Samsung vende le NAND flash anche a Sony

L'azienda coreana sta contrattando con Sony la cessione di un quinto della produzione per consentirle di rivaleggiare con Apple nel campo dei lettori multimediali


San Josè (USA) ? Samsung sta contrattando la fornitura di memorie NAND flash al gigante giapponese Sony per un valore totale di circa 2 miliardi di dollari.

La scelta di Sony, che per alcuni tira in ballo un nuovo scontro con i player musicali di Apple , è stata dettata anche dal bisogno di rifornirsi, a prezzi abbastanza concorrenziali, da un chipmaker che disponesse di grandi quantità di prodotto. Le memorie NAND flash potranno diventare i drive di un nuovo lettore MP3 o di altri dispositivi, questo Sony non l’ha ancora dichiarato. L’unica cosa che risulta sicura è che l’azienda giapponese preme per riuscire ad accaparrarsi qualcosa prima che la concorrente di Cupertino spazzoli via tutto il mercato .

Apple ha già un contratto di fornitura con Samsung, che vale molto di più dei 2 miliardi che Sony sembra stia per investire, e dispone di un numero di memorie flash maggiore rispetto al quinto di produzione richiesto dall’azienda giapponese. Come se ciò non bastasse, Apple ha recentemente siglato un altro accordo con Intel e Micron per aumentare così le scorte di memoria dedicate ai suoi famosi iPod .

Sony, stretta da una morsa che la obbliga ad acquistare ora per non soffocare dopo , non potrà nemmeno contare sugli stessi grandi sconti effettuati da Samsung verso l’azienda della Mela. Infatti, quest’ultima, accaparrandosi la maggior parte della produzione, ha diritto a riduzioni significative.

Dario Panzeri

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti