Scienziati israeliani vicini alla stampa in 3D

Per ora possono riprodurre solo una sorta di origami con un piccolo disco di carta pretrattata chimicamente, ma le prospettive, dicono, sono importanti

Roma – Un gruppo di fisici dell’Università di Gerusalemme ha inventato un metodo per riprodurre strutture tridimensionali partendo da dischi piatti in due dimensioni . Pre-trattando uno speciale disco, grande la metà di un sottobicchiere da birra, con un monomero chimico rappresentante lo “stampo” della figura da replicare, l’applicazione di una temperatura di 33 gradi al disco dà vita ad una sorta di auto costruzione dell’origami chimicamente immagazzinato nel monomero.

Il sistema, mostrato all’opera in un video disponibile on-line , permette di creare nuove correlazioni tra la geometria piana e quella tridimensionale. Eran Sharon e il gruppo di lavoro che lo ha messo a punto si sono trovati di fronte al problema della conversione di superfici 3D in rappresentazioni piane che le descrivessero in maniera adeguata: come dimostra l’impossibilità di disegnare una mappa della Terra su un foglio piatto, gli oggetti che non seguono la geometria Euclidea che descrive le rappresentazioni in 2D non possono essere riprodotti adeguatamente senza distorsioni (senza schiacciare le regioni polari della cartina nell’esempio citato).

I ricercatori hanno risolto calcolando un valore metrico che descrivesse la prospettiva delle varie zone dell’oggetto da riprodurre: usando questo valore come “guida” hanno poi applicato lo strato di monomero N-isopropylacrylamide variandone la concentrazione spaziale in relazione alla profondità da riprodurre . Riscaldando il disco così trattato con una temperatura fino a 33 gradi centigradi, le regioni di maggiore concentrazione del monomero-stimolo si ritraggono di più creando pieghe più profonde: la figura tridimensionale prestampata chimicamente prende letteralmente vita, modellando il disco di conseguenza.

Questa procedura è stata finora usata dai suoi inventori per produrre strutture 3D di complessità variabile, da oggetti variamente arricciati a forme simili al sombrero messicano. Secondo Randall Kamien, fisico dell’Università della Pennsylvania, la tecnica potrebbe in prospettiva venire impiegata, tra le altre cose, per la realizzazione di prototipi : “Potete immaginarvi una stampante che riproduce una griglia metrica su una superficie piatta – dice Kamien a Physics Web – che riscaldate e che infine forma l’oggetto 3D desiderato”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • RX-78-2 scrive:
    Il P2P e l'arte di non pagare il conto
    Il P2P è bello. Ottimizza la banda, rende liberi dalle pesanti infrastrutture di distribuzione, permette di scalare verso l'alto. Tutti vogliono distribuire via P2P, anche le major.Ma il conto chi lo paga? Chi penserà a upgradare le dorsali e le centrali? Siamo seri, il P2P mette in crisi il modello di tariffazione flat delle connessioni. Il conto della banda succhiata dal P2P prima o poi lo dovrà pagare chi userà il P2P, non c'è alternativa.
    • longinous scrive:
      Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
      perchè, scusa?già non paghiamo prezzi oltremodo esorbitanti, visti i servizi?
      • RX-78-2 scrive:
        Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
        - Scritto da: longinous
        perchè, scusa?
        già non paghiamo prezzi oltremodo esorbitanti,
        visti i
        servizi?Quando la banda per cui tu paghi 30 euro al mese sarà succhiata dal client bittorrent del tuo vicino di casa che si scarica "Matrix" in alta definizione appena acquistato con Bittorrent DRM Deluxe, i 30 euro ti sembreranno ancora più esorbitanti. ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
          - Scritto da: RX-78-2

          - Scritto da: longinous

          perchè, scusa?

          già non paghiamo prezzi oltremodo esorbitanti,

          visti i

          servizi?

          Quando la banda per cui tu paghi 30 euro al mese
          sarà succhiata dal client bittorrent del tuo
          vicino di casa che si scarica "Matrix" in alta
          definizione appena acquistato con Bittorrent DRM
          Deluxe, i 30 euro ti sembreranno ancora più
          esorbitanti.
          ;)Questo e' un problema di banda minima garantita, causato dalle pessime dorsali italiane, e vale anche quando il vicino si scarica una distro di linux o degli audiolibri dall'unione cechi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
      - Scritto da: RX-78-2
      Il P2P è bello. Ottimizza la banda, rende
      liberi dalle pesanti infrastrutture di
      distribuzione, permette di scalare verso
      l'alto. Tutti vogliono distribuire via P2P,
      anche le major.
      Ma il conto chi lo paga? Chi penserà a
      upgradare le dorsali e le centrali?Perche' ? Mica sono nate per quello ?Chi le ha pagate fino adesso ?
      Siamo seri, il P2P mette in crisi il modello
      di tariffazione flat delle connessioni. Il
      conto della banda succhiata dal P2P prima o
      poi lo dovrà pagare chi userà il P2P, non c'è
      alternativa.Chi lo sta pagando fino adesso ? Le mayor forse ?MA che stai a di' ???
      • RX-78-2 scrive:
        Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
        - Scritto da:
        - Scritto da: RX-78-2

        Siamo seri, il P2P mette in crisi il modello

        di tariffazione flat delle connessioni. Il

        conto della banda succhiata dal P2P prima o

        poi lo dovrà pagare chi userà il P2P, non c'è

        alternativa.

        Chi lo sta pagando fino adesso ? Le mayor forse ?
        MA che stai a di' ???Fino ad ora lo stanno pagando tutti, anche chi non usa il P2P.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
          - Scritto da: RX-78-2

          MA che stai a di' ???

          Fino ad ora lo stanno pagando tutti, anche chi
          non usa il
          P2P.[img]http://www.p2p-blog.com/media/1/20060731-displayImage.png[/img]
        • Anonimo scrive:
          Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
          - Scritto da: RX-78-2
          - Scritto da:

          - Scritto da: RX-78-2


          Siamo seri, il P2P mette in crisi il


          modello di tariffazione flat delle


          connessioni. Il conto della banda


          succhiata dal P2P prima o poi lo dovrà


          pagare chi userà il P2P, non c'è


          alternativa.

          Chi lo sta pagando fino adesso ? Le mayor

          forse ? MA che stai a di' ???
          Fino ad ora lo stanno pagando tutti, anche chi
          non usa il P2P.Ed e' giusto che sia cosi', solo in Italia ed in altri paesi del terzo mondo un flusso dati in dowload da' problemi di velocita' ai vicini, se si ammazza telecom e si fanno entrare le compagnie estere vedrai che non ci saranno piu' problemi di banda.
          • RX-78-2 scrive:
            Re: Il P2P e l'arte di non pagare il con
            - Scritto da:
            - Scritto da: RX-78-2

            Fino ad ora lo stanno pagando tutti, anche chi

            non usa il P2P.

            Ed e' giusto che sia cosi', solo in Italia ed in
            altri paesi del terzo mondo un flusso dati in
            dowload da' problemi di velocita' ai vicini, se
            si ammazza telecom e si fanno entrare le
            compagnie estere vedrai che non ci saranno piu'
            problemi di
            banda.Forse non mi sono spiegato. Non ce l'ho con chi usa il P2P. Quello che dico è che già ora che il P2P è utilizzato solo per attività diciamo "non lucrative" e da una percentuale degli utenti di internet piuttosto limitata, più di metà del traffico internet è generato da tali applicazioni. Quando sul P2P ci saranno anche applicazioni commerciali (se vuoi ti faccio un elenco dei progetti in corso) che cercano di sfruttare la banda pagata da altri, sarà necessario cambiare approccio, altrimenti non saranno equamente ripartiti i costi.Non è solo un problema italiano, è un problema globale. Immagino che tirare i cavi sotto l'oceano o spedire satelliti in orbita non sia propriamente economico. Chi me lo fa fare a me, operatore di telecomunicazioni, di spendere soldi per sovradimensionare i link in modo da permettere al traffico di contenuti P2P di viaggare bene?Se lo faccio, vuol dire che ci guadagno. Allora o non faccio niente e lascio che la rete si saturi fino a che un banale incidente ad un backbone mi manda tutto in tilt o alzo i prezzi forfettari indistintamente (quindi pagano tutti di più) o comincio a filtrare il traffico oppure faccio quello che si fa in presenza di una risorsa limitata, la faccio pagare per l'uso che ne viene fatto (quindi via il flat e si comincia a pagare per quanto traffico si genera). Penso che quest'ultima sia la strada più corretta.
  • Anonimo scrive:
    Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)
    Adesso tutti penserete due cose :-Chissa' che strane manovre informatiche servono.-Si viola la legge.Nulla di piu' sbagliato :Istallate un sistema operativo qualsiasi.Istallate un software di emulazione virtuale (Virtual pc, VMware o quello che preferite)Create un sistema virtuale modificabile.A questo punto attivate il nuovo sistema virtuale (diciamo Windows o Linux) e scaricatevi tutti i contenuti multimediali che volete, con annessi i DRM.Una volta fatta "incetta" di contenuti, NON usateli.Chiudete la macchina e salvata il suo stato.A questo punto il gioco e' semplice :-Fate una copia della macchina virtuale.-Usate la copia di "riserva" per visualizzare i contenuti, che prima o poi scadranno sicuramente.-Il punto e' che voi potete comunque usare una delle molte copie della macchina virtuale come "store" per salvare i file senza mai usarli, salvando di volta in volta i contenuti e poi fare delle copie di questo "store" da usare a piacimento.In questo modo non avete violato la legge (il DRM e' intatto e il sistema non ha subito modifiche)E soprattutto nessuno puo' dirvi nulla in caso trovi il sistema salvato sul vostro pc :Non c'e' nessuna legge che vieti la virtualizzazione di un sistema operativo e la sua copia infinite volte, SPECIE con sistemi Linux free (windows Vista e' altra storia...non usatelo ;) )Saluti e buona visione :D
    • longinous scrive:
      Re: Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)
      - Scritto da:
      Adesso tutti penserete due cose :

      -Chissa' che strane manovre informatiche servono.

      -Si viola la legge.


      Nulla di piu' sbagliato :

      Istallate un sistema operativo qualsiasi.
      Istallate un software di emulazione virtuale
      (Virtual pc, VMware o quello che
      preferite)

      Create un sistema virtuale modificabile.


      A questo punto attivate il nuovo sistema virtuale
      (diciamo Windows o Linux) e scaricatevi tutti i
      contenuti multimediali che volete, con annessi i
      DRM.

      Una volta fatta "incetta" di contenuti, NON
      usateli.
      Chiudete la macchina e salvata il suo stato.

      A questo punto il gioco e' semplice :

      -Fate una copia della macchina virtuale.

      -Usate la copia di "riserva" per visualizzare i
      contenuti, che prima o poi scadranno
      sicuramente.

      -Il punto e' che voi potete comunque usare una
      delle molte copie della macchina virtuale come
      "store" per salvare i file senza mai usarli,
      salvando di volta in volta i contenuti e poi fare
      delle copie di questo "store" da usare a
      piacimento.

      In questo modo non avete violato la legge (il
      DRM e' intatto e il sistema non ha subito
      modifiche)
      E soprattutto nessuno puo' dirvi nulla in caso
      trovi il sistema salvato sul vostro pc
      :
      Non c'e' nessuna legge che vieti la
      virtualizzazione di un sistema operativo e la sua
      copia infinite volte, SPECIE con sistemi Linux
      free (windows Vista e' altra storia...non usatelo
      ;)
      )


      Saluti e buona visione :DDal titolo sembrava una boiata...Invece è una cosa genialmente simpatica!Mica male come trovata, ora aspettiamoci una legge per cui ci verrà vietata la visione/lo stoccaggio di materiale protetto da DRM su sistemi virtuali
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)
        - Scritto da: longinousti e buona visione :D

        Dal titolo sembrava una boiata...Invece e' solo scomodo.
        Mica male come trovataSe uno usa le macchine virtuali e non pensa mai a cose del genere, insomma alle possibilita' offerte dal fatto di poter freezare e soprattutto ripristinare all'infinito una situazione, e' proprio un pirla, scusa eh.Ciao.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)
          Cioè, gli appena "gentilmente" dato del pirla?Complimenti, ma meglio pirla che maleducato...
    • Sparrow scrive:
      Re: Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)
      Bella lì !Un mix di virtual machine e di drive image o ghost e si bypassano una serie di limitazioni artificiose !
    • Anonimo scrive:
      Re: Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)
      Sì, è una cosa molto furba in effetti comprare file protetti con DRM e poterli usare solo tramite VM.Tuttavia l'unica soluzione per bypassare per sempre il DRM è quella di NON comprare file così protetti. Tutto il resto non farebbe che alimentare questo mercato infelice.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)
        - Scritto da:
        Sì, è una cosa molto furba in effetti comprare
        file protetti con DRM e poterli usare solo
        tramite
        VM.

        Tuttavia l'unica soluzione per bypassare per
        sempre il DRM è quella di NON comprare file così
        protetti. Tutto il resto non farebbe che
        alimentare questo mercato
        infelice.Guarda che non si parlava di "comrpare".
        • Anonimo scrive:
          Re: Vi spiego come bypassare il DRM ! ;)

          - Scritto da:

          Sì, è una cosa molto furba in effetti comprare

          file protetti con DRM e poterli usare solo

          tramite

          VM.



          Tuttavia l'unica soluzione per bypassare per

          sempre il DRM è quella di NON comprare file così

          protetti. Tutto il resto non farebbe che

          alimentare questo mercato

          infelice.Ok, pero' devi ammettere che, se non vuoi agire in modo illegale, questa e' una delle poche strade attualmente percorribili.Certo, in rete si trovano software che rimuovono i DRM da praticamente tutti i contenuti audio/video e da alcuni giochi, pero' in quel caso passi dalla parte del torto.Come pure se ti scarichi materiale gia' "sbloccato".Con la soluzione sopra, sei al riparo da beghe legali e paghi un prezzo onesto per le opere (3 a noleggio e ti vedi il film tutte le volte che vuoi... :) )Poi se faranno qualche legge mirata per bloccare anche questo sistema... allora si vedra' ;)
  • Anonimo scrive:
    Una porcheria ....
    Io devo pagare le major per avere roba protetta .... ed in più devo mettere a disposizione la mia banda per permettere ad altri untenti di comprare roba non mia.(neanche per idea) .... Se vogliono i DRM usino il buon vecchio ftp per il download.
  • SardinianBoy scrive:
    A me non piace
    Woooooooowwwwwwww! Un sservizio davvero impeccabile:"Un servizio di noleggio e vendita di contenuti digitali.. " ..e poi, dopo 24 ore o 30 giorni mi devo cancellare pure il film acquistato...indi se voglio rivederlo devo ancora ripagare ripagare ripagare...? Naaaaaaaa...non esiste,Non esiste proprio!!!!! 2 sono le cose: o mi fai scaricare e tenerlo nel mio pc o su cd a vita, oppure ciaoooooooooooooooooooo! www.bloggers.it/thepoweroflinux
    • Anonimo scrive:
      Re: A me non piace
      Non fa niente se non ti piace. Credi che gliene importi qualcosa del singolo?Intanto Bittorrent se lo sono comprato. Presto compreranno anche il resto.
      • Anonimo scrive:
        Re: A me non piace
        - Scritto da:
        Non fa niente se non ti piace. Credi che gliene
        importi qualcosa del
        singolo?

        Intanto Bittorrent se lo sono comprato. Presto
        compreranno anche il
        resto.Caro TrollBorg sai che il Bittorrent è un protocollo aperto ?(rotfl)
        • borg_troll scrive:
          Re: A me non piace

          Caro TrollBorg sai che il Bittorrent è un
          protocollo aperto
          ?(rotfl)Ebbene no, caro Carter, questa volta hai sbagliato. Non sono Stanislao Trollinovsky, bensì Bartrollomeo Pestaltrollazzi da Pinetrollo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2007 17.07-----------------------------------------------------------
  • baronz scrive:
    2,99$ - 3,99$ a nolo ? ma sono scemi ?
    Ma se con 2 euro vado al noleggio vicino a casa mia e me lo prendo in DVD... :(
  • xWolverinex scrive:
    Addio BT
    E fu cosi' che il numero degli utenti di bittorrent crollo' a picco :D
  • Anonimo scrive:
    Ciao ciao BT
    Non usero' mai il loro client, e' molto semplice.Adios.
  • Anonimo scrive:
    DRM M$ Scelta Infelice ?
    Ha ragione Cohen a definirla una scelta infelice perchè aldilà delle solite giuste considerazioni su questa tecnologia, il tutto sarà fruibile solamente agli utenti win, tagliando fuori per l'ennesima volta tutti gli altri.D'altro canto però prima di intonare in coro strali di maledizioni contro Draghe, Scimmioni e associazioni di tutela dallo stampo mafioso (per i poco acuti, RIAA e MPAA) sarebbe anche il caso di guardare nel proprio giardino.Se n'è tanto parlato, di un OpenDRM che se una parte era un'incarnazione del male, dall'altra sarebbe stata la chiave per dare anche agli altri os la possibilità di entrare nel giro, non per le due mammesantissime sopra ma per favorire l'apertura di nuovi mercati, cosa di cui tutti gli os alternativi hanno veramente bisogno se vogliono seriamente venire promossi da giocattoli per hobbisti a qualcosa di più.Questo OpenDRM però è attualmente un desaparecido, il tempo intanto passa, nuovi mercati si formano ed a giovarne sono di nuovo windows e Bill.Per chi si fosse sintonizzato solo ora e non avesse seguito bene il filo del discorso, quanto brevemente descritto spiega senza troppi giri di parole come mai Microsoft tiene banco nonostante i suoi prodotti non siano delle punte di diamante quanto piuttosto di iceberg: semplicemente risponde alle richieste del mercato.Forse sarebbe ora che anche gli altri os si comportassero così invece di sguinzagliare i loro adepti ad evocare macumbe contro gente che in fin dei conti ha capito l'unica filosofia che conta per avere successo e non finire inghiottiti nell'anonimato.
    • Anonimo scrive:
      Re: DRM M$ Scelta Infelice ?
      - Scritto da:
      Ha ragione Cohen a definirla una scelta infelice
      perchè aldilà delle solite giuste considerazioni
      su questa tecnologia, il tutto sarà fruibile
      solamente agli utenti win, tagliando fuori per
      l'ennesima volta tutti gli
      altri.Che io sappia è una tecnologia venduta su licenza. Potrebbe anche comprarla un produttore di software per Linux o la Apple.Apple però non la userà mai perchè ha il suo DRM.
  • Crazy scrive:
    BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
    CIAO A TUTTIse colui che gestisce BitTorrent e` dalla nostra parte, dobbiamo solo dargli una mano.Se noi boicottiamo per un certo periodo tutti i servizi di Torrent protetti con i DRM, presto, le Major faranno marcia indietro perche` noteranno il calo di incassi, e preferiranno fornire i contenuti liberamente, permettendo all'utenza di usare cio` che acuista.Anche perche`, supponiamo che Io mi comperi un Brano Musicale, lo scarico, e poi, mi si fulmina l'Hard Disk... che faccio?Ed ancora, se Io mi voglio masterizzare quel brano su tutti i miei CD, all'ultima traccia di ogni disco perche` mi piace tanto, perche` dovrebbero impedirmi di farlo?Riprendiamoci i nostri diritti, boicottando i DRM, gli toglieremo il fiato, e dovranno sparire... e` un peccato che BitTorrent si sia piegato cosi` alal volonta` delle Major, praticamente, si e` fatto corrompere...DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
      Cosaaa??? E io dovrei pagare fino a 3.99$ (Circa 3 ) x vedere un film come e quando vogliono loro? Entro 24 ore dal download o 30 gg e poi non me ne faccio più niente :| :oPiuttosto il film lo vado a prendere alla videoteca dietro casa, ci vado a piedi, non devo tenere acceso il pc 6-7 ore a scaricare e tenere occupata la banda. Ma soprattutto non faccio guadagnare tutto a sti magnaccia! :@ :@La videoteca ha dei costi, macchinari, corrente, affitto dei locali.....loro che costi hanno a mettere online un torrent??? Se stà forma di business prende piede questi signori faranno un sacco di profitti, ma questo spero proprio non succeda! (ghost)
    • Anonimo scrive:
      Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
      il gestore di bittorrent non è dalla nostra parte... :e poi scordati che ci mettano i contenuti gratis... è impossibile....(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
        • Guybrush scrive:
          Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
          Be' puoi prendere tutti i soldi che vuoi, ma quando ti arriva il cetriolo... be', fa male.Chiaro che piange, no?
          GT
          • Anonimo scrive:
            Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
            - Scritto da: Guybrush
            Be' puoi prendere tutti i soldi che vuoi, ma
            quando ti arriva il cetriolo... be', fa
            male.

            Chiaro che piange, no?

            GT
          • Cobra Reale scrive:
            Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
            - Scritto da:

            - Scritto da: Guybrush

            Be' puoi prendere tutti i soldi che vuoi, ma

            quando ti arriva il cetriolo... be', fa

            male.



            Chiaro che piange, no?


            GT
            Si ma se l'é voluta o no?:'(Penso che scendendo a patti con le major, Cohen abbia garantito la sopravvivenza alla sua creatura, seriamente minacciata dalla MPAA, che prima di allora la vedeva solo come un mezzo per piratare i suoi film.Credo che la sua mossa sia stata dettata dalla necessità.
      • Crazy scrive:
        Non ho mai detto cio`
        - Scritto da:
        il gestore di bittorrent non è dalla nostra
        parte...
        :
        e poi scordati che ci mettano i contenuti
        gratis... è
        impossibile....(rotfl)CIAOio sono un onesto consumatore, e pago regolarmente per cio` che voglio, quindi, nessuno problema con il pagare, a me non vanno pero` i DRM.Io non compero nulla protetto con i DRM perche` non lo posso usare come voglio, e specifico che l'utilizzo che ne faccio, non e` piratesco, voglio solo essere libero di tutelare la mia spesa.Non mi pare di aver detto nulla di male.Comunque, come detto, fino a che ci saranno i DRM su CD ed mp3, mi accontentero` della Radio.DISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      se colui che gestisce BitTorrent e` dalla nostra
      parte, dobbiamo solo dargli una
      mano.
      Se noi boicottiamo per un certo periodo tutti i
      servizi di Torrent protetti con i DRM, presto, le
      Major ...avete ben poco da boicottare dal momento che non sapete manco cosa vuol dire cacciar fuori qualche euro per ascoltare musica legalela vostra assenza nella rete di BT peserà poco o nulla
    • borg_troll scrive:
      Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
      - Scritto da: Crazy
      Se noi boicottiamo per un certo periodo tutti i
      servizi di Torrent protetti con i DRM, presto, le
      Major faranno marcia indietro perche` noteranno
      il calo di incassiNo. Siete troppo pochi, le Major non se ne accorgeranno neppure. Continuate a commettere il solito errore di sopravvalutare i vostri numeri e il vostro peso nel mercato, che è assolutamente irrilevante.Le Major stanno vincendo, a colpi di azioni legali e acquisizioni. Internet sarà cosa loro.Fatevene una ragione.
    • drizzt84 scrive:
      Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
      E fargli causa per concorrenza sleale o abuso di posizione dominante o qualcosa del genere?Se usano wmv solo windows gli può leggere, e se io ho un mac o ho linux (insomma non ho la licenza di windows)?
      • Anonimo scrive:
        Re: BOICOTTIAMOLO per abbattere i DRM
        - Scritto da: drizzt84
        E fargli causa per concorrenza sleale o abuso di
        posizione dominante o qualcosa del
        genere?
        Se usano wmv solo windows gli può leggere, e se
        io ho un mac o ho linux (insomma non ho la
        licenza di
        windows)?WMV e tutto ciò che è collegato è venduto in licenza d'uso. Basta che Apple compri la licenza e lo integri in QuickTime. Ma non lo farà mai perchè vuole fare di iTunes il player di riferimento (come ha già fatto con la musica).Linux non ha semplicemente mercato (stiamo parlando di desktop) e quindi non penso ci saranno soluzioni commerciali per questo.
  • Anonimo scrive:
    E qui son cavoli amari...
    ...perchè bittorrent si è appena comprata utorrent, il miglior client alternativo esistente, mettendolo fuori gioco...restano il pachidermico Azureus che si sta anche esso muovendo verso contenuti a pagamento e il lameroso bitcomet, che però alcuni tracker rifiutano...ahi ahi ahi, un altra vittoria delle major e il mondo tace
    • Anonimo scrive:
      Re: E qui son cavoli amari...
      guarda che al momento qualsiasi client torrent scarica tutto quello che vuoi senza darti problemi, tu buttaci dentro un .torrent qualsiasi e vedrai che scarica senza problemi!se, invece, tu hai paura che le nuove versioni abbiano delle backdoor, dei sistemi di log dell'attività e dei .torrent usati, o comunque più in generale dei sistemi di controllo...non è poi così un grosso problema.rimangono tanti altri simpatici client torrent, anche se non così performanti e tarati come quelli da te citati.un esempio è BitTornado (il vecchio shadow-experimental), ma ce ne stanno tanti altri.senno al massimo puoi sempre usare le ultime versioni ancora pure di quelli più famosi, che so.. il bittorrent ufficiale prima della sua release 5, azureus fino alla 2.5, e così via.certo il fatto che bittorrent si sia convertito è grave, ma comunque è ancora possibile scaricare tutti i .torrent che si vuole, per ora.ormai di vero e proprio client p2p puro, ancora intoccato e dominante è rimasto solo il mulo.presto sarà davvero il solo ed unico. ma è moolto forte e sarà davvero dura abbatterlo!FORZA MULO! 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: E qui son cavoli amari...

        ormai di vero e proprio client p2p puro, ancora
        intoccato e dominante è rimasto solo il
        mulo.
        presto sarà davvero il solo ed unico. ma è moolto
        forte e sarà davvero dura
        abbatterlo!

        FORZA MULO! 8)Toccherà anche a lui... Molto presto! 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: E qui son cavoli amari...
          - Scritto da:

          ormai di vero e proprio client p2p puro, ancora

          intoccato e dominante è rimasto solo il

          mulo.

          presto sarà davvero il solo ed unico. ma è
          moolto

          forte e sarà davvero dura

          abbatterlo!



          FORZA MULO! 8)

          Toccherà anche a lui... Molto presto! 8)Non credo, altrimenti si dovrebbe passare pesantemente ai torrent criptati, e non credo che le forze di controllo potrebbero fare piu' molto in quel caso, anche per loro e' meglio la situazione attuale.
      • Anonimo scrive:
        Re: E qui son cavoli amari...
        Ci sono sul web una moltitudine di programmi p2p, quindi anche se bit.torrent diventerà blindatissimo, la community si sposterà su altri lidi, la differenza la fanno le persone e non i client, quello che le major non hanno ancora capito......chiuso un programma, si va su un altro....
    • Anonimo scrive:
      Re: E qui son cavoli amari...
      - Scritto da:
      ...perchè bittorrent si è appena comprata
      utorrent, il miglior client alternativo
      esistente, mettendolo fuori
      gioco...Altro paranoico.Porta fatti concreti, l'ultima versione di utorrent è esattamente come tutte le altre, ovvero un gran pezzo di software.Poi tu sei libero di scegliere per paranoia di usare client con meno feature o meno performanti, scelta tua, cazzi tuoi :D
      • Anonimo scrive:
        Re: E qui son cavoli amari...
        - Scritto da:



        Altro paranoico.
        Porta fatti concreti, l'ultima versione di
        utorrent è esattamente come tutte le altre,
        ovvero un gran pezzo di
        software.

        Poi tu sei libero di scegliere per paranoia di
        usare client con meno feature o meno performanti,
        scelta tua, cazzi tuoi
        :DEducato come sempre....(troll4)
    • Anonimo scrive:
      Re: E qui son cavoli amari...

      ahi ahi ahi, un altra vittoria delle major e il
      mondo
      taceChe ti aspettavi? Che vincessero i "pirati"?
    • kubu scrive:
      Re: E qui son cavoli amari...

      mettendolo fuori gioco...In che senso? Potresti chiarire meglio?
    • Funz scrive:
      Re: E qui son cavoli amari...
      Ktorrent per KDE, Deluge per Gnome. Non serve altro ;)
    • Invulnerabile scrive:
      Re: E qui son cavoli amari...
      - Scritto da:
      restano il pachidermico Azureus che si sta anche
      esso muovendo verso contenuti a pagamento e il
      lameroso bitcomet, che però alcuni tracker
      rifiutano...http://en.wikipedia.org/wiki/Comparison_of_BitTorrent_software
      ahi ahi ahi, un altra vittoria delle major e il
      mondo
      taceDicevi?
Chiudi i commenti