Regione Lazio: il digital divide si può superare

Ne parlano a Punto Informatico i responsabili di un progettone dal nome emblematico, eCitizen, che tenterà di trasformare gli have-not del mondo telematico in cittadini elettronici a pieno titolo. Ecco come

Roma – Sarà la Regione Lazio la prima in Italia a dar corpo al progetto eCitizen , un ambizioso insieme di iniziative che punta dritto al cuore del digital divide nella speranza di farlo a pezzi. La novità rispetto ad altri progetti già messi in campo in passato è il tentativo di “catturare” quella parte della popolazione che le nuove tecnologie proprio non sanno cosa siano. Non è un caso che il progetto, che gode della collaborazione di enti e associazioni tra cui l’ENEA e il CNIPA, che ne curerà la parte informatica, si muova sulla strada disegnata dalla direttiva europea nota come i2010 : è la direttiva con cui la UE ha cercato di dare una “scossa” al Vecchio Continente sul fronte della cittadinanza digitale .

Punto Informatico ha scambiato quattro chiacchiere sul progettone con Silvia Costa , assessore all’Istruzione della Regione.

Punto Informatico: Ma serve davvero persino nel Lazio un progetto come eCitizen? Non c’è già un florilegio di corsi, patenti, concorsi e cotillon per chi vuole capire cosa siano queste nuove tecnologie di cui tutti parlano?
Silvia Costa: Abbiamo verificato che con i corsi e le patenti informatiche non si risolve totalmente il problema del digital divide, perché da queste iniziative rimangono esclusi i soggetti non coinvolti nei percorsi scolastici oppure appartenenti a diversi livelli di occupazione, dunque operando solo in questo modo non facciamo che allargare la forbice anziché restringerla.

PI: Cioè si danno sempre più strumenti a chi comunque in qualche modo sarebbe coinvolto nella (r)evolution tecnologica?
SC: Basti pensare che abbiamo posto particolare attenzione sugli immigrati, i non occupati, le donne e gli svantaggiati in senso lato oltre che gli anziani, promuovendo una rete per l’insegnamento a queste categorie territorialmente diffusa.

PI: Capisco, però avrete bisogno di un supporto, appunto, sul territorio…
SC: Abbiamo trovato ben 59 scuole che hanno accettato di fare da base per la formazione, alle quali si aggiungono anche la piazza telematica di Roma Tre e l’università popolare con le sue sedi e le sue realtà formative.

PI: Questo spiegamento di forze quanta gente riuscirà effettivamente a coinvolgere?
SC: I cittadini coinvolti all’inizio dovrebbero essere circa 1200 con più di cento percorsi formativi. La priorità appunto è data agli over 45, alle donne e agli immigrati per centrare al meglio il target ed alzare il livello medio di conoscenza sui servizi e le informazioni della rete (dall’email all’egovernment, all’inps, alla partecipazione a forum e discussioni fino alle telefonate in VoIP e alla ricezione online delle bollette).
Insomma ci mettiamo nei panni del cittadino medio al quale ormai si chiedono competenze abbastanza elevate di cittadinanza telematica ma che spesso non ha nessuno che gliele insegni.

PI: Saranno corsi gratuiti allora?
SC: Sì, saranno gratuiti. Si faranno a gruppi di 12 partecipanti, con 5 facilitatori e 1 docente per un totale di 45 ore per corso e 60.000 ore totali.

PI: Ma è davvero una novità? Perché si dice che il Lazio è oggi la prima e unica regione ad adottare questo genere di programma?
SC: Questo è un po’ un falso mito. Ci sono molte belle esperienze da valorizzare che avvengono nelle scuole. Per esempio da noi prima di questa ve ne erano anche altre fatte con la “città digitale” a Roma, e poi in tutto il Lazio ci sono buoni progetti portati avanti spesso attraverso i nostri bandi per corsi di informatica.

PI: Qualcosa già c’è insomma…
SC: Non è che non ci sia nulla ma quello che ci interessava era cominciare ad individuare una rete, destinata ad arricchirsi, fatta di scuole, centri territoriali permanenti e non profit. Occorre programmazione.

PI: È come mettere un ombrello organizzativo alle molte forme della lotta al digital divide…
SC: All’inizio del secolo scorso eravamo una nazione con un altissimo grado di analfabetismo e per alfabetizzare il paese fu necessaria una campagna organizzata, finanziata dallo Stato. Credo che oggi regioni e governo debbano fare lo stesso contro l’analfabetismo digitale. Possiamo considerare questa come la seconda grande campagna di alfabetizzazione del nostro paese, e come la prima va fatta in modo programmato, d’intesa anche con gli enti locali, sfruttando fondi regionali e fondi europei.

PI: La sensazione tra gli addetti ai lavori nella Pubblica Amministrazione è che la PA faccia molto per portare in rete servizi e, in fondo, facilitazioni per il cittadino ma di questo o si parla troppo poco o se ne parla in termini generici. Come stanno le cose? Qual è il presente della PA online per il cittadino?
SC: Ci si può iscrivere o fare certificati online, la riforma che stiamo facendo vede l’accreditamento anche tramite firma digitale considerata al pari di un documento cartaceo, oppure si possono fare delle preiscrizioni alla scuola, si può accedere all’anagrafe o ad informazioni importanti sul calendario scolastico.
I servizi online ci sono ma non sono utilizzati perché manca la conoscenza.

PI: L’assalto al digital divide è prima di tutto un problema di conoscenza ed eCitizen tenta di colmarlo, ma rimane un forte gap nell’accesso alle tecnologie, basti pensare alle infrastrutture di rete. Cosa intende fare a questo proposito?
SC: Rispetto a questo ci vuole un secondo step. Posso dire che noi comunque abbiamo utilizzato per le scuole 10 milioni di euro provenienti dall’Unione Europea ed era la prima volta che venivano usati fondi europei per le scuole. L’obiettivo sono stati i 90 istituti professionali che ci competono direttamente, abbiamo fatto un bando per dotare tutti questi istituti di infrastrutture tecnologiche, laboratori e reti informatiche oltre all’hardware e al software. Oltre a questo, sempre per le scuole abbiamo completato la rete secondo il piano nazionale e ora dobbiamo ricevere i dati dalla regione per vedere cosa manca da fare e poi lo faremo. In agenda abbiamo anche un lavoro sulle famiglie, anche se non sarebbe di stretta competenza di questo assessorato.

a cura di Gabriele Niola

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • manfrys scrive:
    .. una volta era yahoo ...
    www.stanford.edu/yahoo ...un progetto che prevedeva la catalogazione dei siti ...... poi, grazie alla pubblicità, abbiamo assistito a nuove nefandezze ... bannerini su altavista ... linkexchange ... .. e poi entrano in gioco i grandi (!!Ya!!), banner pubblicitari in ogni dove (basta guardare repubblica o virgilio ) ...a questo punto serve QUANTITA non QUALITA ... quindi,la ricerca NON serve più a "cercare" qualcosa ma a "trovare" la pubblicità ...Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: .. una volta era yahoo ...

      quindi,

      la ricerca NON serve più a "cercare" qualcosa ma
      a "trovare" la pubblicità
      ...

      Saluti.adblock e passa la paura
  • Anonimo scrive:
    Gugolando trovi *TUTTO*!
    mp3, pdf, jpg, tiff, webcam, *.???,txt, file di password, siti _vulnerabili_ ,siti di online shopping _vulnerabili_ , pbx aperti, router amministrabili, firewall, amministrabili, file di log, directory dal contenuto sensibile ,amministrazione stampanti/milledevizi(tra cui, storage esterni, backup...),database admin, stream video, stream audio...posso usarlo come proxy web (e navigare con l'ip di google) e taaaaante altre cose belle, che ad oggi ho visto solo col gugolo...come fare?cercate un po' "google hack" col google...uno dei risultati fa per voi...http://202.222.144.31/indexFrame.shtml?newstyle=One&cam=1(anonimo) ps: oh, non fate c*zz*te! si è sempre loggati!
  • Anonimo scrive:
    Scelte = Mal di testa
    Non tutti sono geek al mondo: nella mia esperienza 10 form da riempire generalmente fanno venire il mal di testa agli utenti normali, e anche insegnare a anteporre un ~ (che tra l'altro sulle tastiere italiane non e' molto...presente) ad un testo e' quasi parlare di fantascienza.Interessante un articolo segnalato su slashdot e per certi versi correlato all'argomento:http://www.joelonsoftware.com/items/2006/11/21.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Scelte = Mal di testa
      - Scritto da:
      Non tutti sono geek al mondo: nella mia
      esperienza 10 form da riempire generalmente fanno
      venire il mal di testa agli utenti normali,Altrimenti detti "utonti"
      e
      anche insegnare a anteporre un ~ (che tra l'altro
      sulle tastiere italiane non e' molto...presente)Questo e' un limite dell'utonto winsozzo.Io sulla mia linux machine uso solo tastiere US, visto che e' molto piu' utile avere parentesi graffe che inutili lettere accentate non ascii.
      ad un testo e' quasi parlare di
      fantascienza.Quindi l'utonto desidera rimanere tale!Guai imparare ad usare il computer: meglio vivere nell'ignoranza!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scelte = Mal di testa


        e

        anche insegnare a anteporre un ~ (che tra
        l'altro

        sulle tastiere italiane non e' molto...presente)

        Questo e' un limite dell'utonto winsozzo.
        Io sulla mia linux machine uso solo tastiere US,Lo sappiamo che tu sei un gran figo...e questo mi fa anche pensare che per alcune persone Linux non e' un modo per essere piu' liberi, ma serve semplicemente a fare bella mostra di se'f34r my m4d sk1llz
      • Anonimo scrive:
        [OT] Re: Scelte = Mal di testa
        - Scritto da:
        Questo e' un limite dell'utonto winsozzo.
        Io sulla mia linux machine uso solo tastiere US,
        visto che e' molto piu' utile avere parentesi
        graffe che inutili lettere accentate non
        ascii.La cerco anche io, mi dici dove sei riuscito a trovare una tastiera UK ????Vorrei evitare di farmela spedire dagli usa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scelte = Mal di testa
        - Scritto da:
        Questo e' un limite dell'utonto winsozzo.Non capisco cosa significhi la lettera "e" seguita dell'apostrofo.Che lingua parli?
        Io sulla mia linux machine uso solo tastiere US,
        visto che e' molto piu' utile avere parentesie'? piu'? che parole sono?Le ho cercate sul vocabolario... ma non le trovo.
        Quindi l'utonto desidera rimanere tale!
        Guai imparare ad usare il computer: meglio vivere
        nell'ignoranza!l'ignoranza di chi non scrive correttamente il verbo essere non può essere superata, mi spiace!p.s. la tua altezzosità merita di essere isolata dal resto del mondo.E questo è esattamente quello che accadrà.
        • Duccio Minoia scrive:
          Re: Scelte = Mal di testa
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          Questo e' un limite dell'utonto winsozzo.

          Non capisco cosa significhi la lettera "e"
          seguita
          dell'apostrofo.
          Che lingua parli?


          Io sulla mia linux machine uso solo tastiere US,

          visto che e' molto piu' utile avere parentesi

          e'? piu'? che parole sono?
          Le ho cercate sul vocabolario... ma non le trovo.


          Quindi l'utonto desidera rimanere tale!

          Guai imparare ad usare il computer: meglio
          vivere

          nell'ignoranza!

          l'ignoranza di chi non scrive correttamente il
          verbo essere non può essere superata, mi
          spiace!

          p.s. la tua altezzosità merita di essere isolata
          dal resto del
          mondo.
          E questo è esattamente quello che accadrà.C'è da dire che, tanto, anche le tastiere italiane fanno cagher... voglio dire non posso nemmeno iniziare una frase con il verbo essere alla terza persona singolare!!!!!!!!! Fortunatamente MS Office correggie questi problemi Facendo E' -
          É e correzioni simili. Quando scrivi email da web (esempio: gmail) questo può essere seriamente un problema.Insomma dato che tanto non si può scrivere in Italiano corretto con le tastiere italiane tanto vale usare le US...
          • Anonimo scrive:
            Re: Scelte = Mal di testa
            Continuando l'OT...non è che qualcuno sa come cambiare il "Seleziona Tutto" dall'inutileCtrl + Tastierino Numerico 5al più classico e immediatoCtrl + A?Parlo di Win italiano, naturalmente...odio queste rimappature...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scelte = Mal di testa

        visto che e' molto piu' utile avere parentesi
        graffe che inutili lettere accentate non
        ascii.Che servono a scrivere in italiano come si scrive in italiano.
        meglio vivere
        nell'ignoranza!Ah ecco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scelte = Mal di testa
      "questa ricerca andrà quindi in onda in forma ridotta per venire incontro alle vostre (ridotte) capacità mentali." :D
  • Anonimo scrive:
    Siti + ordinati? Meglio motori selettivi
    Certo che ogni imbecille a questo mondo puo' buttar giu' due righe di codice in croce e farsi un sito pesante, brutto, spammoso e magari con qualche bella doorway a rompere i maroni nelle ricerche.Il problema pero' e' la logica di search dei motori piu' diffusi...Si premia :-Chi ha piu' link (e qui ovviamente le doorway e lo spam gratuito ammazzano internet)-Chi ha piu' anzianita' (e qui basta creare un sito del cazzo, con 1000 parole in croce, e aspettare 2-3 anni per vederselo spuntare ovunque, con i tristi risultati che spesso conosciamo..)-Chi fa siti poco leggibili (l'usabilita' di un sito dovrebbe essere il PRIMO parametro da considerare)Come fanalino di coda si premiano i contenuti... Alla fine sarebbe molto piu' funzionale per gli utenti poter cancellare dalle ricerche i siti che non danno il risultato sperato associato alla parola selezionata, inviando contemporaneamente un feedback al motore stesso.Il tutto senza lunghe procedure di segnalazione...con 2 click.
    • HomoSapiens scrive:
      Re: Siti + ordinati? Meglio motori selet
      il feedback al motore di ricerca? in modo da rendere ancora piu facile la scalata da parte dei siti spammosi? :O se prima dovevano inventarsi altri siti e linkarsi tra loro, così gli basterebbe un click :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Siti + ordinati? Meglio motori selet
        - Scritto da: HomoSapiens
        il feedback al motore di ricerca? in modo da
        rendere ancora piu facile la scalata da parte dei
        siti spammosi? :O se prima dovevano inventarsi
        altri siti e linkarsi tra loro, così gli
        basterebbe un click
        :|Ma adesso non forniscono i risultati delle ricerche anche in base alla storia delle ricerche passate? In questo caso basta che questa segnalazione sia valida per l'utente.
    • manfrys scrive:
      Re: Siti + ordinati? Meglio motori selet
      ... lo fa wink.comSaluti!
  • Anonimo scrive:
    Perche' non fanno siti piu' ordinati?
    Per fare i desktop grafici spesso intervengono gli esperti d'interazione uomo-macchina per rendere l'esperienza user-friendly.Perche' per i siti basta lo smanettone cacciavitaro?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
      - Scritto da:
      Per fare i desktop grafici spesso intervengono
      gli esperti d'interazione uomo-macchina per
      rendere l'esperienza
      user-friendly.
      Perche' per i siti basta lo smanettone
      cacciavitaro?Ma che cazzo dici
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Per fare i desktop grafici spesso intervengono

        gli esperti d'interazione uomo-macchina per

        rendere l'esperienza

        user-friendly.

        Perche' per i siti basta lo smanettone

        cacciavitaro?


        Ma che cazzo dici ti ho irritato? ho rigirato il coltello nella piaga?
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
          - Scritto da:
          ti ho irritato? ho rigirato il coltello nella
          piaga?Non sono irritato mentre scrivo mi sto scolando una bella birretta e mi sto fumando un cannone
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            ti ho irritato? ho rigirato il coltello nella

            piaga?


            Non sono irritato mentre scrivo mi sto scolando
            una bella birretta e mi sto fumando un
            cannoneOttimo hai tutto il mio supporto....braaaaaaaah :D
    • NSA scrive:
      Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
      Perche altrimenti non avresti tutti questi siti porno su cui passare il tuo inutile tempo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
        - Scritto da: NSA
        Perche altrimenti non avresti tutti questi siti
        porno su cui passare il tuo inutile
        tempo.I siti porno che visito io sono usabili
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
          - Scritto da:

          - Scritto da: NSA

          Perche altrimenti non avresti tutti questi siti

          porno su cui passare il tuo inutile

          tempo.

          I siti porno che visito io sono usabiliDacci qualche link :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: NSA


            Perche altrimenti non avresti tutti questi
            siti


            porno su cui passare il tuo inutile


            tempo.



            I siti porno che visito io sono usabili

            Dacci qualche link :)
            Quoto ! Guarda che non ci crediamo !!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
          - Scritto da:

          - Scritto da: NSA

          Perche altrimenti non avresti tutti questi siti

          porno su cui passare il tuo inutile

          tempo.

          I siti porno che visito io sono usabiliFacile fare quelli. Metti qualche parte anatomica di donna cliccabile e subito il sito diventa usabile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
        - Scritto da: NSA
        Perche altrimenti non avresti tutti questi siti
        porno su cui passare il tuo inutile
        tempo.inutile lo usi con i tuoi amici,se permetti.Il resto lo prendo volentieri come una battuta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
        - Scritto da: NSA
        Perche altrimenti non avresti tutti questi siti
        porno su cui passare il tuo inutile
        tempo.I siti porno non sono inutili !!!Sono fare sesso con qualcuno che si apprezza veramente ! (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
          - Scritto da:

          - Scritto da: NSA

          Perche altrimenti non avresti tutti questi siti

          porno su cui passare il tuo inutile

          tempo.

          I siti porno non sono inutili !!!
          Sono fare sesso con qualcuno che si apprezza
          veramente ! (rotfl)
          E ora paga i diritti a Woody Allen o ti denuncio alla MPAA @^
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
      - Scritto da:
      Per fare i desktop grafici spesso intervengono
      gli esperti d'interazione uomo-macchina per
      rendere l'esperienza
      user-friendly.
      Perche' per i siti basta lo smanettone
      cacciavitaro?Hai ragione da vendere, il problema è che anche se non sei cacciavitaro poi ti trovi con dei clienti che non capiscono una sega e vogliono che infili cose assurde perché l'hanno visto sui siti della concorrenza, flash in primis e specie per cose dove non servono a nulla.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati

        Hai ragione da vendere, il problema è che anche
        se non sei cacciavitaro poi ti trovi con dei
        clienti che non capiscono una sega e vogliono che
        infili cose assurde perché l'hanno visto sui siti
        della concorrenza, flash in primis e specie per
        cose dove non servono a
        nulla.scusa, senza offesa... anche se non sei un cacciavitaro ma non hai il "peso" professionale per zittire un tuo cliente e dirgli che quello che vuole è una stron*ata...allora non dovresti fare siti web...ragionaci... la professionalità è anche questo(apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
          - Scritto da:
          scusa, senza offesa... anche se non sei un
          cacciavitaro ma non hai il "peso" professionale
          per zittire un tuo cliente e dirgli che quello
          che vuole è una stron*ata...allora non dovresti
          fare siti
          web...Come si vede che non lavori a stretto contatto con i commerciali... ti auguro di tutto cuore di non capitarci mai.Non so come funzionano le cose da voi, ma da me il commerciale viene e mi dice "gli abbiamo venduto questo", se faccio presente che alcune cose sono cazzate mi viene risposto che ormai è nell'offerta e che se non lo facciamo il cliente lo perdiamo...Anche a me piace fare le cose fatte bene, ma devo pur mangiare. Tra le due, preferisco la seconda.
          ragionaci... la professionalità è anche questo

          (apple)La professionalità in Italia spesso non viene premiata.
          • Anonimo scrive:
            non ci sono più i professionisti....

            Come si vede che non lavori a stretto contatto
            con i commerciali... ti auguro di tutto cuore di
            non capitarci
            mai.ma vedi... già parte con il piede sbagliata la società che vende con i commerciali...quando si parla di web si dovrebbe parlare di "account" che già cambia un pochino la cosa...quando ti presenti da un cliente ci vai da solo? solo il comerciale? quando esponi il progetto ti devi presentare sempre in 2/3 (account, tecnico, creativo)
            Non so come funzionano le cose da voi, ma da me
            il commerciale viene e mi dice "gli abbiamo
            venduto questo", se faccio presente che alcune
            cose sono cazzate mi viene risposto che ormai è
            nell'offerta e che se non lo facciamo il cliente
            lo
            perdiamo...i commerciali se proprio devi usarli li "istruisci" e non assumi il "Paolo Bitta" del caso...certo se il tuo capo è un *diota e rimane in balia dei "commerciali", non è colpa tua...
            Anche a me piace fare le cose fatte bene, ma devo
            pur mangiare. Tra le due, preferisco la
            seconda.non ti dò torto..
            La professionalità in Italia spesso non viene
            premiata.non ti dò torto.. :'(per gli altri che mi hanno risposto:
            Si vede che non hai lavorato molto. Più il cliente è
            commercialmente "pesante", meno lo puoi zittire.rispondo che:più il cliente è "pesante" e più è attento ai consigli che riceve... poi ripeto... se tu sei il primo a non avere "peso" perché sei un tuzzabacchi nocola qualunque non ci puoi fare nulla... il "peso" te lo fai con i tuoi case history...e se sono tutti fatti con quella logica del "non lo puoi zittire"... stai fresco...
            Il cliente *PAGA*, il cliente *DECIDE*... vuole il sito fatto
            tutto in flash con una sola pagina? Pronti...il cliente *NON* ottiene risultati, il cliente ti manda *AL DIAVOLO*...con me funziona così:il cliente *PAGA*, si fa notare al cliente che se vuole *BUTTARE NEL CESSO* i soldi facendo tutto in flash (per esempio) è libero di farlo ma non è consigliabile...il cliente *ASCOLTA*ecco perché l'Italia va a rotoli...perché si fanno siti solo in flash, poi si cerca di rimediare con le doorway e in questo modo si "violenta" il web due volte si prende per il *ulo il cliente con buona pace di quello che pensano i visitatori del sito...(apple)PS: credetemi io lavoro da anni in questo campo e al 100% avrete sicuramente visto e navigato lavori fatti dalla mia agenzia...
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
          - Scritto da:


          scusa, senza offesa... anche se non sei un
          cacciavitaro ma non hai il "peso" professionale
          per zittire un tuo cliente e dirgli che quello
          che vuole è una stron*ata...allora non dovresti
          fare siti
          web...
          Si vede che non hai lavorato molto. Più il cliente è commercialmente "pesante", meno lo puoi zittire.
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati

          scusa, senza offesa... anche se non sei un
          cacciavitaro ma non hai il "peso" professionale
          per zittire un tuo cliente e dirgli che quello
          che vuole è una stron*ata...allora non dovresti
          fare siti web...Da quello che ci hai appena detto se ne deve dedurre che tu non hai mai lavorato in questo settore.Hai mai lavorato?
          ragionaci... la professionalità è anche questoE insegni agli altri cosa sia la professionalità :) !!
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati

          scusa, senza offesa... anche se non sei un
          cacciavitaro ma non hai il "peso" professionale
          per zittire un tuo cliente e dirgli che quello
          che vuole è una stron*ata...allora non dovresti
          fare siti
          web...
          ragionaci... la professionalità è anche questoIl cliente *PAGA*, il cliente *DECIDE*... vuole il sito fatto tutto in flash con una sola pagina? Pronti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati?
      - Scritto da:
      Per fare i desktop grafici spesso intervengono
      gli esperti d'interazione uomo-macchina per
      rendere l'esperienza
      user-friendly.
      Perche' per i siti basta lo smanettone
      cacciavitaro?Sei OT e generalizzi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati

        Sei OT e generalizzi.Mah guarda,io penso che ci possono essere i migliori motori di di ricerca e facili da usare,ma finche' i siti non sono facili da reperire mediante informazioni chiare e stringate siamo al punto di partenza.Quindi e' soltato l'altra faccia di un problema molto complesso.Non esiste sistema semplice ed affidabile se cio' che e' da cercare e' difficile da reperire.Nessun OT e generalizzazione corretta se ricerchi spesso informazioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Perche' non fanno siti piu' ordinati
          - Scritto da:

          Sei OT e generalizzi.

          Mah guarda,io penso che ci possono essere i
          migliori motori di di ricerca e facili da
          usare,ma finche' i siti non sono facili da
          reperire mediante informazioni chiare e stringate
          siamo al punto di partenza.E' un articolo sulle opzioni di ricerca e non sulla reperibilita'.Sono due cose molto diverse.
          Nessun OT e generalizzazione correttaCioe' definire le persone cacciavitari, senza dire chi, quando, dove, perche', ma al contempo coinvolgendo nella tua vaga definizione migliaia di realizzatori di siti, e' una generalizzazione corretta?
Chiudi i commenti