per risolvere il problema che hanno (installare una stampante multifunzione o il Tom Tom......)L'Informatica in quanto tale si studia nelle università, il suo uso si espleta al di fuori dei banchi, tra chi usa il pc per quel poco che gli serve.No Flame, please.Saluti a tutti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 13.18-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo dobbiamo aspettare.....
      - Scritto da: adriano284
      .... che ci siano mezzi sufficienti a migrare su
      risorse
      low-cost.
      Windows a parità di costo (100 € in su)
      offre la sicurezza di utilizzare programmi base
      come IE e scrittura (anche se qui c'è da
      considerare il costo i
      W-Office).
      La gente comune - dal dentista che vede le mie Rx
      sul monitor, al parrucchiere che si registra
      l'appuntamento per la sua cliente - non vuole
      sapere a cosa serve un PC oltre quello che
      abitualemnte ci fa perchè gli basta fare quello
      che gli
      serve.vero, ma tutti si sono installati roba pirata.e se domani verrà blindata, diranno"cosa?? QUANTO hai detto che costa??? non esiste! mi hanno detto che linucs è GRATIS!!! lo voglio!":)e allora vedremo a chi direte UTONTI :)saranno gli stessi ma saranno passati a linucs
      Installare una stampante andare in Internet e
      leggere la posta o gli estratti conto online.

      Se chi fa SW non capisce la portata di questo
      principio tra pochi anni grazie al TC avremo il
      pc che funziona come una lavatrice o peggio la
      lavatrice che si usa con
      Windows.vero :)
      Agli esperti e non agli smanettoni il compito di
      creare un Os accattivante per quasti
      user.beh, c'è anche l'acquisto del software, pratica inconsueta ma possibile! ;-)
      Ma la strada è ancora in salita perchè Linux ....
      ha Man e tutti dovrebbero usarlo per risolvere il
      problema che hanno (installare una stampante
      multifunzione o il Tom
      Tom......) purtroppo non posso comprendere questo pezzo del testo.
  • starise scrive:
    Re: Senza che vi scanniate...
    ah, dimenticavo...autocad sembra funzionare molto bene con wine sotto linux:http://appdb.winehq.org/appview.php?iAppId=86dovrò provarlo!! ;)
  • Anonimo scrive:
    Linux c'è da 15 anni e nessuno lo vuole
    un motivo ci sarà?(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux c'è da 15 anni e nessuno lo vu
      - Scritto da:
      un motivo ci sarà?(rotfl)LINUX RESISTERA' FINO ALL'ULTIMA BATTAGLIA E NE USCIRA' VINCITORE, I PALADINI DEL CAPITALISMO FINIRANNO NELLE FOIBE DEL DENARO E I PREZZOLATI COME TE VERRANNO SMASCHERATI E ISOLATI DALLA COMUNITA' A TEMPO INDETERMINATO(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
  • starise scrive:
    Re: Senza che vi scanniate...
    L'unico thread realmente utile e intelligente non ha nessuna risposta! Questo è ormai il filo conduttore di questo forum...Gli altri thread inutili e spammosi hanno risposte e contro-risposte! bah...In ogni caso, io sono passato a gnu/linux ormai da tanto tempo... sono d'accordo su molte delle tue affermazioni! Il vero problema del mio S.O. è che non c'è supporto da parte dei produttori di hardware.Sai... il mio portatile, con windows installato, non mi vede neanche il touchpad se non installo i software inclusi nei cd di drivers (per windows).Il mio linux invece, senza installare drivers mi vede tutte le periferiche tranne il lettore di cards (ma la ENE non rilascia i driver per linux). Purtroppo la gente, soprattutto i fan-boy sembrano avere i paraocchi!Anch'io sono costretto al dual boot perchè lavoro con l'elaborazione video (premiere-pro) e perchè mi piacciono i videogames.Però con le ultime versioni di wine ora utilizzo sotto linux a prestazioni uguali a quelle di windows, programmi come dvdshrink, fireworks, dreamweaver... addirittura photoshop 7 (http://appdb.winehq.org/appimage.php?iId=256).Io credo che stiamo andando nella giusta direzione, e un giorno molto vicino le software house e i produttori hardware saranno costretti a supportare le piattaforme gnu/linux!
    • lele2 scrive:
      Re: Senza che vi scanniate...
      - Scritto da:

      Io credo che stiamo andando nella giusta

      direzione, e un giorno molto vicino le software

      house e i produttori hardware saranno costretti
      a

      supportare le piattaforme

      gnu/linux!

      Intanto grazie per la risposta. Mi aspettavo che
      saremmo stati in pochi a colloquiare in
      tranquillità... Meglio pochi ma buoni,
      comunque.
      Mi auguro davvero che il supporto hardware
      coinvolga sempre più linux.
      sull'hardaware la vedo molto duranon tutti vogliono pubblicare i sorgenti dei driver per poter essere inclusi nel kernel e mantenutie i driver closed source che ci sono non vengono mantenuti e quindi basta un'aggiornamento del kernel rilasciato anche dalla stessa distribuzione che questi smettono di funzionare
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza che vi scanniate...
        - Scritto da: lele2
        - Scritto da:


        Io credo che stiamo andando nella giusta


        direzione, e un giorno molto vicino le
        software


        house e i produttori hardware saranno
        costretti

        a


        supportare le piattaforme


        gnu/linux!



        Intanto grazie per la risposta. Mi aspettavo che

        saremmo stati in pochi a colloquiare in

        tranquillità... Meglio pochi ma buoni,

        comunque.

        Mi auguro davvero che il supporto hardware

        coinvolga sempre più linux.


        sull'hardaware la vedo molto dura
        non tutti vogliono pubblicare i sorgenti dei
        driver per poter essere inclusi nel kernel e
        mantenuti

        e i driver closed source che ci sono non vengono
        mantenuti e quindi basta un'aggiornamento del
        kernel rilasciato anche dalla stessa
        distribuzione che questi smettono di funzionare
        I moduli della Nvidia sono un buon esempio di moduli che vengono mantenuti senza problemi checche tu ne dica.
        • lele2 scrive:
          Re: Senza che vi scanniate...

          I moduli della Nvidia sono un buon esempio di
          moduli che vengono mantenuti senza problemi
          checche tu ne
          dica.non uso nvidiama anche questo non e' mantenuto dagli svilupatori del kernel e dalle distribuzionicredo che quelli di nvidia si sono inventati un sistema per baypassare il problema del rilascio in GPLne ho la conferma perche' seguendo vari forum su suse molti utenti dopo un'aggionamento di sicurezza del kernel hanno dovuto eseguire flgx ho qualcosa di simile per far funzionare di nuovo la scheda videotutti si sono trovati al riavvio della macchina con lo schermo neroprobabilmente quelli di nviadia usano una specie di script o programma che ricompila il modulo se ci sono dei cambiamenti nel kernel
          • Anonimo scrive:
            Re: Senza che vi scanniate...
            - Scritto da: lele2

            I moduli della Nvidia sono un buon esempio

            di moduli che vengono mantenuti senza

            problemi checche tu ne dica.
            non uso nvidia ma anche questo non e'
            mantenuto dagli svilupatori del kernel
            e dalle distribuzioniA dimostrazione che anche le ditte private possono mantenere dei moduli.
            credo che quelli di nvidia si sono
            inventati un sistema per baypassare il
            problema del rilascio in GPLNon si sono inventati nulla: hanno semplicemente letto la GPL e si sono regolati secondo le regole da essa descritte.
            ne ho la conferma perche' seguendo vari
            forum su suse molti utenti dopo
            un'aggionamento di sicurezza del kernel
            hanno dovuto eseguire flgx ho qualcosa di
            simile per far funzionare di nuovo la scheda
            video tutti si sono trovati al riavvio
            della macchina con lo schermo neroSara' mica quando si e' passati da Xfree a X.org ?
            probabilmente quelli di nviadia usano una
            specie di script o programma che ricompila
            il modulo se ci sono dei cambiamenti nel
            kernelNo, il modulo non viene ricompilato automaticamente, in effetti la maggior parte delle volte non servirebbe, nel caso basta rilanciare l'utility dell'installante di nvidia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma quale comunità unità...

    http://www.nero.com/ita/NeroLINUX_System_Requireme

    Ora io voglio trovare un programma d'uso comune
    sotto windows che prima di essere installato
    obblighi una persona normale a tenere nota della
    versione di tutte le librerie che ha installato eMa li leggi i link che posti?Hai mai usato una distribuzione gnu/linux?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale comunità unità...
      Ipotizza magari che non abbia una debian o una redhat/suse proprio di quelle versioni lì.Ti sembra impossibile ? Chi mi garantisce che un'altra distro anche direttamente derivata da queste sia 100% compatibile ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quale comunità unità...
      Si infatti, che caxxo stai dicendo poi... guarda che a me è bastato usare il deb, non ho avuto bisogno di scaricare nient'altro poichè magari le librerie che intende lui sono già nel sistema.downlaod NeroLINUX rpm trial version heredownlaod NeroLINUX deb trial version hereNon ci vuole la scienza, si scarica il pacchetto e ci si fa doppio click.Scommetto fosse stato un exe non avresti rotto i cogl.. per nulla anche se ci fosse stato scritto tutto l'albero di librerie in system32
  • Anonimo scrive:
    SENZA VOLERLO...
    ...hanno dato la ricetta che consentirebbe a Linux difregare una grossa fetta di mercato a Windows, basterebbe che:1) Linux diventasse più facile e alla portata dell'utente comune... Kubuntu e Knoppix sono già dei decisi passi avanti in tal senso;2)BSA e i suoi compagni di merende intensificassero la lotta alla pirateria, se il SW proprietario si dovesse giustamente pagare e con molte meno probabilità di ora per i pirati di passarla liscia, non è detto che una grossa fetta di pirati non passerebbero piuttosto al SW libero.
    • Anonimo scrive:
      Re: SENZA VOLERLO...
      - Scritto da:
      ...hanno dato la ricetta che consentirebbe a
      Linux difregare una grossa fetta di mercato a
      Windows, basterebbe
      che:
      1) Linux diventasse più facile e alla portata
      dell'utente comune... Kubuntu e Knoppix sono già
      dei decisi passi avanti in tal
      senso;
      2)BSA e i suoi compagni di merende
      intensificassero la lotta alla pirateria, se il
      SW proprietario si dovesse giustamente pagare e
      con molte meno probabilità di ora per i pirati di
      passarla liscia, non è detto che una grossa fetta
      di pirati non passerebbero piuttosto al SW
      libero.e se poi il software libero per il 99% è inutile?
      • Anonimo scrive:
        Re: SENZA VOLERLO...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...hanno dato la ricetta che consentirebbe a

        Linux difregare una grossa fetta di mercato a

        Windows, basterebbe

        che:

        1) Linux diventasse più facile e alla portata

        dell'utente comune... Kubuntu e Knoppix sono già

        dei decisi passi avanti in tal

        senso;

        2)BSA e i suoi compagni di merende

        intensificassero la lotta alla pirateria, se il

        SW proprietario si dovesse giustamente pagare e

        con molte meno probabilità di ora per i pirati
        di

        passarla liscia, non è detto che una grossa
        fetta

        di pirati non passerebbero piuttosto al SW

        libero.

        e se poi il software libero per il 99% è inutile?Tranquillo che a quel punto convertirebbero i giochini anche per linux...Hai studiato informatica su TheGamesMachine vero ?
        • Anonimo scrive:
          Re: SENZA VOLERLO...
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ...hanno dato la ricetta che consentirebbe a


          Linux difregare una grossa fetta di mercato a


          Windows, basterebbe


          che:


          1) Linux diventasse più facile e alla portata


          dell'utente comune... Kubuntu e Knoppix sono
          già


          dei decisi passi avanti in tal


          senso;


          2)BSA e i suoi compagni di merende


          intensificassero la lotta alla pirateria, se
          il


          SW proprietario si dovesse giustamente pagare
          e


          con molte meno probabilità di ora per i pirati

          di


          passarla liscia, non è detto che una grossa

          fetta


          di pirati non passerebbero piuttosto al SW


          libero.



          e se poi il software libero per il 99% è
          inutile?


          Tranquillo che a quel punto convertirebbero i
          giochini anche per
          linux...

          Hai studiato informatica su TheGamesMachine vero ?Non è questione di informatica ma di economia e statistica. E Linux non sarà mai un'alternativa a Windows a meno che non diventi un prodotto commerciale chiuso a tutti gli effeti. Bill Gates ha creato il fenomeno Linux per spazzar via gli Unix commerciali e costringere concorrenti come Sun a regalare il codice sorgente del proprio Unix Solaris.
      • Anonimo scrive:
        Re: SENZA VOLERLO...

        e se poi il software libero per il 99% è inutile?e se questo tuo commento fosse inutile? (oltre che stupido!)
      • Anonimo scrive:
        Re: SENZA VOLERLO...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...hanno dato la ricetta che consentirebbe a

        Linux difregare una grossa fetta di mercato a

        Windows, basterebbe

        che:

        1) Linux diventasse più facile e alla portata

        dell'utente comune... Kubuntu e Knoppix sono già

        dei decisi passi avanti in tal

        senso;

        2)BSA e i suoi compagni di merende

        intensificassero la lotta alla pirateria, se il

        SW proprietario si dovesse giustamente pagare e

        con molte meno probabilità di ora per i pirati
        di

        passarla liscia, non è detto che una grossa
        fetta

        di pirati non passerebbero piuttosto al SW

        libero.

        e se poi il software libero per il 99% è inutile?E se invece è utilissimo?E forse se prendi un singolo, per quel singolo ci sarà davvero il suo personale 1% di SW utile e 99% per lui inutile, ma non sarà lo stesso 1% per tutti.Io a parte Windows ho solo SW freeware o open source, una manciata di programmi, saranno più o meno una trentina, con cui faccio tutto ciò che mi serve, e quindi hai ragione, anzi, quella trentina di programmi comprende sicuramente meno dello 0,1% del SW libero, e allora?Non posso mica usare decine di migliaia di programmi per il gusto di farli girare, fra la marea disponibile, ho fatto una prima selezione per categoria e poi in base a prove, consigli di altri, features disponibili, gusti personali, ho scelto il mio personale insieme di programmi.Ma questo dell'1% utile o meno, non vale forse anche per il SW Closed Source?In fondo a me del SW "serio" Closed Source, sulle migliaia di SW disponibili, è utile 1 solo programma, Windows 2000.Sul fronte ludico, sulle migliaia di giochi realizzati, ne avrò scelto una trentina scarsa.Con l'aggravante che se il programma commerciale è una schifezza, ci rimetti dei soldi e nel 99,99% dei casi, una volta che l'hai provato, non riesci a restituirlo e fartelo rimborsare.
        • Anonimo scrive:
          Re: SENZA VOLERLO...
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          ...hanno dato la ricetta che consentirebbe a


          Linux difregare una grossa fetta di mercato a


          Windows, basterebbe


          che:


          1) Linux diventasse più facile e alla portata


          dell'utente comune... Kubuntu e Knoppix sono
          già


          dei decisi passi avanti in tal


          senso;


          2)BSA e i suoi compagni di merende


          intensificassero la lotta alla pirateria, se
          il


          SW proprietario si dovesse giustamente pagare
          e


          con molte meno probabilità di ora per i pirati

          di


          passarla liscia, non è detto che una grossa

          fetta


          di pirati non passerebbero piuttosto al SW


          libero.



          e se poi il software libero per il 99% è
          inutile?

          E se invece è utilissimo?
          E forse se prendi un singolo, per quel singolo ci
          sarà davvero il suo personale 1% di SW utile e
          99% per lui inutile, ma non sarà lo stesso 1% per
          tutti.
          Io a parte Windows ho solo SW freeware o open
          source, una manciata di programmi, saranno più o
          meno una trentina, con cui faccio tutto ciò che
          mi serve, e quindi hai ragione, anzi, quella
          trentina di programmi comprende sicuramente meno
          dello 0,1% del SW libero, e
          allora?
          Non posso mica usare decine di migliaia di
          programmi per il gusto di farli girare, fra la
          marea disponibile, ho fatto una prima selezione
          per categoria e poi in base a prove, consigli di
          altri, features disponibili, gusti personali, ho
          scelto il mio personale insieme di
          programmi.
          Ma questo dell'1% utile o meno, non vale forse
          anche per il SW Closed
          Source?
          In fondo a me del SW "serio" Closed Source, sulle
          migliaia di SW disponibili, è utile 1 solo
          programma, Windows
          2000.
          Sul fronte ludico, sulle migliaia di giochi
          realizzati, ne avrò scelto una trentina
          scarsa.
          Con l'aggravante che se il programma commerciale
          è una schifezza, ci rimetti dei soldi e nel
          99,99% dei casi, una volta che l'hai provato, non
          riesci a restituirlo e fartelo
          rimborsare.il 99% dei software e dei giochi consentono di testare tutte le funzionalità in una versione demo o trial ed esistono migliaia di software e SO closed validianch'io suo win2000 perchè mi sta più che bene, ma dire che è l'unico closed valido mi susciti un sorrisose poi dopo averlo provato lo compri e dopo 1 mese te ne penti, evidentemente non sei in grado di pesare e valutare scelte e opzioni di vitala stessa cosa può succedere con un film o una commedia teatrale, c'est la viema voi volete il software gratis e non vi fermerete davanti a nulla 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: SENZA VOLERLO...
            - Scritto da:
            [...]

            il 99% dei software e dei giochi consentono di
            testare tutte le funzionalità in una versione
            demo o trial ed esistono migliaia di software e
            SO closed
            validi
            Vero, ma un demo, con limiti di tempo e/o di funzionalità non ti può raccontare tutto di un programma, comunque molti giochi li ho acquistati dopo aver provato la demo.
            anch'io suo win2000 perchè mi sta più che bene,
            ma dire che è l'unico closed valido mi susciti un
            sorriso
            No, ho detto che PER ME era l'unico Closed valido, per le mie esigenze, dato che per qualsiasi altra esigenza ho trovato del SW Open che come minimo le soddisfa, ma, per esempio, nel caso di Open Office e Gimp, offre un'enormità di funzioni in più rispetto a quelle che uso.Ovvio che non vale per tutti, ma il discorso vale anche per il SW Closed, mettila come vuoi, ma ogni singolo utente avrà la sua selezione di programmi che rappresenterà comunque una minima parte sia dei Closed che degli Open disponibili, poi ci saranno SW come Windows, Linux, MacOS, Office, OpenOffice, Photoshop, Gimp, IE, OE, FF, TB, etc, che faranno la parte del leone, ma per le applicazioni più di nicchia la varietà è un pregio che permette a quasi tutti di trovare lo strumento più adatto.
            [...]
            la stessa cosa può succedere con un film o una
            commedia teatrale, c'est la
            vie
            Vero, però anche in quel caso, se ho pagato per vedere una schifezza mi girano...
            ma voi volete il software gratis e non vi
            fermerete davanti a nulla
            8)Giusto! Giammai! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: SENZA VOLERLO...
            Scusa ma Open Office ti fa proprio così schifo?E Gimp ?Per carità sono numerosi i software commerciali che utilizzo abusivamente, ma ti posso assicurare che in massima parte li abbandonerei se dovessi pagarli, passando ad applicativi open anche a costo di perdere qualche funzionalità. Vorrei proprio conoscere chi ha da spendere mille/duemila euro per del software che utilizza solo a scopo amatoriale/ludico, quando un pc ne costa 600 - 800, forse si tratta di quelle persone che abbonate a sky e sempre con l'ultimo modello di auto e telefonino sono sempre pronte a piangere miseria e a contrarre debiti con le varie finanziare. Mi scuso anticipatamente con chi è incorso in strozzini o pseudotali per motivi "nobili" (attività imprenditoriali finite male, problemi di salute, ecc...), ma è vero che oggi in tanti buttano soldi che non hanno per condurre tenori di vita non alla loro portata
          • Anonimo scrive:
            Re: SENZA VOLERLO...
            - Scritto da:
            Scusa ma Open Office ti fa proprio così schifo?
            E Gimp ?
            Certo che no, li ho elencati fra i "giganti"... forse volevi fare questa osservazione al msg a cui ho risposto, non al mio ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: SENZA VOLERLO...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            ...hanno dato la ricetta che consentirebbe a



            Linux difregare una grossa fetta di mercato
            a



            Windows, basterebbe



            che:



            1) Linux diventasse più facile e alla
            portata



            dell'utente comune... Kubuntu e Knoppix sono

            già



            dei decisi passi avanti in tal



            senso;



            2)BSA e i suoi compagni di merende



            intensificassero la lotta alla pirateria, se

            il



            SW proprietario si dovesse giustamente
            pagare

            e



            con molte meno probabilità di ora per i
            pirati


            di



            passarla liscia, non è detto che una grossa


            fetta



            di pirati non passerebbero piuttosto al SW



            libero.





            e se poi il software libero per il 99% è

            inutile?



            E se invece è utilissimo?

            E forse se prendi un singolo, per quel singolo
            ci

            sarà davvero il suo personale 1% di SW utile e

            99% per lui inutile, ma non sarà lo stesso 1%
            per

            tutti.

            Io a parte Windows ho solo SW freeware o open

            source, una manciata di programmi, saranno più o

            meno una trentina, con cui faccio tutto ciò che

            mi serve, e quindi hai ragione, anzi, quella

            trentina di programmi comprende sicuramente meno

            dello 0,1% del SW libero, e

            allora?

            Non posso mica usare decine di migliaia di

            programmi per il gusto di farli girare, fra la

            marea disponibile, ho fatto una prima selezione

            per categoria e poi in base a prove, consigli di

            altri, features disponibili, gusti personali, ho

            scelto il mio personale insieme di

            programmi.

            Ma questo dell'1% utile o meno, non vale forse

            anche per il SW Closed

            Source?

            In fondo a me del SW "serio" Closed Source,
            sulle

            migliaia di SW disponibili, è utile 1 solo

            programma, Windows

            2000.

            Sul fronte ludico, sulle migliaia di giochi

            realizzati, ne avrò scelto una trentina

            scarsa.

            Con l'aggravante che se il programma commerciale

            è una schifezza, ci rimetti dei soldi e nel

            99,99% dei casi, una volta che l'hai provato,
            non

            riesci a restituirlo e fartelo

            rimborsare.

            il 99% dei software e dei giochi consentono di
            testare tutte le funzionalità in una versione
            demo o trial ed esistono migliaia di software e
            SO closed
            validi

            anch'io suo win2000 perchè mi sta più che bene,
            ma dire che è l'unico closed valido mi susciti un
            sorriso

            se poi dopo averlo provato lo compri e dopo 1
            mese te ne penti, evidentemente non sei in grado
            di pesare e valutare scelte e opzioni di
            vita

            la stessa cosa può succedere con un film o una
            commedia teatrale, c'est la
            vie

            ma voi volete il software gratis e non vi
            fermerete davanti a nulla
            8)Usi Windows 2000 e non Windows XP, perchè ? Win2K che sia migliore di XP è un mito. Aveva più bug e problemi quando era supportato, ora è peggio che mai. Certo, resta meglio di OS su DOS vetusti come Win9x/ME, ma usare Win2K non ha senso. Se si vuole maggiore stabilità e velocità e minore compatibilità c'è Windows 2003.
          • Anonimo scrive:
            Re: SENZA VOLERLO...
            - Scritto da: [...]


            Usi Windows 2000 e non Windows XP, perchè ?
            Win2K che sia migliore di XP è un mito. Aveva più
            bug e problemi quando era supportato, ora è
            peggio che mai. Certo, resta meglio di OS su DOS
            vetusti come Win9x/ME, ma usare Win2K non ha
            senso. Se si vuole maggiore stabilità e velocità
            e minore compatibilità c'è Windows
            2003.E' ancora supportato per qualsiasi aggiornamento di sicurezza, e lo sarà fino al 2010.Inoltre non soffre di Attivazione Prodotto e soffre in misura molto minore di Bloatwarite
    • Anonimo scrive:
      Re: SENZA VOLERLO...

      2)BSA e i suoi compagni di merende
      intensificassero la lotta alla pirateria, se il
      SW proprietario si dovesse giustamente pagare e
      con molte meno probabilità di ora per i pirati di
      passarla liscia, non è detto che una grossa fetta
      di pirati non passerebbero piuttosto al SW
      libero.Almeno in Italia e' questo il punto determinante: basta immaginare cosa succederebbe se ci fossero veri controlli e sanzioni, ad es. negli studi professionali
      • Anonimo scrive:
        Re: SENZA VOLERLO...
        - Scritto da:

        2)BSA e i suoi compagni di merende

        intensificassero la lotta alla pirateria, se il

        SW proprietario si dovesse giustamente pagare e

        con molte meno probabilità di ora per i pirati
        di

        passarla liscia, non è detto che una grossa
        fetta

        di pirati non passerebbero piuttosto al SW

        libero.


        Almeno in Italia e' questo il punto determinante:
        basta immaginare cosa succederebbe se ci fossero
        veri controlli e sanzioni, ad es. negli studi
        professionaliInfatti! Io pensavo che ci si potrebbe dare da fare a evitare uscite a vuoto a BSA e GdF,aiutarli a ottimizzare il loro lavoro, bisognerebbe, ogni volta che sappiamo di qualcuno che pirata Windows, Office, etc, fare una telefonatina a BSA e/o 117.Se poi il pirata non ci sta sulle OO, magari avvertirlo anonimamente per tempo, che possa scegliere se mettersi in regola pagando matti soldi o legalmente gratis con SW libero.
        • Kirisuto scrive:
          Re: SENZA VOLERLO...
          Ah, un'allargamento della meritoria iniziativa "Shop your boss" di BSA.Quasi mi commuovevo quando la BSA catechizzava gli impiegati esortandoli a liberarsi dei laceranti sensi di colpa che li attanagliavano essendo costretti dai loro spietati capi a violare la santissima proprietà intellettuale usando sw pirata! Che altruismo, e pensare che c'è chi insinua che la BSA pensa solo ai soldi, invece ha a cuore la coscienza della ggente! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(idea)(idea)(idea) O) O) O) :D :D :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 17.25-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: SENZA VOLERLO...
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          2)BSA e i suoi compagni di merende


          intensificassero la lotta alla pirateria, se
          il


          SW proprietario si dovesse giustamente pagare
          e


          con molte meno probabilità di ora per i pirati

          di


          passarla liscia, non è detto che una grossa

          fetta


          di pirati non passerebbero piuttosto al SW


          libero.





          Almeno in Italia e' questo il punto
          determinante:

          basta immaginare cosa succederebbe se ci fossero

          veri controlli e sanzioni, ad es. negli studi

          professionali
          Infatti! Io pensavo che ci si potrebbe dare da
          fare a evitare uscite a vuoto a BSA e
          GdF,
          aiutarli a ottimizzare il loro lavoro,
          bisognerebbe, ogni volta che sappiamo di qualcuno
          che pirata Windows, Office, etc, fare una
          telefonatina a BSA e/o
          117.
          Se poi il pirata non ci sta sulle OO, magari
          avvertirlo anonimamente per tempo, che possa
          scegliere se mettersi in regola pagando matti
          soldi o legalmente gratis con SW
          libero.Ma sì, fate le spie. Attenti che poi però le canzoni pirata, i film copiati li avete anche voi in casa anche se dite di no (un no a cui non crede nessuno).
  • Anonimo scrive:
    LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO
    LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO LA BATTAGLIA FINALE: IL SOFTWARE WC CLOSED, GLI SPARAGESTIONALI E TUTTE LE PARTITE IVA VENDI-SOFTWARE E PUBBLICA-SITARELLI FINIRANNO NELLE TENEBRE E L'INTERA UMANITA' SARA' FINALMENTE AVVOLTA NEL CALDO ABBRACCIO DI LINUX PER SEMPRE(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO
      - Scritto da:
      LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO LA BATTAGLIA
      FINALE: IL SOFTWARE WC CLOSED, GLI
      SPARAGESTIONALI E TUTTE LE PARTITE IVA
      VENDI-SOFTWARE E PUBBLICA-SITARELLI FINIRANNO
      NELLE TENEBRE E L'INTERA UMANITA' SARA'
      FINALMENTE AVVOLTA NEL CALDO ABBRACCIO DI LINUX
      PER
      SEMPRE

      (linux)(linux)(linux)(linux)(linux)HASTAILPUEBBBLO!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO
      - Scritto da:
      LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO LA BATTAGLIA
      FINALE: IL SOFTWARE WC CLOSED, GLI
      SPARAGESTIONALI E TUTTE LE PARTITE IVA
      VENDI-SOFTWARE E PUBBLICA-SITARELLI FINIRANNO
      NELLE TENEBRE E L'INTERA UMANITA' SARA'
      FINALMENTE AVVOLTA NEL CALDO ABBRACCIO DI LINUX
      PER
      SEMPRE

      (linux)(linux)(linux)(linux)(linux)Sono interventi come il tuo che rendono ridicolo il mondo gnu/linux agli occhi del prossimo!
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        LINUX E L'OPEN SOURCE VINCERANNO LA BATTAGLIA
        Sono interventi come il tuo che rendono ridicolo
        il mondo gnu/linux agli occhi del
        prossimo!Ma lui parla di open source, non c'entra GNU/Linux che è un concetto tutto Stallmaniano, un uomo che si dissocia dal termine open source.
  • Anonimo scrive:
    vinari dovranno iniziare a pagare
    prossimamente, di riffa e di raffa, con vista e le varie iniziative antipirateria msè infatti chiaro che dopo anni di dosi gratis,qui in occidente, dove ormai i numeri di vendutonon sono piu entusiasmanti, vorranno diminuireil tasso di scrocco, mentre in oriente, peralzare il nr di utenti di alcune centinaiadi milioni permetteranno nei prossimi annilo scrocco del sistemaio spero che questo non siaun buon motivo per una migrazione cospicuaverso linux da parte del rusco e del bruscodegli utontiLINUX NON E' UN TOSTAPANE, e chiunque ve lospacci per una schifezza che si spinge ilbottone, e via, tutte le vostre potenzialitàsono esaudite, è un emerito truffatore, e questo vale per qualsiasi sistema
  • Anonimo scrive:
    E ci credo...
    Per forza, finchè linux sarà fatto da un kernel con intorno 1000 pezzetti anarchici di cui uno non sa niente dell'altro, rimarrà quello che è. Icone sovrapposte a una riga di comando.Finchè per installare un programma senza rincoglionirsi con le dipendenze sarà legato a repository su internet, finchè ci saranno problemi anche a fare copia e incolla idioti fra applicazioni diverse, la vedo dura.Andrà bene in aziende e molte PA, ma non potrà mai diffondersi in realtà dove non c'è un amministratore di sistema a portata di mano.Io sono per l'open source, ma non tifo più per linux. Stanno nascendo alternative molto più adatte ai desktop. Se riusciranno ad avere una buona compatibilità con il software linux, si faranno valere presto.
    • Anonimo scrive:
      Re: E ci credo...
      - Scritto da:
      Per forza, finchè linux sarà fatto da un kernel
      con intorno 1000 pezzetti anarchici di cui uno
      non sa niente dell'altro, rimarrà quello che è.ahahahahah!!!!!!!!!!!!!!
      Icone sovrapposte a una riga di
      comando.
      buahauauahauaha!!!!!!!!!!111
      Finchè per installare un programma senza
      rincoglionirsi con le dipendenze sarà legato a
      repository su internet, finchè ci saranno
      problemi anche a fare copia e incolla idioti fra
      applicazioni diverse, la vedo
      dura.
      uhuhuhubuhhhuuu!!!!!!!!!!!!!!
      Andrà bene in aziende e molte PA, ma non potrà
      mai diffondersi in realtà dove non c'è un
      amministratore di sistema a portata di
      mano.uahauhauanauahaauahauaas!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

      Io sono per l'open source, ma non tifo più per
      linux. Stanno nascendo alternative molto più
      adatte ai desktop. Se riusciranno ad avere una
      buona compatibilità con il software linux, si
      faranno valere
      presto.ihihihiuyyaiuauaiiahai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1sissi, e mi immagino che tuo cuggino avrebbealtre patetiche banalità da aggiungereper il resto tremo all'idea che orde di utenticome te quando saranno costretti a pagare leschifezze di gates infestino il mondo linuxdio ce nel liberi !!
      • Anonimo scrive:
        Re: E ci credo...
        - Scritto da:
        sissi, e mi immagino che tuo cuggino avrebbe
        altre patetiche banalità da aggiungere

        per il resto tremo all'idea che orde di utenti
        come te quando saranno costretti a pagare le
        schifezze di gates infestino il mondo linux

        dio ce nel liberi !!

        ottime argomentazioni, come sempre i linari sono incapaci di riconoscere i difetto del loro SO
        • Anonimo scrive:
          Re: E ci credo...
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          sissi, e mi immagino che tuo cuggino avrebbe

          altre patetiche banalità da aggiungere



          per il resto tremo all'idea che orde di utenti

          come te quando saranno costretti a pagare le

          schifezze di gates infestino il mondo linux



          dio ce nel liberi !!





          ottime argomentazioni, come sempre i linari sono
          incapaci di riconoscere i difetto del loro
          SOBeh, cosa vuoi la cosa è reciproca...anche i winari vedono solo i difetti dell'altrui OS e mai quelli del loro... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: E ci credo...
      - Scritto da:
      Per forza, finchè linux sarà fatto da un kernel
      con intorno 1000 pezzetti anarchici di cui uno
      non sa niente dell'altro, rimarrà quello che è.se per 'pezzetti' intendi 'moduli', sappi che un modulo viene testato e stratestato prima di essere inserito in una release del kernel.
      Icone sovrapposte a una riga di
      comando.Cosa vorresti dire? Anche windows è icone sovrapposte a una riga di comando. Ma vuoi mettere quella schifezza di MsDOS con la Bash dei sistemi Unix-like ???
      Finchè per installare un programma senza
      rincoglionirsi con le dipendenze sarà legato a
      repository su internetDove l'avresti letta questa cosa? (visto che non credo, dalle tue affermazioni, che tu abbia mai usato una distribuzione gnu/linux)A parte che anche microsoft rilascia aggiornamenti su internet (il punto è che li rilascia una volta all'anno, mentre gli sviluppatori gnu/linux, molto più spesso), ti informo che oltre alle repository ci sono cd di software aggiornati ogni 6 mesi dalla maggior parte delle distribuzioni.
      finchè ci saranno
      problemi anche a fare copia e incolla idioti fra
      applicazioni diverse, la vedo
      dura.Sul MsDOS puoi fare copia incolla? Sulla bash di un sistema GNU/linux puoi farlo senza interfaccia grafica. In ogni caso i problemi con il copia incolla ce li avrai avuti solo tu, visto che dall'ignoranza delle tue affermazioni sembri un bambino di 6 anni. (anche se resto del pensiero che tu non sappia neanche com'è fatto un sistema unix-like)
      Andrà bene in aziende e molte PA, ma non potrà
      mai diffondersi in realtà dove non c'è un
      amministratore di sistema a portata di
      mano.Infatti, per questo quando metti il cd di una ubuntu in un portatile, basta aspettare mezz'ora e il sistema è già installato e vede tutte le periferiche del tuo computer....
      Io sono per l'open source, ma non tifo più per
      linux. Stanno nascendo alternative molto più
      adatte ai desktop.Sarebbe? Windows sVista? Mac OS-X???? e poi in ogni caso... lo sai che il mac-OSx è basato su linux?
      • Anonimo scrive:
        Re: E ci credo...

        e poi in ogni caso... lo sai che il mac-OSx è
        basato su
        linux?Beh,non e' esatto, OSX e' basato sull'ottimo FreeBSD, che con Linux non centra proprio niente
    • lele2 scrive:
      Re: E ci credo...
      - Scritto da:
      Per forza, finchè linux sarà fatto da un kernel
      con intorno 1000 pezzetti anarchici di cui uno
      non sa niente dell'altro, rimarrà quello che è.
      Icone sovrapposte a una riga di
      comando.cosa c'entrano le icone e la "riga di comando" con il kernelse in questa tua frase un po sconclusionata indendevi che le nelle varie distribuzioni linux ci siano pochi standart, tanti windows manager tanti desktop ecc. ecc.. e poca profondita' posso anche darti ragioneper il restoil copia incolla a me funzionai repository sono comodi per installare il software
  • Rododendro scrive:
    sempre sia lodato
    linux non diventera' l'OS piu' diffuso?Evviva. Gli UTONTI resteranno su Windows. C'era da spaventarsi, altrimenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: sempre sia lodato
      - Scritto da: Rododendro
      linux non diventera' l'OS piu' diffuso?

      Evviva. Gli UTONTI resteranno su Windows. C'era
      da spaventarsi,
      altrimenti.
      eh no caro! :-)TCPA e DRM te li porteranno tutti in casetta ^______^ e tu avrai detto per anni "io uso linux" e quindi lo sapranno!! :-)pure la zia lo dirà a tutti "mio nipote sa'de' lìnucchese!!! movveloimpara puravvoi! diteje che vommannato iooo!":D
  • bandg4p scrive:
    Opensuse 10.1
    Ditemi che "sforzo" bisogna fare per utilizzare la distro in questione...Poi la maggiormarte di utenti che compra un pc con windows installato non sà neanche come configurare una connessione internet o disinstallare/configurare i programmi (specie antivirus e firewall) col risultato che i negozi di assistenza PC fanno i $$ ad ogni infezione virale.Lo "sforzo" non c'entra un mazza, è la pigrizia, la scarsa compatibilità di Linux (eh sì, manca ancora un pò di roba in fatto di multimedia) e soprattutto l'assenza di programmi specifici (tipo cad) in versione linux.Comuque, posso garantire che dove gli applicativi permettono di passare a linux, in alcune aziende il cambiamento è già in atto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Opensuse 10.1
      - Scritto da: bandg4p
      Ditemi che "sforzo" bisogna fare per utilizzare
      la distro in
      questione...parecchio e poi non c'è software per linux.
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Opensuse 10.1

        parecchio e poi non c'è software per linux.Sto usando software fantasma durante il mio lavoro quotidiano allora...TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Opensuse 10.1
        - Scritto da:

        - Scritto da: bandg4p

        Ditemi che "sforzo" bisogna fare per utilizzare

        la distro in

        questione...

        parecchio e poi non c'è software per linux.
        Collega il cervello prima di digitare sulla tastiera.Non sai quello che dici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Opensuse 10.1
      io ho sentito che viene usato molto come server e fileserveril che non è male se si pensa a quanto costa un server :)
  • pikappa scrive:
    finalmente qualcuno che lo dice
    I ricercatori hanno rilevato inoltre che il fenomeno della pirateria informatica sembra favorire enormemente la diffusione di software proprietario: nei paesi dove la pirateria è più diffusa i due economisti hanno trovato livelli altissimi di penetrazione di Windows.Basta vedere cosa è successo da noi fino ad oraLa pirateria ha aiutato microsoft, ma non solo lei, ad espandersi fino a conquistare il mercato
    • Anonimo scrive:
      Re: finalmente qualcuno che lo dice
      - Scritto da: pikappa
      I ricercatori hanno rilevato inoltre che il
      fenomeno della pirateria informatica sembra
      favorire enormemente la diffusione di software
      proprietario: nei paesi dove la pirateria è più
      diffusa i due economisti hanno trovato livelli
      altissimi di penetrazione di
      Windows.

      Basta vedere cosa è successo da noi fino ad ora
      La pirateria ha aiutato microsoft, ma non solo
      lei, ad espandersi fino a conquistare il
      mercatoadesso la blindano (con la supercazzola brematurata a destra) e la palladiano e la tcpma-dierreemmano e addio ai suonatori.ci sarà un po' di fatica a passare a linux, a fare il porting completo e perfetto del mulo e di altre cose fiche... e poi via! TUTTI SU LINUCS
    • Anonimo scrive:
      Re: finalmente qualcuno che lo dice
      - Scritto da: pikappa
      I ricercatori hanno rilevato inoltre che il
      fenomeno della pirateria informatica sembra
      favorire enormemente la diffusione di software
      proprietario: nei paesi dove la pirateria è più
      diffusa i due economisti hanno trovato livelli
      altissimi di penetrazione di
      Windows.

      Basta vedere cosa è successo da noi fino ad ora
      La pirateria ha aiutato microsoft, ma non solo
      lei, ad espandersi fino a conquistare il
      mercatoa morte il software proprietario, a morte il mercato del software(linux)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: finalmente qualcuno che lo dice
      - Scritto da: pikappa
      I ricercatori hanno rilevato inoltre che il
      fenomeno della pirateria informatica sembra
      favorire enormemente la diffusione di software
      proprietario: nei paesi dove la pirateria è più
      diffusa i due economisti hanno trovato livelli
      altissimi di penetrazione di
      Windows.

      Basta vedere cosa è successo da noi fino ad ora
      La pirateria ha aiutato microsoft, ma non solo
      lei, ad espandersi fino a conquistare il
      mercatoun domani lo stesso si potrà dire della gratuità di linuxmi pare che non siano criteri per giudicare la qualità
  • Anonimo scrive:
    DOMANDA
    La ricerca è Americana, ma come mai nei film si vedono sempre e solo Macintosh? Sono i produttori ad imporlo? (a pensarci bene credo di non aver mai visto un pc in un film con installato windows).Altra domada: chi cavolo mi sa far funzionare Autocad e 3D Studio su Linux? (no VMWare).Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA
      Forse la apple regala i computer a chi li usa nei film e i mac non hanno sicuramente windows... sei obbligato a vedere os x
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA

      Altra domada: chi cavolo mi sa far funzionare
      Autocad e 3D Studio su Linux? (no
      VMWare).
      Wmware per Autocad su Linux?? Forse volevi dire Wine...
      • longinous scrive:
        Re: DOMANDA
        - Scritto da:

        Altra domada: chi cavolo mi sa far funzionare

        Autocad e 3D Studio su Linux? (no

        VMWare).


        Wmware per Autocad su Linux?? Forse volevi dire
        Wine...
        intendeva dire che non voleva virtualizzarePer il resto non ti so rispondere... cedega, forse, ma prendilo con le pinze, è solo una supposizione.
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA
      - Scritto da:
      La ricerca è Americana, ma come mai nei film si
      vedono sempre e solo Macintosh? Sono i produttori
      ad imporlo? (a pensarci bene credo di non aver
      mai visto un pc in un film con installato
      windows).

      Altra domada: chi cavolo mi sa far funzionare
      Autocad e 3D Studio su Linux? (no
      VMWare).

      Grazieuna risposta:quanti acquistano una licenza di autocad per uso professionale?0,001% della popolazione..cosa? tu usi un autocad pirata?? allora sei solo uno smanettone che ne usa 1% delle funzionalità.. installa wine su linux e inizia a "giocare" con il tuo cad pirata
      • Anonimo scrive:
        Re: DOMANDA
        per autocad in effetti non saprei proprio cosa suggerire!Ma al posto di Studio £D c'è blender che è il meglio!
      • Anonimo scrive:
        Re: DOMANDA

        una risposta:
        quanti acquistano una licenza di autocad per uso
        professionale?Nolti più di quello che pensi, e considerando che la Finanza sta cominciando a bastonare certi studi ne comprano anche più di una.
        0,001% della popolazioneMa sei fuori?
        ..cosa? tu usi un autocad pirata??No allora sei
        solo uno smanettone che ne usa 1% delle
        funzionalità.. installa wine su linux e inizia a
        "giocare" con il tuo cad
        pirataMi fai uasi pena: la domanda è stata rivolta per vedere se si può installare su Linux invece che su Windows.La tua testolina a che ora inizia a girare?
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA
      Al posto di 3D Studio puoi usare Blender, che è fantastico. Altrimenti puoi comprarti la versione Linux di Maya, che a quanto dicono è il massimo ;)
    • MandarX scrive:
      Re: DOMANDA

      a pensarci bene credo di non aver
      mai visto un pc in un film con installato
      windowsio si in mystic river si vede un winzozz xp
      • Anonimo scrive:
        Re: DOMANDA
        - Scritto da: MandarX

        a pensarci bene credo di non aver

        mai visto un pc in un film con installato

        windows

        io si

        in mystic river si vede un winzozz xpAh si?allora lo vado a vedere perchè me ne basta uno!Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA
      - Scritto da:
      La ricerca è Americana, ma come mai nei film si
      vedono sempre e solo Macintosh?soldi
      Sono i produttori
      ad imporlo? se pagano, si
      (a pensarci bene credo di non aver
      mai visto un pc in un film con installato
      windows).io si :)l'ultimo thriller con Harrison Ford aveva tutti i terminali PC-Wintel e MS Office 2003 ben visibile.Poi quando doveva dare la prova di prodezza era tutto una supercazzola linuxara, naturalmente, compresa la lettura del monitor col fax ...
      Altra domada: chi cavolo mi sa far funzionare
      Autocad e 3D Studio su Linux? (no
      VMWare).e perchè no vmware? se te lo faccio funzionare con vmware sei solo tu la causa per cui non si fa funzionare.e wine? dicono che con wine , autocasb funzioni
      • Anonimo scrive:
        Re: DOMANDA


        e perchè no vmware? Perchè con quello che costa VmWare mi compro Windows XP
        se te lo faccio funzionare con vmware sei solo tu
        la causa per cui non si fa
        funzionare.Vedi sopra

        e wine? dicono che con wine , autocasb funzioniE' Gratis? Da dove lo scarico?
        • Anonimo scrive:
          Re: DOMANDA
          - Scritto da:




          e perchè no vmware?
          Perchè con quello che costa VmWare mi compro
          Windows
          XPVeramente XP te lo paghi lo stesso, perche' VmWare emula solo l'HW di un PC, ma la licenza dell'OS o ce l'hai gia' oppure la ricompri ugualmente.Wine emula le API Win32, "rimappandole" su quelle di Linux, e questo si' ti eviterebbe di acquistare le licenze per l'OS.Ma per il supporto devi vedere, e se con i SW ci lavori, sono discorsi da prendere in considerazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: DOMANDA
            Scusa ma perchè vuoi utilizzare Autocad sotto linux?Se lo usi a livello amatoriale è una copia piratata e a questo punto puoi anche piratarti l'XP (magari potresti fare un dual boot o meglio ancora comprarti due HD da installare su un cassetino rimovibile, in uno installi linux e sull'altro XP).Se lo usi a livello professionale ed hai pagato (
            3000 euro) allora i < 200 euro della licenza di XP sono proprio robetta e il consiglio dato in precedenza è comunque valido
          • Anonimo scrive:
            Re: DOMANDA

            Se lo usi a livello professionale ed hai pagato
            (
            3000 euro) allora i < 200 euro della licenza
            di XP sono proprio robetta e il consiglio dato in
            precedenza è comunque
            validoBravo, allora mi crollerebbe il mito di utilizzare Linux in ambito professionale!Il problema è proprio questo e tu l'hai centrato in pieno: se per l'attività devo spendere migliaia di euro in software, vado in fallimento se poi devo spendere 1/10 in sistemi operativi?CERTO CHE NO!Allora che mi frega di installare un Linux a gratis che però mi tocca studiare (perchè non lo conosco) e trovare una soluzione per far girare i software (pagati cari!) che invece girano solo su Windows?ASSOLUTAMENTE NULLA!Quindi, e questo credo sia il ragionamento che fanno la maggior parte delle aziende, meglio essere produttivi da subito e, al massimo, provare su 1 - 2 macchine se questo benedetto Linux può funzionare o no.Ma pagare una persona per "provare" a vedere se funziona... la vedo durissima! Già difficilmente si pagano i collaboratori che lavorano 10 ore come dipendenti...Ecco, questa secondo me la reltà dei fatti: chi la vede diversamente mi faccia sapere perchè sono curioso.Grazie a tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: DOMANDA
      - Scritto da:
      La ricerca è Americana, ma come mai nei film si
      vedono sempre e solo Macintosh? Sono i produttori
      ad imporlo? no, in america quasi tutti usano apple,è nel resto del mondo che si usa Windows.
  • Anonimo scrive:
    windows e pirateria
    "...I ricercatori hanno rilevato inoltre che il fenomeno della pirateria informatica sembra favorire enormemente la diffusione di software proprietario: nei paesi dove la pirateria è più diffusa i due economisti hanno trovato livelli altissimi di penetrazione di Windows...."E' esattamente il contrario, dove c'e' windows c'e' pirateria, visto il numero di bug che ha e la relativa facilità ad essere attaccato.La pirateria va dove c'e' terreno fertile, non il software
    • Anonimo scrive:
      Re: windows e pirateria
      - Scritto da:
      "...I ricercatori hanno rilevato inoltre che il
      fenomeno della pirateria informatica sembra
      favorire enormemente la diffusione di software
      proprietario: nei paesi dove la pirateria è più
      diffusa i due economisti hanno trovato livelli
      altissimi di penetrazione di
      Windows...."

      E' esattamente il contrario, dove c'e' windows
      c'e' pirateria, visto il numero di bug che ha e
      la relativa facilità ad essere
      attaccato.

      La pirateria va dove c'e' terreno fertile, non il
      softwareSe,se: e tutti gli altri? a partire dagli autocad,photoshop e simili, giochi, gli office, i norton, stradari, dizionari, mathcad, matlab...andando per le case a sistemare i casini degli utonti,ne trovi di roba "originale " :(
      • Anonimo scrive:
        Re: windows e pirateria
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        "...I ricercatori hanno rilevato inoltre che il

        fenomeno della pirateria informatica sembra

        favorire enormemente la diffusione di software

        proprietario: nei paesi dove la pirateria è più

        diffusa i due economisti hanno trovato livelli

        altissimi di penetrazione di

        Windows...."



        E' esattamente il contrario, dove c'e' windows

        c'e' pirateria, visto il numero di bug che ha e

        la relativa facilità ad essere

        attaccato.



        La pirateria va dove c'e' terreno fertile, non
        il

        software

        Se,se: e tutti gli altri? a partire dagli
        autocad,photoshop e simili, giochi, gli office, i
        norton, stradari, dizionari, mathcad,
        matlab...andando per le case a sistemare i casini
        degli utonti,ne trovi di roba "originale "
        :(infatti il palladium azzopperò tutto questo: palladium è la strada per passare a linux.
  • Anonimo scrive:
    Ma vista
    Pur introducendo novità di primo piano non sarà così ambito specialmente nel mondo del lavoro, nel quale non se lo cxxa nessuno.Non cantate così felici, a linux bastano meno risorse per farti lavorare... e oggi si bada ai costi
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma vista
      vabbè Vista è un cesso di SO....xp o il 2000 imho sono ineguagliabili...cioè sono forse gli unici sistemi decenti e affidabili di MS.Linux: se i produttori di HW rilasciassero driver anche per Linux....allora si potrebbe pensare ad un cambiamento ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma vista
        - Scritto da:
        vabbè Vista è un cesso di SO....xp o il 2000 imho
        sono ineguagliabili...cioè sono forse gli unici
        sistemi decenti e affidabili di
        MS.ma vai a giocare, si vede a 4 anni luce che sei un lamerone che si software non ci capisci un cazzo

        Linux: se i produttori di HW rilasciassero driver
        anche per Linux....allora si potrebbe pensare ad
        un cambiamento
        ;)linux deve andare in contro ai produttori e non il contrario, in questo modo i produttori andranno in contro al pinguinoma voi siete troppo abbagliati dai sandali di stallman (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma vista
        - Scritto da:
        vabbè Vista è un cesso di SO....xp o il 2000 imho
        sono ineguagliabili...cioè sono forse gli unici
        sistemi decenti e affidabili di
        MS.beata ignoranza
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma vista
      - Scritto da:
      Pur introducendo novità di primo piano non sarà
      così ambito specialmente nel mondo del lavoro,
      nel quale non se lo cxxa
      nessuno.nessuno che con l'informatica si limita a cazzeggiare, come ad esempio i linux lamer
      Non cantate così felici, a linux bastano meno
      risorse per farti lavorare... e oggi si bada ai
      costieh?finiamola con queste leggende, la realtà è l'esatto contrario
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma vista
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Pur introducendo novità di primo piano non

        sarà così ambito specialmente nel mondo del

        lavoro, nel quale non se lo cxxa nessuno.
        nessuno che con l'informatica si limita a
        cazzeggiare, come ad esempio i linux
        lamerPuoi portarci qualche esempio di uso ufficio che giustifichi il cambio da XP a Vista ???

        Non cantate così felici, a linux bastano

        meno risorse per farti lavorare... e oggi

        si bada ai costi
        eh?
        finiamola con queste leggende, la realtà è
        l'esatto contrarioCioe' : buttare i soldi nel cesso ed essere contenti ? Durano poco le ditte che fanno in questo modo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma vista
          - Scritto da:
          Puoi portarci qualche esempio di uso ufficio che
          giustifichi il cambio da XP a Vista
          ???Per il solo fatto che in Vista gli utenti sono utenti Standard e non amministratori, solo questo giustifica il passaggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma vista
      - Scritto da:
      Pur introducendo novità di primo piano non sarà
      così ambito specialmente nel mondo del lavoro,
      nel quale non se lo cxxa
      nessuno.dipende cosa intendi per mondo del lavoro, se intendi segretarie, funzionari ecc. che il computer lo usano solo per scrivere letterine in word e non capiscono un'acca di cosa c'è sotto alla nuova architettura di Vista...
      Non cantate così felici, a linux bastano meno
      risorse per farti lavorare... e oggi si bada ai
      costiStrano, io sto usando la RC1 su un PC di 5 anni fa ed è molto veloce, figuriamoci quando uscirà la versione finale ancora più ottimizzata.
  • Anonimo scrive:
    SCOPERTA Acqua CALDA
    Che scoperta ... nonostante che Linux sia gratis tuttora non se lo ca@a nessuno. Non ci voleva mica uno studio per capirlo.
    • alexmario scrive:
      Re: SCOPERTA Acqua CALDA
      - Scritto da:
      Che scoperta ... nonostante che Linux sia gratis
      tuttora non se lo ca@a nessuno. Non ci voleva
      mica uno studio per
      capirlo.Questo non è quello che dicono i ricercatori.Anzitutto ti faccio notare che Gnu/Linux non è gratis, non ha costo di licenza, ma se vuoi utilizzarlo professionalmente o anche a casa ha comunque i suoi costi.A questi, poi, vanno aggiunti quelli di migrazione. Che ha pure la cara azienda di Redmond.Tanto che ogni volta che toglie il supporto ad uno dei sistemi più obsoleti, c'è sempre parecchia maretta.La differenza è che in questo caso non si ha più scelta ed i costi per mantenere il sistema esistente crescono sempre di più facendo diventare conveniente il costo di migrazione.Quando la gente comincerà a capire che con il software libero la cosa è più limitata ci sarà un riassestamento del mercato.Inoltre, i ricercatori parlano di una superiorità legata ad una posizione dominante di Microsoft e non ad una migliore soddisfazione dell'utente o qualità del software.Perciò ritengo il tuo intervento fuori luogo.
      • Anonimo scrive:
        Re: SCOPERTA Acqua CALDA
        Certo certo, mi hai convinto :D :D :D(win)
      • Anonimo scrive:
        Re: SCOPERTA Acqua CALDA

        Quando la gente comincerà a capire che con il
        software libero la cosa è più limitata ci sarà un
        riassestamento del
        mercato.Spiegami sta cosa del riassestamento del mercato perchè fatti mi dimostrano puntualmente il contrario. La mancaza di standard efficaci ad esempio
    • Anonimo scrive:
      Re: SCOPERTA Acqua CALDA
      - Scritto da:
      Che scoperta ... nonostante che Linux sia gratis
      tuttora non se lo ca@a nessuno. Non ci voleva
      mica uno studio per
      capirlo.Davvero ? Strano che tu dica così. Dove abiti,a stallatown? Qui a scienze dell'informazione,uni bologna, ci sono moltissime macchine nuovenel lab, tutte con debian. Poi c'è una stanzacciatutta impolverata e sporca, con tavoli vecchi e spigolosi con sopra alcuni schifosissimi crtpieni di muffa, polvere e ditate.Se chiedi a qualcuno cosa c'è lì dentro ti risponde schifato; "Lì dentro ? windows"
      • Anonimo scrive:
        Re: SCOPERTA Acqua CALDA

        Davvero ? Strano che tu dica così. Dove abiti,
        a stallatown? Qui a scienze dell'informazione,
        uni bologna, ci sono moltissime macchine nuove
        nel lab, tutte con debian. Poi c'è una stanzaccia
        tutta impolverata e sporca, con tavoli vecchi e
        spigolosi con sopra alcuni schifosissimi
        crt
        pieni di muffa, polvere e ditate.
        Se chiedi a qualcuno cosa c'è lì dentro ti
        risponde schifato; "Lì dentro ? windows"ma lo sanno tutti che l'uni non fa testo: se l'intelligenza media supera un qi di 130, non si parla più di utenti ...il contrario insomma di questo forum ;) ...ciao(amiga)
        • Anonimo scrive:
          Re: SCOPERTA Acqua CALDA
          - Scritto da:

          Davvero ? Strano che tu dica così. Dove abiti,

          a stallatown? Qui a scienze dell'informazione,

          uni bologna, ci sono moltissime macchine nuove

          nel lab, tutte con debian. Poi c'è una
          stanzaccia

          tutta impolverata e sporca, con tavoli vecchi e

          spigolosi con sopra alcuni schifosissimi

          crt

          pieni di muffa, polvere e ditate.

          Se chiedi a qualcuno cosa c'è lì dentro ti

          risponde schifato; "Lì dentro ? windows"

          ma lo sanno tutti che l'uni non fa testo: se
          l'intelligenza media supera un qi di 130, non si
          parla più di
          utenti ...

          il contrario insomma di questo forum ;) ...

          ciao
          (amiga)Nelle università l'intellgenza media è sotto 50 , l'intellighienza è sopra 1000.
      • Anonimo scrive:
        Re: SCOPERTA Acqua CALDA
        E con questo cosa vuoi dire?All'uni di Torino ci sono più macchine Windows e Unix. Linux no.Ed allora?
        • Anonimo scrive:
          Re: SCOPERTA Acqua CALDA
          - Scritto da:
          E con questo cosa vuoi dire?
          All'uni di Torino ci sono più macchine Windows e
          Unix. Linux
          no.

          Ed allora?veramente a ingegneria informatica usano quellaschifezza di windows ? credevo che a torino nonfossero tanto indietroe gli studenti cosa dicono ? si iscrivono ?strano, qui a bologna il 90 % è un appassionato di linux e vomita sulla robaccia di mr gates
          • Anonimo scrive:
            Re: SCOPERTA Acqua CALDA

            schifezza di windows ? credevo che a torino non
            fossero tanto indietro
            e gli studenti cosa dicono ? si iscrivono ?
            strano, qui a bologna il 90 % è un appassionato
            di linux e vomita sulla robaccia di mr
            gatesa Torino siamo provincialotti, non ci sono tanti radical-chic quanto a Bologna.
          • Anonimo scrive:
            Re: SCOPERTA Acqua CALDA

            a Torino siamo provincialotti, non ci sono tanti
            radical-chic quanto a
            Bologna.Gli stessi che invece di studiare vanno in piazza a fare corteo tanto poi ci pensano papà e zio ad impiegarli nella cooperativa di famiglia
          • Anonimo scrive:
            Re: SCOPERTA Acqua CALDA

            a Torino siamo provincialotti, non ci sono tanti
            radical-chic quanto a
            Bologna.strano, perché di bolognesi all'università ce ne sono pochi: perlopiù sono ragazzi del sudma forse intendevi che chi non usa la tua schifezza preferita è uno snob
  • Anonimo scrive:
    Ex falso sequitur quodlibet
    "Linux non costa niente e partiamo dall'assunto che i costi di mantenimento del sistema siano identici a quelli di Windows".(cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ex falso sequitur quodlibet
      - Scritto da: SQUARTAMORTI
      "Linux non costa niente e partiamo dall'assunto
      che i costi di mantenimento del sistema siano
      identici a quelli di
      Windows".

      (cylon)Giusta osservazione avve.(cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ex falso sequitur quodlibet
      - Scritto da: SQUARTAMORTI
      "Linux non costa niente e partiamo dall'assunto
      che i costi di mantenimento del sistema siano
      identici a quelli di
      Windows".

      (cylon)Questo bel paio di OO perchè mettere su una semplice rete di PC windows con un server dati e installarci software tipo Autocad o Photoshop lo sanno fare ormai in tanti...e quindi te lo fai tu aggratis, sotto Linux te lo devi far spiegare (anzi, FARE) e quindi ti costano le ore del tecnico.40 - 50 all'ora.Sempre questo bel paio di OO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ex falso sequitur quodlibet
        Scritto da:
        - Scritto da: SQUARTAMORTI

        "Linux non costa niente e partiamo

        dall'assunto che i costi di mantenimento

        del sistema siano identici a quelli di

        Windows".E gia' questo e' sbagliato : i costi sono inferiori, il sistema piu' robusto non ti costringe a continue opere di manutenzione e riformattazione.
        Questo bel paio di OO perchè mettere su una
        semplice rete di PC windows con un server
        dati e installarci software tipo Autocad o
        Photoshop lo sanno fare ormai in tanti...
        e quindi te lo fai tu aggratis, E dopo 2 ore sei pieno di virus, dopo 4 ore sei gia' una botnet... Il giorno dopo ti arriva la finanza perche i dati personali dei tuoi clienti sono sparsi per tutta internet.
        sotto Linux te lo devi far spiegare (anzi,
        FARE) e quindi ti costano le ore del tecnico.
        40 - 50 all'ora.
        Sempre questo bel paio di OO.
  • UOMOLIBERO scrive:
    GNU/Linux già batte la Microsoft
    La batte sul piano etico e morale perché GNU/Linux è software Libero.
    • Anonimo scrive:
      Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
      apple)(apple)(apple)(apple)(apple)(apple)apple)(apple)(apple)(apple)(apple)(apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
      - Scritto da: UOMOLIBERO
      La batte sul piano etico e morale perché
      GNU/Linux è software
      Libero.ok, ma dell'etica non me ne frega un tuboquando vado dal geometra e mi spara 1000 euro per un disegno che rivenderà più o meno identico 100 volte, nessuno si preoccupa dell'eticavuoi il software? Lo paghi e se ti vedo duplicarlo per qualsiasi uso che non sia tuo personale, ti becchi una denunciaah... se vedi quello stipendiato di stallman che vi ha drogato la mente, digli pure quello che ho scritto sopra
      • Anonimo scrive:
        Re: GNU/Linux già batte la Microsoft

        vuoi il software? Lo paghi e se ti vedo
        duplicarlo per qualsiasi uso che non sia tuo
        personale, ti becchi una denunciagiusto e sacrosanto
        ah... se vedi quello stipendiato di stallman che
        vi ha drogato la mente, digli pure quello che ho
        scritto sopranon importa dirglielo, già lo sa molto meglio di un trollazzo come te, e tra l'altro è anche piùche d'accordo
        • Anonimo scrive:
          Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
          - Scritto da:

          vuoi il software? Lo paghi e se ti vedo

          duplicarlo per qualsiasi uso che non sia tuo

          personale, ti becchi una
          denuncia

          giusto e sacrosanto


          ah... se vedi quello stipendiato di stallman che

          vi ha drogato la mente, digli pure quello che ho

          scritto
          sopra

          non importa dirglielo, già lo sa molto meglio di
          un trollazzo come te, e tra l'altro è anche
          più
          che d'accordostallman odia il software proprietario, tant'è che ci ha inventato una religione contro: il FreeSoftware (ultimamente detto Open Source)
    • Anonimo scrive:
      Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
      - Scritto da: UOMOLIBERO
      La batte sul piano etico e morale perché
      GNU/Linux è software
      Libero.a me hanno insegnato che il lavoro si paga...
      • Anonimo scrive:
        Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
        - Scritto da:
        a me hanno insegnato che il lavoro si paga...Tu hai qualcosa contro chi ha deciso invece di regalarlo?
        • Anonimo scrive:
          Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          a me hanno insegnato che il lavoro si paga...

          Tu hai qualcosa contro chi ha deciso invece di
          regalarlo?
          voi pseudo programmatori del linux siete davvero strani, amate linux più della vostra vita e fareste sempre a "programmare"... ma quando si tratta di software commerciale vi strappate i capelli dalla rabbiain sostanza non volete che il software diventi parte del mercato e tutto sia gratid per il bene dell'umanitàavete mai visto un ingegnere edile regalare i suoi progetti, visto che sono per 99.9% tutti uguali?in questo mondo tutti i professionisti tutelano la loro professione... non proprio tutti direi, i programmatori infatti tutelano stranamente il consumatore e non sopportano che quest'ultimo paghi per avere software (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
            Non hai risposto alla mia domanda.Tu hai qualcosa contro chi il frutto del suo lavoro o tempo libero lo vuole regalare?La gente è libera di fare quel che vuole del proprio tempo?
          • Anonimo scrive:
            Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
            mi pare giusto che una scoperta,. nella chimica come nella medicina come nell'informatica sia da considerarsi un patrimonio dell'umanità.Chi ha scoperto come combattere l'AIDS è ci ha messo sopra la R di copyright è un cane perchè ha condannato a morte milioni (forse miliardi) di persone. Tutti dovrebbero avere le stesso opportunità, e per esempio ci sono servizi dello stato italiano cui si accede da internet...e secondo te tutti hanno i soldi per comprarsi macchine adeguatamente potenti da utilizzare WIn o Mac? Se non ho soldi a sufficienza conh un "ibsoleto" pentium posso usare linux senza problemi. Certo niente grafica professionale e via dicendo, ma eticamente è ineccepibile, mi pare...poi ci sono purtroppo persone che si arricchirebbero anche vendendo la propria madre, ma questo è un altro discorso, io preferisco pensare che c'è ancora qualche sentimento UMANO a queato mondo.
    • Anonimo scrive:
      Re: GNU/Linux già batte la Microsoft
      - Scritto da: UOMOLIBERO
      La batte sul piano etico e morale perché
      GNU/Linux è software
      Libero.ma chi vi scrive si slogan del cacchio Ernesto "Che" Guevara ?
  • Anonimo scrive:
    La pirateria favorisce i SW Closed?
    Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè non c' era Linux e l' Open Source.Oggi c' è molta più diffusione di Linux e dell' Open Source checcè se ne dica.Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell' Open Source sia rodendo poco del mercato ms, ma la crescita ormai c' è e non è detto che improvvisamente si sblocchi.Poi c' è la legislazione antipirateria imposta agli Stati dalla microsoft e dalla sua emanazione BSA che preveda almeno qui in Italia 15.000 Euro per ogni SW senza licenza e fino a 4 anni di galera.Oggi, ad esempio, è venuto a trovarmi un mio carissomo amico che posside in Milano un paio di negozietti che vende merci che non hanno a che vedere con l' informatica, ma nei suoi negozietti tueni dei computer per l' amministrazione di tipo ufficio con programmi MS piratati che ti danno anche certi negozianti che vendono computer.Ovviamente ha visto le mie macchine sulle quali non c' è ombra di SO/SW Microsoft e mi è bastato dirgli che se la Guardia di Finanza entra nei suoi negozi su mandato della BSA o per altre questioni e gli trova SW piratato e quindi non licenziato sui suoi pc rischiava 15.000 Euro di multa e fino a 4 anni di carcere perchè se ne uscisse da casa mia con un set completo di 5 CD di installazione della Novell-Suse 10.1.Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i programmi microsoft piratati e installarà Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW a corredo c' era tutto quello di cui aveva bisogno.
    • UOMOLIBERO scrive:
      Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
      - Scritto da:
      Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè non
      c' era Linux e l' Open
      Source.
      Oggi c' è molta più diffusione di Linux e dell'
      Open Source checcè se ne
      dica.
      Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell'
      Open Source sia rodendo poco del mercato ms, ma
      la crescita ormai c' è e non è detto che
      improvvisamente si
      sblocchi.Vedo che mi parli di Open Source e di mercato. L'Open Source è un movimento che tende ad esaltare le potenzialità tecniche di un determinato modello di sviluppo software basato sulla condivisione dei sorgenti. Il Free Source invece vuole esaltare la funzione etica e morale di questo tipo di software.Non pensate solo alle cifre, il mondo non è fatto solo di aridi numeri. Se in ogni campo iniziamo a mettere la questione morale come prioritaria riusciremo ad avere un mondo migliore.Il software proprietario è uno svantaggio per noi tutti, riduce le nostre libertà tenendoci all'oscuro di quello che ci viene fornito (non mostrando il codice) e ponendo restrizioni sull'uso.E' un modo egoista di concepire la vita. La condivisione della conoscenza non va ostacolata per questioni di mero interesse personale.
      • Santos-Dumont scrive:
        Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
        - Scritto da: UOMOLIBERO

        - Scritto da:

        Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè
        non

        c' era Linux e l' Open

        Source.

        Oggi c' è molta più diffusione di Linux e dell'

        Open Source checcè se ne

        dica.

        Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell'

        Open Source sia rodendo poco del mercato ms, ma

        la crescita ormai c' è e non è detto che

        improvvisamente si

        sblocchi.

        Vedo che mi parli di Open Source e di mercato.
        L'Open Source è un movimento che tende ad
        esaltare le potenzialità tecniche di un
        determinato modello di sviluppo software basato
        sulla condivisione dei sorgenti.

        Il Free Source invece vuole esaltare la funzione
        etica e morale di questo tipo di
        software.

        Non pensate solo alle cifre, il mondo non è fatto
        solo di aridi numeri.

        Se in ogni campo iniziamo a mettere la questione
        morale come prioritaria riusciremo ad avere un
        mondo
        migliore.

        Il software proprietario è uno svantaggio per noi
        tutti, riduce le nostre libertà tenendoci
        all'oscuro di quello che ci viene fornito (non
        mostrando il codice) e ponendo restrizioni
        sull'uso.
        E' un modo egoista di concepire la vita. La
        condivisione della conoscenza non va ostacolata
        per questioni di mero interesse
        personale.La differenza tra free software e open source si traduce in una sorta di utilitarismo del secondo a differenza del primo. Schierandomi senza esitazioni dal lato di RMS & Co, ritengo che dovremmo essere degli utilitaristi ricorsivi, considerando da un punto di vista utilitaristico la funzione storica dei cugini open. Non importa a cosa aspirino, la filosofia di cui si fanno strumento emergerà grazie (o malgrado) i loro sforzi in tal senso. Forse un tantino machiavellico, ma Parigi val bene una messa. @^ O)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 04.07-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
        - Scritto da: UOMOLIBERO
        Il software proprietario è uno svantaggio per noi
        tutti, riduce le nostre libertà tenendoci
        all'oscuro di quello che ci viene fornito (non
        mostrando il codice) e ponendo restrizioni
        sull'uso.
        E' un modo egoista di concepire la vita. La
        condivisione della conoscenza non va ostacolata
        per questioni di mero interesse
        personale.- Scritto da: UOMOLIBERO
        Il software proprietario è uno svantaggio per noi
        tutti, riduce le nostre libertà tenendoci
        all'oscuro di quello che ci viene fornito (non
        mostrando il codice) e ponendo restrizioni
        sull'uso.
        E' un modo egoista di concepire la vita. La
        condivisione della conoscenza non va ostacolata
        per questioni di mero interesse
        personale.Io lavoro tutti i giorni con Illustrator, InDesign ecc. e non voglio un sub-Illustrator gratuito, voglio avere un SW che mi permetta di portare a termine il mio lavoro, insomma mi SERVE per LAVORARE e quindi per MANGIARE.molto spesso non esistono sostituti reali ai SW proprietari, fatevene una ragione...e poi non fate inutili affermazioni di principio ("modo egoista di concepire la vita", "condivisione della conoscenza", bah...); quelli che lavorano alla Adobe vogliono MANGIARE pure loro tutti i giorni.
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
      Lo aveva fatto pure un mio amico (ranzare via MS per mettere Linux) e si stavano trovando benissimo (non avevano mai usato un PC prima).Poi hanno assunto un "genio" del PC che ha cominciato a smanettare qua e la e siccome non riusciva ad installare le mille porcherie che si portava da casa (e non riusciva a capacitarsene) gli ha ranzato via tutto per rimettere Windows (piratato, ovviamente).Adesso hanno speso non so quanto in licenze per mettersi in regola, perché gli è venuta la strizza, spendono non so quanto in assistenza, perché ogni volta che non gli funziona la minima fesseria chiamano il tecnico che gli formatta tutto (e i backup loro non sanno nemmeno cosa siano) e gli reinstalla di nuovo windows (ovviamente pirata, mica glielo attiva, tanto le licenze ce le hanno nei cassetti loro), e ogni 3 mesi si beccano l'ennesimo schifezzware che li costringe ad una nuova piallata degli harddisk.Insomma questa è la realtà. E non sono certamente i soli. Anzi...Del resto preferiscono così ed ognuno è libero di farsi del male come meglio crede.- Scritto da:
      Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè non
      c' era Linux e l' Open
      Source.
      Oggi c' è molta più diffusione di Linux e dell'
      Open Source checcè se ne
      dica.
      Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell'
      Open Source sia rodendo poco del mercato ms, ma
      la crescita ormai c' è e non è detto che
      improvvisamente si
      sblocchi.

      Poi c' è la legislazione antipirateria imposta
      agli Stati dalla microsoft e dalla sua emanazione
      BSA che preveda almeno qui in Italia 15.000 Euro
      per ogni SW senza licenza e fino a 4 anni di
      galera.
      Oggi, ad esempio, è venuto a trovarmi un mio
      carissomo amico che posside in Milano un paio di
      negozietti che vende merci che non hanno a che
      vedere con l' informatica, ma nei suoi negozietti
      tueni dei computer per l' amministrazione di tipo
      ufficio con programmi MS piratati che ti danno
      anche certi negozianti che vendono
      computer.
      Ovviamente ha visto le mie macchine sulle quali
      non c' è ombra di SO/SW Microsoft e mi è bastato
      dirgli che se la Guardia di Finanza entra nei
      suoi negozi su mandato della BSA o per altre
      questioni e gli trova SW piratato e quindi non
      licenziato sui suoi pc rischiava 15.000 Euro di
      multa e fino a 4 anni di carcere perchè se ne
      uscisse da casa mia con un set completo di 5 CD
      di installazione della Novell-Suse
      10.1.
      Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i
      programmi microsoft piratati e installarà
      Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW a
      corredo c' era tutto quello di cui aveva
      bisogno.
      • Anonimo scrive:
        Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
        Ah dimenticavo...Il "genio" dell'informatica che avevano assunto, lo hanno sbattuto fuori a calci nel sedere.- Scritto da:
        Lo aveva fatto pure un mio amico (ranzare via MS
        per mettere Linux) e si stavano trovando
        benissimo (non avevano mai usato un PC
        prima).

        Poi hanno assunto un "genio" del PC che ha
        cominciato a smanettare qua e la e siccome non
        riusciva ad installare le mille porcherie che si
        portava da casa (e non riusciva a capacitarsene)
        gli ha ranzato via tutto per rimettere Windows
        (piratato,
        ovviamente).

        Adesso hanno speso non so quanto in licenze per
        mettersi in regola, perché gli è venuta la
        strizza, spendono non so quanto in assistenza,
        perché ogni volta che non gli funziona la minima
        fesseria chiamano il tecnico che gli formatta
        tutto (e i backup loro non sanno nemmeno cosa
        siano) e gli reinstalla di nuovo windows
        (ovviamente pirata, mica glielo attiva, tanto le
        licenze ce le hanno nei cassetti loro), e ogni 3
        mesi si beccano l'ennesimo schifezzware che li
        costringe ad una nuova piallata degli
        harddisk.

        Insomma questa è la realtà. E non sono certamente
        i soli.
        Anzi...
        Del resto preferiscono così ed ognuno è libero di
        farsi del male come meglio
        crede.


        - Scritto da:

        Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè
        non

        c' era Linux e l' Open

        Source.

        Oggi c' è molta più diffusione di Linux e dell'

        Open Source checcè se ne

        dica.

        Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell'

        Open Source sia rodendo poco del mercato ms, ma

        la crescita ormai c' è e non è detto che

        improvvisamente si

        sblocchi.



        Poi c' è la legislazione antipirateria imposta

        agli Stati dalla microsoft e dalla sua
        emanazione

        BSA che preveda almeno qui in Italia 15.000 Euro

        per ogni SW senza licenza e fino a 4 anni di

        galera.

        Oggi, ad esempio, è venuto a trovarmi un mio

        carissomo amico che posside in Milano un paio di

        negozietti che vende merci che non hanno a che

        vedere con l' informatica, ma nei suoi
        negozietti

        tueni dei computer per l' amministrazione di
        tipo

        ufficio con programmi MS piratati che ti danno

        anche certi negozianti che vendono

        computer.

        Ovviamente ha visto le mie macchine sulle quali

        non c' è ombra di SO/SW Microsoft e mi è bastato

        dirgli che se la Guardia di Finanza entra nei

        suoi negozi su mandato della BSA o per altre

        questioni e gli trova SW piratato e quindi non

        licenziato sui suoi pc rischiava 15.000 Euro di

        multa e fino a 4 anni di carcere perchè se ne

        uscisse da casa mia con un set completo di 5 CD

        di installazione della Novell-Suse

        10.1.

        Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i

        programmi microsoft piratati e installarà

        Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW a

        corredo c' era tutto quello di cui aveva

        bisogno.
      • Anonimo scrive:
        Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
        Il tipo ci marcerà pure ma se non fossero passati a Windows con Linux avrebbero avuto produttività zero. E' un dato di fatto.- Scritto da:
        Lo aveva fatto pure un mio amico (ranzare via MS
        per mettere Linux) e si stavano trovando
        benissimo (non avevano mai usato un PC
        prima).

        Poi hanno assunto un "genio" del PC che ha
        cominciato a smanettare qua e la e siccome non
        riusciva ad installare le mille porcherie che si
        portava da casa (e non riusciva a capacitarsene)
        gli ha ranzato via tutto per rimettere Windows
        (piratato,
        ovviamente).

        Adesso hanno speso non so quanto in licenze per
        mettersi in regola, perché gli è venuta la
        strizza, spendono non so quanto in assistenza,
        perché ogni volta che non gli funziona la minima
        fesseria chiamano il tecnico che gli formatta
        tutto (e i backup loro non sanno nemmeno cosa
        siano) e gli reinstalla di nuovo windows
        (ovviamente pirata, mica glielo attiva, tanto le
        licenze ce le hanno nei cassetti loro), e ogni 3
        mesi si beccano l'ennesimo schifezzware che li
        costringe ad una nuova piallata degli
        harddisk.

        Insomma questa è la realtà. E non sono certamente
        i soli.
        Anzi...
        Del resto preferiscono così ed ognuno è libero di
        farsi del male come meglio
        crede.


        - Scritto da:

        Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè
        non

        c' era Linux e l' Open

        Source.

        Oggi c' è molta più diffusione di Linux e dell'

        Open Source checcè se ne

        dica.

        Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell'

        Open Source sia rodendo poco del mercato ms, ma

        la crescita ormai c' è e non è detto che

        improvvisamente si

        sblocchi.



        Poi c' è la legislazione antipirateria imposta

        agli Stati dalla microsoft e dalla sua
        emanazione

        BSA che preveda almeno qui in Italia 15.000 Euro

        per ogni SW senza licenza e fino a 4 anni di

        galera.

        Oggi, ad esempio, è venuto a trovarmi un mio

        carissomo amico che posside in Milano un paio di

        negozietti che vende merci che non hanno a che

        vedere con l' informatica, ma nei suoi
        negozietti

        tueni dei computer per l' amministrazione di
        tipo

        ufficio con programmi MS piratati che ti danno

        anche certi negozianti che vendono

        computer.

        Ovviamente ha visto le mie macchine sulle quali

        non c' è ombra di SO/SW Microsoft e mi è bastato

        dirgli che se la Guardia di Finanza entra nei

        suoi negozi su mandato della BSA o per altre

        questioni e gli trova SW piratato e quindi non

        licenziato sui suoi pc rischiava 15.000 Euro di

        multa e fino a 4 anni di carcere perchè se ne

        uscisse da casa mia con un set completo di 5 CD

        di installazione della Novell-Suse

        10.1.

        Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i

        programmi microsoft piratati e installarà

        Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW a

        corredo c' era tutto quello di cui aveva

        bisogno.
        • Anonimo scrive:
          Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
          - Scritto da:
          Il tipo ci marcerà pure ma se non fossero passati
          a Windows con Linux avrebbero avuto produttività
          zero. E' un dato di
          fatto.
          E' un dato di fatto che i Billy Boyz amano parlare a vanvera.
        • Anonimo scrive:
          Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
          - Scritto da:
          Il tipo ci marcerà pure ma se non fossero passati
          a Windows con Linux avrebbero avuto produttività
          zero. E' un dato di
          fatto.
          Questo e' il frutto della pubblicita' microsoft...
        • Anonimo scrive:
          Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
          Invece lavoravano benissimo. Condividevano i loro documenti. Su una macchina grazie alla multiutenza reale, ci lavoravano 4 persone (avevano 3 PC e a turno li usavano a rotazione, tanto erano connessi alla LAN), e avevano una marea di software, tra cui l'agenda appuntamenti che in seguito hanno dovuto commissionare su misura perché gli serviva poter condividere gli appuntamenti tra i computer delle varie sedi (adesso hanno 3 sedi). Certo avrebbero potuta comprare qualche software già fatto (o piratarlo?), ma non ne hanno trovato di eguali e poi farla fare gli è costato 4 soldi (pagandola al solito sparagestionali VB).Insomma con Linux stavano una pacchia. Con Windows hanno avuto solo esborsi e scocciature varie.Inoltre adesso devono navigare su internet con le mutande di ghisa, e hanno avuto un periodo in cui i PC erano appestati da schifezzware che quando venivano clienti in ufficio non potevano mostrargli nulla sullo schermo perché saltavano fuori all'improvviso pop-up di tutti i tipi, e non puoi dire ad un cliente "guardi qui il progetto, qui proprio sotto le poppe di questa che è saltata su adesso"."Produttività", bella parola, ma spesso usata a vanvera.- Scritto da:
          Il tipo ci marcerà pure ma se non fossero passati
          a Windows con Linux avrebbero avuto produttività
          zero. E' un dato di
          fatto.



          - Scritto da:

          Lo aveva fatto pure un mio amico (ranzare via MS

          per mettere Linux) e si stavano trovando

          benissimo (non avevano mai usato un PC

          prima).



          Poi hanno assunto un "genio" del PC che ha

          cominciato a smanettare qua e la e siccome non

          riusciva ad installare le mille porcherie che si

          portava da casa (e non riusciva a capacitarsene)

          gli ha ranzato via tutto per rimettere Windows

          (piratato,

          ovviamente).



          Adesso hanno speso non so quanto in licenze per

          mettersi in regola, perché gli è venuta la

          strizza, spendono non so quanto in assistenza,

          perché ogni volta che non gli funziona la minima

          fesseria chiamano il tecnico che gli formatta

          tutto (e i backup loro non sanno nemmeno cosa

          siano) e gli reinstalla di nuovo windows

          (ovviamente pirata, mica glielo attiva, tanto le

          licenze ce le hanno nei cassetti loro), e ogni 3

          mesi si beccano l'ennesimo schifezzware che li

          costringe ad una nuova piallata degli

          harddisk.



          Insomma questa è la realtà. E non sono
          certamente

          i soli.

          Anzi...

          Del resto preferiscono così ed ognuno è libero
          di

          farsi del male come meglio

          crede.





          - Scritto da:


          Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè

          non


          c' era Linux e l' Open


          Source.


          Oggi c' è molta più diffusione di Linux e
          dell'


          Open Source checcè se ne


          dica.


          Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell'


          Open Source sia rodendo poco del mercato ms,
          ma


          la crescita ormai c' è e non è detto che


          improvvisamente si


          sblocchi.





          Poi c' è la legislazione antipirateria imposta


          agli Stati dalla microsoft e dalla sua

          emanazione


          BSA che preveda almeno qui in Italia 15.000
          Euro


          per ogni SW senza licenza e fino a 4 anni di


          galera.


          Oggi, ad esempio, è venuto a trovarmi un mio


          carissomo amico che posside in Milano un paio
          di


          negozietti che vende merci che non hanno a che


          vedere con l' informatica, ma nei suoi

          negozietti


          tueni dei computer per l' amministrazione di

          tipo


          ufficio con programmi MS piratati che ti
          danno


          anche certi negozianti che vendono


          computer.


          Ovviamente ha visto le mie macchine sulle
          quali


          non c' è ombra di SO/SW Microsoft e mi è
          bastato


          dirgli che se la Guardia di Finanza entra nei


          suoi negozi su mandato della BSA o per altre


          questioni e gli trova SW piratato e quindi non


          licenziato sui suoi pc rischiava 15.000 Euro
          di


          multa e fino a 4 anni di carcere perchè se ne


          uscisse da casa mia con un set completo di 5
          CD


          di installazione della Novell-Suse


          10.1.


          Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i


          programmi microsoft piratati e installarà


          Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW
          a


          corredo c' era tutto quello di cui aveva


          bisogno.
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria favorisce i SW Closed?

      di installazione della Novell-Suse
      10.1.
      Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i
      programmi microsoft piratati e installarà
      Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW a
      corredo c' era tutto quello di cui aveva
      bisogno.Ed entro fine settimana comprera' una licenza di Windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
        - Scritto da:

        di installazione della Novell-Suse

        10.1.

        Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i

        programmi microsoft piratati e installarà

        Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW a

        corredo c' era tutto quello di cui aveva

        bisogno.

        Ed entro fine settimana comprera' una licenza di
        Windows.Più facile che compri la minchia de tu sorella.
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
      ma quanti anni hai, 12 ? rileggi quello che hai scritto e poi torna alle medie per favore!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
        - Scritto da:
        ma quanti anni hai, 12 ? rileggi quello che hai
        scritto e poi torna alle medie per
        favore!!!riletto e le medie le ho finite, attendo nuove istruzioni.Attendo nuove istruzioni.Attendo nuove istruzioni.(facciamoci un favore reciproco, io mi pulisco un po' e tu tiri l'acqua così vediamo se vai giù o resti a galla)
    • Anonimo scrive:
      Re: La pirateria favorisce i SW Closed?
      Ovvio, non ha senso "piratare" una cosa che sei libero di copiare legalmente, tutto il SW piratato è SW Closed e anche le copie piratate contribuiscono, non economicamente, ma ad aumentare potere e influenza del SW closed.
    • Anonimo scrive:
      pirateria favorisce diffusione di ficate
      - Scritto da:
      Può darsi che fino ieri l' abbia fatto perchè non
      c' era Linux e l' Open
      Source.ieri?sono anni che c'è.la pirateria favorisce i software closed perchè CI SONO.ma photoshop pirata per linux non esistenon esiste msoffice pirata per linuxnon esiste nero per linux? si? ma da quanto?autocasb non esiste3dstudiodreamweaver, illustrator, flashstudioMX.... e una valanga di altra roba, non esiste o non funziona altrettanto bene (non soddisfa l'utente)
      Oggi c' è molta più diffusione di Linux e dell'
      Open Source checcè se ne
      dica.ah beh, se me lo dici così allora ti credo.qui dalle mie parti non se ne vede l'ombra, non si sente nemmeno l'odore vago.persino chi mi convince della sua bontà usa win tranne sui server
      Ogni anno aumenta l' adozione di Linux e dell'
      Open Source sia rodendo poco del mercato ms, ma
      la crescita ormai c' è e non è detto che
      improvvisamente si
      sblocchi.tra tutti quelli che conosco sono davvero pochi quelli che sono passati a linux... e nessuno è passato SOLO a linux.invece tutti quelli che stanno SOLO con windows sono tranquilli
      Poi c' è la legislazione antipirateria imposta
      agli Stati dalla microsoft e dalla sua emanazione
      BSA che preveda almeno qui in Italia 15.000 Euro
      per ogni SW senza licenza e fino a 4 anni di
      galera.questo fino ad ora non ha fermato nessunoma TCPA , palladium, chip franz (scherzo, si) e sua sorella DRM daranno una gran mano.i cambi di parco macchine obbligheranno a VISTA e ... quello si che agirà come un virus :)altro che linux
      Oggi, ad esempio, è venuto a trovarmi un mio
      carissomo amico che posside in Milano un paio di
      negozietti che vende merci che non hanno a che
      vedere con l' informatica, ma nei suoi negozietti
      tueni dei computer per l' amministrazione di tipo
      ufficio con programmi MS piratati che ti danno
      anche certi negozianti che vendono
      computer.se ci sarà la chiara percezione che alcuni CRM sono gratuiti da scaricare e che se non hai bisogno di personalizzazione sono gratuiti anche da installare e da imparare... vedrai che salto!!ma per ora non ci siamo
      Ovviamente ha visto le mie macchine sulle quali
      non c' è ombra di SO/SW Microsoft e mi è bastato
      dirgli che se la Guardia di Finanza entra nei
      suoi negozi su mandato della BSA o per altre
      questioni e gli trova SW piratato e quindi non
      licenziato sui suoi pc rischiava 15.000 Euro di
      multa e fino a 4 anni di carcere perchè se ne
      uscisse da casa mia con un set completo di 5 CD
      di installazione della Novell-Suse
      10.1.chissà cosa se ne farà :)
      Entro dopodomani SPAZZERÀ via dai suoi pc i
      programmi microsoft piratati e installarà
      Novell-Suse 10.1 avendo verificato che nei SW a
      corredo c' era tutto quello di cui aveva
      bisogno.dahahahahhaha sicuramente uno con un gestionale e anni di dati fa quello che hai detto.senza dubbio.pfhuahahahah :D
  • Anonimo scrive:
    pirateria informatica
    I ricercatori hanno rilevato inoltre che il fenomeno della pirateria informatica sembra favorire enormemente la diffusione di software proprietario: nei paesi dove la pirateria è più diffusa i due economisti hanno trovato livelli altissimi di penetrazione di Windows. quoto(cylon)
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria informatica
      - Scritto da: SQUARTAMORTI
      I ricercatori hanno rilevato inoltre che il
      fenomeno della pirateria informatica sembra
      favorire enormemente la diffusione di software
      proprietario: nei paesi dove la pirateria è più
      diffusa i due economisti hanno trovato livelli
      altissimi di penetrazione di
      Windows.

      quoto(cylon)Quota sto caXXo!
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria informatica
      Mooo che avatar figo!
    • Anonimo scrive:
      Re: pirateria informatica
      sbaglio o la figura usata per il tuo avatar, squartamorti, è il pene di un cavallo?ohibò
  • Anonimo scrive:
    Se dovessi usare linux sarei preoccupato
    io preferisco lasciare linux sui server e non sui desktop perchè se qualcosa non va o si devono installare drivers/programmi che NON fanno parte della distribuzione si rischia di diventare scemi, mentre con windows c'e' il solito programmino di installazione.Quando ho fretta di consegnare un lavoro non posso rischiare di perdere uno o due giorni a leggere how to nel tentativo di aggiustare il problema e sinceramente windows non mi si inchioda più di linux. Il fatto è che se l'utente linux vede qualcosa inchiodarsi dice "beh ma il kernel è stabile" e chiude gli occhi, mentre se si inchioda word "beh tutta colpa di windows".La verità è che c'e' una tendenza a disprezzare ciò che è più diffuso credendo che le cose meno diffuse funzionino meglio (tipo il sistema operativo mac che fino a qualche anno fa si inchiodava esattamente come windows 98)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
      - Scritto da:
      io preferisco lasciare linux sui server e non sui
      desktop perchè se qualcosa non va o si devono
      installare drivers/programmi che NON fanno parte
      della distribuzione si rischia di diventare
      scemi, mentre con windows c'e' il solito
      programmino di
      installazione.E' colpa mia se sei incapace di usare linux? Io installo brigo e faccio tutto in un attimo e senza problemi!

      Quando ho fretta di consegnare un lavoro non
      posso rischiare di perdere uno o due giorni a
      leggere how to nel tentativo di aggiustare il
      problema e sinceramente windows non mi si
      inchioda più di linux. Il fatto è che se l'utente
      linux vede qualcosa inchiodarsi dice "beh ma il
      kernel è stabile" e chiude gli occhi, mentre se
      si inchioda word "beh tutta colpa di
      windows". Ha me in 2 anni di utilizzi su linux non si è mai piantato assolutamente nulla! E la macchina sta accesa per anche più di 12 ore al giorno senza riavvii!
      • Anonimo scrive:
        Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
        dipende da cosa fai. Tieni conto che molti software open hanno bug esattamente come i closed... e questi bug vengono corretti e sono segnalati sui siti.In pratica su linux possono benissimo inchiodarsi i programmi (e anche l'intero sistema di conseguenza)... certo che se prendi windows 2000, ci metti i service pack e poi ti limiti a navigare e scrivere lettere anche quello non si inchioda.Il caso vuole che chi usa windows installi parecchi giochini, ogni cavolata che trova sul web, ogni hardware sulla faccia di sta terra... lo credo che ogni tanto si inchioda.Comunque io parlo della mia esperienza personale e di altri utenti in cui finita di installare una distribuzione c'era sempre il pezzettino che non andava e vai di how to!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
          - Scritto da:
          In pratica su linux possono benissimo inchiodarsi
          i programmi (e anche l'intero sistema di
          conseguenza)...in teoria non dovrebbe inchiodarsi l'intero sistema di conseguenza
          • Anonimo scrive:
            Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            In pratica su linux possono benissimo
            inchiodarsi

            i programmi (e anche l'intero sistema di

            conseguenza)...

            in teoria non dovrebbe inchiodarsi l'intero
            sistema di
            conseguenzaFra teoria e pratica ci sono miliardi di oceani...
          • Anonimo scrive:
            Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            In pratica su linux possono benissimo

            inchiodarsi


            i programmi (e anche l'intero sistema di


            conseguenza)...



            in teoria non dovrebbe inchiodarsi l'intero

            sistema di

            conseguenza

            Fra teoria e pratica ci sono miliardi di oceani...non solo in teoria ma anche in pratica
          • Athlon64 scrive:
            Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu


            In pratica su linux possono benissimo
            inchiodarsi

            i programmi (e anche l'intero sistema di

            conseguenza)...

            in teoria non dovrebbe inchiodarsi l'intero
            sistema di
            conseguenzaBah, a me sulla penultima Fedora bastava avviare Eclipse per avere un kernel panic...
          • Anonimo scrive:
            Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
            - Scritto da: Athlon64
            Bah, a me sulla penultima Fedora bastava avviare
            Eclipse per avere un kernel
            panic...giava nemmeno lo prendo in considerazione
          • Anonimo scrive:
            Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
            uso fedora dalla versione 2 e finora ho sempre e ripeto sempre usato java e flash senza problemi anche su konqueror...mai mai mai avuto un kernel panic, amministro siti web, lo uso per chattare con gli amici, per scrivere testi, per fare tutto quello che facevo prima con windows...concludo dicendo che non ho MAI seguito un corso di informatica nemmeno a scuola e che ho imparato tutto da solo e che non sono un genio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
        - Scritto da:
        E' colpa mia se sei incapace di usare linux? ECCOLO !!! e' arrivato il genio
        Io installo brigo e faccio tutto in un attimo e
        senza
        problemi!e come mai sei qui a scrivere cazzate invece di gestitre i sistemi di tutto il mondo ?
        Ha me in 2 anni di utilizzi su linux non si è
        mai piantato assolutamente nulla! cavolo che lunga esperienza che hai, come ti chiami che ti consegno subito la chiave del mio CED
        E la macchina
        sta accesa per anche più di 12 ore al giorno
        senza
        riavvii!cazzo un uptime invidiabile no c'e' che direMa ti rendi conto di come ti poni verso gli altri e delle castronerie che vai dicendo ? da come scrive non puoi avere piu' di 14 anni, a essere larghi di manica
    • Anonimo scrive:
      Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
      - Scritto da:
      io preferisco lasciare linux sui server e non sui
      desktop perchè se qualcosa non va o si devono
      installare drivers/programmi che NON fanno parte
      della distribuzione si rischia di diventare
      scemi, mentre con windows c'e' il solito
      programmino di
      installazione.

      Quando ho fretta di consegnare un lavoro non
      posso rischiare di perdere uno o due giorni a
      leggere how to nel tentativo di aggiustare il
      problema e sinceramente windows non mi si
      inchioda più di linux. Il fatto è che se l'utente
      linux vede qualcosa inchiodarsi dice "beh ma il
      kernel è stabile" e chiude gli occhi, mentre se
      si inchioda word "beh tutta colpa di
      windows".

      La verità è che c'e' una tendenza a disprezzare
      ciò che è più diffuso credendo che le cose meno
      diffuse funzionino meglio (tipo il sistema
      operativo mac che fino a qualche anno fa si
      inchiodava esattamente come windows
      98)Tu non corri il rischio di diventare,.......già ci sei.
    • alexmario scrive:
      Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
      - Scritto da:
      io preferisco lasciare linux sui server e non sui
      desktop perchè se qualcosa non va o si devono
      installare drivers/programmi che NON fanno parte
      della distribuzione si rischia di diventare
      scemi, mentre con windows c'e' il solito
      programmino di
      installazione.
      Ti faccio presente che non è sempre vero per Windows.Anzi, di solito è proprio su Windows che si rischia di diventare scemi.Su Gnu/Linux semmai c'è il problema che manca il driver oppure che proprio non funziona con il nostro kernel.Ma è un problema che tocca coloro che cambiano spesso hardware.Se passi a Gnu/Linux prima provi a verificare la compatibilità, poi se è completa o se è soddisfacente lo installi.
      Quando ho fretta di consegnare un lavoro non
      posso rischiare di perdere uno o due giorni a
      leggere how to nel tentativo di aggiustare il
      problema e sinceramente windows non mi si
      inchioda più di linux. Il fatto è che se l'utente
      linux vede qualcosa inchiodarsi dice "beh ma il
      kernel è stabile" e chiude gli occhi, mentre se
      si inchioda word "beh tutta colpa di
      windows".
      Sinceramente non so se il tuo lavoro sia quello di testare nuovo hardware, ma trovo poco serio smanettare su un pc che ti serve professionalmente se non c'è l'esigenza di farlo.
      La verità è che c'e' una tendenza a disprezzare
      ciò che è più diffuso credendo che le cose meno
      diffuse funzionino meglio (tipo il sistema
      operativo mac che fino a qualche anno fa si
      inchiodava esattamente come windows
      98)Questo non è vero.Capita spesso che si adottino soluzioni pessime solo perché comode ed economiche.E questa è la storia della tecnologia, non è solo Windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu

        Ma è un problema che tocca coloro che cambiano
        spesso
        hardware.

        Se passi a Gnu/Linux prima provi a verificare la
        compatibilità, poi se è completa o se è
        soddisfacente lo
        installi.
        Con questo confermi che linux è un sistema per i server. Sono i server quei sistemi dove uno si perde gli anni migliori della propria vita a cercare e montare l'hardware più compatibile possibile. Nei desktop il numero di hardware utilizzato è infinitamente maggiore e le combinazioni possibili non si contano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
          - Scritto da:


          Ma è un problema che tocca coloro che cambiano

          spesso

          hardware.



          Se passi a Gnu/Linux prima provi a verificare la

          compatibilità, poi se è completa o se è

          soddisfacente lo

          installi.




          Con questo confermi che linux è un sistema per i
          server. Sono i server quei sistemi dove uno si
          perde gli anni migliori della propria vita a
          cercare e montare l'hardware più compatibile
          possibile. Nei desktop il numero di hardware
          utilizzato è infinitamente maggiore e le
          combinazioni possibili non si
          contano.Su windows non funzionano i migliori joipad che non siano USB e parecchi scanner :'( Quindi ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Se dovessi usare linux sarei preoccu
      Se tu dovessi usare Linux, sarebbe il resto del mondo ad essere preoccupato :|- Scritto da:
      io preferisco lasciare linux sui server e non sui
      desktop perchè se qualcosa non va o si devono
      installare drivers/programmi che NON fanno parte
      della distribuzione si rischia di diventare
      scemi, mentre con windows c'e' il solito
      programmino di
      installazione.

      Quando ho fretta di consegnare un lavoro non
      posso rischiare di perdere uno o due giorni a
      leggere how to nel tentativo di aggiustare il
      problema e sinceramente windows non mi si
      inchioda più di linux. Il fatto è che se l'utente
      linux vede qualcosa inchiodarsi dice "beh ma il
      kernel è stabile" e chiude gli occhi, mentre se
      si inchioda word "beh tutta colpa di
      windows".

      La verità è che c'e' una tendenza a disprezzare
      ciò che è più diffuso credendo che le cose meno
      diffuse funzionino meglio (tipo il sistema
      operativo mac che fino a qualche anno fa si
      inchiodava esattamente come windows
      98)
  • Anonimo scrive:
    il 2007 sarà l'anno di Linux sui Desktop
    scherzavo ovviamente :DSaranno almeno 10 anni che sento quello slogan sulla bocca dei rivoluzionari del software :|513
    • Anonimo scrive:
      Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
      sai son religiosi...è come l'anticristo che arriva tutti gli anni
      • Anonimo scrive:
        Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
        - Scritto da:
        sai son religiosi...è come l'anticristo che
        arriva tutti gli
        anniridi ridi, cervello chiuso.La mammina ti ha preparato i gnocchetti.
    • Anonimo scrive:
      Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
      - Scritto da:
      scherzavo ovviamente :D

      Saranno almeno 10 anni che sento quello slogan
      sulla bocca dei rivoluzionari del software
      :|




      513Non abbiamp bisogno di gareggiare con gente come voi.Noi siamo l' elite, voi siete MARMAGLIA.
      • Anonimo scrive:
        Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        scherzavo ovviamente :D



        Saranno almeno 10 anni che sento quello slogan

        sulla bocca dei rivoluzionari del software

        :|









        513

        Non abbiamp bisogno di gareggiare con gente come
        voi.
        Noi siamo l' elite, voi siete MARMAGLIA.E' questa mentalità '68ina no-global chic che impedirà sempre a Linux di diventare un prodotto di massa, il comunismo pseudoanarchico che impedisce di riprogettare Linux per essere un'alternativa commerciale al monopolio Microsoft.
        • Anonimo scrive:
          Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          scherzavo ovviamente :D





          Saranno almeno 10 anni che sento quello slogan


          sulla bocca dei rivoluzionari del software


          :|














          513



          Non abbiamp bisogno di gareggiare con gente come

          voi.

          Noi siamo l' elite, voi siete MARMAGLIA.

          E' questa mentalità '68ina no-global chic che
          impedirà sempre a Linux di diventare un prodotto
          di massa, il comunismo pseudoanarchico che
          impedisce di riprogettare Linux per essere
          un'alternativa commerciale al monopolio
          Microsoft.Ma che caXXo c' entra il comunismo con LINUX.Voi MARMAGLIA ci infilate il comunismo pure in camera da letto.Non avete argomenti e vi chiudete nei soliti luoghi comuni, anche da qui si vede che avete le menti WC-Closed.
        • alexmario scrive:
          Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
          - Scritto da:


          E' questa mentalità '68ina no-global chic che
          impedirà sempre a Linux di diventare un prodotto
          di massa, il comunismo pseudoanarchico che
          impedisce di riprogettare Linux per essere
          un'alternativa commerciale al monopolio
          Microsoft.La realtà è che Windows continuerà a dominare finché riuscirà a mantenere almeno l'85% del mercato.Come è stato dimostrato con Internet Explorer contro Firefox, questa situazione può cambiare molto in fretta.Tecnicamente il mondo del software libero è simile a quello dei batteri o insetti. Le generazioni si rinnovano e si adattano velocemente.Quello di Windows è più simile ai dinosauri, esseri enormi con generazioni molto longeve e lentezza d'adattamento.Le aziende commerciali che puntano su Gnu/Linux sono molte ed il vantaggio sta nel fatto che ognuno può disegnarsi il sistema operativo su misura restando compatibile con il resto del mondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
            Compatibile fino a che punto? A volte quando cerco di installare stessi software su distribuzioni diverse devo diventare matto per capire come mai l'installazione fila liscia su una e non su un'altra (e viceversa). Comprese le distribuzioni più famose (vedi Red Hat, Suse e Ubuntu).
          • Anonimo scrive:
            Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
            da SORGENTE non avrai mai problemi, ovvio che se cerchi di installare un DEB su RHEL usando alien poi magari qualche problemino ce l'hai.
          • Anonimo scrive:
            Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
            - Scritto da: alexmario


            La realtà è che Windows continuerà a dominare
            finché riuscirà a mantenere almeno l'85% del
            mercato.In base a quali soffisticatissimi calcoli hai tirato fuori il valore dell'85% ?
            Come è stato dimostrato con Internet Explorer
            contro Firefox, questa situazione può cambiare
            molto in
            fretta.?! veramente FF e' arrivato fino ad un certo punto e si e' framto. Pensando poi che MS ha volutamente lasciato spazio in quel settore senza piu' rinnovare IE direi che il risultato ottentuo e' tutt'altro che confortante
            Tecnicamente il mondo del software libero è
            simile a quello dei batteri o insetti. Le
            generazioni si rinnovano e si adattano
            velocemente.Sulla rapidita' e' vero, sull'innovazione e la completezza nei prodotti avrei molto da ridire.Esistono un sacco di spunti interessanti girando per la rete ma pochi sono i prodotti seguiti e documentati a sufficienza da giustificarne l'adozione
            Quello di Windows è più simile ai dinosauri,
            esseri enormi con generazioni molto longeve e
            lentezza
            d'adattamento.Tutt'altro invece, nonostante la mole MS ha dimostrato di muoversi e saper coprire aree di mercato ancora fertili. Tenendo conto della quantita' di prodotti, dai database ai sistemi antivirus, e dell'integrazione che questi hanno direi che la velocita' con cui si muove e' sorprendente.
            Le aziende commerciali che puntano su Gnu/Linux
            sono molte ed il vantaggio sta nel fatto che
            ognuno può disegnarsi il sistema operativo su
            misura restando compatibile con il resto del
            mondo.Vero, molte societa' lo fanno e anche con successo. Sinceramente non capisco l'accanimento a sostenere una piattaforma rispetto ad un'altra. Entrambe hanno vantaggi e svantaggi, come in tutte le cose, quindi tutti i giudizi "assoluti" che si leggono in questi post sono del tutto fuori luogo.
      • Athlon64 scrive:
        Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des

        Non abbiamp bisogno di gareggiare con gente come
        voi.
        Noi siamo l' elite, voi siete MARMAGLIA.Ecco un'altro degli adepti di Stallman... ma come si fa a scrivere una frase "noi siamo l' elite, voi siete MARMAGLIA" senza vergognarsene?Per fortuna nel mondo open source/free software c'è anche molta gente molto più pragmatica, non arrogante e che non si sente con la Verità in tasca...
        • Anonimo scrive:
          Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
          - Scritto da: Athlon64

          Non abbiamp bisogno di gareggiare con gente come

          voi.

          Noi siamo l' elite, voi siete MARMAGLIA.

          Ecco un'altro degli adepti di Stallman... ma come
          si fa a scrivere una frase "noi siamo l' elite,
          voi siete MARMAGLIA" senza
          vergognarsene?

          Per fortuna nel mondo open source/free software
          c'è anche molta gente molto più pragmatica, non
          arrogante e che non si sente con la Verità in
          tasca...Ma vergognatevi voi ad essere difensori di simboli pagani come il maiale d' oro sul quale Mosè ha scagliato contro i 10 Comandamenti.
          • alexmario scrive:
            Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
            - Scritto da:


            Ma vergognatevi voi ad essere difensori di
            simboli pagani come il maiale d' oro sul quale
            Mosè ha scagliato contro i 10
            Comandamenti.Era un bue.
          • Anonimo scrive:
            Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
            - Scritto da: alexmario

            - Scritto da:





            Ma vergognatevi voi ad essere difensori di

            simboli pagani come il maiale d' oro sul quale

            Mosè ha scagliato contro i 10

            Comandamenti.


            Era un bue.Era un vitello (rotfl)
          • longinous scrive:
            [ot] domanda...
            aveva i piedi di balsa?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
        2007 no, ma forse per il 2011 chissà!
    • Anonimo scrive:
      Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
      il 2007 appartiene al nuovo Mac Leopard
      • Anonimo scrive:
        Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
        - Scritto da:
        il 2007 appartiene al nuovo Mac Leopardd' accordissimo!!! altro che linux e charlie brown....
    • Anonimo scrive:
      Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
      - Scritto da:
      scherzavo ovviamente :D

      Saranno almeno 10 anni che sento quello slogan
      sulla bocca dei rivoluzionari del software
      :|




      513una parola:ubuntu
      • TADsince1995 scrive:
        Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des

        una parola:
        ubuntuE aggiungo:http://www.forbes.com/technology/2006/09/05/linux-ubuntu-opensource_cz_mr_0906shuttleworth.html Ubuntu now has 4 million users, half of which are governments, universities and a smattering of businesses. It adds new ones at a rate of 8% per month. TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
          Come fa a quantificare questo ?Dai download, dai pacchi di cd che ha inviato in tutto il mondo ?Con tutte le iso che ho scaricato di linux a quest'ora sarei utente allo stesso tempo di centos, opensuse, slackware, ubuntu, kubuntu e debian però ho un pc solo che sarebbe potenzialmente in grado di farle andare con installato windows.Per quanto valgo io ?
    • The Animal scrive:
      Re: il 2007 sarà l'anno di Linux sui Des
      Non serve aspettare il 2007.Chiunque può usare SUSE fin da ora senza bisogno di essere un nerd.
  • Anonimo scrive:
    Però dicono anche il perché...
    E non è per la qualità:1) "Microsoft parte sempre con il vantaggio di avere il proprio sistema operativo già installato e funzionante sulle macchine, azzerando la necessità di sforzi da parte degli utenti"2) I ricercatori hanno rilevato inoltre che il fenomeno della pirateria informatica sembra favorire enormemente la diffusione di software proprietario: nei paesi dove la pirateria è più diffusa i due economisti hanno trovato livelli altissimi di penetrazione di Windows.Brani tratti dall'articolo.... non ci sono altri motivi per cui Linux potrebbe perdere in un confronto nel lungo termine... Poi questi non hanno certo la palla di vetro....
    • Anonimo scrive:
      Re: Però dicono anche il perché...
      - Scritto da:
      E non è per la qualità:

      1) "Microsoft parte sempre con il vantaggio di
      avere il proprio sistema operativo già installato
      e funzionante sulle macchine, azzerando la
      necessità di sforzi da parte degli
      utenti"

      2) I ricercatori hanno rilevato inoltre che il
      fenomeno della pirateria informatica sembra
      favorire enormemente la diffusione di software
      proprietario: nei paesi dove la pirateria è più
      diffusa i due economisti hanno trovato livelli
      altissimi di penetrazione di
      Windows.

      Brani tratti dall'articolo.... non ci sono altri
      motivi per cui Linux potrebbe perdere in un
      confronto nel lungo termine... Poi questi non
      hanno certo la palla di
      vetro....infatti non vedo perchè i fan di windows siano contenti. se un prodotto è avanti per la qualità i suoi fan sono ovviamente contenti. se è avanti per la pirateria c'è poco da stare allegri
  • TADsince1995 scrive:
    Lo "sforzo"...
    Tristissimo è il vedere che Windows ha maggiore successo dove è più copiato.Tristissimo è constatare che il successo di un sistema operativo è maggiore quanto è minore lo "sforzo" che si richiede all'utente...Lo "sforzo" diminuisce, la consapevolezza pure e aumenta il potere del monopolista e sempre più il computer verrà visto come una misteriosa macchina a scatola chiusa con 3 o 4 grossi pulsanti colorati su cui pigiare...Quando fino a un decennio fa c'erano tanti sistemi tra cui SCEGLIERE l'utente aveva la consapevolezza e il potere di scelta, era l'utente ad avere l'interesse a conoscere come far funzionare quella macchina, i corsi di Basic in regalo col commodore64 erano considerati un regalo meraviglioso.Ma Microsoft è riuscita nel suo intento: trasformare il PC in un elettrodomestico alla stregua di un videoregistratore, a far crollare la competenza, la curiosità e la capacità di critica dell'utente e a prenderne il controllo. E' riuscita a volgarizzare l'informatica.E oggi i pc hanno (quasi) tutti lo stesso sistema operativo della stessa software house.Per la gioia degli utenti che così non si "sforzano" di capire quello che hanno comprato.E' chiaro che è ancora lontano il tempo in cui linux darà filo da torcere a MS nel settore desktop, non c'era bisogno di uno studio per affermarlo, ma per fortuna la soglia d'ingresso a linux si sta abbassando e, comunque, sembra che l'interesse a imparare qualcosa di informatica anche ai non addetti ai lavori stia rinascendo...TADP.S: Giusto in questo momento ho in chat un mio amico che afferma di essere passato davanti a uno schermo messo nella vetrina di una famosa Banca, nello schermo c'era un messaggio di errore di Windows in cui compariva in chiaro l'ip, subnet mask, memoria della macchina ecc... Che bellezza!!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 settembre 2006 00.22-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo "sforzo"...

      Per la gioia degli utenti che così non si
      "sforzano" di capire quello che hannobeh in fondo e' giusto che l'utente possa avere la possibilita' di non dover sapere come funziona il sistema operativo, allo sviluppatore e' necessario, alla segretaria non frega assolutamente niente
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Lo "sforzo"...

        beh in fondo e' giusto che l'utente possa avere
        la possibilita' di non dover sapere come funziona
        il sistema operativo, allo sviluppatore e'
        necessario, alla segretaria non frega
        assolutamente
        nienteSì ok, io non dico che l'utente debba essere per forza uno che capisce il funzionamento del sistema, ci mancherebbe, ma neanche uno che clicca a destra e a manca senza la minima coscienza! E poi chiama il "ragazzo dei computer" per disinfestare il windows di turno. Non dico di mettere in mano linux a uno alle primissime armi, ma ci vorrebbe un sistema operativo tipo quello dell'amiga che era un perfetto mix tra tecnicismo e semplicità! Ma ormai MS ha abituato gli utenti che per usare il pc è sufficiente andare a intuito e cliccare di qua e di la per vedere che succede...MA tutto sommato ormai linux è accessibile anche al quasi-utonto, ovvero una persona che abbia il pc da uno o due mesi e che abbia capito cosa è un file e cosa è un comando.TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da: TADsince1995
          Non dico di mettere in mano linux a uno alle
          primissime armi..Perchè no? Io l'ho fatto e quelle persone a cui ho installato linux non hanno più avuto problemi di sorta. Parlo di utenti base del computer, posta internet foto e documenti.Certo!!! Se avessi installato loro windows, probabilmente avrei guadagnato di più con l'assistenza periodica!
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Perchè no? Io l'ho fatto e quelle persone a cui
            ho installato linux non hanno più avuto problemi
            di sorta. Parlo di utenti base del computer,
            posta internet foto e
            documenti.E' vero, anche io potrei citare qualche caso di successo, come il fratello quindicenne di una mia amica che oggi è un felicissimo utente ubuntu e sta convertendo con facilità molti suoi compagni di scuola (15 anni è l'età migliore per il propagarsi di simili conoscenze e passioni)
            Certo!!! Se avessi installato loro windows,
            probabilmente avrei guadagnato di più con
            l'assistenza
            periodica!Ci sono aziende che con lo sverminamento Windows ci campano... Questo perchè? Perchè Microsoft ha creato masse di utenti senza la minima coscienza.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995

            Perchè no? Io l'ho fatto e quelle persone a cui

            ho installato linux non hanno più avuto problemi

            di sorta. Parlo di utenti base del computer,

            posta internet foto e

            documenti.

            E' vero, anche io potrei citare qualche caso di
            successo, come il fratello quindicenne di una mia
            amica che oggi è un felicissimo utente ubuntu e
            sta convertendo con facilità molti suoi compagni
            di scuola (15 anni è l'età migliore per il
            propagarsi di simili conoscenze e
            passioni)


            Certo!!! Se avessi installato loro windows,

            probabilmente avrei guadagnato di più con

            l'assistenza

            periodica!

            Ci sono aziende che con lo sverminamento Windows
            ci campano... Questo perchè? Perchè Microsoft ha
            creato masse di utenti senza la minima
            coscienza.

            TADAmen fratello
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Ci sono aziende che con lo sverminamento Windows
            ci campano... Questo perchè? Perchè Microsoft ha creato masse di utenti senza la minima
            coscienza.

            TAD
            Visto che alla TUA coscenza provvedi tu ti darebbe molo fastidio lasciare che alla coscenza degli ALTRI provvedessoro gli stessi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:


            Ci sono aziende che con lo sverminamento Windows

            ci campano... Questo perchè? Perchè Microsoft
            ha creato masse di utenti senza la
            minima

            coscienza.



            TAD


            Visto che alla TUA coscenza provvedi tu ti
            darebbe molo fastidio lasciare che alla coscenza
            degli ALTRI provvedessoro gli
            stessi?Se provvedessero andrebbe bene, peccato il passivismo che invece li porta a prendere quello che gli passa il marketing.
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...

          Non dico di mettere in mano linux a uno alle
          primissime armi, ma ci vorrebbe un sistema
          operativo tipo quello dell'amiga che era un
          perfetto mix tra tecnicismo e semplicità! Ma
          ormai MS ha abituato gli utenti che per usare il
          pc è sufficiente andare a intuito e cliccare di
          qua e di la per vedere che
          succede...Per amiga non c'erano virus?

          MA tutto sommato ormai linux è accessibile anche
          al quasi-utonto, ovvero una persona che abbia il
          pc da uno o due mesi e che abbia capito cosa è un
          file e cosa è un
          comando.Balle, se lo installi e non tocchi assolutamente nulla forse linux e' equivalente a windows per scrivere lettere e piccoli lavori d'ufficio ... almeno fino a quando non ricevi ppt o word da altri colleghi. Ma se vuoi cambiare la velocita' di scorrimento del touchpad, installare stampanti, vedere share di rete ... non ci sono cazzi o ubuntu o altre distro da lamer che tengano, windows e' anni luce avanti.

          TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            Posso capire se tiravi in ballo i giochi...ma tutte le cose che hai citato le fa benissimo anche linux,il kde ha un centro di controllo simile al pannello di controllo,per i documenti esiste openoffice che e' compatibile con i formati microsoft
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            ...
            almeno fino a quando non ricevi ppt o word da
            altri colleghi.

            Ma se vuoi cambiare la velocita' di scorrimento
            del touchpad, installare stampanti, vedere share
            di rete ... non ci sono cazzi o ubuntu o altre
            distro da lamer che tengano, windows e' anni luce
            avanti.

            A parte il fatto che esiste OpenOffice.Il problema sta nel fatto che si usano formati e driver proprietari.I vari .doc .ppt .xls sono proprietari MS.La condivisione Win usa protocollo proprietari.Nota che spesso nelle aziende quello che tu vedi come "File server" windows,in realtà è una macchina Linux con samba. Anche per stampanti spesso i costruttori non rilasciano i driver per Linux-
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:
            ...

            almeno fino a quando non ricevi ppt o word da

            altri colleghi.



            Ma se vuoi cambiare la velocita' di scorrimento

            del touchpad, installare stampanti, vedere share

            di rete ... non ci sono cazzi o ubuntu o altre

            distro da lamer che tengano, windows e' anni
            luce

            avanti.





            A parte il fatto che esiste OpenOffice.
            Il problema sta nel fatto che si usano formati e
            driver
            proprietari.

            I vari .doc .ppt .xls sono proprietari MS.
            La condivisione Win usa protocollo proprietari.
            Nota che spesso nelle aziende quello che tu vedi
            come "File server" windows,in realtà è una
            macchina Linux con samba.


            Anche per stampanti spesso i costruttori non
            rilasciano i driver per
            Linux-

            E in quale modo sapere questo semplifica l'utilizzo di linux?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            ma che dici, se parli così è evidente che ubuntu lo hai visto solo attravterso qualche screenshot
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          configurationsUn utente navigato potrà trovarla una cavolata, ma uno normale fa meno facica ad iniziare (soprattutto ha meno possibilità di fare una "faccia da Modigliani" di fronte a nomi strani), si riduce la necessità di creare i famigerati wizard/avanti-avanti-crash/tre pulsanti colorati e soprattutto quando questo utente vorrà voglia ad un linux vero leggendo fstab, gli si accenderà al volo una lampadina.La parola d'ordine è "intuitività" guarda caso com'era su Amiga.Per le standarizzazione, basterebbe creare un sistema, tipo una certificazione che dica chiaramente che le distro a, b, c, d, e, e, ecc. usano le stesse librerie (o meglio dei set univoci fissi nel tempo) così che se una software house vuole fare dei programma per linux non debba preoccuparsi di ricontrollare ogni distro ma si preoccupi solo delle librerie.Capisco che è una cosa un po' restrittiva e se vogliamo "poco open source" ma non si può pretendere di fare guerra a Windows e non avere un supporto hardware ufficiale come si deve, non si può pretendere di spingere una persona ad abbandonare windows e poi ovunque questo si giri trova solo programmi per windows soprattutto in ambito professionale e lavorativo (vedere anche quello sul fisco, che è stato fatto andare grazie allo smanettone di turno) e soprattuto non si può pretendere di prendere una persona che vede nel computer un coso che gli deve solo semplificare la vita ed obbligarlo a studiare prima da sistemista per andare online e dopo da programmatore per far girare due cavolo di programmi.Limitiamoci a chiamarli "sforzi"...
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            OOOOH finalmente uno sensato che ragiona invece di litigare a "è meglio il mio, no è meglio il mio"!Ti quoto in pieno!Aggiungo che io ODIO M$, la detesto con tutto il corazon, sono un programmatore e ho avuto a che farci parecchio, certe volte mi viene il vomito a vedere come hanno sviluppato certi prodotti, gli enormi bug che ci sono e la lentezza di alcune cose.E non mi dite che windows è così semplice da usare perchè quando non fai stupidaggini (dal punto di vista della programmazione) cominciano a uscire fuori di quelle schifezze e incongruenze che non la finisci più (basta parlare di registro, CLSID ecc ecc. Per non affrontare il tremendo argomento delle API non standardizzate e coi nomi che nemmeno in java 0.1 erano così incongruenti).Ho anche provato varie distro di linux, non sono uno che si arrende alle prime difficoltà, ma ci sono piccole cose su linux che creano difficoltà enormi a chi non conosce bene il sistema.La prima cosa che un utente nuovo DETESTA in linux è il fatto di avere desktop differenti in ogni distro: lo so è vecchia storia ma come si puo' competere con M$ se uno programma un applicazione e poi questa puo' girare solo su gnome o solo su kde? Ma scherziamo? ma ci vuole tanto a mettersi daccordo, a fare un minimo comune denominatore dei due e poi aggiungere il meglio dei due?Anche la storia della ricompilazione... Ammesso che uno abbia la pazienza di dire "ok uso il corrispondente pgm linux di quello che conosco in win". Se il suddetto non è già incluso nell'istallazione allora vado su internet e... 1) Scegli versione (gnome o kde)2) non esiste precompilato perchè devi farlo tu (perchè?)3) scarica e compila (Ma già un utente standard e non utonto avrà mandato tutto affanculo)4) errore manca la libxyz, devi cercarla, compilarla a sua cvolta per poter compilare...Ma scherziamo?!? Giuro che io faro' tutto e togliero' win dal mio pc perchè lo odio e amo l'open source, ma bisogna darsi una bella mossa per evitare queste cavolate che fanno perdere migliaia di utenti volenterosiBitblaster
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            Sono quello di prima.Hai dimenticato una cosa simpatica che è meglio segnalare prima che spunti fuori l'apt/rpm man di turno.Ipotizziamo anche che il programma sia già compilato e semplicemente da installare (ovviamente con un comandino facile facile da terminale, far scaricare un file come fanno tutti gli esseri normali di sto mondo e fargli doppiocliccare un'icona fa troppo winaro stupido e ignorante) cosa bisogna dire delle dipendenze ?Ho un programma [A] che dipende dalla libreria [B] devo installare [C] che dipende da [D] ma [D] è incompatibile con [B]. Il gestore di pacchetti lo sa quindi mi rimuove [B], per simpatia (o meglio perchè non funzionerebbe più) [A] poi finalmente mi mette su [D] e [C].Ipotizziamo che mi servano entrambi [A] e [C] per lavorare, perchè un cliente o il capo ha bisogno così e ovviamente non ho due pc dovrei per caso passare la mia vita a installare uno ed a togliere l'altro ?Se avessi necessità di lavorare con entrambi i programmi allo stesso tempo ci rinuncio perchè ci si ostina con sta boiata delle librerie condivise (che oramai stanno venendo abbandonate dalla stessa m$) ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:
            Sono quello di prima.

            Hai dimenticato una cosa simpatica che è meglio
            segnalare prima che spunti fuori l'apt/rpm man di
            turno.

            Ipotizziamo anche che il programma sia già
            compilato e semplicemente da installare
            (ovviamente con un comandino facile facile da
            terminale, far scaricare un file come fanno
            tutti gli esseri normali di sto mondo e
            fargli doppiocliccare un'icona fa troppo
            winaro stupido e ignorante) cosa bisogna
            dire delle dipendenze ?
            Ho un programma [A] che dipende dalla libreria
            [B] devo installare [C] che dipende da [D] ma
            [D] è incompatibile con [B]. Il gestore di
            pacchetti lo sa quindi mi rimuove [B], per
            simpatia (o meglio perchè non funzionerebbe
            più) [A] poi finalmente mi mette su [D] e
            [C].
            Ipotizziamo che mi servano entrambi [A] e [C]
            per lavorare, perchè un cliente o il capo ha
            bisogno così e ovviamente non ho due pc
            dovrei per caso passare la mia vita a
            installare uno ed a togliere l'altro ?
            Se avessi necessità di lavorare con entrambi i
            programmi allo stesso tempo ci rinuncio perchè ci
            si ostina con sta boiata delle librerie condivise
            (che oramai stanno venendo abbandonate dalla
            stessa m$)
            ?Se e' il capo o il cliente presumo che tu abbia la capacita' necessaria a ricompilare uno dei due con le lib statiche, cosa che solitamente si risolve in cambiare un flag.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            Viva la furbata del giorno...Sai perchè il mac ha raccolto intorno a se migliaia di adepti fedeli ? Perchè ha permesso ai professionisti (quelli veri non gli smanettoni) di pensare solo ed unicamente al loro lavoro vedendo nel computer un aiuto non una palla al piede, un handicappato che bisogna corregergli il passo ogni due secondi perchè altrimenti inciampa su se stesso...Lì: voglio installare quella scheda ? Sposto l'iconcina dell'estensione nella cartella estensioni.Mi serve utilizzare quel font ? Sposto la sua valigetta nella sua cartella adibita.Devo poter impostare una determinata cosa ?Sposto il modulo di controllo nella cartella del pannello di controllo.Altro che ricompilare...
        • pippo75 scrive:
          Re: Lo "sforzo"...

          Non dico di mettere in mano linux a uno alle
          primissime armi, ma ci vorrebbe un sistema
          operativo tipo quello dell'amiga che era un
          perfetto mix tra tecnicismo e semplicità! Ma
          ormai MS ha abituato gli utenti che per usare
          il pc è sufficiente andare a intuito e
          cliccare di qua e di la per vedere che
          succede...sbagli e di grosso ( secondo me ), alla segretaria di turno o al segretario ( chi ha detto che il genere femminile non si intende di PC ), quello che interessa e' fare il suo lavoro, mandrare lettere, scaricare la bolla, avvisare i clienti.Quale sia il SO molto facilmente neanche lo vogliono sapere.Quando uno usa il telefono, vuole compore il numero e fare la telefonata, quando usano il pc per fare la fattura, vogliono quello e basta.Windows, Mandriva, Suse, Skyos, ..... scegli quello che vuoi, quello che importa a e' gestisca il mio lavoro ( fatture, gestione magazzino, lettere, contatti, dire, fare, baciare, lettere..... ).Poi chi e' appasionato di computer approfondisce il discorso anche fuori dal lavoro, sceglie l'OS, la CPU, .....
      • avvelenato scrive:
        Re: Lo "sforzo"...
        - Scritto da:

        Per la gioia degli utenti che così non si

        "sforzano" di capire quello che hanno

        beh in fondo e' giusto che l'utente possa avere
        la possibilita' di non dover sapere come funziona
        il sistema operativo, allo sviluppatore e'
        necessario, alla segretaria non frega
        assolutamente
        nienteL'utente non deve sapere come funziona il sistema operativo, ma deve avere il modo di sapere cosa sta facendo, qual è il significato delle sue azioni.(imho è un problema che c'è su windows come su linux, per quel che ho potuto vedere)
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo "sforzo"...
      Ma 10 anni fa che alternative c'erano?
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo "sforzo"...
        - Scritto da:
        Ma 10 anni fa che alternative c'erano?OS/2
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ma 10 anni fa che alternative c'erano?

          OS/2Ed era mille volte meglio di Windows 95, anche se aveva anche lui alcune pecche concettuali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Ed era mille volte meglio di Windows 95, anche se
            aveva anche lui alcune pecche
            concettuali.Era un chiodo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo "sforzo"...
      - Scritto da: TADsince1995

      Ma Microsoft è riuscita nel suo intento:
      trasformare il PC in un elettrodomestico alla
      stregua di un videoregistratore, a far crollare
      la competenza, la curiosità e la capacità di
      critica dell'utente e a prenderne il controllo.
      E' riuscita a volgarizzare
      l'informatica.Ma nel farlo l'ha portata a tutti.Francamente come utente me ne frego della "volgarizzazione". E' successo lo stesso alle automobili: quanti oggi sanno ripararsi un'auto?
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Lo "sforzo"...

        Ma nel farlo l'ha portata a tutti.Senza offesa, ma questa leggenda che MS ha "portato l'informatica a tutti" è insopportabile. Intanto definiscimi chi intendi per "tutti".Tanto per fare un esempio, commodore ha venduto decine e decine di milioni di computer a gente di tutto il mondo, queste decine di milioni di persone erano tutti esperti? No, erano persone che avevano la curiosità di avere un computer.TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          certo ma molti utenti anni 80 compravano il computer e non riuscivano ad usarlo...alla fine lo buttavano in un armadio. In effetti il numero di utenti in grado di fare quello che gli serve è aumentato con windows e credimi che anche se meno gente è obbligata a capire effettivamente il computer non è poi così grave... certo questo è meno religioso
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da: TADsince1995


          Ma nel farlo l'ha portata a tutti.

          Senza offesa, ma questa leggenda che MS ha
          "portato l'informatica a tutti" è insopportabile.Ah, certo. Per chi, come te, è aprioristicamente anti-MS posso proprio credere che risulti insopportabile.
          Intanto definiscimi chi intendi per
          "tutti".Per "tutti" intendo anche a gente come mia moglie che non riesace nemmeno a usare con dimestichezza un mouse. O mio padre che scive i documenti nelle celle excel e che è quasi svenuto quando gli ho fatto vedere che poteva fare "copia" su IE e "incolla" su Word.

          Tanto per fare un esempio, commodore ha venduto
          decine e decine di milioni di computer a gente di
          tutto il mondo, queste decine di milioni di
          persone erano tutti esperti? No, erano persone
          che avevano la curiosità di avere un
          computer.Certo, certo. Me li vedo proprio mia moglie o mio padre con il "LOAD, 8, 1".
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Ah, certo. Per chi, come te, è aprioristicamente
            anti-MS posso proprio credere che risulti
            insopportabile.Assolutamente no. Solo mi fa rabbia che si dicano cose non vere, magari perchè non si conosce bene il passato.

            Intanto definiscimi chi intendi per

            "tutti".

            Per "tutti" intendo anche a gente come mia moglie
            che non riesace nemmeno a usare con dimestichezza
            un mouse. O mio padre che scive i documenti nelle
            celle excel e che è quasi svenuto quando gli ho
            fatto vedere che poteva fare "copia" su IE e
            "incolla" su
            Word.Senza offesa ne malizia, ma forse è meglio che persone come quelle descritte da te vengano istruite un po' prima di dar loro in mano un pc. non sai che disastri in ufficio da mia madre quando sono passati dal disegno a china all' Autocad...
            Certo, certo. Me li vedo proprio mia moglie o mio
            padre con il "LOAD, 8,
            1".Mia madre lo faceva tranquillamente. Era perfettamente in grado di accendere il commodore, caricare sia da disco che da cassetta in modo autonomo. Mio zio (più anziano di lei) addirittura si scriveva qualche programma autonomamente.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995

            Senza offesa ne malizia, ma forse è meglio che
            persone come quelle descritte da te vengano
            istruite un po' prima di dar loro in mano un pc.
            non sai che disastri in ufficio da mia madre
            quando sono passati dal disegno a china all'
            Autocad...Guarda, il problema è che se prendi due oggetti li metti uno di fianco all'altro e dici: "fanno entrambi le stesse cose, ma quello di destra ti ci va un mese per imparare ad usarlo, l'altro lo accendi e lo usi" secondo te la gente quale sceglie? Non puoi imporre per legge che venga istituita la "patente per usare il PC" esattamente come non lo puoi fare per un cellulare (dove Nokia ha sbaragliato la concorrenza con dei telefoni facili da usare) o per una lavatrice.Se togli Microsoft dalla storia con un tratto di penna,m ti accorgerai che al suo posto non ci sarebbe il costruttore del sistema operativo più sofisticato, ma quello del sistema operativo più semplice da usare.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Se togli Microsoft dalla storia con un tratto di
            penna,m ti accorgerai che al suo posto non ci
            sarebbe il costruttore del sistema operativo più
            sofisticato, ma quello del sistema operativo più
            semplice da
            usare.Sì, ma il MODO in cui questo è semplice da usare. Finchè è intuitivo va benissimo, l'errore sta nel far illudere l'utente che il sistema funziona autonomamente anche senza di lui. Anche il workbench dell' Amiga era il top dell'immediatezza, ma non ti nascondeva nulla, e infatti gli amighisti che non si sono limitati a usare l'amiga come console, alla fin fine si sono ritrovati ad essere persone con un minimo di praticità e cultura informatica...TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995


            Se togli Microsoft dalla storia con un tratto di

            penna,m ti accorgerai che al suo posto non ci

            sarebbe il costruttore del sistema operativo più

            sofisticato, ma quello del sistema operativo più

            semplice da

            usare.

            Sì, ma il MODO in cui questo è semplice da usare.
            Finchè è intuitivo va benissimo, l'errore sta nel
            far illudere l'utente che il sistema funziona
            autonomamente anche senza di lui. Anche il
            workbench dell' Amiga era il top
            dell'immediatezza, ma non ti nascondeva nulla, e
            infatti gli amighisti che non si sono limitati a
            usare l'amiga come console, alla fin fine si sono
            ritrovati ad essere persone con un minimo di
            praticità e cultura
            informatica...Certo, vero. Peccato che non ci sia più l'oggetto su cui esercitarla perché ne hanno venduti troppi pochi. Non ti viene in mente che forse questa gente disposta a essere acculturata non era poi così tanta?Può piacere o no, ma su 10 persone che comprano un PC, 9 pensano di comprare un elettrodomestico un po' più complesso di una lavatrice. E' un fatto. Incontrovertibile. Inappellabile.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Può piacere o no, ma su 10 persone che comprano
            un PC, 9 pensano di comprare un elettrodomestico
            un po' più complesso di una lavatrice. E' un
            fatto. Incontrovertibile.
            Inappellabile.L'ho detto pure io poco prima. E la colpa è sempre di chi ha convinto la gente che un PC è un elettrodomestico come la lavatrice. Cosa che NON è.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995


            Può piacere o no, ma su 10 persone che comprano

            un PC, 9 pensano di comprare un elettrodomestico

            un po' più complesso di una lavatrice. E' un

            fatto. Incontrovertibile.

            Inappellabile.

            L'ho detto pure io poco prima. E la colpa è
            sempre di chi ha convinto la gente che un PC è un
            elettrodomestico come la lavatrice. Cosa che NON
            è.

            TADEsse est percipi. (Berkley) Tradotto liberamente "esisti se sei percepito".Il mio cane è un canguro. Peccato che sia l'unico a vederlo canguro. Gli altri pensano che sia un cane.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: ...

            Il mio cane è un canguro. Peccato che sia l'unico
            a vederlo canguro. Gli altri pensano che sia un
            cane.Il paragone non regge, in quanto il fatto che tu veda il tuo cane come un canguro è una tua asserzione personale dettata forse dal fatto che salta come un canguro, mentre gli altri percepiscono una realtà diversa da te. Il fatto che tu lo veda come un canguro, mentre tutti gli altri ti dicono che non lo è, dovrebbe anche farti pensare...Il fatto che il computer NON è un elettrodomestico è un fatto noto aprioristicamente per il solo fatto che NON è nato come eletrodomestico, al contrario di una lavatrice.Se poi qualcuno ti fa credere di poter usare un oggetto che NON è un elettrodomestico, come un elettrodomestico, scusa ma un qualcosa di sbagliato esiete sia in chi afferma tale cosa, sia tra chi gli crede!
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:
            - Scritto da:
            ...



            Il mio cane è un canguro. Peccato che sia
            l'unico

            a vederlo canguro. Gli altri pensano che sia un

            cane.

            Il paragone non regge, in quanto il fatto che tu
            veda il tuo cane come un canguro è una tua
            asserzione personale dettata forse dal fatto che
            salta come un canguro, mentre gli altri
            percepiscono una realtà diversa da te. Il fatto
            che tu lo veda come un canguro, mentre tutti gli
            altri ti dicono che non lo è, dovrebbe anche
            farti
            pensare...
            Il fatto che il computer NON è un
            elettrodomestico è un fatto noto
            aprioristicamente per il solo fatto che NON è
            nato come eletrodomestico, al contrario di
            una
            lavatrice.
            Se poi qualcuno ti fa credere di poter usare un
            oggetto che NON è un elettrodomestico, come un
            elettrodomestico, scusa ma un qualcosa di
            sbagliato esiete sia in chi afferma tale cosa,
            sia tra chi gli
            crede!sei un mito ti quoto in pieno
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            L'ho detto pure io poco prima. E la colpa è
            sempre di chi ha convinto la gente che un PC è un
            elettrodomestico come la lavatrice. Cosa che NON
            è.

            TADPerche' no? Hai notato che il tuo videoregistratore ora ha dentro un hard disk, una cpu, un masterizzatore e tra pochissimo si connettera' in rete?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995


            Ah, certo. Per chi, come te, è aprioristicamente

            anti-MS posso proprio credere che risulti

            insopportabile.

            Assolutamente no. Solo mi fa rabbia che si dicano
            cose non vere, magari perchè non si conosce bene il passato.
            Che mi risulti il passato è pieno di post in cui TADsince scrive post contro a MS, il presente è pieno di post in cui TADcince1995 scrive post contro MS e, volendomi sbilanciare, il futuro sarà pieno di post in cui TADsince1995 scriverà post contro MS. Oiutosto monotono questo TADsince1995.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Che mi risulti il passato è pieno di post in cui
            TADsince scrive post contro a MS, il presente è
            pieno di post in cui TADcince1995 scrive post
            contro MS e, volendomi sbilanciare, il futuro
            sarà pieno di post in cui TADsince1995 scriverà
            post contro MS. Oiutosto monotono questo
            TADsince1995.Sarò anche monotono, mi dispiace, ma comunque ti sbagli! ;)Ci sono cose made in MS che io adoro e l'ho scritto più volte. Sono poche ma ci sono.TAD
          • Santos-Dumont scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995


            Ah, certo. Per chi, come te, è aprioristicamente

            anti-MS posso proprio credere che risulti

            insopportabile.

            Assolutamente no. Solo mi fa rabbia che si dicano
            cose non vere, magari perchè non si conosce bene
            il
            passato.



            Intanto definiscimi chi intendi per


            "tutti".



            Per "tutti" intendo anche a gente come mia
            moglie

            che non riesace nemmeno a usare con
            dimestichezza

            un mouse. O mio padre che scive i documenti
            nelle

            celle excel e che è quasi svenuto quando gli ho

            fatto vedere che poteva fare "copia" su IE e

            "incolla" su

            Word.

            Senza offesa ne malizia, ma forse è meglio che
            persone come quelle descritte da te vengano
            istruite un po' prima di dar loro in mano un pc.
            non sai che disastri in ufficio da mia madre
            quando sono passati dal disegno a china all'
            Autocad...



            Certo, certo. Me li vedo proprio mia moglie o
            mio

            padre con il "LOAD, 8,

            1".

            Mia madre lo faceva tranquillamente. Era
            perfettamente in grado di accendere il commodore,
            caricare sia da disco che da cassetta in modo
            autonomo. Mio zio (più anziano di lei)
            addirittura si scriveva qualche programma
            autonomamente.

            TADI casi individuali non valgono come esempi, altrimenti cosa dovrei pensare riguardo i miei genitori che viaggiano entrambi verso gli 80 e sanno entrambi usare discretamente posta elettronica, navigazione, Skype e Messenger? (Oltre a qualche enciclopedia multimediale su CD-ROM...)
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da: TADsince1995


          Ma nel farlo l'ha portata a tutti.

          Senza offesa, ma questa leggenda che MS ha
          "portato l'informatica a tutti" è insopportabile.
          Intanto definiscimi chi intendi per
          "tutti".

          Tanto per fare un esempio, commodore ha venduto
          decine e decine di milioni di computer a gente di
          tutto il mondo, queste decine di milioni di
          persone erano tutti esperti? No, erano persone
          che avevano la curiosità di avere un
          computer.

          TADerano sempre degli appassionati di tecnologiaMS ha portato l'informatica pure negli ospizi, e questo forse da un po' di lavoro in più anche a tecon questo non dico di difendere ms, la odi e questa è una tua sceltama quando esisterà solo linux, molti di voi linux lover dovranno sicuramente cambiare lavoro, ma avrete però sconfitto l'anticristo!
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            ma quando esisterà solo linux, molti di voi linux
            lover dovranno sicuramente cambiare lavoro, ma
            avrete però sconfitto
            l'anticristo!Oddio santo, ho appena finito di scrivere in un altro post che non voglio che Windows e Microsoft spariscano, voglio solo non si sia forzati a usare un sistema operativo che non vuoi usare solo perchè ti serve quello o quell'altro software.A lavoro lavoriamo con Java, io con linux, il mio collega con Windows e si lavora e si collabora senza problemi.Il mio è solo un caso fortunato purtroppo, vorrei che anche in altri ambiti fosse così.TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo "sforzo"...
        o forse molti sistemi incompatibili, ma migliori.Si guadagna di più con l'incompatibilità che con gli standard, perchè l'incompatibilità ti obbliga ad avere tutti i prodotti
        • TADsince1995 scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da:
          o forse molti sistemi incompatibili, ma migliori.
          Si guadagna di più con l'incompatibilità che con
          gli standard, perchè l'incompatibilità ti obbliga
          ad avere tutti i
          prodottiOggi il problema è risolvibilissimo, c'è java, ci sono le librerie multipiattaforma e, perchè no, anche C# che con un uso accorto e delle librerie condivise, permettono di scrivere software multipiattaforma praticamente quasi senza intervento per i vari sistemi operativi specifici.Solo che certe abitudini sono dure da estirpare...TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da:
          o forse molti sistemi incompatibili, ma migliori.
          Si guadagna di più con l'incompatibilità che con
          gli standard, perchè l'incompatibilità ti obbliga
          ad avere tutti i
          prodottiE' anche vero che la politica di Microsoft ha sempre cercato di IMPEDIRE LA STANDARDIZZAZIONE, basta vedere come ha fatto con il web con IE e cosa sta facendo con il formato Opendocument, ma ci sono centinaia di esempi a riguardo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:
            E' anche vero che la politica di Microsoft ha
            sempre cercato di IMPEDIRE LA STANDARDIZZAZIONE,
            basta vedere come ha fatto con il web con IE e
            cosa sta facendo con il formato Opendocument, ma
            ci sono centinaia di esempi a
            riguardo...E i WebServices?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            E' anche vero che la politica di Microsoft ha

            sempre cercato di IMPEDIRE LA STANDARDIZZAZIONE,

            basta vedere come ha fatto con il web con IE e

            cosa sta facendo con il formato Opendocument, ma

            ci sono centinaia di esempi a

            riguardo...

            E i WebServices?
            Vuoi dare a microsoft l'onore dell'invenzione dell'XML? MA andiamo!!!
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Lo "sforzo"...

        La Microsoft è solo quella che ha vinto la gara
        per portare nelle nostre case sistemi migliori,
        meno costosi e interoperanti.Sistemi migliori??? Vada per il meno costosi, ma interoperanti che??? Tra di loro forse!!!
        Commodore,
        Sinclair, Atari, Apple, IBM (con OS/2) sono tutti
        quelli che hanno perso la gara.Che MS ha vinto in modo sleale, ed è stata pluricondannata per questo.
        Veramente la concorrenza c'era. Poi il mercato ha
        scelto chi ha
        vinto.E ora non c'è più concorrenza e il risultato è che tutti ci dobbiamo sorbire Windows nei PC in un modo o nell'altro... Bella cosa il monopolio.TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da: TADsince1995


          Commodore,

          Sinclair, Atari, Apple, IBM (con OS/2) sono
          tutti

          quelli che hanno perso la gara.

          Che MS ha vinto in modo sleale, ed è stata
          pluricondannata per
          questo.Per IE vs. Netscape. Non per il sistema operativo.
          E ora non c'è più concorrenza e il risultato è
          che tutti ci dobbiamo sorbire Windows nei PC in
          un modo o nell'altro... Bella cosa il
          monopolio.Perché, Linux non esiste? Apple neppure?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: Bella cosa il

            monopolio.

            Perché, Linux non esiste? Apple neppure?Mi dispiace ricordarti che il mondo dell'informatica soffre del monopolio più grande e preoccupante del mondo. Qualcuno lo nega?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:

            - Scritto da:
            Bella cosa il


            monopolio.



            Perché, Linux non esiste? Apple neppure?


            Mi dispiace ricordarti che il mondo
            dell'informatica soffre del monopolio più grande
            e preoccupante del mondo. Qualcuno lo
            nega?Rinchiudere il mondo dell'informatica al PC è come limitare il mondo del trasporto alle autovetture. Ci sono treni, aerei, navi, camion, moto, bici etc. etc. etc.Come mai l'IBM continua a fatturare 10 volte tanto la MS se c'è questo monopolio?
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:

            Bella cosa il



            monopolio.





            Perché, Linux non esiste? Apple neppure?





            Mi dispiace ricordarti che il mondo

            dell'informatica soffre del monopolio più grande

            e preoccupante del mondo. Qualcuno lo

            nega?

            Rinchiudere il mondo dell'informatica al PC è
            come limitare il mondo del trasporto alle
            autovetture. Ci sono treni, aerei, navi, camion,
            moto, bici etc. etc.
            etc.

            Come mai l'IBM continua a fatturare 10 volte
            tanto la MS se c'è questo
            monopolio?Meaculpa, si intendeva nel segmento Desktop
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Per IE vs. Netscape. Non per il sistema operativo.Leggi questo: http://it.wikipedia.org/wiki/BeOSIn particolare: BeOS successivamente venne riscritto per essere utilizzato sui computer dotati di processore x86 come i comuni PC. Tuttavia dati gli accordi di Microsoft con le case produttrici di PC il BeOS non riuscì a diffondersi come avrebbe potuto: per diversi anni Microsoft ha richiesto ai produttori ed agli assemblatori di PC dei contratti di licenza in esclusiva che limitavano la possibilità di realizzare dei personal computer su cui potevano essere preinstallati sia Windows sia un altro sistema operativo (quale ad esempio BeOS). Con tali premesse l'amminstratore delegato di Be (Jean-Louis Gassée) propose di fornire BeOS gratuitamente ad ogni costruttore di PC che avesse preinstallato Windows e BeOS in dual-boot, ma, a causa dei vincoli imposti dalla Microsoft, pochi costruttori accettarono l'accordo, solo AST Research e Hitachi fra i grandi nomi aderirono. Nel febbraio 2001 Be Inc. cita quindi in giudizio la Microsoft. Il 5 settembre 2003 Microsoft e Be si accordarono con un pagamento da parte di Microsoft di 23,2 milioni di dollari in cambio della caduta delle accuse di comportamento lesivo della concorrenza.
            Perché, Linux non esiste? Apple neppure?Grazie a Dio esistono, ma tutti i componenti hardware hanno il tremendo bollino "Designed For Windows", i maggiori software di produttività vengono fatti solo per Windows (tranne lodevoli eccezioni) e, non contenta, Microsoft ha sfornato la terrificante aberrazione chiamata Visual Basic che ha fatto più danni del Windows stesso, legando ancora di più lo sviluppo software a una e una sola piattaforma.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995e, non contenta, Microsoft ha sfornato
            la terrificante aberrazione chiamata Visual Basic
            che ha fatto più danni del Windows stesso,
            legando ancora di più lo sviluppo software a una
            e una sola
            piattaforma.

            TADCazzo ma sono dei geni spillasoldi a tradimento, cioè, non avevo mai visto Visual Studio sotto questa lugubre ombra. Hai ragione! E' uno schifo.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Cazzo ma sono dei geni spillasoldi a tradimento,
            cioè, non avevo mai visto Visual Studio sotto
            questa lugubre ombra. Hai ragione! E' uno
            schifo.Visual Studio è un formidabile strumento di sviluppo che io ho sempre amato moltissimo (al punto che stento a credere che sia di Microsoft), ad esclusione di quella macchina oscura e cancerogena del VB. Meno male che almeno adesso c'è .NET .TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da: TADsince1995


            Per IE vs. Netscape. Non per il sistema
            operativo.

            Leggi questo: http://it.wikipedia.org/wiki/BeOSAh, buoni quelli di Wikipedia. Lo sai che ho scritto insieme a mio figlio la voce relativa ad un animale. E nessuno dei due è zoologo.

            In particolare:

            BeOS successivamente venne riscritto per
            essere utilizzato sui computer dotati di
            processore x86 come i comuni PC. Tuttavia dati
            gli accordi di Microsoft con le case produttrici
            di PC il BeOS non riuscì a diffondersi come
            avrebbe potuto: per diversi anni Microsoft ha
            richiesto ai produttori ed agli assemblatori di
            PC dei contratti di licenza in esclusiva che
            limitavano la possibilità di realizzare dei
            personal computer su cui potevano essere
            preinstallati sia Windows sia un altro sistema
            operativo (quale ad esempio BeOS). Con tali
            premesse l'amminstratore delegato di Be
            (Jean-Louis Gassée) propose di fornire BeOS
            gratuitamente ad ogni costruttore di PC che
            avesse preinstallato Windows e BeOS in dual-boot,
            ma, a causa dei vincoli imposti dalla Microsoft,
            pochi costruttori accettarono l'accordo, solo AST
            Research e Hitachi fra i grandi nomi aderirono.
            Nel febbraio 2001 Be Inc. cita quindi in giudizio
            la Microsoft. Il 5 settembre 2003 Microsoft e Be
            si accordarono con un pagamento da parte di
            Microsoft di 23,2 milioni di dollari in cambio
            della caduta delle accuse di comportamento lesivo
            della
            concorrenza. E questo dovrebbe convincermi che anche Atari e Commodore o Sinclair sono falliti per la concorrenza sleale da parte di MS?Ma andiamo.


            Perché, Linux non esiste? Apple neppure?

            Grazie a Dio esistono, ma tutti i componenti
            hardware hanno il tremendo bollino "Designed For
            Windows", i maggiori software di produttività
            vengono fatti solo per Windows (tranne lodevoli
            eccezioni) Incredibile eh. Cosa non farebbe certa gente per vendere.e, non contenta, Microsoft ha sfornato
            la terrificante aberrazione chiamata Visual Basic
            che ha fatto più danni del Windows stesso,
            legando ancora di più lo sviluppo software a una
            e una sola
            piattaforma.Hai ragione è veramente inaccettabile che Microsoft abbia deciso di semplificare lo sviluppo sulla propria piattaforma. Anzi ora che ci penso pure il notepad è uno schifo. Vuoi mettere la bellezza dell'edlin?Ma la puzza dell str..zate che scrivi non esce dalla tastiera?
          • TADsince1995 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            Ah, buoni quelli di Wikipedia. Lo sai che ho
            scritto insieme a mio figlio la voce relativa ad
            un animale. E nessuno dei due è
            zoologo.La storia di BeOS è documentata anche oltre Wikipedia...
            E questo dovrebbe convincermi che anche Atari e
            Commodore o Sinclair sono falliti per la
            concorrenza sleale da parte di
            MS?Anche. La commodore, comunque, si è data la zappa sui piedi da sola...
            Incredibile eh. Cosa non farebbe certa gente per
            vendere.Basterebbe farli multipiattaforma, oggi è possibilissimo.
            Hai ragione è veramente inaccettabile che
            Microsoft abbia deciso di semplificare lo
            sviluppo sulla propria piattaforma.Niente di male nel semplificare lo sviluppo. Ma con VB microsoft ha fatto la stessa operazione di volgarizzazione che ha fatto con Windows. Non a caso VB6 è stato praticamente abbandonato in favore del migliore VB.NET...
            Ma la puzza dell str..zate che scrivi non esce
            dalla
            tastiera?L'inizio delle offese personali è la fine di una discussione che, finora, è stata civile. Buonanotte.TAD
          • pippo75 scrive:
            Re: Lo "sforzo"...

            BeOS successivamente venne riscritto per
            essere utilizzato sui computer dotati di
            processore x86 come i comuni PC. Tuttavia dati
            gli accordi di Microsoft con le case
            produttriciConscevo BeOS, mi piaceva, avevo scaricato la Versione PE.Se e' morto, per quante ne so MS non c'entra una mazza.Supporto SW nulloSupporto HW quasi nullo.Chi doveva usarlo.Perche' windows ha vissuto, perche' per anni e' vissuto sopra il DOS il quale gli forniva i driver per lettori CD e Schede Audio.BeOS, si staccava da tutto, potevi farlo andare per alcune cose, ma per molte.........Poi che molte ditte hanno firmato accordi di esclusiva con MS sicuramente non ha fatto bene....Anche OS/2 veniva incluso con alcuni PC, ma la fine..........Ora esiste Zeta, peccato che per provarlo o si scarica dal mulo oppure si pende 100 euro.Ho visto la versione Live, ma se va in questo modo..... se le tengono, Ubuntu live e' molto piu' veloce.......
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...

          Che MS ha vinto in modo sleale, ed è stata
          pluricondannata per
          questo.Ovvero? Che ha fatto di sleale per vendere a tutti il sistema operativo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo "sforzo"...
        Non è stato il mercato a scegliere dato che gli è stato imposto con pratiche da delinquenti, e per questo Microsoft è stata processata e condannata. Ma sta ancora li ad abusare delle medesime pratiche.
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...
          - Scritto da:
          Non è stato il mercato a scegliere dato che gli è
          stato imposto con pratiche da delinquenti, e per
          questo Microsoft è stata processata e condannata.
          Ma sta ancora li ad abusare delle medesime
          pratiche.A partire dal 1981? Ma andiamo, a chi la vuoi dare a bere?Il processo è stato fatto per IE contro Netscape. O al massimo per BeOS a partire da dopo metà degli anni '90.
    • Alessandrox scrive:
      Siamo piu' realisti....
      - Scritto da: TADsince1995
      Tristissimo è constatare che il successo di un
      sistema operativo è maggiore quanto è minore lo
      "sforzo" che si richiede
      all'utente...Perche' questo ti rende triste? E' normale, e' come essere tristi a causa della legge di gravita' o dei principi della termodinamica... non ha molto senso: uno sforzo di apprendimento maggiore, oltre alla fatica intellettuale in se, richiede anche piu' tempo, tempo sottratto ad altre attivita'; se l' utente e' uno smanettone o ha intenzione di diventare un professionista del settore allora lo sforzo sara' maggiormente giustificato (e magari apprezzato), altrimenti e' solo inutile perdita di tempo. La vita e' fatta anche di praticita' non esistono solo gli ideali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siamo piu' realisti....
        - Scritto da: Alessandrox
        - Scritto da: TADsince1995


        Tristissimo è constatare che il successo di un

        sistema operativo è maggiore quanto è minore lo

        "sforzo" che si richiede

        all'utente...

        Perche' questo ti rende triste? E' normale, e'
        come essere tristi a causa della legge di
        gravita' o dei principi della termodinamica...
        non ha molto senso: uno sforzo di apprendimento
        maggiore, oltre alla fatica intellettuale in se,
        richiede anche piu' tempo, tempo sottratto ad
        altre attivita'; se l' utente e' uno smanettone o
        ha intenzione di diventare un professionista del
        settore allora lo sforzo sara' maggiormente
        giustificato (e magari apprezzato), altrimenti e'
        solo inutile perdita di tempo. La vita e' fatta
        anche di praticita' non esistono solo gli
        ideali.Parole sante.
    • avvelenato scrive:
      Re: Lo "sforzo"...
      - Scritto da: TADsince1995
      Ma Microsoft è riuscita nel suo intento:
      trasformare il PC in un elettrodomestico alla
      stregua di un videoregistratore, a far crollare
      la competenza, la curiosità e la capacità di
      critica dell'utente e a prenderne il controllo.
      E' riuscita a volgarizzare
      l'informatica.
      In effetti non ho mai capito perché le cose debbano essere così semplici, cioé, adesso vorrei farmi un frappé alla banana, ma perché non posso usare il frullatore da terminale? Perché mai la maledetta Moulinex non mi ha dato la possibilità di usare il frullatore da terminale? Perché deve far crollare la competenza, la curiosità, e la capacità critica dell'utente!? Perché deve volgarizzare così l'arte culinaria!? IO VOGLIO POTER FARMI UNO SCRIPTINO IN BASH PER FARMI IL MIO FRAPPE', E CHI NON SA FARSI LO SCRIPTINO IL FRAPPE' SE LO SOGNA!Maledetta Moulinex!
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo "sforzo"...
        - Scritto da: avvelenato....E CHI NON SA FARSI LO SCRIPTINO IL
        FRAPPE' SE LO
        SOGNA!
        Maledetta Moulinex!Beh è proprio qui il succo!L'aver escluso a priori l'utenza "avanzata" da un uso più cosciente e capace dell'"elettrodomestico" PC in nome della semplicità.Linux mi da ancora questa scelta:facile con GUI e ammenicoli varidifficile senza GUI e con millemila opzioniAlla fine sono io che scelgo come fare. Non mi viene imposto dal sistema.Inoltre Linux non ha la presunzione di sapere cosa VOGLIO fare ancor prima che io lo decida.Windows invece già sa cosa l'utente pensa di voler fare e lo fa al posto suo. Ed io questo fatto proprio non lo reggo. Mi da sui nervi. Non per "religione" semplicemente mi sento scavacato nelle mie capacità decisionali da un affare che non nemmeno sa cosa sia una decisione e la cosa mi irrita oltremodo. Tutto qui.
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...

          - finita l'installazione, ho aperto il file
          xorg.conf e ho cambiato la
          riga
          Driver"nv"
          con
          Driver"nvidia"
          la risoluzione 1024x768 esra prima e 1024x768 era
          dopo con i nuovi
          driver.Caspita... una cosa semplicissima. Nel 2006 hai dovuto editare un file di testo per cambiare i driver.Ora mi spieghi chi ti ha spiegato come cambiare i driver?
          Questa me la spieghi? Xché meno cose?Probabilmente ha provato a mettere la risoluzione a 1280...
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            L'installazione dei driver nvidia e' di una banalita' allucinante,come cliccare sul file setup.exe.Per quando riguarda la risoluzione basta editare il file xorg.conf...e non ci vuole molto per capire come farlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo "sforzo"...
            - Scritto da:
            L'installazione dei driver nvidia e' di una
            banalita' allucinante,come cliccare sul file
            setup.exe.
            Per quando riguarda la risoluzione basta editare
            il file xorg.conf...e non ci vuole molto per
            capire come
            farlo.certo la gente negli uffici, le casalinghe, i ragionieri, i grafici, i contabili, le segretarie, gli avvocati, i giornalisti, ecc ecc ecc, editano tutti i giorni i file di configurazione
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo "sforzo"...

          Linux mi da ancora questa scelta:
          facile con GUI e ammenicoli varibhuauhauahttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1640429&id=1639388&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo "sforzo"...
      - Scritto da: TADsince1995
      Tristissimo è constatare che il successo di un
      sistema operativo è maggiore quanto è minore lo
      "sforzo" che si richiede
      all'utente...Beh, Apple ci ha fatto la sua piccola/grande fortuna con i suoi OS "a prova di stupido", già ai tempi dell'unibersità, 8-10 anni fa, erano i computer preferiti dai prof (in quanto incapaci, in media) perchè bastava fare il clicca-clicca, al resto ci pensava zio giobbe.Comunque Linux diventerà un sistema di largo utilizzo SOLO quando sarà facile usarlo almeno quanto lo è windows (che da lo stesso filo da torcere a tanti utonti, dove c'è gente che dice: "apro internet" per dire che apre il browser, e pensa che internet explorer stesso sia internet), o osx.Negli anni ho provato alcune distro di Linux, alla fine degli anni 90 erano proprio un obbrobrio inutilizzabile, solo i mega esperti potevano usarlo. Poi sono arrivate le distro tipo mandrake ecc, l'ho installata su un pc (recuperato ma usabile - pentium 800mhz con 512 di ram) e mi sono forzato ad utilizzarlo come appoggio per le email, chat, navigazione, ecc, e risolvere tutti i piccoli problemi che potevano presentarsi. Solo che ogni volta che dovevo fare qualcosa che di solito faccio in 10 minuti ci mettevo 2 ore, per esempio installare un messenger (mi pare gaim), l'ho scaricato dal sito perchè non era incluso nei pacchetti, ho dovuto imparare come si compila un programma e tutta la procedura a LINEA DI COMANDO, faccio l'installazione e bum! Errore, manca la libreria casa-del-diavolo-v1.2.32.1, cerca la libreria, scaricala, installa (altra procedura a linea di comando), compilazione e messaggi vari che scorrono sullo schermo e bum! Errore, manca la libreria chitemmuort-v2.3.2.1.2, cerca la liberia, scarica e installa, poi installa la precedente, poi installa gaim, e poi incasinamento, tutte queste mezze installazioni hanno incasinato tutto non si installa più il programma, io non so che fare, dove cercare, come regolarmi.Stesso procedimento per altri programmi e problematiche varie di accesso ai file, metà delle periferiche che ho non funzionano o funzionano male (stampanti, scanner, aggeggi vari), ecc, ecc, ecc.Beh dopo 3-4 settimane l'ho formattato e c'ho messo windows 2000, e vi devo dire la verità ho sentito una liberazione (anche se in teoria dovrebbe essere l'opposto), ogni volta che usavo linux era un calvario, un continuo enigma, sempre lì a risolvere rebus e cercare di capirci qualcosa, e nel 50% dei casi non riuscivo a fare quel che volevo fare perchè, pur provandoci per ore, era troppo complesso o non avevo le conoscenze adatte.Secondo voi un sistema così potrà mai essere di largo utilizzo? Non penso proprio.C'è gente che il pc lo deve usare per i propri scopi, e NON vuole diventare un sysadmin, se vuole un programma lo scarica e con due clic lo installa e funziona, vuole che ci sia un eventuale supporto e un'azienda cui far riferimento, ecc, e non c'è storia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo "sforzo"...
      Devi andare da Milano a Biella.Le opzioni sono tre.1- Prendi la bici e pedali, non paghi niente ma fai molta fatica.2- Prendi un mezzo pubblico e paghi il biglietto. non fai fatica ma paghi.3- Prendi un mezzo pubblico senza pagare il biglietto. Non paghi e non fai fatica.Tutto questo per dire:1- Usi Linux2- Paghi Windows3- Pirati Windows
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo "sforzo"...
        - Scritto da:
        Devi andare da Milano a Biella.
        Le opzioni sono tre.

        1- Prendi la bici e pedali, non paghi niente ma
        fai molta
        fatica.
        2- Prendi un mezzo pubblico e paghi il biglietto.
        non fai fatica ma
        paghi.
        3- Prendi un mezzo pubblico senza pagare il
        biglietto. Non paghi e non fai
        fatica.

        Tutto questo per dire:

        1- Usi Linux
        2- Paghi Windows
        3- Pirati Windowsquante baggianate gratuite e mendaci
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo "sforzo"...
      - Scritto da: TADsince1995
      Tristissimo è il vedere che Windows ha maggiore
      successo dove è più
      copiato.

      Tristissimo è constatare che il successo di un
      sistema operativo è maggiore quanto è minore lo
      "sforzo" che si richiede
      all'utente...tristissimo è constatare che non ci avete capito niente di informatica... fortuna che siete solo degli sviluppatori, anche se questo non giustifica il vostro odio verso il software commerciale, mentre preferite invece il software che si regala alla genteè come se gli avvocati si preoccupassero di non far pagar nulla ai loro clienti perchè voglio salvare l'umanitàpovera informatica delle banane
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo "sforzo"...
      - Scritto da: TADsince1995
      Tristissimo è il vedere che Windows ha maggiore
      successo dove è più
      copiato.

      Tristissimo è constatare che il successo di un
      sistema operativo è maggiore quanto è minore lo
      "sforzo" che si richiede
      all'utente...

      Lo "sforzo" diminuisce, la consapevolezza pure e
      aumenta il potere del monopolista e sempre più il
      computer verrà visto come una misteriosa macchina
      a scatola chiusa con 3 o 4 grossi pulsanti
      colorati su cui
      pigiare...è così dappertutto.se la gente non percepisce il desiderio e la necessità della qualitàguarda nella musicanell'arte in generalenella lingua, nello scrittonella letteratura di consumonella fotografianella cucinanei film al cinemanelle automobilinella telefonia cellulareè così dappertuttoe in giro ho persino visto due comici prendere per il culo chi cercava di approfondire l'argomento "qualità" in qualsiasi settore della propria vita.sai che risate.
      Quando fino a un decennio fa c'erano tanti
      sistemi tra cui SCEGLIERE l'utente aveva la
      consapevolezza e il potere di scelta, era
      l'utente ad avere l'interesse a conoscere come
      far funzionare quella macchina, i corsi di Basic
      in regalo col commodore64 erano considerati un
      regalo
      meraviglioso.si ma quanti erano quelli che stavano a programmare veramente?quasi tutti quelli, oggi sono laureati in informatica ... quelli che invece imparavano la combinazione veloce per caricare i giochi E BASTA, sono passati velocemente a sistemi più semplici del C64 per giocare.poi magari sono degli dei della copia e sono aggiornatissimi ... (vi ricordate il mitico COPYIIPC ? o DD per i dischetti?)
      Ma Microsoft è riuscita nel suo intento:
      trasformare il PC in un elettrodomestico alla
      stregua di un videoregistratore, a far crollare
      la competenza, la curiosità e la capacità di
      critica dell'utente e a prenderne il controllo.pensa in quante aree dello scibile (e fruibile) umano è successo... se non apprezzi la qualità, o comunque scendi facilmente a compromessi, per te sarà importante un risultato sicuro, mediocre ma sicuro, e facile e veloce da ottenere.qualsiasi sia il tuo mestiere e qualsiasi sia la tua passione vedrai che succede in tutto.e se approfondisci sei noioso, sei uno spaccamaroni, sei un pignoletto, fai perdere tempo, iohovogliadifarealtronondistareliastudiareufpoi vedi gente che fa foto col cellulare e viene da te "che sai de fotosciop" per farle ingrandire perchè ha visto sul filme de tommecruise che si poteva col compiuter ingrandire perfettamente e vedere il culo della mosca anche se hai scattato a 20 km di distanza col cellulare a 2mpx
      E' riuscita a volgarizzare
      l'informatica.questo è successo dappertutto.e il problema è che chi comanda ora crede di sapere, di avere competenza.ovvero chi ha in mano anche la tua possiblità di crescita professionale.
      E oggi i pc hanno (quasi) tutti lo stesso sistema
      operativo della stessa software
      house.

      Per la gioia degli utenti che così non si
      "sforzano" di capire quello che hanno
      comprato.il problema è che questo sarebbe lo stesso "credo" dell'utente mac.eppure non la vediamo in questo modo con loro... come mai?estremismo?
      E' chiaro che è ancora lontano il tempo in cui
      linux darà filo da torcere a MS nel settore
      desktop, non c'era bisogno di uno studio per
      affermarlo, ma per fortuna la soglia d'ingresso a
      linux si sta abbassando e, comunque, sembra che
      l'interesse a imparare qualcosa di informatica
      anche ai non addetti ai lavori stia
      rinascendo...ma dove?da imparare e da approfondire ce ne sarebbe anche in win... eppure c'è gente che pensa che la linea di comando non esista in win... (e invece in Vista era prevista una sezione appositamente studiata... poi è andata affanzum, ma c'era!)
  • Anonimo scrive:
    PARRUCCONI MASTERIZZATI
    Li pagano fior di milionate di Euro per sparare cazzate di norma sonoramente smentite nell' arco dell' anno.
    • Anonimo scrive:
      Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
      dici che in un anno tutti avranno linux sul pc? non ci credo
      • Anonimo scrive:
        Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
        - Scritto da:
        dici che in un anno tutti avranno linux sul pc?
        non ci
        credonon sanno cosa si perdono :-)(linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          dici che in un anno tutti avranno linux sul pc?

          non ci

          credo

          non sanno cosa si perdono :-)
          (linux)O sanno benissimo cosa perderanno... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
      - Scritto da:
      Li pagano fior di milionate di Euro per sparare
      cazzate di norma sonoramente smentite nell' arco
      dell'
      anno.Alien, sono 8 anni che lo stai dicendo... Forse un giono, in futuro, ti andrà bene, ma per adesso abbi l'umiltà di ammettere che sono otto anni che fai previsioni sbagliate.
      • Anonimo scrive:
        Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Li pagano fior di milionate di Euro per sparare

        cazzate di norma sonoramente smentite nell' arco

        dell'

        anno.

        Alien, sono 8 anni che lo stai dicendo... Forse
        un giono, in futuro, ti andrà bene, ma per adesso
        abbi l'umiltà di ammettere che sono otto anni che
        fai previsioni
        sbagliate.Mai fatte previsioni fulminanti che mi attribuisci.I miei post testimoniano che ho sempre detto che LINUX è come un maratoneta e quindi esce alla distanza.Rimane il fatto incontrovertibile che i SW Open Source prevarranno sui WC-Closed nonostante i bastoni tra le ruote legali o meno che le multinazionali hanno messo sin' ora con leggi più o meno legali e liberticide e che tenteranno di mettere ancora in futuro.Del resto la crescita di Linux e la consapevolezza dell' esistenza di Linux ache nel paese degli ITALIOTI, notoriamente arretrato sotto ogni punto di vista escluso quello dei noti MAGNA-MAGNA che da noi imperano, ogni anno prende sempre più piede e coscienza.Intere amministrazioni publiche di interi Paesi stanno adottando Linux e i SW Open Source negli ultimi anni, intere Nazioni hanno posto come problema nell IT delle loro PA l' adozione del codice aperto e degli standard aperti.E comunque non è possibile paragonare Linux ai SW microsoft; sarebbe come paragonare l' intelligenza che è condivisione a dei mercanti di bisca legalizzata.
        • Anonimo scrive:
          Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
          - Scritto da:

          Mai fatte previsioni fulminanti che mi
          attribuisci.
          I miei post testimoniano che ho sempre detto che
          LINUX è come un maratoneta e quindi esce alla
          distanza.Basta che lo faccia prima del traguardo...
          Del resto la crescita di Linux e la
          consapevolezza dell' esistenza di Linux ache nel
          paese degli ITALIOTI, notoriamente arretrato
          sotto ogni punto di vista escluso quello dei noti
          MAGNA-MAGNA che da noi imperano, ogni anno prende
          sempre più piede e
          coscienza.Già, ma sta sostituendo Unix, non Windows. E neppure competamente, visto che la quota che sta perdendo Unix se la dividono Windows e Linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Mai fatte previsioni fulminanti che mi

            attribuisci.

            I miei post testimoniano che ho sempre detto che

            LINUX è come un maratoneta e quindi esce alla

            distanza.

            Basta che lo faccia prima del traguardo...



            Del resto la crescita di Linux e la

            consapevolezza dell' esistenza di Linux ache nel

            paese degli ITALIOTI, notoriamente arretrato

            sotto ogni punto di vista escluso quello dei
            noti

            MAGNA-MAGNA che da noi imperano, ogni anno
            prende

            sempre più piede e

            coscienza.

            Già, ma sta sostituendo Unix, non Windows. E
            neppure competamente, visto che la quota che sta
            perdendo Unix se la dividono Windows e
            Linux.Mi pare che intere amministrazioni pubbliche di città Europee e non Europee, scuole, varie Istituzioni, nonche Nazioni intere hanno piantanto MICROSOFT anche nei desk-top e sono migrate a Linux e all' Open Source.Informati meglio, basta leggere PI e fare ricerche in Internet non c' è nulla di nascosto.
        • Anonimo scrive:
          Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Li pagano fior di milionate di Euro per
          sparare


          cazzate di norma sonoramente smentite nell'
          arco


          dell'


          anno.



          Alien, sono 8 anni che lo stai dicendo... Forse

          un giono, in futuro, ti andrà bene, ma per
          adesso

          abbi l'umiltà di ammettere che sono otto anni
          che

          fai previsioni

          sbagliate.

          Mai fatte previsioni fulminanti che mi
          attribuisci.
          I miei post testimoniano che ho sempre detto che
          LINUX è come un maratoneta e quindi esce alla
          distanza.
          E comunque non è possibile paragonare Linux ai SW
          microsoft; sarebbe come paragonare l'
          intelligenza che è condivisione a dei mercanti di bisca legalizzata.Alien torna su Codice aperto...(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: PARRUCCONI MASTERIZZATI
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Li pagano fior di milionate di Euro per
          sparare


          cazzate di norma sonoramente smentite nell'
          arco


          dell'


          anno.



          Alien, sono 8 anni che lo stai dicendo... Forse

          un giono, in futuro, ti andrà bene, ma per
          adesso

          abbi l'umiltà di ammettere che sono otto anni
          che

          fai previsioni

          sbagliate.

          Mai fatte previsioni fulminanti che mi
          attribuisci.
          I miei post testimoniano che ho sempre detto che
          LINUX è come un maratoneta e quindi esce alla
          distanza.
          Rimane il fatto incontrovertibile che i SW Open
          Source prevarranno sui WC-Closed nonostante i
          bastoni tra le ruote legali o meno che le
          multinazionali hanno messo sin' ora con leggi più
          o meno legali e liberticide e che tenteranno di
          mettere ancora in
          futuro.
          Del resto la crescita di Linux e la
          consapevolezza dell' esistenza di Linux ache nel
          paese degli ITALIOTI, notoriamente arretrato
          sotto ogni punto di vista escluso quello dei noti
          MAGNA-MAGNA che da noi imperano, ogni anno prende
          sempre più piede e
          coscienza.
          Intere amministrazioni publiche di interi Paesi
          stanno adottando Linux e i SW Open Source negli
          ultimi anni, intere Nazioni hanno posto come
          problema nell IT delle loro PA l' adozione del
          codice aperto e degli standard
          aperti.
          E comunque non è possibile paragonare Linux ai SW
          microsoft; sarebbe come paragonare l'
          intelligenza che è condivisione a dei mercanti di
          bisca
          legalizzata.Linux è un maratoneta come Prodi che in campagna elettorale tutti i TG e giornali davano per grande atleta dalla forza sovrumana? Oh, allora può anche essere che vinca il mercato e tutti lo usino, poi bisogna vedere che fanno quando si accorgono della sola...
  • Anonimo scrive:
    2 domande
    1) Ms per caso finanzia Harward ?2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto conto di tutti i progetti stile Ubuntu , sicuri che solo "la semplicità" sarà la chiave di scelta?
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 domande
      - Scritto da:
      1) Ms per caso finanzia Harward ?e ti pareva. Chiunque dica una cosa a favore di Microsoft deve necessariamente esserne un dipendente o prenderne i soldi.
      2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto
      conto di tutti i progetti stile Ubuntu , sicuri
      che solo "la semplicità" sarà la chiave di
      scelta?Ubuntu è più semplice rispetto agli altri del passato ma è ancora troppo complesso per un utente alle prime armi. Si usa facilmente, ma le installazioni non lo sono altrettanto.Ho fatto una prova proprio con Ubuntu installando alcuni software. Non una icona sul desktop o in un qualsiasi altro posto raggiungibile facilmente. Ho dovuto sfogliare le cartelle, trovarmi l'eseguibile e creare un collegamento sul desktop. Sono sicuro che ci sia un sistema più semplice, ma non era a portata di mano. Per non parlare dell'aggiornamento dei driver (leggete la pagina di installazione dei driver ATI ed Nvidia). Linux è semplice finchè devi usare ciò che già c'è. Aggiungere programmi, aggiornare driver o cambiare settaggi sono cose non proprio sotto gli occhi di tutti. Mi sembra incredibile che ancora non ci si riesca
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande

        e ti pareva. Chiunque dica una cosa a favore di
        Microsoft deve necessariamente esserne un
        dipendente o prenderne i
        soldi.Mica tanto a favore. In pratica hanno detto che Windows resterà predominante finchè la Microsoft riuscirà a farlo installare dai produttori di pc su tutti i modelli in vendita.
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande
        - Scritto da:
        Ho fatto una prova proprio con Ubuntu installando
        alcuni software. Non una icona sul desktop o in
        un qualsiasi altro posto raggiungibile
        facilmente. Ho dovuto sfogliare le cartelle,
        trovarmi l'eseguibile e creare un collegamento
        sul desktop.
        Il tastino installa e rimuovi applicazioni? Questo sconosciuto? Che applicazione era?
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande
        - Scritto da: Basterebbero 5
        miunti per conoscere le principali differenze ed
        evitare questi
        problemi...5 minuti che consiglio di impiegare leggendo la breve e ben fatta guida in italiano (pdf o html) di ubuntu desktop.Anche la guida ubuntu-server è molto ben fatta e la consiglio a chiunque voglia sapere usare un po' meglio il proprio strumento.
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 domande
          - Scritto da:
          5 minuti che consiglio di impiegare leggendo la
          breve e ben fatta guida in italiano (pdf o html)
          di ubuntu
          desktop.Peccato che Ubuntu non riconosca la scheda video di un paio dei miei vecchi pc mentre XP sì.Meno religione...
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            5 minuti che consiglio di impiegare leggendo la

            breve e ben fatta guida in italiano (pdf o html)

            di ubuntu

            desktop.

            Peccato che Ubuntu non riconosca la scheda video
            di un paio dei miei vecchi pc mentre XP
            sì.

            Meno religione...Più driver liberi!Hai cercato su qualche forum se qualcun'altro ha il tuo problema?
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande

            Più driver liberi!
            Hai cercato su qualche forum se qualcun'altro ha il tuo problema?
            Usando windows ovviamente che andare nei forum senza scheda video è piuttosto complesso.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            5 minuti che consiglio di impiegare leggendo la

            breve e ben fatta guida in italiano (pdf o html)

            di ubuntu

            desktop.

            Peccato che Ubuntu non riconosca la scheda video
            di un paio dei miei vecchi pc mentre XP
            sì.

            Meno religione...Hai fatto partire la live o l'hai proprio installata? Spesso l'installazione riconosce meglio l'hardware rispetto alla live
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande
        - Scritto da:
        Ubuntu è più semplice rispetto agli altri del
        passato ma è ancora troppo complesso per un
        utente alle prime armi. Si usa facilmente, ma le
        installazioni non lo sono
        altrettanto....ehehe, perchè sotto windows si è abituati ancora a scaricare dai siti e fare setup o install di un file per installare il sw... in Linux i pacchetti sono nei repository della distribuzione, si fà il segno di spunta su quello che si vuole installare e il programma viene scaricato e installato sul pc.Senza contare che in questo modo gli aggiornamenti di sistema non riguardano solo il sistema operativo ma tutto il software che la distribuzione supporta; cioè quando fai un aggiornamento di sistema ti aggiorna anche l'eventuale software che hai già installato (es. openoffice, firefox, scite e via dicendo): il tutto tramite un'iconcina chiamata "Update"ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 domande
          Infatti, l'unico scoglio, per il neofita, è che su certe distro dovrà aggiungere nella configurazione i repository aggiuntivi per il SW che per un qualche motivo la distro non include in quelli principali.
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande
        Questo sistema per installare applicazioni È standard, ed è usato da Debian e tutte le distribuzioni derivate, che sono tante. Un sistema molto simile è usato da Mandrake e distribuzioni derivate, che sono pure tante. Insieme si copre un buon 90% (dico ad occhio) degli utenti Linux, e anche di più fra quelli alle prime armi.Il sistema dunque è standard, semplicemente è diverso da quello usato su Windows. Così come è ancora diverso da quello usato su Mac.
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 domande
          balle, un sistema basato su repository remote è una gran cazzata. Va bene come servizio in più per gli aggiornamenti, ma ci deve essere anche un installer decente che partendo da un file unico che coprende tutto il necessario. Sta all'istaller vedere quali sono già presenti nel sistema, quali no, e chiedere all'utente cosa fare in caso ci siano versioni più vecchie già presenti. Ci vuole tanto a fare un istaller come quello di PC-BSD o Sibylle? Eppure sono open anche loro, volendo li possono anche copiare, se non vogliono perderci tempo... A linux mi sembrano proprio miopi, altro che religione. Piuttosto sfornano 20 interfacce grafiche lasciate a metà, ma un vero istaller, completo e decente, proprio no.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:
            balle, un sistema basato su repository remote è
            una gran cazzata. Va bene come servizio in più
            per gli aggiornamenti, ma ci deve essere anche un
            installer decente che partendo da un file unico
            che coprende tutto il necessario. Sta
            all'istaller vedere quali sono già presenti nel
            sistema, quali no, e chiedere all'utente cosa
            fare in caso ci siano versioni più vecchie già
            presenti.

            Ma non è vero! Di installer (click & install) ce ne sono una marea sotto Linux, solo che non vengono usate (es. sotto debian puoi far tasto destro su un .rpm e fare l'install, ma generalmente si utilizza Alien); invece l'aggiornamento/l'installazione dei pacchetti tramite repository è molto più funzionale perchè è la distribution a verificare le librerie e la compatibilità con ciò che hai installato... non è poco
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:
            balle, un sistema basato su repository remote è
            una gran cazzata.
            Va bene come servizio in più
            per gli aggiornamenti, ma ci deve essere anche un
            installer decente che partendo da un file unico
            che coprende tutto il necessario.Figliolo, il sistema basato sul repository remoto e' decisamente migliore.Ti faccio un esempio: secondo te quanto puo' essere grande il file unico "che comprenda tutto il necessario"?
          • Riot scrive:
            Re: 2 domande

            Figliolo, il sistema basato sul repository remoto
            e' decisamente
            migliore.
            Ti faccio un esempio: secondo te quanto puo'
            essere grande il file unico "che comprenda tutto
            il
            necessario"?Un esempio ancora più chiaro.Tempo fa è stato trovato un bug di sicurezza grave in una famosa ibreria di compressione file usata anche da software commerciali su windows.Su windows sono usciti patch per una miriade di programmi che correggevano questa vulnerabilità, alcuni programmi avevavano l'autoupdate altri no, quindi bisognava andare di sito in sito a scaricarli e ad installarli. Mega e mega da scaricare (cose che l'utente medio non farà mai tra l'altro trovandosi un pc vulnerabile).Su Debian (per fare un esempio, ma lo stesso vale per la gran parte delle distribuzioni), si faceva partire il solito sw di aggiornamento e veniva scaricato l'aggiornamento della sola libreria, un centinaio di kb, che si andava ad installare automaticamente pronta per essere usata da tutti i sw che ne facevano uso. Problema risolto.Qual è il sistema più semplice ed efficace?
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:

            Ti faccio un esempio: secondo te quanto puo'
            essere grande il file unico "che comprenda tutto
            il necessario"?Esattamente quanto lo sono su Win e Mac. Non vedo perchè debba essere diverso su linux.Se su linux una utility da 100 KB ha bisogno di tirarsi dietro 500 MB di roba, non è una bella utility.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Ti faccio un esempio: secondo te quanto puo'

            essere grande il file unico "che comprenda tutto

            il necessario"?

            Esattamente quanto lo sono su Win e Mac. Non vedo
            perchè debba essere diverso su
            linux.
            Se su linux una utility da 100 KB ha bisogno di
            tirarsi dietro 500 MB di roba, non è una bella
            utility.

            Scusa ma guarda che è vero il contrario :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            Ti faccio un esempio: secondo te quanto puo'


            essere grande il file unico "che comprenda
            tutto


            il necessario"?



            Esattamente quanto lo sono su Win e Mac. Non
            vedo

            perchè debba essere diverso su

            linux.

            Se su linux una utility da 100 KB ha bisogno di

            tirarsi dietro 500 MB di roba, non è una bella

            utility.





            Scusa ma guarda che è vero il contrario :-)Ma davvero ?! E le librerie di cui un programma ha dipendenza come le scarichi, per magia ? Oltretutto manco te le scarica in automatico un installatore ma devi farlo a mano.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            Ti faccio un esempio: secondo te quanto puo'



            essere grande il file unico "che comprenda

            tutto



            il necessario"?





            Esattamente quanto lo sono su Win e Mac. Non

            vedo


            perchè debba essere diverso su


            linux.


            Se su linux una utility da 100 KB ha bisogno
            di


            tirarsi dietro 500 MB di roba, non è una bella


            utility.









            Scusa ma guarda che è vero il contrario :-)

            Ma davvero ?! E le librerie di cui un programma
            ha dipendenza come le scarichi, per magia ?
            Oltretutto manco te le scarica in automatico un
            installatore ma devi farlo a
            mano.ahi ahi ahi... mai usato un linux eh?
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 domande
          - Scritto da:
          Questo sistema per installare applicazioni È
          standard, ed è usato da Debian e tutte le
          distribuzioni derivate, che sono tante. Un
          sistema molto simile è usato da Mandrake e
          distribuzioni derivate, che sono pure tante.
          Insieme si copre un buon 90% (dico ad occhio)
          degli utenti Linux, e anche di più fra quelli
          alle prime
          armi.

          Il sistema dunque è standard, semplicemente è
          diverso da quello usato su Windows. Così come è
          ancora diverso da quello usato su
          Mac.E ti sembra standard? Debian e derivate uno, Redhat e derivate un altro, Mandrake un altro ancora, Gentoo ancora diverso, slackware nemmeno ce l'ha...
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        1) Ms per caso finanzia Harward ?
        e ti pareva. Chiunque dica una cosa a favore di
        Microsoft deve necessariamente esserne un
        dipendente o prenderne i
        soldi.


        2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto

        conto di tutti i progetti stile Ubuntu , sicuri

        che solo "la semplicità" sarà la chiave di

        scelta?
        Ubuntu è più semplice rispetto agli altri del
        passato ma è ancora troppo complesso per un
        utente alle prime armi. Si usa facilmente, ma le
        installazioni non lo sono
        altrettanto.
        Ho fatto una prova proprio con Ubuntu installando
        alcuni software. Non una icona sul desktop o in
        un qualsiasi altro posto raggiungibile
        facilmente. Ho dovuto sfogliare le cartelle,
        trovarmi l'eseguibile e creare un collegamento
        sul desktop.

        Sono sicuro che ci sia un sistema più semplice,
        ma non era a portata di mano. Per non parlare
        dell'aggiornamento dei driver (leggete la pagina
        di installazione dei driver ATI ed Nvidia). Linux
        è semplice finchè devi usare ciò che già c'è.
        Aggiungere programmi, aggiornare driver o
        cambiare settaggi sono cose non proprio sotto gli
        occhi di tutti. Mi sembra incredibile che ancora
        non ci si
        riescaTanto per farti un esempio.Ho una macchina fotografica digitale Canon.Sulla mia Ubuntu non ho mai avuto problemi a verderla e scaricare le foto.Uso digikam.Su WinXp della mia ragazza:a volte non la riconosce, altre volte non scarica le foto ma rimane lì fermo.Quale è più semplice ?
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 domande
      - Scritto da:
      2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto
      conto di tutti i progetti stile Ubuntu , sicuri
      che solo "la semplicità" sarà la chiave di
      scelta?No! Infatti la gente comprerà Windows per vedere quei contenuti protetti dal DRM! Linux non potrà averli quindi è fregato in partenza!Poi che la cosa non ci piaccia...
      • TADsince1995 scrive:
        Re: 2 domande

        No! Infatti la gente comprerà Windows per vedere
        quei contenuti protetti dal DRM!Non credo proprio. Appena la gente si accorgerà di cosa significa DRM (quando questo verrà usato pesantemente sui contenuti multimediali) sul pc faranno tutti un passo indietro...
        Linux non potrà
        averli quindi è fregato in
        partenza!Tecnicamente è possibilissimo. Che poi sia assurdo è un altro paio di maniche.TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 domande
          - Scritto da: TADsince1995


          No! Infatti la gente comprerà Windows per vedere

          quei contenuti protetti dal DRM!

          Non credo proprio. Appena la gente si accorgerà
          di cosa significa DRM (quando questo verrà usato
          pesantemente sui contenuti multimediali) sul pc
          faranno tutti un passo
          indietro...Ti sbagli perchè il DRM l'avrai non solo sui pc ma anche su tutti i player non PC (compreso l'home theatre compatto). La gente si abituerà.

          Linux non potrà

          averli quindi è fregato in

          partenza!

          Tecnicamente è possibilissimo. Che poi sia
          assurdo è un altro paio di
          maniche.Problema commerciale: non sono open source e sono a pagamento quindi potranno esserci solo in una distribuzione commerciale. Nessuna differenza con Windows, quindi.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: 2 domande

            Ti sbagli perchè il DRM l'avrai non solo sui pc
            ma anche su tutti i player non PC (compreso
            l'home theatre compatto). La gente si abituerà.La scroccon-mentality è dura da abattere... D'altronde l'utenza "comune" il PC per cosa lo usa?Per navigare, per scrivere le letterine col word craccato e per scaricare musica/film ecc...Una simile percentuale d'utenza non può abituarsi così facilmente...TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da: TADsince1995
            La scroccon-mentality è dura da abattere...
            D'altronde l'utenza "comune" il PC per cosa lo
            usa?

            Per navigare, per scrivere le letterine col word
            craccato e per scaricare musica/film
            ecc...Mah... la gente verrà abituata lentamente vedrai.
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:
            Ti sbagli perchè il DRM l'avrai non solo sui pc
            ma anche su tutti i player non PC (compreso
            l'home theatre compatto). La gente si abituerà.... a farne a meno, intendi?
          • Anonimo scrive:
            Re: 2 domande
            - Scritto da:

            - Scritto da: TADsince1995[...]

            Problema commerciale: non sono open source e sono
            a pagamento quindi potranno esserci solo in una
            distribuzione commerciale. Nessuna differenza con
            Windows,
            quindi.Acrobat Reader non è Open Source, eppure lo regalano. Mistero?
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto

        conto di tutti i progetti stile Ubuntu , sicuri

        che solo "la semplicità" sarà la chiave di

        scelta?

        No! Infatti la gente comprerà Windows per vedere
        quei contenuti protetti dal DRM! Linux non potrà
        averli quindi è fregato in
        partenza!volevo solo avvertire che nel _kernel_ linux e' gia' da un po' di tempo che ci sono i driver per il supporto al drmvi state sbagliando con il trusted computing che e' un'altra cosa
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 domande
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:




          2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto


          conto di tutti i progetti stile Ubuntu ,
          sicuri


          che solo "la semplicità" sarà la chiave di


          scelta?



          No! Infatti la gente comprerà Windows per vedere

          quei contenuti protetti dal DRM! Linux non potrà

          averli quindi è fregato in

          partenza!

          volevo solo avvertire che nel _kernel_ linux e'
          gia' da un po' di tempo che ci sono i driver per
          il supporto al
          drm

          vi state sbagliando con il trusted computing che
          e' un'altra
          cosaHai ragione e torto al tempo stesso, perché non solo Linux supporta il DRM, ma anche il Trusted Computing, nella versione "standard" proposta dall'apposito consorzio, e da prima e meglio di Windows, dato che MS cerca di proporre una variante proprietaria che le major vedono come il fumo negli occhi.
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 domande
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto

        conto di tutti i progetti stile Ubuntu , sicuri

        che solo "la semplicità" sarà la chiave di

        scelta?

        No! Infatti la gente comprerà Windows per vedere
        quei contenuti protetti dal DRM! Linux non potrà
        averli quindi è fregato in
        partenza!

        Poi che la cosa non ci piaccia...Ti sbagli, perché Linux supporta il Trusted Computing da prima e meglio di Windows.
    • lucamascaro scrive:
      Re: 2 domande

      2) Con tutto il drm , e menate varie, tenuto
      conto di tutti i progetti stile Ubuntu , sicuri
      che solo "la semplicità" sarà la chiave di
      scelta?Si baseranno su una regola oramai consolidata in tutti i mercati: una volta che la tecnologia diventa scontata gli unici tre fattori caratteristici di valore aggiunto per un cliente diventano la facilità d'uso, i fattori emozionali (es il design) e le caratteristiche innovative.
      • lucamascaro scrive:
        Re: 2 domande
        - Scritto da:
        Si hai solo mancato un piccolo particolare:
        Uno dei due beni lo devi pagare e caro, l'altro è
        gratuito.Questi al momento per le grandi aziende non sono motivi abbastanza incisivi, infatti l'altro giorno stavo discutendo con un manager di una grossa società di consulenze (con centinaia di licenze attive) e il discorso che mi è stato fatto è che loro fatturano ogni dipendente tra i 120 e i 200 euro l'ora, e quindi per loro il fatto che un dipendente perda tempo perchè l'os in questione non è lo standard windows (si mi ha detto proprio standard) è un costo. In seguito la discussione è sfociata sul quanto tempo il nuovo sistema operativo permetteva di risparmiare nella configurazione dei server o delle policy aziendali tramite pannellini grafici... purtroppo la realtà per migliaia di aziende è questa, il vantaggio non sta nel costo ma nel risparmio di tempo e quindi nella produttività
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 domande
          - Scritto da: lucamascaro

          - Scritto da:

          Si hai solo mancato un piccolo particolare:

          Uno dei due beni lo devi pagare e caro, l'altro
          è

          gratuito.

          Questi al momento per le grandi aziende non sono
          motivi abbastanza incisivi, infatti l'altro
          giorno stavo discutendo con un manager di una
          grossa società di consulenze (con centinaia di
          licenze attive) e il discorso che mi è stato
          fatto è che loro fatturano ogni dipendente tra i
          120 e i 200 euro l'ora, e quindi per loro il
          fatto che un dipendente perda tempo perchè l'os
          in questione non è lo standard windows (si mi ha
          detto proprio standard) è un costo. In seguito la
          discussione è sfociata sul quanto tempo il nuovo
          sistema operativo permetteva di risparmiare nella
          configurazione dei server o delle policy
          aziendali tramite pannellini grafici... purtroppo
          la realtà per migliaia di aziende è questa, il
          vantaggio non sta nel costo ma nel risparmio di
          tempo e quindi nella
          produttivitàPer le aziende vedo molto più praticabile continuare a usare Windows per le cose per cui già lo usano, ma smettere subito di usare IE e OE e usare Office per cui già abbiano la licenza finché è adeguato alle loro esigenze, in seguito non acquistare upgrade o nuove licenze, ma passare a OpenOffice.Un approccio "soft", che permette di non dover sborsare più niente a MS e di minimizzare la dipendenza da essa. Contemporaneamente, col passaggio da IE 6.x e OE a FF o Opera e a TB o altro client di Posta, non solo non si creano scompensi all'utente, ma gli si offrono mezzi altrettanto o più user-friendly e con molte più features interessanti. Infine, supponendo che l'azienda abbia un parco installato di vecchie versioni di Office, non dell'ultima versione uscita, sostituirlo con OpenOffice quando arriva il momento di pensionarlo, provocherà minimo scompenso all'utente, visto che comunque la Suite Open Source, in parte "insegue" una certa equivalenza di funzioni e compatibilità di formati con le versioni già esistenti di Office, inparte estende e raffina le proprie peculiarità di versione in versione, ma di certo, per l'uso "basico" dello word processor, non venitemi a dire che il passaggio a OpenOffice è uno sconvolgimento, si usa senza problemi, per gli usi più avanzati, visto e considerato che le aziende non vogliono dover riaddestrare il personale più volte del dovuto, difficilmente "inseguiranno" ogni nuova versione di Office, ma quando di tanto in tanto per limiti d'età si decidono a upgradare la suite, le differenze sono ormai tante che un riaddestramento è comunque necessario sia passando a una nuova versione di Office che di OpenOffice.
    • Kirisuto scrive:
      Re: 2 domande
      In realtà quello studio dà pessime notizie a MS, basta leggere fra le righe e anche fare una deduzione logica alla fine: lo studio infatti identifica dei fattori chiave che per ora e nel futuro prossimo favoriscono MS, ma sono fattori assolutamente NON immutabili, di cui quindi MS da un momento all'altro potrebbe dover fare a meno.
  • Anonimo scrive:
    Bah! Più perplesso che persuaso.
    Intanto si tratta di un'analisi economica fatta da economisti.Non vedo quindi quali parametri tecnici abbiano potuto tenere in considerazione.Ad esempio manca completamente una considerazione sulla sicurezza dei prodotti targati MS, sul malware che li affligge e sul costo che rappresentano per le PA (che potrebbero quindi, come è già successo, decidere di passare ad altro).Poi non si tiene conto delle possibili (ormai programmate) blindature in chiave Palladium, che non potrà far altro che allontanare una fetta di utenza.Infine manca una considerazione sull'evoluzione che Linux e l'opensource segue ormai costantemente.Se ad esempio si va a guardare una qualsiasi distribuzione di 2-3 anni fa e la si mette a confronto con una di adesso, non si può fare a meno di notare che quelle odierne sono molto più semplici da usare, da installare e da gestire. Perché questo processo di semplificazione dovrebbe fermarsi?Insomma mi sembra più un analisi sul perché MS sia prima oggi e sul perché il pinguino continua a crescere, non un'analisi sul futuro dei due prodotti.Insomma, mi hanno lasciato più perplesso che persuaso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah! Più perplesso che persuaso.
      - Scritto da:
      Intanto si tratta di un'analisi economica fatta
      da
      economisti.

      Non vedo quindi quali parametri tecnici abbiano
      potuto tenere in
      considerazione.

      Ad esempio manca completamente una considerazione
      sulla sicurezza dei prodotti targati MS, sul
      malware che li affligge e sul costo che
      rappresentano per le PA E infatti, chi lo ha fatto, non arriva a dire che "Linux non costa niente e partiamo dall'assunto che i costi di mantenimento del sistema siano identici a quelli di Windows" , ma sostiene numeri alla mano che Linux ha un TCO maggiore e che il guadagno in termini di risparmio sulle licenze viene presto annullato da tali costi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bah! Più perplesso che persuaso.

        E infatti, chi lo ha fatto, non arriva a dire che
        "Linux non costa niente e partiamo dall'assunto
        che i costi di mantenimento del sistema siano
        identici a quelli di Windows" , ma sostiene
        numeri alla mano che Linux ha un TCO maggiore e
        che il guadagno in termini di risparmio sulle
        licenze viene presto annullato da tali
        costi.E questa dove l'hai letta? Su "get the facts" della Microsoft??? Non diciamo balle!Sarà anche che linux è più difficile.... ma da qui a dire che il risparmio viene annullato dal TCO significa non sapere d ciò di cui si parla!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bah! Più perplesso che persuaso.
      - Scritto da:

      Se ad esempio si va a guardare una qualsiasi
      distribuzione di 2-3 anni fa e la si mette a
      confronto con una di adesso, non si può fare a
      meno di notare che quelle odierne sono molto più
      semplici da usare, da installare e da gestire.E ci mancherebbe pure. Ma diciamola tutta: non poteva che migliorare, da quersto punto di vista. E ancora ne deve fare di strada per essere consumer-ready.
      Perché questo processo di semplificazione
      dovrebbe
      fermarsi?MS è molto migliorata sul lato della sicurezza. Perché tale processo dovrebbe fermarsi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bah! Più perplesso che persuaso.
        Cheeeeeeeeeeee, doveeeeeeeee, quandooooo!Winzozz è sempre winzozz, senza antivirus e firewall installati e attivati prima di andare in rete viene infettato.Per non parlare delle falle nella navigazione con IE.XP SP2 è sempre lo stesso. Quando lo installi prima di metterlo in rete devi inserire il CD con tutto il software di aggiornamento e protezione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bah! Più perplesso che persuaso.


          XP SP2 è sempre lo stesso. Quando lo installi
          prima di metterlo in rete devi inserire il CD con
          tutto il software di aggiornamento e
          protezione.
          E allora? Questo per te è un grosso problema? Quanto tempo perdi per far funzionare tutto con Linux?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bah! Più perplesso che persuaso.
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        Se ad esempio si va a guardare una qualsiasi

        distribuzione di 2-3 anni fa e la si mette a

        confronto con una di adesso, non si può fare a

        meno di notare che quelle odierne sono molto più

        semplici da usare, da installare e da gestire.

        E ci mancherebbe pure. Ma diciamola tutta: non
        poteva che migliorare, da quersto punto di vista.
        E ancora ne deve fare di strada per essere
        consumer-ready.Mai provato una Kubuntu?Dalla Dapper è tutta un'altra storia!!!Ora sto testando la edgy eft... è molto simile alla dapper ma ancora più semplice da gestire.Giusto un link per chi volesse provare la kubuntu:http://na.mirror.garr.it/mirrors/ubuntu-releases/kubuntu/6.06.1/(ognuno scelga la versione che preferisce)Qualche screenshot:http://shots.osdir.com/slideshows/slideshow.php?release=731&slide=4&title=kubuntu+6.10+knot+2+screenshotsMaggiori info: http://www.kubuntu.orgbye
        • Anonimo scrive:
          Re: Bah! Più perplesso che persuaso.
          Personalmente ho sempre usato Win ma devo dire che per fare certe cose (es webserver ecc) è meglio linux.Ho provato qualche distro e mi sono trovato molto bene con la fedora core.Certo di strada ne ha molta da fare ma sta recuperando velocemente terreno..In definitiva, vedendo la questione da profano, dico che non c'è differenza d'apprendimento tra i 2 OS. Win lo vedo bene per giocare (a questo punto meglio usare una consolle), mentre linux per l'uso comune va più che bene.
  • Anonimo scrive:
    e ci volevano loro per dirlo?
    mi pare già sotto gli occhi di tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: e ci volevano loro per dirlo?
      - Scritto da:
      mi pare già sotto gli occhi di tutti.Mi sa che per te è ora di cambiare lenti!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: e ci volevano loro per dirlo?
        io non vedo in giro un linux installato a pagarlo oro. Lo hanno solo i patiti di informatica
      • Anonimo scrive:
        Re: e ci volevano loro per dirlo?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        mi pare già sotto gli occhi di tutti.

        Mi sa che per te è ora di cambiare lenti!!!E per te di cambiare cervello se non ti eri ancora accorto di ciò che il mercato vuole.
      • Anonimo scrive:
        Re: e ci volevano loro per dirlo?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        mi pare già sotto gli occhi di tutti.

        Mi sa che per te è ora di cambiare lenti!!!Ma per te e' ora di uscire dalla cantina...
Chiudi i commenti