Schedati i potenziali criminali

Accade nel Delaware, USA, dove circa 200 persone si ritrovano con informazioni personali e foto in un database della polizia.. perché potrebbero commettere delitti
Accade nel Delaware, USA, dove circa 200 persone si ritrovano con informazioni personali e foto in un database della polizia.. perché potrebbero commettere delitti


Roma – In un periodo in cui viene lanciato l’ultimo film di Steven Spielberg “Minority Report” fa rumore una notizia riportata da Associated Press che ricorda da vicino il film, una notizia che parla di un database che contiene i dati di persone “a rischio”, gente che secondo la polizia potrebbe commettere dei reati.

Stando a quanto riportato da AP, l’Associazione americana che si batte per i diritti civili ( ACLU ) e altri si stanno mobilitando per far cancellare i dati e l’archivio elettronico che riguarda i “criminali potenziali” della città di Wilmington, negli USA, nello stato del Delaware.

A quanto pare la polizia locale ha inserito nel database dei sospettati per crimini ancora non commessi alcuni dati comprensivi di fotografie, indirizzi e altro ancora. Una parte delle circa 200 persone schedate sono state brevemente interrogate dalla polizia, e quasi tutte fanno parte di minoranze etniche, elemento che suscita accuse di razzismo.

Alle perplessità ha risposto la polizia, affermando che si tratta di un’operazione legale che non viola i diritti di alcuno. Non è chiaro se il database verrà condiviso con altre forze di polizia né se quella a Wilmington sia un’iniziativa isolata.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

28 08 2002
Link copiato negli appunti