Scontro eBay vs. New York City

Il procuratore cittadino invia una lettera di diffida al portalone delle aste che lucrerebbe sulla tragedia dell'11 settembre. Imbarazzata risposta di eBay

New York (USA) – Una lettera di diffida inviata dal procuratore di New York Micheal Cordozo al portalone delle aste eBay rischia di trasformarsi in un caso importante sulle libertà digitali.

Il caso è spinoso. eBay, infatti, tra i numerosissimi oggetti messi in vendita sulle proprie pagine dai propri iscritti ne propone ora anche molti legati ai sanguinosi attentati dell’11 settembre.

Sul sito si trovano infatti cose come magliette con sopra il logo dei Vigili del Fuoco newyorkesi, spille commemorative ma anche cassette audio e persino un paio di stivali impolverati che sarebbero stati indossati da un esponente delle forze dell’ordine a Ground Zero. Secondo Micheal Cordozo, procuratore cittadino, questi sono oggetti che “deridono la memoria di chi è morto”, sono “moralmente ripugnanti” e “illegali”.

Secondo Cardozo, che nella sua lettera sostiene come vengano violati anche i trademark cittadini con la vendita di logo e altri oggetti, alcune aste rappresentano “chiarissimi tentativi di lucrare su un assassinio di massa”. Tra questi anche “un resoconto audio di un salvataggio estremamente vivido” che propone “cose di cui non si è mai parlato né alla radio né alla televisione”.

Uno degli oggetti in vendita su eBay Alla lettera di Cordozo eBay risponde in modo imbarazzato, anche perché la policy ufficiale del sito che impediva di vendere oggetti legati a quanto accadde l’11 settembre è cambiata con la fine del 2001. Secondo il portavoce di eBay Henry Gomez “NY City deve lavorare con noi un po’” per aiutare l’azienda ad individuare aste che non siano state filtrate dal monitoraggio che attua eBay su quanto viene venduto dal proprio sito. E ha sottolineato che eBay “fondamentalmente è d’accordo sul punto di vista della City”.

Secondo Cardozo, invece, non solo si deve tornare al divieto di vendita su eBay di qualsiasi oggetto legato all’11 settembre ma anche non è ipotizzabile che funzionari cittadini impieghino tutto il loro tempo a verificare cosa avviene su quel sito. “Spero – ha insistito Cardozo – di persuaderli. E’ ovvio che molto di quanto si trova su quel sito è moralmente ripugnante”. “Sentir loro – ha concluso Cardozo – dire agli abitanti di New York a febbraio 2002 che alcune di quelle cose non rappresentano un’offesa è decisamente scioccante”.

Inutile dire che in ogni caso anche altrove, in rete, si trovano ulteriori numerosi oggetti e “memorabilia” della tragedia dell’11 settembre…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    vorrei vedere se ...
    pubblicassero la foto dei presidenti degli stati uniti e dei governatori degli stati uniti ...in mezzo ai maschioni ...TRAC - BUSH non credo che il sito resterebbe in piedi per più di 10 giorni
  • Anonimo scrive:
    Bannare siti gay
    Finocchi di merda
  • Anonimo scrive:
    dubbi
    ma quindi se uno trova una foto in rete e se la prende non puole ?boh!!
  • Anonimo scrive:
    Signora mia
    quando c'era Lui queste cose non succedevano!
  • Anonimo scrive:
    Vergognoso.
    Come da subject.
  • Anonimo scrive:
    Schifosi
    Che schifo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Schifosi
      Gia',molto meglio guardare le tette della Ferillinelle foto dei paparazzi su Novella2000...- Scritto da: Amigo
      Che schifo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Schifosi
        - Scritto da: Astor
        Gia',molto meglio guardare le tette della
        Ferilli
        nelle foto dei paparazzi su Novella2000...Io non so cosa fai tu nel tempo libero e neanche mi interessa, resta il fatto che se uno non vuole vedere la sua faccia su www.orecchia2000.com dovrebbe poterla togliere. Oppure che paghino i diritti sulle immagini. Schifosi loro, e i tuoi amici paparazzi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Schifosi
          francamente non trovo affatto sbagliato che foto scattate in avvenimenti pubblici siano pubblicabili senza dover diritti a nessuno. chiunque avrebbe potuto essere lì a scattare, quindi le foto possono essere messe in rete. trapa, a me piace guardare i siti che offrono materiale del genere. il fatto che sia un sito gay non cambia di molto la cosa, anzi, non cambia PER NULLA: è la reazione che è spropositata! se le stesse foto fossero state messe su wwww.streetfootball.com (è un esempio, il primo he mi è passato per la testa, "ogni riferimento eccecc") nessuno avrebbe reagito in sto modo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Schifosi
            - Scritto da: Aldo
            primo he mi è passato per la testa, "ogni
            riferimento eccecc") nessuno avrebbe reagito
            in sto modo!Ognuno decide dove vuol veder comparire la sua foto. Se a Tizio non piace vedere la sua foto su www.mondogaio.com dev'essere libero di non vederla.Certo se proprio si vuole alimentare l'intolleranza cieca e rabbiosa questo e' il modo migliore, continuino pure cosi' e ne raccoglieranno sicuramente i frutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Schifosi
            Aldo la penso come te.Menomale un commento decente a contrasto di una levata di scudi...francamente ridicola.! Come sempre del resto qnd si parla di omosessualita'.E chi dice stupidi finocchi..magari nn sa di avere un figlio gay.A loro dico che si facciano un esamino.
          • Anonimo scrive:
            Re: Schifosi
            Aggiungo che cmq forse sarebe giusto che una persona sapesse che la sua foto e' su internet:Ma siamo alle solite..se su un sito gay, mi immagino i genitori se danno il consenso.NN e' polemica ma la pura verita'.NN penso che un minore possa decidere se la sua foto ( normale) puo' restare su un sito.Ciao a tutti!Giusto combattere certe piaghe come la pornografia, ma nn e' giusto sfociare nel razzismo gratuito
        • Anonimo scrive:
          Re: Schifosi
          Ci sono due discorsi che occorre distingure:Uno e' il diritto di privacy.Secondo l'attualenormativa,non e' reato pubblicare foto che ritraggono persone in momenti pubblici.I magistrati decideranno se i cortili delle scuole sono "momenti pubblici" o no.L'altro e' l'odio che Amigo riversa nei confronti degli omosessuali che non merita neanche un commento.
      • Anonimo scrive:
        Re: Schifosi
        - Scritto da: Astor
        Gia',molto meglio guardare le tette della
        Ferilli
        nelle foto dei paparazzi su Novella2000...eheheee invece io vorrei avere le foto dei webmaster per metterle nella home page del mio sito sul sadomaso estremo con polli e galline tanto non e' mica un delitto deheheee
        • Anonimo scrive:
          Re: Schifosi
          ahuahuahuahuahumagari a seconda delle tendenze sessuali di quei web master potrebbe fargli anche piacereahuahuahauau
Chiudi i commenti