Samsung lancia le super flash

Il gigante coreano sviluppa nuovi chip di memoria OneNAND flash capaci di spingere la densità di memorizzazione e fornire maggiori performance in scrittura. Sono indirizzati a dispositivi mobili e drive flash

Seoul (Corea del Sud) – Samsung ha avviato la produzione in volumi di una nuova generazione di memorie flash, le stesse utilizzate sui dispositivi mobili e negli hard disk a stato solido, che raddoppiano densità e capacità.

I nuovi chip, costruiti con un processo a 60 nanometri, hanno una capacità di 2 gigabit e una velocità in scrittura di 17 MB al secondo, contro i 9,3 MB/s della precedente generazione da 70 nm. La velocità in lettura rimane di 108 MB/s.

Le nuove memorie flash adottano la tecnologia OneNAND di Samsung, che secondo l’azienda è in grado di combinare i vantaggi dell’architettura di memoria NAND con quella NOR: in altre parole, forniscono performance più bilanciate in lettura e scrittura. L’altra peculiarità delle memorie OneNAND è quella di poter essere collegate in modo tale da moltiplicare la velocità massima di trasferimento dati: ad esempio, combinando 8 chip è possibile ottenere una velocità in scrittura fino a 136 MB/s.

I chip flash NOR sono primariamente utilizzati come memoria di sistema in telefoni cellulari, PDA e in altri dispositivi embedded, dove in genere hanno il compito di immagazzinare dati personali, fotografie, musica e video. I vantaggi dell’architettura NOR sono un’elevata affidabilità nel tempo ed un veloce accesso in lettura, tipicamente intorno ai 200-300 MB/s. Le memorie NAND, che hanno in genere densità più elevate e migliori velocità in scrittura (tipicamente di 15-20 MB/s), si sono invece affermate come lo standard per le memory card ed altri dispositivi di memoria esterni.

I chip OneNAND di Samsung, proprio perché ereditano le caratteristiche di entrambe le tipologie di memorie flash, si rivolgono un po’ a tutti i segmenti del mercato: da quello dei telefoni cellulari a quello dei dischi a stato solido per PC e notebook.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    guadagnare ricariche gratuite e soldi
    per informazioni dettagliate visitate il sito web http://eurosms.altervista.orgx l'iscrizione al servizio basta cliccare sul banner di eurosms presente sul sito o nel link in fondo alla pagina.
  • Anonimo scrive:
    Non buttiamo l'hardware, ricicliamolo
    Esistono progetti di "trashware" nati proprio per riciclare PC che per il mercato sono obsoleti ma ancora utilizzabili per il 99% delle normali applicazioni http://trashware.linux.it Donare un pc ad una associazione o ad un LUG che si occupano di trashware permette di "donare nuova vita al computer" che verrà ricondizionato, integrato di memoria o componenti, se necessario, e quindi donato a enti, biblioteche, scuole ecc..Inoltre sui pc verrà installato esclusivamente software libero. http://it.wikipedia.org/wiki/Software_libero ; http://www.softwarelibero.it/documentazione/softwareliber ;http://www.italy.fsfeurope.org
  • The_GEZ scrive:
    Dov'è la novità ?
    Ciao a Tutti !Veramente l' Hi-Tech in Italia è sempre costato di più, forse voleva dire che da domani costrà ANCORA di più !Tanto per sparare un esempio che ho visto di recente con il lancio della versione "lite" della console portatile "Nintendo DS" che come prezzi di riferimento davano 129$ USA 139 Europa 149 Italia. (Non ho presente il prezzo in Yen)Carino, no ?E comunque di esempi ce ne sono molti, finanza "creativa" ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Dov'è la novità ?
      - Scritto da: The_GEZ
      Ciao a Tutti !

      Veramente l' Hi-Tech in Italia è sempre costato
      di più, forse voleva dire che da domani costrà
      ANCORA di più
      !

      Tanto per sparare un esempio che ho visto di
      recente con il lancio della versione "lite" della
      console portatile "Nintendo DS" che come prezzi
      di riferimento davano 129$ USA 139 Europa 149
      Italia. (Non ho presente il prezzo in
      Yen)
      Carino, no ?
      E comunque di esempi ce ne sono molti, finanza
      "creativa"
      ?No, più semplicemente, commercianti ladri (e che spesso evadono pure il fisco).
      • Anonimo scrive:
        Re: Dov'è la novità ?
        - Scritto da:

        - Scritto da: The_GEZ

        Ciao a Tutti !



        Veramente l' Hi-Tech in Italia è sempre costato

        di più, forse voleva dire che da domani costrà

        ANCORA di più

        !



        Tanto per sparare un esempio che ho visto di

        recente con il lancio della versione "lite"
        della

        console portatile "Nintendo DS" che come prezzi

        di riferimento davano 129$ USA 139 Europa 149

        Italia. (Non ho presente il prezzo in

        Yen)

        Carino, no ?

        E comunque di esempi ce ne sono molti, finanza

        "creativa"

        ?

        No, più semplicemente, commercianti ladri (e che
        spesso evadono pure il
        fisco).Se evadono il fisco per evitare di veder finire il frutto del loro lavoro "bruciato" assieme alle canne che vi sparate nei centri sociali, fanno bene.
        • Anonimo scrive:
          Re: Dov'è la novità ?
          - Scritto da:
          Se evadono il fisco per evitare di veder finire
          il frutto del loro lavoro "bruciato" assieme alle
          canne che vi sparate nei centri sociali, fanno
          bene.Se nessuno evadesse il fisco le tasse sarebbero più basse e ci sarebbe una concorrenza onesta. Altro che centro sociale... piuttosto i furbi in galera.
  • Anonimo scrive:
    Piuttosto che darli alla SIAE
    Basterebbe diminuire il compenso per la SIAE e sai quanti soldi per lo smaltimento salterebbero fuori? Diciamo che se bisogna obbligare gli utenti finali a pagari per la SIAE si fa tutto e subito mentre per il riciclaggio c'è sempre qualcuno disposto ad essere contarrio ed essere ascoltato (chi, invece, va contro la siae non viene minimamente badato!).
  • scala40 scrive:
    i consumatori pagano sempre loro
    Ciao Paolo , il consumatore è sempre quello che paga , anzi il cittadino deve pagare anche quello che altri mangiano e a noi cittadini chiedono il rimborso , non lo vanno mica a chiedere a chi se lo è mangiato nooo a noi cittadini onesti lo vengono a chiedere . Ti invio un saluto con un sorriso che entri nella tua casa e nelle case di tutto il mondo :-D Da una mamma di nome Angela ......un saluto col sorriso a tutti quelli che mi leggeranno e a tutto il mondo :-D
  • Anonimo scrive:
    RoHS
    La RoHS è stata introdotta semplicemente per limitare le importazioni dalla Cina... Infatti il 90& dei prodotti attualmente nei magazzini non è RoHS...
    • Anonimo scrive:
      Re: RoHS
      COME AL SOLITO SAREBBE GIUSTO FARE UNA DISTINZIONETRA LE PICCOLE AZIENDE CHE INCIDONO IN PERCENTUALE SOTTO IL 5% E LE GROSSE AZIENDE .LE PICCOLE CHIUDERANNO SE NON LO HANNO GIA' FATTO E QUALCUNO AL RITORNO DALLE FERIE AVRA' UN'AMARA SORPRESA. LE GRANDI SI DIVIDONO IN DUE RAMI QUELLE CHE HANNO AVUTO LE DEROGHE E CONTINUANO A PRODURRE CON I VECCHI SISTEMI (NO RoHS) VEDI COMPONENTIAUTOMOBILI,CERAMICHE,BATTERIE ECC.BASTA METTERE LA NUOVA ETICHETTA E QUELLE CHE HANNO AVUTO I FINANZIAMENTI, IN TUTTO FANNO IL RIMANENTE 95%MA PERCHE'NON TAGLIAMO I TUBI DELL'ACQUA A CHI HA LE TUBAZIONI ANCORA IN PIOMBO MAH FORSE CI STANNO GIA' PENSANDO, MA FATEMI IL PIACERE RIGUARDO AI MAGAZZINI DEI CINESI IL 95% DEGLI ESCLUSI RIDE MI RITORNA ALLA MENTE IL RITORNELLO.CIMABUE FAI UNA COSA NE SBAGLI DUE.W L'ITALIA E LA COMUNITA'EUROPEA PS TANTO SONO IN 4 O 5 CHE COMANDANO GLI ALTRI PECORE
  • Guybrush scrive:
    Riciclare un'automobile
    E' relativamente facile: e' composta da componenti discreti che possono essere smontati e ricondizionati/riciclati/smontati a loro volta.Deve accadere lo stesso anche per i prodotti hi tech.Punto.
    GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Pagare i veri costi (j0e-ized)
      - Scritto da:

      Bisogna progettare pensando già a come

      smaltire il bene che dovremo produrre

      I costi aumentano? No.

      Forse sì, ma i -cari- consumatori si lagnano e si
      indignano a prescindere, ignorando che poi le
      tasse sullo smaltimento dei rifiuti li cazziano
      certamente in misura
      maggiore!


      Quello che mi scoccia è spendere tempo e

      denaro nella raccolta differenziata,

      Non hai fiducia nell'effettiva bontà del
      meccanismo di
      riciclo?Salvo alcuni casi di malviventi e collusi, ho fiducia che il meccanismo funzioni, solo che non vedo innescarsi il circolo virtuoso per il quale i benefici tornano al cittadino (meno tasse sui rifiuti) e quindi il cittadino è incentivato a proseguire nella raccolta differenziata.

      qualsiasi mio concittadino che se ne frega e

      butta tutto nello stesso sacco nero

      Colpa anche della tua omertà: lo richiami (la
      prima), lo denunci (la seconda) e lo butti tra i
      rifiuti organici (la
      terza).No, non sono io omertoso, è che non lo colgo sul fatto (mi becco solo il comune richiamo dell'amministratore di condominio che ci comunica le multe ricevute).
      j0e
      (pizza-wurstel 2-0):)
  • Anonimo scrive:
    Questo è il prezzo che si paga per...
    Questo è il prezzo che si paga per non aver più investito in innovazione, ricerca e sviluppo.Tutto quello che non possiamo o non sappiamo produrre noi, lo dobbiamo importare, e quel poco che produciamo noi (che produciamo noi?) in ogni caso è gravato da brevetti e royalties varie. Tutti costi aggiuntivi, per chi produce, che poi alla fine vengono scaricati sui consumatori.Una classe imprenditoriale miope e impreparata, legata a doppio filo ad una classe dirigente politica e economica incapace e connivente, ed ecco che abbiamo descritto con dovizia di particolari l'italietta del Grande Fratello, degli amici di mariafilippa, delle suonerie dei cellofoni, e di tutti quei prodotti, servizi e persino programmi di intrattenimento, da terzo mondo culturale.Comprendo la classe politica, che avendo realizzato che un popolo bue è più facile da controllare (basta parlare alla pancia), ma la classe economica e imprenditoriale, avrebbe dovuto scorgere all'orizzonte tempi bui, seppur seguiti da un inziale ma temporaneo benessere (dovuto più a favori che ad altro).Esiste anche un'Italia che si rimbocca le maniche, che lavora, e che innova. Ma il più delle volte, dopo un po' di tempo passato a combattere l'ennesimo muro di gomma, o dopo aver assistito all'ennesima ingiustizia (nepotismo, favoritismi, corruzione, ...), va all'estero, ad ingrassare il portafoglio brevetti (e non) di altri, alla faccia di noi italiani.Tangentopoli, affittopoli, calciopoli, ... vabbè anche i giornalisti ormai ci prendono per quello che siamo, coniando titoli da decerebrati (poi magari, in realtà è davvero il massimo che sanno dare), ma quello che ci vorrebbe, è una bella rivoluzione. Culturale e sociale, e con un bel po' di teste da far rotolare (non necessariamente in senso letterale).Forse dopo con un Paese profondamente rinnovato, si potrebbe davvero pensare di ripartire e tornare ad essere qualcuno nel mondo.Fino ad allora, continuiamo pure a piangerci addosso.
  • Anonimo scrive:
    Wow, prendi 1 paghi 2
    All'atto dell'acquisto, paghi.Quando si rompe/butti, paghi.E che cacchio...siamo solo limoni da spremere
  • gioverone scrive:
    Come al solito
    I costi saliranno e forse a pagare saranno i consumatori.Vince l'italia e aumentano tasse GRAZIE!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito
      Voglio anche il cassonetto per la raccolta delle immondizie informatiche così da bruciarlo una volta a settimana, vedrai quanto gli costa al comune quest'altra vakkata...- Scritto da: gioverone
      I costi saliranno e forse a pagare saranno i
      consumatori.


      Vince l'italia e aumentano tasse


      GRAZIE!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Come al solito
        - Scritto da:
        Voglio anche il cassonetto per la raccolta delle
        immondizie informatiche così da bruciarlo una
        volta a settimana, vedrai quanto gli costa al
        comune quest'altra
        vakkata...Io andre a ravanarlo come un barbone ogni giorno in cerca di qualcosa di utile... (rotfl)
        • Alucard scrive:
          Re: Come al solito
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Voglio anche il cassonetto per la raccolta delle

          immondizie informatiche così da bruciarlo una

          volta a settimana, vedrai quanto gli costa al

          comune quest'altra

          vakkata...

          Io andre a ravanarlo come un barbone ogni giorno
          in cerca di qualcosa di utile...
          (rotfl)Vista la gente che c'è in giro potresti anche trovarci un pc di fascia media soppiantato ormai dall'ultimissimo procio, l'ultimissima sk audio e video ecc. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Come al solito
      - Scritto da: gioverone
      I costi saliranno e forse a pagare saranno i
      consumatori.


      Vince l'italia e aumentano tasse


      GRAZIE!!straquoto! per mantenere la nostra INEFFICENZA sono sempre i consumatori a pagare!
  • Anonimo scrive:
    I consumatori pagano sempre
    tutte le spese dei produttori...e oltre a quelle, anche il loro guadagno.E' sempre stato così.
  • Anonimo scrive:
    basterebbe non far uscire....
    basterebbe non far uscire un nuovo modello di cellulare ogni settimana e far pagare meno le batterie. I nuovissimi cellulari non fanno nulla di utile (il 99% degli utenti si limita a telefonare e inviare sms come si faceva 15 anni fa, imho basta il cellulare vecchio).I computer sono superati ad un mese dall'acquisto, ma alla fine sono più di 10 anni che (per chi non gioca con i videogames) quasi tutti si limitano ad usarli come macchine da scrivere con lettore audio/video.Il fatto è che gli oggetti non si riparano più, ma si tende a vendere sempre il modello nuovo aumentando i rifiuti
    • Anonimo scrive:
      Re: basterebbe non far uscire....
      ...e se si obbligasse qualcuno a ritirare gli usati, vedi Nokia e compagnie belle, a costo zero? In fondo, se durano, loro risparmiano e noi avremmo cellulari che durano magari un minimo di tempo invece di avere dei rotamacci dopo poche settimane!- Scritto da:
      basterebbe non far uscire un nuovo modello di
      cellulare ogni settimana e far pagare meno le
      batterie. I nuovissimi cellulari non fanno nulla
      di utile (il 99% degli utenti si limita a
      telefonare e inviare sms come si faceva 15 anni
      fa, imho basta il cellulare
      vecchio).

      I computer sono superati ad un mese
      dall'acquisto, ma alla fine sono più di 10 anni
      che (per chi non gioca con i videogames) quasi
      tutti si limitano ad usarli come macchine da
      scrivere con lettore
      audio/video.

      Il fatto è che gli oggetti non si riparano più,
      ma si tende a vendere sempre il modello nuovo
      aumentando i
      rifiuti
Chiudi i commenti