Se il copyright fa piangere la cipolla

I server dell'operatore Tor Torservers.net sono stati bombardati da centinaia di notifiche in base ai dettami del DMCA. Servizi di hosting come Softlayer hanno già invitato i responsabili del servizio a sloggiare
I server dell'operatore Tor Torservers.net sono stati bombardati da centinaia di notifiche in base ai dettami del DMCA. Servizi di hosting come Softlayer hanno già invitato i responsabili del servizio a sloggiare

A rivelarlo in esclusiva è stato un articolo apparso tra le pagine online di TorrentFreak : Torservers.net , uno dei principali operatori del network Tor, è stato raggiunto da centinaia di notifiche lanciate dai signori del copyright .

Quasi 200 avvisi di violazione basati sul Digital Millennium Copyright Act (DMCA) , inviati in maniera automatica dal provider Peer Media , adottato dalle grandi major di Hollywood per la protezione dei propri contenuti di celluloide.

Una pioggia fitta ed insistente, che ha seminato il panico tra i servizi legati ai server dell’operatore Tor. Gli stessi gestori di Torservers.net hanno dunque sottolineato come i vertici di Softlayer li abbiano già tagliati fuori dopo una sola notifica inviata dalle major .

“A loro non importa, e soprattutto non hanno alcuna intenzione di ascoltare un’eventuale spiegazione – ha spiegato il gestore di Torservers.net a TorrentFreak – Ci hanno semplicemente costretti ad uscire dal loro network. È molto difficile trovare un provider che richieda una prova concreta prima di entrare in azione”.

I responsabili di Torservers.net hanno dunque cercato di mettersi in contatto con Peer Media , non riuscendo a ricevere comunicazione alcuna. La situazione avrebbe raggiunto i limiti dell’assurdo: i signori del copyright avrebbero messo in piedi una vera e propria campagna di spam per bloccare eventuali trasferimenti di file protetti dal diritto d’autore .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 05 2011
Link copiato negli appunti