Sì, scrivere sull'acqua si può

In Giappone, alcuni ricercatori sono riusciti ad utilizzare uno specchio d'acqua alla stessa maniera di uno schermo LCD: colonne d'acqua come pixel. Una nuova frontiera per la promozione pubblicitaria?

Osaka (Giappone) – I ricercatori dei Laboratori Akishima sono riusciti a trasformare un piccolo specchio d’acqua in una sorta di monitor a cristalli liquidi particolarissimo: si chiama AMOEBA, acronimo di Advanced Multiple Organized Experimental Basin .

La tecnologia utilizzata per la realizzazione di questa tecnologia prevede l’impiego di 50 microgeneratori di moto ondoso, capaci di smuovere l’acqua contenuta in una piccola piscina del diametro di circa un metro e mezzo. I motori, posizionati in modo circolare, sono studiati per muoversi con precisione e sincronia: una volta programmati, i ricercatori possono trasformare la superficie dell’acqua in lettere e forme .

I generatori d’onda utilizzano un particolare sistema pneumatico collegato ad un elaboratore elettronico, che gestisce il movimento di una sorta di valvola: ciascun movimento “sposta” l’acqua ad una determinata velocità, alzando piccole onde. Secondo alcuni esperti, AMOEBA sfrutterebbe le cosiddette funzioni di Bessel per coordinare il movimento dei singoli generatori.

L’incontro delle onde artificiali riesce a far increspare l’acqua a seconda del disegno preimpostato. In questo modo, ad intervalli programmati di 3 secondi, i ricercatori sono in grado di disegnare figure . Ogni “immagine” resta visibile soltanto per pochi attimi ma secondo il Prof. Shigeru Naito dell’Università di Osaka, responsabile del progetto, si tratta di un primo passo verso ulteriori sviluppi.

Questa tecnologia, in futuro, potrebbe essere utilizzata per attivare il potenziale comunicativo di qualsiasi contenitore naturale o artificiale di acqua stagna: una fontana, una piscina, un laghetto. L’impiego di AMOEBA potrebbe fornire nuove tecniche di promozione pubblicitaria o più semplicemente di arredamento.

Gli scienziati che hanno realizzato AMOEBA pensano infatti di utilizzare il sistema per creare spettacolari fontane luminose, che integrino giochi ottici e messaggi su acqua per intrattenere gli ospiti di qualche ricca abitazione privata, hotel o parco di divertimenti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • drizzt84 scrive:
    E qual è la novità?
    Si è sempre saputo che questa tecnologia non è sicura (vedi tutti gli universitari che bevono a scrocco).Non vedo dove sia la grande novità
  • Anonimo scrive:
    Rubare un chip?

    Rubare un Verichip rimane comunque molto più
    difficile rispetto a rubare qualsiasi cosa da
    un portafoglio o da una tascaSe non fosse che non serve rubarlo fisicamente, basta sottoporlo al segnale che lo alimenta e... ascoltarlo, come tutti i chip rfid correnti.
  • Anonimo scrive:
    il furto d'identità biometrica
    è per sempre
    • Anonimo scrive:
      Re: il furto d'identità biometrica
      E se uno cambia sesso e da Angela diventa Ugo?!
      • Anonimo scrive:
        Re: il furto d'identità biometrica
        - Scritto da:
        E se uno cambia sesso e da Angela diventa Ugo?!La sua imponta digitale/retinica/DNA è sempre la stessa. Non è diverso da uno al quale hanno amputato un braccio ;-)
  • Anonimo scrive:
    Ieri neutralizzano gli rfid, oggi...
    ... clonano i chippotti sottopelle (un bel dito in un occhio ai cavalieri dell'apocalisse... speriamo.)Ora manca che glielo mettano in quel posto pure al TPMNTSSGCPAlladium....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ieri neutralizzano gli rfid, oggi...
      - Scritto da:
      ... clonano i chippotti sottopelle (un bel dito
      in un occhio ai cavalieri dell'apocalisse...
      speriamo.)Il divertente e' che quando comparvero sul mercato le prime chiavi e serrature moderne, ad una fiera espositiva americana accadde una cosa simile, un abile scassinatore riusci' ad aprire tutti i nuovi modelli all'epoca all'avanguardia per la sicurezza.
  • Anonimo scrive:
    non si possono disabilitare?
    se i chip fossero controllabili, li si potrebbe attivare solo quando servono...altrimenti sono li pronti a dare i loro dati a chiunque li chieda, madari ad un device installato all'entrata di un gabinetto pubblico.. dove tutti prima o poi passiamo :-)
    • Brontoleus scrive:
      Re: non si possono disabilitare?
      - Scritto da:
      altrimenti sono li pronti a dare i loro dati a
      chiunque li chieda, madari ad un device
      installato all'entrata di un gabinetto
      pubblico.. dove tutti prima o poi passiamo
      :-)Io di solito riesco a tenerla, l'ultima volta che sono andato in un gabinetto pubblico avrò avuto sui 7 anni...
  • Alessandrox scrive:
    I Chip sottopelle...
    SONO INUTILI x la gente ma utili al sistema di controllo globale. e pure fallati.Se li infilino in quel posto.
    • uguccione500 scrive:
      Re: I Chip sottopelle...
      - Scritto da: Alessandrox
      SONO INUTILI x la gente ma utili al sistema di
      controllo globale. e pure
      fallati.
      Se li infilino in quel posto....in quel posto o sottopelle è la stessa cosa: NON VALGONO UN CAXXO...
    • Anonimo scrive:
      Re: I Chip sottopelle...
      si diceva così per molte altre cose molti anni fa.. cose che oggi sono indispensabili.Lo sai vero?Ricorda che quello che oggi dici essere inutile un giorno ti troverai a considerarlo indispensabile.E' l'evoluzione.Il chip sarà clonabile.. pero' è anche vero che pure le carte di credito nel portafoglio sono clonabili.
      • Anonimo scrive:
        Re: I Chip sottopelle...

        Il chip sarà clonabile.. pero' è anche vero che
        pure le carte di credito nel portafoglio sono
        clonabili.Il furto d'identità biometrica è per sempre
      • Anonimo scrive:
        Re: I Chip sottopelle...
        - Scritto da:

        E' l'evoluzione.Appunto, quello che non funziona si estingue...
        Il chip sarà clonabile.. pero' è anche vero che
        pure le carte di credito nel portafoglio sono
        clonabili.Con la differenza che il chip puo' essere clonato in ogni istante senza che tu ci possa fare nulla, mentre sulle carte hai almeno la possibilita' di usare qualche precauzione, peraltro se si decidessero a passare alle smartcard di problemi ce ne sarebbero moooolti di meno.Eppoi sottopelle...! che schifo!!
      • Anonimo scrive:
        Re: I Chip sottopelle...
        Sicuramente avranno tante applicazioni nobili ma con un arnese del genere in un braccio mi sentirei come una bestia marchiato a fuoco...
      • Alessandrox scrive:
        Re: I Chip sottopelle...
        - Scritto da:
        si diceva così per molte altre cose molti anni
        fa.. cose che oggi sono
        indispensabili.
        Lo sai vero?
        Ricorda che quello che oggi dici essere inutile
        un giorno ti troverai a considerarlo
        indispensabile.
        E' l'evoluzione.
        Il chip sarà clonabile.. pero' è anche vero che
        pure le carte di credito nel portafoglio sono
        clonabili.Appunto, allora e' perfettamente inutile che stia sottopelle, anzi... e' certamente peggio
      • Anonimo scrive:
        Re: I Chip sottopelle...
        Evoluzione? E' proprio vero, non sapere aiuta a vivere meglio... :@
  • Anonimo scrive:
    superbia
    prima o poi si salta giu in basso nella melma nella palude puzzolente succede sempre cosi quindi
  • Anonimo scrive:
    simpatica
    [img]http://joi.typepad.com/photos/cc_anniversary_03/cimg0171sized.jpg[/img]
    • uguccione500 scrive:
      Re: simpatica
      - Scritto da:
      [img]http://joi.typepad.com/photos/cc_anniversary_Si, ma lascia anche il numero di cellulare però, sennò come proviamo a baccagliarti???? :p
Chiudi i commenti