Sardegna, beccato il Maverick dei cieli

Uno smanettone si introduceva nelle comunicazioni delle aviolinee per consigliare i piloti. Arrestato

Roma – Dal suo rifugio sardo, attanagliato da una insana passione per il traffico aereo, utilizzava le sue esperienze di radioamatore per interferire con le comunicazioni radio riservate appunto agli aerei civili. Ora l’uomo, un 51enne di Oniferi, è stato arrestato.

un aereo Ai piloti in transito sui cieli sardi, che venivano sorpresi dalle comunicazioni non autorizzate dell’uomo, quest’ultimo si presentava come Maverick e forniva loro “suggerimenti” e “consigli” sulle manovre da effettuare. Maverick, come molti ricorderanno, era il “nome di battaglia” del protagonista di un celebre film sull’aviazione militare statunitense: Top Gun .

Il particolare non è sfuggito agli agenti della polizia postale di Cagliari e di Nuoro che hanno indagato su queste singolari incursioni radio: il casolare nel quale si trovava l’uomo aveva apposto sull’ingresso proprio la scritta “Top Gun”.

Stando agli inquirenti, nel casolare dove è stato arrestato l’uomo deteneva avanzati sistemi di comunicazione. L’accusa che pende sul suo capo è quella di attentato alla sicurezza del trasporto aereo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xWolverinex scrive:
    Trusted Entertainment
    Praticamente... il trusted pc limitato al solo lato entertainment..... se non nella tecnologia.. negli obbiettivi.. e onestamente non so quanto anche nella tecnologia.. hanno tutta la robetta e progettini trusted a prendere polvere... e ora spunta questo....Sara' un caso ? (newbie)
  • StarChild scrive:
    SONY = ROOTKIT
    Come da oggetto. Soluzione: non comprare da sony.
  • Katoblepa scrive:
    E' un segnale. Il boicottaggio funziona
    Bisogna riconoscere che questi zucconi a furia di crolli di vendite e quote di mercato stanno cominciando a capire che il modello va cambiato.E'l'unico linguaggio che riescono a comprendere. E'inutile parlare di cultura, di libertà, di diritti dei consumatori. Non mi dai quello che chiedo? Non compro i tuoi prodotti ovvero ti faccio crollare i profitti. TaaacE' un po OT ma farei questa considerazione:Il boicottaggio è l'unica arma che ha in mano un consumatore un minimo consapevole ed informato. Ammesso che ci sia qualcuno interessato a renderlo veramente "consapevole ed informato" .Il boicottaggio andrebbe applicato anche ad altri settori:Il settore auto per esempio sta perdendo quote percentuali di due cifre ogni trimestre. Vedi mai che escono dai cassetti i brevetti per fare auto ibride ed elettriche efficienti ed economiche.....E non pensate che io sia uno di quelli che non si ferma ammirato davanti ad una Ferrari o una Maserati. Alimentari: Sopra i due euro al kg non compro ne frutta ne verdura.... sembrano banalità ma non lo sono....Petrolio: quì l'impresa è praticamente impossibile. Troppa la dipendenza dal petrolio. L'unica tattica può essere solo difensiva. Utilizzare meno l'auto o non comprarla affatto. Non si può comperare un prodotto su cui grava il 65% di tasse, che aumenta sempre e non cala mai in proporzione alla riduzione del costo della materia prima.Il prezzo della benzina è un insulto all'intelligenza comune. Cerco di comprarne meno che posso perché ogni litro che mi tocca comprare mi fa sentire più idiota di quello che sono. Non è per spirito "verde ed ecologista", ma per questione di orgoglio e di sfida.Nel mio piccolo, piccolissimo, voglio costruire il mio mattoncino per farli schiattare....e se devo cedere al ricatto e farmi "tosare" cerco di minimizzare almeno i danni.Sarà velleitario ma mi fa stare meglio.....
    • attonito scrive:
      Re: E' un segnale. Il boicottaggio funziona
      anche io mi chiamo fuori.Vogliono mungermi? avranno di che penare.
      • Er Puntaro scrive:
        Re: E' un segnale. Il boicottaggio funziona
        - Scritto da: attonito
        anche io mi chiamo fuori.
        Vogliono mungermi? avranno di che penare.Cioè stai dicendo che se anche Madonna ti fa vedere la patatina, tu non sganci un soldo?[yt]QZsWnCpc4x0[/yt]Sei un duro. 8)
        • Katoblepa scrive:
          Re: E' un segnale. Il boicottaggio funziona
          ;) Ovviamente il mio rigore morale spesso vacilla e faccio qualche eccezioni. E poi la patata è sempre la patata. E poi quella di Madonna....noblesse...ebbè...Diciamo che cerco di non farmi infinocchiare dalla prima squinzia che passa o dalla vaccata modaiola del momento....Esercizio più semplice se hai un po' di esperienza. Molto più difficile invece per i giovani, perennemente bombardati da mille stronzate....
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: E' un segnale. Il boicottaggio funziona
      - Scritto da: Katoblepa
      Bisogna riconoscere che questi zucconi a furia di
      crolli di vendite e quote di mercato stanno
      cominciando a capire che il modello va
      cambiato.

      E'l'unico linguaggio che riescono a comprendere.
      E'inutile parlare di cultura, di libertà, di
      diritti dei consumatori. Non mi dai quello che
      chiedo? Non compro i tuoi prodotti ovvero ti
      faccio crollare i profitti.
      Taaac

      E' un po OT ma farei questa considerazione:
      Il boicottaggio è l'unica arma che ha in mano un
      consumatore un minimo consapevole ed informato.
      Ammesso che ci sia qualcuno interessato a
      renderlo veramente "consapevole ed informato"
      .

      Il boicottaggio andrebbe applicato anche ad altri
      settori:

      Il settore auto per esempio sta perdendo quote
      percentuali di due cifre ogni trimestre. Vedi mai
      che escono dai cassetti i brevetti per fare auto
      ibride ed elettriche efficienti ed
      economiche.....
      E non pensate che io sia uno di quelli che non si
      ferma ammirato davanti ad una Ferrari o una
      Maserati.


      Alimentari: Sopra i due euro al kg non compro ne
      frutta ne verdura.... sembrano banalità ma non lo
      sono....

      Petrolio: quì l'impresa è praticamente
      impossibile. Troppa la dipendenza dal petrolio.
      L'unica tattica può essere solo difensiva.
      Utilizzare meno l'auto o non comprarla affatto.
      Non si può comperare un prodotto su cui grava il
      65% di tasse, che aumenta sempre e non cala mai
      in proporzione alla riduzione del costo della
      materia
      prima.

      Il prezzo della benzina è un insulto
      all'intelligenza comune. Cerco di comprarne meno
      che posso perché ogni litro che mi tocca comprare
      mi fa sentire più idiota di quello che sono. Non
      è per spirito "verde ed ecologista", ma per
      questione di orgoglio e di
      sfida.
      Nel mio piccolo, piccolissimo, voglio costruire
      il mio mattoncino per farli schiattare....e se
      devo cedere al ricatto e farmi "tosare" cerco di
      minimizzare almeno i
      danni.

      Sarà velleitario ma mi fa stare meglio.....Passa al GPL, almeno spendi la metà!
  • chicco scrive:
    SONY(ucchi)
    ovvero sono "gnucchi", ci ricascano sempre...personalmente dopo non voglio più vedere roba SONY dall'acquisto sconsiderato di un lettore CD/DVD che... non leggeva gli mp3 sul DVD... e chiaramente manco a dirlo di poterlo upgradare, così come per il DVX... Non sto a precisarvi che sullo stesso scaffale già c'erano i primi lettori DVX cinesi a 1/10 del prezzo, col quale l'ho sostituito con mio grande piacere fino ad ora...Da allora per me SONY = "User Unfriendly"(ps: cvd un amico s'è fatto abbindolare da un Vaio T5250 pagato come il mio T7300, sempre giapponese ma di ben altra marca)
  • lufo88 scrive:
    perché è inutile
    come da titolo1) I vecchi dispositivi sarebbero tutti da buttare2) Manca Apple (ha il maggior store online di musica)3) Il Drm comunque si toglie con facilità. Basta masterizzare come CD audio e sei a posto.
  • Domenico Dibello scrive:
    I tempi sono cambiati! :-)
    Che me ne faccio del DMR quando mi basta andare su YouTube e "fruire" del mio brano o video preferito? E' un arrampicarsi sugli specchi e non voler accettare che la gente vuole libertà di informazione e contenuti. Non è più disposta a pagare per un brano che gira su internet e in radio gratis!
    • Er Puntaro scrive:
      Re: I tempi sono cambiati! :-)
      Quoto.Adesso ho voglia di sentire questa!Hu hu huah-ha huah-ha![yt]yhpG3tIejuE[/yt]Poi voglio sentire questa.[yt]dvgZkm1xWPE[/yt]Adesso voglio vedere le toniche cosce stagionate di Madonna.[yt]aQRLSBUNupg[/yt]Basta non ne posso più di questa musica ipocrita!Adesso voglio qualcosa di tosto!Uaaarrrgggghhhhh! Disperazioneeeeeeeeee!!!!![yt]0ZzQ8jJK4K0[/yt]Hai anche tu la tua playlist da proporre? Che aspuetti!Intasa il forum di PI coi tuoi vuideoooo!E se vuoi divuertirti scatenando il fanciulo che è in tueee, ascolta tutti i video insiuemeeee!
  • gabriella giudici scrive:
    proposta inDECEnte
    Continua la sperimentazione dei walled garden, ora addiritura ridotti al personale ecosistema dell'utente individuale.Colgo l'occasione per salutare e ringraziare Gaia Bottà per questi aggiornamenti, benché lavori su questi temi arriva sempre prima di me ;-)gabriella
    • Er Puntaro scrive:
      Re: proposta inDECEnte
      - Scritto da: gabriella giudici
      Colgo l'occasione per salutare e ringraziare Gaia
      Bottà per questi aggiornamenti, benché lavori su
      questi temi arriva sempre prima di me
      ;-)

      gabriellaEh sì, salutiamo anche lo zio tanto che ci siamo!Guarda che il forum di PI non è mica il telefono di casa! :@Vuoi che ti apro un account su Gmail così puoi salutare Gaia Bottà da li? :@(rotfl) ;)
  • Er Puntaro scrive:
    Davvero?
    crediamo di poter sviluppare e distribuire al consumatore un prodotto migliore di un prodotto libero (newbie)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Davvero?
      contenuto non disponibile
    • ciko scrive:
      Re: Davvero?
      migliore, da che punto di vista?qualita'... naaaa, sara' piu' compresso - tipo mp3...prezzo... naaa, forse i primi mesi, poi una volta "ingabbiato" l'utente risalirebbero al prezzo attuale o anche di piu'flessibilita'...naaa... manco a dirlo, e' meno flessibile per definizione...l'unico modo che hanno per appiopparci queste cagate e' IMPORCELE, ma avendoci gia' provato e fallito miseramente gli converrebbe puntare solo sul minor prezzo...
      • Il Detrattore scrive:
        Re: Davvero?
        nessuno ti vieta di non comprarli e di ascoltare solo canzoni NON commerciali (demotapes, mp3 gratuiti, musica public domain, etc).
  • unaDuraLezione scrive:
    AHAHAHAH L'IDIOZIA AL QUADRATO!
    contenuto non disponibile
    • gabriella giudici scrive:
      Re: AHAHAHAH L'IDIOZIA AL QUADRATO!
      sopporto persino il maiuscolo per quanto sono d'accordo con te e con la tua lista di claim.
      • Il Detrattore scrive:
        Re: AHAHAHAH L'IDIOZIA AL QUADRATO!
        e invece hai detto una stronzata :se non ti vanno bene le clausole NON comprare ne' le periferiche ne' i media con DRM.ci sono milioni di altre canzoni senza DRM, DECE, etce se anche tutte lo fossero, non hai certo il "diritto" di ascoltare musica.
  • gerry scrive:
    Lo cracckano
    Con la pletora di dispositivi che usciranno, sarà statisticamente impossibile crearli tutti sicuri.Prima o poi commetteranno un errore, e a quel punto tutta l'infrastruttura sarà compromessa.
  • aaaaaaa scrive:
    Sarà ma a me me pare na....
    strunzata!!!! (n.d. Trettre)Ma quando la sony imparerà a non inventarsi più stronzate del genere????Avanti -n clienti sony......(rotfl)
    • Armisael Garrick scrive:
      Re: Sarà ma a me me pare na....
      Quando gli altri giapponesi della board metteranno Sir Howard Stringer in minoranza ed elegeranno un nuovo CEO. è da quando c'è quello yankee alla guida che SONY sta facendo figuracce su figuracce.
  • Wolf01 scrive:
    Ideona
    Invece di mettere i DRM su musica film e software, perchè non li mettono sulla gente?Potrebbero cavarci occhi e orecchie e sostituirli con qualcosa per vedere e ascoltare solo quello che abbiamo acquistato!
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Ideona
      - Scritto da: Wolf01
      Invece di mettere i DRM su musica film e
      software, perchè non li mettono sulla
      gente?
      Potrebbero cavarci occhi e orecchie e sostituirli
      con qualcosa per vedere e ascoltare solo quello
      che abbiamo
      acquistato!Secondo me è meglio far pagare un prezzo forfettario alla nascita di qualsiasi individuo al momento dell' iscrizione obbligatoria all' anagrafe, come indennizzo ai poveri edit... ops, artisti.
      • Homer scrive:
        Re: Ideona

        Secondo me è meglio far pagare un prezzo
        forfettario alla nascita di qualsiasi individuo
        al momento dell' iscrizione obbligatoria all'
        anagrafe, come indennizzo ai poveri edit... ops,
        artisti.haaaa tu dici come il canone RAI ?
    • Chazer scrive:
      Re: Ideona
      - Scritto da: Wolf01
      Invece di mettere i DRM su musica film e
      software, perchè non li mettono sulla
      gente?
      Potrebbero cavarci occhi e orecchie e sostituirli
      con qualcosa per vedere e ascoltare solo quello
      che abbiamo
      acquistato!No no, ho un'idea migliore: ci prelevino direttamente una certa cifra mensile dal conto corrente così, a fondo perduto.
  • Garbet P. scrive:
    rename DRM DECE [enter]
    Gli cambiano il nome ma la sostanza è sempre la stessa: far pagare ai consumatori la tecnologia che serve a LIMITARE l'utilizzo dei dispositivi da parte dei consumatori stessi. Quindi i consumatori pagano due volte: la prima volta per il dispositivo, e la seconda per una tecnologia aggiuntiva che LIMITA l'utilizzo del dispositivo. E' evidente che siamo al limite della truffa. Secondo me ci sarebbe un solo modo per uscire da questo pasticcio: separare in modo netto i produttori di hardware dai produttori di software. Produci hardware? Bene, allora vendi un oggetto fisico, del quale devi fornire all'utente tutte le specifiche, senza limitazioni. Se l'hardware contiene firmware, si applica la stessa regola. Produci contenuti? Allora si applica la normativa sul diritto d'autore. Fine.Cya
  • tmx scrive:
    Anche questo DECE...
    ...non dà fiducia alla gente.Un DRM 2, anche se fatto meglio, non risolverà il problema della pirateria. Anzi, aumenterà lo "scollamento" tra detentori dei diritti e fruitori.DECE fallirà. Quando impareranno che l'uomo vuole fiducia, per renderla??La fiducia è COMUNQUE a monte del sacrosanto diritto di autori ed editori di essere pagati per il loro lavoro.
  • Ohlala scrive:
    Facciamo il punto...
    ...Il DECE mi consente di riprodurre i miei file multimediali, legittimamente acquistati, su tutti i dispositivi ma me utilizzati. Bene. Ma, un momento, allora non serve a niente se non a riacquistare nuovi dispositivi multimediali e forse nuovi contenuti adatti ai dispositivi, in due parole assolutamente inutile e dispendioso perchè, che combinazione, dei miei file multimediali fruisco già su tutti i miei dispositivi multimediali!
    • paperoliber o scrive:
      Re: Facciamo il punto...
      Anch'io non capisco o meglio capisco la Sony che vende contenuti e player ma non le case cinematografiche e quelle musicali, se uno può fare infinite copie può venderle a chiunque abbia Hardware DECE. Questa cosa farà, se addottata da veramente tutti, vendere una caterba di nuovi player "certificati" ma non gioverà certamente alle case produttrici di contenuti. Chi controllerà dove e come finiscono le copie della canzone o del film, io posso comprare tutto l'hardware che mi consentono le mie tasche per cui non possono limitare le copie a che so 20 o 30 . Mi sembra un enorme cazzata.
      • msdead scrive:
        Re: Facciamo il punto...
        Queste informazioni sono incomplete...stando a queste cose trapelate, basta che uno inizi a scambiare roba DECE su filesharing e le cose non cambiano di una virgola perchè i contenuti sono coperti dal DRM DECE e i dispositivi sono DECE e, a meno che non si vogliano creare dei seriali digitali e legare una determinata copia del contenuto a specifici apparecchi con lo stesso seriale, è assurdo mettere in piedi un sistema del genere.Basterebbe iniziare a sharare roba DRM DECE sul P2P e siamo punto e a capo.In ogni caso la SONY è famosa anche per le sue malefatte (come il rootkit nei cd e in un'altra cosa non molto differente) e credo che qualcuno ostenterà a questo sistema, soprattutto se targato SONY.E' troppo presto per giudicare, le informazioni non sono complete, quello che però si dà vita è una copia spudorata del trusted computing (o il TC vero e proprio) e sappiamo tutti come è andata a finire...Secondo me, come già qualcuno ha detto, il DRM in ogni sua possibile forma è un male, anche in questo caso.Bucabile o meno che sia, il DRM è durato il tempo che è durato e in ogni caso tra l'hardware e il contenuto vi è un ponticino, il software e quello è modificabile.Non sarà una cosa isolata ai lettori mp3 o apparecchi, ci saranno sicuramente di mezzo i pc.Per me è un'altro buco dell'acqua e la gente non ci starà.Vedremo.
      • Homer scrive:
        Re: Facciamo il punto...
        - Scritto da: paperoliber o
        Anch'io non capisco o meglio capisco la Sony che
        vende contenuti e player ma non le case
        cinematografiche e quelle musicali, se uno può
        fare infinite copie può venderle a chiunque abbia
        Hardware DECE. Questa cosa farà, se addottata da
        veramente tutti, vendere una caterba di nuovi
        player "certificati" ma non gioverà certamente
        alle case produttrici di contenuti. Chi
        controllerà dove e come finiscono le copie della
        canzone o del film, io posso comprare tutto
        l'hardware che mi consentono le mie tasche per
        cui non possono limitare le copie a che so 20 o
        30 . Mi sembra un enorme
        cazzata.Capisco quello che vuoi dire ma penso che l'obiettivo sia quello di creare una chiave personale tua, tale che per averla devi registrarti da qualche parte, tipo password.Una volta che hai quella chiave i files che ti vengono forniti sono criptati (diciamo un bel algoritmo open tipo AES a 256 bit ?) con la tua chiave così se li dai ad un altro quello non se ne fa nulla.Tu puoi copiare tutto quello che vuoi per i tuoi devices registrati che contengono la tua chiave, per i devices registrati a nome di altri i files non servono a nulla.Ora essendo la chiave collegata alla persona, se questa è diffusa o se ne fa un uso scorretto, possono impedire a quella persona di usufruire di ulteriori contenuti e comunque qualcuno finisce nei guai.Resta la possibilità di convertire il formato in un formato libero (tipo MP3) che comunque non sarà fruibile sui devices di quel tipo, con tutta una serie di casini immani.
  • Enjoy with Us scrive:
    Sony deve fallire!
    Allora è chiaro a tutti perchè un'azienda come Sony deve fallire?E' mai possibile che sia sempre in prima fila quando ci sia da limitare la libertà dei consumatori?Adesso sto DECE!Scommettiamo che sarà incompatibile con tutti i sistemi preesistenti e che avrà grassi problemi di compatibilità fra i vari produttori e che l'utente rischierà di comprare un film e poi di non poterlo visionare sul TV del salotto?Sono pessimista? Vedremo!
    • caiodark scrive:
      Re: Sony deve fallire!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Allora è chiaro a tutti perchè un'azienda come
      Sony deve
      fallire?
      E' mai possibile che sia sempre in prima fila
      quando ci sia da limitare la libertà dei
      consumatori?
      Adesso sto DECE!
      Scommettiamo che sarà incompatibile con tutti i
      sistemi preesistenti e che avrà grassi problemi
      di compatibilità fra i vari produttori e che
      l'utente rischierà di comprare un film e poi di
      non poterlo visionare sul TV del
      salotto?
      Sono pessimista? Vedremo!Succedesse una cosa del genere saremmo nelle stesse condizioni in cui siamo ora, sony & co. allegeriti di qualche euro per una cosa che non funziona e i produttori di DECE con qualche causa sul collo :)))
    • La Lumaca Frizz scrive:
      Re: Sony deve fallire!
      Io é da anni che non acquisto prodotti Sony e li sconsiglio caldamente a tutti. In ogni campo c'è qualche brand che fa QUEL prodotto di qualità migliore e ad un prezzo più competitivo.
      • Bash scrive:
        Re: Sony deve fallire!
        - Scritto da: La Lumaca Frizz
        Io é da anni che non acquisto prodotti Sony e li
        sconsiglio caldamente a tutti. In ogni campo c'è
        qualche brand che fa QUEL prodotto di qualità
        migliore e ad un prezzo più
        competitivo.Io pure.E' da quella volta del rootkit che ho smesso di acquistare prodotti sony e li ho pure sconsigliati ad amici e conoscenti.Nessuno ci obbliga a comprare sony, e le alternative sono migliori e piu' economiche.
    • allanon scrive:
      Re: Sony deve fallire!
      allora deve fallire anche microsoft. ... che gli va dietro sul DRM
  • careb scrive:
    Re: Non è un male assoluto
    Non possono evitare le copie abusive di musica.. vedi il post sotto.(e ho dubbi anche sui video: al pannello lcd il segnale deve per forza di cose arrivare in chiaro,magari ti ci vogliono fpga per 2000 euro, ma sniffare il traffico su un pannello lcd e ricostruire il video è fattibile)
    • Blackstorm scrive:
      Re: Non è un male assoluto
      - Scritto da: careb
      (e ho dubbi anche sui video: al pannello lcd il
      segnale deve per forza di cose arrivare in
      chiaro,magari ti ci vogliono fpga per 2000 euro,
      ma sniffare il traffico su un pannello lcd e
      ricostruire il video è
      fattibile)Infatti. Qualsiasi cosa abbia un'usicta analogica, è allegramente separabile da qualsiasi tipo di protezione digitale. Nel caso dei video diciamo che paradossalmente è un layer di sicurezza aggiuntivo: non tutti possono permettersi 2000 euro di materiali. In ogni caso, basterebbe semblicemente attaccare alla scheda video un elaboratore. Il segnale sul cavo passa in analogico, che io ricordi.
      • careb scrive:
        Re: Non è un male assoluto

        In ogni caso, basterebbe semblicemente attaccare alla scheda
        video un elaboratore. Il segnale sul cavo passa in
        analogico, che io ricordi.solo nei vecchi modelli,HDMI è digitale e anche criptato, il problema è che poi all'interno del televisore devono decriptare il segnale per mandarlo al pannello lcd, e i dati si possono sniffare con attrezzatura hardware.
    • tmx scrive:
      Re: Non è un male assoluto
      scusa ma tra DRM e DECE qual'è la "grande" differenza? e questa differenza starebbe nel concetto o semplicemente nel fatto che il "pacchetto regalo" è più carino?
      • Blackstorm scrive:
        Re: Non è un male assoluto
        - Scritto da: tmx
        scusa ma tra DRM e DECE qual'è la "grande"
        differenza?


        e questa differenza starebbe nel concetto o
        semplicemente nel fatto che il "pacchetto regalo"
        è più
        carino?La differenza, fondamentalmente è che se ti si frigge l'hd, e perdi i tuoi dati, puoi semplicemente andare di nuovo sul sito e riscaricarti quello che avevi già comprato senza pagarlo di nuovo. Può sembrare poco, ma guarda caso prima l'idea era: lo vuoi riscaricare? Me lo ripaghi. Mi pare una buona differenza.
  • careb scrive:
    Non serve a proteggere la musica
    Gli speaker lavorano in analogico!non ci si mette nulla a collegarli in una presa "audio in" di un pc e registrare il suono.
    • Blackstorm scrive:
      Re: Non serve a proteggere la musica
      - Scritto da: careb
      Gli speaker lavorano in analogico!non ci si mette
      nulla a collegarli in una presa "audio in" di un
      pc e registrare il
      suono.Se è solo per questo non serve nemmeno a proteggere i contenuti video. Qualsiasi cosa che dal digitale passa all'analogico è praticamente utopico proteggerla al 100%.
    • Homo Liber scrive:
      Re: Non serve a proteggere la musica
      - Scritto da: careb
      Gli speaker lavorano in analogico!non ci si mette
      nulla a collegarli in una presa "audio in" di un
      pc e registrare il
      suono.Eistono già software in grado di identificare il tipo di suono che si sta registrando.Esiste un brevetto, non ancora commercializzato, in grado di riconoscere l'impronta sonora di un clip confrontandola con un database (se non ricordo male era sviluppato da Microsoft: la notizia è qui su PI).Non manca molto a che i PC rifiutino di copiare materiale protetto.Già oggi, gli scanner recenti rifiutano di acquisire le banconote...Teniamoci stretti i nostri vecchi registratori a cassette, che è meglio!
    • Homer scrive:
      Re: Non serve a proteggere la musica
      - Scritto da: careb
      Gli speaker lavorano in analogico!non ci si mette
      nulla a collegarli in una presa "audio in" di un
      pc e registrare il
      suono.Si certo ... ma se compri una TV HD con HDMI non puoi copiare il segnale digitale, e se vogliono ti bloccano pure l'uscita analogica.Che dopo tu riprendi la TV con una videocamera e pretendi di buttare il tutto su internet ... beh ... uno fa prima a comprarsi il blue ray.
      • careb scrive:
        Re: Non serve a proteggere la musica
        negli speaker il suono deve arrivare PER FORZA in analogico per poter essere riprodotto,si nei tv, negli ipod, che negli impianti stereo con ingresso digitale:DEVE POTER ESSERE CONVERTITO IN ANALOGICO PRIMA DI mandare il segnale negli speaker.Nel caso di una tv con hdmi basta smontare le casse e registrare/campionare il segnale diretto alle casse,basta un pc e una scheda audio con ingresso analogico( e se va male un circuito da pochi euro per adattare il segnale)
      • careb scrive:
        Re: Non serve a proteggere la musica

        Che dopo tu riprendi la TV con una videocamera e pretendi
        di buttare il tutto su internet ... beh ... uno fa prima
        a comprarsi il blue ray.se per questo uno fa prima anche ad andarsi a vedere un film al cinema,eppure la rete p2p è piena di Film registrati con videocamera.
  • sabbiolina scrive:
    Re: Non è un male assoluto
    Il DRM e' il padre di tutti i mali.Alla fine qualcuno lo buchera e tu che hai comprato non avrai piu' hardware per fruirlo.Non credi?
    • Blackstorm scrive:
      Re: Non è un male assoluto
      - Scritto da: sabbiolina
      Il DRM e' il padre di tutti i mali.Il DRM, se fosse gestito intelligentemente, andrebbe anche bene. Il fatto è che fondamentalmente non è nato di base per queste cose.

      Alla fine qualcuno lo buchera e tu che hai
      comprato non avrai piu' hardware per
      fruirlo.Uh? Perchè? Io che ho comprato, e ho la possibilità di accedere all'ecosistema posso tranquillamente riprenderlo e ricopiarlo. Non vedo cosa c'entri il fatto che qualcuno possa bucar eil sistema. Se non ho l'hw per fruirlo grazie che non lo vedo. Se ho la videocassetta ma non il videoregistratore, non è che posso farci molto.
      • ciko scrive:
        Re: Non è un male assoluto
        sabbiolina intende che una volta bucato e non piu' economicamente vantaggioso, smetteranno di produrre hw per fruire dei tuoi contenuti legalmente acquistati...
        • Blackstorm scrive:
          Re: Non è un male assoluto
          - Scritto da: ciko
          sabbiolina intende che una volta bucato e non
          piu' economicamente vantaggioso, smetteranno di
          produrre hw per fruire dei tuoi contenuti
          legalmente
          acquistati...E come smetti di produrre lettori dvd, o hd?
Chiudi i commenti