RFID nel mirino in California

Alcuni legislatori del più ricco stato americano lavorano per impedire che i chip a radio-frequenza, già utilizzati nel commercio all'ingrosso, arrivino nei negozi e sugli oggetti in vendita al pubblico


Los Angeles (USA) – Gli RFID, i chip a radiofrequenza che possono essere integrati in pressoché qualsiasi oggetto, continuano a spaventare. In California sta prendendo piede una proposta legislativa che punta a mettere al bando l’uso dei chippetti su tutti i beni distribuiti da negozianti e rivenditori direttamente al pubblico. La paura, ancora una volta, è che rappresentino una minaccia per la privacy.

In particolare, secondo la senatrice della California Debra Bowen sono ancora molti i dettagli che vanno definiti per arrivare ad una proposta legislativa coerente ma il focus è sulla messa al bando tout-court. Una disposizione che, se verrà adottata, non toccherà comunque l’utilizzo degli RFID nelle strutture commerciali all’ingrosso dove, come noto, tanto negli USA quanto in Europa stanno avendo sempre più applicazioni perché rappresentano ottimizzazione e riduzione dei costi.

Ma sull’uso degli RFID direttamente nei beni di consumo stanno lavorando grandi nomi dell’industria, come Philips e IBM , proprio per gli effetti benefici che, secondo gli studi di settore, potrebbero portare a tutta la catena della distribuzione fino alla vendita. Il gruppo Metro, uno dei “pionieri” del settore, ha già sperimentato e pianificato l’uso degli RFID nella distribuzione retail. Un quadro che ha già richiesto l’intervento dei garanti della privacy europei che, allo stato, sembrano pronti a dare un via libera all’uso degli RFID sebbene nell’ambito di ferree condizioni di utilizzo.

Bowen, che in questi mesi ha ascoltato gli esperti del settore nonché i rappresentanti di industrie, come la grande catena americana Wal-Mart che guardano agli RFID con molto interesse, teme che i chippetti possano essere utilizzati per ampliare la raccolta dei dati dei consumatori.

La posizione di Bowen sta scatenando un ampio dibattito. Esperti di Sun Micrososytems , che è impegnata allo sviluppo di RFID, hanno dichiarato che delle regole ci vogliono per dare chiarezza al settore e così contribuire alla diffusione di RFID in modo consapevole. “Si può ipotizzare – ha spiegato alla Reuters un funzionario dell’azienda – che un utente potrebbe avere uno scanner sul proprio cellulare per avere informazioni addizionali sui prodotti dotati di RFID che si trovano sugli scaffali di un supermercato. Ma, allo stesso tempo, uno scanner potrebbe leggere i contenuti di una borsa, ad esempio, se i chip negli oggetti che contiene non fossero stati disabilitati”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma quali patti e patti
    In galera, a raccogliere saponette! Ladro.
    • Anonimo scrive:
      Re:[OT] Ma quali patti e patti
      Consolati....in Italia stanno per liberare quello che qualche anno fa ha ucciso madre, padre e fratello per l'eredità. La cosa agghiacciante e' che l'eredita' (circa 1Mln di euro) se la sta litigando in tribunale (!) con altri parenti. Non era capace di intendere e di volere, ma ora e' diverso.....quindi lo mettono in semiliberta'.In Italia la giustizia penale e' fallita.
      • Anonimo scrive:
        Re:[OT] Ma quali patti e patti
        - Scritto da: Anonimo
        Consolati....in Italia stanno per liberare
        quello che qualche anno fa ha ucciso madre,
        padre e fratello per l'eredità. La
        cosa agghiacciante e' che l'eredita' (circa
        1Mln di euro) se la sta litigando in
        tribunale (!) con altri parenti. Non era
        capace di intendere e di volere, ma ora e'
        diverso.....quindi lo mettono in
        semiliberta'.

        In Italia la giustizia penale e' fallita.Ancora ha il coraggio di pretendere l' eredità. Sono soldi macchiati di sangue. Contro queste persone la pena di morte, altro che la libertà o la galera. Ha ucciso i suoi genitori. E' un assassino.Quanto al personaggio, che è responsabile di aver organizzato la truffa ai danni di numerosi utenti, un paio d' anni di galera non gli farebbero male e 250.000 dollari di multa potrebbero fargli solo che bene. Dieci anni sono esagerati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quali patti e patti
      - Scritto da: Anonimo
      In galera, a raccogliere saponette! Ladro.Perfettamente d'accordo, anche in quanto utente di PayPal. Sto tizio qua poi non può neanche dire di aver fatto le cose "per imparare" come a volte si difendono certi cracker che si vogliono far passare per hacker o certi hacker che si sono fatti prendere la mano. Sto qua è un farabutto truffatore e va messo in galera!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quali patti e patti
      be dai finche li restituisce centesimo per centesimo un po di strizza lha presa forse non si ripeterà più, non sono cosi buonista anzi.. sono per la pena "occhio per occhio...." nel senso, rubi? via i pollici dalle mani, violenti?? via il pisello, uccidi?? be peggio per te è giusto che muori (anche perche sei proprio inutile per la società)...ciao a tutti buona giornata...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quali patti e patti
      Beh bisogna dire che ha solo 20 anni. Non possiamo pretendere che sia maturo per capire la cazzata che stava combinando.Secondo me basta che restituisca i 30000 $ e che venga condannato a prestare servizio presso qualche associazione ecc. ecc. per un paio d' anni.Prrrr:)
      • Anonimo scrive:
        A 20 anni NON si e' maturi ????
        - Scritto da: Anonimo
        Beh bisogna dire che ha solo 20 anni. Non
        possiamo pretendere che sia maturo per
        capire la cazzata che stava combinando.Spero tu ti renda conto della tua: allora secondo te qual'e' l'eta' per essere maturi?Dopo i 65 ??!!Con 'sta scusa dell'immaturita' e dell'incapacita' di intendere e di volere si stanno superando i limiti della decenza: ma il senso del dovere, dell'onesta', dell' onore e dell' orgoglio dove sono finiti?O meglio, sono valori che non insegna piu' nessuno?
        Secondo me basta che restituisca i 30000 $ e
        che venga condannato a prestare servizio
        presso qualche associazione ecc. ecc. per un
        paio d' anni.

        Prrrr

        :)Questo e' solo il minimo, non certo la pena sufficiente; altro che immaturita', il tizio ha pianificato ed eseguito tutto con sistematica procedura, se quello e' l'esempio di un inconsapevole giovincello...
        • Anonimo scrive:
          Re: A 20 anni NON si e' maturi ????
          In galera e buttare via la chiave, e se a giorgino avanza qualche bombetta dall'iraq magari anche un bel bombadamento preventivo :| :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma quali patti e patti
        - Scritto da: Anonimo
        Beh bisogna dire che ha solo 20 anni. Non
        possiamo pretendere che sia maturo per
        capire la cazzata che stava combinando.
        Secondo me basta che restituisca i 30000 $ e
        che venga condannato a prestare servizio
        presso qualche associazione ecc. ecc. per un
        paio d' anni.

        Prrrr

        :)certo a 20 anni enssuno è maturo da capire la differenza tra il bene e il male.a te non hanno insegnato fin da piccolo che non si ruba?a te non hanno insegnaot che non si entra senza invito a casa si altri anche se la porta non è blindata e chiusa a chiave con 10 serrature?andiamo adesso basta essere buonisti sempre.in italia non è reato entrare in casa di altri se la porta non è chiusa a chiave, se ti entra gente di notte in casa anche con porte e finestre chiuse (pensa chi vive ai piani ammezzati o piani terra che o mette le finestre o non le apre nemmeno con 50 gradi) guai se in preda al panico ti difendi usando mezzi che siano superiori a quelli del tuo aggressore, pertanto forbici se questo è a mani nude magari 190 per 100 kg mentre tu sei 170 per 60 kg, eccesso di legittima difesa. si sta diventando sempre più buoni, forzatamente. tra un po' la proprietà privata sarà vietata, non possiamo possedere qualcosa quando altrove non possiedono nulla, ma nememno possimao possedere qualcosa quando persone clanestine non hanno nulla, devi permettergli di derubarti per vivere altrimenti che fanno? fatti picchiare e ammazzare ma sii buono tu puoi loro nosi inizia con ol'essere buoni qui e via ad esser buoni ovunque, ma buoni o fessi?ha 20 anni è per la legge è maggiorenne, e sposato con figli magari
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma quali patti e patti

          certo a 20 anni enssuno è maturo da
          capire la differenza tra il bene e il male.
          a te non hanno insegnato fin da piccolo che
          non si ruba?
          a te non hanno insegnaot che non si entra
          senza invito a casa si altri anche se la
          porta non è blindata e chiusa a
          chiave con 10 serrature?Tutto questo lo potevi dire con un unica parola:"Socializzazione"Ciao
Chiudi i commenti