SCO pronta a svelare le sue prove

In quella che si va delineando come una vera e propria odissea, SCO sta per compiere un importante passo: mostrare le prove delle accuse contro IBM e Linux. L'azienda si è poi detta pronta, se necessario, a far guerra a Novell


Roma – Dietro la pressione di IBM, Novell e la comunità open source, lo scorso venerdì The SCO Group ha annunciato che durante questa settimana mostrerà finalmente alcune delle “centinaia di linee di codice di Linux” che sarebbero state copiate da Unix.

“Questo sarà di beneficio alla comunità del software e un’opportunità di vedere la punta dell’iceberg delle prove che SCO ha raccolto”, ha proclamato Darl McBride, CEO di SCO. “Ci sono linee di codice copiate pari pari da Unix e Unixware in Linux e nel kernel di Linux”.

Nonostante la scorsa settimana Novell abbia negato di aver mai ceduto a SCO i brevetti e il copyright relativo a Unix System V, McBride ha affermato che questa, per il momento, è una questione irrilevante: egli sostiene infatti, ribadendo alcuni dei concetti già espressi di recente , che la diatriba legale con IBM si basa al momento solo sulla violazione di contratti.

McBride non ha tuttavia nascosto l’intenzione, nel prossimo futuro, di estendere il merito della causa in corso anche ai brevetti e alle proprietà intellettuali di Unix, beni che SCO non solo afferma di possedere, ma dice anche di essere pronta a rivendicare trascinando in tribunale Novell.

In un’intervista a Computerworld.com, McBride non ha tuttavia esitato a definire un’eventuale proposta di acquisto di SCO da parte di IBM come “una soluzione viabile” all’attuale situazione.

Il boss di SCO ha poi voluto minimizzare alcune voci che, negli scorsi giorni, sostenevano che l’azienda fosse pronta a citare in giudizio lo stesso papà di Linux, Linus Torvalds.

“Di fatto non vediamo nessuna ragione – ha detto McBride a CBS Marketwatch – per cui dovremmo denunciarlo”.

Lo stesso Torvalds aveva recentemente dichiarato, non senza un pizzico d’ironia, che “non saprei proprio cosa SCO avrebbe da guadagnare nel trascinarmi in tribunale, ma del resto non mi sembra che stiano agendo con molto raziocinio”.

Secondo un recente articolo di Timothy R. Butler, editor in chief di Open for Business , le recenti dichiarazioni di Michael Robertson, CEO di Lindows.com, potrebbero contribuire a far crollare il castello accusativo di SCO. Come si ricorderà, Robertson aveva tranquillizzato i propri utenti sostenendo che la propria azienda ha le licenze necessarie per utilizzare, nel proprio sistema operativo LindowsOS, alcune tecnologie software di Unix. Quest’affermazione, secondo Butler, sottintende il fatto che il codice Unix incluso nel kernel di Linux da Lindows.com – codice legalmente concesso da SCO – sarebbe ormai da considerarsi “libero”, ossia protetto dalla licenza GPL.

“In accordo con quanto affermato nella licenza GPL – ha spiegato Butler – qualsiasi pezzo di codice legalmente utilizzato all’interno di un programma GPL diventa esso stesso GPL”.

Questa è del resto la medesima linea di principio seguita da chi sostiene che sarebbe stata la stessa SCO, vendendo fino a poche settimane fa una distribuzione Linux, ad aver di fatto legittimato l’eventuale presenza di codice Unix all’interno del kernel di Linux.

Ora non resta che attendere l’esibizione, da parte di SCO, delle prove contro Linux e seguire gli sviluppi di un caso che sembra destinato a protrarsi ancora a lungo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Africano scrive:
    x provare risposta a futura x
    - Scritto da: Anonimo
    Dopo la sfortunata versione 4.7 Netscape ha
    sfornato CAGATE a valanghe. La gente non lo
    usa xchè fa CAGARE se paragonato ad Explorer
    che comunque un buon browser proprio non è.
    Se proprio dovete fare i fighi alternativi
    cominciate a parlare di Opera, che di contro
    è un gran browser in grado di competere
    DAVVERO con MS. Teste da cazzo ciucciacazziIl tuo pregiatissimo intervento sarebbe una risposta a uno mio che risponde a un altro?- Scritto da: Anonimo
    "L'accordo su Explorer significa, di fatto,
    la fine di qualsiasi pretesa e speranza per
    Netscape"

    Nessun problema per Mozilla, data la licenza
    Open Source con cui è rilasciato. Non vorrei scrivere una fesseria, ma data la particolare licenza con cui Netscape ha rilasciato i suoi codici, che non è esattamente gpl, potrebbe pure accadere che Ms usi codice di mozilla per Ie, scritta così mi pare effettivamente grossa, ma gradirei molto essere smentito.-----------------------------------------------------------wow si vede solo che per sparare le tue caxxate non hai avuto molto cura a scegliere una discussione pertinente.La gente quindi non userebbe netscape/mozilla comunque i gecko based perché fanno cac***? E quei furboni di microzozz che perdono tempo a confenzionare il loro ixploder dentro tutti i personal già sotto il loro controllo. A saperlo magari avrebbero risparmiato qualche soldino dei 750 milioni di dollari che hanno passato ad aol.Iexploder è attualmente il browser di ultima generazione più datato in circolazione, sicuramente evoluto prima di essere sopravanzato dagli ultimi mozilla e opera, ora se non si affrettano ad aggiornarlo, e dichiarano non averne l'intenzione per quelli circolanti sugli attuali os, potrà ispirare solo compassione per come è stato abbandonato a se stesso.Ciaoah suppongo che l'ultima tua frase sia la tua firma, scusami allora se non ti chiamo per nome. :P
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza)
    750 milioni di dollari = gratuitominchia che genio
  • Anonimo scrive:
    Ci risiamo
    M$ porta via un altro pezzo della storia dell'informatica, conun accordo che accontenta solo lei...Ha intenzione di mangiarsi anche il pinguino per non finireaffossata dalle sue stesse mire espansionistiche sul mondo?Ragazzi miei, usate Mozilla...
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza
    - Scritto da: Anonimo


    quindi microsoft dovrà ammettere di

    migliorare i propri prodotti tramite un

    licenza Open SOurce, con buona pace dei

    sostenitori del closed source



    In compenso una major si puo' apropriare del
    lavoro di altre persone in modo totalemente
    gratuito...come me ne approprio io quando uso mozilla.
    grande rivoluzione questa....più di quanto credi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Liberate la tecnologia!
    - Scritto da: Anonimo
    O finiremo tutti a gambe per aria...

    Mi chiedo come ci si possa ancora ostinare a
    difendere il modus operandi di tali
    aziende... Un azienda deve comportarsi come
    tale? NO, le aziende serie sono fatte da
    gente onesta che ama il proprio lavoro, e se
    si tratta di fare software si deve fare
    software, e magari amare l'informatica, non
    sbranarsi in tribunale, imporsi come
    dittatori e fare "marketing" falso e
    mediocre. Io sono stufo, io la amo
    l'informatica e non voglio vederla morire di
    schiavitù, non sarei capace di fermarmi,
    lasciar perdere e fare altro, fa parte della
    mia vita, e ci sono "aziende" che vogliono
    tarparmi le ali: BASTAAA!!!

    Se fossimo tutti uniti contro questo schifo
    avremmo delle possibilità di recuperare, ma
    purtroppo molta gente sembra cieca. Non
    voglio fare il saccentone e dire "aprite gli
    occhi" ma quantomeno "guardatevi intorno"
    maledizione...Non voglio svegliarti dal tuo sogno, ma se ami l'informatica forse è meglio che fai un concorso come ricercatore in una università e vivi la tua vita felice.Se invece, come praticamente tutti noi, vivi in un mondo dove la tecnologia ti dà da mangiare (magari anche con un discreto stipendio) saprai che la tecnologia è un "business enabler" cioè permette alle aziende di fare business, e non è fine a sè stessa. Questo significa che è permesso:- ad aziende come Microsoft e AOL (due multinazionali) di fare accordi per pianificare il futuro della tecnologia applicata al business- ad aziende mediocri di cercare di farsi dare nelle aule di tribunale quello che non sono state in grado di ottenere sul campo- a sistemi operativi incompleti di farsi spazio con il facile marketing del "costo di ingresso inferiore".I francesi dicono: c'est la vie!
  • Anonimo scrive:
    Aaargh!
    Spero di svegliarmi e scoprire che sia un incubo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Speriamo bene
    - Scritto da: Anonimo
    CHe sia la volta buona che IE incorpori un
    motore JavaScript decente ;)Certo. A patto che compri la nuova versione di Windows:"Microsoft Drops the Ball with Internet Explorer"http://www.wininformant.com/Articles/Index.cfm?ArticleID=39145Ovviamente le nuovi versioni saranno sempre più Palladium compliant...
  • Anonimo scrive:
    Liberate la tecnologia!
    O finiremo tutti a gambe per aria...Mi chiedo come ci si possa ancora ostinare a difendere il modus operandi di tali aziende... Un azienda deve comportarsi come tale? NO, le aziende serie sono fatte da gente onesta che ama il proprio lavoro, e se si tratta di fare software si deve fare software, e magari amare l'informatica, non sbranarsi in tribunale, imporsi come dittatori e fare "marketing" falso e mediocre. Io sono stufo, io la amo l'informatica e non voglio vederla morire di schiavitù, non sarei capace di fermarmi, lasciar perdere e fare altro, fa parte della mia vita, e ci sono "aziende" che vogliono tarparmi le ali: BASTAAA!!!Se fossimo tutti uniti contro questo schifo avremmo delle possibilità di recuperare, ma purtroppo molta gente sembra cieca. Non voglio fare il saccentone e dire "aprite gli occhi" ma quantomeno "guardatevi intorno" maledizione...
  • ACD scrive:
    Antitrust?
    Perche' interpreto ogni cosa che leggo in chiave pessimistica?Io leggo cosi':Nei prossimi anni, Microsoft e AOL diventeranno di fatto i distributori esclusivi di contenuti multimediali online. Chiunque voglia usufruire dei contenuti distribuiti da Microsoft e AOL, dovra' dotarsi di software Microsoft, l'unico a poter leggere il nuovissimo formato di file FormaggioPuzzolente. Ogni tentativo di creare programmi compatibili con il lettore di file FormaggioPuzzolente sara' bloccato con l'accusa di violazione di proprieta' intellettuale.Sappiamo ormai bene che tutto cio' che viene da Microsoft si impone sul mercato non perche' sia il prodotto migliore, ma perche' Microsoft utilizza la sua base di installato attuale per conservare il dominio del settore software anche in futuro. E lo fa cercando volutamente incompatibilita' con i prodotti gia' esistenti (vedi Java), che poi riesce a propinare agli utenti sfruttando la sua indiscutibile predominanza in termini di presenza sui pc domestici e non. Risultato: invece di avere tante Software House che sviluppano software compatibili tra di loro, favorendo la concorrenza, continuiamo ad avere Un solo produttore di Software... non vedo come cio' possa far bene all'economia e all'informatica.
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza)

    quindi microsoft dovrà ammettere di
    migliorare i propri prodotti tramite un
    licenza Open SOurce, con buona pace dei
    sostenitori del closed source
    In compenso una major si puo' apropriare del lavoro di altre persone in modo totalemente gratuito...grande rivoluzione questa......
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza)
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    "L'accordo su Explorer significa, di
    fatto,

    la fine di qualsiasi pretesa e speranza
    per

    Netscape"



    Nessun problema per Mozilla, data la
    licenza

    Open Source con cui è rilasciato.



    Peccato che:
    1) AOL e' il maggior sponsor di Mozilla.
    Avra' ora interesse a finanziare qualcosa
    che sicuramente non utilizzera nei prossimi
    7 anni?
    2) Mozilla viene in doppia licenza
    (GUARDACASO!). Se AOL vuole cedere codice a
    chicchessia (esempio MS) puo' farlo con
    buona pace dei sogni degli opensocciari.quindi microsoft dovrà ammettere di migliorare i propri prodotti tramite un licenza Open SOurce, con buona pace dei sostenitori del closed source
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza

    2) Mozilla viene in doppia licenza
    (GUARDACASO!). Se AOL vuole cedere codice a
    chicchessia (esempio MS) puo' farlo con
    buona pace dei sogni degli opensocciari.se IE usera' parte del codice di mozilla mi fa piacere... puo' solo migliorare :)penso che mozilla andra' avanti comunque, in seno alla comunita' opensource, magari cambiando nome ^^
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza)
    - Scritto da: Anonimo
    "L'accordo su Explorer significa, di fatto,
    la fine di qualsiasi pretesa e speranza per
    Netscape"

    Nessun problema per Mozilla, data la licenza
    Open Source con cui è rilasciato.
    Peccato che:1) AOL e' il maggior sponsor di Mozilla. Avra' ora interesse a finanziare qualcosa che sicuramente non utilizzera nei prossimi 7 anni?2) Mozilla viene in doppia licenza (GUARDACASO!). Se AOL vuole cedere codice a chicchessia (esempio MS) puo' farlo con buona pace dei sogni degli opensocciari.
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza
    Il problema e' che, da quel che ne so, Mozilla tira avanti con i soldi che gli passa AOL ...Ciao.(linux)
  • Anonimo scrive:
    Real
    L'unico lato positivo che posso vedere e' che Real Network perdera' quote di mercato, il che mi rende contentissimo date le immani porcate che hanno fatto negli ultimi anni (ultima fra tutte il Super Pass...).Spero prorio che questa societa' di spammatori, sniffatori etc. finisca nel dimenticatoio come la povera Netscape adesso.
  • SiN scrive:
    Re: E' la fine di Netscape
    R.I.P.E grazie di tutto
  • Anonimo scrive:
    Il software non-free si mangia da solo
    Come potete notare, non è affatto detto che con la GPL non mangi e col software chiuso si. Anzi!!! Come tante altre volte, il fatto che il software sia un mercato ha di fatto contribuito soltato a creare un monopolio. Se non ci fosse stato il software libero, ora i browser da tre sarebbero diventati due, con buona pace della concorrenza. L'internet domestica sarebbe diventata un terreno di caccia esclusivo di microsoft!
  • rhymes scrive:
    Re: E' la fine di Netscape
    - Scritto da: Anonimo
    Temo che questo segni la fine del browser di
    Netscape, Navigator o Communicator che sia.E chi se ne frega :) Tanto era già morto...
  • Anonimo scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza
    - Scritto da: Africano
    - Scritto da: Anonimo

    "L'accordo su Explorer significa, di
    fatto,

    la fine di qualsiasi pretesa e speranza
    per

    Netscape"



    Nessun problema per Mozilla, data la
    licenza

    Open Source con cui è rilasciato.
    Non vorrei scrivere una fesseria, ma data la
    particolare licenza con cui Netscape ha
    rilasciato i suoi codici, che non è
    esattamente gpl, potrebbe pure accadere che
    Ms usi codice di mozilla per Ie, scritta
    così mi pare effettivamente grossa, ma
    gradirei molto essere smentito e sollevato.Beh, da quanto riportato nella notizia non sembra che ci sia uno scambio di tecnologie a livello di browser. AOL potrà usare IE (e di certo lo farà dato che è un'azienda prettamente commerciale) ma non si fa riferimento a nessun sviluppo congiunto di tecnologie internet (salvo il far dialogare tra loro i rispettivi sistemi di IM) né tantomeno MS ha acquisito AOL, senza considerare il fatto che Mozilla non appartiene ad AOL, ma è gestito da una apposita fondazione (se ricordo bene)... quindi dubito fortemente che MS possa sfruttare il codice di Mozilla per il suo browser che, oggetivamente, è rimasto al palo (nel senso ch enon è stato più sviluppato una volta che, non di certo per merito, si è accaparrato una grossa fetta del mercato), un po' come succede con tutti i prodotti MS in assenza di concorrenza (perché investire soldi per sviluppare qualcosa che tanto la gente usa lo stesso perché glielo imponiamo o perché non sa che può scegliere?)
    • nop scrive:
      Re: but Mozilla is forever (vedi licenza

      appartiene ad AOL, ma è gestito da una
      apposita fondazione (se ricordo bene)...
      quindi dubito fortemente che MS possa
      sfruttare il codice di Mozilla AOL sfrutta una delle due licenze di Mozilla per distribuire Netscape Navigator come prodotto commerciale...Penso quindi che sia possibile per AOL cedere a terzi questo codice(o licenza su di esso)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: but Mozilla is forever (vedi licenza
      klhklnkln
    • Anonimo scrive:
      Re: but Mozilla is forever (vedi licenza
      Dopo la sfortunata versione 4.7 Netscape ha sfornato CAGATE a valanghe. La gente non lo usa xchè fa CAGARE se paragonato ad Explorer che comunque un buon browser proprio non è. Se proprio dovete fare i fighi alternativi cominciate a parlare di Opera, che di contro è un gran browser in grado di competere DAVVERO con MS. Teste da cazzo ciucciacazzi
  • Anonimo scrive:
    E' la fine di Netscape
    Temo che questo segni la fine del browser di Netscape, Navigator o Communicator che sia.AOL lo ha tenuto in vita (i vari releases erano al limite della credibilità) puntando solo ad una ricca composizione extragiudiziale della vertenza.AOL ha rilevato Netscape con poche decine di milioni di $, ed ora ne incassa 750. Il bilancio dell'operazione è più che positivo, ed ora il browser può andare nel dimenticatoio.Per quelli che hanno la memoria lunga, ricordo il caso di Stac Electronics: Microsoft mise una copia di Stacker v.3 (disc doubler) nel MS-DOS 6.20. Stac costrinse MS a togliere il disc doubler (MS-DOS 6.21) e MS dovette fabbricare un disk doubler nuovo, "non-infringing" (MS-DOS 6.22). Alla fine, Microsoft giunse ad una composizione extra-giudiziale con Stacs. Stac incassò circa 100 M$ netti, e il prodotto Stacker scomparve.
  • Anonimo scrive:
    Speriamo bene
    CHe sia la volta buona che IE incorpori un motore JavaScript decente ;)'Iao
  • Africano scrive:
    Re: but Mozilla is forever (vedi licenza)
    - Scritto da: Anonimo
    "L'accordo su Explorer significa, di fatto,
    la fine di qualsiasi pretesa e speranza per
    Netscape"

    Nessun problema per Mozilla, data la licenza
    Open Source con cui è rilasciato.Non vorrei scrivere una fesseria, ma data la particolare licenza con cui Netscape ha rilasciato i suoi codici, che non è esattamente gpl, potrebbe pure accadere che Ms usi codice di mozilla per Ie, scritta così mi pare effettivamente grossa, ma gradirei molto essere smentito e sollevato.
  • Anonimo scrive:
    cvd
    cvd
  • Anonimo scrive:
    but Mozilla is forever (vedi licenza)
    "L'accordo su Explorer significa, di fatto, la fine di qualsiasi pretesa e speranza per Netscape"Nessun problema per Mozilla, data la licenza Open Source con cui è rilasciato.
Chiudi i commenti