Samsung, nuovo cellulare per la SatTV

Per la terza volta il produttore sforna un telefonino di questo tipo ma ancora una volta solo per la Corea. L'Italia dovrà attendere: non c'è chiarezza sugli standard


Cannes – Le ricerche relative alle future convergenze fra il mercato televisivo e la telefonia sembrano non avere dubbi: entro il prossimo anno si avvierà completamente la TV mobile, la TV da guardare sul cellulare. Un avvio che, dando un occhio al mercato, potrebbe deludere gli operatori italiani.

Emblematiche in particolare le mosse di Samsung , che gioca d’anticipo sui competitor, e che, dopo aver inaugurato a gennaio la serie di cellulari predisposti per lo standard DMB (SGH-B100), ha presentato un modello ancora più evoluto e compatibile con lo standard DMB pensato dall’impresa coreana per la ricezione e la trasmissione della televisione digitale satellitare .

L’SCH-B200, evoluzione dei precedenti SCH-B100 e SCH-B130, già predisposti per lo standard DMB, consentirà dunque di trasmettere e vedere la televisione satellitare sullo schermo del telefonino. Uno schermo pensato appositamente per la TV ((240×320 pixel di risoluzione e 262.000 colori) che, quando aperto, è in grado di ruotare di 90 gradi per mostrare lo schermo TV in orizzontale.

Il dispositivo integra anche una fotocamera/videocamera da 2 megapixel, con possibilità di videorecording Mpeg4, con uscita TV, per permettere la trasmissione delle immagini e dei filmati grazie ad un monitor esterno. Tutte le immagini, e le canzoni presenti nel lettore MP3, possono essere archiviate su una Memory Card mentre per la connettività l’insieme è un po’ povero, essendo sprovvisto di Bluetooth e limitato alla sola connessione tramite porta ad infrarossi.

Anche la batteria è pensata per un uso “televisivo” del cellulare: stando a quanto affermato da Samsung, può garantire almeno due ore di visione ininterrotta della TV. Staremo a vedere.

Disponibile nel prossimo autunno in Corea, in Italia l’ultimo modello di casa Samsung tarderà ad arrivare, semmai arriverà; gli operatori della telefonia, i gestori telefonici e le aziende produttrici, di comune accordo con le istituzioni, non hanno ancora scelto se permettere la trasmissione della televisione su mobile tramite lo standard DVB-H o tramite lo standard DMB . Del resto, nel BelPaese manca ancora una strategia unitaria per la promozione del digitale terrestre, le cui trasmissioni potranno essere viste anche sui cellulari abilitati.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sandro kensan scrive:
    Grande Kirchner!!!
    Grande presidente!La storia è lunga ma lui e il suo governo ha dapprima scaricato le politiche neoliberiste filoamericane (del FMI) del precedente ministro Cavallo (la così detta cura Cavallo...), ha decretato il default, ha rinegoziato il debito, sta scaricando o ha scaricato i tangobond mettendo ahimé in difficoltà economica molti italiani (comunque andava fatto e la responsabilità è di chi ha appoggiato e dato fiducia alle politiche filoamericane, leggi banche italiane, FMI, USA).Ha poi accettato molti soldi dalla CINA che si è comprata alcune infrastrutture nazionali, materie prime, ecc, ecc. In questo modo non ha necessità impellente dei soldi dell'FMI (leggi soldi americani e anche europei) e può praticare una politica all'interno del mercato comune latinoamericano (brasile, cuba. venezuela, argentina, ecc, ecc) e starsene lontano dal mercato comune usa-america latina. (i nomi dei due mercati non l ricordo).Quindi adesso può permettersi di tutelare i propri cittadini stando lontano dalle politiche antiprivacy sostenute dagli USA il cui eco arriva spesso in EU e in Italia.Insomma credo che noi italiani abbiamo pagato con i Tangobond questa decisione filoprivacy di Kirchner.Al solito le mie considerazioni valgono non più di due centesimi.
  • Anonimo scrive:
    Anche loro dovranno...
    ...inviare tutto alle biblioteche di Roma e Firenze?(chi ha orecchie per intendere...)
  • Anonimo scrive:
    Esigenza
    "Da parte sua il Governo ha voluto sottolineare che la legge, ancorché "difettosa", proveniva da un'esigenza avvertita dalle forze dell'ordine, quella di monitorare il traffico internet, e non dal desiderio di esplorare anche i suoi contenuti."L'Argentina è proprio il più occidentale tra i paesi sudamericani...
    • ishitawa scrive:
      Re: Esigenza
      - Scritto da: Anonimo
      "Da parte sua il Governo ha voluto sottolineare
      che la legge, ancorché "difettosa", proveniva da
      un'esigenza avvertita dalle forze dell'ordine,
      quella di monitorare il traffico internet, e non
      dal desiderio di esplorare anche i suoi
      contenuti."d'accordo, ma non PER DIECI ANNI e che sia ben definito che solo l'autorità giudiziaria puòaccederci e che non basta una lettera da un avvocatodelle major o altri baroni per ottenre che il provider(notoriamente sempre fra l'incudune e il martello) perevitare guai più grossi gli molli i log
  • Anonimo scrive:
    Mi pare il minimo che ci ripensi .....
    Come da oggetto.!
Chiudi i commenti