Savona, entro due anni banda larga per tutti

La provincia ligure ha varato un progetto che prevede il raggiungimento, in tutto il territorio, della copertura integrale di un network broad band wireless

Savona – La banda larga toccherà nel 2008 tutti gli enti locali e le pubbliche istituzioni della provincia di Savona. È questa la promessa alla base del progetto varato dalla Provincia di Savona, che presenta oggi il Protocollo di Intesa approvato dalla Giunta Provinciale.

L’approvazione, come spiega la testata Il Vostro Giornale , riguarda le linee guida di un ampio progetto che prevede la copertura del broad band – in modalità wireless – su tutta la Provincia, sulla base di un Protocollo d’Intesa che vede il coinvolgimento di Provincia, Comunità Montane e comuni. L’iniziativa si prefigge lo scopo di allargare la banda della connettività nell’area, ma anche di utilizzare il network per l’erogazione di servizi di pubblica utilità.

Nel 2008 sarà raggiunto, come detto sopra, il primo traguardo: il collegamento in banda larga delle Istituzioni. Successivamente – ma entro il 2009 – l’ombrello wireless del network broad band dovrà arrivare a coprire tutto il territorio. Per lo sviluppo e la realizzazione del progetto è stato previsto un costo di 3 milioni di euro, a copertura del quale sono già stati stanziati finanziamenti da fondi europei, e dal bilancio provinciale.

Fra i comuni coinvolti nel progetto, Albissola Marina, Albisola Superiore, Bergeggi, Celle Ligure, Giusvalla, Mioglia, Pontinvrea, Quiliano, Sassello, Stella, Urbe, Vado Ligure e Varazze.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franconov scrive:
    C'è l'adsl
    L'adsl c'è ma purtroppo non grazie a Telecom ma grazie a NTRNET, ISP di Roana che copre buona parte dell'Altopiano e si appresta a incrementare la copertura sia nella provincia di Vicenza che nell'est padovano.
  • Anonimo scrive:
    Ma succede in molte parti di italia
    Purtroppo è un problema discusso e ridiscusso,esistono siti appositi come anti digital divide etc.Io ho dovuto aspettare 5 anni prima di vedere l'adsl nel mio paese,e le raccolte di firme non sono servite a tanto.La cosa assurda è che nei comuni vicini 5/6 l'adsl era presente dal 2001.Bello schifo la telecom privatizzata,fosse stata statale avremmo avuto(magari scadente) l'adsl già da parecchi anni(per non parlare delle ditte appaltate per l'assistenza tecnica...delle vere e propie teste di *****).
  • Anonimo scrive:
    ADSL che non funziona.
    Salve a tutti,Vorrei affermare che l'ADSL non funziona correttamente, durante il periodo diurno la velocita' (la banda) scende all'incirca a 2 KB/s (16 Kb/s)... Durante la notte, sia chiaro non intendo dopo il tramonto, bensi' quando la maggior parte delle persone dormono, la velocita' ritorna a livelli normali. Nulla sono valse le svariate segnalazioni alla Telecom, nulla sono valsi gli interventi dei tecnici.Semplicemente vorrei una rete che funziona.
  • Anonimo scrive:
    Inutile
    Nel 2003 circa abbiamo inviato più di 150 contratti alice firmati a Telecom per la copertura della centrale di Bagnaia in Provincia di VT.Unica area rimasta scoperta nel raggio di 40 - 50 km !!!!!!Oggi è il 2007 e scrivo con una linea isdn !
  • Anonimo scrive:
    Si volete tutti l'adsl ma senza pagare!!
    Ma la volete pagare come si paga qua in città.. ed il governo è pure d'accordo...Ma che discorsi sono?Chiaramente se ho una centralina per pochi utenti ho piu' spese di gestione e quindi il canone mensile deve essere piu' alto!!Quando vengo nei vostri paesini a passarmi le ferie mica pretendo di pagare i generi alimentari come li pago nei supermercati qua in città...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si volete tutti l'adsl ma senza paga
      A beh, allora se ti faranno pagare il doppio una telefonata, non ti lamenterai mica, suppongo!... :
    • Anonimo scrive:
      Re: Si volete tutti l'adsl ma senza paga
      cioè non fa una piega, bravo.- Scritto da:
      Ma la volete pagare come si paga qua in città..
      ed il governo è pure
      d'accordo...
      Ma che discorsi sono?
      Chiaramente se ho una centralina per pochi utenti
      ho piu' spese di gestione e quindi il canone
      mensile deve essere piu'
      alto!!
      Quando vengo nei vostri paesini a passarmi le
      ferie mica pretendo di pagare i generi alimentari
      come li pago nei supermercati qua in
      città...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si volete tutti l'adsl ma senza paga
      - Scritto da:
      Ma la volete pagare come si paga qua in città..
      ed il governo è pure
      d'accordo...
      Ma che discorsi sono?discorsi sensati.al contrario dei tuoi che sono di tono razzista e classista.
      Chiaramente se ho una centralina per pochi utenti
      ho piu' spese di gestione e quindi il canone
      mensile deve essere piu'
      alto!!e quindi, per estensione in centro Milano o roma te le dovrebbero regalare le linee, visto che di interventi se ne faranno centinaia al giorno...non fa una piega, proprio...
      Quando vengo nei vostri paesini a passarmi le
      ferie mica pretendo di pagare i generi alimentari
      come li pago nei supermercati qua in
      città...
      :D ah ecco!ce l'hai con quelli di asiago (che non è un paesino) perchè ti fan pagare di più il salame!bhe, ti rivelo un segreto: non è che costino di più le merci e il trasporto, è che ti vedono come il solito pollastro di turista e ti spennano!(rotfl)Venezia Docet ;) (è capoluogo regionale)
      • Anonimo scrive:
        Re: Si volete tutti l'adsl ma senza paga
        Sì bravo hai capito tutto..sti turisti..vengono nei nostri paesi a dettar legge.Ma guardate che se state a casa vostra noi andiamo avanti lo stesso eh..La clasica frase del turista"sì però siamo noi che portiamo i din dini"..cioè mica è il paese dei balocchi..pure noi abbiamo le spese come voi..e spesso molto più salate(vedi riscladamento).E se il cibo costa di più è perchè non vengono ordinate le quantità degli ipermercati di cità(ovviamente)..poi se sei pollo da andare dove ti spennano..beh cavoli tuoi..ti spennano pure in città se non sai dove andare,scopriamo l'acqua calda.Ma sì..polentoni di asiago pagate 100 euro al mese di adsl perchè siete solo in 150..e aumentate anche le tariffe del telefono ed enel visto che siete sempre pochi.Non diciamo cavolate con costi di manutenzione..che lo sappiamo tutti che tra Enel e Telefono tranne alcuni che lavorano per due gli altri si grattano le OO.altrimenti Asiaghesi venite in città no?dove sta il problema?
    • Anonimo scrive:
      Re: Si volete tutti l'adsl ma senza paga
      babbeo!!Il canone si pagava in principio proprio per quello:per permettere una distribuzione dei costi in modo che un guadago in una zona "densa" servisse a coprire i debito in una zona "desolata".Io in città come te secondo la tua logica allora non dovrei pagare pressochè niente!In compenso dovrei pagare l'acqua 20 euro al litro, visto che viene giù da loro!
  • Anonimo scrive:
    Nelle Marche...
    la stragrande maggioranza dei paesi e della popolazione delle Marche viaggia ancora con il 56k.Petizioni, raccolte di firme, ed altro indirizzate alla Telecom non servono a nulla, questa società non è in grado di produrre innovazione e investimenti tecnologici in breve tempo.Bisogna rivolgersi a una di quelle aziende che ti portano la banda con i sistemi wifi. Nelle Marche e anche fuori regione sta operando successo la Sic1 che sta gradualmente coprendo tutti i territori non raggiunti. Poche chiacchiere e molti fatti. Informatevi presso questa società (www.sic1.it) o presso altre società simili.Auguri da un ex 56k che naviga e presto telefonerà anche via IP, e tanti saluti alla telecomitalia... :)
  • Anonimo scrive:
    Sull'Altipiano è disponibile il Wi-Fi
    Sono il responsabile dell'associazione AntiDigitalDivide per il vicentino, mi sorprende che solo ora il comune di Gallio dia un segnale di allarme per la mancanza della banda larga.Se la politica arriva in ritardo i consumatori altopianesi già da anni hanno avviato delle petizioni in vari comuni della zona, ma le loro istanze sono rimaste inascoltate da parte del gestore della rete.Vi è comunque una notizia positiva, alcuni providers locali hanno implementato una rete di accesso radio Wi-Fi che offre la banda larga sul territorio ad un prezzo competitivo.Per maggiori informazioni vi rimando al sito di ADD:http://www.antidigitaldivide.org email: vicenza@antidigitaldivide.org Giuseppe Sartori
    • aghost scrive:
      Re: Sull'Altipiano è disponibile il Wi-F

      Se la politica arriva in ritardo i consumatori
      altopianesi già da anni hanno avviato delle
      petizioni in vari comuni della zona, ma le loro
      istanze sono rimaste inascoltate da parte del
      gestore della
      rete.e ti meraviglia?E' come se la parrocchia facesse una petizione in cui auspica che tu facessi una donazione di 1000 euro. Tu che fai, glieli dai? :DLe petizioni a teleocm non servono a una mazza. Telecom porta ADSL solo che gli conviene. Ma la colpa non è sua, ma di chi ha permesso questo stato di cose, ovvero la politica in primis, che ha svenduto la rete telefonica nazionale pagata coi soldi dei contribuenti a un monopolio privato.http://www.aghost.wordpress.com/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 aprile 2007 09.43-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Sull'Altipiano è disponibile il Wi-F
      - Scritto da:
      Sono il responsabile dell'associazione
      AntiDigitalDivide per il vicentino, mi sorprende
      che solo ora il comune di Gallio dia un segnale
      di allarme per la mancanza della banda
      larga.Non è la prima iniziativa a questo scopo. E' solo l'ultima in ordine di tempo. :s Nella zona gli addetti ai lavori lo sanno, non serve fare pubblicità a servizi WiFi che fanno da surrogati al Servizio Universale.SalutiFrancescoRoana (VI)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sull'Altipiano è disponibile il Wi-F
        Ma quale pubblicità, ma quale surrogato (solo la fonia è servizio universale) non diciamo cavolate specie se non si sa di chi si parla e che tipo di lavoro ADD ha svolto e svolge sul territorio, qui si tratta di risolvere il problema di tanti utenti ed ora una qualche via c'è.Un saluto.G. Sartori- Scritto da:

        - Scritto da:

        Sono il responsabile dell'associazione

        AntiDigitalDivide per il vicentino, mi sorprende

        che solo ora il comune di Gallio dia un segnale

        di allarme per la mancanza della banda

        larga.

        Non è la prima iniziativa a questo scopo. E' solo
        l'ultima in ordine di tempo. :s


        Nella zona gli addetti ai lavori lo sanno, non
        serve fare pubblicità a servizi WiFi che fanno da
        surrogati al Servizio
        Universale.

        Saluti

        Francesco
        Roana (VI)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sull'Altipiano è disponibile il Wi-F
      E' vero, alcuni provider locali (ad esempio, una ditta con "base" a Roana) hanno preso delle iniziative per la diffusione della banda larga via wireless.. Il problema piu' grosso e' che il costo di tale iniziativa e' (speriamo al momento) mooooooolto elevato: per quanto ne so io, si parla di 30 euro al mese per il servizio "base" di 640kbit/secondo per un'installazione domestica (che, se non m'inganno, richiederebbe anche un contributo per l'attivazione di tipo 200-300 euro).Nonostante la presenza del servizio, non siamo certo a livelli paragonabili a quelli della "civilta'", dove si viaggia a 2 mbit/s per 20 euro al mese...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sull'Altipiano è disponibile il Wi-F
        Non si può comparare il costo del servizio wireless a quello su cavo, sono due servizi con costi ed implementazione tecnica diversi, quindi il paragone è in parte improprio.Comunque esistono fornitori del servizio che offrono abbonamenti anche a ben meno dei 30 euro citati.Alcune biblioteche pubbliche dell'altipiano sono in rete proprio grazie al servizio wi-fi, una buona opportunità quindi per valutare gratuitamente come il wireless abbia risolto i cronici ritardi dell'incumbent. - Scritto da:
        E' vero, alcuni provider locali (ad esempio, una
        ditta con "base" a Roana) hanno preso delle
        iniziative per la diffusione della banda larga
        via wireless.. Il problema piu' grosso e' che il
        costo di tale iniziativa e' (speriamo al momento)
        mooooooolto elevato: per quanto ne so io, si
        parla di 30 euro al mese per il servizio "base"
        di 640kbit/secondo per un'installazione domestica
        (che, se non m'inganno, richiederebbe anche un
        contributo per l'attivazione di tipo 200-300
        euro).
        Nonostante la presenza del servizio, non siamo
        certo a livelli paragonabili a quelli della
        "civilta'", dove si viaggia a 2 mbit/s per 20
        euro al
        mese...
  • aghost scrive:
    Ora la Telecom ha altro a cui pensare
    figuriamoci se telecom può oggi pensare all'adsl dell'altopiano di asiago, o di qualunque altro posto ancora non coperto. Ora ha altro a cui pensare.Avete voluto la privatizzazione? Questi sono gli effetti, Telecom va dove le conviene, dell'interesse dei cittadini se ne impipa altamente.Neppure nell'ultimo "piano industriale" di Tronchetti, piu che altro la solita ingegneria finanziaria, gli investimenti erano sostanzialmente ridotti a zero vista la pesantissima situazione debitoria derivata dal comprare telecom stessa.Davvero si crede che se arrivano gli americani, o i messicani, le cose miglioreranno? :(http://www.aghost.wordpress.com/
    • Dirk Pitt scrive:
      Re: Ora la Telecom ha altro a cui pensare
      - Scritto da: aghost
      figuriamoci se telecom può oggi pensare all'adsl
      dell'altopiano di asiago, o di qualunque altro
      posto ancora non coperto. Ora ha altro a cui
      pensare.

      Avete voluto la privatizzazione? Questi sono gli
      effetti, Telecom va dove le conviene,
      dell'interesse dei cittadini se ne impipa
      altamente.

      Neppure nell'ultimo "piano industriale" di
      Tronchetti, piu che altro la solita ingegneria
      finanziaria, gli investimenti erano
      sostanzialmente ridotti a zero vista la
      pesantissima situazione debitoria derivata dal
      comprare telecom
      stessa.

      Davvero si crede che se arrivano gli americani, o
      i messicani, le cose miglioreranno?
      :(

      http://www.aghost.wordpress.com/aghost, almeno lo si spera.Sempre che le "teste" in Telecom non rimangano quelle.Cristian
      • aghost scrive:
        Re: Ora la Telecom ha altro a cui pensar

        aghost, almeno lo si spera.
        Sempre che le "teste" in Telecom non rimangano
        quelle.ma un paese che ha la pretesa di essere moderno può, dopo aver svenduto la rete telefonica nazionale a un monopolio privato, basare le sue aspettative sulla "speranza"? :(http://www.aghost.wordpress.com/
        • Dirk Pitt scrive:
          Re: Ora la Telecom ha altro a cui pensar
          - Scritto da: aghost
          ma un paese che ha la pretesa di essere moderno
          può, dopo aver svenduto la rete telefonica
          nazionale a un monopolio privato, basare le sue
          aspettative sulla "speranza"?
          :(

          http://www.aghost.wordpress.com/Ai noi popolino rimane solo quella, visto che le fila del potere e le decisioni non le prendiamo noi (come invece dovrebbe essere).
    • picchiatello scrive:
      Re: Ora la Telecom ha altro a cui pensare
      - Scritto da: aghost
      figuriamoci se telecom può oggi pensare all'adsl
      dell'altopiano di asiago, o di qualunque altro
      posto ancora non coperto. Ora ha altro a cui
      pensare.

      Avete voluto la privatizzazione? Questi sono gli
      effetti, Telecom va dove le conviene,
      dell'interesse dei cittadini se ne impipa
      altamente.

      Neppure nell'ultimo "piano industriale" di
      Tronchetti, piu che altro la solita ingegneria
      finanziaria, gli investimenti erano
      sostanzialmente ridotti a zero vista la
      pesantissima situazione debitoria derivata dal
      comprare telecom
      stessa.

      Davvero si crede che se arrivano gli americani, o
      i messicani, le cose miglioreranno?
      :(

      http://www.aghost.wordpress.com/Sinceramente se fossi dell'altipiano di Asiago l'ADSL sarebbe la mia ultima preoccupazione hanno UNA sola strada (l'altra e' da anni chiusa o semichiusa) per arrivarci e l'ospedale sta per essere chiuso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora la Telecom ha altro a cui pensar
      - Scritto da: aghost
      figuriamoci se telecom può oggi pensare all'adsl
      dell'altopiano di asiago, o di qualunque altro
      posto ancora non coperto. Ora ha altro a cui
      pensare.

      Avete voluto la privatizzazione? Questi sono gli
      effetti, Telecom va dove le conviene,
      dell'interesse dei cittadini se ne impipa
      altamente.

      Neppure nell'ultimo "piano industriale" di
      Tronchetti, piu che altro la solita ingegneria
      finanziaria, gli investimenti erano
      sostanzialmente ridotti a zero vista la
      pesantissima situazione debitoria derivata dal
      comprare telecom
      stessa.

      Davvero si crede che se arrivano gli americani, o
      i messicani, le cose miglioreranno?
      :(

      http://www.aghost.wordpress.com/Di sicuro i primi a prendersela in quel posto saranno i brufolosi che usano p2p, mi ci giocherei le palle, se le avessi! O)
  • Dirk Pitt scrive:
    Magari con gli americani...
    ... ci saranno possibilità maggiori.Questo ammesso e non concesso che mamma Telecom venga acquisita dai due colossi americano e messicano.Dovesse restare in mani (politiche) italiane, 150 firme equivalgono ad un foglio bianco.Mi spiace per gli abitanti dell'altopiano e mi associo con loro per solidarietà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari con gli americani...
      si come nolo dicevano anche in argentina, quando una società americana aveva comprato(in tutti i sensi) la privatizzazione dell'acqua, è aumentata di 50 volte nell'arco di 6 mesi ed è stato il tassello fondamentale del tracollo argentinonaturalmente nulla è successo a questa società americana appoggiata pure dal governo ...... bella ligli americani sono un pò come i bresciani, trasformano in merda tutto quello che toccano
      • Dirk Pitt scrive:
        Re: Magari con gli americani...
        - Scritto da:
        si come no

        lo dicevano anche in argentina, quando una
        società americana aveva comprato(in tutti i
        sensi) la privatizzazione dell'acqua, è aumentata
        di 50 volte nell'arco di 6 mesi ed è stato il
        tassello fondamentale del tracollo
        argentinoQuindi mi stai dicendo che l'Argentina ha fatto crack per colpa di un'inondazione d'acqua? :DBattuta ;)

        naturalmente nulla è successo a questa società
        americana appoggiata pure dal governo ......
        bella
        li

        gli americani sono un pò come i bresciani,
        trasformano in merda tutto quello che
        toccanoCon buona pace per i bresciani...Scherzi a parte, non mi sento di darti ragione.Anzi, dovresti fare il serio anche tu e ritrattare le tue dichiarazioni.
      • fante76 scrive:
        Re: Magari con gli americani...
        Sono d'accordo con te.Secondo me finisce che acquistano e poi chiudono le sedi e licenziano gente, come hanno già fatto in altre parti, vedi alcune società che lavoravano nel petrolchimico di Marghera.Ma non perchè sono Americani, ma perchè sono Grandi Società Estere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Magari con gli americani...
          - Scritto da: fante76
          Sono d'accordo con te.
          Secondo me finisce che acquistano e poi chiudono
          le sedi e licenziano gente, come hanno già fatto
          in altre parti, vedi alcune società che
          lavoravano nel petrolchimico di
          Marghera.

          Ma non perchè sono Americani, ma perchè sono
          Grandi Società
          Estere.arriva el berluska a metterci la toppa, così poi può spiare e ricattare ad libitum
        • Anonimo scrive:
          Re: Magari con gli americani...
          a marghera chiudono perchè il governo italiano non gli da i permessi di lavorare per bene e quindi ci rimetterebbero soldi.Per quanto riguarda la questione di vendere telecom in giro per il mondo, questa non coambierà la situazione finchè i cavi usati da tutti i gestore apparterranno a telecom. In america esisteva una telecom che possedeva tutta la rete, ma poi per favorire la concorrenza questa azienda è stata divisa in 5 piccole aziende e i cavi sono stati resi "pubblici" ossia qualsiasi gestore può usarli senza dovere niente a nessuno. Se però il gestore li sovraccarica allora sarà compito suo ammodernizzarli!Qui in italia una cosa del genere non la vedremo mai, anzi, si sta cercando di estendere la proprietà anche alle bande wireless per quando arriverà il wimax!!E' una cosa insopportabile
  • Anonimo scrive:
    La petizione...
    ... la facemmo anni fa anche noi abitanti di 4 piccoli comuni (cmq almeno 15.000 persone in tutto) "dispersi" in mezzo alla pianura padana, con cittadine coperte a 10km tutte intorno...Solo adesso che stà arrivando la Wireless guarda caso si muove anche Telecom...
    • fante76 scrive:
      Re: La petizione...
      Anche il mio paesino ha raccolto la bellezza di 500 firme; tenendo presente che il resto del comune e i paesi limitrofi sono già coperti, deve essere un problema banale di centralina... eppure niente si è ancora mosso.Confido molto anche io sul wireless, anche se ha costi di impianto molto elevati e una garanzia di banda assai ridotta.
      • Anonimo scrive:
        Re: La petizione...

        Anche il mio paesino ha raccolto la bellezza di
        500 firme; tenendo presente che il resto del
        comune e i paesi limitrofi sono già coperti, deve
        essere un problema banale di centralina... eppure
        niente si è ancora
        mosso.Probabilmente perchè ti sbagli.Se fosse stato un problema banale lo avrebbero già risolto, fosse anche solo per vendere un abbonamento in più. Non ti risolvono il problema perchè la cifra che spenderebbe Telecom *nell'immediato* per riadattare le centrali non sarebbe ammortata in tempo utile per le loro finanze e fatturazioni dai "pochi" abbonamenti che riuscirebbero a spremere dagli abitanti del tuo paesino (senza contare che una volta portata la linea ADSL altri operatori potrebbero prendere il sopravvento in concorrenza). Mi dispiace, anche io sono nella tua stessa condizione ma è una mera questione di marketing, che ne dicano i politici sull'avanzamento tecnologico. Bisognerebbe perorare la causa di Grillo e riprenderci la Telecom come ente statale perchè finchè sarà in mano ad un privato le sue tasche prevarranno *sempre* sul pubblico interesse.
        • Anonimo scrive:
          Re: La petizione...
          - Scritto da:

          Anche il mio paesino ha raccolto la bellezza di

          500 firme; tenendo presente che il resto del

          comune e i paesi limitrofi sono già coperti,
          deve

          essere un problema banale di centralina...
          eppure

          niente si è ancora

          mosso.
          Probabilmente perchè ti sbagli.
          Se fosse stato un problema banale lo avrebbero
          già risolto, fosse anche solo per vendere un
          abbonamento in più. Non ti risolvono il problema
          perchè la cifra che spenderebbe Telecom
          *nell'immediato* per riadattare le centrali non
          sarebbe ammortata in tempo utile per le loro
          finanze e fatturazioni dai "pochi" abbonamenti
          che riuscirebbero a spremere dagli abitanti del
          tuo paesino (senza contare che una volta portata
          la linea ADSL altri operatori potrebbero prendere
          il sopravvento in concorrenza). Mi dispiace,
          anche io sono nella tua stessa condizione ma è
          una mera questione di marketing, che ne dicano i
          politici sull'avanzamento tecnologico.
          Bisognerebbe perorare la causa di Grillo e
          riprenderci la Telecom come ente statale perchè
          finchè sarà in mano ad un privato le sue tasche
          prevarranno *sempre* sul pubblico
          interesse.Invece Telecom se la pappa Pancho Villa.Tra 2 anni in italia per telefonare ci resteranno solo i tam-tam, come nella jungla.
          • Anonimo scrive:
            Re: La petizione...
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Anche il mio paesino ha raccolto la bellezza
            di


            500 firme; tenendo presente che il resto del


            comune e i paesi limitrofi sono già coperti,

            deve


            essere un problema banale di centralina...

            eppure


            niente si è ancora


            mosso.

            Probabilmente perchè ti sbagli.

            Se fosse stato un problema banale lo avrebbero

            già risolto, fosse anche solo per vendere un

            abbonamento in più. Non ti risolvono il problema

            perchè la cifra che spenderebbe Telecom

            *nell'immediato* per riadattare le centrali non

            sarebbe ammortata in tempo utile per le loro

            finanze e fatturazioni dai "pochi" abbonamenti

            che riuscirebbero a spremere dagli abitanti del

            tuo paesino (senza contare che una volta portata

            la linea ADSL altri operatori potrebbero
            prendere

            il sopravvento in concorrenza). Mi dispiace,

            anche io sono nella tua stessa condizione ma è

            una mera questione di marketing, che ne dicano i

            politici sull'avanzamento tecnologico.

            Bisognerebbe perorare la causa di Grillo e

            riprenderci la Telecom come ente statale perchè

            finchè sarà in mano ad un privato le sue tasche

            prevarranno *sempre* sul pubblico

            interesse.
            Invece Telecom se la pappa Pancho Villa.
            Tra 2 anni in italia per telefonare ci resteranno
            solo i tam-tam, come nella
            jungla.Grandi ed enormi cretinate!!1- oggi di fatto la telecom è statale , anzi e la forma privata di statalismo. questo ha fatto in modo che l'evoluzione della reta a valore aggiunto sia stata fatta scondo criteri di "amicizia" piutosto che di servizio. 2- in messico la adsl ovvero la connettività dati è molto avanzata , persino in paesi sperduti , magari non hannoi le case come le intendiamo noi ma hanno i servizi di rete.
          • simpleminde scrive:
            Re: La petizione...
            sarò molto off topic, ma ho letto Asiago e non potevo fare a meno che dirvi di essere stata lì 2 mesi fa. Ho fatto una settimana biancha da sognio. Se vi capita l'occasione di andare non vi ne pentirete e i prezzi sono più simbolici che modesti. Ho speso solo 380euro in una settimana che comprendono anche la spesa di albergo, ski pass e scuola sci. Credete mi, credete mi! E' tutto vero ;)
Chiudi i commenti