Rientro della MIR in semi-diretta online

Un sito sponsorizzato da numerose aziende, tra cui AOL, eBay e RadioShack, si appresta a mandare in mondovisione la diretta dello spettacolare rientro della stazione spaziale in via di dismissione. Già disponibile una fiction

Web – Il 22 marzo la stazione spaziale russa Mir, dopo aver superato una quantità di record di permanenza e resistenza in orbita e dopo 15 anni di servizio, verrà “pilotata” per un traumatico rientro sulla Terra che si concluderà con la sua distruzione. Tutto questo avverrà nel pacifico, molto al largo delle coste neozelandesi e dunque al riparo da sguardi “indiscreti”. Per questo, è stato lanciato un sito che si occuperà di trasmettere in mondovisione quelle che si annunciano come alcune delle più spettacolari immagini “di settore”.

Il sito, gestito dall’avvocato Richard Citron e da suo fratello Bob, esponente dell’industria aerospaziale, ha già ricevuto l’appoggio di colossi della rete, come AOL, eBay e RadioSchack, che hanno deciso di sponsorizzare il tutto, visto l’alto livello di interesse che in tutto il mondo circonda l’evento.

Oggi sul sito è disponibile un countdown fino al momento fatidico nonché una sorta di “fiction” del rientro della Mir, un filmato-simulazione. Ma tra due giorni, assicurano i due fratelli Citron, le immagini saranno quelle riprese da un aeroplano che si avvicinerà alla zona dell’impatto della MIR. Un velivolo a bordo del quale siederanno 120 tra ricercatori e appassionati, che voleranno a 30mila piedi dalla Terra pagando tra i 5 e i 10mila dollari per il biglietto.

Unico neo, il fatto che l’aereo non potrà trasmettere le immagini in diretta e questo per mancanza di banda. Dunque “il film” sarà riproposto online circa due ore dopo l’effettivo rientro della stazione spaziale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Forse e' per questo che iBazar fara' pagare??
    Per combattere la pirateria??? Un modo come un altro di perdere iscritti.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      per forza fara' pagare, arriva ebay!
      Ibazar fara' pagare perche' altrimenti chiuderebbe; nel suo anno e mezzo di vita ha perso una barca di miliardi! Internet gratis e' finito. Il punto e' che bisogna avere servizi di qualita' pagati il giusto, e senza dubbio ibazar riuscira' ad averli solo grazie ad EBAY, il sito leader nel mondo delle aste on line!Se fossi in te sarei solo contenta, il fatto che ebay sia arrivato finalmente in Italia e che ora abbia anche acquisito ibazar e' una grande occasione per tutti gli utenti internet italiani. Gli utenti che ibazar perdera' saranno solo i peggiori, quelli che magari fanno offerte e non spediscono i pagamenti o quelli che mettono in vendita un oggetto e quando l'asta scade non ce l'hanno piu'. SalutiAnna.- Scritto da: io
      Per combattere la pirateria???
      Un modo come un altro di perdere iscritti.

      Saluti.
Chiudi i commenti