SCO si prepari alla guerra dei big

Sun e HP sostengono di essere al riparo dalle minacce legali lanciate da SCO alle aziende che utilizzano Linux e confermano la propria intenzione di continuare a vendere server Linux. Red Hat avverte: ci difenderemo con i denti

Roma – Le minacce legali di SCO Group nei confronti delle aziende che utilizzano Linux non sembrano preoccupare Sun e HP. E questo nonostante i due colossi abbiano anche sistemi basati su Linux quando si viene ai server.

Il CEO di Sun, Scott McNealey, ha affermato che una decina d’anni fa la sua azienda ha pagato “fior di quattrini” per ottenere da SCO le proprietà intellettuali necessarie per commercializzare il proprio sistema operativo Unix Solaris: questo, secondo McNealey, metterebbe Sun al riparo da qualsiasi azione legale.

Non è tuttavia chiaro, secondo alcuni analisti, se Sun sia “coperta” anche per quanto riguarda l’uso, in alcuni suoi modelli di server x86, di una versione di Linux. Fra l’altro è proprio notizia di oggi l’accordo che porterà Sun a installare su alcuni suoi server low-end il sistema operativo Red Hat Linux.

Quest’ultima ha più volte ribadito l’infondatezza delle accuse rivolte da SCO a Linux e, attraverso una lettera aperta, il chairman dell’azienda dal cappello rosso, Matthew Szulik, ha puntato il dito su quelle aziende che utilizzano i tribunali per affossare il libero mercato e, pur senza citare espressamente SCO, ha affermato di volersi difendere energicamente da qualsiasi accusa le potrà essere rivolta in futuro riguardo la violazione di proprietà intellettuali.

HP, che come Sun figura fra le 1.500 aziende che la scorsa settimana hanno ricevuto la famosa lettera in cui SCO descrive Linux come un figlio illegittimo di Unix, afferma di non essere preoccupata per i proclami di SCO. Sebbene HP sostenga che il 15% dei propri server ProLiant vengono venduti con Linux preinstallato, il colosso si dice ignaro del fatto che Linux, di per sé, violi il copyright di SCO: HP ritiene che le rivendicazioni di quest’ultima riguardino alcuni comportamenti di IBM e non si applichino alla generalità delle aziende che usano Linux.

Quella di HP è una posizione che potrebbe portarla dritta contro SCO, visto che la “padrona” di Unix nella sua lettera sostiene espressamente che tutti coloro che utilizzano Linux stanno potenzialmente violando le sue proprietà intellettuali.

L’Open Source Initiative ( OSI ), un’organizzazione non profit che certifica il software open source e approva le licenze che si rifanno al modello aperto, ha già fatto conoscere la sua opinione in merito alle rivendicazioni di SCO in questo documento , che viene costantemente aggiornato.

Ad arroventare ancor più il dibattito è arrivata ieri la notizia secondo cui Microsoft ha preso in licenza da SCO la tecnologia di Unix: sebbene il big di Redmond l’abbia definita una semplice mossa precauzionale (l’azienda ha infatti sviluppato alcuni software che permettono l’interoperabilità fra Windows e Unix), la comunità di Linux ha bollato l’accordo come un esplicito sostegno a quella che sempre più spesso viene definita “la crociata di SCO contro Linux”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gli allarmi del Garante
    Il Garante è una pubblica Autorità collegiale .Spesso nelle sue relazioni va oltre la realtà e pone interrogativi circa il futuro .E' evidente che il Garante non è insensibile alle tematiche della sicurezza e della prevenzione dei reati .Ma una limitazione delle tecnologie che rispetti la dignità delle persone non puo' andare a genio alle imprese che vedono nella nuove tecnologie un business milionario .Cosa scegliere di fronte a valori fondamentali delle persone e business : nel caso specifico assolutamente i primi!Un anonimo lettore
  • Anonimo scrive:
    Rodotà...
    Devo ammettere che Rodotà è uno dei pochi politici (se non l'unico) che ricopre la propria funzione con impegno, serietà e soprattutto con grande competenza. Pone dei problemi che tutti gli altri politici, per grettezza o per convenienza, ignorano. Spero che i problemi che Rodotà ha posto servano per risvegliare le coscienze sulle problematiche relative alla privacy ed a cercare di porvi rimedio. Se questo non accadrà non oso immaginare in quale società ci troveremo a vivere (già ora mi sembra si stia passando il segno).
  • Anonimo scrive:
    PARE ABBIANO SCOPERTO L'ACQUA CALDA!
    Ma possibile che ci sia cosi' scarsita' di informazione in questo paese da non sapere cose cosi' elementari!!!?Solita provocazione poco costruttiva ....eh mod?In mano i libri fatevi il favore!Che ce vo'!Ma il buon senso non è in commercio a quanto pare!Ivan
    • Anonimo scrive:
      ????
      Se ci riprovi magari capiamo che volevi dire- Scritto da: Anonimo
      Ma possibile che ci sia cosi' scarsita' di
      informazione in questo paese da non sapere
      cose cosi' elementari!!!?
      Solita provocazione poco costruttiva ....eh
      mod?
      In mano i libri fatevi il favore!Che ce vo'!
      Ma il buon senso non è in commercio a quanto
      pare!

      Ivan
      • Anonimo scrive:
        Re: ????
        - Scritto da: Anonimo

        Se ci riprovi magari capiamo che volevi dire


        - Scritto da: Anonimo

        Ma possibile che ci sia cosi' scarsita' di

        informazione in questo paese da non sapere

        cose cosi' elementari!!!?

        Solita provocazione poco costruttiva
        ....eh

        mod?

        In mano i libri fatevi il favore!Che ce
        vo'!

        Ma il buon senso non è in commercio a
        quanto

        pare!



        IvanIvan...sempre quello dai capelli rossi?
  • Anonimo scrive:
    utilizzo di pgp o gpg
    Per quanto riguarda la privacyBasta che il garante facesse un po' di pubblicità (gratis) visto che la legge glielo permette, sull'utilizzo del PGP (Pretty good privacy) o dell'altrettanto arcinoto GPG.Ovvero si comincino a criptare le e-mail e magari non dare in giro le proprie generalità (come accade purtroppo frequentemente)Fare dei corsi gratuiti a spese del Garante della Privacy, basta che lo stesso garante a metterci lo spazio a disposizione e io e molti altri ci verrebero gratis, a fare un corsetto sull'utilizzo di tali programmi, che ancora rimangono l'unica soluzione utile, contro la lettura di e-mail personalise cripto con una diffie-hellman superiore a 1024 bit , vattela a decriptare la mia e-mail.L'utilizzo di un pò di scaltrezza e di metodi simili arginerebbe la problematica della privacyalmeno sul proprio computer e sulle e-mail in partenza e in arrivoELWOOD
    • Anonimo scrive:
      Mi sfugge qualcosa...
      - Scritto da: Anonimo
      Fare dei corsi gratuiti...
      L'utilizzo di un pò di scaltrezza e di
      metodi simili arginerebbe la problematica
      della privacy
      almeno sul proprio computer e sulle e-mail
      in partenza e in arrivo
      ELWOODPerchè scomodare Rodotà, quando abbiamo a disposizione una grande risorsa come internet che ci consente di ovviare a tali lacune?Qualche sito da consigliare, in merito?
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi sfugge qualcosa...
        certamenteprova con un sito che ritengo molto serio a riguardohttp://www.pgpi.orgciauzElwood
  • Anonimo scrive:
    ma possono sapere dove sono col mio cell
    Amici mi hanno detto che esiste un sito dove posso sapere dove mi trovo grazie al segnale del mio cellulare...Ma è vero?C'è qualcuno che mi sa indicare l'indirizzo del sito?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma possono sapere dove sono col mio
      Amici o tuo cuGGino?:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma possono sapere dove sono col mio cell

      un sito dove
      posso sapere dove mi trovo grazie al segnale
      del mio cellulare...non proprio come lo hai scritto..
      Ma è vero?certo, ma non è una specie di google dove tu metti il numero e ti viene fuori dov' è il telefono nel mondo.. quello che ho visto io era una sorta di esperimento (non italiano) di localizzazione tramite gsm di alcuni apparecchi "annoverati" per l' occasione
      C'è qualcuno che mi sa indicare l'indirizzo
      del sito?iniziava con www, ma non mi ricordo il resto: sono passate più di 24h, sorry--meK
  • Anonimo scrive:
    e Ciampi?
    L'unica cosa che mi veniva in mente leggendo quest'accozzaglia di previsioni da Nostradamus e da B-movie fantasy era.......la faccia di Ciampi.Povero diavolo che s'è fatto per meritarsi un Rodotà?Gli avrà risposto qualcosa tipo: "sì va bè, aggiorniamoci dopo il referendum..." e sarà andato a spararsi un antidepressivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: e Ciampi?
      - Scritto da: Anonimo
      L'unica cosa che mi veniva in mente leggendo
      quest'accozzaglia di previsioni da
      Nostradamus e da B-movie fantasy era....
      un minimo di serieta' vorrebbe che tu spiegassi dove Rodota' ha rappresentato scenari da B-movie fantasy?Tutto quello che gli ho sentito dire e' assolutamente vero, e presente.Hola crack
    • Anonimo scrive:
      Re: e Ciampi?
      L'antidepressivo me lo prendo io dopo il tuo intervento; fai pena!Continua ad attaccare le figurine panini ed aggiorniamoci a quando avrai finito l'album.
  • Anonimo scrive:
    Che tutti controllino tutti
    La tecnologia va avanti, e il progresso nessuno può fermarlo. L'unico modo per affrontare in maniera intelligente il problema della privacy è di consentire a chiunque di utilizzare tali tecnologie. Sarà poi il tempo a far sì che ogni persona alla fine comprenda quanto importante sia avere tanto la libertà di utilizzare tali tecnologie (guai se fossero utilizzate soltanto da pochi soggetti) quanto il non utilizzarle per ledere la libertà altrui.Qualcuno una volta disse: "Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te."Beh, comincia a rimanermi piuttosto simpatico, questo tipo...
  • Anonimo scrive:
    cosa fondamentale
    "che consente di sottrarsi ad una opprimente forma di controllo sociale, senza stigmatizzazioni o discriminazioni nei confronti di chi concretamente esercita questo nuovo diritto".
  • Anonimo scrive:
    Cavolo!Che personaggione...
    Ma questo signor Rodota' non ha niente di meglio da fare che parlare dicendo solo cavolate??Bisogna porre l'attenzione alla sicurezza dei nostri dati personali....sta cosa mi fa solo ridere!Qualcuno ha mai sentito parlare di Echelon?Bah, mi fa paura questa continua corsa alla tecnologia e al dover mettere tutto in mano ai computer, mi fa veramente paura.(sopratutto quando ne parlano persone che non sanno cosa stanno dicendo.Saluti FueL
    • Anonimo scrive:
      Re: Cavolo!Che personaggione...
      taci per favore
    • Anonimo scrive:
      Re: Cavolo!Che personaggione...
      Buon senso vorrebbe che almeno leggessi prima di postare
      • Anonimo scrive:
        Re: Cavolo!Che personaggione...
        Ma che razza di commenti da bar.... che addirittura riecheggiano a Echelon!!!Se non fosse per quell' autority oggi nessuno di noi potrebbe avere la possibilità di vedere punito tuti quei rompicoglioni che vanno rubando dati a destra e a manca e addiritura si inventano adesioni a contratti mai stipulati. E parlo di ciò per espereinza personale avendo persino ottentuto un risarcimento e avendo fato pagare a uno di questi approfitatori una bella multa salata!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cavolo!Che personaggione...
      - Scritto da: Anonimo
      Ma questo signor Rodota' non ha niente di
      meglio da fare che parlare dicendo solo
      cavolate??
      Bisogna porre l'attenzione alla sicurezza
      dei nostri dati personali....sta cosa mi fa
      solo ridere!
      Qualcuno ha mai sentito parlare di Echelon?
      Bah, mi fa paura questa continua corsa alla
      tecnologia e al dover mettere tutto in mano
      ai computer, mi fa veramente
      paura.(sopratutto quando ne parlano persone
      che non sanno cosa stanno dicendo.Il problema e' inoltre che molti dati biometricipossono essere facilmente falsificati. Senzaricorrere ad amputazioni dell'originale,un professore del MIT ha infatti dimostrato come siano facilmente producibili diti di gomma con delle improntefalse (per esempio trafugate da un bicchiere) ingrado di ingannare il 98% dei sensori biometricibasati sul riconoscimento di impronte digitali.
      • JP scrive:
        Re: Cavolo!Che personaggione...
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo


        Ma questo signor Rodota' non ha niente di

        meglio da fare che parlare dicendo solo

        cavolate??

        Bisogna porre l'attenzione alla sicurezza

        dei nostri dati personali....sta cosa mi
        fa

        solo ridere!

        Qualcuno ha mai sentito parlare di
        Echelon?

        Bah, mi fa paura questa continua corsa
        alla

        tecnologia e al dover mettere tutto in
        mano

        ai computer, mi fa veramente

        paura.(sopratutto quando ne parlano
        persone

        che non sanno cosa stanno dicendo.

        Il problema e' inoltre che molti dati
        biometrici
        possono essere facilmente falsificati. Senza
        ricorrere ad amputazioni dell'originale,
        un professore del MIT ha infatti dimostrato
        come siano facilmente producibili diti di
        gomma con delle impronte
        false (per esempio trafugate da un
        bicchiere) in
        grado di ingannare il 98% dei sensori
        biometrici
        basati sul riconoscimento di impronte
        digitali.
        Non lo sapevo, vale anche per l'occhio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Cavolo!Che personaggione...


          Non lo sapevo, vale anche per l'occhio?anche l'okkio vuole la sua parte!eheehheElwood
  • Anonimo scrive:
    Un tipo in gamba questo Rodota' ...
    mi chiedo come mai si siano dimenticati di chiudergli la bocca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un tipo in gamba questo Rodota' ...
      Forse perchè ancora non è andato a rompere le scatole per come vengono gestiti i dati personali dalle forze dell'ordine e dalle procure..
    • Anonimo scrive:
      Re: Un tipo in gamba questo Rodota' ...
      bah..io ho sentito il discorso e faceva veramente poche pieghe.peccato che a livello istituzionale non lo consideri nessuno :(la privacy ormai e' un fatto di liberta' e mi pare l'abbia espresso bene, poi non ho letto l'articolo ma lo faro domani :)
      • ND scrive:
        Re: Un tipo in gamba questo Rodota' ...
        E' sempre chiaro, pulito, essenziale e mirabilmente razionale.E' come fosse uno scienziato dedito alla causa della privacy.Non è solo raziocinio, c'è anche una naturale e profonda saggezza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un tipo in gamba questo Rodota' ...
          Concordo....sentire poche parole riportate da un giornalistanon gli fanno onore In effetti ha tutte le sue buone ragioni...
Chiudi i commenti