Sant'Isidoro patrono di Internet

La notizia della prossima investitura del santo quale protettore dei netizens ha circolato insistentemente ieri. Ci sta pensando il Papa, che avrebbe quindi scartato San Pedro Regalado e Santa Tecla

Roma – Manca un santo che “copra” le attività online e questo santo potrebbe presto essere Sant’Isidoro.

La notizia della prossima “investitura” del Santo è circolata ieri dopo che la Reuters, citando fonti del Vaticano, ha affermato che il Papa in persona sta ormai considerando l’ipotesi di “designare” Sant’Isidoro di Siviglia quale patrono degli utenti Internet e dei programmatori informatici.

D’altro canto, da tempo sulla Rete e su alcune riviste si parla della nomina di un santo patrono dell’Internet e Sant’Isidoro, fino ad oggi, “correva” alla pari con altri due spagnoli, San Pedro Regalado e Santa Tecla.

Va detto che Isidoro è stato designato come Santo dalla Chiesa di recente e si attende una decisione riguardo al suo “status”, che nella tradizione avrà a che fare con le attività terrene di Isidoro, compiute nel corso del settimo secolo. A Isidoro si attribuisce la realizzazione della prima enciclopedia del Mondo, nella quale erano raccolte informazioni e notizie sulla teologia, la storia, la matematica e la medicina. Al Santo si attribuiscono anche numerosi studi linguistici.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    W PISA!!!!
    Di certo qualche pezzo della torre ti è caduto intesta è ti ha sbballato il cervello!!! ciao
  • Anonimo scrive:
    W PISA!!!!
    Direi invece che più di livornese deve essere unEMERITO IDIOTA!!!!
  • Anonimo scrive:
    pisa MERDA!
    Bombardatela quel cesso di città!
    • Anonimo scrive:
      Re: pisa MERDA!
      Evviva la torre di Pisa che pende che pende e che poi CASCA GIUUUUUUUU!!!!!!Un Pisa Merda al giorno, toglie il pisano di torno.Meglio un morto in casa che un pisano all'uscio.Eppoi via giù, e so' pisani.Curzio Malaparte, nel suo "Maledetti Toscani", ci mise tutte le province meno che Pisa, perchè diceva che i pisani un so' toscani!
Chiudi i commenti