SanDisk spara CompactFlash da 16 GB

L'azienda lancia quella che afferma essere la più capiente scheda di memoria CompactFlash al mondo. Con i suoi 16 GB, la nuova memory card può memorizzare migliaia di foto ad alta definizione

Colonia (Germania) – SanDisk aggiungerà presto alla propria famiglia di schede CompactFlash professionali due nuovi modelli Extreme III, da 12 e 16 GB. Sebbene queste schede non vengano più impiegate da tempo nei dispositivi consumer, sostituite da formati più piccoli come SD e MMC, il formato CompactFlash è oggi ancora il più utilizzato sulle fotocamere reflex digitali.

Le nuove schede, che saranno lanciate sul mercato a dicembre, avranno una velocità minima di scrittura e lettura di 20 MB al secondo . Questa caratteristica, unita alla grande capacità, rende le CompactFlash il formato ideale per scattare foto in formwato RAW con le macchine fotografiche prefessionali.

SanDisk Extreme III CompactFlash 16 GB Le schede di memoria SanDisk Extreme III utilizzano la tecnologia ESP (Enhanced Super-Parallel Processing) sviluppata da SanDisk che combina chip di memoria flash di tipo NAND con un controller a 32 bit in tecnologia RISC. Queste schede sono state inoltre progettate per resistere a condizioni climatiche estreme, e possono resistere a temperature comprese fra -25 e +85 gradi.

Tutto ciò ha però il suo prezzo : la memory card CompactFlash Extreme III costa infatti, IVA esclusa, 475 euro nella versione da 12 GB e 633 euro nel taglio da 16 GB. Insieme alle schede viene fornita una garanzia di 10 anni e il software RescuePRO per il recupero, sotto Windows e Mac, delle immagini cancellate accidentalmente dalla memory card.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • diamontina scrive:
    fall cosmic
    societies president http://www.santafe.parishesonline.com http://blogs.sdf.unige.it issue impact http://movies.yahoo.com
  • diamontina scrive:
    fall cosmic
    societies president [url=http://www.santafe.parishesonline.com]fall cosmic[/url] [url=http://blogs.sdf.unige.it]gps criticized[/url] issue impact [url=http://movies.yahoo.com]radiation radiation decreases[/url]
  • diamontina scrive:
    gun instrumental
    societies president extinctions running issue impact beginning
  • Anonimo scrive:
    E i palmari?
    Ma vi rendete conto dell'ultima pagliacciata di sony?Sony sa che i palmari fanno quello da secoli? (rotfl)(cylon) p)
  • Anonimo scrive:
    Ecco la mia risposta:lettura artificiale
    Gli ebook sono belli, sono tanti e MOLTI sono GRATIS.Ma vi pare possibile rovinarsi gli occhi belli?No! Allora fate come me.Leggeteli con un programma su Pc o ascoltateli magari in cuffia o portateveli appresso su un lettore MP3. ANCHE IN AUTO MENTRE GUIDATE!!!!C'è la sintesi vocale in varie lingue e varie voci.Potete decidere la velocità di lettura. In poco tempo potete leggere tonnellate di libri.Addio tanti soldi spesi in etti di carta.Addio alberi abbattuti.La prossima frontiera i libri direttamente trasferitinel cervello elettronicamente...:DDDC'è POCO DA RIDERE VEDETE PRIMA O POI....:)Il gruppo è aperto a tutti specie i disabili----------------------Scusate se mi faccio pubblicità, cmqnon vendo nulla. SONO APPASSIONATO COME VOI:)Voglio dire che mentre aspettiamo da anni il lettore hardware IDEALE MA CHE NON ARRIVA MAI, io INTANTO ho risolto con altro.:)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco la mia risposta:lettura artific
      - Scritto da:
      Il gruppo è aperto a tutti specie i disabiliSu Yahoo Gruppicercate: lettura-artificiale .
  • Anonimo scrive:
    Ormai Apple è quella della musica online
    Una volta faceva computer! A pernsarci bene forse meglio così!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ormai Apple è quella della musica on
      - Scritto da:

      Una volta faceva computer! A pernsarci bene forse
      meglio
      così!perchè adesso cosa fa secondo te?...la musica on line è per vendere più ipod,.......ma tantè....anche se si parla di sony bisogna tirare in ballo apple (pur di screditare che si fa a questo mondo!!!!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ormai Apple è quella della musica on
        - Scritto da:

        ...la musica on line è per vendere più
        ipod,.......
        ma tantè....anche se si parla di sony bisogna
        tirare in ballo apple (pur di screditare che si
        fa a questo
        mondo!!!!)Beh, anche dal fatto che Sony produce le batterie per i portatili Apple e Dell, e che questi si vedano bloccare i propri computer all'imbarco degli aerei di diverse linee, la dice lunga...Notizia fresca anche da parte di Lenovo:http://news.com.com/Lenovo+to+recall+526%2C000+notebook+batteries/2100-1041_3-6120705.html?tag=nefd.ledeChissà se poi questi e-book si potranno imbarcare 8)
  • Anonimo scrive:
    170 dpi
    Insomma... ancora ce ne vuole, con 300 sarei contento.
  • Anonimo scrive:
    Ma i prezzi??!!
    Avete dato un'occhiata ai prezzi!! :| Sono fuori di testa, 12$ per 1 ebook (in questo caso Ordinary Heroes di Scott Turow , con sconti di 2 o 3$ rispetto all'edizione cartacea. Se lo sconto fosse del 50% con possibilità di libera fruizione OK, altrimenti possono pure tenersi i loro ebook.
  • Anonimo scrive:
    ?????????????
    :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s :s :shttp://www.repubblica.it/2006/09/sezioni/scienza_e_tecnologia/dominio-mobi/dominio-mobi/dominio-mobi.html?ref=hpsez(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Che bello se nelle scuole...
    Invece che portarsi 20 kg di libri, si portassero solo una robina che pesa 3 etti...Sony dovrebbe incentivarne l'uso a scuola a mio avviso..p.s. se l'idea l'aveva Apple era una superfigata intelligentissima costava poco ed era pure elegante! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello se nelle scuole...
      ma veramente l'apple aveva gia realizzato una cosa del genere... ma in un periodo troppo anticipato, la gente gia legge poco.. figuramoci proporgli un reader hardware di ebook. Per gli studenti io godo ogni mattina vederli in aula zeppi di libri. Vedessi un ebook ... bocciato. Se poi è Sony... bocciato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello se nelle scuole...

      p.s. se l'idea l'aveva Apple era una superfigata
      intelligentissima costava poco ed era pure
      elegante!
      :)Se l'aveva Microsoft, invece, sarebbe stato un tentativo di colonizzazione e controllo della cultura, di contaminazione della scuola e di creazione di giovani adepti e il draga era un pusher, il signore del male, il colonizzatore della conoscenza, il distruttore delll'informatica.Inoltre, il dispositivo sarebbe stato sicuramente pieno di bug e di virus.
  • Anonimo scrive:
    -25%?????
    Oltre a tutte le altre giuste considerazioni che altri hanno fatto, vi è da aggiungere che per me è quasi oltraggioso pensare ad un ebook che costi SOLTANTO il 25% in meno dell'edizione cartacea.Ma scherziamo? Nessun costo di stampa e (quasi) di distribuzione, nessun rischio di giacenza di invenduto...se costassero un decimo, si comincerebbe forse a ragionare, e per gli autori potrebbe essere vantaggioso.Intendiamoci: ritengo lo stesso valga anche per musica e film
    • Madder scrive:
      Re: -25%?????
      In effetti se si considerano i costi di produzione e di distribuzione viene da chiedersi quanto cavolo di margine vogliano farsi. Considera anche che per poter leggere un libro che ti costa il 25% in meno, devi prima spendere 350 USD... che a botte di 1-2 EUR su un paperback significa che devi comprarti 175-350 e-book prima di averne un ritorno economico (senza considerare che il libro poi lo puoi prestare tranquillamente, oppure fartelo prestare). E nelle biblioteche poi come funzionerà ? Vai con il tuo e-book e un drm particolare ti permetterà di prendere il libro a prestito e poi di cancellarlo quando lo restituisci ?
    • Anonimo scrive:
      Re: -25%?????
      Lasciando perdere quanto costa di meno produrlo (gli oggetti non arrivano sul mercato inbase a quanto costano ma in base a quanto il consumatore e' disposto a pagarli) provo a vedere a quanto _IO_ sono disposta a pagare un pdf di un libro al posto del suo corrispettivo cartaceo.Tenendo presente che un romanzo o un racconto lo preferisco di carta perche' lo leggo (per esempio) in spiaggia o in posti dove non porterei un pc e che un saggio o uno studio lo voglio di carta perche' ho l'abitudine di scriverci e sottolineare e poi mi piace vedere come i punti piu' consultati dopo un po' diventano evidenti nell'usura del dorso del libro ... restano i manuali tecnici dove la funzione di indice e ricerca veloce e' particolarmente utile.Dunque... quanto lo pagherei? 0Sono anni che tutti i manuali tecnici sono in formato informatico. Se non fosse cosi' la mia biblioteca tecnica occuperebbe quattro volte casa mia (con me fuori)Il pdf (o chi per lui) secondo me dovrebbe fare da allegato gratuito al libro di carta. Per esempio dentro al libro c'e' un codice monouso per scaricarlo dal sito del produttore.Poi, se vuole, il produttore puo' anche vendere il pdf da solo senza il cartaceo. Ma io non lo pagherei piu' di uno o due euro contro un valore del cartaceo di 50 euro per esempio.Anche perche' lo considererei un 'preview' del libro e non un sostitutivo del libro stesso.Claudia
      • Anonimo scrive:
        Re: -25%?????
        Tuttavia il tuo caso non è generalizzabile, a me andrebbe benissimo per leggermi montagne di pdf che attualmente guardo sul monitor o occasionalmente stampo.- Scritto da:
        Lasciando perdere quanto costa di meno produrlo
        (gli oggetti non arrivano sul mercato inbase a
        quanto costano ma in base a quanto il consumatore
        e' disposto a pagarli) provo a vedere a quanto
        _IO_ sono disposta a pagare un pdf di un libro al
        posto del suo corrispettivo
        cartaceo.
        Tenendo presente che un romanzo o un racconto lo
        preferisco di carta perche' lo leggo (per
        esempio) in spiaggia o in posti dove non porterei
        un pc e che un saggio o uno studio lo voglio di
        carta perche' ho l'abitudine di scriverci e
        sottolineare e poi mi piace vedere come i punti
        piu' consultati dopo un po' diventano evidenti
        nell'usura del dorso del libro ... restano i
        manuali tecnici dove la funzione di indice e
        ricerca veloce e' particolarmente
        utile.
        Dunque... quanto lo pagherei? 0
        Sono anni che tutti i manuali tecnici sono in
        formato informatico. Se non fosse cosi' la mia
        biblioteca tecnica occuperebbe quattro volte casa
        mia (con me
        fuori)
        Il pdf (o chi per lui) secondo me dovrebbe fare
        da allegato gratuito al libro di carta. Per
        esempio dentro al libro c'e' un codice monouso
        per scaricarlo dal sito del
        produttore.
        Poi, se vuole, il produttore puo' anche vendere
        il pdf da solo senza il cartaceo. Ma io non lo
        pagherei piu' di uno o due euro contro un valore
        del cartaceo di 50 euro per
        esempio.
        Anche perche' lo considererei un 'preview' del
        libro e non un sostitutivo del libro
        stesso.
        Claudia
        • Anonimo scrive:
          Re: -25%?????

          Tuttavia il tuo caso non è generalizzabile, a me
          andrebbe benissimo per leggermi montagne di pdf
          che attualmente guardo sul monitor o
          occasionalmente
          stampo.il suo caso non sarà generalizzabile, però devi ammettere che invece è generalizzalibile il fatto di leggersi libri ad esempio in spiaggia o in altri luoghi dove non mi porterei un simile dispositivo (oltre al rischio di rovinarlo, in spiaggia se voglio farmi una nuotata posso lasciare un libro sullo sdraio con ragionevole certezza che non mi venga derubato, un dispositivo da 350$ uhmmm...)Personalmente sono abituato a leggere ebook (su Palm) da molto tempo, in buona parte libri gratuiti (vedi liber liber e simili)...mi piace, e oltre agli svantaggi ci riconosco anche dei vantaggi, ma uno dei più importanti per me è il costo.25%- mi pare davvero troppo poco, unito al costo elevato del dispositivo (tra l'altro a quel prezzo preferisco comprarmi un palmare, che fa una miriade di cose in più...inoltre ha il display a colori, e sarà anche meno leggibile o con meno autonomia, ma francamente con il mio Cliè 480x320 di display e 8 ore di autonomia non mi trovo così male in entrambi i comparti).Fondamentalmente è un dispositivo che sarà comprato dai fighetti e amanti dei gadget, dinterà forse uno status symbol (se la Sony sarà fortunata...) ma penso che di utenti che ne traggano davvero beneficio economico ce ne siano pochi: per recuperare i 350$ di investimento inziale devi comprare proprio tanti tanti libri risparmiando solo il 25% (in definitiva potresti non ripagarltelo mai, se pensi che un libro lo puoi anche comprare usato ad un prezzo irrisorio , non -25%...tra l'altro avete mai pensato quanto i nuovi sistemi DRM di fatto blocchino la vendita dell'usato? Un film, la musica, i libri, i videogiochi...spesso dopo un limitato periodo di uso potrebbero non interessare più l'utente, il quale potrebbe rivenderlo a beneficio di tutti -suo che recupera soldi,degli altri utenti che possono usufruirne ad un prezzo inferiore-Ma l'usato ovviamente non fa piacere ai detentori dei diritti, che con questi non ci guadagnano nulla, anzi ci perdono un potenziale acquirente a prezzo pieno...legare un prodotto una specifica macchina o utente è una strategia vincente per loro non trovate ? :( :( :(Io sarei disposto a pagare un ebook al max. 5euro (facciamo 4.99 per ragioni psicologiche :) )
  • Anonimo scrive:
    DRM? No, grazie.
    Che Sony se lo tenga, i DRM non ci servono.Io voglio essere libero di leggere un e-book (pagandolo) come cavolo pare a me, non come vuole Sony.
  • Alessandrox scrive:
    Re: Pirateria
    - Scritto da:

    DRM un non professionista con accesso a

    documentazioni per sbloccarlo non lo hacka manco

    volendolo.
    Scusate ho scritto puttanate sul post precedente,
    PI lo cancelli per
    favore?troppo tardi mi dispiace, anzi ormai e' gia' stato indicizzato da google...pazienzacest la vie-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 settembre 2006 01.18-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Sony? no grazie
    Ho giurato di non comprare MAI PIU' nulla col marchio sony (a parte quando a tradimento nei film vieni a sapere dai titoli di coda che, quale che sia la casa produttrice hanno comprato le LORO cineprese - mi stupisce che le ottiche non inseriscano un DRM nella pellicola tale che i film funzionino a doppio senso e mostrino quello che accade in sala durante la proiezione).
  • Anonimo scrive:
    Proprio come un libro...
    ...puoi prenderlo, buttarlo per terra, farlo pasare senza problemi agli aereoporti, fotocopiarlo (nei limiti ammessi dalla legge), farci le "orecchie" alle pagine, sottolinearlo, portarlo al mare, in montagna, leggerlo insieme a qualcun altro, strapparlo... a me sta cosa degli ebuk mi pare una boiata...
    • Anonimo scrive:
      Re: Proprio come un libro...
      - Scritto da:
      ...puoi prenderlo, buttarlo per terra, farlo
      pasare senza problemi agli aereoporti,
      fotocopiarlo (nei limiti ammessi dalla legge),
      farci le "orecchie" alle pagine, sottolinearlo,
      portarlo al mare, in montagna, leggerlo insieme a
      qualcun altro, strapparlo... a me sta cosa degli
      ebuk mi pare una
      boiata...Quanto sei miope. Questi apparecchi permettono una lettura simile a quella su carta perché non è come per i monitor dove i pixel venogno illuminati, ma è composto da un materiale che cambia colore in base a degli stimoli elettrici.Detto questo in futuro ci sarà il vantaggio di portarsi dietro tutti i libri di casa in una tasca. Quindi perché dici che non puoi portarlo al mare e in montagna, leggerlo insieme a qualcun altro? Boh lo sai solo tu. Certo saltarci sopra, buttarlo per terra e strapparlo sono cose utilissime a cui è impossibile rinunciare...Mi sembra il solito snobismo di chi vede sempre in negativo ogni novità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Proprio come un libro...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...puoi prenderlo, buttarlo per terra, farlo

        pasare senza problemi agli aereoporti,

        fotocopiarlo (nei limiti ammessi dalla legge),

        farci le "orecchie" alle pagine, sottolinearlo,

        portarlo al mare, in montagna, leggerlo insieme
        a

        qualcun altro, strapparlo... a me sta cosa degli

        ebuk mi pare una

        boiata...Hai dimenticato di dire: metterlo in uno scaffale e non ho mai letto un libro in vita mia... Si non ti preoccupare anche con questi apparecchi potrai continuare a sguazzare nella tua ignoranza.
        • Alessandrox scrive:
          Re: Proprio come un libro...
          - Scritto da:

          Hai dimenticato di dire: metterlo in uno scaffale
          e non ho mai letto un libro in vita mia... Si non
          ti preoccupare anche con questi apparecchi potrai
          continuare a sguazzare nella tua
          ignoranza.Si e volendo anche saltarci sopra a piedi uniti o con un piede per volta ehh... sai che goduria.
          • CoD scrive:
            Re: Proprio come un libro...
            Nessuno di voi si e' chiesto se con gli e-book si potra' prestare il libro ad un amico? Comprare un libro usato? Conservarlo per farlo leggere ai propri figli?Su gente: SVEGLIA!Hanno fatto passare una legge che PROIBISCE il prestito gratuito dei libri, anche da parte delle biblioteche pubbliche, ora diffondendo l'e-book vogliono arrivare al pay-per-view.Ogni volta che leggerete il ibro dovrete pagare.Questo e' il vero senso dei numerosi tentativi di diffusione degli e-book, e da alcuni produttori non e' stato nemmeno nascosto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proprio come un libro...
            IO mi sono domandato e anche risposto.. vuoi favorire?
            Nessuno di voi si e' chiesto se con gli e-book si
            potra' prestare il libro ad un amico? Si si .. la cosa interessante (sembra che poi è costretto a restituirtelo! bellissimo avro perso centinaia di libri in questo modo...)Comprare un
            libro usato?Perchè no? Se posso passare la licenza.. Conservarlo per farlo leggere ai
            propri
            figli?Questa è una cosa interessante.. Il problema e' che vale per tutte le informazioni tecnologiche.. es. avevo una bellissima collezione in vhs adesso ho solo il dvd perchè francamente si vede mille volte meglio... ho comprato un po' di dvd delle cassette che avevo ma non tutte.. Hai miei figli non potrò dire guardati questo bel film in videocassetta..
            Su gente: SVEGLIA!

            Hanno fatto passare una legge che PROIBISCE il
            prestito gratuito dei libri, anche da parte delle
            biblioteche pubbliche, ora diffondendo l'e-book
            vogliono arrivare al
            pay-per-view.Non mi sembra esatto qui si parla del pagare per avere la licenza (limitata) di utilizzo.. Apparte il mezzo in sè mica puoi fotocopiare un libro, oppure rubare un libro dalla biblioteca no?
            Ogni volta che leggerete il ibro dovrete pagare.Assolutamente falso. Solo quando lo compro. Esattamente come uno di carta.
            Questo e' il vero senso dei numerosi tentativi di
            diffusione degli e-book, e da alcuni produttori
            non e' stato nemmeno
            nascosto.Booh secondo me vogliono emulare apple con la musica. Non si rendono conto che quelli che leggono i libri sono una infima parte di quelli che ascoltano musica (e di solito molto più vecchi e quindi meno portati alla tecnologia).
          • Anonimo scrive:
            Re: Proprio come un libro...
            - Scritto da:
            Non si rendono conto che quelli che
            leggono i libri sono una infima parte di quelli
            che ascoltano musica (e di solito molto più
            vecchi e quindi meno portati alla
            tecnologia).no....tantissimi di quelli che leggono libri hanno il piacere del contatto fisico che solo un libro cartaceo puo' darti, per non parlare del fattore "collezione"l'unica cosa dove posso trovare applicazione per questi ebook sono i manuali, pubblicazioni tecniche... nemmeno i libri scolastici
          • Alucard scrive:
            Re: Proprio come un libro...
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Non si rendono conto che quelli che

            leggono i libri sono una infima parte di quelli

            che ascoltano musica (e di solito molto più

            vecchi e quindi meno portati alla

            tecnologia).

            no....

            tantissimi di quelli che leggono libri hanno il
            piacere del contatto fisico che solo un libro
            cartaceo puo' darti, per non parlare del fattore
            "collezione"

            l'unica cosa dove posso trovare applicazione per
            questi ebook sono i manuali, pubblicazioni
            tecniche... nemmeno i libri
            scolasticiDeforestare il pianeta per il puro piacere di masturbarsi su un libro cartaceo? Ah beh ottimo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Proprio come un libro...

            Booh secondo me vogliono emulare apple con la
            musica. Non si rendono conto che quelli che
            leggono i libri sono una infima parte di quelli
            che ascoltano musicaQuesto purtroppo in Italia e' sicuramente vero, altrove invece si legge di piu', il libro ha un vasto mercato ad esempio nel mondo anglosassone o in Giappone e fa vivere tanti, e infine c'e' anche molta piu' scelta (in Italia ormai pubblicano solo quello che gli editori sono sicuri di vendere).Nulla da dire sulla scala della popolazione e' certo diversa, ma in proporzione siamo indietro. Ecco spiegato l'interesse di Sony per questo mercato, dai noi asfittico ma altrove vivace.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proprio come un libro...

            Questo purtroppo in Italia e' sicuramente vero,
            altrove invece si legge di piu', il libro ha un
            vasto mercato ad esempio nel mondo anglosassone già... quando sono stato a Londra ho visto gente leggere dappertutto. Oltre la metro, ho visto ragazzi seduti sulle scale delle case col biccherone di caffè in una mano ed un libro nell'altra. Qui invece al massimo vedi un deficente col telefonino in mano ad ascoltare sciachira
    • deltree scrive:
      Re: Proprio come un libro...
      Stai parlando di feature che hanno poco senso al di fuori delle limitazioni del libro cartaceo...Da due anni io mi sono adattato a leggere libri su palmare (e prima che qualcuno inizi a dire boiate tipo le lettere sono piccole, non funziona un cavolo, si stancano gli occhi etc etc, si informi) e tutte le cose da te citate non servono, se non per alimentare l'ego di qualche pseudo-intellettualoide che preferisce sprecare milioni di tonnellate di carta (e quindi di legname) per avere centinaia di libri non letti dentro casa.Personalmente (leggo circa 10 libri al mese, più un numero imprecisato di riviste, sempre in forma digitale) ritengo che sto facendo del bene al mondo, come anche il sacrificarmi a prendere la macchina solo 1 o 2 volte la settimana (dove pensate che li legga i libri? Sui mezzi pubblici, invece di fare l'esaurito stressato come molti dei miei compagni di viaggio sempre a sbuffare e a guardare il vuoto per ore). Secondo me l'e-paper è un buon modo per introdurre la gente ai contenuti elettronici (e al DRM che ne seguirà, per ora l'editoria online ne è pressoché priva in molti casi...) ma non durerà, perché ha gli stessi svantaggi della carta stampata e perde di multicanalità rispetto ad un palmare decente o ad un micro-pc.Il grosso problema rimangono le illustrazioni, per quanto possano essere accurate, anche le carte digitali sono indietro in questo, ma è pur vero che un libro di fotografia o d'arte è giustificabile averlo in cartaceo, e il prezzo di copertina intimidisce anche i più accaniti ostentatori della cultura ignorata su uno scaffale. Al limite a loro resteranno gli inserti economici che danno coi giornali. Credo li possano dare vuoti come i libri che si vedono nei mobilifici, molti dei loro acquirenti non lo noterebbero.- Scritto da:
      ...puoi prenderlo, buttarlo per terra, farlo
      pasare senza problemi agli aereoporti,
      fotocopiarlo (nei limiti ammessi dalla legge),
      farci le "orecchie" alle pagine, sottolinearlo,
      portarlo al mare, in montagna, leggerlo insieme a
      qualcun altro, strapparlo... a me sta cosa degli
      ebuk mi pare una
      boiata...
      • Anonimo scrive:
        Re: Proprio come un libro...
        - Scritto da: deltree
        Personalmente (leggo circa 10 libri al mese, più
        un numero imprecisato di riviste, sempre in forma
        digitale) ritengo che sto facendo del bene al
        mondo, come anche il sacrificarmi a prendere la
        macchina solo 1 o 2 volte la settimanaPerché ovviamente il tuo palmare consuma zero watt oppure ricarichi la batteria esclusivamente con fonti rinnovabili (pannelli solari, eolico, ecc...)...SVEGLIA!
        • Anonimo scrive:
          Re: Proprio come un libro...
          - Scritto da:
          - Scritto da: deltree


          Personalmente (leggo circa 10 libri al mese, più

          un numero imprecisato di riviste, sempre in
          forma

          digitale) ritengo che sto facendo del bene al

          mondo, come anche il sacrificarmi a prendere la

          macchina solo 1 o 2 volte la settimana

          Perché ovviamente il tuo palmare consuma zero
          watt oppure ricarichi la batteria esclusivamente
          con fonti rinnovabili (pannelli solari, eolico,
          ecc...)...

          SVEGLIA!Tra l'altro la carta dei libri non viene certo prodotta abbattendo alberi a caso. Il fatto che la produzione della carta contribuisca al deforestamento e' pura fantasia.
          • deltree scrive:
            Re: Proprio come un libro...
            Sarebbe ancora meno fantasia se si evitasse di produrre tonnellate di oggetti cartacei inutili (quotidiani, libri etc etc). Sarà pure riciclata sta carta ma se i prezzi salgono continuamente perché c'è scarsità di materia prima qualcosa vorrà dire, o no?E, comunque, ho anche un caricabatterie solare per il mio PDA, ne esistono da anni. Anche perché non è che siano device da 600W...Prima fate discorsi assurdi paragonando un libro con il costo di carica di un palmare (irrisorio) e poi mi ammettete che esiste il ciclo perpetuo della carta? ROTFL- Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da: deltree




            Personalmente (leggo circa 10 libri al mese,
            più


            un numero imprecisato di riviste, sempre in

            forma


            digitale) ritengo che sto facendo del bene al


            mondo, come anche il sacrificarmi a prendere
            la


            macchina solo 1 o 2 volte la settimana



            Perché ovviamente il tuo palmare consuma zero

            watt oppure ricarichi la batteria esclusivamente

            con fonti rinnovabili (pannelli solari, eolico,

            ecc...)...



            SVEGLIA!

            Tra l'altro la carta dei libri non viene certo
            prodotta abbattendo alberi a caso. Il fatto che
            la produzione della carta contribuisca al
            deforestamento e' pura
            fantasia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proprio come un libro...
            - Scritto da: deltree
            Sarebbe ancora meno fantasia se si evitasse di
            produrre tonnellate di oggetti cartacei inutili...Certo che sentire un commento contro lo spreco della carta e la deforestazione da uno che si fa chiamare "deltree"... :-)
          • avvelenato scrive:
            Re: Proprio come un libro...
            - Scritto da:

            - Scritto da: deltree

            Sarebbe ancora meno fantasia se si evitasse di

            produrre tonnellate di oggetti cartacei inutili
            ...


            Certo che sentire un commento contro lo spreco
            della carta e la deforestazione da uno che si fa
            chiamare "deltree"...
            :-)carina questa (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ma vi rendete conto che c'e' qualcosa
    di anormale in tutto cio' ?---La tecnologia che protegge gli e-book di Sony consente agli utenti di leggere un'opera su 6 differenti dispositivi, inclusi i PC, a patto che questi siano stati "attivati", ossia dispongano di un regolare certificato elettronico. Sony rende per altro possibile "prestare" un libro ad un altro utente: una persona che possieda un reader attivato può infatti utilizzare l'account di un altro utente per scaricare gratuitamente i libri già acquistati da quest'ultimo. L'azienda non ha per altro specificato se vi siano dei limiti al numero massimo di utenti autorizzati a cui il libro può essere "prestato".---Una volta bastava dire "tieni, te lo presto... poi pero' ricordati di riportarmelo!"Ora bisogna ricorrere a un notaio.Sono pazzi. E pazzo e' chi si piega a questa roba.Burp
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma vi rendete conto che c'e' qualcos
      - Scritto da:
      Una volta bastava dire "tieni, te lo presto...
      poi pero' ricordati di
      riportarmelo!"

      Ora bisogna ricorrere a un notaio.

      Sono pazzi. E pazzo e' chi si piega a questa roba.E' vero, e' assurdo che io paghi un qualcosa e non possa usarla come meglio mi aggrada.E stanno cercando di far passare questa cosa, assurda appunto, come normale. E vedrete che daje oggi e daje domani, ci riusciranno alla grande, loro hanno tutto il tempo e i soldi che vogliono per fare il lavaggio del cervello alla gente. :(
      • Athlon64 scrive:
        Re: Ma vi rendete conto che c'e' qualcos

        E' vero, e' assurdo che io paghi un qualcosa e
        non possa usarla come meglio mi
        aggrada.Già è un'ingiustizia: pensa, ho pagato per l'automobile e non posso usarla per mettere sotto il mio capo, e mi vietano anche di andare a 160 in città! E sono anche costretto a farle fare la revisione periodicamente! L'ho pagata e voglio usarla come meglio mi aggrada!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 settembre 2006 10.54-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma vi rendete conto che c'e' qualcos
          - Scritto da: Athlon64

          E' vero, e' assurdo che io paghi un qualcosa e

          non possa usarla come meglio mi

          aggrada.

          Già è un'ingiustizia: pensa, ho pagato per
          l'automobile e non posso usarla per mettere sotto
          il mio capo, e mi vietano anche di andare a 160
          in città! E sono anche costretto a farle fare la
          revisione periodicamente! L'ho pagata e voglio
          usarla come meglio mi
          aggrada!
          Certo che puoi farlo. Solo che nel primo ti mettono in galera per omicidio, nel recondo recovano la patente.Se l'auto avesse una tecnologia analoga al DRM mentre stai cercando di investire il tuo capo l'auto si spegne e appare un messaggio "operazione non consentita"La libertà sta proprio nelle scelta...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma vi rendete conto che c'e' qualcos
            -
            La libertà sta proprio nelle scelta...quoto, esatto e devi accettare le conseguenzequi ci si vuole fasciare la testa prima di essersela rotta. è proprio la volta che devo dar ragione a linux!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma vi rendete conto che c'e' qualcos

      Una volta bastava dire "tieni, te lo presto...
      poi pero' ricordati di
      riportarmelo!"

      Ora bisogna ricorrere a un notaio.

      Sono pazzi. E pazzo e' chi si piega a questa roba.

      Burp
Chiudi i commenti