RealNetworks apre il codice del suo server

RealNetworks completa il suo puzzle open source e rilascia il codice sorgente dell'ultimo componente della propria piattaforma multimediale Helix. Ora tutto è pronto per lanciare la controffensiva contro i rivali


Seattle (USA) – RealNetworks ha rilasciato sul canale open source il terzo ed ultimo componente della sua giovane piattaforma per lo streaming multimediale, Helix , con la quale spera di riguadagnare terreno nei confronti di un’avversaria, Microsoft, che proprio di recente ha rilasciato la sua nuova suite di tecnologie multimediali denominata Windows Media 9 Series .

Questa volta a fare il suo ingresso nella folta schiera dei software open source è l’Helix DNA Server, ovvero il cuore aperto alla base del prodotto commerciale Universal Server lanciato da RealNetworks circa sei mesi or sono. Come il player e l’ encoder , anche il server di Helix è disponibile sia nella versione con licenza commerciale (RealNetworks Community Source License) che in quella libera da royalty (RealNetworks Public Source License).

RealNetworks sostiene che ora che tutti e tre i componenti alla base di Helix sono stati rilasciati come open source, gli sviluppatori e i produttori di device possono creare applicazioni multipiattaforma in grado di riprodurre o trasmettere contenuti digitali nei principali formati multimediali, inclusi RealAudio e RealVideo, Ogg Vorbis, Windows Media, QuickTime, MPEG-1, MPEG-2 e MP3. Manca per ora il supporto all’MPEG-4, una lacuna che RealNetworks ha giustificato con la volontà di attendere che il consorzio MPEG-LA sveli i termini delle licenze anche per quel che riguarda i sistemi di streaming.

L’azienda sostiene che sono già più di 10.000 i programmatori che si sono iscritti alla comunità per sviluppatori di Helix e, a quanto pare, il ritmo delle iscrizioni è in continua crescita.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Uomo vs Macchina...c'è di meglio!
    Anche secondo me questa sfida è inutile...o almeno è meno interessante di altre possibili sfide!Il computer cosa fa? Fa tutti i calcoli delle mosse possibili e poi decide qual'è la meno peggio e la esegue. E' veloce, certo...l'Hardware ultimamente è imparagonabile con la roba di 3 anni prima...ovvio che il computer sia straveloce.L'uomo con il suo cervello "limitato" non fa certo tutti i "calcoli" nella sua mente ma gioca di intuito, sagacia, arguzia, astuzia ed esperienza...cosa che il computer per quanto potente non puo' certo fare e anche se venisse programmato per farlo, potrebbe solo farlo per come è stato programmato e in nessun'altro modo, mentre un uomo per "sopravvivere" potrebbe inventarsi delle nuove logiche e dei nuovi concetti e rielaborare tutti i suoi credo per adattarsi alle nuove condizioni!Se l'uomo perdesse potrebbe nella sua condizione di uomo, costruire una seconda macchina piu' forte della prima che gli permetta di battere il suo nemico...il computer non puo' certo vantarsi di fare altrettanto! Ma d'altra parte perchè pretendere cose del genere da una macchina fatta per giocare a scacchi??? Parlando invece di sfide...A mio avviso sarebbe piu' interessante fare una gara tra i piloti delle migliori discipline automobilistiche facendo loro fare delle sessioni con mezzi differenti e facendo una media dei tempi per vedere chi è il "best driver " del mondo...Per esempio Colin Mc Rae potrebbe sfidare Schumacher in 3 giri di pista a Monza su una F1 "standard" e viceversa il tedesco potrebbe fare una tappa contro di lui a bordo di una WRC "standard" ...facendo le medie e aumentando il numero dei concorrenti e dei veicoli verrebbe fuori, a mio avviso, una interessante statistica oltre che ovviamente...un Best Driver!MP.
  • Anonimo scrive:
    perchè queste sfide inutili?
    è una sfida inutile, come se un cane sfidasse l'intelligenza umana nel ritrovare la strada di casa.il problema verrebbe affrontato dall'uomo in un modo (in che città mi trovo, quali mezzi di trasporto ho a disposizione, che indirizzo devo raggiungere) e dal cane in un altro (mi oriento col sole, annuso, trotterello di qua e di là e ritrovo la strada... l'ho fatta semplice perchè purtroppo non riesco ad immaginare le risorse di una mente canina).astraendo, si può dire che due intelligenze diverse affronterebbero i problemi in maniere diverse e probabilmente una sarebbe migliore per certi problemi, l'altra in altre.se cerco di fare tornare a casa il cane mettendolo al volante di un auto con navigatore satellitare, probabilmente il cane non approderebbe a nessun risultato... perchè dovrei farlo ragionare secondo i canoni dell'intelligenza umana quando ha a disposizione una diversa intelligenza?se parliamo di computer le differenze sono ancora più grandi, perchè dobbiamo considerare intelligente un computer imitando un essere umano?un computer ha una sua intelligenza, diversa dalla nostra. può anche imitare la nostra, come noi imitiamo un computer quando prendiamo carta e penna e ci mettiamo a fare operazioni matematiche, ma questo non esaurisce nè riassume la nostra intelligenza e allo stesso modo fare risolvere ad un computer problemi come giocare a scacchi, imitare una forma di vita organica ecc... non può essere un buon indice della peculiare intelligenza che può avere un computer
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè queste sfide inutili?
      Anche secondo me il problema e' mal posto .....visto che la "macchina" e' stata progettata da esseri umani ...la sfida semmai e tra un team di ingegneri sw e il campione di scacchi ......la sfida piu' giusta sarebbe tra la "macchina" e un team di campioni di scacchi ....ho i miei dubbi che vincerebbe la macchina .....se cosi' fosse il gioco degli scacchi sarebbe "solo" un gioco di logica .....cioe' un gioco stupido
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè queste sfide inutili?

        se cosi' fosse il gioco degli scacchi
        sarebbe "solo" un gioco di logica .....
        cioe' un gioco stupido non sono daccordo.definiamo intelligente solo ciò che ragiona come noi umani, definiamo non intelligente ciò che ragiona diversamente da noi, come un animale o tantopiù una macchina.ma questo sta solo ad indicare, per i problemi che usiamo come banco di prova, quanto quella intelligenza è più o meno efficiente di quella umana a risolvere il problema.invece non si tiene conto che intelligenze di tipo diverso hanno pregi e difetti diversi, non ha più di tanto senso parlare di superiore o inferiore in base ai risultati di alcuni teste soprattutto non ha senso, come si fa oggi, prendere test adatti all'intelligenza dell'uomo salvo poi scartarli se una altra intelligenza si mostra più efficiente, dichiarando che tali test sono "stupidi"quasto sta a dimostrare che definiamo intelligente solo qualcosa che ragiona come noi, qando non è affatto così, intelligenze diverse sono diverse, si possono fare paragoni molto generici per dire se una sia inferiore o superiore ma il nocciolo della questione è che tutte hanno pregi come difetti, sono, appunto, diverse, non sono lo stesso tipo di intelligenza più o meno sviluppata.dare per scontato che il nostro modo di ragionare sia l'unico accettabile e creare l'intelligenza artificiale a nostra immagine e somiglianza è un grosso errore e un grosso limite allo sviluppo
        • Anonimo scrive:
          Re: perchè queste sfide inutili?
          antani ....a volte a destra ....a volte a sinistra ...
          • Anonimo scrive:
            Re: perchè queste sfide inutili?
            - Scritto da: Anonimo
            antani ....
            a volte a destra ....
            a volte a sinistra ...tapioca la pia come se fosse antani?stupidità artificiale o naturale? oppure, il nonsense è stupidità o intelligenza?; )
        • Anonimo scrive:
          Re: perchè queste sfide inutili?
          - Scritto da: Anonimo

          se cosi' fosse il gioco degli scacchi

          sarebbe "solo" un gioco di logica .....

          cioe' un gioco stupido

          non sono daccordo.[...]
          dare per scontato che il nostro modo di
          ragionare sia l'unico accettabile e creare
          l'intelligenza artificiale a nostra immagine
          e somiglianza è un grosso errore e un grosso
          limite allo sviluppoOh, bene. Credo che questa sia una delle cose più intelligenti che ho sentito di oggi. Drake
  • Anonimo scrive:
    Cervelli in parallelo
    Io in ufficio ho un pc che monta, invece di processori, fasci di fibre nervose umane ibernate da micro-particelle di azoto liquido. E' molto intelligente, anche se il mio modello può montare solo fasci per un ammontare di poco più di un cervello umano intero.Il difficile è preparare questi fasci, composti da gagnli nervosi ottenuti secando l'encefalo appena asportato, seguendo percorsi radiali molto vicini l'uno dall'altro.Per quest'estate dovrebbe comunque uscire un nuovo modello che permette di inserire nell'apposito case tutta la testa, connessa alla scheda madre mediante un semplice arpione trans-oculare (fino a 128 teste in parallelo per i modelli da rendering).Sul sito apposito la possibilità di prenotare le teste, ma solo quelle dei propri parenti o conoscenti consenzienti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cervelli in parallelo
      - Scritto da: Anonimo
      Io in ufficio ho un pc che monta, invece di
      processori, fasci di fibre nervose umane
      ibernate da micro-particelle di azoto
      liquido. E' molto intelligente, anche se il
      mio modello può montare solo fasci per un
      ammontare di poco più di un cervello umano
      intero.
      Il difficile è preparare questi fasci,
      composti da gagnli nervosi ottenuti secando
      l'encefalo appena asportato, seguendo
      percorsi radiali molto vicini l'uno
      dall'altro.
      Per quest'estate dovrebbe comunque uscire un
      nuovo modello che permette di inserire
      nell'apposito case tutta la testa, connessa
      alla scheda madre mediante un semplice
      arpione trans-oculare (fino a 128 teste in
      parallelo per i modelli da rendering).
      Sul sito apposito la possibilità di
      prenotare le teste, ma solo quelle dei
      propri parenti o conoscenti consenzienti.Immagino che sia tu che abbia fornito in prima persona il cervello per il pc del tuo ufficio...^___~
  • Anonimo scrive:
    Purtroppo perdera'
    e noi con lui
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo perdera'
      no vincera' lui e' Kasparov la mente più grandemai esistita per gli scacchi.battera' la macchina anche se magari perdera' 1 partita
    • lkl scrive:
      Re: Purtroppo perdera'
      - Scritto da: Anonimo
      e noi con luiIo sconfitto da un computer? Potrà battermi a scacchi (in realtà potrebbe battermi chiunque, in quanto non so giocare), ma riesco a batterlo a mani legate (e a cervello in stand-by) in milioni di miliardi di altri processi logici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Purtroppo perdera'
      E perche' tanto scalpore?Nessuno si e' scandalizzato quando sono stati prodotti mezzi meccanici capaci di battere l'uomo in velocita' (automobili, treni, ecc.), ora perche' ci scandalizziamo se viene prodotto un mezzo capace di calcolare piu' velocemente? Anche la calcolatrice lo fa, e da un sacco di tempo. Certo, vincere una partita a scacchi non significa soltanto calcolare piu' velocemente, ma implica anche una "qualita'" del calcolo, ed e' questo a sconcertare molta gente. Pero', come non e' la corsa (con le gambe) l'attivita' che distingue l'essere umano, allo stesso modo non lo e' il numero di combinazioni che e' capace di esaminare in un secondo.Sono ancora tante le caratteristiche umane che al momento sono totalmente inaccessibili ai calcolatori, ricordarlo e' retorico: la fantasia, l'immaginazione, l'emozione, il sentimento, l'intuizione, e il bello e' che un essere umano puo' avvalersi di tutte queste facolta' contemporaneamente. Pazienza, perderemo a scacchi, come a suo tempo perdemmo nella corsa, pero' non credo che vedremo tanto presto un calcolatore capace di scrivere un romanzo o di commentare una notizia di punto informatico. O no?Deep Blue :P
  • Anonimo scrive:
    AZERBAIGIANO E' GIUSTO INFORMATI, E.....
    IMPARA L' ITALIANO PRIMA DI SPARAREBAGGIANATE !!CORREZZIONE : AHAHAHAHHAAH
  • Anonimo scrive:
    IN ITALIANO SI DICE AZERO
    PICCOLA CORREZZIONE
  • Anonimo scrive:
    KASPAROV E' AZERBAIGIANO
    NATO A BAKU
  • Anonimo scrive:
    Ma non era tedesco?
    Mi sembra che tutta la dinastia Fritz fosse prodotta dalla Chessbase che mi sembra sia tedesca. Mi sbaglio io?
  • Anonimo scrive:
    Nessuno conosce il GO?
    Si parla tanto di scacchi nelle sfide uomo-macchina. Gli scacchi sembrano essere lo stereotipo del gioco complesso per cui un uomo dovrebbe far valere la sua superiorità dal punto di vista dell'inventiva.In realtà l'inventiva c'è sempre. Kasparav fu battuto dalla forza bruta. E anche oggi i programmi di scacchi si basano sulla forza bruta.E tuttavia ci sono ancora certe cose per cui i migliori software per computer sono ancora ben lontani dall'eguagliare l'uomo. Un esempio è il GO, un gioco semplice per il quale un giocatore di esperienza media è in grado di battere il miglior software per computer.La forza bruta sostituirà l'intelletto? Personalmente non lo so, comincerò ad avere qualche idea quando dei computer *da soli* troveranno dimostrazioni matematiche...MaxArt
    • avvelenato scrive:
      Re: Nessuno conosce il GO?
      io non lo conosco. e non ho voglia di usare google (anche perchè immagino me la conterebbe come parola comune e quindi da ignorare)qualche link?avvelenato impigrito e assonnato
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno conosce il GO?
        Per far si che google cerchi una parola appartenente all'elenco di parole comuni e' sufficiente porla tra virgolette (doppie).Deep Blue
    • Sarge scrive:
      Re: Nessuno conosce il GO?
      - Scritto da: Anonimo
      In realtà l'inventiva c'è sempre. Kasparav
      fu battuto dalla forza bruta. E anche oggi i
      programmi di scacchi si basano sulla forza
      bruta.Beh no. C'e' anche un'euristica di fondo, anche perche' credo che una macchina pur 1000 volte piu' potente non potrebbe che spingersi poco piu' in la' in profondita'.C'e' da dire pero' che il computer non sbaglia. Le sua valutazioni sono sempre esatte (dati per buoni i suoi assunti, ovviamente).Invece l'uomo e' fallibile, si stanca, ecc. ecc.

      E tuttavia ci sono ancora certe cose per cui
      i migliori software per computer sono ancora
      ben lontani dall'eguagliare l'uomo. Un
      esempio è il GO, un gioco semplice per il
      quale un giocatore di esperienza media è in
      grado di battere il miglior software per
      computer.Per il GO non so. Ma una volta ho letto di come un computer ha dimostrato che in un triangolo isoscele (due lati uguali) i due angoli alla base sono uguali. Curioso il modo in cui lo ha dimostrato, considerando il triangolo ABC (con AB e AC uguali) ed il suo "speculare" ACB e mettendoli a confronto.Saluti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno conosce il GO?

        Curioso il
        modo in cui lo ha dimostrato, considerando
        il triangolo ABC (con AB e AC uguali) ed il
        suo "speculare" ACB e mettendoli a
        confronto.Perché, tu come avresti fatto? A me alle elementari (o alle medie) hanno insegnato questa dimostrazione.Drake
        • kermit scrive:
          Re: Nessuno conosce il GO?
          No, non credo (salvo che tu non abbia 15 anni)!A te l'avranno dimostrato dividendo il triangolo in due per l'altezza e confrontando due triangoli rettangoli! E' la dimostrazione classica...La dimostrazione di quel programma (non ricordo come si chiamava ma aveva il nome del creatore... Gerder, Germer... boh!) implicava il confrontare un solo angolo del triagolo (ad es. il sinistro AB), ribaltare il triangolo in senso speculare rispetto alla sua altezza e confrontare lo stesso angolo (sinistro AB) del nuovo triangolo! Assumendo la base sempre uguale e il lato uguale in quanto ABC isoscele si dimostra che gli angoli hanno la medesima ampiezza.La differenza è sottile perchè per la nostra mente la cosa è molto più intuitiva ma quel software era enorme.La cosa interessante dei primi software che dimostravano teoremi non era tanto la possibilità di trovare dimostrazioni che portavano a teorematicità (che alla fine, dati gli assunti, erano semplici sviluppi in sistemi formali più o meno ampi) ma istillare in essi il "senso della direzione" verso cui andare a parare per trovare una dimostrazione "bella"!Inoltre vorrei aggiungere che quel software, che dopo qualche settimana di lavoro (in cui dimostrò qualche semplice proprietà geometrica ma nulla più) sfornò quella perla di dimostrazione così intuitiva, non diede alcun altro risultato tangibile!Per chi volesse approfondire consiglio un bellissimo libro di Douglas R. Hofstdter: "Goedel, Escher, Bach - Un'Eterna Girlanda Brillante", edito dalla Adelchi, se non ricordo male....E' vecchiotto ma molto interessante e attuale!ah, per chi lo cercasse su Internet: probabilmente Goedel è scritto "Godel" (con la dieresi sulla o)... ma non mi ricordo ;)Ciaaaooooo.oO Kermit Oo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuno conosce il GO?

            A te l'avranno dimostrato dividendo il
            triangolo in due per l'altezza e
            confrontando due triangoli rettangoli! E' la
            dimostrazione classica...Ops! Già, hai ragione :-) probabilmente l'altra dimostrazione l'ho letta chissà dove...
            istillare in essi il "senso della direzione"
            verso cui andare a parare per trovare una
            dimostrazione "bella"!Che è anche uno dei problemi di efficienza che hanno i linguaggi di LP, come ad esempio la SLD-resolution del Prolog.
            Per chi volesse approfondire consiglio un
            bellissimo libro di Douglas R. Hofstdter:Hofstadter :-)
            "Goedel, Escher, Bach - Un'Eterna Girlanda
            Brillante", edito dalla Adelchi, se non
            ricordo male....Ormai ha più di vent'anni, ma rimane uno dei miei libri preferiti. E' scritto proprio "Godel", con la dieresi sulla u ( "u per i LaTeX-isti)Drake
          • Anonimo scrive:
            Re: Nessuno conosce il GO?

            (...) edito dalla Adelchi, se non ricordo maleAdelphi, porcu can!!;-)Deep Blue
        • kermit scrive:
          Re: Nessuno conosce il GO?
          scusate, correggo una frase che ho scritto male:"la differenza [...] PER quel software era enorme!"ciaaaaoooo....oO Kermit Oo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessuno conosce il GO?

      La forza bruta sostituirà l'intelletto?
      Personalmente non lo so, comincerò ad avere
      qualche idea quando dei computer *da soli*
      troveranno dimostrazioni matematiche...Già lo fanno... io ho usato per anni Otter, un dimostratore automatico. Gli dai le premesse, la tesi e lo lasci lì.Ma se studi un po' di logic programming (Prolog, ecc.) vedrai che non è così strano che un computer dimostri qualcosa che tu non sai dimostrare.Drake
      • Anonimo scrive:
        Re: Nessuno conosce il GO?
        - Scritto da: Anonimo

        La forza bruta sostituirà l'intelletto?

        Personalmente non lo so, comincerò ad
        avere

        qualche idea quando dei computer *da soli*

        troveranno dimostrazioni matematiche...

        Già lo fanno... io ho usato per anni Otter,
        un dimostratore automatico. Gli dai le
        premesse, la tesi e lo lasci lì.
        Ma se studi un po' di logic programming
        (Prolog, ecc.) vedrai che non è così strano
        che un computer dimostri qualcosa che tu non
        sai dimostrare.

        DrakeSi, è vero, però esistono anche teoremi non dimostrabili da una qualsivoglia macchina di touring. Qui sta la differenza tra uomo e computer.
  • Anonimo scrive:
    wwwwwwwoooooooowwwwwww
    bello.
    • Anonimo scrive:
      Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww
      Onestamente: un chissene ci sta dentro :)Tante scuse alla redazione ovviamente :)))
      • Anonimo scrive:
        Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww
        - Scritto da: Anonimo
        Onestamente: un chissene ci sta dentro :)
        Tante scuse alla redazione ovviamente :)))Solo perché a voi non frega nulla delle news correlate all' A.I. non vuol dire che siano meno importanti di quelle sul P2P.Ricordatevi che fra due anni di questa prima pagina di Punto Informatico questa sarà una delle poche notizie ricordate.Drake
        • kermit scrive:
          Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww
          GRANDE DRAKE!!!! ;)Sono d'accordo!!!Saluti a tutti!.oO Kerm Oo.
          • Anonimo scrive:
            Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww
            bo magari bo
          • Anonimo scrive:
            Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww
            - Scritto da: Anonimo
            bo magari bodice che dice boh?dice che dice boh-oh!
          • Anonimo scrive:
            Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww

            dice che dice boh?
            dice che dice boh-oh!Non era "Nietzsche che dice"?
          • Anonimo scrive:
            Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww
            - Scritto da: Anonimo

            dice che dice boh?

            dice che dice boh-oh!

            Non era "Nietzsche che dice"?B O H ? :)Non ricordo...
          • Anonimo scrive:
            Re: wwwwwwwoooooooowwwwwww
            - Scritto da: Anonimo

            dice che dice boh?

            dice che dice boh-oh!

            Non era "Nietzsche che dice"?sugar."mamaaaaa salvami l'animasalvami l'anima!"che bella canzone, fa parte dello stesso album, ma tu eri piccolino e non ricordi....
Chiudi i commenti