Riaperti alcuni netcafé cinesi

Sono una trentina gli spazi di accesso ad internet che riaprono a Pechino


Roma – Il governo cinese ha deciso che una trentina di internet café a Pechino potranno riaprire dopo una lunga sospensione delle attività decisa nelle scorse settimane dopo il rogo di un locale dove sono rimaste uccise 25 persone.

La riapertura di questi locali è soggetta all’attivazione di una serie di nuove procedure di controllo sulle attività all’interno dei netcafé. Tra queste vi è ora l’obbligo di registrazione formale degli utilizzatori dei computer, il divieto di fumo e severe sanzioni per i gestori che non allontanano minorenni. Inoltre tutti questi locali dovranno chiudere entro mezzanotte.

Va detto che in Cina sono quasi 2.500 gli internet café che saranno soggetti alle nuove misure.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Me Gusta
    per una volta l'amministrazione (o il fornitore) ha pensato alla cosa giusta e non a farsi notare con flesc
Chiudi i commenti