Rete veloce anche per TIN.it

Dopo Libero anche il provider di Telecom Italia Media lancia un sistema di compressione e proxy per velocizzare la connessione a chi non ha il broad band. Possibile sperimentare anche la posta da 2 giga
Dopo Libero anche il provider di Telecom Italia Media lancia un sistema di compressione e proxy per velocizzare la connessione a chi non ha il broad band. Possibile sperimentare anche la posta da 2 giga


Roma – Mentre impazza la guerra dell’ADSL tra i diversi operatori, i grandi ISP rivolgono nuova attenzione a chi non dispone o non può disporre del collegamento digitale. Dopo le offerte di Libero , ora anche TIN.it ha annunciato una nuova connessione veloce analogica.

Il giochino vale per la connessione dial-up tradizionale o ISDN, per chi si collega attraverso TIN.it e adotta “Connext”, software con cui è possibile scaricare il “software di accelerazione”, così viene definito da TIN.it, denominato “Fast”.

Il provider sostiene che Fast permette di accelerare di tre volte i tempi di visualizzazione dei siti web, con un costo di connessione pari a 1,90 centesimi in fascia intera e 1.09 in fascia ridotta e uno scatto alla risposta di 12 centesimi. Costa qualcosa di meno la connettività “normale”, ossia senza Fast, perché lo scatto alla risposta è di 6,19 centesimi (tariffe Iva inclusa).

Per aggredire il mercato, TIN.it ora consente a chi si registra per l’utilizzo del servizio anche la sperimentazione di “Maxi Mail”, un servizio di posta elettronica che offre 2 gigabyte di spazio. Tanto sul sito TIN.it quanto sulle informazioni per ora rivelate alla stampa non è specificato quanto durerà la sperimentazione gratuita.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 11 2004
Link copiato negli appunti