Scova un bug a 15 anni. Arrestato

Accade in una scuola dello stato di New York. Curiosità e perizia non pagano: possono invece costare l'accusa di aver commesso un crimine punito con il carcere

Roma – Un’esercitazione nel laboratorio di informatica è valsa l’arresto ad un 15enne con uno spiccato senso di responsabilità e passione per le sfide: ha individuato una falla nel sistema informatico scolastico, l’ha segnalata con troppa baldanza al preside ed è stato accusato di cracking.

La Shenendehowa High School dello stato di New York è il luogo del delitto: il giovane studente, immerso in una sessione di laboratorio, ha guadagnato l’accesso ad un database che conteneva record relativi agli autisti degli autobus della zona. Era ospitato sui server della scuola, aggiornati di recente. Ha ottenuto informazioni relative a 250 dipendenti dell’azienda di trasporti locali, le targhe dei mezzi che guidano, il loro codice della previdenza sociale. Pare gli sia bastato inserire la propria password e frugare sui server, un’operazione che, ammettono le autorità, sarebbe riuscita a studenti, docenti e personale amministrativo dotato di password di accesso, di buona volontà e di un’infarinatura di competenze informatiche.

Il 15enne si è sentito evidentemente investito del senso di responsabilità: “alle 13 circa di martedì – spiegano dalla scuola – il nostro dirigente scolastico ha ricevuto una email in cui il mittente lo informava di aver guadagnato l’accesso a dati personali relativi agli autisti degli autobus”. Il dirigente Donald Flynt ha tempestivamente allertato le forze dell’ordine: quella che doveva essere l’orgogliosa segnalazione di un bug che avrebbe potutto mettere a rischio i dati personali di 250 persone è stata interpretata come una minaccia . Uno studente , la firma con cui l’imberbe bug hunter aveva inoltrato la segnalazione, è stato rintracciato nel giro di un paio di giorni: giovedì è stato tratto in arresto .

Sono tre le accuse che pendono sul suo capo: accesso illecito a un sistema informatico, possesso illecito di informazioni per l’identificazione personale e furto di identità. Comparirà davanti al tribunale minorile per dare conto delle sue azioni: per ora sta scontando una sospensione dalle attività scolastiche, se fosse stato maggiorenne avrebbe rischiato il carcere .

Nel frattempo i tecnici della scuola si industriavano per tappare la falla e per temperare l’apprensione degli autisti: hanno rimediato all’errore di configurazione che ha aperto una breccia nel sistema per “una settimana o due”. Non si sono profusi in alcun complimento nei confronti della curiosità e del senso di responsabilità del giovane. Nonostante gli investigatori abbiano assicurato che il ragazzo non aveva intenzione di mettere in atto alcuna malefatta , il sovrintendente della Shenendehowa High School punta il dito contro il bug bunter: “ha usato la sua genialità in maniera sbagliata”. In rete ferve il dissenso nei confronti dell’atteggiamento delle autorità scolastiche, pronte a scagliarsi contro un ragazzino responsabile di aver denunciato le inadempienze di coloro che dovrebbero occuparsi della sicurezza.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xWolverinex scrive:
    mi ricorda qualcosa..
    .. ci aveva gia' pensato qualcuno... a una cosa del genere... solo che lui era piu' avanti.. li tatuava direttamente sulla pelle.... :o
    • anonimo scrive:
      Re: mi ricorda qualcosa..
      - Scritto da: xWolverinex
      .. ci aveva gia' pensato qualcuno... a una cosa
      del genere... solo che lui era piu' avanti.. li
      tatuava direttamente sulla pelle....
      :oCome ho scritto sopra anni fa l'aveva fatto un'azienda giapponese. Ma chissà quante altre ci hanno pensato. Di aziende che fanno magliette, felpe ecc.. ce n'è un miliardo nel mondo, chissà quanti hanno avuto la stessa idea.
    • Zampogno scrive:
      Re: mi ricorda qualcosa..
      - Scritto da: xWolverinex
      .. ci aveva gia' pensato qualcuno...pare anche a me... credo fosse uno stilista austriaco che però il massimo del successo l'ha fatto in germania.Zampa
  • Francesco scrive:
    Ma che fine faremo?
    Alla fine, mi sembra di capire, si tratta solo di un mezzuccio per capire quali sono i gusti della persona che abbiamo di fronte. Ma, mi chiedo, tutto questo non è un pochino triste? Non basta andare dalla persona, fare due chiacchiere e chiedere quali sono i propri interessi?A me sembra che tutta questa corsa verso il social, faccia si che ci si innamori della tecnologia, del proprio account facebook, del proprio telefonino e che le cose vere, tipo l'amore per una persona, diventi sempre più cosa rara.Se per conoscere gli interessi di una persona devo affidarmi al suo profilo online raggiungibile solo con il telefonino sul quale c'è l'applicazione che ho scaricato prima che funziona solo con umts.... ma come siamo messi?per favore....
    • anonimo scrive:
      Re: Ma che fine faremo?
      - Scritto da: Francesco
      Alla fine, mi sembra di capire, si tratta solo di
      un mezzuccio per capire quali sono i gusti della
      persona che abbiamo di fronte.

      Ma, mi chiedo, tutto questo non è un pochino
      triste? Non basta andare dalla persona, fare due
      chiacchiere e chiedere quali sono i propri
      interessi?Il fatto è che se vedi una persona in giro mia la puoi fermare e parlare del nulla. Seconda cosa: l'idea di parlare su Internet serve un po' a stemperare l'imbarazzo. Un po' come con gli sms dove è più facile dire certe cose.Detto questo, mi sembra una cosa per sfigati. A meno che la adotti qualche grande marca di vestiti tipo Levi's o Benetton non credo prenderà mai piedi.
      • onoff scrive:
        Re: Ma che fine faremo?
        - Scritto da: anonimo
        Un po' come con gli sms
        dove è più facile dire certe
        cose.più facile dirle, ma più difficile spiegarsi bene... è anche più facile ingannare e cadere in incomprensioni
        Detto questo, mi sembra una cosa per sfigati.ovvio
        A meno che la adotti qualche grande marca di
        vestiti tipo Levi's o Benetton non credo prenderà
        mai piedi.a meno che non lo mettano sulle scarpe
        • anonimo scrive:
          Re: Ma che fine faremo?
          - Scritto da: onoff
          più facile dirle, ma più difficile spiegarsi
          bene... è anche più facile ingannare e cadere in
          incomprensioniSì è vero, dipende certe volte semplificano la vita, altre volte la incasinano.


          A meno che la adotti qualche grande marca di

          vestiti tipo Levi's o Benetton non credo
          prenderà

          mai piedi.

          a meno che non lo mettano sulle scarpeAhi l'errore di digitazione
    • onoff scrive:
      Re: Ma che fine faremo?
      - Scritto da: Francesco
      Ma, mi chiedo, tutto questo non è un pochino
      triste?No: è MOOOLTO triste
      Non basta andare dalla persona, fare due
      chiacchiere e chiedere quali sono i propri
      interessi?certo... ma evidentemente è la persona stessa che indossa il barcode a non voler farsi approcciare in questo modo... altrimenti non lo indosserebbe... sostanzialmente, a sbagliare per primo è chi compra questi "oggetti"
  • Nerdy scrive:
    f.i.c.a.t.a.
    GENIALE!
  • pizza margherita scrive:
    'sti neologismi di importazione...
    come da link segnalato, abbiamo " vegetariano " e affini nel nostro vocabolario... proprio "Se lei è vegana ..." bisognava usare?E' proprio il caso di dire che l' erba del vicinoè sempre più verde...A me ricorda Goldrake, più che i vegetali...
    • jurmala scrive:
      Re: 'sti neologismi di importazione...
      - Scritto da: pizza margherita
      come da link segnalato, abbiamo
      " vegetariano " e affini nel nostro
      vocabolario... proprio "Se lei è
      vegana ..." bisognava
      usare?
      E' proprio il caso di dire che l' erba del
      vicinoè sempre più
      verde...

      A me ricorda Goldrake, più che i vegetali...In realtà non sono esattamente sinonimi...ma il termine "vegana" individua un tipo di vegetarianesimo più estremo..i vegani ad esempio non mangiano le uova come i "comuni" vegetariani
      • 200 OK scrive:
        Re: 'sti neologismi di importazione...
        I vegani sono rimasti bloccato all'età infantile.Siamo esseri umani, e quindi onnivori.Ma sai, di questi tempi se ne sentono sempre di più di tutti i colori... contenti loro (rotfl).
        • Saicome scrive:
          Re: 'sti neologismi di importazione...
          Se i carnivori mangiano la carne e i vegetariani i vegetali, gli onnivori dove cazzo li trovano gli onni?
    • Fart Burner scrive:
      Re: 'sti neologismi di importazione...
      - Scritto da: pizza margherita
      come da link segnalato, abbiamo
      " vegetariano " e affini nel nostro
      vocabolario... proprio "Se lei è
      vegana ..." bisognava
      usare?Non so che vocabolario tu abbia, probabilmente è avariato, perché vegano e vegetariano non sono per niente sinonimi. Informati sul veganesimo e poi torna.
      • Joliet Jake scrive:
        Re: 'sti neologismi di importazione...
        Oltra al fatto che anche veganesimo non è sinonimo di macrobiotico...Ormai sono esperto visto che ho diversi amici vegani! ;) Ora scusate che vado a farmi le pappardelle al cinghiale... :p
        • Steve_ballm er scrive:
          Re: 'sti neologismi di importazione...
          - Scritto da: Joliet Jake
          Oltra al fatto che anche veganesimo non è
          sinonimo di
          macrobiotico...
          Ormai sono esperto visto che ho diversi amici
          vegani! ;)

          Ora scusate che vado a farmi le pappardelle al
          cinghiale...
          :p;) ;) ;)
        • Lord Kap scrive:
          Re: 'sti neologismi di importazione...
          - Scritto da: Joliet Jake
          Ora scusate che vado a farmi le pappardelle al
          cinghiale... :pROTFL & SLURP! ;P-- Saluti, Kap
        • SiN scrive:
          Re: 'sti neologismi di importazione...
          - Scritto da: Joliet Jake

          Ora scusate che vado a farmi le pappardelle al
          cinghiale...
          :pBuon appetito!
    • xWolverinex scrive:
      Re: 'sti neologismi di importazione...
      - Scritto da: pizza margherita
      come da link segnalato, abbiamo
      " vegetariano " e affini nel nostro
      vocabolario... proprio "Se lei è
      vegana ..." bisognava
      usare?
      E' proprio il caso di dire che l' erba del
      vicinoè sempre più
      verde...

      A me ricorda Goldrake, più che i vegetali...Forse perche' vegetariano e vegano non sono proprio la stessa cosa ?
    • anonimo scrive:
      Re: 'sti neologismi di importazione...
      - Scritto da: pizza margherita
      come da link segnalato, abbiamo
      " vegetariano " e affini nel nostro
      vocabolario... proprio "Se lei è
      vegana ..." bisognava
      usare?
      E' proprio il caso di dire che l' erba del
      vicinoè sempre più
      verde...

      A me ricorda Goldrake, più che i vegetali...Prendi un dizionario così scopri la fesseria che hai detto.
    • onoff scrive:
      Re: 'sti neologismi di importazione...
      - Scritto da: pizza margherita
      come da link segnalato, abbiamo
      " vegetariano " e affini nel nostro
      vocabolario... proprio "Se lei è
      vegana ..." bisognava
      usare?certo, perché "vegano" (in realtà "vegan"... non mi risulta esistano traduzioni) e "vegetariano", sono due cose distinte
      E' proprio il caso di dire che l' erba del
      vicino è sempre più verde......e chi non risica non rosica
  • 200 OK scrive:
    Il regno degli egocentrici
    L'idea in sè è buona, e probabilmente avrà successo dato che la maggior parte degli utenti di un social network è essenzialmente egocentrica ed idiota.Io proporrei per una marchiatura a ferro e fuoco (rotfl)
    • Alberto B. scrive:
      Re: Il regno degli egocentrici
      ahahah non hai tutti i torti.Certo è che se per conoscere una donna bisogna passare per un logo su una maglietta stanno messi male in quanto a relazioni sociali, fiducia in se stessi ed autostima.Prima VEDO (indago) chi sei, poi ti mando un MESSAGGINO sul social-networkino e forse DOPO ti PARLO :°D.Nessuno vi mangia per colazione se fate due chiacchere con una persona che non avete mai visto prima ;D e se quella che ti piace non ha il logo, vuol dire che "non è approvata"? ghghgh :°D che si diano pure da fare con loghi e ricerche, qualcun'altro sicuramente non starà a perdere tempo ;)
    • Francesco scrive:
      Re: Il regno degli egocentrici
      lol, appoggio la mozione
    • anonimo scrive:
      Re: Il regno degli egocentrici
      - Scritto da: 200 OK
      L'idea in sè è buona, e probabilmente avrà
      successo Cmq guarda che non è la prima volta che la tirano fuori.Otto anni fa un'azienda di abbigliamento giapponese fece la stessa cosa. Vendevano vestiti con stampato un codice. Chi vedeva una persona con il codice e voleva contattarla doveva iscriversi sul loro sito.
Chiudi i commenti