SBN: 1400 biblioteche online

La digitalizzazione delle informazioni disponibili nelle biblioteche apre la porta a nuovi e più economici servizi


Roma – Sono oltre 1400 le biblioteche italiane collegate dal Servizio Bibliotecario Nazionale , la rete delle biblioteche italiane promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali con la cooperazione delle Regioni e dell?Università e realizzata da Finsiel, gruppo Telecom Italia.

Nella rete sono disponibili più di 6 milioni di titoli, circa due milioni di autori, 16 milioni di copie localizzate, cioè di informazioni su dove libri e periodici sono custoditi e disponibili.

Le funzioni cooperative su cui si basa SBN sono sostanzialmente due: la catalogazione partecipata e il prestito interbibliotecario. Entrambi rappresentano un fattore di efficienza quantificabile anche da un punto di vista economico: oggi, con la catalogazione partecipata, su tre libri acquisiti da una biblioteca aderente ad SBN solo uno viene catalogato, perché gli altri lo sono già da parte di altre biblioteche. Un risparmio operativo, fino ad oggi stimabile in circa 130 milioni di euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Si sapeva da tempo....
    Si sapeva da tempo che Blu non avrebbe avuto futuro.Una ditta che partecipa alla gara UMTS e poi si ritira a neanche un quarto del bugdet preventivato dai concorrenti perche' non hanno sufficienti fondi fa subito capire che non ha avvenire.Ed infatti, qualsiasi societa' che operi nel settore di fornitura di connessioni mobili che non sia capace di stare al passo coi tempi e di aprirsi una strada verso il futuro (UMTS), automaticamente si preclude qualsiasi tipo di business futuro... quindi e' destinata alla chiusura.Bastava essere uno studente di economia del primo o secondo anno (ed un po' smaliziato) per capire tutto cio' e prevedere la fine di questo finto "colosso"....
  • Anonimo scrive:
    Bene ! W blu
    Chissà perchè, ma Gasparri mi sta diventando simpatico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene ! W blu
      Non sono d'accordo. Non deve essere venduta a nessun altro operatore , e la licenza rimessa in gioco. Queste sono le regole , e che vengano rispettate almeno una volta ....Non e' possibile che per i grandi gruppi si chiudano gli occhi e per i piccoli, che sono il tessuto produttivo italiano , come sgarri ti segano.Mi dispiace per i dipendenti, ma le regole sono queste. Anche se so' che finira' tutto a tarallucci e vino, con un mercato delle telecomunicazioni mobili bloccato e lobbizzato ....SalutiMarco
Chiudi i commenti