Red Hat finalmente si lancia sul kernel 2.4

Dopo un intenso periodo di test, Red Hat dà fiducia al neo-kernel e lancia la nuova versione 7.1 della più diffusa distribuzione Linux. Obiettivo numero uno, sfondare sul mercato enterprise. Linux avanti tutta?
Dopo un intenso periodo di test, Red Hat dà fiducia al neo-kernel e lancia la nuova versione 7.1 della più diffusa distribuzione Linux. Obiettivo numero uno, sfondare sul mercato enterprise. Linux avanti tutta?


Research Triangle Park (USA) – Dopo qualche mese di rodaggio, Red Hat ha rilasciato la sua nuova distribuzione, la 7.1, basata sul nuovo kernel Linux 2.4.

L’azienda sostiene che la Red Hat Linux 7.1 è, soprattutto grazie al nuovo kernel, una distribuzione maggiormente orientata al settore enterprise: è infatti in grado di gestire con efficienza e stabilità server fino a 8 processori e quantità di memoria fisica fino a 64 GB.

Per Red Hat l’arrivo del kernel 2.4, considerato ormai sufficientemente stabile per entrare in azienda, è l’occasione per spingere con decisione Linux oltre il mercato dei web server e far capire alle grandi aziende che questo sistema operativo è in grado di svolgere al meglio anche i compiti più gravosi e delicati.

Oltre ai miglioramenti prima citati, la nuova Red Hat Linux elimina i limiti del bus PCI, è in grado di gestire quantità praticamente “illimitate” di memoria virtuale, supporta un maggior numero di gruppi e utenti, migliora il supporto ai dispositivi esterni e offre uno stack di rete più efficiente.

Accanto alle migliorie tecniche, la nuova distribuzione dal cappello rosso offre nuovi strumenti di configurazione che aiutano utenti e amministratori ad installare e rendere da subito operativi il server DNS BIND, il server Web Apache e il server di stampa.

Con il rilascio della nuova distribuzione, Red Hat ha inaugurato un nuovo servizio, il Software Manager, che si va ad aggiungere a quelli già offerti a pagamento all’interno del proprio Red Hat Network. Attraverso questo servizio, che è possibile provare gratuitamente per un periodo limitato, Red Hat offre ai suoi clienti aggiornamenti e avvisi in tempo reale, personalizzati secondo le esigenze individuali ed in grado di installarsi in automatico seguendo il profilo degli utenti.

Red Hat Linux 7.1 è disponibile in tre versioni commerciali , Standard, Deluxe e Professional, e nella consueta versione gratuita scaricabile da qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 04 2001
Link copiato negli appunti