RealNetworks, la tempesta dopo il link

L'azienda di Seattle contro un comune cittadino olandese. Accusato di aver offerto sul suo sito la possibilità di scaricare un pacchetto freeware alternativo al famoso player. Invocata la violazione del marchio

Roma – Un’insidiosa battaglia legale , scatenata dai vertici di RealNetworks nei confronti del cittadino olandese Hilbrand Edskes, principale responsabile del sito locale Codecpack.nl . Uno spazio web dedicato ai più disparati pacchetti software, in primis a quelli offerti per il download gratuito.

Ed è stato proprio un link a mettere nei guai il 26enne webmaster olandese. Un collegamento ad uno specifico pacchetto freeware chiamato Real Alternative , vera e propria alternativa al famoso player realizzato da RealNetworks. Secondo l’accusa , un’evidente violazione del trademark detenuto dalla società di Seattle.

Dita sono state dunque puntate verso la figura del webmaster, accusato di aver permesso agli utenti di scaricare liberamente il software illecito . La difesa di Edskes ha tuttavia sottolineato come il ragazzo abbia semplicemente offerto un link, non certo sviluppato il software incriminato.

Ammontano ora all’equivalente di circa 66mila dollari le spese legali sostenute dal giovane, che ha ovviamente chiesto aiuto alla sua famiglia. I vertici di RealNetworks avevano addirittura chiesto una specifica ordinanza per confiscare il computer del ragazzo .

Acquisite le prove, i legali della società statunitense attendono ora la decisione di una corte olandese. Il link incriminato è stato rimosso da Edskes, che rischia una multa di circa 200mila dollari. Non è ancora chiaro perché RealNetworks se la sia presa con un singolo webmaster quando le alternative al suo player abbondano online.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pinco Pallino scrive:
    Ha un senso ?
    Scusate ma canto fuori dal coro...Nella mia modesta esperienza ho imparato una regola aurea: non esistono sistemi sicuri o insicuri in senso assoluto. Se e' vero che un sistema "inviolabile" non esiste (salvo il famoso computer spento e possibilmente guasto), allora definiamo sicuro un sistema che richiede per essere violato uno sforzo significativamente superiore al vantaggio che se ne puo' ottenere violandolo.Quale vantaggio si puo' ottenere violando la sicurezza dell'erogatore di insulina di qualcuno ? Fargli dei danni e magari ammazzarlo, ok, uno potrebbe avere un buon motivo per fare fuori qualcuno.Siamo sicuri che lo sforzo richiesto per usare questa vulnerabilita' non sia maggiore di quello necessario non so.. per piantare un coltello in una schiena o cambiare una boccetta di insulina con una di glucosio ? Siamo sicuri che se per ipotesi una delle (pochissime) persone in possesso delle competenze necessarie a sfruttare questa vulnerabilita' avesse qualcuno che vuole ammazzare il quale guardacaso ha quel tipo di pompa per l'insulina... usando questo metodo non avrebbe molte piu' possibilita' di essere beccato che in modo piu' "tradizionale" ?Ecco perche' la mia sensazione e' che si, quelle macchine sono "sicure" nell'unica accezione ragionevole del termine, e questa notizia e' una s------ta.A.
  • Metal_neo scrive:
    Come rifiutare i regali
    Molte spesso finisce così: un hacker scopre una falla, la segnala e se gli va bene viene ignorato. Ma è molto facile che venga addirittura denunciato per poi avere lo stesso prodotti bacati sul mercato. Questa storia mi ricorda quella di quel ragazzo americano che ha segnalato al preside del suo college delle falle nei server, e come ringraziamento è stato denunciato alla polizia dal preside stesso...
    • calunnioso scrive:
      Re: Come rifiutare i regali
      - Scritto da: Metal_neo
      Molte spesso finisce così: un hacker scopre una
      falla, la segnala e se gli va bene viene
      ignorato. Ma è molto facile che venga addirittura
      denunciato per poi avere lo stesso prodotti
      bacati sul mercato. Questa storia mi ricorda
      quella di quel ragazzo americano che ha segnalato
      al preside del suo college delle falle nei
      server, e come ringraziamento è stato denunciato
      alla polizia dal preside
      stesso...Già... :( Il mondo purtroppo è pieno di rosiconi ignoranti e gradassi che piuttosto di ammettere i propri errori cercano di mettere in cattiva luce o minacciare chi glieli fa notare. :(
      • Sgabbio scrive:
        Re: Come rifiutare i regali
        in italia usano la diffamazione a mezzo web.
      • OldDog scrive:
        Re: Come rifiutare i regali
        - Scritto da: calunnioso
        Già... :( Il mondo purtroppo è pieno di rosiconi
        ignoranti e gradassi che piuttosto di ammettere i
        propri errori cercano di mettere in cattiva luce
        o minacciare chi glieli fa notare.Quello che ci confonde è che ci aspettiamo una reazione "tecnica" ad una segnalazione tecnica, invece in questi casi l'implicazione è "politica" e "legale" (pessima gestione di un obbligo contrattuale ed etico) e la risposta è in linea perfetta con il modo politico e legale di questi anni: la distruzione dell'avversario che solleva il problema, in quanto facile e senza oneri per l'immagine di chi ha realmente sbagliato.Ormai nelle aule di tribunale e sulla stampa non si replica al fatto contestato, ma si attacca il giudice, il testimone, il cittadino che si permette di dissentire. Conosco un'azienda che ha trovato un metodo infallibile per non avere problemi: chiunque segnala un problema riceve "in premio" l'incarico di risolverlo (indipendentemente dalle proprie competenze specifiche) e il biasimo se non ci riesce, in aggiunta ai normali compiti lavorativi che nel frattempo finiscono "sotto la lente d'ingrandimento" del direttore per vedere se ha operato impeccabilmente.
        • styx scrive:
          Re: Come rifiutare i regali
          - Scritto da: OldDog
          - Scritto da: calunnioso

          Già... :( Il mondo purtroppo è pieno di
          rosiconi

          ignoranti e gradassi che piuttosto di
          ammettere
          i

          propri errori cercano di mettere in cattiva
          luce

          o minacciare chi glieli fa notare.

          Quello che ci confonde è che ci aspettiamo una
          reazione "tecnica" ad una segnalazione tecnica,
          invece in questi casi l'implicazione è "politica"
          e "legale" (pessima gestione di un obbligo
          contrattuale ed etico) e la risposta è in linea
          perfetta con il modo politico e legale di questi
          anni: la distruzione dell'avversario che solleva
          il problema, in quanto facile e senza oneri per
          l'immagine di chi ha realmente
          sbagliato.
          Ormai nelle aule di tribunale e sulla stampa non
          si replica al fatto contestato, ma si attacca il
          giudice, il testimone, il cittadino che si
          permette di dissentire.tutto abbastanza corretto (tristemente)... MA in QUESTO caso (supporti vitali in sanita') imho hanno fatto molto male a sparare FUD... ha tenuto l'opinione pubblica 'sveglia'... si e' mosso il DHS, 2 membri del congresso e la FCC... alla societa' avrebbe dovuto essere chiaro che una cosa cosi' e' piuttosto appetibile anche per studi di avvocati affamati, che potrebbero pensare a una lucrosa classaction o robe simili.
          Conosco un'azienda che ha trovato un metodo
          infallibile per non avere problemi: chiunque
          segnala un problema riceve "in premio" l'incarico
          di risolverlo (indipendentemente dalle proprie
          competenze specifiche) e il biasimo se non ci
          riesce, in aggiunta ai normali compiti lavorativi
          che nel frattempo finiscono "sotto la lente
          d'ingrandimento" del direttore per vedere se ha
          operato
          impeccabilmente.bellizzimo :P
        • Funz scrive:
          Re: Come rifiutare i regali
          - Scritto da: OldDog
          Conosco un'azienda che ha trovato un metodo
          infallibile per non avere problemi: chiunque
          segnala un problema riceve "in premio" l'incarico
          di risolverlo (indipendentemente dalle proprie
          competenze specifiche) e il biasimo se non ci
          riesce, in aggiunta ai normali compiti lavorativi
          che nel frattempo finiscono "sotto la lente
          d'ingrandimento" del direttore per vedere se ha
          operato
          impeccabilmente.Non male (scodinzolìo)Sono ancora in attività? :D
          • ZLoneW scrive:
            Re: Come rifiutare i regali
            Immagino di sì, visto che "non hanno mai avuto problemi"... :D :D :D
Chiudi i commenti