Rubava software, arrestato ex Microsoft

L'uomo si era servito della rete di acquisto interna per comprare a prezzi scontatissimi software Microsoft e rivenderlo poi all'esterno. Un giro d'affari da 17 milioni di dollari


Roma – Lo scorso dicembre Richard Gregg, di 43 anni, è stato licenziato da Microsoft dopo che l’azienda aveva iniziato a far luce sulla sua attività illecita di spaccio di software, un’attività che avrebbe fruttato all’uomo quasi 17 milioni di dollari. Ieri Gregg è stato arrestato.

Gli inquirenti hanno infatti accertato che, violando la policy dell’azienda e la legge, Gregg aveva sfruttato il proprio ruolo di dipendente Microsoft per ordinare tramite la rete di acquisto interna dell’azienda una grande quantità di software, programmi che poi rivendeva all’esterno con vari canali a prezzo maggiorato, lucrando dunque sulla consistente differenza.

Tutta questa attività è stata poi condita da un giro di email fasulle che hanno portato a quota 62 i capi di accusa con i quali Gregg dovrà vedersela nel corso del procedimento a suo carico che presto si aprirà.

Va detto che proprio la vicenda di Gregg aveva spinto Microsoft a rivedere gli strumenti di acquisto interni e la propria policy. Una vicenda che era seguita a quella di Daniel Feussner, ex funzionario Microsoft, capace di rivendere grandi quantità di software scontato e accumulare grandi quantità di denaro. Feussner successivamente allo scandalo che lo ha travolto è morto per aver ingerito in un ospedale una quantità letale di liquido antigelo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • valentina olivieri scrive:
    video
    ciao a me l altro giorno mi e morta una cara amica x questo motivo mi manca molto
  • Anonimo scrive:
    Re: OT fari accesi
    - Scritto da: Anonimo

    fari accesi in autostrada, ecc...

    ecco un esempio di legge inutile In Danimarca, l'hanno introdotta oltre 10 anni fa.Il primo anno gli incidenti sono calati del 13%; l'anno successivo del 30% rispetto a quando non era obbligatorio(i fari
    accesi di giorno danno solo fastidio)Figuriamoci di notte, allora.... e
    dannosa (con i fari accesi consumi di più, e
    io che viaggio quotidianamente per lavoro me
    ne sono accorto)Cosa monti? Due fotoelettriche al posto dei fari?? Lo sai che il 40% dell'energia viene dispersa nei motori a scoppio ? I fari assorbono una precentuale infinitesimale di quel 40%...

    ...e adesso mi sembra che vogliano
    estenderla in modo tale da averli accesi
    sempre... mah...chissà chi ci guadagnaOvvio no? Ci deve essere *sempre* qualcuno che ci guadagna, vero ? Su questa storia ho sentito dire anche che la legge l'ha imposta la "lobby dei produttori di lamapdine"...Ah! Già, ma certo.... c'è al governo il centro-destra, quindi qualunque alito di vento che tira da Roma è una fregatura... certo... come no....Ma lo usate il cervello ogni tanto ???
  • Anonimo scrive:
    OT fari accesi

    fari accesi in autostrada, ecc...ecco un esempio di legge inutile (i fari accesi di giorno danno solo fastidio) e dannosa (con i fari accesi consumi di più, e io che viaggio quotidianamente per lavoro me ne sono accorto)...e adesso mi sembra che vogliano estenderla in modo tale da averli accesi sempre... mah...chissà chi ci guadagna
  • Anonimo scrive:
    Re: c'è una differenza...
    - Scritto da: Anonimo...
    Anche guardare una con la minigonna che
    passa sul marciapiede distrae.Ho rischiato tante volte per questo motivo!!!
    Potrei continuare all'infinito.
    Il vero problema è ..... perchè fanno tutta
    questa polemica con i telefonini e non con i
    baracchini ( CB ).
    Perchè per poter tenere il baracchino devi
    pagare mentre per poter tenere il cellulare
    in macchina ancora non hanno inventato una
    tassa.A parte che c'e' sempre inclusa la tassa governativa in ogni bolletta di cellulare, e' vero, per i CB si paga la tassa specifica e va tutto bene, pero' in proporzione ci sono piu' telefonini e quindi il problema statisticamente e' piu' rilevante.
    Di quanti morti ci sono a chi sta in alto
    non importa un tubo in realtà.
    Devono solo trovare un pretesto per
    guadagnare qualcosa.
    Tornando infatti ai cartelloni pubblicitari
    sapete che è vietato dalla legge mettere un
    cartello "Vendesi" sulla propria macchina???E' vero!
    La motivazione è che chi è interessato
    potrebbe distrarsi per leggerlo.
    Lo stesso cartello è però perfettamente
    legale se vi sono apposti gli appositi bolli
    previsti.E' vero!!!
    Ergo... se paghi puoi far legalmente
    distrarre qualcuno ..altrimenti sei un
    fuorilegge.Il bollo sul cartello evita ogni distrazione :)
  • KC scrive:
    Re: c'è una differenza...

    ti informo che infatti l'esposizione di
    cartelloni pubblicitari sulle autostrade
    italiane è _vietato_ dal codice della
    stradaanche i messaggi "via libera al casello con Viacard" sono*illegali*, peccato che sia pieno nei cartelli luminosi Anaslungo le nostre autostrade
    • Anonimo scrive:
      Re: c'è una differenza...
      verissimo, io ti stavo solo riportando una cosa che ho letto sul libretto della scuola guida, che poi se ne freghino e facciano come gli pare è normale in questo paese....
  • Anonimo scrive:
    Re: la menano con ste cose e poi....
    - Scritto da: Anonimo
    ... non si fa NIENTE per impedire che
    qualsiasi ragazzino di 18 anni fresco di
    patente possa "tunare" (elaborare) la
    propria auto trasformandola in un missile da
    220 cv e spararsi in autostrada a 240
    km/h... cerchioni ribassati, spoiler,
    minigonne, marmitte e cazzate del genere....
    tanto l'omologazione la passi anche se monti
    un cannone da 40mm sul tettuccio...
    ma pensa te...senti non è che los tato debba e possa fare tutto, ora si tende a delegare tutto, io sono d'accordo a vietare l'uso dei cellulari in macchina anche se io lo uso (con auricolare). quanto al ragazzo di cui sopra, non è compito dello stato ma semmai della famiglia. purtroppo oggi non c'è più educazione e le famiglie non educano, internet è pieno di porcherie? invece di far si che i figlia di 12 o 13 navighino con un adulto le famiglie chiedono l'intervento dello stato, la tv è troppo violenta? nesusno adulto in casa la filtra e anzi la tv diventa una panacea per la tranquillità degli adulti e un economico baby sitter. troppo comodo tutto parte dall'educazione, in parte quella stradale e civica fatta dalle scuuole e in parte quella generale dalle famiglie, ognuno si riprenda il suo ruolo, le famiglie si assumano el responsabilità
    • Anonimo scrive:
      Re: la menano con ste cose e poi....
      dico che mi sembra ipocrita fare 1700 sterline di multa se guidi col cellulare e far passare le omologazioni a macchine che dovrebbero circolare solo in pista... non sarà mica perchè sotto sotto ci guadagnano, dato il fatto che il bollo viene pagato sulla base dei cavalli di potenza?
  • Anonimo scrive:
    la menano con ste cose e poi....
    ... non si fa NIENTE per impedire che qualsiasi ragazzino di 18 anni fresco di patente possa "tunare" (elaborare) la propria auto trasformandola in un missile da 220 cv e spararsi in autostrada a 240 km/h... cerchioni ribassati, spoiler, minigonne, marmitte e cazzate del genere.... tanto l'omologazione la passi anche se monti un cannone da 40mm sul tettuccio...ma pensa te...
  • KC scrive:
    Re: c'è una differenza...
    - Scritto da: Anonimo
    - chi viaggia con te, perfino un bambino,
    istintivamente smette di parlare quando si
    accorge che freni o in qualche modo la guida
    ti impegna di più.magari e' troppo tardi...l'unica *vera* soluzione sarebbe quella prospettata a fine articolo:"Il ragionamento è che, a quel punto, bisognerebbe vietare ai guidatori di parlare anche con i propri passeggeri..."... e magari, vietiamo anche i cartelloni pubblicitari, perche'distraggono i guidatori...mah
    • Anonimo scrive:
      Re: c'è una differenza...
      Sicuramente i cartelloni pubblicitari distraggono, soprattutto perchè sono appositamente studiati per attirare l'attenzione della gente ( vedi quante gnocche ci infilano sopra ).Anche leggere un cartello di informazioni stradali , spesso troppo piccoli o addirittura impossibili da interpretare ( soprattutto sulle statali ) distrae dalla guida.Anche guardare una con la minigonna che passa sul marciapiede distrae.Potrei continuare all'infinito.Il vero problema è ..... perchè fanno tutta questa polemica con i telefonini e non con i baracchini ( CB ).Perchè per poter tenere il baracchino devi pagare mentre per poter tenere il cellulare in macchina ancora non hanno inventato una tassa.Di quanti morti ci sono a chi sta in alto non importa un tubo in realtà.Devono solo trovare un pretesto per guadagnare qualcosa.Tornando infatti ai cartelloni pubblicitari sapete che è vietato dalla legge mettere un cartello "Vendesi" sulla propria macchina??? La motivazione è che chi è interessato potrebbe distrarsi per leggerlo.Lo stesso cartello è però perfettamente legale se vi sono apposti gli appositi bolli previsti.Ergo... se paghi puoi far legalmente distrarre qualcuno ..altrimenti sei un fuorilegge.MAh............
    • Anonimo scrive:
      Re: c'è una differenza...
      - Scritto da: KC
      ... e magari, vietiamo anche i cartelloni
      pubblicitari, perche'
      distraggono i guidatori...
      ti informo che infatti l'esposizione di cartelloni pubblicitari sulle autostrade italiane è _vietato_ dal codice della strada, e che ci sono state delle cause contro note aziende di vestiario che hanno dovuto rimuovere alcuni cartelloni dai colori troppo "shocking" o che riflettevano la luce del sole sulla strada. Solo per essere precisi
  • Salvatopo scrive:
    Re: E poi ancora!!!
    Guarda, sono in parte d'accordo con te, ma la maleducazione va combattuta con la repressione, specialmente se comporta pericolo per la vita umana.Io ho rischiato fior di incidenti con gente che parla al telefono, si trucca mentre viaggia e cose simili. I più pericolosi, inutile dirlo, sono quelli col telefono.E me ne rendo conto anche io: qualche volta, nel traffico, mi capita di ricevere una telefonata e mi rendo immediatamente conto di quanto io diventi meno reattivo. Questo nel traffico a 4 Km/h; pensiamo in autostrada o in statale o comunque sui vialoni in città...
    • Anonimo scrive:
      Re: E poi ancora!!!
      basterebbe togliere la patente alle donne!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E poi ancora!!!

      E me ne rendo conto anche io: qualche volta, nel traffico, mi capita di ricevere una
      telefonata e mi rendo immediatamente conto di quanto io diventi meno reattivo.A me invece non succede. Telefono regolarmente, con vivavoce senza vivavoce con il telefonino in mano, ma non mi e' mai capitato di distrarmi.(Magari usare il vivavoce e' piu' comodo, perche' mi e' capitato una volta di dover evitare un'auto uscita da uno stop e di dover prendere il volante lasciando cadere il telefono - e ho perso la linea ... :-)Credo che sia solo una questione di abitudine e di capacita' del guidatore; altrimenti nessuno riuscirebbe a guidare ed ascoltare la radio - guidare e guardare i cartelli di indicazione - guidare e alzare il volume della radio ...
      • Anonimo scrive:
        Re: E poi ancora!!!
        Sei solo uno stronzo.Spero di venirti addosso e sfondarti il cranio.Fascista di merda!
      • Anonimo scrive:
        Re: E poi ancora!!!

        A me invece non succede. Telefono
        regolarmente, con vivavoce senza vivavoce
        con il telefonino in mano, ma non mi e' mai
        capitato di distrarmi.

        (Magari usare il vivavoce e' piu' comodo,
        perche' mi e' capitato una volta di dover
        evitare un'auto uscita da uno stop e di
        dover prendere il volante lasciando cadere
        il telefono - e ho perso la linea ... :-)

        Credo che sia solo una questione di
        abitudine e di capacita' del guidatore;
        altrimenti nessuno riuscirebbe a guidare ed
        ascoltare la radio - guidare e guardare i
        cartelli di indicazione - guidare e alzare
        il volume della radio ...Te sei un pericolo pubblico e dovrebbero interdirti dalla guida per sempre.Sul serio.
    • kabuby scrive:
      Re: E poi ancora!!!
      SEcondo me non cambierà niente....come è sempre andata in Italia...le multe si fanno sempre e solo a ki parkeggia in divieto (multa facile da individuare...poco faticosa e molto redditizia perkè molto frequente), mentre tutto il resto, dopo il polverone iniziale dei primi 2 mesi andrà nel dimenticatoio: vedi cinture di sicurezza, fari accesi in autostrada, ecc...La differenza è che in Inghilterra fanno le leggi e le fanno rispettare...quando pensano ad una legge pensano non solo a "scriverla" ma anche a come farla rispettare, come ad esempio le telecamere ovunque i servizi di assistenza per ki beve troppo e non può guidare e il processo (il giorno successivo) per chi viene colto alla guida in stato d'ebrezza.E' possibile che mentre in tutti gli altri paesi: Inghilterra, Francia, Germania il numero di incidenti e di morti sia in calo da noi sia in aumento?
  • Anonimo scrive:
    c'è una differenza...
    ...fra avere una conversazione con qualcuno al cellulare e avere in macchina qualcuno che ti parla:- chi ti chiama al cellulare è altrove e non vede cosa stai facendo- chi viaggia con te, perfino un bambino, istintivamente smette di parlare quando si accorge che freni o in qualche modo la guida ti impegna di più.Su alcuni autobus, comunque, esiste ancora la targhetta che vieta di parlare al conducente...Morale: se si verifica che telefonare guidando è pericoloso, _è_giusto_vietarlo_
  • Anonimo scrive:
    E poi ancora!!!
    Il problema non è che ci siano persone che sono distratte dal telefonino, ma ci sono persone che quando quidano utilizzano l'automobile come una sorta di mezzo di trasporto con pilota automatico. Vedo persone che leggono il giornale, la cartina stradale o scrivono addirittura e che dire delle sigarette, non sono altrettanto pericolose? cercare il pacchetto, cercare l'accendino....cade la cenere (lascio a parte la maleducazione di buttarla fuori del finestrino) e tutte queste operazioni non sono pericolose? Il fatto è che le sigarette hanno una tassa e facendo il calcolo di quante vengono fumate in macchina per lo stato sarebbe una perdita troppo onerosa. In poche parole in automobile bisogna andare con la convinzione che oggi più che mai la guida è una professione. Sono un convinto fautore che la libertà di ogniuno ad usare il telefono in auto è sacrosanta, ma ogniuno dovrebbe avere almeno la cortezza di non fare più cose alla volta se non ci riesce ed avere l'umiltà di porsi la domanda.
Chiudi i commenti