SARS, in Cina matrimoni cyber

Secondo la stampa locale le cerimonie vecchio stile sono state rinviate nel 90 per cento dei casi, vista l'emergenza epidemia. Ma vi sarebbe il boom dei matrimoni via internet
Secondo la stampa locale le cerimonie vecchio stile sono state rinviate nel 90 per cento dei casi, vista l'emergenza epidemia. Ma vi sarebbe il boom dei matrimoni via internet


Roma – L’epidemia di SARS, come tutti sanno, sta continuando a sconvolgere la vita quotidiana dei cinesi, oltreché la loro economia e politica, ed uno degli effetti dell’emergenza è stata la cancellazione di massa dei matrimoni previsti in questo periodo. Secondo cifre non ufficiali addirittura il 90 per cento delle cerimonie nuziali sono state rinviate a data da destinarsi.

Ora il China People Daily sostiene che sarebbe proprio questa situazione a spingere per il matrimonio virtuale, cioè l’organizzazione di cerimonie da svolgersi interamente su internet. Una questione che da mesi si dibatte in Cina e che in questo frangente sembra trovare terreno fertile per trasformare una tradizione antica.

La primavera è in Cina la stagione in cui si sposano la maggior parte delle coppie e ora l’idea è quella di trasmettere via internet le cerimonie, in modo tale che anche piccoli eventi, a cui partecipa fisicamente un numero estremamente ridotto di persone, possano essere vissuti da un numero ben più alto di congiunti, amici e conoscenti.

Grazie ad internet vi sarebbe naturalmente anche la possibilità di trasmettere gli auguri via email o, perché no?, di chattare con gli sposi….

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 05 2003
Link copiato negli appunti