Scuola, lo sfogo del Pinguino

Linuxdidattica.org critica l'assenza del software libero dal Piano di alfabetizzazione varato dal Governo


Il responsabile del sito Linuxdidattica.org, Antonio Bernardi, ha rilasciato un’intervista al supplemento “@alfa” de “Il sole 24 Ore” in cui critica fortemente l’assenza del software libero e di Linux dal Piano nazionale di alfabetizzazione informatica degli insegnanti.

Sebbene Bernardi ammetta che il Piano non esclude a priori l’uso di software open source nella didattica, egli afferma che non solo “non lo favorisce” ma, al contrario, “lo discrimina”.

E’ possibile leggere l’intervista integrale on-line qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • turatti luciano scrive:
    messagio
    io possego una stampante ip4600 sostituito i feltrini la canon mi dice che devo mandarla in assistenza x ripararla ma se ho cambiato i feltrini non possono dirmi come si fa a azzerare la eeprom devo portarla in assistenza e spendere quasi come cambiare la stampante non mi sembra giusto per due minuti di lavoro grazie e distinti saluti da turatti luciano
  • pinco scrive:
    pallino
    eprom
  • Visitatore scrive:
    Ma dai...
    BBHUAHAUHAUAHAUHAUAHUAHAU
  • Fabry1967 scrive:
    Stampanti rx620 Epson
    Ciao ragazzi anche io o avuto il vostro problema con la PHOTO RX620 lo dovuta portare in assistenza e con 60.00 EURI lo sistemata se Qualcuno mi mandasse il link per aazerare gli sarei molto Grato ciao fabrizio99@aliceposta.it
  • Luciano Dessi scrive:
    Scomparsa prematura.
    Mentre sto stampando con la mia Epson c 44 si blocca allimprovviso emanando un messaggio che mi avvisa che ha terminato il suo ciclo vitale, in pratica è deceduta, chi sa dirmi come posso resuscitarla altrimenti indicatemi un cimitero per stampanti
  • ioiotu mete scrive:
    c'é una soluzione
    A macchina spenta tieni schiacciati i pulsantini TASTO AVANZAMENTO CARTA e TASTO INCHIOSTRO. Tenendoli schiacciati ACCENDI LA MACCHINA. Vedrai che lampeggerà solo la spia MANCA CARTA, ma succederà per pochi istanti prima di rientrare in blocco con tutte le spie lampeggianti . In quei pochi istanti in cui lampeggia solo Manca Carta rischiaccia solo il TASTO INCHIOSTRO e tienilo schiacciato finchè non succede qualcosa (anche 10 secondi). La tua Epson si sveglierà come la mia. Credo che ora vada pulita... seconda soluzione Il sintomo riscontrato in molte stampante Epson, per non dire tutte, che arrivate ad un certo punto della loro vita, accade che si bloccano e le lucette relativi ai fogli, e cartucce lampeggiano pur avendo inserito carta e cartucce nuove.Il blocco della stampante Epson sembra definitivo. Non correte a gettarle dal balcone, c'è un modo per recuperarle. EEPRom della vostra stampante, che è programmato per fare un certo numero di "copie" ma più esattamente di pulizie testine ed augelli, raggiunto il numero massimo consentito la stampante si blocca. Cancellare l'EEPRom è semplicissimo, grazie ad un software gratuito sviluppato da un programmatore russo che potete trovare:[url]http://www.ssclg.com/epsone.shtml[/url] Il programma è semplicissimo da utilizzare, trova la stampante utilizzata e poi basta premere di clean EEPRom , per riportare agli antichi fasti la vostra stampante Epson.Ciao
  • stefano scrive:
    SULLA STYLUS D92 NON FUNZIONA IL RESET
    SAPETE DIRMI DOVE POSSO TROVARE UN SOFTWER PER RESETARE SIA LA STAMPANTE CHE LE CARTUCCIE?
  • matteo barbagli scrive:
    puoi dirmi come si fa'
    ciao pollon55 sono uno dei tanti disperati che ha a che fare con il problema epson ho visto che tu hai una stampante come la mia puoi spiegarmi come posso sbloccarla per risolvere il problema della eeprom?????????? grazie mille meo
    • risolvere scrive:
      Re: puoi dirmi come si fa'
      Il programma in questione e' recensito qui:http://www.volainrete.it/informatica/ssc_epson.htm
    • gilberto perlini scrive:
      Re: puoi dirmi come si fa'
      anche io ho 3 stampanti che anno lo stesso difetto ho contattato un amico che si è servito dell'assistenzasolo per sboccarla a dovuto pagare 100.00 poi bisogna pagare tutto il resto del lavoro .alla fine si spende come una stampante nuova.anchio vorrei sapere come hai fatto a sbloccarla grazie
  • Wakko Warner scrive:
    Gentile Servizio di C.S. Epson
    Immaginiamo che io stia guidando la mia automobile e che mi trovi... chessò... in Svezia.Ad un certo punto l'automobile si inchioda e si spegne dicendomi "è ora di sostituire la cinghia, contattare l'assistenza" lasciandomi a piedi nel bel mezzo della strada in un Paese per giunta straniero lontano migliaia di kilometri da casa.Lo riterreste un comportamento corretto questo da parte del fabbricante della mia automobile?Che problema c'era a fornire all'utente un messaggino del tipo "Attenzione, i filtri sono pieni, è ora di sostituirli ostia!" e permettergli di continuare ad usare la stampante COMUNQUE a suo rischio e pericolo così come io posso continuare ad usare l'automobile COMUNQUE anche a rischio di rompere la cinghia di trasmissione? Per quale ragione poi non dare all'utente la possibilità di cambiare questi filtri da solo senza la seccatura di portare la stampante nei vostri centri?
    • Pollon55 scrive:
      Re: Gentile Servizio di C.S. Epson
      Il bello è che io all'assistenza ci sono stata e mi hanno detto che facevo prima a comprare una stampante nuova prima di accomodare questa e io mi sono detta: "Bene, se la devo comunque buttare, prima di arrendermi la smonto tutta e provo a farla ripartire. Ho lottato per un pomeriggio intero e come risultato ho ottenuto solo di sporcarmi di inchiostro da capo a piedi. Oggi, pronta a volarla dalla finestra, ho fatto con santa pazienza un ultimo tentativo e l'ho aggiustata. Ora ristampa proprio bene e ho risparmiato una settantina di euro che avrei speso per comprare la nuova HP.Ho appena finito di fare un'istruzione per ricordarmi come sistemarla la prossima volta che si blocca. Se al prossimo giro si pianterà per bene come un'automobile con la cinghia finita la butterò allora. Per il momento continuo a stamparci.Ditemi come posso fare per uploadare le istruzioni che ho fatto così le rendo comuni.Ciao, Ciao.
  • Pollon55 scrive:
    EPSON CX3650 - PROGRAMMINO
    E' tutto il pomeriggio che cerco il codice di resettaggio della eprom della EPSON CX3650... non ne posso più!!!!Ho trovato un programma su questo sito www.eserviceinfo.com/index.php?what=search2&searchstring=3650 il file da scaricare è questo: E_CX3500-4600b.zipma non il codice della eprom.Il programma gira ma la stampante non vuole sapere di ripartire. Io mi arrendo, domani vado a comprare un HP.Nel frattempo se qualcuno trova il codice dell'eprom (o la sequenza di tasti per il resettaggio, ebbene,si, ho saputo che esiste anche questa via)lo metta comunque sul forum.ADDIO EPSON!!!!!
    • Pollon55 scrive:
      Re: EPSON CX3650 - PROGRAMMINO
      CE L'HO FATTA!!!!CE L'HO FATTA!!!!ora la mia Cx3650 funziona senza aver speso un euro!!!Alla faccia dell'assistenza EPSON!Poi vi illustro tutti i passi.
    • Fabio64 scrive:
      Re: EPSON CX3650 - PROGRAMMINO
      Usa il programma per la Epson SSC service e specifico per epson ha parecchie funzioni anche il reset per le eprom e la pulizia delle testine singolarmente soft e approfondita io l'ho usato e va bene per la mia cx3650.- Ciao fammi sapere
  • Anonimo scrive:
    Multifunzione MPC600F Canon
    La stampante mi indica errore cartuccia errata come posso intervenire per ovviare.Grazie
  • Alex63 scrive:
    Epson Multifunzione CX 3650
    :@ Torino: Il problema della stampante che va in blocco per causa descritta già in precedenza, lo già avuta io con 2 stampanti epson, la prima perdendo mezza giornata di lavoro e sentirmi dire che il sottoscritto non usa cartucce originali oltre che decadimento garanzia per pulizia resettaggio e chissà quale altra diavoleria sono arrivati a 90 euro...stampante pagata 70 euro, allora con 129 euro ho acquistato la multifunzione ed ora ha un anno e 2 mesi, la multifunzione come avrete notato ancora in garanzia, io e mia figlia stampiamo molto e siamo molto contenti, ma se riporto in assistenza la stampante mi diranno la stessa cosa della prima, ora acquistare la stampante come la mia costa circa 99 euro qua a Torino, mi chiedo a questo punto se L'Epson e furba o noi siamo imbecilli che si continua ad acquistare epson??? senza contare che come in questo periodo di ferie la stampante non viene usata le testine si otturano e hai voglia di pulizia, con mia moglie ci siamo smenati per trovare il modo per pulirle e ci siamo riusciti, ma dico le altri stampanti come mai non hanno questo problema, io in azienda tengo sotto controllo le stampanti HP e le ultime che ho acquistato sono 3 multifunzione molto simile alla mia addirittura posso usarle via WI-FI in rete e hanno pasato i 2 anni e mezzo e si continua a stampare benissimo sia i vari documenti che le fotografie, sempre con cartucce ricaricabili, ditemi voi se se per qualcuno non c'è il ritorno economico a spese di noi utenti. Scusate la lunga e-mail ma, non solo a me, vorrei che la EPSON rivedesse il ttto per non cadere nel ridicolo e si facesse qualcosa, non ho problemi a portarla in assistenza, o quasi, ma quando sono nel laboratorio non vorrei sentirmi dire PER QUESTO PROBLEMA COSTA EURO 60 e bisogna aprire e vedere..se c'è altro, ma se supero le 100 euro che faccio ogni anno cabio stampante? forse si ma scusate non piu' EPSON e questo mi spiace molto. scusate dinuovo.. a questo punto chi mi puo' dire dove trovare il programmino per resettare la eprom?? fatemi sapere by Alex (Alpignano Torino)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 agosto 2006 21.37-----------------------------------------------------------
  • pyo scrive:
    Re: Quando la stampante dà forfait
    La funzione di bloccare la stampante quando la spugna è piena è utile per non danneggiare la stampante riempiendone il fondo di inchiostro e quindi ha il suo motivo. Sarebbe però una cosa un po' più seria (soprattutto x stampanti professionali come la R1800 che ho io) mettere invece di una spugna un serbatoio semplicemente svuotabile. Visto che quelli della Epson non lo fanno intendo farmi una modisfica alla stampante, dal momento che che ci faccio alte tirature. Se qualcuno l'ha già fatto mi mandi un'email a pyotux@tiscali.it. Intanto, visto che la spugna mi si è riempita (e anche le palle) mica qualcuno mi può dire come devo fare a smontare la stampante e pulire la maledetta spugnetta?
  • Anonimo scrive:
    Il contatore delle Stampanti Epson
    Cari amici, io ho avuto lo stesso problema con la stampante Epson C20.L'ho risolto con un programmino che ho scaricato dal sitohttp://www.dicecca.net/public/patch/Epson_printer.htmSpero che possa tornarvi utile.
    • anonimo scrive:
      Re: Il contatore delle Stampanti Epson
      guarda pure qui http://www.volainrete.it/informatica/ssc_epson.htmqui spiega tutto sulle stampanti epson
  • Anonimo scrive:
    aiuto per Epson Stylus Color 480
    Ho anche io lo stesso problema segnalato da molti.C'è un'anima buona che può aiutarmi a far ripartire una Epson Stylus Color 480 che di punto in bianco da un:"Errore sconosciuto, contattare l'assistenza".Il mio indirizzo di posta èandrea.arcangeli[chiocciola]tiscali.itInfinite grazieAndrea Arcangeli
  • Anonimo scrive:
    Richiesta software reset eeprom580
    Come da titolo, potreste mandarmi il link o il programma stesso per resettare la eeprom della Epson 580.Grazie millemanuber85@yahoo.it
  • Anonimo scrive:
    eeprom 580
    ho una epson r200 dopo cinque mesi ho avuto il problema del serbatoio pieno , per fortuna é in garanzia ,ripeto solo dopo cinque mesi , mai piu epson . In oltre il programma per resettare il tutto per mac esiste ?
  • Anonimo scrive:
    RESET EPROM 580
    Ciao a tutti qualcuno potrebbe darmi il link in cui trovare il porgramma x resettare la eprom della 580 o inviarmelo direttamente per posta....Graziesimone75@rocketmail.com
  • Anonimo scrive:
    kinzo
    salve ragazzio mi mandarte il programma per resettare la mia epson 580 non riesco a trovarlo in rerte grazie mille
  • Anonimo scrive:
    Ho una 670
    e me la tengo stretta. Comprata 4 anni fa per ora non perde un colpo e scaduta la garanzia di un anno ho iniziato a usare le cartucce compatibili non originali senza avere mai problemi. L'unico limite è la stampa in alta risoluzione su carta specifica, dove qualche piccola sbavatura c'è. Ovvio quindi non ci stampo le foto. Tuttavia smentisco che le compatibili durino meno o che danneggino la stampante: non so quale sia la vita auspicabile di una inkjet, ma dopo 4 anni anche se si rompesse domani con i soldi che ho risparmiato delle cartucce (rispetto alle originali) mi comprerei 2 stampanti nuove.Di sicuro non comprerò più Epson vista la magagna dei chip e le conseguenti difficoltà nell'uso di compatibili (si può fare ma è un filo più complesso). Per lo stesso motivo non comprerò nemmeno prodotti con testine integrate nelle cartucce (tipo hp o lexmark) che sono rigenerabili solo poche volte e per cui non esistono le compatibili (essendo la testina integrata). Ad oggi il male minore sembra Canon, sempre che non si scopra qualche nuovo guaio anche per quelle. Altrimenti non so, qualcuno conosce altre marche? In effetti non è che ce ne siano molte sul mercato consumer sufficientemente diffuse per garantire facile approvvigionamento di consumabili e supporto tecnico.
  • Anonimo scrive:
    Problemi con la Epson 580
    Ho il solito problema con L'eprom della Epson 580, qualcuno potrebbe indicarmi come resetterlo.Grazie pandabiricchina@tiscali.it
  • Anonimo scrive:
    eprom per epson 480
    Sarei molto grato se qualcuno mi potesse procurare un programma per azzerare i contatori della mia vecchia, ma ancora in ottimo stato, stampante. Come succede a molti si è bloccata ma non sono intenzionato a buttare via una macchina che ancora potrebbe funzionare. Potrebbe inviarmi il programma EPROM al mio indirizzo: barbarenzo@tin.it     GRAZIE.
  • Anonimo scrive:
    STESSO PROBLEMA PER LA C84 COME FACCIO??
    non sono pratico di internet, dowloads ecc. così il problema per me è ancora attivo. Spero in qualcuno che mi aiuti.grazieRoberto
  • Anonimo scrive:
    reset eeprom
    salve...ho una stampante epson stylus C20UX...è anch'io ho il solito problema della eeprom!!ho installato il programma per resettarla ma nn funziona come dovrebbe...se qualcuno può darmi un aiuto può contattarmi via mail all'indirizzo:delcadavide@aliceposta.itgrazie ciao
  • Anonimo scrive:
    Epson 1200 e 1290
    Ciao a tutti, io possiedo due stampanti della epson una 1200 e una 1290, ma lavoro con Macintosh, avete notizia di software x Mac per resettare la eprom della stampante?Mi si sono fermata quasi all'unisono? una addirittura quando stampa tira giu un kilo di inchiostro? Di nuovo ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    Reset eeprom
    Ciao ho una epson 580 e ho riscontrato lo stesso problema di errore sconosciuto dove posso scaricare il software per resettare l'Eeprom? lucaacqua@tiscali.it
  • Anonimo scrive:
    www.maledettacartuccia.it
    Io qui ci compro l'inchiostro A LITRI.... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: www.maledettacartuccia.it
      I Kit che ho acquistato da www.maledettacartuccia.it sono incredibili! Ho ridotto i miei costi di stampa del 90%! Qualità ottima! Lo consiglio a tutti! Fidatevi...io ho già acquistato 3 volte! :-D paolo (treviso)
      • Anonimo scrive:
        Re: www.maledettacartuccia.it
        Beh se è per questo ormai i siti che vendono inchiostro compatibile sul web non si contano più ;-)Volevo testimoniare la mia esperienza di acquisto su www.nextink.it servizio ottimo e veloce, prodotti di qualità. Non sono uno di quei siti in "voga" sul web, ma forse proprio per questo sono molto efficienti.Ciao
  • tropici scrive:
    testato il programma
    Testato il programma linkato dal DrSlump sul forum.E' completo ed ha anche la guida.Risultato: stampante rimessa a posto. TUTTO OK!
  • Anonimo scrive:
    Si fa anche senza programma
    Il reset del contatore si può fare anche senza software aggiuntivo. Ho controllato il service manual (quello in dotazione ai tecnici epson al centro assistenza) e risulta quanto segue:1.4.4 Special Setting ModeTo enter the special setting mode, press Load/Eject button and Cleaningbutton while turning on the printer. The Paper Out LED starts blinking.While it is blinking (for three seconds), press the specified button toactivate the desirable setting mode.NOTE: Special setting modes are not intended for users.-------------------------------------------------------------------| Switch | Function |-------------------------------------------------------------------| Load / Eject | ? Resets EEPROM and timer IC. |-------------------------------------------------------------------| Cleaning | ? Resets the ink overflow counter in || (Push for 10 seconds) | EEPROM. |-------------------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Si fa anche senza programma
      Peccato che la Epson 580 sia priva di tasti!- Scritto da: Anonimo
      Il reset del contatore si può fare anche
      senza software aggiuntivo. Ho controllato il
      service manual (quello in dotazione ai
      tecnici epson al centro assistenza) e
      risulta quanto segue:

      1.4.4 Special Setting Mode
      To enter the special setting mode, press
      Load/Eject button and Cleaning
      button while turning on the printer. The
      Paper Out LED starts blinking.
      While it is blinking (for three seconds),
      press the specified button to
      activate the desirable setting mode.
      NOTE: Special setting modes are not intended
      for users.

      ---------------------------------------------
      | Switch | Function
      |
      ---------------------------------------------
      | Load / Eject | ? Resets EEPROM
      and timer IC. |
      ---------------------------------------------
      | Cleaning | ? Resets the ink
      overflow counter in |
      | (Push for 10 seconds) | EEPROM.
      |
      ---------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    E lenuove cartuccie con chip!
    Ho acquistato qualche mese fa una stampante EPSON C42UX, al primo cambio cartuccie ho inserito le cartuccie di concorrenza ma la stampante ha iniziato a stampare male. Voi direte: "perforza sono di concorrenza". Niente di + sbagliato! La cara EPSON ha inserito nelle nuove stampanti le cartuccie con chip che,nel momento di installazione, ildriver riconosce e se per caso inserisci prodotti di concorrenza lei ti avvisa che la qualità potrebbe essere compromessa...... bla bla bla...". Provo a stampare ma dopo qualche giorno sia la cartuccia nera che quella a colori stampano male. E via con la pulizzia delle testine ma nulla da fare. Si esaurisce solo la cartuccia nera così decido di inserirne una originale. Da allora la stampante sptampa benissimo (normale la cartuccia è originale) e allora perchè anche la cartuccia a coloridi concorrenza va benissimo? Semplice con la scusa di migliorare la qualità EPSON ha inserito questi chip che permettono di controllare se inserite cartucce originali altrimenti vi farà funzionare male la stampante!
    • Anonimo scrive:
      Re: E lenuove cartuccie con chip!
      Questa e' la piu' grossa che ho sentito finora
    • Anonimo scrive:
      Re: E lenuove cartuccie con chip!
      Beh la truffa del chip è ormai vecchia,basterebbe solo questo per far perdere la faccia a epson,ma c'e' anche da aggiungere che quando si blocca tutto e ti dice di cambiare obbligatoriamente la cartuccia, dentro c'e' ancora il 15% di inchiostro!Furbata su furbata!RIdicola epson.Per fortuna vendono i kit di ricarica con programmatore eprom per bypassare il problema.Byez
      • Anonimo scrive:
        Re: E lenuove cartuccie con chip!

        Per fortuna vendono i kit di ricarica con
        programmatore eprom per bypassare il
        problema.E tu pensi che se Epson non fosse d'accordo sui kit sarebbero ancora in vendita????
        • Anonimo scrive:
          Re: E lenuove cartuccie con chip!
          - Scritto da: Anonimo

          Per fortuna vendono i kit di ricarica con

          programmatore eprom per bypassare il

          problema.

          E tu pensi che se Epson non fosse d'accordo
          sui kit sarebbero ancora in vendita????AH beh ci mancherebbe pure questa!!!!Che non sia possibile riprogrammare una eprom di una cartuccia di proprieta' mia!La cartuccia l'ho comprata, è mia, e posso riprogrammare tutte le eprom che ci mettono sopra a mio piacimento, mi sembra il minimo, che epson sia d'accordo o meno!Se ci tolgono pure questa liberta' di disporre degli oggetti di nostra proprieta' allora è proprio la fine!Byez
          • Anonimo scrive:
            Re: E lenuove cartuccie con chip!
            - Scritto da: Anonimo

            Che non sia possibile riprogrammare una
            eprom di una cartuccia di proprieta' mia!
            La cartuccia l'ho comprata, è mia, e posso
            riprogrammare tutte le eprom che ci mettono
            sopra a mio piacimento, mi sembra il minimo,
            che epson sia d'accordo o meno!Se non fosse d'accordo non esisterebbe il kit. Come non esisterebbero i modchip senza il tacito assenso (e una buona dose di informazioni) da parte dei produttori originali. O credi ancora a Babbo Natale ?
            Se ci tolgono pure questa liberta' di
            disporre degli oggetti di nostra proprieta'
            allora è proprio la fine!Beata ingenuità infantile. Vai a riprogrammare senza autorizzazione un controllo industriale "di tua proprietà" che ti ammazza un paio di operai, e vedrai dove te la mettono la "libertà". Oppure riprogramma il PLC di un semaforo, tanto è di tua proprietà anche quello, appartiene al comune e visto che tu paghi le tasse appartiene anche a te, quindi sei liberissimo di riprogrammarlo..... ma non l'insegnano più l'educazione civica, il concetto di responsabilità civile e la differenza tra proprietà e possesso alle scuole medie ?
          • Anonimo scrive:
            Re: E lenuove cartuccie con chip!
            - Scritto da: Anonimo
            Se non fosse d'accordo non esisterebbe il
            kit. Come non esisterebbero i modchip senza
            il tacito assenso (e una buona dose di
            informazioni) da parte dei produttori
            originali. O credi ancora a Babbo Natale ?Be', io tendo a credere agli I.C.E., per esempio, e ai monitor/programmatori per eeprom. Se poi lor signori semplifichino o meno le cose a chi produce modchips, kit e similari, non saprei, ma non e` strettamente necessario.
          • Anonimo scrive:
            Re: E lenuove cartuccie con chip!
            - Scritto da: Alex¸tg
            Be', io tendo a credere agli I.C.E., per
            esempio, e ai monitor/programmatori per
            eeprom. Se poi lor signori semplifichino o
            meno le cose a chi produce modchips, kit e
            similari, non saprei, ma non e` strettamente
            necessario.Puoi scommetterci le palle che lo è, soprattutto per i mod. Per la singola eprommina I2C tira via, basta capire la logica del formato usato e avere un POD adatto se si lavora con gli SMD.Per un device complesso su PCB a 4/6 layer, la musica è ben diversa. Prova a montare il probe del tuo ICE su un QFP a pin resinati, con i segnali più interessanti che arrivano solo sotto il corpo a buried vias dagli strati interni del PCB, poi me lo racconti. Avremmo problemi fisici insormontabili a lavorare sulle schede che facciamo noi se non si mettessero connettori diagnostici sui prototipi, figuriamoci mettere le mani su roba di produzione fatta da altri che non si conosce minimamente..... e sai com'è, in azienda da me fanno elettronica da vent'anni e hanno letteralmente miliardi di attrezzature, le capacità non mancano di sicuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: E lenuove cartuccie con chip!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Alex¸tg

            Be', io tendo a credere agli I.C.E., per

            esempio, e ai monitor/programmatori per

            eeprom. Se poi lor signori semplifichino o

            meno le cose a chi produce modchips, kit e

            similari, non saprei, ma non e`
            strettamente

            necessario.

            Puoi scommetterci le palle che lo è,
            soprattutto per i mod. Per la singola
            eprommina I2C tira via, basta capire la
            logica del formato usato e avere un POD
            adatto se si lavora con gli SMD.
            Per un device complesso su PCB a 4/6 layer,
            la musica è ben diversa. Prova a montare il
            probe del tuo ICE su un QFP a pin resinati,
            con i segnali più interessanti che arrivano
            solo sotto il corpo a buried vias dagli
            strati interni del PCB, poi me lo racconti.
            Avremmo problemi fisici insormontabili a
            lavorare sulle schede che facciamo noi se
            non si mettessero connettori diagnostici sui
            prototipi, figuriamoci mettere le mani su
            roba di produzione fatta da altri che non si
            conosce minimamente..... e sai com'è, in
            azienda da me fanno elettronica da vent'anni
            e hanno letteralmente miliardi di
            attrezzature, le capacità non mancano di
            sicuro.Uhm... io pensavo a quel tizio che avrebbe intercettato i segnali criptati sul bus dell'Xbox, tempo fa. Oh, bella, quindi sarebbe un problema, eh? male a sapersi, ma grazie comunque per la correzione.
          • Anonimo scrive:
            Re: E lenuove cartuccie con chip!
            - Scritto da: Alex¸tg

            Uhm... io pensavo a quel tizio che avrebbe
            intercettato i segnali criptati sul bus
            dell'Xbox, tempo fa. Oh, bella, quindi
            sarebbe un problema, eh? male a sapersi, ma
            grazie comunque per la correzione.Vedi, la questione si può spiegare in termini molto semplici o quasi. Quando si superano i 4 strati di PCB (oggi si viaggia su 6-8 anche per il consumer), c'è sempre la possibilità geometrica di ottimizzare e "nascondere" i segnali critici nei layer più interni, anche per questioni di EMI. Tra l'altro questo è uno dei problemi di ottimizzazione e geometria computazionale più interessanti per un programmatore. :)Tutto questo lavoro non viene più fatto a mano da... beh direi una decina d'anni, in sostanza da quando si sono diffusi massicciamente gli SMD e velocità di clock
            30-40 MHz.Per la faccenda xbox avevo letto anch'io la bufala. Se su un prodotto consumer ci sono bus completamente accessibili in superficie (sempre protetti dal solder, lo strato protettivo che dà quale tipico colorino verde alle schede) vuol dire che qualcuno ha lavorato coi piedi, o si fida troppo della scarsa manualità del prossimo. Grattare il solder e non portare via le piste richiede una certa mano chirurgica, te lo garantisco. E si parla di piste da 10-12 mils (millesimi di pollice) o meno.Ma è più verosimile che ci sia qualche connettore di espansione al quale attaccarsi, magari con un PCB fatto ad arte (stile quelli per bus ISA, EISA, PCI, CompactPCI o altra roba più esoterica come VMEbus, STD32, OPTO22 che ti danno assieme all'analizzatore logico) senza impazzire a cercare dove passano i segnali sulla board. Da lì a arrivare ai dettagli del firmware il passo rimane grande, ma tant'è.Alla fine della fiera succede che sui layer esterni rimangono solo ampie superfici di massa e di alimentazione, anche sulle schede a più alta densità - è per quello che si usa il multistrato, in fondo. Quindi se il CAD EDA ha fatto il suo dovere l'unica zona in cui puoi "intercettare" i segnali è sui pin degli IC o su qualche via (foro passante...) esterna. Anche lì c'è da distinguere, le vias possono essere passanti oppure buried, cioè connettere una sola delle due superfici a uno strato interno, quindi basta coprire da un lato (tipicamente col corpo dell'IC) e la via rimane inaccessibile. Quindi, se i pin sono resinati (come avviene quasi sempre nell'industry), vai poco lontano. E in ogni caso non è mai una passeggiata di salute montare un probe su contatti lunghi 2 mm scarsi a passo 0.65 (quello metrico dei normali QFP a 100 pin) o inferiore.
    • keiske scrive:
      Opinione non utile
      - Scritto da: Anonimo
      Ho acquistato qualche mese fa una stampante
      EPSON C42UX, al primo cambio cartuccie ho
      inserito le cartuccie di concorrenza ma la
      stampante ha iniziato a stampare male. A parte che appena usi una generica decade la garanzia e visto che le cartucce Epson costano meno non avendo la testina (la C42UX poi costano davvero poco) almeno per i 2 anni di garanzia potresti usarle in modo da sfruttare la garanzia se hai problemi.E poi, scusa, mi spieghi perchè una casa deve farestime di assistenza per preparare i suoi care centere poi si vede entrare 10 volte le stampanti che siaspetta perchè la gente usa cartucce generiche diqualità bassa?Magari tu hai usato delle cartucce generiche buone,ma la maggior parte sono scadenti. La nuova serie EpsonColor e Photo usa una goccia da 4 picolitri (la Photo 950 da 2 picolitri). Metti delle generiche di viscosità tale che nonsi spezzano in gocce da 4/2 picolitri e poi dimmi come stannoi tuoi ugelli (che non si possono cambiare).Magari stampi bene anche con le cartucce generiche (non della concorrenza. La concorrenza fa stampanti e colori, non solo colori) ma gli ugelli si massacrano.Secondo te le ditte di colori generici hanno le specifiche propietarie delle tecnologie Epson per valutare come produrre i loro inchiosrti? E allora...un po' di serietà.Se vuoi usare le generiche compri una Lexmark che costa 29 euro e usi le generiche. Dopo 6 mesi butti la stampante e ne compri una nuova da 29 euro.keiske
  • AdessoBasta scrive:
    Ve lo ricordate?
    Qualcuno forse ricorderà (mentre io non lo dimenticherò per il resto della vita) quel difetto di fabbricazione di una serie di stampanti Epson che al primo cambio di tanica rifiutavano di riprendere a stampare, beh, io ricordo che tutte quelle che avevo venduto alle mie aziende clienti finirono in assistenza e furono riparate in garanzia, due stampanti della stessa partita finirono però in casa di clienti privati che sostituirono le prime taniche dopo più di un anno. Risultato? Nonostante fossero bene a conoscenza del difetto di fabbricazione rifiutarono la riparazione in garanzia e presentarono preventivi oltre le cento carte (mila lire al tempo).E' da allora che non acquisto più Epson e metto in guardia chi me le chiede.In merito alla questione dell'articolo e alla risposta di Epson trovo ridicolo quantomeno che se tale è il motivo del blocco, non si possa conoscere la descrizione dell'errore e/o ripristinare (anche a proprio rischio e pericolo) il funzionamento della stampante.Perché non si fanno delle stampanti dove semplicemente si può eliminare l'inchiostro e sostituire i filtri a carico dell'utente? E' come se la mia automobile si rifiutasse di mettersi in moto perché il filtro dell'aria è da sostituire!!!Se volete qualcosa marcato Espon comprate uno scanner, forse una laser, ma, datemi retta, non le ink-jet.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ve lo ricordate?
      - Scritto da: AdessoBasta
      Se volete qualcosa marcato Espon comprate
      uno scanner, forse una laser, ma, datemi
      retta, non le ink-jet.COSA???? Ho comprato un epson perfection 1250 photo, pagando 350.000 lire; ora ho dovuto disattivare il file che partiva in automatico con windows (stimon.exe per win 95-98-me, un nome simile per win 2000) perchè 9 volte su 10 andava in crash: mi apriva la finestra di scansione da solo, si bloccava durante la scansione,ecc... e questo si verifica con 4 (QUATTRO) sistemi operativi diversiInvece di aggiornare i driver, hanno messo fuori la serie 1260... complimenti!!!!Ora ho comprato da 3 giorni la stampante hp deskjet 3816 e stampa da dio... mai più epsonps: quando funziona, scannerizza anche bene... ma cio driver bacati è come se non andasse appieno
      • Anonimo scrive:
        Re: Ve lo ricordate?
        Aspetta a dire HP.Per le stampanti tutto a posto.Per gli scanner... ehm... stesso problema di drivers con uno ScanJet 5400C pagato 600 mila lire qualcosa come 3 anni fa. L'avro` usato una decina di volte, per partire ci metteva 15-20 minuti, a volte piantava tutto il sistema... "intelliscan" m'ha fatto una tale pena che l'ho chiuso nell'attico e dopo tre anni e` ancora li`. Schianta, scanner HP.Morale: per le stampanti, HP va abbastanza bene fino a prova contraria (che probabilmente trovero` prima o poi). per gli scanner, boh?per ora ho appurato che quelli di marca X da tre lire vanno benissimo, a parte questioni di ovvia qualita`... ma non e` nemmeno tanto male, oltretutto.
  • Anonimo scrive:
    Prodotti duraturi=niente più incassi
    La filosofia che sta alla base di questo genere di problemi è che le grandi ditte fanno profitto su tutto tranne che sul prodotto finale : ovvero le stampanti.Fanno profitto sulle cartucce, sulla carta speciale, sull'assistenza.Io ho lavorato per un' altra grande ditta che produce stampanti in un call center in Nord Europa, qualche anno fa. Mi ricordo di essere stato indottrinato a 'rincitrullire' il cliente al telefono, tenendolo buono per evitare che piantasse casini, mentre le stampanti avevano problemi a loro noti come 'issues'. Il carrellino che sporcava la carta, la banda ottica di guida delle testine che, se sporca, mandava le testine a sbattere sul fondo e fare un rumore tipo trattore. Quasi tutti i nuovi modelli avevano problemi di questo genere, mentre i vecchi carrarmati (le vecchie serie) lavoravano e lavorano ancora come dei muli instancabili.Mi ricordo il caso di un modello nuovo , venduto a 2 lire, perchè "stupido" cioè senza un'adeguata scheda logica all'interno, ma solamente pilotato dai drivers di windows.Era ridicolo dover dire ai clienti di rivolgersi a microsoft quando telefonavano chiedendo perchè la loro stampante non funzionava sotto dos...E noi a regalare cartucce e carta fotografica per tenere buoni i clienti che ci urlavano al telefono...
    • Anonimo scrive:
      Re: Prodotti duraturi=niente più incassi
      Un cosa e' costruire un prodotto non duraturo,un'altra e' inventarsi un marchingegno che blocchi le sue funzionalita'.
    • keiske scrive:
      Re:

      Mi ricordo il caso di un modello nuovo ,
      venduto a 2 lire, perchè "stupido" cioè
      senza un'adeguata scheda logica all'interno,
      ma solamente pilotato dai drivers di
      windows.LOL, ho presente quei modelli...tutto il lavoro è sui driver, infatti farle girare sotto linux è un'impresa titanica ^_^Però se non erro (la marca) l'ultimo modello di fascia economica costa davvero 2 lire...ho visto gente comprarne 3 dicendo che costava meno la scatola che le cartucce a parte...Certo che in questo caso è davvero uno spreco incredibile di plastica.keiske ^_^
  • Anonimo scrive:
    mai piu' epson.
    Mia cugina aveva bisogno di una stampante inkjet per stampare la tesi, e le ho fatto comprare una 440.Visto che andava bene (come qualita' di stampa), ho comprato anch'io una epson, modello 640.Mia cugina ha stampato circa 2000 pagine, in 2 mesi, quindi un carico di lavoro piu' che tranquilllo, ma si e' guastata.Il rullo che prende il foglio s'e' rotto, porta all'assistenza e paga 70.000 lire (non piu' in garanzia).Alla mia si guasta il sensore di fondo corsa della testina, porto all'assistenza, sborso parecchi soldi.Porto a casa la stampante (e io la uso per circa 20-30 stampe mensili, e sempre protetta con una copertina antipolvere e un ups), dopo 2 mesi si guasta di nuovo, sempre il sensore di fondo corsa. rifaccio la trafila.SI guasta di nuovo, e il guasto e' LO STESSO CHE HA AVUTO MIA CUGINA SULLA 440, quindi e' un difetto di fabbricazione, ma riportata la stampante al negozio, mi dicono che avrei dovuto pagare.Morale: ho riportato a casa la 640 senza averla fatta riparare, adesso e' ferma da mesi, e ho comprato qualche cartuccia per una vecchia hp 520 b/n, che sono circa 7 anni e' un mulo, affidabile e robusta. nel frattempo stupidamente ho comprato una epson lx300 ad aghi, che ha continuamente dei problemi.sicuramente non consigliero' mai piu' epson a nessuno.
    • TeX scrive:
      Re: mai piu' epson.
      - Scritto da: Anonimo.....
      Morale: ho riportato a casa la 640 senza
      averla fatta riparare, adesso e' ferma da
      mesi, e ho comprato qualche cartuccia per
      una vecchia hp 520 b/n, che sono circa 7
      anni e' un mulo, affidabile e robusta. nel
      frattempo stupidamente ho comprato una epson
      lx300 ad aghi, che ha continuamente dei
      problemi.
      sicuramente non consigliero' mai piu' epson
      a nessuno.Beh, io uso tutt'ora una Epson LQ 500 ad aghi comprata credo nel 1989.... E' vero che la uso poco, ma non ha mai avuto il minimo problema.... Dovessi cambiarla non saprei proprio cosa prendere...
    • Anonimo scrive:
      Re: mai piu' epson.

      sicuramente non consigliero' mai piu' epson
      a nessuno.E fai male, perche' se usi un tuo caso personale come termometro sbagli. Se dovessi vedere la mia di Epson che va da quasi 2 anni senza mai un problema che diresti? Epson e' tra le piu' serie (direi insieme ad hp)
    • keiske scrive:
      Occhio al troll ^_^

      Mia cugina aveva bisogno di una stampante
      inkjet per stampare la tesi, e le ho fatto
      comprare una 440.
      Visto che andava bene (come qualita' di
      stampa), ho comprato anch'io una epson,
      modello 640.
      Mia cugina ha stampato circa 2000 pagine, in
      2 mesi, quindi un carico di lavoro piu' che
      tranquilllo, ma si e' guastata.
      Il rullo che prende il foglio s'e' rotto,
      porta all'assistenza e paga 70.000 lire (non
      piu' in garanzia).Dopo 2 mesi si è rotta e non era in garanzia? O dopo 3 anni visto che all'epoca delle lire era ancora di 3 anni la garanzia? Non è molto chiaro
      Alla mia si guasta il sensore di fondo corsa
      della testina, porto all'assistenza, sborso
      parecchi soldi.[cut]
      dopo 2 mesi si guasta di nuovo, sempre
      il sensore di fondo corsa. rifaccio la
      trafila.
      SI guasta di nuovo, e il guasto e' LO STESSO
      CHE HA AVUTO MIA CUGINA SULLA 440, quindi
      e' un difetto di fabbricazione.A tua cugina si era rotto il rullo che prende i fogli, a te il sensore di fondo corsa.Fai un po' pena.
      Nel frattempo stupidamente ho comprato una epson
      lx300 ad aghi, che ha continuamente dei
      problemi.
      sicuramente non consigliero' mai piu' epson
      a nessuno.Direi che prima di tutto dovresti smettere di consigliarlo a te stesso visto che sembri recidivo. ^_^keiske ^_^
      • Anonimo scrive:
        Troll sara' tua sorella!

        Dopo 2 mesi si è rotta e non era in
        garanzia? O dopo 3 anni visto che all'epoca
        delle lire era ancora di 3 anni la garanzia?
        Non è molto chiaroLa stampante e' stata comprata circa 10 mesi prima della stampa della tesi. in quei 10 mesi la stampante ha stampato circa 100 fogli.3 anni? allora i casi sono due: o sono stato fregato io, o stai mentendo tu.

        A tua cugina si era rotto il rullo che
        prende i fogli, a te il sensore di fondo
        corsa.

        Fai un po' pena.leggere meglio no, eh? I MIEI GUASTI ERANO 3! 2 rotture di fondo corsa, uno del rullo!
        Direi che prima di tutto dovresti smettere
        di consigliarlo a te stesso visto che sembri
        recidivo. ^_^Mi trovi tu una stampante ad aghi per uso non intensivo che non costi un occhio dell atesta, visto che ti ritieni cosi' intelligente??
      • ghost scrive:
        keiske non è un troll ma un tdc!
        TestaDiCazzoignorante e fazioso
    • Anonimo scrive:
      Re: mai piu' epson.
      Aggiungo una testimonianza, tanto per fare numero: le Stylus Color, anni fa, avevano un difetto di caricamento dei fogli, per via dello strano meccanismo di caricamento verticale che epson persevera nell'usare; quello proprio ai primi modelli di Stylus era confermato dall'assistenza: erano difettose. Amici mi hanno riportato che il difetto si e` ridotto nei modelli attuali, ma non del tutto risolto (quando caricano piu` di un foglio, quando li caricano storti, quando non li "acchiappano" affatto...). E... be', no, non mi piacciono le epson. Ne ho avuta una, aveva grossi problemi appunto di caricamento, anche se ammetto che la qualita` di stampa era buona per l'epoca. Non ne ho piu` comprate, sono passato alle HP col casettino di sotto... immagino che anche in casa HP i problemi ci siano, pero` mi sembrano molti meno di quelli accusati dalle epson.
  • DrSlump scrive:
    Link originale
    Il link del programma originale è questo:http://www.ssclg.com/epsone.shtmlTra parentesi l'ultima versione è la 2.91.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Figlioli
    Se una ditta che produce stampanti le facesse " atermine" rischierebbe solo di perdere clienti.Prima di digitare assicuratevi di aver acceso il cervello.
    • Anonimo scrive:
      Re: Figlioli
      Sbagli totalmente!Perche' devono alimentare tutti i mercati,quello dell'assistenza,quello delle cartucce e anche quello delle nuove vendite.In TUTTI i campi ci vendono delle cose a termine.A partire dalle automobili,ai pc,agli scanner,ai cellulari,alle macchine fotografiche ai giocattoli etc etc etc.Se ci fosse la volonta,tutti questi oggetti potrebbero durare 10 volte tanto, ma cosi' comprometterebbero il ricambio e le vendite dei nuovi prodotti.Questo te lo dico per esperienza diretta,lavorando in un campo dove i prodotti sono appositamente studiati per durare un certo tempo,dopodiche' DEVONO per forza avere qualche problema,anche se allo stesso costo si potrebbe farli durare molto di piu'.Pensa che avevamo fatto un prodotto che non si rompeva mai,e abbiamo dovuto indebolirlo appositamente per farlo durare meno.Questa non e' fantascienza, ma sono strategie di mercato che TUTTE le aziende hanno.Byez
      • Anonimo scrive:
        Re: Figlioli
        Finalmente qualcuno che dice come stanno le cose
        • keiske scrive:
          Re:
          - Scritto da: Anonimo
          Finalmente qualcuno che dice come stanno le
          coseC'era bisogno? Credo che l'autore del primo post intendesse che nessuno vi dirà esplicitamente: "Ecco a voi un prodotto che dopo 3 anni si romperà!" ^_^Anche se è così...Poi se qualcuno pensa il contrario allora per fortuna che qualcuno ha detto le cose come stanno ^_^keiske ^_^
      • Anonimo scrive:
        Re: Figlioli

        Questa non e' fantascienza, ma sono
        strategie di mercato che TUTTE le aziende
        hanno.Quindi smettetela di comprare qualsiasi cosa. Un po' di coerenza
    • Anonimo scrive:
      Re: Figlioli
      Ciao Paparino, per fortuna che ci sei tu.....
    • DoubleGJ scrive:
      Re: Figlioli
      Quindi se io ti offro un mouse a ?10 e tu sai che domani si romperà......naturalmente lo compreresti lo stesso.Ragazzi un applauso.....tra noi abbiamo un GENIO!PS: Spero tu abbia un pò di senso dell'humor, non offenderti :PDoubleGJ
  • DoubleGJ scrive:
    ERRORE SCONOSCIUTO UN CORNO!!!
    Se questo del contatore fosse stato un metodo per stabilire un punto in cui la stampante necessita di manutenzione da un centro tecnico autorizzato come ha risposto la Epson, il messaggio dato dal software sarebbe stato differente e non "errore sconosciuto contattare l'assistenza". Secondo il mio modesto parere è semplicemente un metodo scorretto per fare cestinare le stampanti ancora funzionanti ai clienti Epson.Secondo voi.....la Epson metterebbe dei rilevatori di livello di inchiostro per poi non far vedere al cliente quanto manca alla fine delle cartucce???Assurdo non trovate?Se questa tecnologia svolge un determinato compito ed è stata pensata per una utilità particolare come NON FAR ROVINARE LA STAMPANTE, sicuramente sarà stato pensato anche un modo per notificare l'avvenuto raggiungimento del punto di non ritorno. SE COSI NON E'...........NON E'! DoubleGJ
  • Anonimo scrive:
    Associazione consuamtori
    Perche' non esponete il caso ad un'associazioneconsumatori?
    • mirko1980 scrive:
      Re: Associazione consuamtori
      non mi sembra il caso il problema l'ho risolto e mi sono proposto di aiutare anche altri nel caso avessero lo stesso problema!io lo volevo solo dire a tutti ma non per fare questioni solo per rendere trasparente cio che mi è capitato. ribadisco per me la epson è una delle migliori e non mi va di screditarla, voglio solo aiutare chi come me ha avuto o avrà lo stesso problema!ciao a tuttiMirko
      • Anonimo scrive:
        Re: Associazione consuamtori

        voglio solo aiutare chi come me
        ha avuto o avrà lo stesso problema!
        ciao a tutti
        MirkoPotresti postare il link dove hai scaricato il programma.Grazie :)
  • hermooz scrive:
    Mi devo unire...
    ...al numero di persone rimaste totalmente insoddisfatte dalla politica Epson.Io ci sono 'cascato' con una 680. La acquistai due anni fa convinto dalla qualità di alcune stampe di prova su carta fotografica. All'epoca non era tra l'altro tra le extra-economiche, e quindi mi aspettavo di avere un prodotto di buona qualità.Peccato che io a casa non usi molto la stampante, in pratica solo in casi particolari, senno' faccio tutto in ufficio. Bene: non usando la stampante per alcune settimane tra una stampa e l'altra, in pratica quando ne avevo bisogno regolarmente all'accensione partiva un 'ciclo di pulizia' che stando all'indicatore del driver consumava circa il 10% dell'inchiostro da ogni serbatoio (C,Y,M,K). Ho tentato di evitarlo (lasciando la stampante accesa anche quando non la usavo), ma niente da fare, la qualità di stampa era assolutamente inaccettabile; anzi, a volte sono stato anche costretto a ripetere due volte il ciclo di pulizia per avere un risultato presentabile.Il risultato? In un anno di uso nel quale avro' fatto si e no 50 stampe A4 (di pagine di testo tra l'altro), ho esaurito le cartucce. O meglio, il software di stampa le ha dichiarate esaurite (anche se visibilmente non lo sono affatto), e la stampante si rifiuta di stampare. Considerando quanto costano le cartucce, non le ho mai sostituite: da allora la uso solo come soprammobile. Se qualcuno la vuole gliela regalo, basta se la venga a prendere...Ah, ovviamente ho comprato una laser. Di un'altra marca pero', come tutte le altre stampanti che comprero' e faro' comprare alle persone a cui faccio da consulente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi devo unire...
      - Scritto da: hermooz(cut)
      da allora la uso solo
      come soprammobile.
      Se qualcuno la vuole gliela regalo, basta se
      la venga a prendere...:-Ddi che zona sei? :-D
      Ah, ovviamente ho comprato una laser. Di
      un'altra marca pero', come tutte le altre
      stampanti che comprero' e faro' comprare
      alle persone a cui faccio da consulente.QUESTO E' PARLARE!bravo!e da notare c'è questo: per uno che vedete dire queste cose ce ne sono 30 che non dicono, ma fanno esattamente lo stesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi devo unire...
      Io ho una stylus color 660, quando mi segnala che è finito l'inchiostro, fingo di cambiare la cartuccia e rimettendo la stessa e lei continua a funzionare tranquillamente...
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi devo unire...

      O meglio, il software di stampa le
      ha dichiarate esaurite (anche se
      visibilmente non lo sono affatto), e la
      stampante si rifiuta di stampare.Basta togliere e rimettere la stessa cartuccia. La stampante crede che tu l'hai cambiata e invece... ;-)
    • keiske scrive:
      Re:

      Peccato che io a casa non usi molto la
      stampante, in pratica solo in casi
      particolari, senno' faccio tutto in ufficio.
      Bene: non usando la stampante per alcune
      settimane tra una stampa e l'altra, in
      pratica quando ne avevo bisogno regolarmente
      all'accensione partiva un 'ciclo di pulizia'
      che stando all'indicatore del driver
      consumava circa il 10% dell'inchiostro da
      ogni serbatoio (C,Y,M,K). Se usi poco la stampante allora ti consiglio una HP.Se la usi normalmente (anche una volta alla settimana) allora va bene una Epson.Basta sapere cosa conviene. Non esiste la "stampante assoluta"Se usi molto la stampante l'HP ti costa come un somaro a biscotti per le cartucce.Se stampi molto i colori Y,M,C ti conviene una con i tre colori separati.Ci sono tanti modelli apposta. Se chi te l'ha venduta non ti ha detto queste cose allora cambia negozio, così troverai qualcuno che ti spiega cosa comprare in base all'uso.La laser per il tuo caso sembra essere una buona scelta (se non fai colore chiaramente)keiske ^_^
  • Anonimo scrive:
    VERGOGNA EPSON
    E' una cosa incredibile....Io ero intenzionato in questi giorni a comprarmi un computerone con annessa stampantona EPSON (pure cara), ma credo proprio che ripiegherò su un'altra marca.Non voglio essere preso per il c*lo né tantomeno voglio che la stampante mi pianti in asso nel bel mezzo di un lavoro.Grazie Epson, e addio.
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA EPSON
      - Scritto da: Anonimo
      E' una cosa incredibile....
      Io ero intenzionato in questi giorni a
      comprarmi un computerone con annessa
      stampantona EPSON (pure cara), ma credo
      proprio che ripiegherò su un'altra marca.
      Non voglio essere preso per il c*lo né
      tantomeno voglio che la stampante mi pianti
      in asso nel bel mezzo di un lavoro.

      Grazie Epson, e addio.Tanto non cambia nulla, oggi tutti i fabbricanti fanno lo stesso gioco perchè se non lo fanno sono loro a perderci rispetto agli altri.Mi ricordo ancora i bei tempi in cui un apparecchio poteva funzionare per 10anni ricarica dopo ricarica senza troppo intoppi. Ma la qualità è controproducente per i fabbricanti, se HP costruisse una stampante che funzionasse per sempre e con qualsiasi tipo di inchiostro e carta non venderebbero più nulla dopo pochi anni. È chiaro che sul momento ci sarebbe probabilmente un boom dovuto a tutti quelli che compererebbero quella stampante, ma una volta che il mercato è saturo nessuno compera più. L'unico modo è fare materiale che si esaurisce, così stanno tranquilli, bene o male dovrai tornare da loro e comperare del materiale nuovo.È tutto un magna magna e non solo da parte di Epson, lo è da parte di tutti.ciao
  • Anonimo scrive:
    Mai più epson,e dico il xche..
    Ho deciso che non prendero' mai piu' stampanti epson.Ormai le furbate che hanno fatto stanno diventando troppe.1.Cartucce che si esauriscono quando ancora dentro c'e' circa il 15% di inchiostro, e si e' obbligati a cambiarle.2.CHip all'interno delle cartucce in modo da ostacolare le ricariche o le compatibili.3.Quando ti si esaurisce la cartucca a colori, non puoi stampare con quella nera ,anche se ancora piena, xche devi sostituire per forza quella a colori esaurita.4.Blocco dopo tot pulizie della testinaAd alcuni di questi problemi si è risolto con software o hardware adatti, ma la serieta' dell'azienda è stata messa molto in dubbio.Io 2 settimane fa ho preso HP....Byez
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai più epson,e dico il xche..
      - Scritto da: Anonimo
      Ho deciso che non prendero' mai piu'
      stampanti epson.
      Ormai le furbate che hanno fatto stanno
      diventando troppe.
      1.Cartucce che si esauriscono quando ancora
      dentro c'e' circa il 15% di inchiostro, e si
      e' obbligati a cambiarle.
      2.CHip all'interno delle cartucce in modo da
      ostacolare le ricariche o le compatibili.
      3.Quando ti si esaurisce la cartucca a
      colori, non puoi stampare con quella nera
      ,anche se ancora piena, xche devi sostituire
      per forza quella a colori esaurita.
      4.Blocco dopo tot pulizie della testina

      Ad alcuni di questi problemi si è risolto
      con software o hardware adatti, ma la
      serieta' dell'azienda è stata messa molto in
      dubbio.
      Io 2 settimane fa ho preso HP....
      Byezahahahhahah uhuhuhuhuuhuhuhuu tutto questo sbattimento tutto questa incazzatura per cadere dalla padella alla brace, spero che tu non abbia cambiato la epson solo per queste inezie, perche allora tra un po cambierai l'HP.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mai più epson,e dico il xche..
        Non so a cosa ti riferisci, ma uso HP da anni (oltre che epson) e mi sono sempre trovato benissimo in tutti i sensi.
        • keiske scrive:
          Re:
          - Scritto da: Anonimo
          Non so a cosa ti riferisci, ma uso HP da
          anni (oltre che epson) e mi sono sempre
          trovato benissimo in tutti i sensi.Credo intendesse che quelle citate nel primo post sono "inezie" nel senso che il punto 4 l'avrà letto qui (adesso sembra che tutti abbiano avuto il blocco per via della pulizia testine LOL) Il problema del blocco con colore vuoto e nero pieno si risolve mettendo da parte una cartuccia colore quasi vuota e mettendola su in casi di necessità stampando solo nero (se vuoi il colore del resto la compreresti no?) ^_^I primi punti sinceramente non li ho neanche capiti per bene io.Cmq ci sono sempre e ci saranno sempre trolletti che trollano in un mondo di troll ^_^ciao keiske ^_^
  • Anonimo scrive:
    link al programma
    Anche io ho lo stesso problema. La stampante l'ho data ad un mio amico che l'ha provata e non funziona neanche a lui; L'avrei buttata fra qualche giorno, ma saputa questa cosa provo a vedere se il giochetto funziona anche a me.LA cosa strana è che ce l'ho da un anno e avrò fatto si e no 4 pulizie della testina. L'errore però è lo stesso.Il link al programma è il seguente basta scaricare l'unico zippato dell'archivio:URL: http://discovirtual.terra.com/Log: showmagico2Pass: waliwali
    • Anonimo scrive:
      Re: link al programma
      ho avuto anch'io lo stesso problmea, ho provato a guardare nell' archivio che hai indicato ma è vuoto??Comemai???
    • Magico3 scrive:
      Re: link al programma
      Ho provato ma non c'è niente !!Ho lo stesso problema di molti altri, chi può aiutarmi ??
  • Anonimo scrive:
    Eeprom...
    E' un fatto noto che le case produttricidi stampanti in realta' sono delleInk farm, ovvero i soldi li fanno, nonvendendo le stampanti (che in molticasi sono addirittura sottocosto), bensi'vendendo a 100 cartucce di inchiostro e cartache a loro costano 1. E vale per Epson, Lexmark, HP,etc.; insomma quello che esce dalla portarientra dalla finestra...Le stesse stampanti poi che troviin offerta nei supermercati a25-30 Euro (che quando eranouscite ne costavano 200) le dannocon le cartucce nuove semiesaurite.In molti altri casi, inoltre i produttoridi stampanti fanno di tutto per produrremodelli che si rifiutano di funzionarecon le cartucce "compatibili"...Sarebbe interessante sapere se nel casospecifico del lettore il blocco e' nei driver, oppure nelfirmware della stampante stessa,nel qual caso un utenteLinux che stampa con Ghostscript e CUPS, nonsi accorgerebbe di nulla...Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Eeprom...
      Ti pareva che linux non doveva uscire pure questa volta............................ quanto sarete convinti tutti quanti..........................Dato che tu stesso metti come oggetto eeprom, mi spieghi come puoi pensare che il contatore sia nel driver?
      • Anonimo scrive:
        Re: Eeprom...
        salve. non sono il lanciatore del tread.oggi grazie a questa notizia ho ripristinato la mia epson 480 anche su windows.mi chiedevo come mai la stampante non funzionasse su windows (driver epson) ma solo su linux (driver cups) ; forse cups invia dati alla stampante senza controllare i capricci delle variabili della eeprom.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eeprom...
          Sicuramente è cosi, il driver epson è stato scritto appositamente per leggere capricci della eeprom, è la stessa cosa che succede per le schede netsystem, se si usa il driver di loro, riescano a bloccarti la scheda, invece se si usa il driver originale non c'è nessun rischio.
  • Anonimo scrive:
    Se è come dice Epson...
    ...perché non dichiararlo?Perché non scrivere sul manuale che dopo un certo tempo quei filtri devono essere sostituiti e incorporare nel software una funzione che dice a che punto siamo?In tal modo l'utente saprebbe anche qual'è il "guasto", che in realtà sarebbe un'operazione di manutenzione.Inoltre, non correrebbe il rischio di vedersi bloccare una stampante perfettamente funzionante nel bel mezzo della stampa di un lavoro, magari da consegnare il giorno dopo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se è come dice Epson...
      Il problema è che devono alimentare anche il mercato delle riparazioni , oltre a quello delle cartucce.Sempre un mercato e'.....
  • ghost scrive:
    non solo epson
    Ahimè, non solo le stampanti soffrono (e fanno soffrire) di certi problemi!Avete un'auto? Si, quella cosa a 4 ruote che ogni tanto ti dice: "avaria impianto controllo motore (Lancia)" o minaccia di fermarsi dopo pochi km se non la porti immediatamente dal concessionario (BMW) e via dicendo...problema 1) quante ditte pensano ai clienti in questi termini: come faccio a incularli meglio???problema 2) quanti di noi/voi che leggiamo PI ragioniamo allo stesso modo?Che squallida bestia l'uomo.
  • mirko1980 scrive:
    sono io quello della epson sscrivete qui
    Ciao ragazzi, io sono il ragazzo della lettera.allora di stampe in due anni ne avrò fatte 500 + o meno, il problema è che usando kit di ricarica e stampando ogni 15 giorni ero costretto tutte le volte a fare un ciclo di pulizia x poi stampare bene.la risposta di epson mi è sembrata una presa in giro, il reset dell'eeprom l'ho fatto circa due mesi fa e la stampante tutt'oggi stampa ancora benissimo. ho letto che si diceva che non ne erano mai capitati di casi del genere, certo vi dico anche il perchè: una persona dopo due anni che usa una stampante da 70 euro e dopo due anni gli compare un messaggio tel all'assistenza, l'assistenza dice che è ha un problema x che costa + del volore della stampante il cliente dice: è costata poco è durata tanto è ora di cambiarla.io non ho fatto quel ragionamento, perchè se la meccanica è ancora nuova (500 stampe) l'errore deve essere dato dal fatto che ho fatto tanti cicli di pulizia o cambi cartucce???andate su google e digitate eeprom 580 vedrete quanta gente al mio problema!!!!Il sito ragazzi non me lo ricordo se a qualcuno servisse risponda qua che lo contatterò e gli darò il famoso programmino. scusate ancora ma non era + sensato da parte della epson invece di bloaccare la cartuccia con un eeprom piena farla morire con ad es usura mecanica o della testine??CIAO a TUTTIMirkoPs: anche se ho avuto questo problema la epson è sempre la migliore!!!
    • mirko1980 scrive:
      Re: sono io quello della epson sscrivete qui
      eccovi il link:http://es.groups.yahoo.com/group/epsonianos/entrate registratevi e leggete a quanta gente è capitato il mio stesso problema e non solo alla 580!!!!!CIAO A TUTTIMirko
    • Anonimo scrive:
      Re: sono io quello della epson sscrivete qui
      Ciao. Io sono uno dei tanti testimoni del blocco improvviso della epson 580 con lo stesso errore.Le informazioni che state dando sono decisamente molto interessanti! Ci avrei giurato che sotto sotto ci fossequalche inghippo. L'unica cosa che mi sento di dire chiaramente è che nemmeno io ho usato molto la stampante nè ho effettuato molte pulizie della testina, per cui non avrebbe dovuto fermarsi così presto.
      • tropici scrive:
        Re: sono io quello della epson sscrivete qui
        Ciao. Io sono uno dei tanti testimoni del blocco improvviso della epson 580 con lo stesso errore. Le informazioni che state dando sono decisamente molto interessanti! Ci avrei giurato che sotto sotto ci fosse qualche inghippo. L'unica cosa che mi sento di dire chiaramente è che nemmeno io ho usato molto la stampante nè ho effettuato molte pulizie della testina, per cui non avrebbe dovuto fermarsi così presto.Mirko 1980 non so come contattarti. Mi potresti passare il programmino per la eeprom della mia epson 580? Grazie infinite.
      • Anonimo scrive:
        Re: sono io quello della epson sscrivete qui
        eh no, se non hai effettuato molte pulizie della testina ...
    • tropici scrive:
      Re: sono io quello della epson sscrivete qui
      Mirko 1980 non so come contattarti. Mi potresti passare il programmino per la eeprom della mia epson 580? Grazie infinite.
      • mirko1980 scrive:
        Re: sono io quello della epson sscrivete qui
        la mia mail è:gioriamirko@inwind.itchi ha dei problemi mi scriva pure e vedrò se posso aiutarlo!ciao a tutti
      • Anonimo scrive:
        Re: sono io quello della epson sscrivete qui
        ma cristo, siete registrati tutti e due!!!!!!!!usate il servizio di messaggistica interno della community di PI ... PORCA TROTA!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: sono io quello della epson sscrivete qui
      Ciao. E' possibile avere una tua email o comunque una forma qualsiasi per poterti contattare?Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: sono io quello della epson sscrivete qui
      - Scritto da: mirko1980
      Ciao ragazzi, io sono il ragazzo della
      lettera....
      andate su google e digitate eeprom 580
      vedrete quanta gente al mio problema!!!!
      Il sito ragazzi non me lo ricordo se a
      qualcuno servisse risponda qua che lo
      contatterò e gli darò il famoso programmino.
      scusate ancora ma non era + sensato da parte
      della epson invece di bloaccare la cartuccia
      con un eeprom piena farla morire con ad es
      usura mecanica o della testine??Credo che il tutto sia molto semplice. Se la stampante si rompe per usura reale rischiano che coloro che usano a fondo la stampante si rivolgano a loro quando è ancora valida la garanzia.Immagina di comperare la stampante e di usarla in una piccola ditta dove bene o male vengono stampate 50 pagine al giorno. In due anni ti fai circa 20000 stampe. Il tizio che la usa solo saltuariamente come te invece ne fa solo 500 nello stesso periodo di tempo (io personalmente stampo si e no 50 pagine all'anno). Cosa capita?Quello che stampa 20000 copie riporta la stampante guasta ogni 2 mesi per ripararla in garanzia a causa dell'usura dei componenti, quello che stampa 500 copie non la riporterà che dopo anni.Chiaramente a loro non interessa perchè spenderebbero troppo per la garanzia.Immaginati invece di avere del materiale di qualità ma un contatore che dopo 100 puliture della testina ti blocca la stampante richiedendo l'intervento del tecnico (caso della Epson).Quello che stampa 500 copie farà molte puliture (inutili) della testina nonostante non cambi la cartuccia e in 2 anni chiamerà il tecnico dopo lo scadere della garanzia e al meglio compererà una nuova stampante dicendosi che in fondo quest'ultima ha fatto la sua vita.Quello che stampa 20000 copie chiamerà il tecnico ogni 100 cambi di cartuccia (infatti al ritmo in cui stampa non avrà probabilmente bisogno di pulire la testina troppo spesso) dicendosi che comunque la stampante fa un buon lavoro e che ha bisogno di una buona disponibilità.In ogni caso il cliente paga l'intervento perchè non rientra tra i guasti e quindi non deve essere riparato in garanzia, si tratta di un servizio di manutenzione.È ovvio che tutti i costruttori inseriscono dunque dei contatori in tutti i loro sistemi. Lo scopo è di ridurre a zero gli interventi in garanzia e aumentare gli interventi di manutenzione (lautamente pagati) e gli interventi di hotline (non meno paganti).
      CIAO a TUTTI
      Mirko
      Ps: anche se ho avuto questo problema la
      epson è sempre la migliore!!!ciao
    • Cerbero scrive:
      Re: sono io quello della epson sscrivete qui
      Caro Mirko,grazie per le informazioni utili che hai fornito a tutti gli utenti delle stampanti Epson. Ho una Epson Stylus Color 680, e qualora mi capitasse il tuo problema mi servirà il software per cancellare l' EEprom. Ti sarei grato se mi inviassi il programma in questione, il mio E-mail è: Zaratustra12002@libero.itCiaoRoberto
  • keiske scrive:
    Sarebbe bello se...
    L'articolo indicasse anche quante stampe ha effettuato piu' o meno il lettore, visto che egli stesso ha dovuto cercare in rete e non sembra fossero molti ad aver avuto quel messaggio.Io ho fatto promozioni per Epson (per una agenzia esterna, quindi non sono loro dipendente) e statisticamente non ho mai sentito di persone che avessero avuto questo problema.Ho sentito di altri problemi (soprattutto di meccanica) ma non di questo.Del resto una stampante (qualunque essa sia) che costa sui 200 euro, dopo 3 anni di utilizzo (o 2 adesso con la nuova legge sulla garanzia) potrebbe aver già svolto il suo buon dovere. O forse c'è qualcuno che (per fare un paragone) ha il coraggio di lamentarsi se dopo un migliaio di masterizzazioni il CD-RW nno masterizza più bene? Se mettessero un blocco anonimo che poi si scopre essere un blocco per via del fatto che il laser non scrive più e bisognerebbe rifocalizzare la luce laser, qualcuno si scandalizzerebbe dicendo: "Perchè non me l'avete detto? L'avrei riparato, invece di perdere soldi comprandone uno nuovo".Epson ha una politica (che potete trovare anche dando un'occhiata al loro sito italiano) molto trasparente di ogni aspetto (dai prezzi all'indicazione della durata cartucce in base alla % di copertura del foglio) oltre ad avere una filosofia ecosostenibile in tutta la sua produzione.Cercate sul sito della sua maggiore concorrente uno e un solo modello in cui si segnalata la durata della cartuccia in base alla copertura.Cmq se ritenete che questo episodio sia talmente grave da minare la credibilità di una azienda che si è sempre dimostrata seria (non dico la migliore, o di qualità assoluta, questo lo deve decidere il cliente, ma sulla serietà non credo ci siano molte ombre nella sua storia) evitate di acquistare Epson e siete a posto.Rimane il fatto che quella lettera (perlomeno con diritto di replica) mi sembra riflettere un tipo di articolo a sensazione (tanto caro all'Espresso ultimamenet) che ultimamente PI sembra amare particolarmente.De gustibus.keiske
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe bello se...

      Io ho fatto promozioni per Epson (per una
      agenzia esterna, quindi non sono loro
      dipendente) e statisticamente non ho mai
      sentito di persone che avessero avuto questo
      problema.Si infatti, ma anche sulla qualita' complessiva penso non ci sia nulla da ridire. Certo uno puo' anche essere sfigato. Credo pure che per quello che costano a volte conviene comprarsi una stampante aggiornata piuttosto che insistere con la vecchia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe bello se...
      ***: Cmq se ritenete che questo episodio sia talmente grave da minare la credibilità di una azienda che si è sempre dimostrata seria (non dico la migliore, o di qualità assoluta, questo lo deve decidere il cliente, ma sulla serietà non credo ci siano molte ombre nella sua storia) evitate di acquistare Epson e siete a posto. ***Infatti penso che molti non la compreranno più.Molte volte il massimo della risoluzione non si usa e fa molta peggior pubblicità il fatto di essere presi per il ciap che altro.Grande marketing ;=)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe bello se...
        mi pare ovvio che continuero' a comprare Epson visto che la mai mitica mi funzia alla grande
      • mirko1980 scrive:
        Re: Sarebbe bello se...
        secondo me epson è sempre la migliore penso solo che quello che mi è capitato non è un comportamento da società leale con i clienti!ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe bello se... (HP)
      Io ho una HP da 7 anni, da un anno ricarico le cartucce da me, e credo proprio che arrivero' ai 10 anni.Consumo circa 6 cartucce l'anno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe bello se... (HP)
        Anch'io ho una HP da 7 anni e non mi ha mai dato problemi... Purtroppo però molte persone che conosco (non so se sia un caso) hanno dovuto buttare epson comprate da pochi mesi per problemi vari come: testine rotte, scheda rotta e altri inconvenienti. Inoltre, i costi di riparazione nei centri di assistenza epson erano esorbitanti. Molti infatti hanno ripiegato su Canon. Alcuni negozianti inoltre mi hanno detto le epson le vendono solo su richiesta perchè stufi di mandarle in assistenza e sostituirle. Ripeto, non so se sia un caso, comunque vista la mia esperienza non mi danno molta affidabilità...
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe bello se...
          un mio collega ha comprato uno scanner hp due anni fa, pagato un bottoadesso si è rotta la scheda di comunicazione (scsi / USB) e gli hanno detto che costa più ripararla che comprare lo scanner nuovo
        • keiske scrive:
          Occhio al troll ^_^
          - Scritto da: Anonimo
          Anch'io ho una HP da 7 anni e non mi ha mai
          dato problemi...
          Purtroppo però molte
          persone che conosco (non so se sia un caso)
          hanno dovuto buttare epson comprate da pochi
          mesi per problemi vari come: testine rotte,
          scheda rotta e altri inconvenienti.
          Ripeto, non so se sia un caso, comunque
          vista la mia esperienza non mi danno molta
          affidabilità...Scusa ma se tu hai detto che usi una HP da 7 anni,di che esperienza parli? Delle persone che conosci?Ah, scusa ^_^keiske ^_^
    • godzilla scrive:
      Re: Sarebbe bello se...
      cioè secondo te il tizio si è inventato tutto?facci capire.salutigodzilla
      • keiske scrive:
        Re:
        - Scritto da: godzilla
        cioè secondo te il tizio si è inventato
        tutto?
        facci capire.

        saluti
        godzillaE quando l'ho detto? Se mi citi il pezzo provo a spiegarmi meglio ^_^Forse l'ultimo pezzo? Ho solo detto che mi sono reso conto leggendo di una serie di prodotti di una ditta che ho imparato a conoscere bene (ripeto più come "filosofia" che come "qualità") come sia facile indebolirne la reputazione. Mi sarebbe piaciuto leggere tipo: "Con Epson c'è questo problema, fate così e risolvete" e non: "La Epson vi frega i soldi bloccando la stampante dopo TOT pulizie testina".Penso freghi di più una casa che vende una stampante a due lire e poi a casa ti accorgi che dentro c'è solo la cartuccia di colore e non di nero (e il nero lo puoi fare col colore ma consumi il triplo). Ma come vedi nonostante tutto non la nomino. Ho notato questa cosa e quando mi è stato chiesto di quel prodotto l'ho solamente fatto notare: "Guardate che se volete anche il nero dovete comprarlo a parte e alla fine il costo Stampante + 2 cartucce è uguale alle altre".E sembrerà strano ma quando vendevo le Epson dicevo espressamente alla domanda: "Ci sono già le cartucce?" "Sì, ma sono riempite al 66% circa e sono un po' più oleose per rodare la testina" (come del resto le cartucce incluse in ogni stampante). Cmq lo dicevo perchè ritengo che promuovere un prodotto significhi presentarlo per quello che è in modo che il cliente poi non rimanga deluso o non dica "ma lei non me l'ha detto". Del resto oltre alle Epson mi è capitato di venderne anche di altre marche quando la Epson non era il prodotto che serviva al cliente non avendo il modello della Epson adatto.Magari non tutti fanno così, ma mentre lavoravo mi sono informato leggendo molti documenti su Epson e ho anche stampato dal posto dove lavoravo delle pagine dove erano spiegate le iniziative ecologiche di Epson.keiske ^_^
    • samu scrive:
      Re: Sarebbe bello se...
      - Scritto da: keiske
      L'articolo indicasse anche quante stampe ha
      effettuato piu' o meno il lettore, visto che
      egli stesso ha dovuto cercare in rete e non
      sembra fossero molti ad aver avuto quel
      messaggio.

      Io ho fatto promozioni per Epson (per una
      agenzia esterna, quindi non sono loro
      dipendente) e statisticamente non ho mai
      sentito di persone che avessero avuto questo
      problema.

      Ho sentito di altri problemi (soprattutto di
      meccanica) ma non di questo.

      Del resto una stampante (qualunque essa sia)
      che costa sui 200 euro, dopo 3 anni di
      utilizzo (o 2 adesso con la nuova legge
      sulla garanzia) potrebbe aver già svolto il
      suo buon dovere. Eh si .. buttiamo via tutto, perche' dopo 2 anni e' vecchio e sorpassato... io ho ancora una stampante a aghi, che mi stampa le mie paginette di testo .. e la uso dal 93 .... hai presente il risparmio ?
      O forse c'è qualcuno che
      (per fare un paragone) ha il coraggio di
      lamentarsi se dopo un migliaio di
      masterizzazioni il CD-RW nno masterizza più
      bene? io mi sono lamentato di questo .. che storia e' che si usura?e' scaduta la garanzia ? non me ne frega nulla, il prodotto e' di scarsa qualita' .. per te che magari ne fai un uso da utente privato e che hai soldi da spendere negli ultimi "ritrovati" potra' essere un discorso logico.. per chi come me, del computer ne fa un utilizzo per scopi di lavoro (masterizzazione dati di back up, stampa documenti) e' un discorso del cavolo (oltre che antieconomico).
      Rimane il fatto che quella lettera
      (perlomeno con diritto di replica) mi sembra
      riflettere un tipo di articolo a sensazione
      (tanto caro all'Espresso ultimamenet) che
      ultimamente PI sembra amare particolarmente.veramente non mi sembra affatto sensazionalistico, se magri la epson si fosse sforzata di inserire quel comando nella guida utente, avrebbe provocato meno casini ..e comunque la loro replica mi puzza ...ciao
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: Sarebbe bello se...
      - Scritto da: keiske
      L'articolo indicasse anche quante stampe ha
      effettuato piu' o meno il lettore, visto che
      egli stesso ha dovuto cercare in rete e non
      sembra fossero molti ad aver avuto quel
      messaggio.a quanto pare invece, basta andare sul gruppo indicato dal lettore stesso in questo stesso forum.tanto è vero che addirittura qualcuno ha creato un programma apposta! chi si mette a creare un programma per risolvere un problema che nessuno ha?
      Io ho fatto promozioni per Epson (per una
      agenzia esterna, quindi non sono loro
      dipendente) e statisticamente non ho mai
      sentito di persone che avessero avuto questo
      problema.beh, facendo promozioni non si sa quello che invece sa per esempio chi ricarica cartucce o un addetto (non un responsabile , ovviamente) del customer care(cut)
      Del resto una stampante (qualunque essa sia)
      che costa sui 200 euro, dopo 3 anni di
      utilizzo (o 2 adesso con la nuova legge
      sulla garanzia) potrebbe aver già svolto il
      suo buon dovere. ecco, questa è davvero una cosa che mi fa incazzare.oggi tutti credono che il periodo di garanzia equivalga alla durata di vita di un prodotto ... cristo, se non ci fosse la garanzia allora i prodotti NON DUREREBBERO ?Ma stai scherzando, spero!La garanzia è il periodo MINIMO in cui il prodotto deve funzionare perfettamente !!Non tutti sanno che la garanzia minima per legge oggi è di due anni e non di uno , hai fatto bene ad evidenziare questo fatto.Ma allora io d'ora in poi valuterò un prezzo orario sui prodotti epson: dato che dai per scontato che i prodotti funzionano fintantoché vale la garanzia, allora sono prodotti a tempo.Quindi le mie valutazioni saranno sulla durata e non su quanto un prodotto sia buono.Mi fa davvero schifo pensare che i prodotti sono pensati per distruggersi al termine della garanzia.Sono felice di sapere che in molte aziende che conosco la gente pensa ancora di costruire roba eterna e si rammarica nel caso di prodotti usurati ... si, magari dopo 7 anni si rompe un pezzettino STANDARD che si può cambiare andando dal ferramenta o in un negozio che vende minuteria elettronica.
      O forse c'è qualcuno che
      (per fare un paragone) ha il coraggio di
      lamentarsi se dopo un migliaio di
      masterizzazioni il CD-RW nno masterizza più
      bene?ECCOME!ci mancherebbe altro!!!!!!
      Se mettessero un blocco anonimo che
      poi si scopre essere un blocco per via del
      fatto che il laser non scrive più e
      bisognerebbe rifocalizzare la luce laser,focalizziamo anche i tempi dei verbi che mi sto ubriacando ;-)ho tre masterizzatori nel parco macchine aziendale e 3 in case di conoscenti.masterizzano tutti a palla, dati, musica, tutto quello che gli serve.Le copie sono andate ben oltre le mille, su ognuno di questi, di marche e tipologie estremamente diverse.dunque?magia?roba da supermercato eh, in alcuni casi. Come la mettiamo?
      qualcuno si scandalizzerebbe dicendo:
      "Perchè non me l'avete detto? L'avrei
      riparato, invece di perdere soldi
      comprandone uno nuovo".certo.effettivamente sarebbe corretto scrivere nelle istruzioni dei masterizzatori questa cosa, tanto come le ditte SERIE di costruzione di piastre per hi fi, scrivono di usare le cassette di smagnetizzazione o quelle di pulizia. (cut slurp)se avessero una politica corretta, costruoirebbero dei prodotti fatti per durare decenni, non per essere rottamati alla fine della garanzia.E non ce l'ho con epson (personalmente ho una laser ottima a casetta) in particolare, anzi.
      Cercate sul sito della sua maggiore
      concorrente uno e un solo modello in cui si
      segnalata la durata della cartuccia in base
      alla copertura.quindi?se tutti fanno schifo allora siamo in regola?
      Cmq se ritenete che questo episodio sia
      talmente grave da minare la credibilità di
      una azienda che si è sempre dimostrata seriabla bla blaaaaaaaa!!!!!farla troppo pomposa non cancellerà i fatti! :-))amico, i fatti SONO quelli.il resto sono paroloni da commerciali, mentre noi siamo utenti più o meno "sempliciotti".La roba si rompe, la roba si paga, abbiamo problemi, la roba ha una certa durata ecc ecc. Molto molto terra-terra.Sono fatti estremamente semplici e il lettore ha trovato la soluzione e ha portato anche testimonianze ulteriori.Anche la canon fa la stessa cosa, non inorgogliamoci troppo. Il problema sono un po' tutti.
      (non dico la migliore, o di qualità
      assoluta, questo lo deve decidere il
      clienteche infatti ha ribadito nel forum che la trova la migliore: questa si che è onestà: lui si lamenta, ma non si lamenta mica della qualità: ha scelto e continua a scegliere epson proprio perchè la trova la migliore. Chi può essere più onesto nel rilevare anche il rovescio della medaglia?
      , ma sulla serietà non credo ci siano
      molte ombre nella sua storia) evitate di
      acquistare Epson e siete a posto.dai non fare così dai!su!facciamo paciotta!ma stai scherzando!!!!????
      Rimane il fatto che quella lettera
      (perlomeno con diritto di replica) mi sembra
      riflettere un tipo di articolo a sensazione
      (tanto caro all'Espresso ultimamenet) che
      ultimamente PI sembra amare particolarmente.mio dio, a me questo sembra un commento da esperto politicante. Il fatto è tanto semplice: un fatto, narrato per come sta e con la soluzione, con tutti i dati del caso.Io stesso ho 2 stampanti canon in azienda che fanno la stessa identica cosa (mentono sulla carica della cartuccia) che hanno indicato altri lettori nel forum ... e allora? vogliamo fare sensazione?ma cosa dici! Vogliamo darci una mano, per avere meno problemi! Che le stampe durino, che le cartuccie si possano ricaricare senza avere problemi, che i ricambi non costino più delle stampanti ... cose normali, mica "bla bla" :-)Peace & love amico, ma anche onestà nell'ammettere i fatti.Se sei venditore, probabilmente non ti metti a ricaricare o non fai lo stesso uso che fanno molti utenti (di tutto il mondo: vedi i forum citati).Ciao! ;-)
      • keiske scrive:
        Opinione non utile

        ecco, questa è davvero una cosa che mi fa
        incazzare.
        oggi tutti credono che il periodo di
        garanzia equivalga alla durata di vita di un
        prodotto ... cristo, se non ci fosse la
        garanzia allora i prodotti NON DUREREBBERO ?Il fatto è che se ti danno 2 anni di garanzia (per legge) per quei due anni il prodotto (a parte vizi di fabbricazione) andrà bene. Se te ne danno 3 (uno loro) durerà 3 anni perfettamente. Se ti danno garanzia eterna (alcuni lo fanno) allora durerà in eterno.E' matematica ^_^Ho un sony 17" che ha iniziato a sfarfallare leggermente. Controllo la data di produzione dietro e scopro che è di 3 anni e una settimana prima (LOL ^_^)Il frigo si è rotto dopo 7 anni e 2 mesi (garantito 7 anni).Sono dei geni del calcolo statistico, facci caso...è strabiliante ^_^Io detesto i prodotti che potrebbero essere fatti per durare (anche a costi maggiori) e invece vengono fatti col timer della rottura. Sicuramente quando potrò mi comprerò cose un po' più costose, ma a prova di rottura e usura ^_^Ma per il resto dei prodotti tant'è e visto che lo so preferisco dire: "Bravo il mio 17". Per 3 anni mi hai servito egregiamente" Oppure: "Bravo il mio masterizzatore, hai lavorato indefesso per 1000/1500 copie". Piuttosto che prendermela. ^_^
        Non tutti sanno che la garanzia minima per
        legge oggi è di due anni e non di uno , hai
        fatto bene ad evidenziare questo fatto.Sì...è 1+1 anni. Il primo anno è automatica, il 2° anno serve una perizia di rottura (in pratica devi dimostrare tu che il danno è coperto da garanzia). Nei fatti non cambia molto. Per chi ha P.IVA invece è solo un anno (non chiedermi perchè sta cosa assurda ^_^).
        Ma allora io d'ora in poi valuterò un prezzo
        orario sui prodotti epson: dato che dai per
        scontato che i prodotti funzionano
        fintantoché vale la garanzia, allora sono
        prodotti a tempo.Sicuramente sono prodotti (tutti) che vanno valutati tra prezzo e durata. Non sai il terrore che provo pensando alla voglia che avrei di comprarmi un 42" al palsma da 10.000 euro e magari dopo 3 anni vederlo rompersi... Rabbrividisco... So solo che se un giorno avrò i soldi per prendermelo, spenderò 1000/2000 euro in più per una marca più affidabile e magari un'estensione di garanzia a vita (se c'è ^_^)
        Mi fa davvero schifo pensare che i prodotti
        sono pensati per distruggersi al termine
        della garanzia.Chi non lo fa è l'eccezione e i loro prodotti costano di più, ma penso che ne valga la pena. A parte prodotti come masterizzatori. Se devo cambiarlo ogni 1000 masterizzazioni, sono cmq 50/70 euro.
        Sono felice di sapere che in molte aziende
        che conosco la gente pensa ancora di
        costruire roba eterna e si rammarica
        nel caso di prodotti usurati ... si, magari
        dopo 7 anni si rompe un pezzettino STANDARD
        che si può cambiare andando dal ferramenta o
        in un negozio che vende minuteria
        elettronica.Le stimo molto. Ma sono cmq quelle ditte cosiddette da intenditori. Hi-Fi che costano un occhio ma che sono quasi opere d'arte. Non credo di aver mai sentito un Bang&Olufssen rotto. ^_^
        ho tre masterizzatori nel parco macchine
        aziendale e 3 in case di conoscenti.
        masterizzano tutti a palla, dati, musica,
        tutto quello che gli serve.
        Le copie sono andate ben oltre le mille, su
        ognuno di questi, di marche e tipologie
        estremamente diverse.Il laser si usura cmq...può darsi che per il mio abbiacontato parecchio anche il fatto che l'ho usato per leggere dati oltre che per scrivere (per un periodoaddirittura passare dati ad amici direttamente da cd)Cmq un termine fisico il laser ce l'ha...e poi rimetterloa posto è un lavoraccio...in quel caso tanto vale pernderneuno nuovo.
        se avessero una politica corretta,
        costruoirebbero dei prodotti fatti per
        durare decenni, non per essere rottamati
        alla fine della garanzia.
        E non ce l'ho con epson (personalmente ho
        una laser ottima a casetta) in particolare,
        anzi.D'accordissimo. Io cmq intendevo dire che se una stampante dopo 2/3 anni non va più comunque hai amortizzato il prezzo. Certo che se ne dura altri 2 è meglio. Ma, almeno per le stampanti, ogni 2 anni escono modelli nuovi, con nuove tecnologie.
        quindi?
        se tutti fanno schifo allora siamo in regola?Intendevo che la mancanza di quell'informazionesulla eeprom dovrebbe riflettersi su un sito coninformazioni malevole e tendenziose. Almeno sulsito si può trovare di tutto.
        che infatti ha ribadito nel forum che la
        trova la migliore: questa si che è onestà:
        lui si lamenta, ma non si lamenta mica della
        qualità: ha scelto e continua a scegliere
        epson proprio perchè la trova la migliore.L'ho letto stasera.
        ma cosa dici! Vogliamo darci una mano, per
        avere meno problemi! Che le stampe durino,
        che le cartuccie si possano ricaricare senza
        avere problemi, che i ricambi non costino
        più delle stampanti ... cose normali, mica
        "bla bla" :-)Preferisco leggere commenti su certi siti, articoli che richiedono una mezz'oretta per essere scritti, piuttosto chealcune frasi buttate su un forum per farmi un'idea dei prodotti.
        Se sei venditore, probabilmente non ti metti
        a ricaricare o non fai lo stesso uso che
        fanno molti utenti (di tutto il mondo: vedi
        i forum citati).

        Ciao! ;-)Io non ce l'ho nemmeno la stampante, non sono intervenuto per la qualità di stampa. Anzi, quando vendevo sottolineavo spesso che come qualità le prime due case al mondo si equivalgono e sono altri i motivi che possono portare a comprare una o l'altra (modalità d'uso, quantità di stampe, frequenza d'uso), ma mi sono fatto una gran opinione di Epson come "ditta", soprattutto per chi come me trova positive le produttività ecosostenibili. E se una "ditta" a livello mondiale mi ha fatto una buona impressione, dev'esserlo perchè sono sempre scettico sulla grande produzione ^_^Ciao ^_^
    • DPY scrive:
      Re: Sarebbe bello se...

      Del resto una stampante (qualunque essa sia)
      che costa sui 200 euro, dopo 3 anni di
      utilizzo (o 2 adesso con la nuova legge
      sulla garanzia) potrebbe aver già svolto il
      suo buon dovere.E qui già andiamo male: un oggetto ha svolto il suo dovere quando è usurato, non quando scade la garanzia. Se può essere oggettivamente difficile che un oggetto funzioni per più tempo di quello per cui è stato previsto, non vedo perché non si debba sfruttare questo tempo in più. Fa anche sorridere il fatto che secondo quello che scrivi con la nuova legge sulla garanzia il periodo di ragionevole funzionamento di una stampante si sia ridotto da 3 a 2 anni.
      Epson ha una politica (che potete trovare
      anche dando un'occhiata al loro sito
      italiano) molto trasparente di ogni aspetto
      (dai prezzi all'indicazione della durata
      cartucce in base alla % di copertura del
      foglio) oltre ad avere una filosofia
      ecosostenibile in tutta la sua produzione.E anche qui ci sono due osservazioni da fare:1) Il concetto di filosofia ecosostenibile è molto bello, suona bene, ricorda le classiche affermazioni da esperto di marketing, proprio quelle che farebbe qualcuno che scrive per conto del produttore, ma non deve darlo a vedere. Sfortunatamente, in mancanza di pezze di appoggio non mi dice più di tanto.2) Come può essere considerata filosofia ecosostenibile quella di una ditta che non recupera le vecchie taniche ricaricandole e cerca di scoraggiare in tutti i modi coloro che tentano di farlo, portando di fatto ad uno spreco di plastica? Come può, parimenti, essere condierata filosofia ecosostenibile quella di una ditta il cui prodotto si blocca senza motivo apparente, simulando un guasto, e come dici tu a quel punto diventa ragionevole supporre che il sistema sia da sostituire, quando invece potrebbe ancora svolgere egregiamente il suo dovere?Parlami di qualità del prodotto, qualità delle stampe, di servizio di assisntenza impeccabile, di tutto quello che vunoi, ma non di ecosostenibile .
      Cercate sul sito della sua maggiore
      concorrente uno e un solo modello in cui si
      segnalata la durata della cartuccia in base
      alla copertura.Mah, non so dove hai cercato, ma sul primo modello della maggior casa concorrente che ho trovato, c'era questo:http://www.hp-expo.com/productpdfs/c8925a_it_ita.pdfove si legge che con la cartuccia nera si fanno 833 pagine A4 con copertura 5%, e ovviamente ci sono anche i dati delle altre cartucce. Non vedo quindi dove sia la mancanza di trasparenza .
      • keiske scrive:
        Opinione non utile

        E qui già andiamo male: un oggetto ha
        svolto il suo dovere quando è
        usurato, non quando scade la garanzia. Se
        può essere oggettivamente difficile che un
        oggetto funzioni per più tempo di quello per
        cui è stato previsto, non vedo perché non si
        debba sfruttare questo tempo in più. Fa
        anche sorridere il fatto che secondo quello
        che scrivi con la nuova legge sulla
        garanzia il periodo di ragionevole
        funzionamento di una stampante si sia
        ridotto da 3 a 2 anni.Dicevo che se dopo 3 anni va male, cmq ha lavorato bene per 3 anni. Chiaro che se ne dura 5 è meglio. Conosco gente che ha prodotti Epson o Hp o di altre marche da 5 anni e vanno bene. In certi casi potrebbero dare probemi dopo meno (capita anche in base alla manutenzione che è abbastanza delicata in una stampante) ma almeno per me, 3 anni sono un buon periodo per una stampante se usata con regolarità.
        E anche qui ci sono due osservazioni da fare:
        1) Il concetto di filosofia
        ecosostenibile è molto bello, suona
        bene, ricorda le classiche affermazioni da
        esperto di marketing, proprio quelle che
        farebbe qualcuno che scrive per conto del
        produttore, ma non deve darlo a vedere.
        Sfortunatamente, in mancanza di pezze di
        appoggio non mi dice più di tanto.No no...io dicevo solo quell'aspetto. Sinceramente non ho una esperienza su quei prodotti (come uso) sufficiente da dare giudizi sulla qualità globale di una marca piuttosto dell'altra.
        2) Come può essere considerata filosofia
        ecosostenibile quella di una ditta che
        non recupera le vecchie taniche
        ricaricandole e cerca di scoraggiare in
        tutti i modi coloro che tentano di farlo,
        portando di fatto ad uno spreco di plastica?
        Come può, parimenti, essere condierata
        filosofia ecosostenibile quella di
        una ditta il cui prodotto si blocca senza
        motivo apparente, simulando un guasto, e
        come dici tu a quel punto diventa
        ragionevole supporre che il sistema sia da
        sostituire, quando invece potrebbe ancora
        svolgere egregiamente il suo dovere?Epson ha un progetto di riciclo delle cartucce. I colori che sta progettando hanno una resa maggiore con stesso quantitativo. La stessa tecnologia di goccia variabile permette di risparmiare inchiostro. Cmq tutte le cartucce vanno cambiate. Anzi, quelle con testina incorporata credi siano progettate con una testina che dura 3 anni? Si può refillare ma la testina è fatta per durare meno di una testina residente. Quelle semiresidenti durano un po' di più, ma si cambiano anche quelle col blocchetto intero dopo un certo periodo.Cosa c'entri l'ecologia con un blocco inspiegabile non lo so scusami ^_^
        Parlami di qualità del prodotto, qualità
        delle stampe, di servizio di assisntenza
        impeccabile, di tutto quello che vunoi, ma
        non di ecosostenibile .Invece parlo solo dell'ultima cosa, il resto non lo conosco abbastanza bene, a parte le stime di assistenza. Cmq la sede giapponese di Epson sfrutta una sorgente termale per il riscaldamento (la nuova sede costruita da un anno circa) e usa materiali a bassa dispersione termica. E non è la sola iniziativa. Ma sul sito ci sono più info ^_^
        Mah, non so dove hai cercato, ma sul primo
        modello della maggior casa
        concorrente che ho trovato, c'era questo:
        http://www.hp-expo.com/productpdfs/c8925a_it_
        ove si legge che con la cartuccia nera si
        fanno 833 pagine A4 con copertura 5%, e
        ovviamente ci sono anche i dati delle altre
        cartucce. Non vedo quindi dove sia la
        mancanza di trasparenza .Qui mi scuso io...quando lavoravo avevo un pc in rete e un cliente mi chiese per la durata di quelle cartucce e con lui cercammo sul sito www.hp.com o www.hp.it. Mi dev'essere sfuggito il sito expo che evidentemente è quello deputato alle informazioni dei prodotti.Ciao, keiske ^_^
  • Anonimo scrive:
    Il messaggio d'errore...
    Le risposte delle società sono SEMPRE delle prese in giro.Se qualcuno della Epson mi risponde, motivo la mia precedente affermazione.Per ora mi limito ad accennare il fatto che all'università la gestione degli errori viene trattata.Ma non solo all'università; anche gli stessi manuali di programmazione dei vari linguaggi, qualora il linguaggio lo prevede, spiegano come gestire gli errori.Perchè viene richiesto di contattare l'assistenza piuttosto che mandare un messaggio d'errore esplicativo che indichi l'errore inequivocabilmente? Non ci credo che alla Epson (il più grande produttore di stampanti consumer insieme ad HP) non hanno un team di sviluppo capace di gestire gli errori in maniera più esplicativa per l'utente...NON CI PRENDETE IN GIRO E LASCIATECI LA LIBERTA' DI USARE I PRODOTTI COME MEGLIO RITENIAMO, LI ABBIAMO PAGATI PER INTERO E NE SIAMO I PROPRIETARI (per legge).
    • Anonimo scrive:
      Re: Il messaggio d'errore...

      Le risposte delle società sono SEMPRE delle
      prese in giro.

      Se qualcuno della Epson mi risponde, motivo
      la mia precedente affermazione.Sai che ti contraddici da solo?Rileggiti e ritenta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il messaggio d'errore...
      della gestione degli errori SOFTWARE forse si può fare tutto il trapping che vuoi ... ma con l'hardware per avere risposte dovresti avere dei sensori (funzionanti) dappertutto.le stampanti grosse (oltre i 5 milioni di lire di spesa) ne hanno parecchi e ti dicono sul display cosa non va.la roba consumer ti dice circa "errore di sbaglio!"su tutto
      • Anonimo scrive:
        Re: Il messaggio d'errore...
        - Scritto da: Anonimo
        della gestione degli errori SOFTWARE forse
        si può fare tutto il trapping che vuoi ...
        ma con l'hardware per avere risposte
        dovresti avere dei sensori (funzionanti)
        dappertutto.
        le stampanti grosse (oltre i 5 milioni di
        lire di spesa) ne hanno parecchi e ti dicono
        sul display cosa non va.

        la roba consumer ti dice circa "errore di
        sbaglio!"
        su tuttoE` a grandi linee giusto, ma non e` questo il caso.E` una EEPROM e dentro ci sono dei contatori.Non ci dovrebbe voler molto a controllarli via software.
  • Anonimo scrive:
    pulizia testine e serbatoio epson
    oltre a questo, esiste un altro problema facilmente risolvibile in fai da te: la pulizia delle testine quando la stampante stampa con righe bianche e la pulizia standard non basta:1) prendere una cartuccia vuota a colori e una vuota nera (gratis)2) alcuni fogli di carta assorbente (max 1 euro)3) una siringa (10 cent)4) 2 ml di acqua distillata (meno di un cent)istruzioni: riempire le cartuce con 0,5 ml per serbatoioavviare la stampa di una foto a colori carichi e di una pagina totalmente neraistallare le cartucce nuove e la stampante stamperà con 1,11 euro (2150 lire) di spesala pulizia dei serbatoi di cui al problema descritto nella notizia è molto più semplice: dopo aver aspirato il liquido con una siringa, conviene sciacquare con acqua distillata, riaspirare e asciugare col phon per 5 minuti. costo 11 centesimi (200 lire) circain questo modo si evita di contattare la epson ( e soprattutto che la epson contatti i nostri soldi) che non vende i filtri come ricambi e non consente l'azzeramento della eeprom.ps: quando lo status monitor indice che le cartucce sono esaurite, è conveniente simulare la loro sostituzione (basta avviare la procedura senza toccare le cartucce). in genere durano il triplo di quanto preveda il driver. chissà perchè........interesserebbe anche a me il link del sito spagnolo del software che azzera la eeprom
    • Anonimo scrive:
      Re: pulizia testine e serbatoio epson
      probabilmente rischia di essere fottuto dalla epson, per questo non pubblicano il link
    • Anonimo scrive:
      Re: pulizia testine e serbatoio epson
      Hai ragione, con la vecchia Epson 760 facevo anche così e le cartucce duravano parecchio. Poi ho preso la 810 che, grazie al chip, quando decide (bontà sua) che la cartuccia è finita rende la cartuccia stessa inutilizzabile. Puoi toglierla e rimetterla, ma non funzionerà più. E garantisco, perchè di norma dopo le apro, che l'inchiostro rimanente varia dal 15-20% anche fino al 40, in base ai colori. Ehm.... chi è che parlava di ecocompatibilità? Sprecare inchiostri può essere considerata una mossa "ecocompatibile"?
  • Anonimo scrive:
    E il fai da te dove si trova?
    Non è che si potrebbe avere il link del sito spagnolo dove c'è il programma fai da te? Sarebbe comodo.
  • Anonimo scrive:
    Magari basterebbe scriverlo...
    Ha senso un anonimo messaggio di errore? Non sarebbe bastato far apparire: "serbatoi di raccolta inchiostro di pulizia pieni"? Ah, capisco, nessuno si sarebbe spaventato e magari avrebbe pensato di farlo da solo la pulizia...HotEngine
  • DPY scrive:
    La spiegazione è anche plausibile...
    ...tuttavia se il messaggio di errore avesse indicato il reale motivo e non un semplice errore sconosciuto , forse il tutto sarebbe stato piu' chiaro e non avrebbe dato adito ad alcun sospetto.In ogni caso, per un serbatoio pieno non vedo la necessità di bloccare la stampa, tanto vale avvertire con anticipo e dare la possibilità di mandare in assistenza con comodo.In definitiva, non dico che sia una debacle memorabile come quella recentemente commessa dall'Asus su queste pagine, però neanche in questo caso è stata fatta una figura egregia. Io al momento non ho stampanti Ink Jet, visto che vado a laser, tuttavia se dovessi prenderne una... prima di scegliere Epson ci penserei seriamente, non fosse altro che per non rischiare di rimanere a piedi senza preavviso e senza spiegazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: La spiegazione è anche plausibile...
      Tutto bello pero' io ho una EPSON da tre anni e ancora tira come una dannata, mai un problema
      • Anonimo scrive:
        Re: La spiegazione è anche plausibile...
        Perchè è un modello vecchio e non ha questo "optional" :=)
      • DPY scrive:
        Re: La spiegazione è anche plausibile...
        - Scritto da: Anonimo
        Tutto bello pero' io ho una EPSON da tre
        anni e ancora tira come una dannata, mai un
        problemaNon ha importanza: innanzitutto è da capire quanto la stai sfruttando, secondariamente è da capire se anche la tua stampante ha il meccanismo descritto oppure no. Il problema è che, non essendo scritto da nessuna parte che la stampante in questione esibisce questa feature non si può sapere se la stampante che si sta acquistando ce l'ha oppure no. Visto che esiste la seria possibilità che ce l'abbia, a me non va di prendere una cosa con caratteristiche 'nascoste', quando queste caratteristiche comportano un rischio per l'utilizzo.Per l'appunto, il fatto che il tuo esemplare di Epson vada come un treno non sposta di un millimetro il discorso.
        • Anonimo scrive:
          Re: La spiegazione è anche plausibile...
          - Scritto da: DPY
          Il problema
          è che, non essendo scritto da nessuna parte
          che la stampante in questione esibisce
          questa feature non si può sapere se
          la stampante che si sta acquistando ce l'ha
          oppure no.Credi che anche se fosse scritto qualcuno lo leggerebbe ? Nel migliore dei casi, ci sbatterebbero il naso a stampante ferma.Quanto alla messaggistica di errore, è più che plausibile che il driver sia stato scritto per altre macchine, che tale feature non hanno, e non aggiornato. La qualità si valuta anche da questi dettagli, anche se oggi i vendor del segmento SOHO/home sono i primi schiavi di una logica di novità continue che è sicuramente pessima nemica della qualità. In ogni caso, è vero che l'omertà dei fogli utente (di manuali si poteva parlare dieci anni fa...) in merito alle specifiche è spesso eccessiva. E questo è indice, come minimo, di cialtroneria aziendale e scarsa qualità nel processo documentativo. Ma è soprattutto frutto di una brutta propensione filosofica: oggi si documenta la stampante come si documenta un elettrodomestico, cioè quasi zero, assimilando l'utenza del PC domestico a quella della lavatrice (mai visto istruzioni sensate sulla sostituzione di filtri e affini o sulla diagnostica di una perdita ?) o del fornetto a microonde.
  • Tharon scrive:
    Tutto molto bello
    La domanda sorge spontanea....ma se si tratta effettivamente di questo (e potrebbe benissimo esserlo), perchè la cosa non viene documentata con un messaggio di errore approprieto e non vi viene dato risalto nel foglio utente? (chiamarlo manuale mi pare eccessivo).Oltretutto, non vedo perchè non posso sbrigare io stesso una procedura di manutenzione come quella della sostutizione (o spurgo) dei filtri di raccolta, invece di mandare la stampante in assistenza e farmi derubare di 50 euro come minimo.Mah, questa è la migliore dopo il chip nelle vaschette.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto molto bello
      Non è che si potrebbe avere il link del saito spagnolo dove c'è il programma fai da te?Sarebbe comodo.
    • Elendil scrive:
      Re: Tutto molto bello
      - Scritto da: Tharon
      mandare la stampante in assistenza e farmi
      derubare di 50 euro come minimo.Due anni fa per la mia Stilus Photo mi fecero sborsare 92.000 Lire per cambiare il fusibile: "2000L. di fusibile e 90.000 di diritto d'intervento... Purtroppo la casa madre ce lo impone... Si ricordi di staccare la spina durante i temporali!" così si è scusato il tecnico vedendo la mia faccia un po' alterata...Più che ricordarmi di staccare la spina ora, mi ricordo di dare un'occhiata dentro alle cose prima di mandarle a riparare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutto molto bello
        un fusibile costa 150 lire. pure la cresta!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto molto bello
          - Scritto da: Anonimo
          un fusibile costa 150 lire. pure la
          cresta!!!!E gli impianti per produrlo, confezionarlo e recapitartelo quanto costano??
      • keiske scrive:
        Re: Tutto molto bello

        Più che ricordarmi di staccare la spina ora,
        mi ricordo di dare un'occhiata dentro alle
        cose prima di mandarle a riparare.Buona idea, fuori garanzia non mi pare ci sianessun obbligo di mandare la stampante ingaranzia. Se gliela porti poi non lamentartidi averla portata.Se vai da un notaio spendi meno? Con ladifferenza che dal notaio devi per forza andarcikeiske
Chiudi i commenti