Scorrerà sangue per la successione al DVD

L'industria dei DVD, già spaccata in due, si divide anche sulle tecnologie a laser blu, alla base della prossima generazione di dischi ottici. Due standard si contenderanno un mercato che non decolla


Roma – Se oggi il mercato dei DVD registrabili e riscrivibili è sostanzialmente diviso in due – da un lato lo standard DVD-R/RW e dall’altro il DVD+R/RW – la situazione sembra destinata a restare tale anche con l’arrivo dell’imminente nuova generazione di DVD a laser blu. Questi dischi, che rappresentano i successori degli attuali DVD da 4,7 GB, sono in grado di archiviare una quantità di dati dalle fino a sei volte superiore grazie all’adozione di un laser a più alta frequenza (blu invece che rosso).

Nonostante la tecnologia alla base di quelli che potremmo chiamare DVD 2 sia sostanzialmente la stessa, l’industria si è nuovamente spaccata in due diverse fazioni: quella che fa capo al DVD Forum e quella che spalleggia invece il consorzio Blu-ray . Entrambi i gruppi stanno ancora definendo i relativi standard a laser blu, il cui debutto sul mercato è previsto per il prossimo anno.

Il DVD Forum ha annunciato proprio di recente che utilizzerà, come base per la creazione del proprio standard, le specifiche proposte da NEC e Toshiba sotto il nome di Advanced Optical Disc (AOD). Ciò che ha attratto maggiormente l’interesse degli esperti del DVD Forum verso la tecnologia AOD è il fatto che questa, utilizzando lo stesso sottostrato da 0,6 mm dell’attuale generazione di DVD, dovrebbe consentire ai produttori di costruire dispositivi in grado di leggere e scrivere DVD a laser rosso e a laser blu sfruttando gli impianti di produzione esistenti: questo, secondo NEC e Toshiba, si tradurrà in un notevole risparmio economico e, nello stesso tempo, accelererà notevolmente l’adozione del nuovo formato.

A fronte di questi vantaggi, la tecnologia AOD paga qualcosa in termini di capacità: 20 GB per singolo lato e singolo layer contro i 27 GB dello standard Blu-ray. 20 GB sono in ogni caso già sufficienti per registrare circa due ore di video in alta definizione.

Dall’industria giungono commenti preoccupati sulla nuova battaglia che si profila all’orizzonte, battaglia che, come quella in corso fra DVD-R/RW e DVD+R/RW, potrebbe avere effetti deleteri per il mercato. Il DVD Forum sostiene di aver fatto il possibile per tentare di riunire i due standard di DVD a laser blu, ma il consorzio Blu-ray – formato dai nove colossi Matsushita, Philips, Sony, Hitachi, LG, Pioneer, Samsung, Sharp e Thomson – ha voluto proseguire su di una strada indipendente.

Lo scorso settembre Sony ha mostrato il prototipo di un masterizzatore in grado di registrare dischi Blu-ray ad una velocità di 1x, equivalente ad un transfer-rate di 36 Mbit/s.

Il colosso giapponese intende proporre unità come questa per il mercato dei PC e delle home appliance, come i lettori di DVD e i decoder per la TV satellitare.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Vedo vedo e stravedo...
    Mah... io direi di aspettare le prossime elezioni presidenziali per capire come la pensano i cittadini USA (ricordiamoci che America vuol dire anche Canada e America Latina che non sono allineate al pensiero di quelli della terra di mezzo per così dire).Ora come ora mi pare di percepire una certa rassegnazione nel cittadino USA, che potrebbe covare un certo rancore verso Bush e la sua politica. Poi, da quando i giornali sono stati messi in riga dopo 9-11 (l'undicio settembre) credo che ci sia un po meno libertà nell'esprimere la propria opinione. Insomma, a pensarci bene gli USA sono una delle pochissime nazioni al mondo con un presidente plenipotenziario che con siano dittature mascherate da democrazie (vedi fascismo in italia per un esempio storico). Per ora lì la democrazia (con qualche piccola deviazione, es. caccia al comunista dopo la 2° guerra) ha resistito, ma credo che la tentazione al totalitarismo sia sempre latente. I così detti "Padri fondatori" erano consci di ciò ma credevano nel buon senso dei loro succesori. Speriariamo sia sempre così, altrimenti può darsi che avremo una nuova URRS, magari basata su tesi di altra direzione politica. Quel che conta è: dove starà l'europa?
    • Anonimo scrive:
      [OT ma non troppo] Re: Vedo vedo e stravedo...
      - Scritto da: Lutherino[CUT]
      Per ora lì la democrazia (con
      qualche piccola deviazione, es. caccia al
      comunista dopo la 2° guerra) ha resistito,
      ma credo che la tentazione al totalitarismo
      sia sempre latente. I così detti "Padri
      fondatori" erano consci di ciò ma credevano
      nel buon senso dei loro succesori.Mah.. non ricordo chi l'abbia detto, ma credo chela definizione piu' giusta sia:"Gli USA non sono una democrazia, sono una repubblica".
      Speriariamo sia sempre così, altrimenti può
      darsi che avremo una nuova URRS, magari
      basata su tesi di altra direzione politica.Tipo il turbocapitalismo? Beh, l'URSS i poveri lifaceva solo al suo interno.. quelli hanno intenzione di farli nel resto del mondo... non credo sia cosi' simile, non trovi?
      Quel che conta è: dove starà l'europa?Dove sta sempre, davanti agli USA e piegata a pecorina, non sara' una novita' nemmeno questa, purtroppo.Vabbeh... almeno potremmo passare alla storia peraver difeso la liberta' dai "buoni".Saluti, Ryo Takatsuki*** Ridatemi il coniglio bianco ***
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT ma non troppo] Re: Vedo vedo e stravedo...

        Tipo il turbocapitalismo? Beh, l'URSS i
        poveri li
        faceva solo al suo interno.. quelli hanno
        intenzione di farli nel resto del mondo...
        non
        credo sia cosi' simile, non trovi?
        Mi risulta che l'URSS abbia contribuito alla crezione anche di altri stati di uguale ideologia e quindi, in quel senso, ha creati poveri anche altrove. Comunque qui il rischio è più il ritorno alla schiavitù, questa volta su base economica più che politica.Poi sai, può anche darsi che l'Europa un giorno si sveglia e scopre di essere fatta per il 55% da immigrati che non amano la posizione alla pecorina. O di gente che è cresciuta avendone le palle piene di una certa politica economica.chissà chissà!Vorrei comunque ricordarvi il consiglio del mio amico Lorenzo:Quanta è bella giovinezza che si fugge tuttavia,chi vuol esser lieto sia! Del doman non v'è certezza!Ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT ma non troppo] Re: Vedo vedo e stravedo...
          - Scritto da: Lutherino il Bello
          Mi risulta che l'URSS abbia contribuito alla
          crezione anche di altri stati di uguale
          ideologia e quindi, in quel senso, ha creati
          poveri anche altrove. Comunque qui il
          rischio è più il ritorno alla schiavitù,
          questa volta su base economica più che
          politica.E' in parte quello che intendevo... il problema e' che, europa o non europa, perche' il tenore di vita degli USA continui a salire (aka i governatni prendano voti) e' necessario che continui a scendere negli altri paesi... sai com'e'.. noi potremmo essere in lista dopo i paesi Arabi.
          Poi sai, può anche darsi che l'Europa un
          giorno si sveglia e scopre di essere fatta
          per il 55% da immigrati che non amano la
          posizione alla pecorina. O di gente che è
          cresciuta avendone le palle piene di una
          certa politica economica.E loro ci bombardano "preventivamente" appena si accorgono di sto fatto.. purtroppo per essere un soggetto politico credibile l'europa dovrebbe davvero essere uno stato, e i suoi govenranti eletti democraticamente.. cosi' come e' adesso ha lo stesso peso del consorzio delle casalinghe di Voghera (senza offesa, ovviamente).
          chissà chissà!

          Vorrei comunque ricordarvi il consiglio del
          mio amico Lorenzo:

          Quanta è bella giovinezza che si fugge
          tuttavia,
          chi vuol esser lieto sia! Del doman non v'è
          certezza!Ah, lo conosco.. e' pure amico mio, anche se e' un po' che non lo sento.Saluti, Ryo Takatsuki
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT ma non troppo] Re: Vedo vedo e stravedo...
          - Scritto da: Lutherino il Bello
          Poi sai, può anche darsi che l'Europa un
          giorno si sveglia e scopre di essere fatta
          per il 55% da immigrati che non amano la
          posizione alla pecorina. Perchè negli stati da dove vengono gli immigrati c'è democrazia?, o stavano pure lì a 90 gradi......? O di gente che è
          cresciuta avendone le palle piene di una
          certa politica economica. No con la pancia piena il che è diverso. 1984 non è molto lontanobye
  • Anonimo scrive:
    E' tempo di morire,,,
    Tanta gente è morta per garantirci i diritti a cui stiamo per rinunciare... solo per due torri cadute... POVERI STRONZI !!Chi è disposto a rinunciare alla libertà per la sicurezza, non merita nè l'una nè l'altra (non ricordo chi l'ha detto, sorry)Good Night.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' tempo di morire,,,
      - Scritto da: Q
      Tanta gente è morta per garantirci i diritti
      a cui stiamo per rinunciare... solo per due
      torri cadute...
      POVERI STRONZI !!
      Chi è disposto a rinunciare alla libertà per
      la sicurezza, non merita nè l'una nè l'altra
      (non ricordo chi l'ha detto, sorry)
      Good Night.Benjamin Franklin disse: "Chi e' pronto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne la liberta' ne la sicurezza"grande google
      • Anonimo scrive:
        Re: E' tempo di morire,,,

        Benjamin Franklin disse: "Chi e' pronto a
        dar via le proprie liberta' fondamentali per
        comprarsi briciole di temporanea sicurezza
        non merita ne la liberta' ne la sicurezza"

        grande googlesono d'accordo. ma perché grande google?
  • Anonimo scrive:
    è bene cominciare a correre ai ripari
    visto il clima nn troppo mite, è meglio che quando viaggiamo ci barrichiamo il più possibile.meglio passare inosservati usando "abiti" di nessuna marca....magari autodisegnati......Forse chi ci "guarda" avrà meno informazioni.Speriamo....notte...
    • Anonimo scrive:
      Re: è bene cominciare a correre ai ripari
      - Scritto da: rapatan
      visto il clima nn troppo mite, è meglio che
      quando viaggiamo ci barrichiamo il più
      possibile.
      meglio passare inosservati usando "abiti" di
      nessuna marca....magari autodisegnati...... Ed è proprio così che ti farai riconoscere come "diverso"=nemico
      Forse chi ci "guarda" avrà meno informazioni.
      Speriamo....
      notte... L'oscurantismo ci attende
  • Anonimo scrive:
    Siamo al capolinea
    Mi accontenterei di una stazione dove far scendere un po di questi signori.Ma visto che non e' possibile non mi rimane che stendermi sui binari assieme a quei pochi milioni di individui che ancora credono nelle liberta' individuali, nella possibilita' di costruire un mondo di persone consapevoli, e dove sia la ragione a governare e non l'interesse e la paura.Tanto passa il tempo quanto piu' comprendo che la tecnologia si trasformera' in una prigione piu' o meno dorata asseconda della latitudine, proprio il contrario del sogno che rappresentava per la maggior parte di noi.Non che non mi sforzi di trovare nelle masse quel barlume di buon senso che mi permetterebbe di addolcire il pessimismo cosmico fin qui esposto, ma proprio non c'e'. Un esercito immobile di storditi fantaccini che seguono meccanicamente l'ombra del proprio generale mentre li conduce sul campo minato.E nessuno che si domandi se quella magari non sia l' ombra del generale nemico.buona notte M.
Chiudi i commenti