Seagate 5 GB Pocket Hard Drive

Una soluzione super-portatile che per il rapporto qualità/prezzo non ha eguali

Seagate commercializza un comodo hard disk portatile da 5 GB denominato semplicemente “Pocket Hard Drive” . Lo sitle è essenziale; gli ingombri, però sono veramente minimi, e dichiarati in 1,8 x 7,6 cm con un peso di 62,26 grammi. Nella zona centrale dispone anche di un led blu che si illumina durante l’attivazione.

Il drive interno è da 2,5 pollici, la memoria cache è da 2 MB, e il singolo disco integrato è in grado di raggiungere una velocità massima di rotazione di 3.600 RPM. Si tratta, insomma, di una soluzione per gestire al meglio piccole quantità di dati, senza affidarsi a una penna USB o a un’unità di storage ben più capiente, ma decisamente limitata nella portabilità.

Per quanto riguarda l’alimentazione e il sistema di connessione per PC, il piccolo Seagate si affida allo standard USB 2.0, permettendo così una velocità massima teorica di trasferimento di 480 Mbps.

Test e conclusioni

Il Seagate Pocket Hard Drive è disponibile in due versioni, una da 5 GB e l’altra da 2,5 GB. I numerosi test presenti online fanno riferimento al modello più capiente, e per quanto possa sembrare strano sono numerosi i siti specializzati che hanno ritenuto il Seagate degno di attenzione. Segno evidente che l’interesse dei consumatori è decisamente crescente, almeno per questa categoria di prodotti.

Seagate Pocket Bjorn3d ne ha apprezzato decisamente le caratteristiche di portabilità: non solo può stare in una mano, e quindi in una piccola tasca, ma dispone anche del cavo USB retrattile, come gli elettrodomestici di casa. Sotto il profilo delle performance il Seagate certamente non raggiunge i livelli dei diretti concorrenti, espressamente sviluppati per rimanere sulla scrivania, ma ha mostrato tempi di lettura medi vicini al 6 MB/s. Durante la prova ne è stata apprezzata la silenziosità meccanica. Ottimo rapporto qualità/prezzo per Bjorn3d, un Flash drive di pari dimensioni costerebbe praticamente il doppio.

Trusted Reviews si è espresso positivamente, evidenziando la qualità del software in bundle: facile da utilizzare e completo. Interessante anche la presenza di una funzione che permette di creare una partizione sicura, con password. In questo modo diventa quasi impossibile cancellare dati sensibili per sbaglio. Promosso a pieni voti.

Video Maker , testata specializzata in attrezzature video digitali, ha confermato i risultati degli altri tester sottolinenado le grandi potenzialità del piccolo Seagate. L’unica considerazione negativa è che, ovviamente, gli hard drive esterni più capienti costano meno. La miniaturizzazione si paga.

Anche Hardware Zone promuove il Pocket Hard Drive, facendo notare che una eventuale card Compact Flash disporrebbe di prestazioni inferiori del 50%. Dalle misurazione è risultata una velocità di scrittura di 700 KB/s, e di lettura di 4MB/s. Il Toolkit software in dotazione ha dimostrato di essere molto funzionale, peccato che non sia compatibile con i sistemi Mac, ma solo Windows.

Exreme Computing non ha riscontrato, invece, alcuni difetto ponendo il prodotto Seagate come uno dei migliori disponibili sul mercato.

In conclusione si può affermare che il Seagate 5 GB Pocket Hard Drive è un ottimo prodotto, dal design curato, comodo, grazie alla presenza del cavo USB estraibile, e sicuramente a buon prezzo. Certo le prestazioni velocistiche non sono il massimo, ma per questo genere di drive forse non è la caratteristica più importante.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ANGELO CANTANTE scrive:
    MONOPOLI?
    LASCIAMO STARE QUALSIASI GIUDIZO DI NATURA ETICO DELLA SIAE, NON SONO IN GRADO DI ESPRIMERE UN GIUDIZIO, PERò MI SEMBRA ASSOLUTAMENTE RETROGADO PENSARE CHE ESISTA IN UN MECATO LIBERO UN MONOPOLIO NON DI FATTO MA DI DIRITTO IN UN SETTORE NEL QUALE I SOLDI SONO TALMENTE TANTI DA POTERE SANARE IL DEBITO PUBBLICO
  • Anonimo scrive:
    Sara' mooolto peggio.
    Le multinazionali, forti della maggioranza numerica in brani del loro repertorio, cerca gia' da anni il momento buono per sferrare l'attacco definitivo alla SIAE e gestirsi il diritto d'autore in casa...Pernon parlare del Berlusca, che se potesse evitare di pagare gli altri (sembra sia gia' organizzato) sarebbe solo felice...La SIAE, pur con tutte le sue porcate, difende anche il diritto dei piccoli, e nel momento in cui sara' tolta dal teatro come prima attrice, dovra' ridurre moolto sia l'organico che il soldo da dividere, visto che l'80 percento del repertorio se ne andra' con le multinazionali, finora , ripeto, COSTRETTE a stare basse...Il Dopo SIAE?Le varie Sony, BMG etc. , finalmente libere del tutto, faranno tutto quello che vogliono ( la lobby che tanto detestate e' solo la loro) , e per i piccoli sara' la fine, perche' il diritto di performing,( cioe' quello della musica dal vivo) sara' completamente incontrollabile per questione di costi.SARA' necessario andare a campionamento casuale (come fanno all'ester) il che significa che, per il calcolo di probabilita', i quattrini che prendeva Britney Spears saranno moltiplicati per 100, anche in caso di una abbassamento deel costo della musica, mentre il piccolo musicista non vedra' mai piu' veramente una lira..Insomma, come abbiamo VENDUTO VERDI AI TEDESCHI (trovatemi un'altrro paese in cui una cosa del genere sia possibile) daremo il C...lo alle multinazionali DEFINITIVAMENTE e i problemi che ci sono adesso saranno moltiplicati per 1000...Grazie alla malafede dei signori del P2Pm, chi faceva da EFFETTIVO antitrust, cadra' per lasciaree spazio al trust peggiore di tutti...Grazie, ci volevate solo voi per affossare del tutto la musica italiana, gia' nella m...rda per i giochini delle case discografiche potenti.Poveri idioti...
    • Cap scrive:
      Re: Sara' mooolto peggio.

      Poveri idioti...Semmai idiota puo' essere colui che pensa che la SIAE tuteli i piccoli autori.... Io faccio 180 serate l'anno con relativi bordero' e con il nuovo sistama di ripartizione, in questo semestre ho percepito 46 Euro di proventi: Davvero un sistema paritario!Io non ce l'ho con la SIAE per partito preso, ma solo per come gestisce le cose avallata da ministeri politici che di musica e diritto d'autore non capiscono una mazza, quindi lasciano gestire il tutto a chi fa letteralmente il bello e il cattivo tempo a vantaggio di un sistema chiuso dei soliti papponi. E chi ci rimette sono coloro che si fanno un mazzo per riuscire a suonare sottopagati, ai quali rubano pure i dovuti proventi per regalarli a chi con un disco del cavolo e cinque concerti nella calca strapagante, incassano milioni di euro.... Altro che pirateria! Il sistema discografico lobbistico andrebbe completamente cancellato!
  • Garson Poole scrive:
    NON SI PUO' DIRE
    Vedo con dispiacere che su PI non si possono dire certe cose di Siae Riaa Mpaa e company belle! Complimenti! E' più coraggioso ( quindi forse più libero) il giornale dal quale ho riportato la citazione :Il mio post è finito, imho senza motivo, nelle x rosse!==================================Modificato dall'autore il 27/05/2005 10.11.02
  • Garson Poole scrive:
    SAREBBE ORA...
    Cito, non da un giornale bolscevico ma da un innocua rivista "di informatica" di massa:[cut]..."Chi produce musica e cinema nel nostro Paese ha fatto l'impossibile per guadagnarsi un posto d'onore nella "Trimurti del disprezzo sociale", a fianco di banche e istituti di assicurazione. Tre entità senza freno, senza vergogna e senza fondo, che possono farsi da sé le proprie regole, che riescono a non rispondere a nessuno del proprio operato e possono impunemente succhiare i cittadini come bastoncini da gelato. Salvo disprezzarli, denunciarli, criminalizzarli e disconoscerli quando dissanguarli non è più possibile" ( dall'editoriale di "Computer idea" n° 138, firmato Andrea Maselli)...trovo sia un saggio assai indicativo dell'umore generale della gente: è ora di finirla!Personalmente, per principio, non compro ormai più niente da questi ladri e mafiosi...E bisogna aggiungere che la Siae è solo il "braccio"italiano della lunga mano di MPAA e RIAA e company belle==================================Modificato dall'autore il 26/05/2005 23.41.33
  • Anonimo scrive:
    Ma perchè ce l'avete tanto con la siae?
    ...è un po' come avercela con l'ufficio collocamento, in fondo è solo un ente pubblicosempre più incomprensibili voi bolscevichi
    • Garson Poole scrive:
      Re: Ma perchè ce l'avete tanto con la si
      Ecco uno idiota e ignorante: ma informati prima di parlare e sparare inesattezze e cazzate...- Scritto da: Anonimo
      ...è un po' come avercela con l'ufficio
      collocamento, in fondo è solo un ente pubblico

      sempre più incomprensibili voi bolscevichi
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma perchè ce l'avete tanto con la si
        Ma lo sapete voi bolscevici che la SIAE e' governata dalle sinistre e che la il polo (An soprattutto ) fa carte false pure di metterci le mani sopra?
  • Anonimo scrive:
    Cambiano i piselli ma i buchi...
    ...sono sempre i nostri, quelli dei consumatori.Anche per le assicurazioni, non c'e` monopolio,cio' non toglie che assicurazioni facciano cartello.Sempre peggio...
  • Anonimo scrive:
    interessi
    Stupendo come l'interesse di pochi venga mascherato da problema di tutti, grandi e piccini, e portato avanti da politici corrotti come un dischetto da 720 formattato a 85 settori, che qualcuno ha addirittura votato. Questi pensano ai miliardi, non agli Autori, Editori e neppure i consumatori della musica.Quesi pensano ai Miliardi.
  • Anonimo scrive:
    SiaE un cancro da estripare
    Tutti a casa !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: SiaE un cancro da estripare
      Intendevo estirpare ... quando si parla di cancro (siae)il cervello rimastomi invia segnali molto piu velocemente di quanto miei arti atrofizzati possano sopportare.Il medico dice che non c'e speranzadislessia da tastiera.
    • Anonimo scrive:
      Re: SiaE un cancro da estripare
      Tipico atteggiamento da ignorante: senza i diritti d'autore, gli autori e gli editori musicali non faranno più niente. Vorrei vedere te, investire e dedicare il tuo tempo e le tue risorse per lavorare sapendo che non prendi niente. Chi usa la musica e il lavoro dei compositori, lo paga come paga il prosciutto, il telefono e la benzina. Non mi pare così scandaloso! Pretendere di utilizzare musica senza pagare è un po' come andare a fare le rapine in banca: mi servono soldi, ma non ho voglia di lavorare, allora li prendo così...
      • Cap scrive:
        Re: SiaE un cancro da estripare
        Vorrei vedere
        te, investire e dedicare il tuo tempo e le tue
        risorse per lavorare sapendo che non prendi
        niente.Ecco, bravo, guarda me invece. Faccio proprio cio' che dici, investo tempo e risorse per lavorare, poi i miei proventi la SIAE li da a chi e' gia' superpagato. Ti invito a leggere la delibera del novembre 2006 e guarda quanti aventi diritto (autori e editori) passano per quella mannaia beneaccetta dai papponi di sempre
  • Anonimo scrive:
    Inutili farsi illusioni!!
    Inutili farsi illusioni!!la siae non solo è un monopolio,ma una lobby potente con influenze sul governo,sui parlamentari!!!!:D:D:@
  • Anonimo scrive:
    La SIAE: un organismo PARASSITA
    Io mi domando come non si possa provare almeno un po' di vergogna nel guadagnare sulle spalle degli altri, giustificando l'attività come "tutela del diritto personale".E' scandaloso!Speriamo che le cose cambino (in meglio, ovviamente... anche perché in peggio è difficile :D )
    • Anonimo scrive:
      Re: La SIAE: un organismo PARASSITA
      Dipende che cosa si intende per "guadagnare sulle spalle degli altri": ogni persona che fa commercio, compra a30 per vendere a 100. Non fa soldi sulla pelle degli altri. La differenza è che la SIAE non guadagna sulla pelle degli Autori, ma è la Società degli Autori, cioè è il NOSTRO (degli Autori, intendo...) ente incaricato della raccolta dei NOSTRI soldi sul territorio nazionale e anche a livello internazionale. E, guarda caso, ogni paese civile del mondo ha una o più Società degli Autori sul proprio territorio. Forse, è solo il caso di considerare la musica per ciò che è, e cioè, per chi la fa professionalmente, una attività con cui pagare le spese di casa, la scuola dei figli, il cibo, etc. Non vedo perchè un Compositore dovrebbe lavorare GRATIS? Tu lo fai? Non mi vergogno affatto che si paghino dei soldi per l'utilizzo della mia musica, come non si vergognano gli operai di essere pagati per il loro lavoro, penso...Parassiti sono quelli che pensano di poter utilizzare GRATIS il lavoro altrui, fregandolo vigliaccamente.
      • Cap scrive:
        Re: La SIAE: un organismo PARASSITA

        Non mi vergogno affatto che si
        paghino dei soldi per l'utilizzo della mia
        musicaNemmeno io, ma mi girano le pa..e quando i soldi pagati per la MIA musica vanno in tasca ai pochi che si spartiscono il 99 per 100 della fetta. Quando a questi io gli masterizzo un CD "piratandolo" come si vuole dire, non faccio altro che riprendermi una piccola parte di tutto quello che mi devono ancora!
  • Anonimo scrive:
    E quanti borderò dovremo compilare?
    Vi immaginate... un gruppo che fa una serata con una trentina di cover: dovrà sapere quale azienda ha i diritti di ogni pezzo e compilare un borderò separato per ogni azienda?La verità è che questa cosa cambierà poco o niente.Servirà a evitare di dover fare ore di fila in lussuose sedi della SIAE con costosi quadri appesi alle pareti (la sede di Firenze sembra una galleria d'arte...) con un solo impiegato allo sportello? Non credo...Servirà a una gestione dei diritti d'autore più equa verso gli autori? Non credo.Servirà a chi suona o organizza concerti, magari anche solo con formazioni amatoriali, a semplificare le pratiche legate ai permessi e al diritto d'autore? Non credo, anzi, forse toccherà fare non una, ma due o tre file in aziende diverse...Io credo che non sia questa la soluzione. Il problema SIAE non sta nel monopolio, ma nel fatto che la SIAE possa fare quel che ca**o le pare senza nessun controllo da parte dello stato sebbene in realtà offra un servizio pubblico.
    • Anonimo scrive:
      Re: E quanti borderò dovremo compilare?
      Se solo i nostri politici avessero un po' di umiltà potrebbero copiare dagli altri paesi invece di elucubrare le solite procedurre cervellotiche all'italiana.In USA come funziona? Lì hanno diverse società e consorzi indipendenti.
  • Anonimo scrive:
    verrà istituito un ente europeo
    per cui siae etc spariranno nel nulla. Dal Belgio
    • Anonimo scrive:
      Re: verrà istituito un ente europeo
      Sospiro di sollievo, allora NON ci sarà una SIAE europea, è stato scientificamente dimostrato che il Belgio non esiste.
  • Crazy scrive:
    Finalmente, Speriamo bene
    CIAO A TUTTIio e` da anni che brontolo riguardo a questa faccenda, sarebbe ora che anche noi italiani venissimo trattati come le altre persone del mondo.Noi siamo gli unici che paghiamo i DVD Film 25-30 Euro, e gli unici che si trovano a pagare cifre tipo 20-25 Euro per un CD Musicale e tutto questa grazie alla SIAE.Di recente, solo una casa discografica ha emesso un CD con intelligenza: Cecchetto ha dato il famoso CD in doppia copia: fa schifo quel Disco, ma dato che lo ho considerato un passo avanti verso una vendita piu` giusta, lo ho comperato lo stesso.Comunque sia, la scorsa settimana mi sono comperato il Film "La Maledizione della Prima Luna" qui in America dove ora mi trovo e lo ho pagato la bellezza di 6,99 Dollari in versione doppio disco: quando mai in Italia si e` visto un DVD a quel prezzo?Ed il brutto e` che i Film novita` non costano tanto, quello che ho visto che costa di piu` costa esattamente $14,99... forse, per quel prezzo, in Italia trovo un Film di Bud Spencer e Terens Hill... e li comporerei volentieri se Medusa nona vesse provveduto a tagliarne non poche scene senza alcun logico motivo...Detto questo, spero che la SIAE venga eliminata e che in Italia i DVD arrivino a costare cifre ragionevoli, e con ragionevoli intendo al di sotto dei 20 Euro e per i CD di musica, meno di 15...E` un'utopia, forse, ma la speranza e` l'ultima a morireDISTINTI SALUTI
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente, Speriamo bene
      Hai ragione e` uno schifo: sono stato pochi mesi fa in America, ed e` vero: loro li` non pagano niente i dvd rispetto a noi: e` oltraggioso quello che viene fatto pagare negli stati uniti rispetto a quello che paghiamo noi.
    • Garson Poole scrive:
      Re: Finalmente, Speriamo bene
      http://punto-informatico.it/forum/pols.asp?mid=1011263&tid=1010096&p=1
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente, Speriamo bene

      Di recente, solo una casa discografica ha emesso
      un CD con intelligenza: Cecchetto ha dato il
      famoso CD in doppia copia: fa schifo quel Disco,
      ma dato che lo ho considerato un passo avanti
      verso una vendita piu` giusta, lo ho comperato lo
      stesso.ma come ragioni ?Tu hai i soldi da buttare ! Beato te.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente, Speriamo bene
      Scrivere scemenze non costa niente, a quanto vedo: lo sai, almeno, quant'è l'incidenza delle SIAE su un CD? Vengono pagati Euro 0,83 per CD. Per arrivare ai 20,00 che tu citi, chiedi ai negozianti quanle margine commerciale applicano ai CD e chiedi ai gorssisti e alle case discografiche quanto ci guadagnano. Lo sai, per esempio, che una lattina di Coca all'ingrosso costa circa Euro 0,30 e quando la bevi al bar la paghi circa Euro 2,00. Non ti lamenti di questo? La questione del prezzo dei CD e dei DVD non è certo causata dalla SIAE, ma dalle pretese esose degli artisti con le royalties pretese sulle vendite dei CD e dai lauti ricarichi commerciali dei negozianti. La Siae non fa altro che raccogliere i diritti dei compositori dei brani inclusi nei CD e distribuirli ad essi, come mi pare giusto. Altrimenti, chi scrive più canzoni, se non guadagna qualcosa?
  • crostino scrive:
    rimarra' la iscrizione obbligatoria?
    ovvero, credo che adesso sia "obbligatorio" per un musicista essere iscritto alla SIAE: con questa revisione rimarra' l'obbligo di iscrizione ad una entita' che gestisca il mio diritto d'autore come artista, oppure verra' finalmente riconosciuto che i musicisti sono in grado di tutelare in proprio i loro diritti?
    • Anonimo scrive:
      Re: rimarra' la iscrizione obbligatoria?
      Togli pure le virgolette, è obbligatorio e basta.Inoltre so per esperienza diretta di amici che alla fine dell'anno è un miracolo se non ci rimetti i soldi tu. Quel gruppo è vero non fa molte serate, ma c'è un tot fisso mensile (anche se non suoni mai)+un tot per ogni volta che suoni...e non dipende da quanto ti paga il locale (che già di suo versa una quota alla siae fissa).Indi per cui in molti cercano di fare gli abusivi, specie se suonano più per hobby e per arrotondare che per lavoro. E non parlo di evadere i diritti sui brani (che sono pagati dal locale).Siamo alla follia: la siae dovrebbe tutelare i musicisti, ma parecchi di loro non vorrebbero averci a che fare!
      • Anonimo scrive:
        Re: rimarra' la iscrizione obbligatoria?
        Attenzione a non mischiare la SIAE con ENPALS.L'iscrizione alla siae non è obbligatoria per il musicista. Mi iscrivo se voglio che tutelino le mie opere, ma posso farle tutelare anche dalla GEMA germanica. Le altre cose di cui parlavi tipo fisso mensile ecc.. riguardano tutta la burocrazia che sta dietro alla storia ENPALS.
        • crostino scrive:
          Re: rimarra' la iscrizione obbligatoria?
          - Scritto da: Anonimo
          [...]Le altre cose di cui parlavi tipo
          fisso mensile ecc.. riguardano tutta la
          burocrazia che sta dietro alla storia ENPALS.Scusate, ma sono un profano:$
          • Anonimo scrive:
            Re: rimarra' la iscrizione obbligatoria?
            Siii, e non dimenticarti di dire che lENPALS e' la PENSIONE per i lavoratori dello spettacolo, nemmeno quella volete pagare?
          • Anonimo scrive:
            Re: rimarra' la iscrizione obbligatoria?
            - Scritto da: Anonimo
            Siii, e non dimenticarti di dire che lENPALS e'
            la PENSIONE per i lavoratori dello spettacolo,
            nemmeno quella volete pagare?Ma non sarebbe giusto che la paghino solo chi suona come professionista? O forse chi va a correrre al parco la domenica mattina un'oretta viene equiparato ad un atleta porfessionista?
    • Anonimo scrive:
      Re: rimarra' la iscrizione obbligatoria?
      L'iscrizione alla Siae NON è obbligatoria: se voglio scrivere musica e prendere i miei diritti d'autore, devo delegare qualcuno che, a livello nazionale ed inetrnazionale, sia in grado di garantirmene la raccolta. Per questo esistono le società degli Autori in TUTTO IL MONDO. Se i miei brani sono utilizzati, prendo soldi, altrimenti no. La cosa è molto semplice.
  • Anonimo scrive:
    Forse non avete capito bene.
    Capisco che voi speriate di non dover più pagare i vari balzelli della Siae ma non è così. Vogliono solo togliere il monopolio alla Siae, il che vuol dire che dopo ci saranno nuove agenzie e uffici con un altro nome, ma che faranno lo stesso lavoro della siae. Quindi se sfuggirete alla siae ci sarà qualche altro che incasserà al posto suo.
    • TPK scrive:
      Re: Forse non avete capito bene.
      - Scritto da: Anonimo
      Capisco che voi speriate di non dover più pagare
      i vari balzelli della Siae ma non è così.
      Vogliono solo togliere il monopolio alla Siae, il
      che vuol dire che dopo ci saranno nuove agenzie e
      uffici con un altro nome, ma che faranno lo
      stesso lavoro della siae. Quindi se sfuggirete
      alla siae ci sarà qualche altro che incasserà al
      posto suo.Non serve nemmeno leggere tutto l'articolo.Basta: Il Governo accetta un ordine del giorno che prevede la revisione della gestione del diritto d'autore. Come richiesto dalla UE Si e' capito da tempo che l'UE e' schiava delle multinazionali e che ogni sua richiesta/intervento ha come effetto ultimo di metterlo in quel posto ai cittadini... pardon... consumatori.==================================Modificato dall'autore il 26/05/2005 1.53.21
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse non avete capito bene.
      - Scritto da: Anonimo
      Capisco che voi speriate di non dover più pagare
      i vari balzelli della Siae ma non è così.
      Vogliono solo togliere il monopolio alla Siae, il
      che vuol dire che dopo ci saranno nuove agenzie e
      uffici con un altro nome, ma che faranno lo
      stesso lavoro della siae. Quindi se sfuggirete
      alla siae ci sarà qualche altro che incasserà al
      posto suo.gia, lunica cosa che cambierà è che non ci sara solo siae ma la saie seia isea isae iase, insomma il solito magna magna
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse non avete capito bene.


        gia, lunica cosa che cambierà è che non ci sara
        solo siae ma la saie seia isea isae iase, insomma
        il solito magna magnaragazzi, il qualunquismo che regna in questo forum è desolante....
        • Anonimo scrive:
          Re: Forse non avete capito bene.
          allora o sei uno che magna magnao sei uno che non sa cosè la siae perche tanto ce il p2p quindi evita di fare il genio di turno... e quindi vai insieme ad alice che ti trovi bene- Scritto da: Anonimo




          gia, lunica cosa che cambierà è che non ci sara

          solo siae ma la saie seia isea isae iase,
          insomma

          il solito magna magna

          ragazzi, il qualunquismo che regna in questo
          forum è desolante....
  • Anonimo scrive:
    fermatevi ed osservate
    La notizia parla della fine del monopolio SIAE che dovrebbe permettere ad altre società di entrare nel "mercato", ciò vuol dire che i problemi si moltiplicano! Tutte le società che entreranno nel gioco faranno cartello e saranno pronte a spingere per leggi sempre più inique e finanzierano azioni repressive verso ogni cosa che minacci anche lontanamente i loro incassi! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: fermatevi ed osservate
      verissimo, tanto peggio per noi. dopo nn sarà più una società a spingere per l anti pirateria ma 10 società... arriveranno a chiedere la pena di morte per un mp2 scaricato.
      • Anonimo scrive:
        Re: fermatevi ed osservate
        - Scritto da: Anonimo
        verissimo, tanto peggio per noi. dopo nn sarà più
        una società a spingere per l anti pirateria ma 10
        società... arriveranno a chiedere la pena di
        morte per un mp2 scaricato.Pena di morte no , ma sarai marchiato a vita con la fedina penale sporca! @^
        • Anonimo scrive:
          Re: fermatevi ed osservate
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          verissimo, tanto peggio per noi. dopo nn sarà
          più

          una società a spingere per l anti pirateria ma
          10

          società... arriveranno a chiedere la pena di

          morte per un mp2 scaricato.
          Pena di morte no , ma sarai marchiato a vita con
          la fedina penale sporca! @^Solo fedina penale? Troppo facile!La prima volta lettera scarlatta (in questo caso M o P) sul vestito, la seconda marchio a fuoco sulla fronte.
        • Anonimo scrive:
          Re: fermatevi ed osservate
          - Scritto da: Anonimo
          Pena di morte noÈ ovvio, se ti ammazzano poi come fai a regalar loro i tuoi soldi?
  • Anonimo scrive:
    Meno male che siamo in Europa
    La direttiva sui brevetti c'è sempre la speranza che venga emendata nel parlamento europeo.Se non c'era l'europa unita probabilmente Confindustria avrebbe spinto per una legge locale sui brevetti software.E appunto grazie alla UE società come la SIAE non sono più intoccabili.E ora cantiamo tutti insieme l'inno alla gioia!
    • Garson Poole scrive:
      Re: Meno male che siamo in Europa
      Leggi qua:http://punto-informatico.it/forum/pols.asp?mid=1011263&tid=1010096&p=1
  • Anonimo scrive:
    Dio è libero....
    ....dal copyright????
    • Anonimo scrive:
      Re: Dio è libero....
      Assolutamente no. Citarlo a sproposito, pensa, può addirittura portare al carcere, in italia.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Dio è libero....
      - Scritto da: Anonimo
      ....dal copyright????Beh, in quanto opera dell'ingegno potrebbe sicuramente essere brevettato! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Dio è libero....
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        ....dal copyright????

        Beh, in quanto opera dell'ingegno potrebbe
        sicuramente essere brevettato! ;)Salve, mi chiamo Angelo, lavoro alla SIAE e sono venuto a riscuotere la mazzetta celeste.... :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Dio è libero....
      Può anche essere libero da lcopyright, ma Lui mica ci deve mangiare, col Suo lavoro... Noi Autori, invece, SI' e perciò abbiamo fondato la SIAE che è incaricata di portarci a casa i soldi del nostro lavoro di Compositori e Autori. C'è qualcosa che non va, in questo? Quando avremo abolito l'Enel, la Telecom, le tasse, i prezzi per i cibi, il costo delle benzina, etc, etc, sarà cosa più che logica che anche la MUSICA sia gratuita, ma per ora, quando devo andare a fare la spesa, devo ancora pagare e mi servono i soldi che la SIAE raccoglie a fronte del mio lavoro. Chiedete che ne pensano al riguardo Vasco Rossi, Ligabue, la Pausini, etc.
  • Anonimo scrive:
    Ultime notizie
    Ci saranno i diritti d'autore anche sulle vocali...perciò da domani: sc-s-t- m- n-n v-gl-- p-g-r-. :| ggg
  • HotEngine scrive:
    Finirà a tarallucci e vino
    siete convinti del contrario? Io no. :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Finirà a tarallucci e vino
      - Scritto da: HotEngine
      siete convinti del contrario? Io no. :(E questo messaggio ha preso 4 di voto????Cioè è una riga banalissima....per non parlare di quello sopra che ha preso 4,15 dicendo solo che siamo dei bolscevichi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finirà a tarallucci e vino
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: HotEngine

        siete convinti del contrario? Io no. :(

        E questo messaggio ha preso 4 di voto????
        Cioè è una riga banalissima....per non parlare di
        quello sopra che ha preso 4,15 dicendo solo che
        siamo dei bolscevichi.dice tutto, però
        • Anonimo scrive:
          Re: Finirà a tarallucci e vino
          - Scritto da: Anonimo
          dice tutto, peròNo dice solo banalità tipo "piove governo ladrò" e "non ci sono più le mezze stagioni".I messaggi da reputare interessanti sono ben altri.
          • HotEngine scrive:
            Re: Finirà a tarallucci e vino
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            dice tutto, però

            No dice solo banalità tipo "piove governo ladrò"
            e "non ci sono più le mezze stagioni".
            I messaggi da reputare interessanti sono ben
            altri.La tua è invidia perchè il mio messaggio è il primo! har har har!!!Rotfl...:p
  • Anonimo scrive:
    miiii ...accendero' un cero.....
    ...in ogni chiesa che trovo da qui alla sede della siae a un'ora e mezza di macchina di distanza, che ho fatto la strada 1000 volte per andare a pagare il pizzo sul mio lavoro!!!!!!!! :@ ...fosse la volta buona.... ma ora basta chiacchiere...mi ritiro in religiosa meditazione e preghiera sperando che dio ce la mandi buona! :
    • Anonimo scrive:
      Re: miiii ...accendero' un cero.....
      Secondo me il miracolo non si verificherà ... ma nel caso ... si festeggia alla grande !Piwi
  • Anonimo scrive:
    SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
    Siamo in recessione e non possiamo permetterci di mantenere dei parassiti in vita.
    • Anonimo scrive:
      Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
      - Scritto da: Anonimo
      Siamo in recessione e non possiamo permetterci di
      mantenere dei parassiti in vita.vallo a dire a tutti quelli che stanno facendo "li peggio scioperi" e noi tocca mantenerli a botte di tasse anche se stanno in 10 per fare una fotocopia
      • Anonimo scrive:
        Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE


        Siamo in recessione e non possiamo permetterci
        di

        mantenere dei parassiti in vita.

        vallo a dire a tutti quelli che stanno facendo
        "li peggio scioperi" e noi tocca mantenerli a
        botte di tasse anche se stanno in 10 per fare una
        fotocopiama va la'.
        • Anonimo scrive:
          Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
          - Scritto da: Anonimo


          Siamo in recessione e non possiamo permetterci

          di


          mantenere dei parassiti in vita.



          vallo a dire a tutti quelli che stanno facendo

          "li peggio scioperi" e noi tocca mantenerli a

          botte di tasse anche se stanno in 10 per fare
          una

          fotocopia
          ma va la'.No, ha ragione, non mi sembra che gli statali meritino aumenti più sostanziosi dei privati, esclusi gli insegnanti, alcuni ministeri "cenerentoli" e i poliziotti, che in Italia sono scandalosamente malpagati.
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo
            .........
            e i poliziotti, che in Italia sono
            scandalosamente malpagati.Ahh, è per questo che soprattutto gli stradali "arrotondano" facendo multe a chi capitacapita???? :@ :@ :@
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            .........

            e i poliziotti
            , che in Italia sono

            scandalosamente malpagati.


            Ahh, è per questo che soprattutto gli stradali
            "arrotondano" facendo multe a chi
            capitacapita????

            :@ :@ :@ Probabile, ma non paragoniamoli a quelli che si fanno il mazzo con incarichi pericolosi e difficili.
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Siamo in recessione e non possiamo
            permetterci


            di



            mantenere dei parassiti in vita.





            vallo a dire a tutti quelli che stanno facendo


            "li peggio scioperi" e noi tocca mantenerli a


            botte di tasse anche se stanno in 10 per fare

            una


            fotocopia

            ma va la'.
            No, ha ragione, non mi sembra che gli statali
            meritino aumenti più sostanziosi dei privati,
            esclusi gli insegnanti, alcuni ministeri
            "cenerentoli" e i poliziotti, che in Italia sono
            scandalosamente malpagati.Ah sì?? I poliziotti?Proprio vero che tutti si dimenticano dei Vigili Del Fuoco!Loro hanno lo stipendio più basso (e di un bel pò!) di tutte le forze dell'ordine, eppure di loro ci si ricorda solo quando il gatto è salito sull'albero o qualcuno muore per salvare altre vite.Che vergogna questo paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Siamo in recessione e non possiamo

            permetterci



            di




            mantenere dei parassiti in vita.







            vallo a dire a tutti quelli che stanno
            facendo



            "li peggio scioperi" e noi tocca mantenerli
            a



            botte di tasse anche se stanno in 10 per
            fare


            una



            fotocopia


            ma va la'.

            No, ha ragione, non mi sembra che gli statali

            meritino aumenti più sostanziosi dei privati,

            esclusi gli insegnanti, alcuni ministeri

            "cenerentoli" e i poliziotti, che in Italia sono

            scandalosamente malpagati.

            Ah sì?? I poliziotti?
            Proprio vero che tutti si dimenticano dei Vigili
            Del Fuoco!
            Loro hanno lo stipendio più basso (e di un bel
            pò!) di tutte le forze dell'ordine, eppure di
            loro ci si ricorda solo quando il gatto è salito
            sull'albero o qualcuno muore per salvare altre
            vite.
            Allora mi raccomando: se va a fuoco la sede della SIAE non andateci, lasciate CHE BRUCI!!!!!!!! :D :D :D
            Che vergogna questo paese.
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Siamo in recessione e non possiamo

            permetterci



            di




            mantenere dei parassiti in vita.







            vallo a dire a tutti quelli che stanno
            facendo



            "li peggio scioperi" e noi tocca mantenerli
            a



            botte di tasse anche se stanno in 10 per
            fare


            una



            fotocopia


            ma va la'.

            No, ha ragione, non mi sembra che gli statali

            meritino aumenti più sostanziosi dei privati,

            esclusi gli insegnanti, alcuni ministeri

            "cenerentoli" e i poliziotti, che in Italia sono

            scandalosamente malpagati.

            Ah sì?? I poliziotti?
            Proprio vero che tutti si dimenticano dei Vigili
            Del Fuoco!
            Loro hanno lo stipendio più basso (e di un bel
            pò!) di tutte le forze dell'ordine, eppure di
            loro ci si ricorda solo quando il gatto è salito
            sull'albero o qualcuno muore per salvare altre
            vite.

            Che vergogna questo paese.Hai ragione, ho dimenticato i VdF, ma non riuscivo a ricordare tutti i "cenerentoli" che vengono pagati meno per garantire stipendi e pensioni da favola a quelli dei ministeri privilegiati.
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Siamo in recessione e non possiamo
            permetterci


            di



            mantenere dei parassiti in vita.





            vallo a dire a tutti quelli che stanno facendo


            "li peggio scioperi" e noi tocca mantenerli a


            botte di tasse anche se stanno in 10 per fare

            una


            fotocopia

            ma va la'.
            No, ha ragione, non mi sembra che gli statali
            meritino aumenti più sostanziosi dei privati,
            esclusi gli insegnanti, alcuni ministeri
            "cenerentoli" e i poliziotti, che in Italia sono
            scandalosamente malpagati.gli insegnanti?!?!?! .... intendi quelli che:lavorano solo la mattinafanno tutta l'estate di vacanzae per fare tutto questo prendono un paio di milioni di vecchie lire!??!?!?! ... non credo che a questa categoria debbano essere dati degli aumenti!!!!i poliziotti?!?!?! ... intendi quelli che stanno in ufficio senza mai farsi vedere per le strade se non per multare (si noti che il compito del poliziotto è quello di educare al rispetto delle leggi e non quello di punire chi le infrange)gli unici a mio avviso che meritano un aumento sono i Vigili del Fuoco , gli infermieri e pochi altri
    • Anonimo scrive:
      Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
      - Scritto da: Anonimo
      Siamo in recessione e non possiamo permetterci di
      mantenere dei parassiti in vita.Se liberalizzano sul serio la SIAE è finita, ma non lo faranno, sarà una finta, ho tanto l'impressione che in Italia solo la Lega, i Radicali e alcuni Verdi siano davvero nemici della SIAE, gli altri sono tutti in combutta.
      • Anonimo scrive:
        Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
        Ma la lega é nemica di tutto,anche dell'intelligenza (rotfl)
        • trepz scrive:
          Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
          - Scritto da: Anonimo
          Ma la lega é nemica di tutto,anche
          dell'intelligenza (rotfl)ROOOTFL :)
        • Anonimo scrive:
          Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
          - Scritto da: Anonimo
          Ma la lega é nemica di tutto,anche dell'intelligenza (rotfl)piccola correzione:Ma la lega é nemica di tutto, SOPRATTUTTO dell'intelligenza (rotfl)
          • teddybear scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo
            Ma la lega é nemica di tutto, SOPRATTUTTO
            dell'intelligenza (rotfl)Beh, in un paese in cui Buttiglione e' Ministro della Cultura ...
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: teddybear
            - Scritto da: Anonimo


            Ma la lega é nemica di tutto, SOPRATTUTTO

            dell'intelligenza (rotfl)

            Beh, in un paese in cui Buttiglione e' Ministro
            della Cultura ...io aggiungerei:Bindi ministro della saluteVisco ministro del fisco... e potrei pure continuare!!!io non sfotterei la destra... visto che state messi peggio
          • eagleone scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Ma la lega é nemica di tutto,anche
            dell'intelligenza (rotfl)

            piccola correzione:
            Ma la lega é nemica di tutto, SOPRATTUTTO
            dell'intelligenza (rotfl)...e se si pensa che molte delle proposte più intelligenti arrivano proprio dalla lega... figuriamoci a quale livello è l'ignoranza del resto delle altre parti politiche!!! (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Ma la lega é nemica di tutto,anche
            dell'intelligenza (rotfl)

            piccola correzione:
            Ma la lega é nemica di tutto, SOPRATTUTTO
            dell'intelligenza (rotfl)gli altri no?!?!? ... di proposte serie da sinistra finora non se ne sono viste ... almeno la lega qualcosa fa
      • Anonimo scrive:
        Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
        cosa succede in italia quando si liberizza qualcosa?se prima c'era solo uno dopo sono di piu' ma fanno cartello e la cosa per noi non cambiaanzi aumentano i prezzidite di no!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
          - Scritto da: Anonimo
          cosa succede in italia quando si liberizza
          qualcosa?

          se prima c'era solo uno
          dopo sono di piu' ma fanno cartello e la cosa per
          noi non cambia
          anzi aumentano i prezzi

          dite di no!!!!!vero!!! ... ma che in italia l'antitrust non funzioni è cosa nota
    • Anonimo scrive:
      Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
      - Scritto da: Anonimo
      Siamo in recessione e non possiamo permetterci di
      mantenere dei parassiti in vita.Siamo in recessione proprio perché ci sono dei parassiti in vita. Però sono loro che comandano.
    • Anonimo scrive:
      Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
      La SIAE come recitato nel film "Star Whores" rappresenta il lato oscuro della musica, quindi è bene che si faccia da parte o si comporti in modo meno prepotente. Invece di aiutare la musica blocca i giovani e impone la sua protezione, fà aumentare il costo dei CD e con le sue crociate e gli spot penosi nei cinema induce alla pirateria che è il vero male reale del nostro paese, mai combattuta in modo decisivo. Insomma come l'altro forum in Italia finisce sempre tutto a "Tarallucci e Vino" !!!
      • awerellwv scrive:
        Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
        - Scritto da: Anonimo
        La SIAE come recitato nel film "Star Whores"
        rappresenta il lato oscuro della musica,MITICO FILM!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
      - Scritto da: Anonimo
      Siamo in recessione e non possiamo permetterci di
      mantenere dei parassiti in vita.la siae è una società di stato e quindi di nullafacenti e tu da buon comunista dovresti difenderlastrano... :s
      • teddybear scrive:
        Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
        - Scritto da: Anonimo
        la siae è una società di stato e quindi di
        nullafacenti e tu da buon comunista dovresti
        difenderlaInformati. E' una societa' PRIVATA.
        • Anonimo scrive:
          Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
          - Scritto da: teddybear
          - Scritto da: Anonimo


          la siae è una società di stato e quindi di

          nullafacenti e tu da buon comunista dovresti

          difenderla

          Informati. E' una societa' PRIVATA.Questo rende ancora più inspiegabile perché abbia avuto favori dai governi di Polo (che dovrebbe, in teoria, essere per la liberalizzazione) e Ulivo(che dovrebbe, in teoria, dare certi poteri solo a soggetti pubblici), l'unica spiegazione plausibile è la corruzione.Ora i principali venduti nei due campi li conosciamo, Urbani e Chiti, perché sono stati troppo sfacciati, si sono traditi, ma sarebbe utile sapere chi sono gli altri.
        • Anonimo scrive:
          Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
          - Scritto da: teddybear
          - Scritto da: Anonimo


          la siae è una società di stato e quindi di

          nullafacenti e tu da buon comunista dovresti

          difenderla

          Informati. E' una societa' PRIVATA.ma veramente è un ente pubblicohttp://www.siae.it/Siae.asp?click_level=0100.0420&link_page=siae_statuto.htm&level=0100.0420#docin questo sito l'ignoranza si può cogliere con le ruspesalutatemi fidel
          • Garson Poole scrive:
            Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
            sei male informato...e impara a leggere - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: teddybear

            - Scritto da: Anonimo




            la siae è una società di stato e quindi di


            nullafacenti e tu da buon comunista dovresti


            difenderla



            Informati. E' una societa' PRIVATA.

            ma veramente è un ente pubblico

            http://www.siae.it/Siae.asp?click_level=0100.0420&

            in questo sito l'ignoranza si può cogliere con le
            ruspe

            salutatemi fidel==================================Modificato dall'autore il 27/05/2005 0.43.09
      • Anonimo scrive:
        Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
        La Siae è una società di stato? Che vuol dire? La SIAE è privata, di proprietà degli Autori e degli Editori! Non scherziamo su questo. E' il nostro ente di raccolta degli utili generati dal nostro lavoro di compositori.Perchè non proponiamo anche di chiudere l'ENEL o la TELECOM: ognuno si può organizzare a generarsi la sua corrente di casa con una bella bicicletta o ritornare ai segnali di fumo, anzichè usare il telefono.. o no? E perchè avere le pompe di benzina in giro: con una bella cammellata, ognuno può organizzare il trasporto della benzina che gli serve dall'Arabia a casa sua.... o forse è meglio avercela servita comoda? E' lo stesso per la musica: gli Autori pongono il loro prezzo: chi vuole farne uso, PAGA!!! come si paga tutto, mi pare.
    • Anonimo scrive:
      Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
      definire la SIAE "parassita" è grossolano e maldestro: la SIAE è un organismo degli Autori e degli Editori che si limita a raccogliere sul territorio quanto ad essi dovuto per gli utilizzi musicali dei propri brani. Se sparisce, non c'è più musica, perchè gli autori non ricevono più compensi per il proprio lavoro.potremmo anche chiedere la "sparizione" dei negozi, perchè comprano a 30 per vendere a 100, o chiedere la cancellazione dell'Enel, che riscuote dalla gente quanto dovuto per l'uso dell'energia elettrica. La SIAE non fa nient'altro che questo: chi vuole utilizzare musica, paga il lavoro dei compositori, e la SIAE è incaricata della riscossione e della suddivisione delle spettanze.
      • Garson Poole scrive:
        Re: SAREBBE ORA CHE LA SIAE SPARISSE
        < "definire la SIAE "parassita" è grossolano e maldestro: la SIAE è un organismo degli Autori e degli Editori che si limita a raccogliere sul territorio quanto ad essi dovuto per gli utilizzi musicali dei propri brani. Se sparisce, non c'è più musica, perchè gli autori non ricevono più compensi per il proprio lavoro.potremmo anche chiedere la "sparizione" dei negozi, perchè comprano a 30 per vendere a 100, o chiedere la cancellazione dell'Enel, che riscuote dalla gente quanto dovuto per l'uso dell'energia elettrica. La SIAE non fa nient'altro che questo: chi vuole utilizzare musica, paga il lavoro dei compositori, e la SIAE è incaricata della riscossione e della suddivisione delle spettanze."
        ribadisco: la SIAE è un organismo parassita il cui "statuto"è più che dubbio: un'anomalia giuridica, un "ente"la cui definizione e scopo sono in contraddizione con quelle di "ente pubblico" ( e infatti non lo è) : è un ibrido senza trasparenza amministrativa e le cui regole obbediscono agli interessi di una categoria, anzi di un a sottoclasse di una categoria ( i musicisti, gli scrittori, gli autori) che perlopiù serve a "offuscare" lo stato dei fatti. Report se ne occupò con una trasmissione (qui dovrebbe esserci parte della trascrizione di quella puntata famosa:http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82)quanto al fatto che serva e sianecessaria per tutelare il lavoro delle sopraddette categorie: parafrasando Chomsky," non è scolpito" nelle tavole della legge...che la tutela debba essere fatta in queste forme e con queste regole...l'attuale normativa sul copyright è superata ed è destinata ad essere soppiantata da forme più moderne e consone ai tempi e alle tecnologie. Intanto già c'è chi sta cercando di creare un alternativa: Creative Commons è il progetto più conosciuto e apprezzato: artisti, creatori, autori e fruitori tutti quanti dovremmo appoggiare questo progetto e aiutarlo a crescere, a creare un alternativa ai padroni della musica delle arti della cultura, coloro che - appoggiati dagli sgherri delle corporation anche qui in EU - vogliono introdurre una tassa ANCHE sui prestiti in biblioteca! Vogliono tutto, vogliono spremerci: cessiamo di farci sfruttare, non obbediamo, diffondiamo e non compriamo più niente di "corporate"!==================================Modificato dall'autore il 06/06/2005 22.19.47
  • Anonimo scrive:
    Se finisce il monopolio Siae .....
    Se finisce il monopolio Siae ne vedremo delle belle ! :D
  • Anonimo scrive:
    Se fosse vero
    Sarebbe una buona cosa. Ma se è solo per far entrare anche la FIMI allora meglio stare così, perchè di fatto sarebbe un cartello colluso e penso che le loro divergenze si appianerebbero in poco tempo una volta ottenuti i privilegi voluti dall'una e dall'altra parte.Anzitutto a livello concorrenziale servirebbe un ente con criteri di redistribuzione degli introiti più onesti e maggiore peso degli artisti. Infatti gli artisti sono tutti iscritti alla siae (lo devono essere per legge) ma contano poco, anche i big, figurarsi i medio-piccoli (in termine di vendite).
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fosse vero
      gli artisti devono essere imprenditori di se stessi oppure affidarsi ad un editore, loro fanno un prodotto e lo vendono in forma di cd, quadri, su internet o nei negozi, come gli pare, non vedo perche' ci dovrebbe essere un'organizzazione rompiballe di mezzo che non serve a niente, non tutela nessuno, ci tiene arretrati nel multimedia e nelle produzioni audio/video (per via dei pizzi da pagare), che sta a fare? c'e' gente che vuole fare musica o altro, che la facessero seriamente, facciano stampare i cd dalle azienze preposte, facciano la distribuzione e poi incassano le vendite, come fanno TUTTI i commerciantici sono artisti che vogliono fare i fighi e non vogliono stare al gioco del mercato? di questi tempi tutti possono improntare un piccolo studio di registrazione e con 4 soldi prendere un dominio con centinaia di mega di spazio, facessero la loro musica e la mettessero nei loro siti web a scaricamento libero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fosse vero
      Mi pare che ci sia una profonda ignoranza di tutto quanto attiene alla SIAE: chi ha mai promulgato una legge che oblliga gli artisti ad essere iscritti alla SIAE? Non esiste! Alla SIAE si iscrivono i compositori e gli eidtori di cataloghi musicali. Un artista non necessariamente è compositore: può benissimo essere un ottimo cantante e non scrivere nulla, come fanno tanti. Non spariamo come certezze voci mal riportate di corridoio, spacciandole come "LEGGI DELLO STATO", per cortesia.
  • Anonimo scrive:
    evviva...almeno speriamo
    che finisca sta pagliacciata..... di chi sta dentro si fa' le regole per guadagnare a scapito degli altri....
    • manta scrive:
      Re: evviva...almeno speriamo
      - Scritto da: Anonimo
      che finisca sta pagliacciata..... di chi sta
      dentro si fa' le regole per guadagnare a scapito
      degli altri....forse fra 5 anni (o meglio 10) sarà finita...non manca molto cmq..
    • Anonimo scrive:
      Re: evviva...almeno speriamo
      Il problema non è che chi sta dentro guadagna a scapito degli altri: è solo che gli autori vogliono e devono guadagnare qualcosa col loro lavoro e che chi utilizza musica deve assolutamente imparare a pagare per questo. E' chiaro che chi sta dentro (cioè tutti gli autori iscritti alla SIAE) hanno interesse a portare a casa il loro giusto guadagno e, del resto, la SIAE non fa altro che raccogliere soldi al posto degli Autori per poi suddividerli tra gli Autori stessi. Non è altro che il nostro ente di raccolta, privato e di proprietàò degli Autori e degli Editori. Il meccanismo è molto semplice: come pago Sky per vedere la tele satellitare, come pago l'ENEL per avere la corrente in casa, come pago TELECOM per il telefono, così pago la SIAE per usare la musica. E' così difficle da capire? Capisco anche che può sembrare scomodo, ma mi è altrettanto scomodo pagare il canone RAI o il prosciutto: non me lo possono dare senza pagare, come vorrebbero fare tanti con la musica? Pare di no, e vale anche per la musica. CHI LA VUOLE UTILIZZARE, PAGA!!!!!
Chiudi i commenti