Se l'internauta è un peccatore

Non rubare: la pirateria è un peccato, al pari di siti porno e spamming. Lo sostengono i Vescovi, nel tentativo di mostrare la via evangelica ad una nuova cleriquette. Il Papa: grandi opportunità, grandi responsabilità


Roma – Dal pulpito della CEI piove una chiara condanna: pirati informatici, pornonavigatori e chat-dipendenti sono i peccatori della nuova era telematica. La Chiesa Cattolica quindi propone nuove linee guida per l’uso di Internet, alla ricerca di una nuova netiquette , basata sui precetti evangelici.

Ne parlano numerosi teologi, di recente riunitisi nel santuario di San Gabriele (Teramo) per discutere del sacramento della Confessione. L’annuncio per i fedeli è chiaro: il maligno si nasconde anche nelle reti di file sharing , e la collera divina si abbatte su chi usa programmi senza licenza e scarica illegalmente musica e film.

Non vengono risparmiati coloro che violano la privacy e la sicurezza, ovvero il folto esercito di spammers e crackers . Non solo: anche i blog possono rivelarsi pericolosi e creare grandi rischi. Don Giuseppe Costa, docente di giornalismo alla pontificia università salesiana, ha dichiarato che i “siti di giornalismo on-line non firmato che danno informazioni scorrette , ad esempio in ambito scientifico, creano rischi per la vita”.

Secondo i ministri della fede, i tranelli del maligno si annidano nella riduzione degli spazi di comunicazione interpersonali. Padre Sabatino Maiorano, teologo e preside della Pontificia Accademia alfonsiana di Roma , sostiene che “passare ore ed ore a chattare online anzichè stare con il coniuge o con i figli è una grave mancanza, soprattutto se vengono instaurate relazioni sentimentali: se è un peccato guardare l’altro e desiderarlo, lo è ancora di più chattare con un’altra persona lasciando cadere la dinamica familiare”.

Contando su un numero assai consistente di fedeli, la religione monoteista più diffusa al mondo cerca di portare almeno qualche briciolo di moralizzazione su un mezzo multiforme come Internet. Grazie al deterrente del peccato , la Chiesa lancia un progetto di Rete senza pirati, con più privacy e meno pornografia. Senza disdegnare una presenza ancora più diretta nel mondo telematico: un interesse testimoniato dalla ormai decennale esperienza del sito ufficiale del Vaticano .

I tempi stanno cambiando e le religioni si adattano ai nuovi media, tentando di governarne le dinamiche dall’interno. Grazie anche ad una solida presenza nella Rete, seguendo le orme della politica e dell’attivismo sociale.

La parrocchia on-line diventa quindi la rampa di lancio per l’evangelizzazione moderna, rivolta sopratutto ai giovani: in Italia esistono già 2500 parrocchie dotate di sito web, per avviare un dialogo con le persone che fisicamente non possono o non vogliono recarsi in chiesa. Nascono così esperimenti completamente italiani, come il sito Cattolici.net , inaugurato esattamente in questi giorni. Un progetto che ambisce a diventare punto di riferimento per i fedeli presenti su Internet, fornendo sia orientamento spirituale sia informazione.

Iniziative già sperimentate nei paesi anglofoni, dove le varie chiese protestanti e scismatiche tentano, da tempo, di avere autorevolezza spirituale sulla condotta degli utenti. È il caso di XXXChurch , il sito di due giovani pastori protestanti impegnati nella battaglia contro la pornografia sul web. Il loro motto è perentorio: “La strada verso la pornografia è senza via d’uscita”.

La Chiesa Metodista è invece orientata verso la realizzazione di una vera e propria parrocchia virtuale 3D, realizzata con Macromedia Flash e consultabile tramite il web: si tratta di Church of Fools . Un “luogo santo telematico”, violato recentemente da alcuni cyberintrusi, immediatamente bollati come “satanisti”.

L’opinione di Padre Maiorano è che “la responsabilità etica diventa sempre più ampia , mano a mano che si ampliano gli spazi di comunicazione”. Internet, nuovo contesto di socializzazione allargata, rappresenta perciò un terreno fertile per peccati e peccatori. Basteranno queste iniziative per riportare Internet sulla retta via? L’importante è che non ritornino più streghe ed inquisitori, facendo sprofondare l’umanità in anni bui fatti di censura e reati d’opinione. Né è questa la via indicata dal Papa , che proprio ieri ha sì ricordato la necessità di responsabilità individuale e familiare nell’utilizzo, ma ha anche sottolineato ancora una volta le straordinarie opportunità rappresentate dai mezzi di comunicazione.
(Tommaso Lombardi)

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Africano scrive:
    Re: Giustificabile
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Africano

    i crimini di guerra riguardano l'intera

    pianeta non credo esista sulla terra

    qualcuno che abbia l'autorità di

    vietare che vengano resi pubblici, se ha

    qualche autorità si adoperi

    perché non si commettano
    piuttosto.

    però è giusto che chi ha gli
    interessi tuteli la possibilita di cose tipo
    "fotografiamo la mappa con la dislocazione
    delle forze USA"non sembra questa la motivazione però.


    a meno che l'azienda non torturi i

    concorrenti, in questo caso non vedo
    come ci

    possa preoccupare di cosa sia deleterio
    per

    questo tipo di azienda.

    mai sentito parlare di spionaggio
    industriale? e di posti dove è
    vietato entrare con macchine fotografiche?
    da questo punto di vista non l'avevo considerato, effettivamente è possibile che si stiano preoccupando che le loro tecnologia persuasiva venga copiata da i concorrenti.

    la parola missione associata a un
    carcere di

    torturatori mi suona parecchio strana.

    la notizia parla di altro.come parla d'altro, cito dall'articolo " La scelta di mettere al bando i fotofonini in Iraq sarebbe da collegare all'emergere delle ormai tristemente celebri fotografie delle sevizie a cui alcuni soldati americani hanno sottoposto prigionieri iraqeni. "


    si parla che dopo che sapevano che da
    tempo

    venivano commessi crimini di guerra si
    sono

    mossi solo dopo che è diventato
    di

    dominio pubblico vientando i
    videofonini.

    questo è il lato triste della cosa,
    ma di per se la richiesta non è
    illogica ne illegittima... capperi sono
    militari non giornalisti!di per sé? e che dobbiamo fare? valutare tutto di per sé? a be' allora.ciao
  • Anonimo scrive:
    Hanno mai sostenuto il terrorismo? SI!
    - Scritto da: Anonimo
    In tempo di guerra vige il codice militare
    di guerra e la convenzione di Ginevra. Non
    quelle buffonate dei prigionieri al
    guinzaglio. Hanno disonorato il loro
    esercito e la loro bandiera. Se sei un
    filoamericano dovresti essere ancora piu'
    inca##ato di un pacifista, per questa
    storia. Se si inizia colle torture cosa
    distingue quegli idioti dai nazisti di 50
    anni fa?molto poca:"AUTORE D - Mr Mac Michael, i governi americani sono mai stati terroristi? Hanno mai sostenuto il terrorismo? DAVID MAC MICHAEL - ex agente della CIA, zona operativa Centro America. Si, lo sono stati e lo hanno fatto."tratto da:http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=169...ma mi ripeto una cosa è l'amministrazione Americana altra cosa è il popolo Americano!(apple)
  • Anonimo scrive:
    turismo U.s.a
    ultima notizia bomba....(azz)i turisti sul territorio U.S.A. non potranno portarsi dietro macchine fotografiche o telecamere ne digitali ne analogiche....dato il sicuro uso militare che si possa avere delle informazioni............ ieri un turista intento a fotografare un gruppo di grattaciel e stato arrestato e dopo il riconoscimento e stato liberato ma la macchina fotografica e' stata sequestrata......VIVA IL PAESE DELLE LIBERTA' .......altrui
  • Anonimo scrive:
    Re: L'America è democratica
    - Scritto da: Anonimo
    Mai letto la Storia europea? Francia,
    Benelux, Svezia, Danimarca, Germania unita,
    Lichtenstein, Inghilterra (pre Blair),
    Spagna (del dopo Franco), Olanda, Belgio...
    secondo le tue parole questi Paesi sarebbero
    meno democratici dell'america? Non mi
    risulta proprio che la situazione sanitaria,
    scolastica, dei diritti civili, dei rapporti
    col resto del mondo, del rapporto
    all'interno dell'ONU dell'america possa
    dirsi superiore a questi Paesi occidentali....hai sentito il bisogno di specificare Franco, come mai?...l'Inghilterra non è proprio un esempio di democrazia, ti basta studiare meglio la storia degli ultimi 30 anni per capirlo...cmq ok, ma dire che l'America non è democratica si fa la stessa figura di quello che parla della pagliuzza nell'occhio dell'altro...(specialmente oggi con il nano al governo)...Non ti incazzaresti se un francese dicesse che l'Italia non è un paese democratico e che fa schifo? Io si...quindi per favore esprimiti meglio, cioè contro il governo Americano, ma non contro l'"America tutta" che rimane una grande nazione con i suoi pregi e i suoi difetti...come tutte le nazioni democratiche.(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Giustificabile
    - Scritto da: lonehawk[CUTTONE]d'accordo con te su tutto, ma la notizia parla di vietare l'uso di apparecchi fotografici di qualsiasi tipo in zone di guerra da parte di militari... scusa ma io di grandi fratelli ne ho abbastanza! (anche se le foto che girano da un po di tempo sono tristemente reali)
  • Anonimo scrive:
    Re: Giustificabile
    - Scritto da: Africano
    i crimini di guerra riguardano l'intera
    pianeta non credo esista sulla terra
    qualcuno che abbia l'autorità di
    vietare che vengano resi pubblici, se ha
    qualche autorità si adoperi
    perché non si commettano piuttosto.però è giusto che chi ha gli interessi tuteli la possibilita di cose tipo "fotografiamo la mappa con la dislocazione delle forze USA"
    a meno che l'azienda non torturi i
    concorrenti, in questo caso non vedo come ci
    possa preoccupare di cosa sia deleterio per
    questo tipo di azienda.mai sentito parlare di spionaggio industriale? e di posti dove è vietato entrare con macchine fotografiche?
    la parola missione associata a un carcere di
    torturatori mi suona parecchio strana.la notizia parla di altro.
    si parla che dopo che sapevano che da tempo
    venivano commessi crimini di guerra si sono
    mossi solo dopo che è diventato di
    dominio pubblico vientando i videofonini. questo è il lato triste della cosa, ma di per se la richiesta non è illogica ne illegittima... capperi sono militari non giornalisti!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'America è democratica
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo



    siamo in 5





    non dite balle, l'America è
    il


    più democratico tra i paesi


    occidentali (...il che la dice
    lunga su

    come


    siamo messi...) che poi la
    presidenza

    Bush


    sia la peggiore dai tempi di
    Nixon...sia


    tutti d'accordo...




    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=636106

    Mai letto un po di storia Italiana?
    ripeto:
    l'America è il più
    democratico tra i paesi occidentali (...il
    che la dice lunga su come siamo messi...) Mai letto la Storia europea? Francia, Benelux, Svezia, Danimarca, Germania unita, Lichtenstein, Inghilterra (pre Blair), Spagna (del dopo Franco), Olanda, Belgio... secondo le tue parole questi Paesi sarebbero meno democratici dell'america? Non mi risulta proprio che la situazione sanitaria, scolastica, dei diritti civili, dei rapporti col resto del mondo, del rapporto all'interno dell'ONU dell'america possa dirsi superiore a questi Paesi occidentali.

    su tutto il resto siamo d'accordo!

    Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: L'America è democratica
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    siamo in 5



    non dite balle, l'America è il

    più democratico tra i paesi

    occidentali (...il che la dice lunga su
    come

    siamo messi...) che poi la presidenza
    Bush

    sia la peggiore dai tempi di Nixon...sia

    tutti d'accordo...

    punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=636106Mai letto un po di storia Italiana?ripeto: l'America è il più democratico tra i paesi occidentali (...il che la dice lunga su come siamo messi...) su tutto il resto siamo d'accordo!Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    - Scritto da: Anonimo
    Sei tu che dovresti essere privato del
    diritto di voto, sebbene io ti priverei
    anche dei più elementari diritti
    umani.Allora vattene dal tuo amico Saddam. Quello fa apposta per te.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'America è democratica
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    siamo in 5

    non dite balle, l'America è il
    più democratico tra i paesi
    occidentali (...il che la dice lunga su come
    siamo messi...) che poi la presidenza Bush
    sia la peggiore dai tempi di Nixon...sia
    tutti d'accordo...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=636106
  • Anonimo scrive:
    Re: tu non hai fatto il militare

    In guerra le leggi
    comuni non valgono piu' e ne subentrano
    altre, cose che a noi civili sembrano
    raccapriccianti in guerra hanno un'altra
    valenza... Tu non hai capito cosa vuol dire DISCIPLINA MILITAREIn tempo di guerra vige il codice militare di guerra e la convenzione di Ginevra. Non quelle buffonate dei prigionieri al guinzaglio. Hanno disonorato il loro esercito e la loro bandiera. Se sei un filoamericano dovresti essere ancora piu' inca##ato di un pacifista, per questa storia. Se si inizia colle torture cosa distingue quegli idioti dai nazisti di 50 anni fa?
  • Anonimo scrive:
    Re: Via le prove e il crimine sparisce !
    Lo so che se ne avessi la possibilità mi censureresti, esattamente come vorrebbe fare Rumsfeld con i fotofonini...Su su, ora vai a giocare a fare il soldatino che qui' ci sono persone intelligenti che hanno a cuore le sorti del mondo e non solo quelle del proprio telefonino. Magari se ti ammazzano poi ti danno pure la medaglietta.
  • Anonimo scrive:
    L'America è democratica
    - Scritto da: Anonimo
    siamo in 5non dite balle, l'America è il più democratico tra i paesi occidentali (...il che la dice lunga su come siamo messi...) che poi la presidenza Bush sia la peggiore dai tempi di Nixon...sia tutti d'accordo......giusto ieri mi sono visto il film di SouthPark (quel cartone animato che dice un sacco di parolacce) uno spettacolo! e di grandissima attualità (visto che nel film l'America scatena una guerra stupida contro il Canada e Saddam Hussein è più cattivo di Satana in persona)!ve lo immagginate qui in Italia un cartone del genere?farebbe la fine di Santoro, Biagi, la Guzzanti, Luttazzi...:-( :s:'(:(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    Approposito di controllo mondiale,di Illuminati, di chip sotto pelle, dellatecnica problema-reazione-soluzione...date un'occhiata ai documenti, link etcsu www.davidicke.comHo letto alcuni dei suoi libri (da poco tradottiin italiano ma il cui materiale si puo' trovareliberamente online su svariati siti compreso il suo) e se quello che dice e' verola situazione e' abbastanza triste.Comunque visitatelo che ne vale la pena.--bye,Manuel
  • Anonimo scrive:
    Re: Via le prove e il crimine sparisce !
  • lonehawk scrive:
    Re: Giustificabile
    - Scritto da: Anonimo
    Ma vi pare normale che a un militare sia
    permesso spedire immagini del luogo di[SNIP]
    è un conto ma qua si parla di altroSe nessuno avesse fatto le foto che incriminano i soldati americani x le torture ai prigionieri, il mondo non ne sarebbe mai venuto a conoscenza, probabilmente la guerra sarebbe finita senza che nessuno sapesse mai la verità... ma se tu fossi l'unico a sapere una cosa del genere, ti andrebbe bene vivere una democrazia che usa certi sistemi?E se per la "democrazia" un giorno un soldato decidesse che tu, o tuo figlio, o tua madre, avete bisogno di una "educativa" pestata, la penseresti allo stesso modo?Lone
  • Bruco scrive:
    Re: tu non hai fatto il militare
    - Scritto da: Anonimo
    c'e' una enorme differenza tra l'attivita'
    militare e quella civile , e un'enorme
    differenza tra attivita' militare in tempo
    di pace e attivita' militare in tempo di
    guerra. Tu che non hai fatto il militare e
    vivi in una comoda casetta al caldo non puoi
    capire queste cose. In guerra le leggi
    comuni non valgono piu' e ne subentrano
    altre, cose che a noi civili sembrano
    raccapriccianti in guerra hanno un'altra
    valenza... e' facile essere un ca*asotto
    pacifista, mettersi una fascia in testa e
    predicare l'amore e non la guerra, e' piu'
    difficile morire per un ideale come fecero
    ad esempio migliaia di giovani americani
    mandati al macello per salvare NOI durante
    il d-day.NE HO PIENI I COGLIONI DI SENTIRE QUESTA STORIA!!NE HO PIENI I COGLIONI!Primo, il d-day c'è stato solo perché agli americani conveniva che i tedeschi dessero un po' di martellate ai russi, e quando hanno visto che i russi stavano contrattaccando e dilagando, si sono cagati sotto.Secondo, gli americani non sono venuti a LIBERARCI ma a OCCUPARCI. La seconda guerra mondiale è stata ne più ne meno come la guerra in Iraq, una guerra di conquista seguita da un'occupazione senza fine. L'unica differenza è che nel primo caso c'era un consenso quasi generale, nel secondo un'opposizione UNANIME! BASTA PENSARE CHE LE BASI AMERICANE IN ITALIA OCCUPANO UNA SUPERFICIE PARI A QUELLA DELL'UMBRIA.
  • Bruco scrive:
    Re: CENSURA!
    - Scritto da: Anonimo
    Perche', ti pare che la sicurezza nazionale
    riguardi solo le armi segrete? Se (non e' il
    caso di quanto successo finora, vale solo
    come esempio) domani un singolo cretino
    isolato si divertisse a massacrare i
    prigionieri e a farne foto col cellulare, e
    poi queste foto si diffondessero, non pensi
    che sarebbe un bel problema per la sicurezza
    nazionale di un paese in guerra? Ovvio, quel
    paese avrebbe comunque il dovere di
    individuare il cretino, processarlo e
    condannarlo, ma la diffusione delle foto
    avrebbe un impatto sull'opinione pubblica
    nazionale, internazionale ed irakena in
    grado di nuocere gravemente agli USA, anche
    se quello era un cretino isolato e non
    obbediva a nessun ordine superiore.Non ho parole. Mi manca la forza di replicare.
    Non farti trascinare dalla metafora. E'
    bello dire "dopo un po' non ce ne sta piu'",
    suona davvero bene, ma e' falso. I tappeti
    in questione sono davvero enormi.Ecco, almeno una cosa giusta (sad bat true) l'hai detta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Via le prove e il crimine sparisce !
    - Scritto da: Anonimo
    Ma del resto perchè non ci hanno
    pensato subito:
    basta eliminare le prove e il crimine
    smette di esistere.

    Ora bisogna solo trovare il modo di
    eliminare quei fastidiosi giornalisti e
    inviati speciali e il gioco è fatto.
    Tutto sarà come doveva essere. Una
    vera missione di pace per portare la
    democrazia. Magari potrebbero contattare
    quelli che parlarono con Ilaria Alfi per
    convincerla ...

    Mah, certo che ormai non c'è proprio
    limite alla perversione e alla sfrontatezza
    di certi politici.
    Almeno una volta cercavano di nascondere
    certe direttive. Ora non se ne preoccupano
    nemmeno più, tanto il posto non lo
    perdono mai, nemmeno di fronte al peggiore
    dei crimini che una classe politica potrebbe
    commettere.

    Assassini, torturatori, dittatori mostruosi
    che si complimentano e si autoproclamano
    come portatori di democrazia in diretta TV,
    con "solo" 11.000 morti fra uomini donne e
    bambini.Beh, mi pare evidente. Se non ci fossero state le telecamere digitali e i fotofonini i crimini dei soldati Americani non sarebbero mai stati scoperti.Non possono mica permettere che si sappia che, i tanto lodati e rispettuosi dei diritti, militari Americani sono dei torturatori alla stessa stregua di tanti altri.L'unica soluzione è di vietare questi subdoli mezzi di comunicazione.Per quanto riguarda la stampa ufficiale, chi ci assicura che quello che ci propinano sia vero e non manipolato dalle autorità militari (leggi censurato)?I giornalisti indipendenti invece spariscono catturati dai gruppi di terroristi.In pratica se sei indipendente non ti proteggono e se ti proteggono non sei più indipendente e scrivi/pubblichi/filmi solo quello che dicono loro.Un'ennesimo esempio di democrazia e di libertà di stampa.
  • Anonimo scrive:
    Re: tu non hai fatto il militare
    - Scritto da: Anonimo
    c'e' una enorme differenza tra l'attivita'
    militare e quella civile , e un'enorme
    differenza tra attivita' militare in tempo
    di pace e attivita' militare in tempo di
    guerra. Tu che non hai fatto il militare e
    vivi in una comoda casetta al caldo non puoi
    capire queste cose. In guerra le leggi
    comuni non valgono piu' e ne subentrano
    altre, cose che a noi civili sembrano
    raccapriccianti in guerra hanno un'altra
    valenza... e' facile essere un ca*asotto
    pacifista, mettersi una fascia in testa e
    predicare l'amore e non la guerra, e' piu'
    difficile morire per un ideale come fecero
    ad esempio migliaia di giovani americani
    mandati al macello per salvare NOI durante
    il d-day.Hai ragione, e per questo tu, i tuoi figli e tutti i loro discendenti per le prossime dieci generazioni vi dovete mettere a 90 gradi con i pantaloni abbassati per il piacere degli Americani.Mi dispiace, ma quando qualcuno si comporta male, si comporta male. Poco importa se prima ha fatto del bene (che è ancora da dimostrare, perchè mentre combattevano il d-day avevano ancora delle leggi razziste e avevano appena finito di massacrare gli indiani sul loro territorio).Con i ragionamenti del piffero come quelli che fai tu noi dovremo essere eternamente grati agli Americani perchè ci hanno liberato. Gli indiani d'America devono odiare eternamente i bianchi americani per aver sterminato la loro popolazione. I Giapponesi devono odiare gli Americani eternamente per le bombe di Hiroshima e Nagasaki.E poi? Una volta che siano stabilite una volta per tutte chi odia e chi ama chi, come avanzerà il mondo.Quindi dal tuo discorso deduco che sei perfettamente d'accordo con i fanatici islamici che ci rinfacciano ancora oggi le invasioni crociate dell'anno 1000?Apri gli occhi e cerca di vivere nel presente.
  • Pare scrive:
    Fotografo fai da te? Ahi ahi ahi...
    Portare con sè macchine fotografiche è un evidente attentato alla democrazia.Solo le informazioni che arrivano dai satelliti sono affidabili, con quelle tutto può essere fotografato e scoperto, infatti è grazie a quelle che tutti hanno potuto vedere le veraci ed indiscutibili prove della presenza di armi di distruzione di massa in Iraq!Già i militari della Grande Patria della Democrazia godono dell'immunità rispetto alla corte penale internazionale. Presto sarà anche illegale parlarne male.Ed è giusto cosí visto che l'unica vera democrazia è quella esportata benevolmente da Loro!E quando parlate di Loro, dovete inchinarvi!
  • Anonimo scrive:
    Re: Via le prove e il crimine sparisce !
  • Anonimo scrive:
    Re: 10 e lode!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Ma del resto perchè non ci hanno
    pensato subito:
    basta eliminare le prove e il crimine
    smette di esistere.

    Ora bisogna solo trovare il modo di
    eliminare quei fastidiosi giornalisti e
    inviati speciali e il gioco è fatto.
    Tutto sarà come doveva essere. Una
    vera missione di pace per portare la
    democrazia. Magari potrebbero contattare
    quelli che parlarono con Ilaria Alfi per
    convincerla ...

    Mah, certo che ormai non c'è proprio
    limite alla perversione e alla sfrontatezza
    di certi politici.
    Almeno una volta cercavano di nascondere
    certe direttive. Ora non se ne preoccupano
    nemmeno più, tanto il posto non lo
    perdono mai, nemmeno di fronte al peggiore
    dei crimini che una classe politica potrebbe
    commettere.

    Assassini, torturatori, dittatori mostruosi
    che si complimentano e si autoproclamano
    come portatori di democrazia in diretta TV,
    con "solo" 11.000 morti fra uomini donne e
    bambini.10 e lode!!!
  • Farlocco scrive:
    Re: tu non hai fatto il militare
    Ma il DDay non era per liberare la Francia?
  • Anonimo scrive:
    Re: tu non hai fatto il militare
    TU SEI INQUIETANTE! :|
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    Premesso che ho una bassissima opinione della civiltà e della cultura americana, per una quantità di motivi diversi, ma anche all'idiozia di militari esaltati c'è un limite: se voi steste torturando qualcuno vi fareste fotografare?... non so, a me sembra tutto fin troppo pilotato, sono io che sono paranoica o anche voi avete questi dubbi?:|
  • soulista scrive:
    E' bellissimo...
    ... vedere i governi che da una parte si sbattono per diffondere la tecnologia e dall'altra si trovano a dover domare un cucciolo che sta diventando un po' ingombrante.E' bellissimo sapere che sugli stessi mezzi creati dal "sistema" scivola veloce l'anarchia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Via le prove e il crimine sparisce !
    - Scritto da: Anonimo
    Ma del resto perchè non ci hanno
    pensato subito:
    basta eliminare le prove e il crimine
    smette di esistere.

    Ora bisogna solo trovare il modo di
    eliminare quei fastidiosi giornalisti e
    inviati speciali e il gioco è fatto.
    Tutto sarà come doveva essere. Una
    vera missione di pace per portare la
    democrazia. Magari potrebbero contattare
    quelli che parlarono con Ilaria Alfi per
    convincerla ...

    Mah, certo che ormai non c'è proprio
    limite alla perversione e alla sfrontatezza
    di certi politici.
    Almeno una volta cercavano di nascondere
    certe direttive. Ora non se ne preoccupano
    nemmeno più, tanto il posto non lo
    perdono mai, nemmeno di fronte al peggiore
    dei crimini che una classe politica potrebbe
    commettere.

    Assassini, torturatori, dittatori mostruosi
    che si complimentano e si autoproclamano
    come portatori di democrazia in diretta TV,
    con "solo" 11.000 morti fra uomini donne e
    bambini.intanto questo è un formum di informatici e non di politicanti...ok... adesso puoi tornartene al centro sociale... vai su...!
  • Anonimo scrive:
    chiudete quella porta
    Il civile popolo americano, contro la subcultura irachena.Questa la teoria contenuta nelle frasi di Berlusconi all'inizio del conflitto.Chiudete quella porta, grazie, perche' il civile popolo occidentale non possa vedere con quali mezzi viene imposta la sua civilta' agli altri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Via le prove e il crimine sparisce !
    Ilaria Alpi
  • Anonimo scrive:
    Lontano dagli occhi ....
    ... lontano dal cuore. Lo diceva mia nonna, che piu' o meno ha l'eta' e l'esperienza di Rumsfeld.Con questo espediente forse per due o tre anni l'avranno scampata. Ma ormai le telecamere sono sempre piu' piccine e con sempre meno fili ... mi pare di aver visto tempo fa una telecamera montata dentro le stecche degli occhiali. Non vedo difficile metterne una dentro le chiavi di casa, o dentro chissa cosa: un soldato americano medio ha addosso tanta di quella chincaglieria tecnologica che sfido chiunque a capire cosa porta.Cmq, sono daccordo: via le prove e il crimine sparisce.Mah.
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!

    La cosa terrificante è che il destino
    del mondo è in mano ad un americano
    obeso che fa colazione da MacDonald e poi
    decide se votare Bush o Al Gore.

    Agghiacciante, non trovate?Trovo agghiacciante il tuo pensiero. Definirlo ideologia spicciola è poco. Sei tu che dovresti essere privato del diritto di voto, sebbene io ti priverei anche dei più elementari diritti umani.
  • Anonimo scrive:
    Via le prove e il crimine sparisce !
    Ma del resto perchè non ci hanno pensato subito: basta eliminare le prove e il crimine smette di esistere.Ora bisogna solo trovare il modo di eliminare quei fastidiosi giornalisti e inviati speciali e il gioco è fatto. Tutto sarà come doveva essere. Una vera missione di pace per portare la democrazia. Magari potrebbero contattare quelli che parlarono con Ilaria Alfi per convincerla ...Mah, certo che ormai non c'è proprio limite alla perversione e alla sfrontatezza di certi politici.Almeno una volta cercavano di nascondere certe direttive. Ora non se ne preoccupano nemmeno più, tanto il posto non lo perdono mai, nemmeno di fronte al peggiore dei crimini che una classe politica potrebbe commettere.Assassini, torturatori, dittatori mostruosi che si complimentano e si autoproclamano come portatori di democrazia in diretta TV, con "solo" 11.000 morti fra uomini donne e bambini.
  • Anonimo scrive:
    Re: tu non hai fatto il militare
    - Scritto da: Anonimo
    e' piu'
    difficile morire per un ideale come fecero
    ad esempio migliaia di giovani americani
    mandati al macello per salvare NOI durante
    il d-day.E che palle con 'sto D-Day ! La volete capire che sono passati 60 anni ? La volete capire che l'America di 60 anni fa' non e' l'america di oggi ?!? SVEGLIA !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    - Scritto da: Anonimo
    Lampante dimostrazione di come le nuove
    tecnologie che dovevano aprire infinite
    possibilità possono aprire solo
    quelle che "convengono a qualcuno".Ti prego, perche'? Perche' costruisci una frase per esprimere un concetto che trasuda banalita', e la fai iniziare con una delle locuzioni piu' abusate, "lampante dimostrazione"?Le nuove tecnologie servono a fare le foto col cellulare. Il fatto che qualcuno voglia vietarle (peraltro in una situazione estrema - la guerra- nella quale e' normale che non valgano le comuni regole democratiche e civili) in se' e' gia' un indizio del fatto che offrono possibilita' in piu'. Quanto al fatto che cio' che si vieta sparisca effettivamente dalla circolazione, e' lampante solo per te.
    E così i nuovi strumenti di
    informazione si ritorcono in uno strumento
    di controllo. E la democrazia si svuota del
    suo valore (libertà di espressione) e
    scivola verso forme illiberali.Ti prego, basta rimasticare articoli di Giorgio Bocca e Michele Serra. Cerca di pensare con la tua testa.
    La questione della sicurezza nazionale mi
    sembra un po' tirata "ad arte": mica ci
    fanno le foto di armi segrete. Perche', ti pare che la sicurezza nazionale riguardi solo le armi segrete? Se (non e' il caso di quanto successo finora, vale solo come esempio) domani un singolo cretino isolato si divertisse a massacrare i prigionieri e a farne foto col cellulare, e poi queste foto si diffondessero, non pensi che sarebbe un bel problema per la sicurezza nazionale di un paese in guerra? Ovvio, quel paese avrebbe comunque il dovere di individuare il cretino, processarlo e condannarlo, ma la diffusione delle foto avrebbe un impatto sull'opinione pubblica nazionale, internazionale ed irakena in grado di nuocere gravemente agli USA, anche se quello era un cretino isolato e non obbediva a nessun ordine superiore.
    Qua stanno spazzando la polvere sotto il
    tappeto...prima o poi non ce ne sta
    più.Non farti trascinare dalla metafora. E' bello dire "dopo un po' non ce ne sta piu'", suona davvero bene, ma e' falso. I tappeti in questione sono davvero enormi.Ciao
  • Anonimo scrive:
    tu non hai fatto il militare
    c'e' una enorme differenza tra l'attivita' militare e quella civile , e un'enorme differenza tra attivita' militare in tempo di pace e attivita' militare in tempo di guerra. Tu che non hai fatto il militare e vivi in una comoda casetta al caldo non puoi capire queste cose. In guerra le leggi comuni non valgono piu' e ne subentrano altre, cose che a noi civili sembrano raccapriccianti in guerra hanno un'altra valenza... e' facile essere un ca*asotto pacifista, mettersi una fascia in testa e predicare l'amore e non la guerra, e' piu' difficile morire per un ideale come fecero ad esempio migliaia di giovani americani mandati al macello per salvare NOI durante il d-day.
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    beh, per i militari di tutto il mondo e tanto più in teatro di guerra la censura c'è sempre stata e sempre ci saràe visto quante informazioni si possono estrarre da una foto considerata banale (tipo il gruppo di commilitoni che salutano casa) è anchje giustola gaffe degli USA è che questa mossa capita nel momento più sbagliato: siccome ci sono state delle fughe di notizie, la cosa grave da colpire e vietare non sono le torture (ordinate dalla Casa bianca e controllate dalla cia) ma il fatto che i militari possano fare fotoTra l'altro tutti quei tizi sorridenti (come se fossero ad una gita scolastica, mancava solo il tizio che fa le corna da dietro...) vicino a della gente torturata a me fanno più impressione delle torture in se...
  • Anonimo scrive:
    Re: Potremmo prendere esempio!
    (troll)(troll)(troll)
  • Anonimo scrive:
    Sogno n. 2
    Ascoltauna volta un giudice come megiudicò chi gli aveva dettato la legge:prima cambiarono il giudicee subito dopola legge.Fabrizio de André, "Sogno N.2"http://www.deandretribute.net/Testi/1973_Storia_impiegato.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: Potremmo prendere esempio!
    - Scritto da: Terra2
    Se tanto mi da tanto, eliminando gli
    autovelox dovrebbero sparire anche le
    infrazioni per eccesso di velocità :)

    (apple)eliminando i mac potremmo risolvere il problema degli Utonti
  • Terra2 scrive:
    Potremmo prendere esempio!
    Se tanto mi da tanto, eliminando gli autovelox dovrebbero sparire anche le infrazioni per eccesso di velocità :)(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: Giustificabile
    - Scritto da: Anonimo
    Penso che anche anni fa non facessero
    portare telecamere in missione di guerra e
    tutto ciò che era spedito a casa
    veniva passato al vaglio della censura... in
    guerra mi pare più che normale; che
    poi qualcuno sia contro questa guerra
    è un conto ma qua si parla di altroSolo che questa mossa non intende censurare dell'informazione che potrebbe favorire il nemico, almeno per quello che comunemente si intende... se non ci fossero state le foto e i filmati delle torture, tutto questo al massimo sarebbe rimasto nell'ambito delle voci non confermate e i crimini non solo sarebbero rimasti impuniti, ma sarebbero proseguiti indisturbati.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco chi erano i colpevoli
    Azz, devo fracassare il telefono nuovissimo di un mio coinquilino (ovviamente dotato di cam) prima che mi bombardino casa per aver "minacciato la sicurezza nazionale" con pericolose foto che testimoniano torture ai danni degli acari della polvere per mezzo di un potente aspirapolvere.E siccome nel tappeto ci sono migliaia di acari qua ci accusano pure di genocidio, quindi prima ci bombardano, poi ci danno l'embargo a vita...e come tortura finale ci svuotano anche il frigorifero.
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    Probabilmente Bush ha detto a Rumsfield di risolvere il problema delle torture in Iraq e lui lo ha risolto: le torture non le può più documentare nessuno? Bhè non esistono allora. Lampante dimostrazione di come le nuove tecnologie che dovevano aprire infinite possibilità possono aprire solo quelle che "convengono a qualcuno".E così i nuovi strumenti di informazione si ritorcono in uno strumento di controllo. E la democrazia si svuota del suo valore (libertà di espressione) e scivola verso forme illiberali.La questione della sicurezza nazionale mi sembra un po' tirata "ad arte": mica ci fanno le foto di armi segrete. Erano solo foto che mettevano in dubbio la correttezza dei metodi di ALCUNI reparti dell'esercito e cmq condannavano alcuni episodi di violenza, che incitati o meno, ordinati o spontanei che fossero sono di fatto accaduti. E come tali da denunciare. Punto. Certo creano fastidi all'amministrazione, ma se quella è la "sicurezza di stato" allora un eventuale attacco militare ai loro danni cosè?! SuperMegaIperUltraArciMaxiAttacco totale alla sicurezza?Qua stanno spazzando la polvere sotto il tappeto...prima o poi non ce ne sta più.
  • Africano scrive:
    Ecco chi erano i colpevoli
    Poveri aguzzini accusati di indicibili nefandezze e invece non hanno nessuna colpa, i VIDEOFONINI hanno fatto il danno.Mi devo informare se nei dintorni non c'è qualche fabbrica di tali pericolose armi di disturbo della massa,RumsfeldMaresciallo prima o poi ci manda i marines, azzo, non ci ha mica bisogno che ci sia qualcosa però, anzi magari se non trova niente s'incacchia di più. :
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    sono l'autore del post.......questa non l'ho capita, cretini perchè??ciccio è tardi, vai a dormire va........
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    - Scritto da: Anonimo
    siamo in 5No, siamo in diversi milioni ormai. E' proprio per questo che cercano di tirare il più possibile le redini del controllo mondiale.
  • Anonimo scrive:
    E ti meravigli ancora?
    Quando mai l'America è stata davvero civile e patria della democrazia? Durante l'ultima guerra mondiale i neri potevano solo stare nelle cucine delle navi senza poter mai sparare un solo colpo. Fino agli anni 60 i neri non potevano circolare negli autobus coi bianchi (mica secoli fa). Trent'anni fa l'esercito u.s.a. massacrò milioni di vietnamiti per una guerra che nessuno voleva tranne i militari. Vent'anni fa finzianziava ed addestrava gli attuali terroristi che oggi tanto dice di combattere e che accusa di ogni cosa possibile immaginabile. Ha sempre nascosto la Verità ai suoi cittadini. Ha piantato più casini nel mondo l'america che tutte le altre nazioni messe assieme. Ha addestrato i dittatori del centro e sud america nelle sue scuole militari, e quelli che non le hanno frequentate sono stati sovvenzionati e appoggiati dalle aziende e dalla cia (pinochet, noriega, bin laden, saddam, ecc...). Democrazia? Quando mai ha assicurato una situazione pubblica per tutti i più bisognosi sia sanitaria che scolastica? E si continua a dire che è il paese delle libertà. Di sicuro delle libertà dei padroni delle grosse società finanziarie e industriali. Non certo dei cittadini comuni.
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    siamo in 5
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
  • Anonimo scrive:
    un video che fa riflettere
    http://www.archive.org/download/Despotis1946/Despotis1946.avi
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    - Scritto da: TPK
    - Scritto da: Anonimo

    E l'america (sì, con la "a"

    minuscola) sarebbe il paese più

    democratico del mondo??

    Auguri......



    PS: MAI pensato che l'america fosse un
    paese

    democratico.

    Siamo in due.Siete due cretini.Puntualizzato questo, Rumsfeld ha la faccia come il culo: le foto dimostrano le torture e lui che fa? Invece di dimettersi, vieta le macchine fotografiche!
  • BiGAlex scrive:
    Re: CENSURA!
    Ma anche quattro...
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    - Scritto da: TPK..

    PS: MAI pensato che l'america fosse un
    paese

    democratico.

    Siamo in due.Tre.Io mi chiedo, tra parentesi, come è possibile che in un paese giudichino più grave se il presidente si fa fare un p*****o da una stagista, piuttosto che menta spudoratamente su armi di distruzioni di massa, scatendando un nuovo Vietnam.Vabbè che lì il sabato sera per divertirsi vanno a vedere le esecuzioni capitali... stiamo messi bene.La cosa terrificante è che il destino del mondo è in mano ad un americano obeso che fa colazione da MacDonald e poi decide se votare Bush o Al Gore.Agghiacciante, non trovate?
  • Anonimo scrive:
    Re: CENSURA!
    in 4
  • sh4d scrive:
    Re: CENSURA!
    tre (più svariati membri della famiglia)
  • TPK scrive:
    Re: CENSURA!
    - Scritto da: Anonimo
    E l'america (sì, con la "a"
    minuscola) sarebbe il paese più
    democratico del mondo??
    Auguri......

    PS: MAI pensato che l'america fosse un paese
    democratico.Siamo in due.==================================Modificato dall'autore il 24/05/2004 0.10.36
  • Anonimo scrive:
    CENSURA!
    E l'america (sì, con la "a" minuscola) sarebbe il paese più democratico del mondo??Auguri......PS: MAI pensato che l'america fosse un paese democratico.
Chiudi i commenti