ROKR targato Italia

Debutta in Italia il tanto acclamato ROKR E1, il primo mactorola musicale


Milano – La presentazione italiana del ROKR E1 , il Motorola musicale realizzato in partnership con Apple . Cornice dell’evento, tatticamente scelta, il Radio Center di via Donegani, sede milanese del gruppo radiofonico Radio 105 e di Radio Montecarlo.

Sul telefono c’è poco da aggiungere, rispetto a quanto già descritto in precedenza: nel proprio sito, Motorola dice che la playlist può contenere fino a 100 brani musicali, specificando che “la capacità di memorizzazione totale si riferisce al numero di canzoni, è approssimata e considera brani della durata di 4 minuti con codifica AAC a 128 Kbps. La capacità di memorizzazione effettiva dipende dal software del telefono cellulare fornito dal gestore dei servizi di telefonia mobile”.

La dotazione del modello presentato prevedeva già la presenza di auricolari con jack standard da 3,5 mm e la massima capacità di memorizzazione disponibile (512MB su microSD, indicata come optional nel sito Motorola).

Il nome ROKR non sarà appannaggio di quest’unico modello: Motorola utilizzerà questa etichetta per identificare una gamma appositamente studiata per i cellulari “music-oriented”, esattamente come sta facendo Nokia mediante il brand XpressMusic e che conferma la tendenza dei produttori di telefoni cellulari di cercare nel mercato musicale una nuova fonte di proficuo business (nessuno ha mai detto che la musica si scarica gratis sul cellulare).

Un settore in cui Motorola entra utilizzando l’E1 come un ariete, dietro cui lanciare un piccolo esercito di music-phone.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ant1 scrive:
    Finalmente!
    L'abruzzo si muove in prima linea per lo sviluppo delle nuove tecnologie... Speriamo bene... E che si abbassino i prezzi... Happy surfin'...
    • Faus74 scrive:
      Re: Finalmente!
      - Scritto da: ant1
      L'abruzzo si muove in prima linea per lo sviluppo
      delle nuove tecnologie... Speriamo bene... E che
      si abbassino i prezzi... Happy surfin'...Ahahahah,cosa fa l'Abruzzo? Non penso tu sia abruzzese,altrimenti non parlesresti così...Ahahhaha,in prima linea,si,ma all'ultimo posto.....
  • Anonimo scrive:
    ...ip privato :( e prezzi un po' "alti"
    Utilizzo di software peer to peer: No No No No IP Privato: SI640/128 a 20? mensili...prezzi un po' più alti ma sicuramente per chi non riceve l'adsl degli altri mortali allora é una buona soluzione.
    • nabuk scrive:
      Re: ...ip privato :( e prezzi un po' "al
      L'ip privato va inteso come l'ip dato al pc. La cpe lato wireless ha ip pubblico, solo che con l'attuale versione non è possibile fare port forwarding verso la lan interna.
  • syncro scrive:
    ...se non la provi non ci credi! :)
    Salve, sono un utente della rete 2bite... è veramente una bomba... la uso ormai da 2 anni e ne sono soddisfattissimo! :)ps: ovviamente in questo momento sto scrivendo dal mio collegamento wifi ;)
    • Faus74 scrive:
      Re: ...se non la provi non ci credi! :)
      - Scritto da: syncro
      Salve, sono un utente della rete 2bite... è
      veramente una bomba... la uso ormai da 2 anni e
      ne sono soddisfattissimo! :)

      ps: ovviamente in questo momento sto scrivendo
      dal mio collegamento wifi ;)E scommetto che lavori per loro,ma vaaaaaa,puffffffff.... :D
Chiudi i commenti