RoboCup 2006, altro che Ronaldinho

Partono i mondiali di calcio dei robot, edizione 2006, un campionato che si svolgerà a Brema in contemporanea ai campionati mondiali di calcio tra umani

Brema – La decima edizione della RoboCup , il campionato mondiale di calcio tra robot , è appena iniziata e si svolge in concomitanza con l’evento calcistico Germany 2006. A differenziare le due competizioni è la quantità di tecnologia elettronica con cui sono realizzati i giocatori, robot i primi, umani i secondi.

I robot si sfideranno presso la città anseatica di Brema : il torneo vede la partecipazione di oltre 400 squadre provenienti da tutto il pianeta.

Esattamente come nelle precedenti edizioni , RoboCup coinvolge ricercatori universitari, aziende e semplici appassionati. L’obiettivo principale della competizione è stimolare la ricerca ed ottenere, entro il 2050, una squadra di “robocalciatori” talmente ottimizzata da poter superare la squadra di calciatori reali vincitori della Coppa del Mondo messa in palio da Fifa .

Un campione elettronico Il campionato di calcio robotico durerà fino al 18 di Giugno e ben 38 nazioni prendono parte all’iniziativa. “Il calcio è un ottimo campo di prova per l’ingegneria robotica”, dice Ubbo Visser del Centro di Tecnologie Informatiche di Brema , “e durante lo svolgimento del torneo avremo modo di mettere a frutto le nostre conoscenze”.

Le squadre iscritte al torneo sono divise in categorie: ciascuna corrisponde al tipo di tecnologia robotica utilizzata. Ad esempio, la “Lega Umanoidi” è limitata ai soli robot dall’aspetto antropomorfo, mentre la “Lega Quadrupedi” è riservata agli automi che somigliano a cani e gatti.

Persino i cronisti sono robot : si tratta di Sango ed Ami, due robot che utilizzeranno le proprie capacità di sintesi vocale per commentare l’andamento del campionato. Ciascuno dei due automi ha una personalità differente: il primo è più distaccato, mentre il secondo si emoziona facilmente. Entrambi, dicono gli organizzatori della RoboCup, “applaudiranno non appena verrà segnato un goal”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Per la redazione
    - Scritto da:
    Se si vuole fare informazione che la si faccia
    VERAMENTE.
    Ovvio, dando ascolto ai PR prezzolati come te. Avanti il prossimo.........
    Vedi
    http://www.macitynet.it/macity/aA24878/index.shtmlfai pure spam! complimenti
    Queste pagine non sono li da ieri!
    http://www.apple.com/environment/
    http://media.corporate-ir.net/media_files/irol/10/e secondo te ti vengono a dire che hanno un esercito di schiavi in cina per farti pagare meno l'ipod comprato da papa'? circolare.... circolare....
  • Anonimo scrive:
    Re: Per la redazione
    tanto nn succederà nulla...avete presente una società chiamata nike? è da quando esiste che sfrutta a dismisura i dipendenti dei paesi del terzo mondo ma a me nn pare gli abbiano fatto qualcosa...(newbie)
  • Anonimo scrive:
    qualita' ipod
    beh sul design niente da dire sembra effettivamente un prodotto medicale ma sulla qualita' dai come contestarla?
    • Anonimo scrive:
      Re: qualita' ipod
      proprio ieri ho mandato il mio iPod in riparazione.... :'(
      • Ivi scrive:
        Re: qualita' ipod
        - Scritto da:
        proprio ieri ho mandato il mio iPod in
        riparazione....
        :'(mi dispiace per te, io ho l' iPod 1° serie dal 2001 ed è ancora perfettamente funzionante senza mai essere passato dall' assistenza. Ivan
    • soulista scrive:
      Re: qualita' ipod
      - Scritto da:

      beh sul design niente da dire sembra
      effettivamente un prodotto medicale ma sulla
      qualita' dai come
      contestarla?ho un ipod nano black e come design lo trovo meraviglioso, infatti lo ammiro estasiato ogni volta che lo tiro fuori dalla sua custodia... il problema, appunto, é che devi tenerlo nella sua custodia, perchè certe qualità estetiche le "paghi"; la sua lucidità (sembra cosparso d'olio!) é facilmente scalfibile anche dalla plastica (non sto parlando di graffi, comunque, ma di segni visibili in controluce). Poi anche la sua incredibile sottigliezza: i materiali sono ottimi e robusti ma il display é troppo "a pelo" e una volta ho dovuto mandarlo in assistenza perchè una persona ci si é inavvertitamente seduta sopra e ha schiacciato il display, rendendolo inutilizzabile.
  • Anonimo scrive:
    ahahahah
    - Scritto da:
    Se si vuole fare informazione che la si faccia
    VERAMENTE.Ancora qui? Allora tu prima leggi l'articolo e poi sbraita con i tuoi link. Certo che non vi si puo' proprio toccare Apple eh? Ma cos'e' avete un cordone ombelicale avete paura di rimanerci se scoprite che Apple e' una multinazionale come tutte le altre che come tutte utilizza anche lavoratori, chiamiamoli cosi', cinesi?
    • Anonimo scrive:
      Re: ahahahah
      certo..come nn darti ragione...e noi vivamo meglio grazie a queste multinazionali cattivone..voglio vedere quanto costa far fare un pc o un mac interamente in europa o negli usa....10k euro un pentium 2 350 Mhz...mi disp x sta gente ma ste multinazionali fan comodo a tutti
      • Anonimo scrive:
        Re: ahahahah
        - Scritto da:
        certo..come nn darti ragione...e noi vivamo
        meglio grazie a queste multinazionali
        cattivone..voglio vedere quanto costa far fare un
        pc o un mac interamente in europa o negli
        usa....10k euro un pentium 2 350 Mhz...mi disp x
        sta gente ma ste multinazionali fan comodo a
        tuttiGiusto! Affanculo le condizioni di vita dei lavoratori, chi se ne frega! Tanto a noi arriva solo il bello di tutta la catena: occhio non vede, cuore non duole. Dovrebbero darlo anche a me uno schiavo cinese da far lavorare per niente! Mi spiacerebbe per lui, ma i vantaggi per me sarebbero evidenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: ahahahah

          solo il bello di tutta la catena: occhio non
          vede, cuore non duole. Dovrebbero darlo anche a
          me uno schiavo cinese da far lavorare per niente!
          Mi spiacerebbe per lui, ma i vantaggi per me
          sarebbero
          evidenti.Consiglio Zoolander, cosi' si fa, in quel caso i bambini sono malesi ma insomma poco cambia
        • Anonimo scrive:
          Re: ahahahah
          se me ne danno 2 sarebbe meglio
  • Anonimo scrive:
    denunce, denunce...
    ... avrei dovuto fare l'avvocato
  • Anonimo scrive:
    cina
    tutti fanno fare tutto in cina..costa poco...se in cina nn ci sono leggi sul lavoro è colpa del governo cinese mica di altri...
  • Anonimo scrive:
    Come li pagano i cinesi ?
    Con una mela in bocca come si fa con il maiale servito a tavola ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Come li pagano i cinesi ?
      si ma usano anche un sedano nel cuxo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come li pagano i cinesi ?
        Esatto non esistono norme particolari sulla sicurezza del lavoro, basta vedere in Fiat di Minchino come si lavora.. Creative ultimamente nuota in cattive acque, i suoi prodotti di poca qualita' rimangono nei magazzini e quindi come va di moda si buttano nelle querelette ... Forza Apple !! e per quanto mi riguarda non acquistero piu prodotti Creative.
        • citrullo scrive:
          Re: Come li pagano i cinesi ?
          Io personalmente ho smesso da un pezzo di acquistare roba Creative. L'ultimo prodotto era una SB128PCI. Quando mi sono accorto che non riproduceva piu' di un canale audio alla volta l'ho cambiata con una Fortissimo II che va benone.Le casse audio che fa non sono male ma sono farina di un'altra azienda (mi pare Cambridge).
          • Anonimo scrive:
            Re: Come li pagano i cinesi ?
            - Scritto da: citrullo
            Io personalmente ho smesso da un pezzo di
            acquistare roba Creative. L'ultimo prodotto era
            una SB128PCI. Quando mi sono accorto che non
            riproduceva piu' di un canale audio alla volta
            l'ho cambiata con una Fortissimo II che va
            benone.
            Le casse audio che fa non sono male ma sono
            farina di un'altra azienda (mi pare
            Cambridge).SB128PCI un solo canale audio ? Ma dove ? Le schede Creative con DSP E-Mu vanno benissimo. Il problema è che Creative ha una politica di supporto pietosa, non mettono neppure i driver completi sul loro sito web.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come li pagano i cinesi ?
            il problema qui è che creative sta fallendo e se nn trova soldi in qualche modo fa puffff
        • Anonimo scrive:
          Re: Come li pagano i cinesi ?
          Io ho uno Zen Xtra della Creative cui ho tolto l'hd da 30 GB e ne ho messo dentro uno da 100 GB e per ora regge molto bene (c'e' un limite ma ci carico comunque piu' canzoni che su un qualsiasi IPod esistente sul mercato). Il problema della Creative sono le politiche e l'assistenza. Sembra veramente che amino prendere per i fondelli il cliente (io e un mio amico avevamo problemi con i nostri lettori mp3, ci hannod etto di spedirglieli che ce li avrebbero sostituiti e ci siamo visti recapitare indietro LO STESSO LETTORE (case diverso,stessa piastra madre)). Secondo me (ma e' un'opinione molto personale) la Creative ha perso una buona occasione di aprirsi nuove fette di mercato non rendendo agevolmente "craccabile" il proprio lettore per poterci caricare Linux o il progetto di SO OpenSource per lettori mp3 (di cui non ricordo il nome, mi pare ci sia di mezzo l'Iriver ma non vorrei dire farloccate). Ad ogni modo bisogna comunque rendersi conto che gli IPod -nonostante la qualita' dei display e del design (non certo quella dell'uscita audio)- hanno prezzi vergognosamente alti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Come li pagano i cinesi ?
            - Scritto da:
            Io ho uno Zen Xtra della Creative cui ho tolto
            l'hd da 30 GB e ne ho messo dentro uno da 100 GB
            e per ora regge molto bene (c'e' un limite ma ci
            carico comunque piu' canzoni che su un qualsiasi
            IPod esistente sul mercato). Il problema della
            Creative sono le politiche e l'assistenza. Sembra
            veramente che amino prendere per i fondelli il
            cliente (io e un mio amico avevamo problemi con i
            nostri lettori mp3, ci hannod etto di
            spedirglieli che ce li avrebbero sostituiti e ci
            siamo visti recapitare indietro LO STESSO LETTORE
            (case diverso,stessa piastra madre)). Secondo me
            (ma e' un'opinione molto personale) la Creative
            ha perso una buona occasione di aprirsi nuove
            fette di mercato non rendendo agevolmente
            "craccabile" il proprio lettore per poterci
            caricare Linux o il progetto di SO OpenSource per
            lettori mp3 (di cui non ricordo il nome, mi pare
            ci sia di mezzo l'Iriver ma non vorrei dire
            farloccate). Ad ogni modo bisogna comunque
            rendersi conto che gli IPod -nonostante la
            qualita' dei display e del design (non certo
            quella dell'uscita audio)- hanno prezzi
            vergognosamente
            alti.sul prezzo sono d'accordo con te...ma la qualità si paga.(apple)
          • Anonimo scrive:
            Re: Come li pagano i cinesi ?

            sul prezzo sono d'accordo con te...ma la qualità
            si
            paga.

            (apple)Eh beh il made in cina è sempre stato appannaggio delle elite!
          • Anonimo scrive:
            Re: Come li pagano i cinesi ?
            io ho avuto un problema con il mio Zen, mandato indietro (connettore della cuffia guasto) e ritornato nuovo di palla in confezione nuova.Spedito a mie spese, ritornato a loro spese in 7 giorni.Comprerò ancora prodotti Creative, stai certo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Come li pagano i cinesi ?
            grande!! :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: Come li pagano i cinesi ?
      Li pagano allo stesso modo delle aziende che hanno costruito ogni singolo componente del computer che stai usando, di quelle che hanno cucito i vestiti e le scarpe che hai addosso, di quelle del tuo cellulare e dei tuoi elettrodomestici, eccetera eccetera eccetera.
Chiudi i commenti