Samsung punta tutto sul rosso, anzi su OLED

Il gigante coreano investirà 450 milioni di dollari per la realizzazione di un nuovo impianto, che da gennaio 2007 produrrà 20 milioni di unità OLED di quarta generazione destinate a telefonini e dispositivi mobili
Il gigante coreano investirà 450 milioni di dollari per la realizzazione di un nuovo impianto, che da gennaio 2007 produrrà 20 milioni di unità OLED di quarta generazione destinate a telefonini e dispositivi mobili


Seoul (Corea del Sud) – Si tinge di OLED , di display di nuova generazione e di nuovi processi produttivi la telefonia mobile secondo Samsung : il colosso coreano ha infatti annunciato un investimento pesantissimo su quello che sta rapidamente affermandosi come il fronte più bollente delle nuove tecnologie display, nelle quali Samsung riveste un ruolo di assoluta preminenza.

Con l’equivalente di circa 400 milioni di euro, Samsung intende dar vita ad una nuova linea produttiva OLED di quarta generazione . Presso l’impianto PDP (Plasma Display Panel) di Cheonan (Corea del Sud) verrà all’allestito un nuovo padiglione che permetterà, dal gennaio 2007, la produzione annuale di 20 milioni di display per cellulari. Il progetto è tanto più interessante, sostengono gli osservatori, anche perché arriva dopo le scoperte della Cambridge Display Technology , che annunciano un futuro di OLED molto più economici, capaci persino di rivaleggiare in settori un tempo impensabili, come i monitor PC o le tv.

“La quarta generazione OLED sarà la prima ad utilizzare una soluzione di poli-cristallino di silicio a bassa temperatura, utilizzata in alcuni casi nei LCOS display “, ha dichiarato un portavoce di Samsung.

La tecnologia TFT-LCD, nei cellulari, rappresenta più del 50% del settore, ma OLED potrebbe dimostrarsi un’ottima alternativa grazie soprattutto ai suoi minori consumi ed ingombri. I Diodi Organici ad Emissione di Luce non hanno bisogno di una sorgente luminosa, come avviene per gli LCD, perché emettono loro stessi il fascio luminoso che permette la visualizzazione di immagini. Il colore, invece è il frutto dei drogaggi sul semiconduttore. La caratteristica, però, che potrebbe accelerare il processo di penetrazione nel settore è quella della velocità di aggiornamento video. L’avvento dei servizi video ha evidenziato i limiti degli attuali TFT LCD, che soffrono particolarmente il cosiddetto effetto “scia” (ghosting): le immagini in movimento lasciano una specie di scia dovuta all’aggiornamento luminoso dei pixel. Samsung sostiene che gli OLED di quarta generazione saranno in grado di migliorare le performance TFT di quasi mille volte , rendendo nitida e fluida qualsiasi riproduzione video.

La società di ricerca Display Search sostiene che entro il 2008 il fatturato del mercato OLED raggiungerà i 4,55 miliardi di dollari. Un torta piuttosto ghiotta per Samsung, che già detiene con gli OLED a matrice passiva una share del 44%. Se i servizi televisivi per cellulari dovessero spiccare il volo l’azienda coreana potrebbe, da sola, soddisfare ogni tipo di commessa: entro il 2008 il nuovo stabilimento sarà in grado, infatti, di produrre quasi 50 milioni di unità annuali .

Dario d’Elia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 11 2005
Link copiato negli appunti