Scanner! Altro che optional!

Le qualità degli scansionatori vanno ben oltre le poche righe che i depliant dedicano a queste macchine. Il miglior amico del computer non è mai stato così evoluto
Le qualità degli scansionatori vanno ben oltre le poche righe che i depliant dedicano a queste macchine. Il miglior amico del computer non è mai stato così evoluto

Roma – Uno scanner non può essere considerato un “gadget” né un “optional” o un “accessorio”: senza scanner una postazione informatica di lavoro, di studio e persino di gioco non si può definire tale. Punto.

In un ufficio o in una casa lo scanner è indispensabile, per poter finalmente eliminare tonnellate di carta accumulata negli sgabuzzini o lasciata di malavoglia su scrivanie già troppo affollate. Ma anche per creare un archivio digitale delle fotografie di famiglia, o delle brochure di un’azienda, della propria o di quelle dei partner. Scansionare, o “scandire” come preferisce lo Zingarelli (!), è ormai un’attività “di massa”, perché la stragrande maggioranza degli utenti di personal computer oggi conosce il valore che assume lo scanner, “il miglior amico del computer”.

La presenza sul mercato di scansionatori economici, macchine spesso pregevoli e pensate per un uso domestico o casuale, non deve indurre a ignorare l’importanza dello scanner. Spesso l’acquisto di un device più costoso, di qualità maggiore, realizzato con le tecnologie più recenti e con materiali di pregio si traduce nella riduzione dei tempi di lavoro, nell’accelerazione della produttività personale, nel minor impegno psicologico.

Questa settimana inVetrina inserisce in questo spazio quattro diversi scansionatori A4 che appartengono a diverse fasce di prezzo. Sono quattro acquisti di ottima qualità, collaudati e affidabili. Senza dimenticare che ogni destinazione d’uso ha il suo scanner ideale e che ogni scanner ha limiti e potenzialità. Ecco da quali device ottenere il massimo spendendo il minimo. HP SCANJET 3300C
Ad un prezzo decisamente contenuto, una delle case leader del settore scanner, Hewlett-Packard, mette a disposizione una tecnologia che qualche tempo fa costava ben di più. Veloce e affidabile, lo Scanjet 3300 C è pensato per chi vuole digitalizzare qualche fotografia o qualche documento, in bianco e nero o a colori.

Con la connessione USB, lo scanner si collega al computer in un attimo e può essere utilizzato, in associazione con una stampante, per la fotocopiatura di documenti “in un solo clic” tramite le applicazioni della casa. Sul piano tecnico, la risoluzione è di 600×1200 punti e può arrivare in interpolazione a 9600 dpi, con una profondità da 36 bit.

Prezzo: 170.000 lire (87,8 euro, Iva inclusa)
Dove: nei negozi
Quando: subito

MUSTEK SCANEXPRESS 12000P
Dedicato a chi cerca qualcosa che coniughi ad un prezzo ridotto una qualità di fascia medio-alta. Sebbene non possa essere equiparato a certi “pezzi” dal costo ben più elevato, lo Scanexpress 12000P può essere utilizzato anche a fini professionali laddove ci si può accontentare di una risoluzione discreta: 600×1200 dpi (interpolata 9600×9600 dpi). La profondità che si può ottenere e quella dei 36 bit.

Una notevole particolarità da tenere presente è la connessione SCSI, un genere di interfaccia che richiede una configurazione particolare del computer ma che apre le porte ad una maggiore affidabilità della connessione. Questo si traduce, per esempio, in una velocità operativa e di trasferimento dati al computer maggiore rispetto a quella di altri “colleghi” della stessa fascia.

Prezzo: 290.000 lire (149,77 euro, Iva compresa)
Dove: nei negozi
Quando: subito

ACER SCAN 620UT
Offre una risoluzione più che ottima questo scanner da 600×1200 dots per inch e una profondità a 36 bit. Qualità più che interessanti per chi deve operare con immagini e mantenere alte definizioni. Anche per questo è incluso un kit per scansionare diapositive o negativi.

Il 620UT, uno dei più interessanti device Acer in questo comparto oggi sul mercato, si connette al computer via USB, scansiona “in un solo passaggio” assicurando una certa velocità di lavoro, consente di operare anche un alto numero di scansioni una in fila all’altra e di sfruttare, all’occorrenza, una straordinaria risoluzione di 19200×19200 dpi.

Insieme al prodotto tutti i software per gestire le immagini, per organizzarle, per riconoscere automaticamente i documenti testuali (OCR) e via dicendo.

Prezzo: 400.000 lire (206,58 euro, Iva compresa)
Dove: nei negozi
Quando: subito

EPSON EXPRESSION 1600
Qui siamo vicini al top. Ad un prezzo elevato, Epson offre il meglio della tecnologia di scansione oggi disponibile. Questo scanner di fascia alta, garantito per un anno, va dritto alle necessità degli studi professionali, dei grafici e di chi ha bisogno di molto lavoro di alta qualità avendo poco tempo a disposizione.

Veloce e affidabile, Expression 1600 offre “di default” una risoluzione decisamente elevata: 1600×3200. Un risultato a 36 bit che può essere portato addirittura a 12800×12800 se interpolata, capace dunque di adattarsi alle diverse esigenze di lavoro. La tecnologia utilizzata garantisce fino a 68,7 miliardi di colori in fase di restituzione digitale dell’acquisizione.

Lo scanner si può connettere via USB ed è predisposto per la connessione FireWire (IEEE 1394) ed è naturalmente corredato del miglior software in circolazione per la gestione del lavoro.

Prezzo: 1.630.000 lire (841,82 euro, Iva compresa)
Dove: nei negozi
Quando: subito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 01 2001
Link copiato negli appunti