Samsung, il touch ha il pollice verde

Sotto i riflettori del World Mobile Congress l'azienda coreana presenterà il suo primo smartphone ecologico, votato al risparmio e all'energia pulita

Roma – Discostandosi dal filone di dispositivi touchscreen creati per usurpare il trono occupato da iPhone, Samsung presenta il primo smartphone touch che promette di rispettare l’ambiente: costruito con materiali riciclati, Blue Earth viene presentato come il dispositivo più ecologico mai costruito, senza rinunciare alla tecnologia e al design, quello della saponetta, apprezzato da molti.

Blue Earth Che Blue Earth sia stato creato come dispositivo ecologico ed ecologista lo si capisce sin dalla sua confezione, interamente fatta di cartone riciclato, così come riciclati sono i materiali utilizzati per la scocca, realizzata in PCM, plastica ottenuta da materiali riutilizzabili come le comuni bottiglie dell’acqua minerale. Nella progettazione sono stati esclusi del tutto materiali tossici come il berillio e gli ftalati.

Dotato di un design candybar, il telefono è caratterizzato, oltre che dallo schermo tattile, dal pannello solare che riveste la quasi totalità del lato posteriore. Secondo Samsung, il pannello solare permette un’autonomia pressoché illimitata, garantendo la piena funzionalità in qualsiasi momento. Inoltre, il telefono è dotato di un caricabatterie che fa del risparmio energetico il suo punto di forza poiché durante la ricarica assorbe soltanto 0,03 Watt in modalità stand-by.

“Blue Earth dimostra il nostro piccolo ma significativo impegno per il futuro e per il nostro ambiente” ha dichiarato JK Skin, dirigente della divisione per la comunicazione mobile di Samsung: “Ci stiamo impegnando per realizzare il più alto eco-status per i nostri clienti ed i nostri partner, fornendo migliori prodotti ecologici, nonché promuovendo iniziative a sfondo ambientale”.

In tal senso, Samsung ha voluto permeare di cultura ecologica il nuovo smartphone: Blue Earth è dotato non solo di un profilo che permette il risparmio in termini energetici, ma anche di un’apposita interfaccia, denominata Eco , la cui funzione Eco walk consiste in un contapassi dal cuore verde in grado di calcolare il risparmio di CO2 ottenuto optando per una sana passeggiata, piuttosto che scegliendo di utilizzare l’auto per muoversi. Alla fine di ogni tragitto verrà infatti indicato il livello di anidride carbonica “risparmiato” all’ambiente, grazie al quale è possibile calcolare quanti alberi potrebbero sopravvivere grazie ad un atteggiamento eco-sostenibile.

Latitano, al momento, le caratteristiche tecniche e multimediali del dispositivo. Tra tutte, quelle relative al sistema operativo che animerà il device: ulteriori informazioni a riguardo si avranno nelle prossime ore e all’apertura del Mobile World Congress di Barcellona, rassegna dedicata al mondo della telefonia mobile. Stesso discorso per quanto riguarda il prezzo di lancio sul mercato e i tempi di commercializzazione: al momento l’ipotesi più accreditata vede lo smartphone disponibile sul mercato britannico per il secondo semestre dell’anno.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ninjaverde scrive:
    Sviluppare?
    Sviluppare in linea?Così da far sapere a "tutti" cosa si stà facendo...Lavorare per i "pincopallo" che hanno inventato questo sistema insomma.
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: Sviluppare?
      1) è un software progettato per permettere lo sviluppo collaborativo;2) attualmente supporta solo html, css e java: i sorgenti dei prodotti scritti in HTML e CSS sono liberamente accessibili da chiunque visiti una pagina web, senza doversi sobbarcare l'onere di scrivere un'applicazione simile per conoscere chissà quali segreti industriali;3) A mozilla, di sapere come sviluppi la tua pagina HTML non gliene potrebbe XXXXXXX di meno.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Sviluppare?

        3) A mozilla, di sapere come sviluppi la tua
        pagina HTML non gliene potrebbe XXXXXXX di
        meno.eh no!!! le interfaccie per i supergestionali che scrivo in PHP farebbero gola a molti...!!! :D (rotfl)(rotfl)(rotfl) ;)
        • ninjaverde scrive:
          Re: Sviluppare?
          - Scritto da: Nome e cognome

          3) A mozilla, di sapere come sviluppi la tua

          pagina HTML non gliene potrebbe XXXXXXX di

          meno.

          eh no!!! le interfaccie per i supergestionali che
          scrivo in PHP farebbero gola a molti...!!! :D
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          ;)Ah ho capito, (non lo avevo capito dall'articolo....)
    • Andrea Rossini scrive:
      Re: Sviluppare?
      Comunque credo che l'obbiettivo finale sia far installare l'engine di Bespin all'interno dei server aziendali, cosicchè il repository del codice sorgente resti nelle aziende.
  • Pino scrive:
    Bello, ma...
    L'ho provato, è piuttosto interessante.D'accordo che è la versione 0.1.1, però la possibilità di cambiare i colori dell'editor era secondo me una priorità. ODIO quel marrone.Vorrei scrivere nero su bianco. Anche perché il syntax highlighting è ancora piuttosto indietro (basta inserire un apice in un testo e tutto si colora di verde).Cmq una buona idea. Aspettiamo di vedere gli sviluppi.
    • advange scrive:
      Re: Bello, ma...

      Anche perché il
      syntax highlighting è ancora piuttosto indietro
      (basta inserire un apice in un testo e tutto si
      colora di
      verde).Come in tutti gli edito WYSIWYG del mondo
    • CrAzY scrive:
      Re: Bello, ma...
      già.. peccato che mi hanno copiato l'idea xD (non ne ho diritti, però ci stavo pensando anchio...)
  • chojin scrive:
    web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
    Così come i vari applicativi in remoto che "gentilmente" vengono forniti quali applicativi stile Office... Solo un pazzo produrrebbe il proprio lavoro in remoto. E' il modo più sicuro per regalare agli altri il proprio lavoro... ehh!
    • Momento di inerzia scrive:
      Re: web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
      Quali delle parole "framework per lo sviluppo collaborativo" non ti è chiara?
    • fra Martino scrive:
      Re: web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
      ecco un'altro fan dell'opensource.
      • fra martino campanaro scrive:
        Re: web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
        - Scritto da: fra Martino
        ecco un'altro fan dell'opensource.Ecco un troll & trool :)
      • Karmakoma scrive:
        Re: web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
        Ma sei lo stesso Fra Martino di finanzaonline che sostiene che il mattone non crolla mai? asd...annamo bene...
        • Il trattore scrive:
          Re: web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
          Fallacie di circolarità o di presunzione.da Luogocomune.net:Uomo di paglia: avviene quando si attacca un'argomentazione che l'avversario ha fatto in separata sede, e che risulta particolarmente facile da confutare, nell'intento si sminuire la validita della sua argomentazione corrente.Io e te siamo discutendo di coltivazione delle banane. Ad un certo punto tu mi dici: "Tu hai scritto l'anno scorso che i mandarini non crescono bene in Sicilia, mentre questo non è vero", sottintendendo che la mia argomentazione sulle banane sia meno valida. (Si chiama "uomo di paglia" perchè è più facile da sconfiggere di un uomo in carne ed ossa).Impone inoltre l'idea che se si sta davvero cercando di conoscere la verità conviene prendere in considerazione la tesi contraria più forte, e non la più debole.
    • Uby scrive:
      Re: web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
      - Scritto da: chojin
      Così come i vari applicativi in remoto che
      "gentilmente" vengono forniti quali applicativi
      stile Office... Solo un pazzo produrrebbe il
      proprio lavoro in remoto. E' il modo più sicuro
      per regalare agli altri il proprio lavoro...
      ehh!Serve per progetti *collaborativi*, metti su bespin su un tuo server e risolvi i tuoi problemi orwelliani...
    • Guybrush scrive:
      Re: web-based: XXXXXXX i codici a chi lo usa
      - Scritto da: chojin
      Così come i vari applicativi in remoto che
      "gentilmente" vengono forniti quali applicativi
      stile Office... Solo un pazzo produrrebbe il
      proprio lavoro in remoto. E' il modo più sicuro
      per regalare agli altri il proprio lavoro...
      ehh!...mi devo essere perso il punto in cui l'articolo dice che sarai obbligato ad usare bespin.-- GT
  • Momento di inerzia scrive:
    [OT x la redazione]La D e la S...
    ...sono vicine sulla tastiera, ma...http://old.demauroparavia.it/40563non sarebbe meglio "espandibile"?http://old.demauroparavia.it/40560
    • Alessandro Del Rosso scrive:
      Re: [OT x la redazione]La D e la S...
      Sono equipollenti :) Ma con la "d" sa più di termine inglese italianizzato (da expanded)... :-) Poi posso sbagliarmi, per carità... In ogni caso sul dizionario trovi anche la versione con la "s" ;-)- Scritto da: Momento di inerzia
      ...sono vicine sulla tastiera, ma...
      http://old.demauroparavia.it/40563
      non sarebbe meglio "espandibile"?
      http://old.demauroparavia.it/40560
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: [OT x la redazione]La D e la S...
        - Scritto da: Alessandro Del Rosso
        Sono equipollenti :) Ma con la "d" sa più di
        termine inglese italianizzato (da expanded)...
        :-) Poi posso sbagliarmi, per carità... In ogni
        caso sul dizionario trovi anche la versione con
        la "s"
        ;-)Non vorrei sembrare insistente, ma tra i due passa la stessa differenza che passa tra una forma transitiva e una intransitiva.Sono consapevole che sul vocabolario si trovano entrambe le forme, le ho anche linkate, ma espansibile significa che tende naturalmente e senza interventi esterni all'espansione, come nel caso di un gas, mentre espandibile significa che può essere espanso o esteso da un agente esterno.Semanticamente parlando, espandibile è più corretto in questo caso.
        - Scritto da: Momento di inerzia

        ...sono vicine sulla tastiera, ma...

        http://old.demauroparavia.it/40563

        non sarebbe meglio "espandibile"?

        http://old.demauroparavia.it/40560
    • Cavoletto di Bruxelles scrive:
      Re: [OT x la redazione]La D e la S...
      Non per farmi i cavoli degli altri, e non per fare polemica, ma mi pare che qui ci sia tanta gente che perde le mezze giornate a criticare cosa e come scrivono gli autori dei pezzi. O in generale a sminuire gli altri e le loro opinioni. Boh... ognuno impiega il proprio tempo come meglio crede, a me dà fastidio già aver perso pochi secondi per scrivere questo commento...
      • Momento di inerzia scrive:
        Re: [OT x la redazione]La D e la S...
        Poi tutti a vaneggiare di web collaborativo, di user generated content, autocorrezione delle community e informazione orizzontale, vero?
Chiudi i commenti