REALbasic gratis agli utenti Delphi

L'offerta arriva da REAL Software e Active


Gorizia – Su iniziativa del distributore italiano Active , REAL Software offre a tutti gli utenti Delphi di Borland la possibilità di ricevere gratuitamente sino al 28 febbraio 2006 una licenza gratuita di REALbasic 2006 per Windows edizione standard.

La mossa segue da vicino l’ annuncio con cui Borland ha comunicato l’intenzione di vendere tutti i suoi ambienti di sviluppo integrati, incluso il famoso Delphi.

“REAL Software è focalizzata unicamente sul mercato degli strumenti di sviluppo,” ha dichiarato Geoff Perlman, presidente e CEO di REAL Software. “Comprendiamo le preoccupazioni che affliggono gli sviluppatori quando lo strumento di sviluppo che usano non viene più supportato. L’unico obiettivo di REALbasic continua ad essere la realizzazione dei migliori strumenti possibili per il RAD (Rapid Application Development). Diamo il benvenuto agli utenti Delphi di Borland che in REALbasic possono trovare un ambiente di sviluppo object-oriented per la realizzazione di applicazioni cross-platform che effettivamente funzionano”.

Gli utenti Delphi possono richiedere una copia gratuita di REALbasic con sei mesi di aggiornamenti gratuiti registrandosi in questa pagina . Qui è anche possibile trovare maggiori informazioni sul software e una comparazione con Delphi.

Normalmente il prezzo di REALbasic per Windows e Mac parte da 99,95 euro. REALbasic per Linux Standard Edition è invece disponibile gratuitamente qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    a cosa serve allora la firma digitale?
    ma se uno deve andare di persona negli uffici allora che senso ha la firma digitale? non sostituisce al 100% la firma autografa?qui però funziona e si usa....http://punto-informatico.it/p.asp?i=57917&r=PI
  • dudados scrive:
    Che razza di sito...
    Sto dando adesso uno sguardo al sito del "commissariato on-line"... Sostanzialmente si tratta di una grossa applet Java, strabordante di foto (inutili); ci mette un mare di tempo a caricare con una connessione a banda larga (quindi hanno tagliato fuori i possessori di pc "non più modernissimi", quelli con una connessione lenta, e quelli che per un motivo o un altro non hanno installato la JRE... tutti utenti insomma che non dovrebbero accedere ad un servizio così "moderno") e ha mandato in crash firefox 1.5. Alla fine del caricamento, quello che viene fuori dalla applet è semplicemente una mappa di link in un mare di grafica scannerizzata. Inoltre, per quel poco che ho visto, la navigabilità è molto bassa.Ma quando hanno progettato e realizzato il sito, cos'è che non andava con le raccomandazioni del W3C e con il buon vecchio HTML (magari su connessione SSL)?
    • Anonimo scrive:
      Re: Che razza di sito...
      - Scritto da: dudados
      Sto dando adesso uno sguardo al sito del
      "commissariato on-line"...
      Ma quando hanno progettato e realizzato il sito,
      cos'è che non andava con le raccomandazioni del
      W3C e con il buon vecchio HTML (magari su
      connessione SSL)?chellaffattomiocuggggiiiiiinoooo
      • dudados scrive:
        Re: Che razza di sito...
        - Scritto da: Anonimo

        chellaffattomiocuggggiiiiiinooootuo cuggino allora conosce qualcuno alla pollizzia? Vorrei propormi come progettista Web... :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche questo si può?
    che bello, un link nudo e crudo.scrivici 2 righe.
  • Anonimo scrive:
    Ne stanno parlando ora al tg5
    Ovviamente danno informazioni sbagliate perché dicono che ora non ci sarà più bisogno di andare in un commissariato. Mentre la verità è che ci devi andare a formalizzare la denuncia.Le segnalazioni potranno essere fatte con un nickname, mentre le denunce dovranno essere fatte con la vera identità (e ci mancherebbe).Tronfio il giornalista ha detto qualcosa tipo: "per una volta il resto d'Europa viene dietro l'Italia"
  • Anonimo scrive:
    Re: Sfruttando google maps
    - Scritto da: Anonimo
    si potrebbe invitare i cittadini ad indicare i
    luoghi di spaccio e prostituzione nella propria
    città, nonché tutte le bancarelle che vendono
    merce contraffatta. E segnare tutto su google
    maps. Penso che con le api di google si possa
    fare.Si, così tutti sapranno dove andare a cercare... :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sfruttando google maps
    - Scritto da: Anonimo
    si potrebbe invitare i cittadini ad indicare i
    luoghi di spaccio e prostituzione nella propria
    città, nonché tutte le bancarelle che vendono
    merce contraffatta. E segnare tutto su google
    maps. Penso che con le api di google si possa
    fare.Hai idea di cosa stai proponendo?La mappa scomparirebbe e lascerebbe posto a tante punesse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sfruttando google maps
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      si potrebbe invitare i cittadini ad indicare i

      luoghi di spaccio e prostituzione nella propria

      città, nonché tutte le bancarelle che vendono

      merce contraffatta. E segnare tutto su google

      maps. Penso che con le api di google si possa

      fare.

      Hai idea di cosa stai proponendo?
      La mappa scomparirebbe e lascerebbe posto a tante
      punesse.che so'?
  • Anonimo scrive:
    Sfruttando google maps
    si potrebbe invitare i cittadini ad indicare i luoghi di spaccio e prostituzione nella propria città, nonché tutte le bancarelle che vendono merce contraffatta. E segnare tutto su google maps. Penso che con le api di google si possa fare.E aggiungo l'indirizzo di tutti i parrucchieri, dentisti, idraulici ecc... che non ti danno nessuna ricevuta di pagamento. Questo non lo metterei su google maps perché si può beccare una denuncia per diffamazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: voglio fare il pessimista..
    - Scritto da: Anonimo
    Esempi? Ad esempio quelli che frequentavano i
    newsgroup solo per dire: "ti segnalo all'abuse!",
    ora segnaleranno al 113 online, le cerniotte che
    entrano in chat ma si sentono infastidite se le
    contatti, ora ti denunceranno per molestia.. Non penso proprio che verranno prese in considerazione le segnalazioni stupide.
    • Anonimo scrive:
      Re: voglio fare il pessimista..
      -
      Non penso proprio che verranno prese in
      considerazione le segnalazioni stupide.piu che altro non vengono prese in considerazione proprio.Queste ,come le "denunce via web" , acquistano valore legale solo se formalizzate davanti a un ufficiale di P.S. fisico. Ergo non e' che serva a molto...
  • Anonimo scrive:
    Re: voglio fare il pessimista..
    - Scritto da: Anonimo
    Visto che in questo modo è fin troppo facile
    segnalare, già mi immagino la quantità di
    segnalazioni e denunce fatte solo per vendetta o
    per ignoranza. E' vero che la calunnia è un
    reato, ma molta gente non sa il rischio che corre
    a far denunce false e comunque, durante le
    indagini il calunniato passerà comunque dei guai.


    Esempi? Ad esempio quelli che frequentavano i
    newsgroup solo per dire: "ti segnalo all'abuse!",
    ora segnaleranno al 113 online, le cerniotte che
    entrano in chat ma si sentono infastidite se le
    contatti, ora ti denunceranno per molestia..

    Vabbè, siamo seri... i più attivi saranno
    sicuramente il MOIGE e pretozzi vari, che si
    accaniranno su ogni cosa potenzialmente
    pericolosa per i bambini...A quando Don Fortunato sotto processo per calunnia? :D
  • Anonimo scrive:
    Anche questo si può?
    http://www.codiceaperto.org/forum/viewtopic.php?t=18478
  • Anonimo scrive:
    voglio fare il pessimista..
    Visto che in questo modo è fin troppo facile segnalare, già mi immagino la quantità di segnalazioni e denunce fatte solo per vendetta o per ignoranza. E' vero che la calunnia è un reato, ma molta gente non sa il rischio che corre a far denunce false e comunque, durante le indagini il calunniato passerà comunque dei guai. Esempi? Ad esempio quelli che frequentavano i newsgroup solo per dire: "ti segnalo all'abuse!", ora segnaleranno al 113 online, le cerniotte che entrano in chat ma si sentono infastidite se le contatti, ora ti denunceranno per molestia.. Vabbè, siamo seri... i più attivi saranno sicuramente il MOIGE e pretozzi vari, che si accaniranno su ogni cosa potenzialmente pericolosa per i bambini...
  • Anonimo scrive:
    Re: www.113online.com
    No.
  • Anonimo scrive:
    Re: ahòòò il link
    :@ ma che link è?? sicuri di non esservi sbagliati??
    • Anonimo scrive:
      Re: ahòòò il link
      ho verificato il link. non è attivo perchè cominciano domani.Questo è il link ufficiale della presentazione del servizio: http://www.poliziadistato.it/pds/primapagina/commissariato_online/index.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: ahòòò il link
    - Scritto da: Anonimo
    dove sta ???http://www.commissariatodips.it/
  • Anonimo scrive:
    www.113online.com
    www.113online.com
  • Anonimo scrive:
    ahòòò il link
    dove sta ???
Chiudi i commenti